Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Letteratura Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Letteratura Fri, 22 Mar 2019 19:29:09 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/1 Fabio Mazzeo: il 14 marzo a Roma la presentazione del suo romanzo Thu, 21 Mar 2019 11:59:03 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/534551.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/534551.html articolinews articolinews Fabio Mazzeo è giornalista professionista: il 7 marzo è stato pubblicato il suo primo romanzo, "La solitudine degli amanti ", che verrà presentato giovedì 14 a Roma: la città fa da sfondo ai delitti raccontati nel libro.

La solitudine degli amanti

Fabio Mazzeo presenta il suo romanzo, "La solitudine degli amanti"

Il giornalista Fabio Mazzeo è l'autore del romanzo "La solitudine degli amanti", disponibile nelle librerie dal 7 marzo. Originario di Messina, l'autore è al suo esordio letterario, ma ha alle spalle una importante carriera come giornalista professionista, conduttore e ideatore di trasmissioni televisive. Attualmente è coordinatore presso l'ufficio stampa e comunicazione di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). La prima presentazione del romanzo "La solitudine dei numeri primi" avverrà il 14 marzo: l'evento, previsto per le 18 a Roma, presso Palazzo S. Chiara, sarà coordinato da Franco Di Mare. Il romanzo di Fabio Mazzeo racconta la caccia a un serial killer che prende di mira le donne, lasciandone i cadaveri nei luoghi panoramici della Città Eterna. La serata di presentazione del libro è ideata per intrattenere i presenti con la rappresentazione dell'indagine: vi parteciperanno giornalisti che indagheranno insieme al pubblico sugli indizi lasciati dall'assassino. Primo fra questi, i versi di una canzone: "L'amante" di Ivano Fossati.

Il delitto, le donne, Roma: l'intreccio del romanzo di Fabio Mazzeo

Una insolita coppia di investigatori si muove tra i segreti della Città Eterna in cerca di un brutale serial killer. Le vittime non hanno legami apparenti, non si conoscono, ma la verità è che in comune hanno segreti inconfessabili. A fare da sfondo agli omicidi e alle vite intricate dei due investigatori, si aggiunge l'atmosfera misteriosa e implacabile di una Roma dove il confine tra bene e male è sempre più impalpabile. Sono queste le premesse dell'intreccio costruito da Fabio Mazzeo nel romanzo "La solitudine degli amanti". A rendere più intricata la vicenda, una serie di indizi apparentemente indecifrabili: tutte le vittime conservano tra i propri effetti personali dei foglietti bianchi che riportano versi vergati con inchiostro verde. Le parole rimandano a una canzone di Ivano Fossati, "L'amante". La narrazione, che ha inizio con il ritrovamento del cadavere di un'artista cinquantenne, la moglie di uno degli avvocati più influenti di Roma, si dipana tra relazioni interrotte, antichi dolori e una verità che sembra sempre più difficile da raggiungere. Fabio Mazzeo dipinge così un quadro fatto di tanti elementi differenti, da ricostruire per rivelare un disegno misto di dolcezza e drammaticità.

]]>
Intervista di Alessia Mocci ad Andrea Parravicini: vi presentiamo La mente di Darwin Tue, 19 Mar 2019 15:33:30 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/534044.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/534044.html Alessia Mocci Alessia Mocci “[…] ritengo che un dialogo serio e produttivo tra scienza e filosofia sia oggi quanto mai prezioso. Perché da un lato la filosofia non può fare a meno di confrontarsi con la scienza, altrimenti rischia di divenire una pratica autoreferenziale che non ha più alcun contatto con le problematiche concrete degli esseri umani. Andrea Parravicini

Andrea Parravicini è assegnista di ricerca al Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, e collabora con l’Unità di Ricerca in Filosofia e Storia delle Scienze Biologiche presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Padova.

Ha conseguito il Dottorato di ricerca in Filosofia all’Università degli Studi di Milano (2011), durante il quale ha condotto le sue ricerche sul pensiero di Charles Darwin e del filosofo americano Chauncey Wright, sulla storia dell’evoluzionismo e del darwinismo e sulle sue relazioni con l’origine e lo sviluppo della corrente filosofica del Pragmatismo americano.

Dopo una collaborazione con il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Milano, ha successivamente ottenuto un assegno di ricerca post-doc di 27 mesi al Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Padova (2014-2016) per coordinare le attività e condurre ricerche per il progetto internazionale dal titolo “The Hierarchy Group: Approaching Complex Systems in Evolutionary Biology”, co-diretto dall’eminente paleontologo americano Niles Eldredge e dal filosofo della biologia Telmo Pievani. 

Ha tenuto diverse conferenze di profilo internazionale sia in Italia che all’estero, tra cui in Brasile, negli Stati Uniti, in Canada e in diversi Paesi europei. I suoi interessi di ricerca spaziano dalla filosofia della biologia alla filosofia americana, dalla storia del pensiero biologico all’evoluzione umana. 

È autore di diversi libri, capitoli in volumi collettanei e articoli per riviste italiane e internazionali. L’intervista sottostante verterà sul volume edito dalla casa editrice mantovana Negretto Editore “La mente di Darwin” (2009).

 

A.M.: Gentile Andrea sono lieta di potere dialogare con lei riguardo “La mente di Darwin”, libro edito dalla casa editrice Negretto Editore esattamente dieci anni fa. Come nasce l’interesse per Charles Darwin e la teoria dell’evoluzione?

Andrea Parravicini: Gentile Alessia, lietissimo di questo dialogo. I miei interessi verso Charles Darwin e la teoria dell’evoluzione, e in generale per le tematiche biologiche, sono nati molto tempo fa, già dal periodo degli studi liceali. Avevo, già a quel tempo, forti interessi verso la filosofia, ma ritenevo che le domande più interessanti, in quell’ambito, fossero in fondo quelle che concernevano il vivente, le sue origini, il suo rapporto con l’ambiente e con gli altri viventi, e poi ciò che ci rende umani, la genealogia del nostro corpo e del nostro comportamento moderno, e così via. Per questo motivo, quando mi iscrissi al Corso di laurea in Filosofia, lo feci soprattutto con quel tipo di domande in testa. E così dedicai la mia tesi, sotto la supervisione di Rossella Fabbrichesi, proprio alla figura e al pensiero di Darwin, le cui opere lessi con estremo interesse, attraverso uno sguardo filosofico-genealogico, come mi aveva insegnato Carlo Sini nei suoi indimenticabili corsi tenuti all’Università Statale di Milano. La tesi fu molto apprezzata e mi fu proposto di ricavarne un libro, che fu poi pubblicato dall’editore Negretto, con il titolo “La mente di Darwin”. Dopo la pubblicazione del libro ho continuato a occuparmi di filosofia della biologia e di temi evoluzionisti, tant’è che ho fatto ricerca in quest’ambito per alcuni anni al Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova, presso la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche in un dipartimento scientifico. Attualmente ho un assegno di ricerca all’Università degli Studi di Milano dove cerco di intrecciare questi temi “biologici” con ricerche nell’ambito di quella corrente filosofica chiamata “Pragmatismo americano”.

 

A.M.: “Ogni scienza ha la sua filosofia”. Perché è fondamentale far dialogare la filosofia con la biologia e le altre scienze?

Andrea Parravicini: Il pensiero filosofico è stato il terreno di coltura, potremmo dire, dal quale la scienza moderna è nata e si è sviluppata. I metodi utilizzati dallo scienziato, la definizione delle aree di ricerca, i limiti epistemologici che separano i diversi territori scientifici sono il frutto di uno sviluppo storico che prende avvio dalle riflessioni del pensiero filosofico, da cui l’impresa scientifica si è resa sempre più autonoma, prendendo infine una propria traiettoria indipendente. Ma nonostante questa indipendenza, è importante rilevare che ogni scienza poggia inevitabilmente su una propria serie di decisioni filosofiche implicite, che spesso non vengono messe adeguatamente a fuoco e che costituiscono la sua peculiare prospettiva, la lente a partire da cui osserva i propri fenomeni. Perciò, come scrive uno dei padri della Sintesi Moderna, Ernst Mayr, riguardo al pensiero biologico,

“A seconda che un autore aderisca all’essenzialismo o al pensiero popolazionale, che creda nel riduzionismo o nell’emergentismo, che stabilisca o meno una chiara differenza tra cause prossime o cause ultime, tutte queste fondamentali differenze ideologiche saranno quelle che determineranno le teorie biologiche per lui accettabili. Per questa ragione il cambiamento e la sostituzione di singole teorie scientifiche sono molto meno importanti nella storia della scienza di quanto non lo siano la nascita e il declino delle principali ideologie che possono influenzare il modo di pensare degli scienziati. Studiare le principali filosofie degli scienziati è compito molto arduo poiché raramente si tratta di posizioni articolate. Sono in gran parte assunzioni tacite, e accolte in modo così incondizionato da non essere neanche mai espresse. Lo storico della biologia incontra alcune delle sue difficoltà più grandi quando tenta di svelare queste tacite assunzioni e chiunque tenti di mettere in discussione tali “eterne verità” si scontra con fortissime resistenze.”

Il rilievo del grande biologo, nonché fine storico delle discipline biologiche, trova numerose conferme lungo tutto l’arco della storia del pensiero sul vivente, e risulta a tutt’oggi valido, considerando i dibattiti e le differenti correnti e impostazioni che attualmente si affrontano e si confrontano nel variegato panorama della biologia contemporanea. Si pensi poi al ruolo che le convinzioni filosofiche più profonde e radicate negli uomini di scienza e nel senso comune hanno giocato (e ancora giocano) nel produrre resistenze, fraintendimenti, travisamenti nei confronti della stessa teoria darwiniana. Questa opposizione, si badi, non giungeva solamente dai difensori di un’ideologia “fissista” o “creazionista”, ma anche da quegli stessi evoluzionisti che, sostenitori di teorie progressioniste, ortogenetiche, o cosmico-teologiche (che tanto proliferarono a partire dall’epoca di Darwin e Spencer), univano all’idea di evoluzione la convinzione tenace di una sua tendenza finalistica verso una meta ultima, magari guidata dalla provvidenzialità di un disegno divino. Non è affatto un caso che il nucleo teorico centrale della teoria darwiniana, quel principio di selezione naturale che così efficacemente aveva contribuito all’accettazione quasi immediata del “fatto” dell’evoluzione all’interno della comunità scientifica, paradossalmente sia stata per un lungo periodo rifiutata e fraintesa quasi da tutti, compresi quegli scienziati e filosofi che si dichiaravano seguaci di Darwin. E non riuscì ad imporsi in modo convincente fino alla grande Sintesi Moderna degli anni trenta-quaranta del Novecento. I motivi più importanti di questa opposizione generalizzata possono senz’altro essere ritrovati nell’ambito di quelle profonde e radicate convinzioni filosofico-ideologiche cui si riferisce Mayr, che, nel caso qui menzionato, mettevano in scena un’idea, di matrice finalista ed essenzialista, del mondo e dell’uomo, che la teoria di Darwin e la filosofia che sottostava a quella teoria, erano seriamente intenzionate a rovesciare dalle fondamenta. La logica e la filosofia di fondo che Darwin con la sua teoria proponeva (una visione basata su un divenire evolutivo non finalistico, che può procedere in tutte le direzioni, come un albero o un corallo, in cui gli eventi contingenti hanno un ruolo cruciale e l’essere umano non è affatto il prodotto finale di un disegno divino ma non è altro che uno dei ramoscelli non necessari dello stesso albero dell’evoluzione) si scontrava cioè direttamente con la filosofia di stampo finalista e antropocentrico dominante ancora nella seconda metà dell’800.

Per tutto questo, dunque, ritengo che un dialogo serio e produttivo tra scienza e filosofia sia oggi quanto mai prezioso. Perché da un lato la filosofia non può fare a meno di confrontarsi con la scienza, altrimenti rischia di divenire una pratica autoreferenziale che non ha più alcun contatto con le problematiche concrete degli esseri umani. Come scrive John Dewey, “La filosofia riconquista se stessa quando cessa di essere un mezzo di trattare i problemi dei filosofi e diventa un metodo, coltivato da filosofi per trattare i problemi degli uomini”. D’altro lato, però, neppure la scienza dovrebbe fare a meno della filosofia, del suo contributo alla formulazione, al chiarimento o alla critica di interpretazioni, ipotesi o teorie, e all’analisi rigorosa dei concetti e delle idee a esse associate, per non parlare delle analisi e della presa di coscienza dei presupposti ideologici taciti a cui si riferiva Mayr. Ma soprattutto non dovrebbe fare a meno del contributo della filosofia riguardo alle riflessioni concernenti la dimensione propriamente etica, sociale, politica, che costituisce, potremmo dire, l’orizzonte di senso in cui anche la prassi scientifica, con le sue verità, si inscrive. La filosofia, potremmo dire in breve, ha il compito etico di formare una visione consapevole, di mostrare cioè che dietro ai concetti e alle teorie, che spesso il senso comune e gli scienziati stessi prendono come verità date e indiscutibili, c’è il frutto di un lavoro, di un percorso storico, di una sedimentazione di sensi e di significati, di verità che mutano, di pratiche che si susseguono.

 

A.M.: Il caso Wallace è considerato “una coincidenza a dir poco sorprendente”. In dieci anni di studio ha rintracciato altre coincidenze di questo tipo? 

Andrea Parravicini: Darwin sviluppò la sua teoria negli anni compresi tra il 1839 e il 1844 e ne scrisse due abbozzi, rispettivamente nel 1842 (un breve abbozzo della sua teoria della selezione) e uno nel 1844 (un ampliamento di quel primo abbozzo, molto simile a quella che sarà l’organizzazione, lo scopo, e gli elementi essenziali dell’argomentazione presenti ne L’origine delle specie). Darwin però decise di non pubblicare i due scritti, occupandosi di altro, in particolare allo studio dei cirripedi. Solo nel settembre del 1854 tornò a occuparsi del problema delle specie, rileggendo e selezionando per ben venti mesi le sue note. Nel maggio del 1856, su suggerimento del famoso geologo e amico Charles Lyell, iniziò a scrivere un abbozzo delle idee maturate dopo tanto lavoro, col risultato che lo scritto tra le mani di Darwin divenne sempre più ampio fino ad assumere un tono quasi enciclopedico. Arrivò a scrivere dieci capitoli del libro che avrebbe dovuto chiamarsi Natural Selection, finché il 18 giugno 1858 giunse inaspettatamente il saggio di Alfred Russell Wallace (1823-1913), che diede luogo a uno dei casi più famosi della storia della scienza.

Wallace, un botanico suo corrispondente che stava conducendo le sue ricerche nell’arcipelago malese, gli aveva inviato uno scritto, con preghiera di pubblicarlo, in cui sorprendentemente veniva esposta, pressoché identica, la teoria dell’origine delle specie per selezione naturale cui Darwin stava lavorando ormai da circa un ventennio. “Se Wallace avesse avuto il mio abbozzo manoscritto redatto nel 1842, non avrebbe potuto farne un riassunto migliore!”, scrisse Darwin sconsolato a Lyell. In effetti colpisce questa coincidenza (persino negli esempi scelti!), tanto che, come ha scritto Telmo Pievani, questo rimane “uno dei casi più eclatanti di congiunzione di due processi di scoperta paralleli e indipendenti”.

Questa situazione imbarazzante venne risolta con reciproca soddisfazione mediante la pubblicazione, negli atti della Società Linneana, dello scritto di Wallace insieme a un breve riassunto delle idee di Darwin. Tuttavia, la prima enunciazione pubblica della teoria dell’evoluzione per selezione naturale, quasi incredibilmente, fu pressoché ignorata. A quel punto Darwin accelerò la pubblicazione della sua opera, riducendone drasticamente l’entità e tagliando molti dei riferimenti all’ampia bibliografia consultata, che egli si riprometteva di riportare in una successiva edizione in più volumi (ma che non finì mai). Questo abstract, come lo chiamava Darwin, fu pronto nel giro di poco più di un anno e apparve il 24 novembre 1859 col titolo On the origin of species by means of natural selection or the preservation of favored races in the struggle for life. Le 1250 copie di quella prima edizione si esaurì lo stesso giorno.

Si può dire che spesso le scoperte scientifiche “sono nell’aria” e dunque certe coincidenze nelle formulazioni di ipotesi o nel raggiungimento contemporaneo di determinati risultati scientifici sono anche il frutto di un particolare contesto, di un certo clima culturale e sociale, che spinge verso determinate direzioni le attività umane di cui la scienza è una pratica tra le più importanti e significative. Perciò non sono mancati altri casi, nel mondo scientifico, dove due studiosi siano arrivati alla medesima scoperta o a formulare la stessa teoria più o meno contemporaneamente. Si pensi ad esempio alla celebre controversia per la paternità del telefono, o ad altri casi, anche recenti, di studiosi che giungono alla medesima scoperta simultaneamente, come quella che riguarda il virus del HIV. A volte, inoltre, tali episodi rivelano ingiustizie palesi, spesso contro le donne, come nel caso eclatante (e amaro) della scoperta della doppia elica del DNA che vide protagonisti i lavori di Rosalind Franklin, che furono determinanti ai fini della scoperta da parte di Watson e Crick, che si sono guadagnati, a spese della collega morta quattro anni prima, il Nobel per la medicina nel 1962 senza uno straccio di riconoscimento. O come nel caso della scoperta dei cromosomi sessuali, con un’altra grande scienziata, Nettie Stevens, giunta alla scoperta nello stesso anno di Edmund Beecher Wilson, ma a lungo ignorata o osteggiata.  

Tornando al caso Wallace-Darwin, possiamo dire che esso non solo è stato uno dei casi dei più eclatanti della storia della scienza e un bellissimo esempio di grande lealtà tra due gentlemen britannici di fronte a un’imprevedibile coincidenza, ma esso ci mostra anche come spesso un misto di contingenza storica e convergenza direzionata governi non solo il mondo vivente, ma anche l’evoluzione delle idee.

 

A.M.: Quale lettura consiglierebbe ad un neofita per iniziare questo affascinante studio?

Andrea Parravicini: È una scelta molto difficile, ma forse, tra i tanti che mi vengono in mente, consiglierei il bellissimo libro di Stephen J. Gould, La vita meravigliosa. I fossili di Burgess e la natura della storia, Feltrinelli, Milano 2008.

 

A.M.: Ha in programma per questo 2019 una nuova pubblicazione?

Andrea Parravicini: Sì, il prossimo giugno uscirà per i tipi di Rosenberg & Sellier un volume da me curato insieme ad altri colleghi, Guido Baggio, Fausto Caruana e Marco Viola, dal titolo Emozioni. Da Darwin al pragmatismo. Si tratta di un’antologia di testi selezionati da opere di Darwin e di autori pragmatisti classici (William James, John Dewey, George Herbert Mead) sul tema oggi molto attuale e discusso delle emozioni. Questi autori studiarono tale questione da una particolare prospettiva naturalistica ed interdisciplinare che ha permesso loro di elaborare una serie di profondissime intuizioni che si sono mostrate capaci di resistere nel corso del tempo. Ancora oggi, infatti, i principali aspetti che caratterizzano le loro indagini – l’universalità delle emozioni, la dimensione corporea, la funzione sociale e comunicativa – risultano essere al centro dei dibattiti in filosofia, psicologia e neuroscienze cognitive.

 

A.M.: Reputa positiva la sua esperienza con la casa editrice Negretto Editore? La consiglierebbe?

Andrea Parravicini: La mia esperienza con Negretto è stata senz’altro molto positiva, anche per via della competenza, umanità e alta professionalità dell’editore, Silvano Negretto, una persona che stimo molto e che ha fatto del suo lavoro una vera e propria missione. Per questo motivo, lavorare per Negretto è un’esperienza che senza dubbio consiglio a tutti coloro che considerano i libri e la cultura come beni preziosi, da rispettare e salvaguardare. Con Negretto si troveranno a casa.

 

 

A.M.: Concludiamo con una citazione…

Andrea Parravicini: Mi piace concludere con la frase citata come esergo ne La mente di Darwin, un motto di un incisore botanico i cui lavori impressionarono molto Goethe, e che rispecchia bene, ritengo, il metodo genealogico che impronta la filosofia evoluzionista:

Veder venire le cose è il miglior mezzo per spiegarle” (Pierre-Jean-François Turpin).

 

A.M.: Andrea, augurandoci che il lettore attento possa usufruire delle sue preziose riflessioni sull’uomo, la ringrazio per il tempo che ha dedicato all’esplicazione del suo pensiero e la saluto con le parole dello scrittore, poeta e drammaturgo tedesco che ha poc’anzi citato: “Il bello è una manifestazione di arcane leggi della natura, che senza l’apparizione di esso ci sarebbero rimaste eternamente celate.”

 

Written by Alessia Mocci

Responsabile dell’Ufficio Stampa di Negretto Editore

 

Info

Sito Negretto Editore - https://www.negrettoeditore.it/

Facebook Negretto Editore - https://www.facebook.com/negrettoeditoremantova/

Acquista La mente di Darwin - https://www.ibs.it/mente-di-darwin.../e/9788895967127?

Leggi l’intervista completa - http://oubliettemagazine.com/2019/03/14/intervista-di-alessia-mocci-ad-andrea-parravicini-vi-presentiamo-la-mente-di-darwin/

]]>
Isole - in libreria oggi il nuovo libro di Alberto Colle Conte Tue, 19 Mar 2019 09:26:06 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533767.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533767.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Un libro on the road che si snoda tra Sardegna, Sicilia e l'Elba, che l'autore ha "periplato" in sella alla sua vespa.

 

È un viaggio entusiasmante quello narrato in questo libro. Una vespa, un uomo ed un tracciato - le tre isole maggiori: l'Elba, la Sicilia e la Sardegna. Un vero viaggio, dove quello che conta non è la meta ma il percorso, dov'è il contatto diretto con la natura, l'esperienza e le persone incontrate sul tracciato.

 

Sanremese classe ’60, dopo il diploma di ragioneria ha viaggiato per lavoro in Europa. Ha vissuto in Africa a Lomé, capitale del Togo, dove ha partecipato al primo rally con una Land Rover 88. Rientrato in Italia a causa del tentativo di golpe nel ‘87 dopo tre mesi di guerriglia, ha raggiunto Capo Nord con una Volkswagen Maggiolino attraversando tutti i paesi scandinavi fino al confine con la Russia (12000km). L’anno successivo ha percorso il perimetro della Francia, Corsica inclusa, in solitaria con una Yamaha Tenere del 1984. Nel 2015 con una vespa TS125 ha tracciato la linea costiera dello Stivale (5000km.)

 

http://www.edizionileucotea.it/it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3478]]>
Francesco Nuzzo presenta la sua ultima “fatica” letteraria “Il Feudo di Arnone - Storia minima di un processo famoso (1793-1818)” Tue, 19 Mar 2019 04:26:53 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533667.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533667.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Giovedì 28 marzo 2019, alle ore 17:00, presso il Plesso Scolastico di Via Settembrini a Cancello ed Arnone, Francesco Nuzzo, ex magistrato, presenterà il suo libro “Il Feudo di Arnone - Storia minima di un processo famoso (1793-1818)”.

Introdurrà Raffaele Ambrosca, sindaco della cittadina del casertano ospitante l’evento, ed interverranno, oltre naturalmente all’autore, Don Ernesto Branco, parroco di San Castrese e il prof. Vincenzo De Caprio, Ordinario di Letteratura Italiana presso l’Università della Tuscia, che ha curato l’introduzione dell’opera.

La storia narrata nel libro è la storia di un processo durato 25 anni. “Fra le tante controversie legali relative ai feudi che ci furono nel regno di Napoli”, spiega il prof. De Caprio proprio nell’introduzione, “quella sorta alla fine del Settecento intorno all’eredità del feudo di Arnone fece un certo scalpore tra i contemporanei, mobilitando non solo avvocati e giuristi di professione, ma anche figure diverse di intellettuali, ed in particolare illuministi di tutto rilievo. I fatti che diedero origine a questo processo si collocano tra il 1792, quando morì il feudatario di Arnone, e il 1794, quando un pretendente rivendicò l’eredità del feudo contro il Regio Fisco che lo aveva considerato non ereditabile e lo aveva bloccato per incamerarlo nei beni della corona. Il processo cominciò nel 1794 e fu lunghissimo, protraendosi per ben 25 anni e generando un profluvio di carte, documenti legali, memorie, riconsiderazioni, messe a punto, analisi, descrizioni. Esso ebbe termine solo nel 1818 senza sciogliere il nodo da cui era stato originato, ma con un accordo tra le parti”.

Nuzzo dedica la sua ultima “fatica” letteraria ai suoi concittadini e al suo paese.

“Il ricordo delle origini - spiega Nuzzo - accompagna sempre la vita di chi, per le contingenze più varie, si trova lontano, e ogni avvenimento, in qualche modo legato al luogo natio, offre l’occasione di meditare la propria storia. E compaiono, reinventati dalla fantasia creatrice, luoghi, persone, suoni, profumi, colori, feste, costumi, tradizioni che acquistano contenuti reali, alimentati dall’illusione, nel suo significato autentico di essere nel gioco”.

 

Elisa Cacciapuoti

Portavoce Sindaco Raffaele Ambrosca

]]>
Global Enoki Mushroom Market: Analysis and Opportunity Assessment 2018-2024 Mon, 18 Mar 2019 07:15:17 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533258.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533258.html prachitisharma98 prachitisharma98 Bharat Book Bureau Provides the Trending Market Research Report on“Global Enoki Mushroom Market 2019 by Manufacturers, Regions, Type and Application, Forecast to 2024”under Food & Beverage Category. The report offers a collection of superior market research, market analysis, competitive intelligence and Market reports.

Global Enoki Mushroom Market is expected to grow at a CAGR of roughly 8.0% over the next five years, will reach 5250 million US$ in 2024.

Global Enoki Mushroom Market are recognized by their almost pure white color and long stems topped with petite, convex caps. They are also grown in bouquets and fitted with a tight collar at their base to encourage the growth of their signature long, thin delicate stems which can grow up to five inches in length. Their texture is tender yet firm with a crunchy bite and mild, reDirectly Edibleing flavor. Wild Enoki mushrooms are significantly different in appearance from the cultivated form as they have larger caps and shorter stems and their coloring is orange to brown.

Request a free sample copy of Enoki Mushroom Market Report @
https://www.bharatbook.com/marketreports/Sample/Reports/1409704

Scope of the Report:
The biggest growth is expected in the Asian countries. Mushroom consumption in China, Japan and India is quite large. Partly because of the growing focus on healthy and organic foods, demand in these countries will continue to grow. China is the largest market for cultivated mushrooms, accounting for more than 30 percent of the global market. Moreover, demand is on the rise in North America, and South America is also recording an explosive growth. Meanwhile, Africa and the Middle East recorded a reasonable growth.

In the international market, the marketing channels characteristic differ from company to company. The international leading companies prefer setting up factories directly into aimed market, and taking own sales department to expand market. Considering the feature of this product, indirect selling channels composed over 90% share for big players.

The worldwide market for Enoki Mushroom is expected to grow at a CAGR of roughly -0.1% over the next five years, will reach 1530 million US$ in 2024, from 1550 million US$ in 2019, according to a new GIR (Global Info Research) study.

This report focuses on the Enoki Mushroom in global market, especially in North America, Europe and Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application.

Market Segment by Manufacturers, this report covers:
Greenpeace Green Co. (Greenco.)
Shanghai Xuerong Biotechnology Co., Ltd.
Tianshui Zhongxing Bio-technology Co Ltd
Guangdong Xinghe Biotechnology Company Limited
Hampyeong Chon Ji Mushroom Agricultural Union Corporation (HCMA)

Market Segment by Regions, regional analysis covers:
North America (United States, Canada and Mexico)
Europe (Germany, France, UK, Russia and Italy)
Asia-Pacific (China, Japan, Korea, India and Southeast Asia)
South America (Brazil, Argentina, Colombia etc.)
Middle East and Africa (Saudi Arabia, UAE, Egypt, Nigeria and South Africa)

Market Segment by Type, covers:
Wild Type
Cultivated Type

Market Segment by Applications, can be divided into:
Fresh
Dried
Food Processing Industry

Browse our full report with Table of Contents :
https://www.bharatbook.com/marketreports/global-enoki-mushroom-market-2019-by-manufacturers-regions-type-and-application-forecast-to-2024/1409704

About Bharat Book Bureau:
Bharat Book is Your One-Stop-Shop with an exhaustive coverage of 9,80,000 reports and insights that includes latest Market Study, Market Trends & Analysis, Forecasts Customized Intelligence, Newsletters and Online Databases. Overall a comprehensive coverage of major industries with a further segmentation of 100+ subsectors.

Contact us at:
Bharat Book Bureau
Tel: +91 22 24810992 / 24810999
Email: poonam@bharatbook.com
Website: www.bharatbook.com
Follow us on : Twitter, Facebook, Linked In, Google Plus

]]>
DA TUTTO IL MONDO IN CAMPIDOGLIO PER ALBEROANDRONICO - I VINCITORI – Sat, 16 Mar 2019 17:31:55 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533179.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533179.html speedypress speedypress  

Con il patrocinio di Roma Capitale, Città metropolitana di Roma Capitale e Consiglio regionale del Lazio premiati poesie, racconti, libri, fotografie, cortometraggi e pittura, nella cornice unica della Sala Protomoteca del Campidoglio.. Tra i premiati il candidato nobel Hafez Haidar,l’attore Leo Gullotta e il giornalista e scrittore Paolo Borrometi.

Roma 16 marzo 2019: Un’impareggiabile Giuria ha scelto ieri pomeriggio i vincitori tra centinaia di concorrenti provenienti da Europa (Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Spagna, Svezia, Turchia, oltre all’Italia naturalmente), Africa (Sudan), Asia (Bangladesh, Cina, Libano, Nepal e Russia); America (Brasile e Stati Uniti); Oceania (Australia).

I vincitori della dodicesima edizione del Premio Alberoandronico: Luca Campi di Siracusa (poesia), Marco Biffani di Roma (sillogi), Alessia Tagliabue di Brescia (racconti), Ivana Saccenti di Mantova (sul tema “La strada, la casa, la città, l’ambiente: vivere e costruire il territorio), Felice Jacques Victor Bucalo di Messina (editi di narrativa), Maria Pia Brunelleso di Napoli (editi di poesia), Ennio Santaniello di Nuoro (testi per una canzone), Alessandro Manzi di Latina (sport), Gino Dondi di Parma (romanzi inediti), Nicola Perasso di Vercelli (raccolte di poesie inedite), Antonino Giordano di Palermo (poesia dialettale), Elisa Cogotti di Cagliari (fotografia), Riccardo Di Gerlando di Sanremo (cortometraggi), Anna Coccia di Hayange - Francia (pittura).  

E’ stato emozionante”, afferma Pino Acquafredda, Presidente dell’Associazione Alberoandronico, “premiare Hafez Haidar, poeta e scrittore libanese per nascita e italiano di adozione, candidato nel 2017 al Nobel per la Pace, Paolo Borrometi, custode libero di un giornalismo a “testa alta” e Leo Gullotta, miglior attore per il cortometraggio Lettere a mia figlia del regista Giuseppe Alessio Nuzzo. Toccante anche il momento della consegna dei premi a Stefano De Carolis di Bari e a Pasquale Fallacara di Bitonto, entrambi dell’Arma dei Carabinieri”. 

Premi speciali alla giovanissima Arianna Sordini di Frosinone e al novantacinquenne Mario Bitozzi di Udine. La particolare classifica riservata ai residenti nel Municipio XIV di Roma Capitale ha visto l’affermazione di Domenico Portale mentre a Emir Sokolovic è andato il riconoscimento per le opere provenienti dall’estero (Bosnia ed Erzegovina).

Conclude Pino AcquafreddaUn incontro di arte e cultura, simbolicamente un abbraccio tra chi condivide emozioni e idee, tra generazioni diverse che si arricchiscono, formando quell’esperienza speciale che è la cultura. Il Premio è diventato un appuntamento importante e atteso da chi vuole esprimere il proprio talento e la propria passione. Non ci fermiamo a questa edizione,  abbiamo fatto 13 con il nuovo bando, aperto alla partecipazione di tutti, già disponibile sul sito www.alberoandronico.net “.

 

Ufficio stampa: 334 7411438

339 3494120

 

]]>
Lancio L'Infinito 2.00 Fri, 15 Mar 2019 16:03:20 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533113.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533113.html Fabbri Maria Novella Fabbri Maria Novella

Grazie!

]]>
Le fusa in formato digitale: arrivano in ebook le indagini di Filippmarlowe. Fri, 15 Mar 2019 11:18:14 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532852.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532852.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea È ambientato a La Spezia il primo giallo di Luana Ravecca.

 

«Mi chiamo Filippmarlowe. Per gli amici solo Marlowe.

Fisico muscoloso ed elastico. Andatura elegante. Abitualmente uso il guanto di velluto ma, all’occorrenza, so sfoderare gli artigli. I miei occhi verdi fanno impazzire le femmine che, quando mi sono vicine, non la smettono più di strusciarsi e fare le fusa. Ho condotto un’esistenza randagia che mi ha portato a evitare i legami duraturi. Ho girato in lungo e in largo i bassifondi bazzicando gente della peggior specie (alcuni dei veri e propri bastardi …). Poi ho incontrato Tony. »

Inizia così la storia di Filippmarlowe, assistente detective poco convenzionale e del suo capo Tony, poliziotto privato in crisi professionale ed esistenziale. Gli affari di Tony vanno male al punto che è costretto ad accettare lavoretti come vigilante. Una di queste uscite professionali lo porta a svolgere un servizio in occasione del Palio cittadino. Tutto sembra filare liscio finché uno sparo non cambia il corso degli eventi e Tony si ritrova coinvolto in un caso di omicidio. Le indagini porteranno alla scoperta di una scomoda e inaspettata verità che lo metterà davanti a un’ardua scelta. Teatro dell’intera vicenda è la città di La Spezia durante l’estate più piovosa e calda del secolo.

 

 

 

Luana Ravecca spezzina di nascita e milanese di adozione è una scrittrice, fumettista ed enigmista, particolarmente attiva nel settore dei giovanissimi. Svolge inoltre l’attività di educatore culturale e di collaboratore editoriale lavorando per varie agenzie. Alle mansioni strettamente editoriali affianca quella di curatrice di mostre multisensoriali. Omicidio nel Golfo è il suo primo romanzo, uno scanzonato e affettuoso omaggio a Raymond Chandler e Natsume Sōseki. Vive a Milano nello storico quartiere di Porta Romana con il marito Achille e la loro siamesina Gelba.

http://www.omniabuk.com/scheda-ebook/luana-ravecca/la-prima-indagine-di-filippmarlowe-omicidio-nel-golfo-9788899947934-588370.html]]>
Rocket League Items Is Truly An Amazing Service Provider Thu, 14 Mar 2019 13:13:05 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532559.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532559.html moizusks moizusks Should you are planning to commit your hard earned money in acquiring the rocket league items above the internet platform you then need to contemplate the subsequent pointed out specific information. Getting a true follower in the Rocket league you need to get a trustworthy and capable on the internet website to get the rocket league items from your belongings that might be biggest useful. Rocket league items are presently an in recreation currency in the Rocket league recreation and you'll find several approaches to get the currency on the planet. Rocket league items usually are not hard to amass from your different internet sites which bargains the aggressive rates and instantaneous shipping. It will be vital that you pick the rocket league items with all the trustworthy useful resource above the net. The best considerable intention is usually you are undecided perhaps the rocket league items you get by this sort of beneficial assets and may well perhaps be count in several techniques. You almost certainly can get the many internet sites within the World Wide Web which proposes the rocket league items program counting on the purchaser want. Investigate a lot more on rocket league items by checking out listed here!


It will be achievable to the number of folks resources to retain up truthful even though handful of will be cast. As a result this worry differs every time you are operating to get the rocket league items from the web organizations. Quantities of men and women are around exceptional making use of their truly tough acquired funds to the rocket league items away from the communal networking internet sites or perhaps the or unreliable fake sources within the weblogs, spot or basic website. These situations could land you to obstacle to the goal that Rocket league accounts may well be blocked indefinitely. Just like an end result, it'll be authoritative to look at the trustworthiness of on the internet website prior than reaching above the net. Mentioned itemized listed here is chiefly a trickle of such commanding aspects which could impact your selection by on the internet website offering rocket league items above the net. For added data about acquire rocket league items bear in mind to simply click here!


