Roberto Andò a “Incontri con l’autore”

03/ott/2012 23:31:31 Dabel Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Vincitore del “Premio Campiello Opera Prima 2012” con il romanzo Il trono vuoto (Bompiani, 2012), Roberto Andò sarà il primo illustre ospite della prestigiosa rassegna letteraria “Incontri con l’autore”. Nella sala consiliare del palazzo comunale, sabato 6 ottobre alle ore 18.00 (ingresso libero), Roberto Andò dialogherà con Massimo Onofri, direttore del “Premio Tarquinia Cardarelli”, e Filippo La Porta, critico e giornalista, su un potente affresco dell’Italia ferma sul ciglio del baratro, e una favola filosofica sulla rifondazione della leadership in un Paese malato. Massimo Onofri ha scritto su L’Avvenire che «se ha scelto la politica per riflettere sui livelli di massima adulterazione della contemporaneità, Andò non poteva fare meglio. Con esiti di vera bravura», mentre Filippo La Porta su Il Messaggero ha sottolineato come «l’ambizione di Roberto Andò è di offrirci il grande romanzo contemporaneo sulla inafferrabile politica italiana di questi anni. È riuscito Andò nel suo intento? In buona parte sì». Ne Il trono vuoto Enrico Oliveri è il segretario del principale partito di opposizione in crisi. All’improvviso lascia tutto per rifugiarsi in Francia. La moglie Anna insieme con il più stretto collaboratore di Enrico, Andrea Bottini, obbligati a trovare una soluzione, lo sostituiscono il fratello gemello: Ernani, professore di filosofia, affetto da disturbo bipolare. Il suo ingresso porta alla rinascita il partito grazie al suo modo di porsi in pubblico e alla capacità di infondere entusiasmo nei militanti. Il brillante falso segretario cancella quindi il piattume e il grigiore in cui era caduto tutto l’apparato.  Regista di teatro di prosa, lirica e cinema, Roberto Andò è nato a Palermo nel 1959. Tra i suoi film Il Manoscritto del Principe (2000), dedicato agli ultimi anni di vita di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Sotto falso nome (2004) e Viaggio segreto (2006), ispirato al romanzo di Josephine Hurt The recostructionist. In teatro ha di recente messo in scena Il Dio della carneficina di Yasmina Reza. “Incontri con l’autore” è una manifestazione organizzata dal Comune di Tarquinia con il sostegno della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, della Camera di Commercio Viterbo, di Unindustria e della Cassa Edile Viterbo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl