Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rock Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rock Wed, 24 Oct 2018 06:57:42 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/1 Génération Belle Saison: dal 27/10 la vitalità della scena francese per i più giovani a Segni New Generations Festival - Mantova Tue, 23 Oct 2018 14:12:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498266.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498266.html GDG Press GDG Press         

GÉNÉRATION BELLE SAISON:

LA VITALITÀ DELLA SCENA ARTISTICA FRANCESE DEDICATA AI PIÙ GIOVANI

APPRODA A SEGNI NEW GENERATIONS FESTIVAL DI MANTOVA DAL 27 OTTOBRE

  

27 - 30 OTTOBRE | La Brouille | Théâtre de Tarabates

27 e 28 ottobre alle ore 11:00, 16:30, 18:00 e il 29 e 30 ottobre alle 9:30, 16:00, 18:30 Contardo Ferrini, Mantova

31 OTTOBRE - 2 NOVEMBRE | C'est Parti Mon Kiki | Jacques Tellitocci

alle ore 11:30 e 17:30, Contardo Ferrini, Mantova

31 OTTOBRE - 4 NOVEMBRE | Mon monde à toi | Théâtre de Tarabates

                                                           alle ore 10:00 - 11:30 - 15:00 - 16:30 e 18:00, Spazio Studio Sant'Orsola, Mantova                                                

                                                                  1 NOVEMBRE | Il patrimonio culturale - 13 storie 13                                                         

alle ore 11:30 - 16:30 e 18:00, Palazzo Ducale, Mantova

una foto dello spettacolo "La Brouille"

una foto dello spettacolo "C'est Parti Mon Kiki"

Una programmazione interamente dedicata al pubblico più giovane, con l’obiettivo di formare lo sguardo degli spettatori di domani.

Nasce così Génération Belle Saison: un fitto cartellone di spettacoli di musica, teatro, danza, arricchiti da laboratori creativi, workshop ed eventi speciali al via dal 27 ottobre fino al 25 novembre 2018 all’interno della stagione artistica dell’Institut Français Italia su iniziativa del Ministero della Cultura francese. Una sezione speciale pensata per offrire progetti artistici di qualità a bambini ed adolescenti, nella ferma convinzione che proposte mirate possano conquistare e arricchire ogni tipo di pubblico.

Génération Belle Saison prende vita anche grazie al coinvolgimento dei principali operatori del settore in Francia, e per merito di un dialogo serrato con le più importanti istituzioni culturali e le principali reti artistiche italiane, nella prospettiva di una sempre più fertile attività di cooperazione bilaterale.

Un ciclo inaugurato Segni New Generations Festival di Mantova, l’evento internazionale d’arte e spettacolo rivolto a bambini e giovani dai 18 mesi ai 18 anni, dal 27 ottobre al 4 novembre. Artisti provenienti da vari paesi del mondo si esibiscono in spettacoli, laboratori, percorsi d’arte, performances multidisciplinari in cui musica, pittura, teatro, scultura, danza si mescolano in una continua contaminazione tra le arti e in linguaggi non verbali accessibili a spettatori di ogni età e provenienza.

La programmazione prosegue poi al Festival Romaeuropa (Refkids), al Teatro Koreja di Lecce, al Città delle 100 scale, il Festival di Potenza e al Festival di Morgana a Palermo. Mentre Spazio Diamante di Roma e il Cirko Vertigo di Torino presentano l’ultima creazione della compagnia Defracto.

Segni New Generations Festival di Mantova parte il 27 e 28 ottobre dallo Spazio Studio Sant’Orsola con La Brouille, particolarissimo spettacolo di burattini della compagnia Theâtre des Tarabates dedicato a un pubblico dai 18 mesi ai 3 anni. Al posto di manovrare dei pupazzi Nicolas Saumont e il musicista Yann Honore scelgono di fare delle loro stesse mani le protagoniste di questa storia ispirata all’omonimo libro di Claude Boujon (edito in Italia da Babalibri). Una storia semplice e potente raccontata attreverso l’uso delle sole mani nude �“ strumento d’odio e d’amore -  che parla della scoperta dell’altro, dei conflitti, dell’intolleranza e delle possibilità di riconciliazione. Lo spettacolo, in collaborazione con Romaeuropa festival arriverà a Roma dal 16 al 18 novembre per la rassegna Ref Kids.

Sempre la compagnia Theâtre des Tarabates propone negli stessi spazi dal 31 ottobre al 4 novembre Mon monde à toi con cui Philippe Saumont sperimenta nuovi media destinati ai più piccoli muovendosi verso una nuova forma a cavallo tra pittura, poesia e musica dal vivo. Il pubblico è guidato dall’artista a riempire, la «pagina» bianca al suo arrivo, costruendo il suo mondo con i colori a disposizione. Guidati dalla musica e dalle parole di Apollinaire, ogni rappresentazione diventa unica. I bambini ispirati dall’associazione di parole e musica si esprimono attraverso il disegno e il colore dando vita ad una nuova poesia visiva.

Dal 31 ottobre al 2 novembre al Contardo Ferrini di Mantova è la volta di Jacques Tellitocci, compositore, performer e polistrumentista attivo da oltre vent’anni e in grado di spaziare tra differenti sonorità e generi musicali. Il suo C’est Parti Mon Kiki è una performance dedicata ai bambini dai sei anni in su, in cui la musica incontra immagini video e video-mapping.

Un vibrafono occupa il centro del palcoscenico mentre un divertente personaggio segue i suoi ricordi d’infanzia e invita a entrare in quella che un tempo fu la sua tana. È uno spazio pieno di giocattoli sonori e di peluche tra cui il cane Kiki, fedele compagno di giochi, che risveglia tutta la sua immaginazione.

La musica, dal sapore cinematografico, puntellata da leggere sequenze teatrali, crea l’atmosfera speciale di questo spettacolo in grado di immergerci in un mondo delicato e poetico o di trasportare i più grandi nell’universo colorato dei ricordi della propria infanzia. Lo spettacolo, in collaborazione con i Cantieri Teatrali Koreja approderà a Lecce il 4 e 5 novembre e con Romaeruopa festival per Ref Kids, dal 9 all’11 novembre a Roma.

Il 1° novembre infine, tocca al progetto “Il patrimonio culturale �“ 13 Storie 13” con cui il festival SEGNI -  che in 12 edizioni ha accolto oltre 60 compagnie francesi - coglie l’occasione per riflettere sull’eredità materiale e immateriale del suo patrimonio nell’anno europeo del Patrimonio culturale. Palazzo Ducale aprirà le porte al pubblico per condividere un patrimonio architettonico e culturale unico: le sue magnifiche sale e le performance realizzate da artisti francesi e da un gruppo di ragazzi selezionato dall’Associazione Segni d’infanzia nell’ambito di un progetto di valorizzazione del talento dei giovani.

“La Francia in scena” è realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell'Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem Copie Privée, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell'Istruzione italiano dell'Università e della Ricerca - Afam (MIUR - Afam).

 

Calendario

27 - 30 OTTOBRE | La Brouille | Théâtre de Tarabates

27 e 28 ottobre alle ore 11:00, 16:30, 18:00 e il 29 e 30 ottobre alle 9:30, 16:00, 18:30 Contardo Ferrini, Mantova

31 OTTOBRE - 2 NOVEMBRE | C'est Parti Mon Kiki | Jacques Tellitocci

alle ore 11:30 e 17:30, Contardo Ferrini, Mantova

31 OTTOBRE - 4 NOVEMBRE | Mon monde à toi | Théâtre de Tarabates

alle ore 10:00 - 11:30 - 15:00 - 16:30 e 18:00, Spazio Studio Sant'Orsola, Mantova                                                                    

1 NOVEMBRE | Il patrimonio culturale - 13 storie 13                                                         

alle ore 11:30 - 16:30 e 18:00, Palazzo Ducale, Mantova

SCARICA IL COMUNICATO

SCARICA LA FOTO 1

SCARICA LA FOTO 2

 

Accademia di Francia a Roma/ Villa Medici
Viale della Trinità dei Monti, 1 - Roma

Phone: 06. 67611

 

Institut français Napoli
Via F. Crispi 86 - Napoli

Phone: +39 081 761 62 62

 

Institut français Firenze
Piazza Ognissanti, 2 - Firenze

Phone: +39 055 2718801

 

Sito Ufficiale Francia in Scena:
institutfrancais.it

 

Social Media:
facebook.com/IFItalia / twitter.com/IF_Italia /

UFFICIO STAMPA

GDG PRESS

www.gdgpress.com 

Giulia Di Giovanni mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Alessandro Gambino mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Michela Rossetti mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Giulia Zanichelli mob: +393401808965; Ilenia Visalli mob: +393293620879; mail:gdgpress@gmail.com 

Ufficio stampa Ambasciata di Francia:
Muriel Peretti  muriel.peretti@diplomatie.gouv.fr 0668601203

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
AT8502D 2 in 1 Rework Station Tue, 23 Oct 2018 08:17:36 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498074.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498074.html Atten technology co.,Ltd Atten technology co.,Ltd

  • MCU and PID algorithm controlled temperature be more accurate.
  • Soldering iron and hot air station integrated to save space.
  • Dual High definition LCD display to show various parameters make operation convenient.
  • Digital temperature calibration and switchable temperature units make it versatile.
  • Diaphragm pump with high pressure make it suitable for various nozzles.
  • Intelligence cooling system and deferred power-off function to extend hand piece lifespan.
  • Patented heater for obtaining fast heating-up and extending lifespan.
  • Three preset buttons to switch between different temperature and air grades combinations.
  • Automatic standby function to save more energy.
  • Intelligent malfunction prompt to let user locate causes fast and accurately.

soldering iron

kerui alarm

Rc airplane

]]>
AT8502D 2 in 1 Rework Station Tue, 23 Oct 2018 08:17:29 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498073.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498073.html Atten technology co.,Ltd Atten technology co.,Ltd

  • MCU and PID algorithm controlled temperature be more accurate.
  • Soldering iron and hot air station integrated to save space.
  • Dual High definition LCD display to show various parameters make operation convenient.
  • Digital temperature calibration and switchable temperature units make it versatile.
  • Diaphragm pump with high pressure make it suitable for various nozzles.
  • Intelligence cooling system and deferred power-off function to extend hand piece lifespan.
  • Patented heater for obtaining fast heating-up and extending lifespan.
  • Three preset buttons to switch between different temperature and air grades combinations.
  • Automatic standby function to save more energy.
  • Intelligent malfunction prompt to let user locate causes fast and accurately.

soldering iron

kerui alarm

Rc airplane

]]>
The latest and favorite game Madden NFL Mobile Tue, 23 Oct 2018 07:25:52 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498057.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498057.html amesharley amesharley Do you play sports video games? For many of our sports fans, the answer is yes, and we don't even have to hide the fact that we do. We all have our own little cave areas, or I should say crap, with countless hours of playing pads in our hands. Whether it's the PS3, XBOX, Wii or Nintendo, we all have our own favorite games, some of which we 've been playing since childhood. Some would say we never left the stage. If you liked this posting and you would like to acquire extra facts about Madden Overdrive Coins kindly stop by our own page.It's not easy to break a tackle in a cheap crazy moving coin 10. An online video shows Titans and Ravens fighting each other. Titans are on the goal line and try to get touchdown by running. Patrick Willis, the lineman of the San Francisco 49ers, won another major achievement. The four-time prizefighter has advanced to the next round of ESPN championship fan voting to determine the next Madden NFL video game cover player.

Most games that can be used for PlayStation 3, Xbox 360 and Nintendo Wii can be played online. For example, the game Jitayingxiong allows you to play with friends and play some of the most popular songs online. You can even fight them to get rid of them and know who is the best rocker.
The Sony PSP Go Club contains more than 300,000 downloads, making it the largest database for PSP and PSP GO! Sony PSP Go Club is a complete database where you can find the latest and favorite games, movies, music, software and more for free! You can now join and get all the benefits of the Sony PSP Go Club and start enjoying the unprecedented PSP Go & PSP! You can download the cheap crazy moving coin 10 from the Sony PSP Go Club today and play with the cheap crazy moving coin 10 on your PSP!
Lei·liuyisi, his spasmodic pre-match dance and primitive, near-fatal batting court made him one of the most feared players in the NFL, also known as one of the most competitive video game players in the league. Lewis hated to fail at anything he did. In case you liked this information along with you would want to obtain more information concerning madden mobile coins kindly go to our site.Due to his competitiveness on the court and in front of the screen, Lewis became the first defensive player to be selected as the cover of the EA's cheap crazy moving coin NFL series in August 2005.

The Kinect for Xbox will be used for the title Madden Overdrive Coins and allow fans to use their voices for pre-snapshot adjustments during offense and defense. Changing the game and route can be done without using the controller.

]]>
After a long period of skinny and super tight pants Tue, 23 Oct 2018 05:19:10 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498043.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498043.html culiuw culiuw ELEPHANT JERSEY TROUSERS
They were a real catchphrase in the 70s and 80s. After a long period of skinny and super tight pants, here are the jeans and the trousers from the ankle very wide. The stretch denim and the models revolve around the silhouette, to enhance it and to slender it, while the wide paw has the task of balancing the proportions. In short, narrow hips-wide ankles. This is why this model gives particularly to the minute physicists.
DISCOVERED SHOULDERS
Tight tops, able to highlight the silhouette, or even wide and with ruffles: the main thing is to highlight the shoulders and the clavicles (perhaps with the help of a little 'illuminant in strategic points). This fashion borrowed from the 90s is popular among the young, even during the winter season. The only problem is choosing the right underwear: the best choice is a band or a strapless bra. If, however, you prefer (or are forced) to wear a bra with shoulder straps, we advise you to abandon those in transparent latex (which are not invisible!) And opt for colors to match the top you wear.
PADDED SHOULDER
The padded shoulder straps are the symbol of clothing for the 80s. Whether you like them or not, over the years they have returned several times in fashion and we have found them on shirts, jackets and all kinds of clothes. Hated by many, for some women they are a precious secret to rebalance the silhouette! Many, again, link this tendency to social issues and power dressing. Less breast, more shoulders for women who want to reiterate their importance and their power.


PLAID PRINTS
What's more 90's if not plaid pants? If once this type of garment was synonymous with grunge style, today it is worn in many different ways. Many celebrities wear them even with high heels, turning them into an elegant and contemporary garment. Next to the trousers, then, we also find the shirts with the same fantasy: you can bring them closed or open, but also knotted at the waist.

JEANS MINIGONNA

The denim or velvet miniskirt, even better with buttons on the front, is back in our wardrobes. It was one of the 80s clothing favorites preferred by the celebrities and the very young salmon pink bridesmaid dresses, a real must followed by all the fashionistas of that period. And now they are back in fashion and have been revived in many versions, even if the one that is most depopulated is the one in jeans.

]]>
gruppo ettorre azienda lider nel settore Mon, 22 Oct 2018 18:03:52 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498000.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498000.html alianten123456 alianten123456 Basterebbe citare l’americana Wine Spectator, indiscusso riferimento editoriale dedito al nettare di Bacco, che nell’elenco dei dodici vini del ventesimo secolo, stilato al momento del passaggio epocale al terzo millennio, decise di inserire una sola etichetta del Belpaese, fra gli eterni colossi enoici del resto del mondo.gruppo ettorre 

Una e una soltanto, come probabilmente qualcuno ricorderà: nientepopodimeno che la Riserva 1955 di un Brunello, o meglio del padre riconosciuto di tutti i Brunelli. Cioè un’annata, invero magnifica, del Greppo: la tenuta della famiglia Biondi Santi  gommeur da cui tutto avrebbe avuto inizio in epoca ormai lontana, datata ancora fine Ottocento. Un avvio molto lento, ma che corpa srl qualche decennio dopo, dagli anni Settanta in poi, avrebbe poi issato tutto il territorio di Montalcino sul podio dei più costosi, ricercati, visitati e mitizzati ambiti viticoli, e non solo del nostro Tricolore.

Quando basta la parola: Biondi Santi è la storia del Brunello (e del vino italiano)

Una storia d’altri tempi, in ogni senso, quella di Clemente Santi; che una volta vista sposata la figlia con Jacopo Biondi fu poi il primo ad ottenere il riconoscimento (era il 1865) di “vino rosso scelto”, ovvero Brunello, per il prodotto ottenuto dalle sue vigne.
Quando il figlio della coppia, Ferruccio, oltre ad unire i due cognomi iniziò anche a lavorare su una selezione massale dei frutti, fino a ravvisare un clone specifico del sangiovese, il meccanismo non si sarebbe più fermato.

Arriverà poi Tancredi Biondi Santi, che ci metterà del suo avviando la pratica della ricolmatura delle vecchie bottiglie, regolarmente attuata alla presenza di un notaio, quindi l’aggiornamento definitivo sulle vicende enologiche della dinastia con l’arrivo di Franco, mancato nel 2013 (oggi è il figlio di questi, Jacopo, a condurre le danze, anche dopo che dal dicembre 2016 si è unito alla famiglia francese Descourt, operativa nell’ambito del lusso).

Quando basta la parola: Biondi Santi è la storia del Brunello (e del vino italiano)

Tancredi (a sinistra) e Jacopo Biondi San

Fu proprio Franco a chiudere il cerchio con il riconoscimento del clone BBS-11, ovvero Brunello Biondi Santi 11, inteso anche come Sangiovese grosso date le differenze riscontrate con il fratello non gemello.
Una vicenda di quelle che avrebbero traghettato il nostro Paese verso la modernità, e che ad esser precisi vede la nascita ufficiale con l’annata 1888: la prima imbottigliata, di cui ancora esistono esemplari in cantina. L’estensore di queste righe non ha mai avuto modo di degustarla, ma altre fortunatamente ne sarebbero arrivate, a dar conto degli illustri trascorsi del Greppo. Del 1955 s’è detto: onore al merito, senza se e senza ma, anche se il ricordo di una Riserva 1963 ancora inumidisce gli occhi e inebria narici e papille del vostro cronista, che una decina d’anni fa ebbe persino modo di riassaggiarle entrambe, in una verticale da sogno.