Each and every time you initiate noticing above the net afterwards you could perhaps confront different distinct website presenting very first sum RS gold nonetheless the trick is without a doubt to look at the fee from the notebook gaming promoting former than defining on it by resource. The payments proclaim renovating as it considerations to get and existing platform for that goal. You've got attained to control a slot website useful resource awarding forceful costs in distinction with folks. It'll be authoritative to judge just the level of period in complete delivery sequence of action could entail obligations also to verification. Rocket league items may perhaps be moved in direction of the Rocket league accounts but comparatively usually offering special material into this nameless exception is quite challenging. For this rationalization, make certain which the website you are scheduling to produce up your brain on is trustworthy and may supply protected and speedy dispatch of Rocket league items.


Mmogah is obtainable 20 four by seven to assist you and May preserve engaged on your queries until finally it get sorted out. Our dwell chat providers and connected staff are there to suit your needs every time you want them to your concerns for being solved. Click here  to learn more Get More Information details on rocket league items.

]]>
Global Super Hard Material Market | By Manufacturers And Application Forecast to 2019-2024 Thu, 14 Mar 2019 10:05:01 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532427.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532427.html kavita kavita Bharat Book Bureau Provides the Trending Market Research Report on “Global Super Hard Material Market Analysis & Forecast 2019-2024” under Chemical & Materials Category. The report offers a collection of market research, market analysis, competitive intelligence and market reports.

A Superhard Material is a material with a hardness value exceeding 40 gigapascals (GPa) when measured by the Vickers hardness test. They are highly incompressible with high electron density and high bond covalency. As a result of their unique properties, these materials are of great interest in many industrial areas including, but not limited to, abrasives, polishing and cutting tools and wear-resistant and protective coatings.

Request a free sample copy of Super Hard Material Market @ https://www.bharatbook.com/marketreports/Sample/Reports/1409684

Diamond is the hardest known material to date, with a Vickers hardness in the range of 70-150 GPa. Diamond demonstrates both high thermal conductivity and electrically insulating properties and much attention has been put into finding practical applications of this material. However, diamond has several limitations for industrial applications, including its high cost and oxidation at temperatures above 800 ° C. In addition, diamond dissolves in iron and iron forms carbides at high temperatures and Therefore is inefficient in cutting iron materials including steel. Therefore, recent research has been focusing on compounds which would be thermally and chemically more stable than pure diamond.


Superhard materials can be classified into two categories: intrinsic compounds and extrinsic compounds. The intrinsic group includes diamond, cubic boron nitride (c-BN), carbon nitrides and ternary compounds such as BNC, which possess an innate hardness. Conversely, extrinsic materials are those that have superhealth and other mechanical properties that are determined by their microstructure rather than composition. An example of extrinsic superhard material is nanocrystalline diamond known as aggregated diamond nanorods.

Scope of the Report:
According to the report, Asia-Pacific accounts the biggest market share of global total super hard materials market, both for production and consumption. In 2016, the production of superhard materials in China was about 15041.8 Million Ct, about 93.08% of total global output. However , high end products are still in the Europe and North America area, two technology and R&D restrictions.
With the progress of technology, the price of superhard material may gradually decreased in the future. However, the overall gross margin of superhard material is still very high. Small manufacturer spreads in China will be eliminated.

 
The Super Market for Super Hard Materials (Superhard Materials) (Global Info Research) study.
This report focuses on the Super Hard Materials (Superhard Materials) in the global market, especially in North America, Europe and Asia Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and applications.

Market Segment by Manufacturers, this report covers

  • Element Six
  • Sandvik
  • ILJIN Diamond
  • Zhongnan Diamond
  • Huanghe Whirlwind
  • Sino-Crystal Diamond
  • INQU Superhard
  • CR GEMS
  • Anhui HongJing
  • SF-Diamond
  • Yalong Superhard Materials
  • Saint-Gobain
  • Sumitomo Electric Industries
  • Tomei Diamond
  • FUNIK
  • Famous Diamond
  • Besco Superabrasives
  • Zhengzhou Zhong Peng

Market Segment by Regions, regional analysis covers

  • North America (United States, Canada and Mexico)
  • Europe (Germany, France, UK, Russia and Italy)
  • Asia-Pacific (China, Japan, Korea, India and Southeast Asia)
  • South America (Brazil, Argentina, Colombia etc.)
  • Middle East and Africa (Saudi Arabia, UAE, Egypt, Nigeria and South Africa)

Market Segment by Type, covers

  • Synthetic Diamond
  • Cubic Boron Nitride

Market Segment by Applications, can be divided into

  • Stone and Construction
  • Abrasives Category
  • Composite Polycrystalline Tool
  • Others

The content of the study subjects, includes a total of 15 chapters:
Chapter 1, to describe Super Hard Material (Superhard Materials) product scope, market overview, market opportunities, market driving force and market risks.
Chapter 2, to profile the top manufacturers of Super Hard Materials (Superhard Materials), with price, sales, revenue and global market share of Super Hard Materials (Superhard Materials) in 2017 and 2018.
Chapter 3, the Super Hard Material (Superhard Materials ) competitive situation, sales, revenue and global market share of top manufacturers are analyzed emphatically by landscape contrast.
Chapter 4, the Super Hard Materials (Superhard Materials) breakdown data are regional sales, sales, revenue and growth by regions, from 2014 to 2019.
Chapter 5, 6, 7, 8 and 9, to break the sales data at the country level, with sales, revenue and market share for key countries in the world, from 2014 to 2019.
Chapter 10 and 11, to segment the sales by type and application, with sales market share and growth rate by type, application, from 2014 to 2019.
Chapter 12, Super Hard Material (Superhard Materials) market forecast, by regions, type and application, with sales and revenue, from 2019 to 2024.
Chapter 13, 14 and 15, to describe Super Hard Material (Superhard Materials) sales channel, distributors, customers, research findings and conclusion, appendix and data source.

Browse our full report with Table of Contents:
https://www.bharatbook.com/marketreports/global-super-hard-material-superhard-materials-market-2019-by-manufacturers-regions-type-and-application-forecast -to-202/1409684

About Bharat Book Bureau:

Bharat Book is Your One-Stop-Shop with an exhaustive coverage of 4,80,000 reports and insights that includes the latest Market Study, Market Trends & Analysis, Forecasts Customized Intelligence, Newsletters and Online Databases. Overall coverage of major industries with a further segmentation of 100+ subsectors.

Contact us at:
Bharat Book Bureau
Tel: +91 22 27810772/27810773
Email: poonam@bharatbook.com
Website: www.bharatbook.com

Follow us on: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google Plus

]]>
UN CANDIDATO AL NOBEL PER LA PACE AL PREMIO NAZIONALE ALBEROANDRONICO. Wed, 13 Mar 2019 21:56:15 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532337.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532337.html speedypress speedypress L’atto finale della dodicesima edizione del Premio nazionale Alberoandronico, sempre più ricco e accattivante. Venerdì 15 marzo h 16.00 al Campidoglio.

Roma, 13 marzo 2019: La Cerimonia di premiazione di venerdì 15 marzo alle 16, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, offrirà quest’anno uno spunto in più: ci sarà anche Hafez Haidar, candidato al Nobel per la Pace. “Un grande orgoglio incontrare una persona straordinaria che si è messa in gioco insieme ad altre centinaia di concorrenti e che regalerà sicuramente lustro a una manifestazione che si è ormai imposta nel panorama culturale internazionale” afferma Pino Acquafredda, Presidente dell’Associazione Alberoandronico.

Con il patrocinio dell’Assessorato alla Crescita culturale del Comune di Roma, della Città metropolitana di Roma Capitale e del Consiglio regionale del Lazio, non solo racconti e poesie, anche scrittura per immagini come la fotografia, la pittura e l’arte del cortometraggio.

Dodici anni di relazioni e passioni, di idee, di amore e di vita attorno a un Albero che, simbolicamente, viene abbracciato in nome della cultura e della partecipazione.

Questa edizione di Alberoandronico ha avuto concorrenti da tutti i continenti: ovviamente dall’Europa (Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Spagna, Svezia, Turchia, oltre all’Italia naturalmente), dall’Africa (Sudan), dall’Asia (Bangladesh, Cina, Libano, Nepal e Russia); senza dimenticare l’Oceania, rappresentata dall’Australia.

Prossimo anno anche in Antartide? Mai dire mai! La forza del Premio è proprio quella di porsi sempre un obiettivo. Per questo, fondamentale il contributo  della  qualificatissima Giuria, composta da professionisti di alto livello che ha consolidato  un trasparente meccanismo che supera ogni possibile rischio di parzialità.

Continente, dal latino continere, “tenere insieme”, come la vocazione dell’Associazione che ha l’ambizione di unire amici di ogni provenienza e di ogni età. A conferma del carattere internazionale e intergenerazionale del Premio: la cultura, dunque, quale alimento della giovinezza e gioia della vecchiaia, parafrasando Marco Tullio Cicerone.

Possiamo affermare” prosegue Acquafreddache una piccola Associazione romana nata tra i Quartieri di Balduina e di Monte Mario, nel Municipio XIV di Roma Capitale, riesce a calamitare l’attenzione, ogni anno, di quasi 700 persone di tutte le età. In piena era digitale, recuperare una cultura vera, fatta di parole e di immagini e non solo di faccine, capace di coinvolgere adolescenti pieni di entusiasmo e meno giovani dotati di inesauribile energia, è motivo di orgoglio per tutti noi e costituisce sprone per continuare un’avventura entusiasmante”.

In Campidoglio, dunque, per la premiazione dei concorrenti selezionati ed un occhio a www.alberoandronico.net dove è già pubblicato il nuovo bando: Alberoandronico ha fatto 13!

 

Ufficio stampa: 339 3494120

]]>
Fortnite Items Are Here To Help You Out Wed, 13 Mar 2019 13:06:02 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532112.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/532112.html stosayskel stosayskel The moment You do have an information Comparable to this, it is possible to land over the surface area map, even then land off away from individuals, farm ample things then purely start off building, miniature drops, even smallish speed runs, test to edit quick then refresh your possessions then personalize them all over again etc. your pushed from this individual also at the same time you die and in addition, you'll need to clean and replicate that. You describe the next two relatively diverse encounters -- slipping in to Tilted and battling collectively or landing the surface to generate. You're feeling it empowers the match to be able to get like assorted activities at an indistinguishable match? Surely, that may be a little something I needed to seek out root. It offers me along with a specific MMO come to feel, this certain match. Notably by making use of every one of the issues that they may just be stated, which causes you to definitely really do search out factors, carrying quests out, even forcing you to definitely land from Snobby Shores and looks planning to get all by yourself a treasure map, even the moment you most likely discover a map it educates you X-marks the positioning, track down this precise locale.

I attained into the context whereby I stumbled by which i noticed these people, these males lacking Fortnite items including guns only leaping around to the location. The intention from the overall video game would be to get most people and gain, and consumers are basically looking to fool approximately and make it easier to one another. Do not obtain a sense seriously similar for your as FFXI that is going to be over the list of fairly advantageous MMOs I have performed with. If you happen to want to determine a great deal more regarding the fortnite materials within a larger element afterward you just have got to click here!

You could be' yanking these Distinctive activities in one match, plus they are only re painting it. That happens to be the favorite guns from the match? So people question, what is the popular clothing to-do? And i say you should very similar to a gun -- or burst conventional -- a shooter rifle, a sniper, possibly rockets and perhaps explosives, plus your top thing slot is now curing. It's got to be secure, considering that the project is predicament to essentially move at demanding. At case you become received twice otherwise you really need to manage to in reality go get back your protect. So we have now two Fortnite items the majority of us know we have now turned out to be within the coming weeks: remote explosives along with a jet bundle. What are you actually hoping away from people today?
 
In reality nevertheless Mmogah is definitely a brand-new by going online information site of the venture, it's always incredibly a proficient and educated crew which has ran a large amount of one way links like coping of activity revenue and understood incredible successes together with many of the gratification of the consumers. Mmogah is incredibly Well-known for giving the Fortnite items also to substances at relatively affordable variety and timely also. check here to be aware of greater about Fortnite items.

]]>
Seminari Teatro in Gioco(R) Marzo-Aprile Tue, 12 Mar 2019 10:29:36 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/531846.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/531846.html faber phil faber phil Sabato 23 marzo 2019 - Seminario "Fiabe matematiche": un seminario incentrato sulla fiaba come strumento per giocare con la matematica, rivolto agli insegnanti della scuola dell'infanzia e primaria.

Ideato e condotto da Fabio Filippi


Un incontro per analizzare insieme lo strumento della fiaba matematica, da utilizzare con i bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria. Che cos'è una fiaba matematica? E' una storia che diventa contesto narrativo per sviluppare giochi ed attività logico-matematiche. In base all'età dei bambini le fiabe matematiche sono strutturate in modo diverso: per i bambini della scuola dell'infanzia sono fiabe interattive e giocose che prevedono, dopo la narrazione, lo sviluppo di percorsi espressivi ed operativi per sviluppare l'intelligenza numerica. Per i bambini della scuola primaria la fiaba matematica è una storia, modellata sullo schema trifase (inizio, sviluppo, conclusione) che presenta diversi elementi matematici da sviluppare dopo il racconto attraverso varie proposte operative. Nel seminario verranno presentate le due tipologie di fiabe matematiche e verranno proposti diversi percorsi espressivi ed operativi che gli insegnanti potranno utilizzare e sviluppare con i bambini.


Quando: 23 marzo 2019

Orario: dalle 16.45 alle 18.15

Quota di partecipazione: 25 euro (comprensiva del libro "Fiabe matematiche")

Sede: Polo Didattico, Piazza Oderico da Pordenone 3, Roma

--------------------------------------


Venerdì 5 aprile 2019 - Seminario “Educare all'empatia per prevenire il bullismo”: Un seminario rivolto a educatori, insegnanti scuola dell'infanzia e primaria, genitori.

Ideato e condotto da Helga Dentale.

Che cos’è il bullismo? È un fenomeno che riguarda anche la scuola dell’infanzia? Cosa c’entra l’empatia con il bullismo? Perché è fondamentale educare alle emozioni per prevenire il bullismo? Rispondendo a queste e ad altre domande, analizzeremo insieme il bullismo per capire come prevenirlo e contrastarlo a scuola. Una prima parte pedagogica e teorica ci permetterà di gettare le basi per sviluppare un lavoro operativo e per costruire insieme un “laboratorio espressivo anti-bullismo” per la scuola primaria e un “laboratorio sulla gentilezza” per la scuola dell’infanzia. Verranno proposti percorsi educativi ricchi di giochi teatrali, fiabe, attività espressive e creative tratte dal Metodo Helga Dentale Teatro in Gioco® da riportare in classe con i bambini. Le attività proposte hanno l’obiettivo di educare all’empatia, al rispetto, alla condivisione per permettere alle bambine e ai bambini di sviluppare l’intelligenza emotiva e l’empatia, e rafforzare l’autostima. Scopriremo anche altri libri illustrati e storie da poter inserire nei percorsi espressivi.

Quando: venerdì 5 aprile 2019

Orario: dalle 18.00 alle 19.30
Quota di partecipazione: 25 euro (comprensiva del libro "Empatia vince bullismo")

Sede: Libreria Eco di Fata, Via Michelangelo Tamburini 10/12 Roma


Per iscriversi è necessario inviare una mail a girasoliamoci@tiscali.it e ricevere i riferimenti per procedere con il versamento della quota di partecipazione.

www.teatroingioco.it

]]>
Da oggi in libreria "Racconti fantastici" un libro dai risvolti inaspettati Tue, 12 Mar 2019 09:54:40 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/531550.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/531550.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Il nuovo libro di Giuseppe Spiotta ci presenta trentatré racconti che hanno l'obbiettivo di sorprendere il lettore; spesso, subito dopo una situazione iniziale "calma", accade un evento strano o imprevedibile che rivela una realtà complessa, assurda o terrificante. Racconti rapidi, leggeri, scorrevoli, capaci di soddisfare molteplici livelli di lettura, capaci di far riflettere o semplicemente divertire, a seconda dell'inclinazione del lettore.

                                     

 

Giuseppe Spiotta, appassionato cultore di varie forme di espressione artistica, risiede nella verde Brianza dove scrive e dipinge. Attualmente in pensione, è stato direttore commerciale di importanti multinazionali. Ha pubblicato diversi libri e ha all’attivo numerosissimi riconoscimenti in Premi Letterari – di Poesia e Narrativa – Nazionali e Internazionali. Molti suoi lavori sono stati inseriti in antologie e pubblicati su riviste. Alcuni suoi racconti sono stati inseriti in testi scolastici delle scuole medie.

 

]]>
Da oggi in libreria "Racconti fantastici" un libro dai risvolti inaspettati Tue, 12 Mar 2019 09:54:18 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/531546.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/531546.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Il nuovo libro di Giuseppe Spiotta ci presenta trentatré racconti che hanno l'obbiettivo di sorprendere il lettore; spesso, subito dopo una situazione iniziale "calma", accade un evento strano o imprevedibile che rivela una realtà complessa, assurda o terrificante. Racconti rapidi, leggeri, scorrevoli, capaci di soddisfare molteplici livelli di lettura, capaci di far riflettere o semplicemente divertire, a seconda dell'inclinazione del lettore.

                                     

 

Giuseppe Spiotta, appassionato cultore di varie forme di espressione artistica, risiede nella verde Brianza dove scrive e dipinge. Attualmente in pensione, è stato direttore commerciale di importanti multinazionali. Ha pubblicato diversi libri e ha all’attivo numerosissimi riconoscimenti in Premi Letterari – di Poesia e Narrativa – Nazionali e Internazionali. Molti suoi lavori sono stati inseriti in antologie e pubblicati su riviste. Alcuni suoi racconti sono stati inseriti in testi scolastici delle scuole medie.

 

]]>
Edizioni Leucotea in collaborazione con Project Edizioni annuncia l’uscita in formato del libro di Elisa Rolfo “La felicità perfetta” Fri, 08 Mar 2019 08:52:58 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530758.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530758.html Edizioni Leucotea Edizioni Leucotea Alice ha un segreto che può aprirle la strada per la felicità perfetta

 

Alice ha trent’anni e un disturbo di personalità che la porta a detestare la gente.

È la classica disadattata, di quelli che stanno al confine tra la stranezza e la follia.

Vive a Torino, città dai mille volti, che ama e odia a seconda dei casi. Rimasta orfana da piccola, vive con l’unico parente rimasto, lo zio, avvocato di successo. Quando questo si ammala di Alzheimer, viene accolta da una comunità, non essendo in grado di badare a se stessa. E scopre che non è poi così male, anzi, quel mondo di matti è preferibile a ciò che si trova fuori.

Alice non crede nella felicità, pensa che sia appannaggio di un ristretto gruppo di privilegiati. Degli altri, chi può godere della noia è già fortunato. Ha la passione per il disegno, se passione si può chiamare, più che altro è un bel modo di far passare il tempo. È piuttosto abile con gli schizzi, questo farà sì che le si presenti un’occasione che potrebbe cambiarle la vita. Alice è scettica, sa che per la gente come lei la vita non cambia, mai. Tuttavia decide di provarci.

Gli aventi a seguire riveleranno che forse coloro che crediamo inferiori sono più intelligenti degli altri: Alice non troverà la felicità perfetta, ma la maniera di poter finalmente vivere come le pare, fregandosene di tutto il resto.

 

 

Elisa Rolfo nasce a Torino nel 1980. Laureata al Dams in Scienze della Formazione, Storia del teatro.

Partecipa, in qualità di attrice e aiuto regista, a diverse produzioni di compagnie di Torino e cintura; lavora come insegnante di dizione e interpretazione, oltre che in qualità di modella e presentatrice. Collabora all’organizzazione di eventi con varie associazioni culturali e artistiche.

Nel 2011 pubblica il racconto "Lucifero". Nel 2014 con il racconto "L’incendio" si classifica al primo posto al premio letterario “Mondo Fluttuante”.

Il suo primo romanzo, “Displaced” (2016)

 

http://www.omniabuk.com/scheda-ebook/elisa-rolfo/la-felicita-perfetta-9788899947927-588369.html

]]>
Il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni Wed, 06 Mar 2019 16:18:17 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530335.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530335.html Centrone Stefano Centrone Stefano E' uscito il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni: poeta, scrittore e critico letterario. Un volume di ben cinquecentottantadue pagine dal titolo "Viaggio verso la vita". Un libro in cui l'autore racconta la sua vita in versi.

Il libro è edito da EDITH EDIZIONI ed è in vendita ora su Lulu.com e Amazon. Presto anche negli altri store.

]]>
Il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni Wed, 06 Mar 2019 16:17:54 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530334.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530334.html Centrone Stefano Centrone Stefano E' uscito il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni: poeta, scrittore e critico letterario. Un volume di ben cinquecentottantadue pagine dal titolo "Viaggio verso la vita". Un libro in cui l'autore racconta la sua vita in versi.

Il libro è edito da EDITH EDIZIONI ed è in vendita ora su Lulu.com e Amazon. Presto anche negli altri store.

]]>
Il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni Wed, 06 Mar 2019 16:15:36 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530333.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530333.html Centrone Stefano Centrone Stefano E' uscito il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni: poeta, scrittore e critico letterario. Un volume di ben cinquecentottantadue pagine dal titolo "Viaggio verso la vita". Un libro in cui l'autore racconta la sua vita in versi.

Il libro è edito da EDITH EDIZIONI ed è in vendita ora su Lulu.com e Amazon. Presto anche negli altri store.

]]>
Il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni Wed, 06 Mar 2019 16:14:10 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530331.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/530331.html Centrone Stefano Centrone Stefano E' uscito il nuovo libro di Ugo Mastrogiovanni: poeta, scrittore e critico letterario. Un volume di ben cinquecentottantadue pagine dal titolo "Viaggio verso la vita". Un libro in cui l'autore racconta la sua vita in versi.

Il libro è edito da EDITH EDIZIONI ed è in vendita ora su Lulu.com e Amazon. Presto anche negli altri store.

]]>