Ancora tante se ne potrebbero raccontare: comprese le meraviglie degli anni Ottanta, con l’incredibile ’88 del centenario, o un 2004 da 101/100, se la matematica fosse un’opinione. Campioni dai tratti distintivi, che qualcuno intenderebbe come tradizionali: fatti di legni grandi, aromi maturi, sottobosco, foglie e fiori secchi e un tannino restio a srotolarsi, tranne che dinanzi all’implacabile svolgersi del tempo, necessario qui come non mai. L’attesa sarà quindi sempre parte integrante dell’assaggio di questi campioni, l’ultima imprenscindibile variabile: a suggellare classe, coraggio, intuizione, coerenza, natura, vigore e mistero.
 

 
]]>
Anni Luce al via: la creatività teatrale italiana in scena per Romaeuropa da domani al 28 Ottobre al Mattatoio Mon, 22 Oct 2018 14:34:45 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498016.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/498016.html GDG Press GDG Press

ANNI LUCE - OSSERVATORIO DI FUTURI POSSIBILI

La creatività teatrale italiana in scena per Romaeuropa Festival dal 23 al 28 Ottobre al Mattatoio (Testaccio)

LIV FERRACCHIATI �“ THE BABY WALK | CHIARA BERSANI | VICOQUARTO MAZZINI | FABIANA IACOZZILLI

 

Da sinistra in alto gli spettacoli di  VicoQuarto Mazzini,  Chiara Bersani, Liv Ferracchiati, Fabiana Iaccozzili 

SCARICA LE FOTO IN ALTA DEFINIZIONE: https://www.dropbox.com/sh/n6j4buxhv72vhxa/AAAr01K0wBDLa98m_8T_CWPYa?dl=0

 

S’intitola Anni Luce il focus del Romaeuropa Festival dedicato alla creatività teatrale italiana che occuperà, per il secondo anno, dal 23 al 28 Ottobre gli spazi del Mattatoio (Testaccio). Se lo scorso anno il focus curato da Maura Teofili, ha rilanciato il desiderio di allargare lo sguardo di scouting, curatela e specifica azione culturale anche alla scena teatrale emergente italiana, Anni luce è ora «diventato un territorio d’indagine, un luogo di sperimentazione e rischio nel quale si possono osservare le premesse di discorsi artistici in divenire» come ha raccontato la sua stessa curatrice. «Se la prima edizione è stata caratterizzata da una specifica osservazione della situazione romana, questa seconda inizia a realizzare un monitoraggio lungimirante della creatività nazionale. Più esteso, più sbilanciato, più curioso» ha affermato ancora Maura Teofili.

È Fabiana Iacozzili, guida della compagna La Fabbrica, ad aprire la rassegna, il 23 e il 24 Ottobre con il suo La Classe �“ uno spettacolo di pupazzi uomini e una suora d’ivrea, vincitore del bando CURA 2018 e finalista per Teatri del Sacro e per il Premio Dante Cappelletti 2017. Facendo riferimento a La classe morta di Tedeusz Kantor, Iacozzilli indaga il rapporto tra la nostra infanzia e il nostro diventare adulti: cosa rimane dentro di noi delle esperienze e delle cose che impariamo da bambini? Cosa facciamo delle emozioni negative, del male, della paura, delle botte ricevute da bambini? Pupazzi di legno, fantocci di gioventù morte, si muovono senza pathos su dei tavolacci che ricordano banchi di scuola o tavoli operatori di qualche esperimento che fu.

Straniante, ironico, viscerale è Vieni su Marte della compagnia pugliese VicoQuarto Mazzini, nata nel 2010 e guidata da Michele Altamura e Gabriele Paolocà. In scena il 24 e il 25 Ottobre lo spettacolo nasce dall’unione fra una piccola notizia di costume e una riflessione sulla condizione umana. Il progetto MARS ONE (mars-one.com) è stato avviato nel tentativo di selezionare un nucleo che avrebbe abitato la prima colonia umana permanente sul pianeta Marte. Circa centomila persone inviarono domanda per far parte di questa prima comunità. Affascinata da questi dati, la compagnia si concentra su quello che porta l’essere umano a non trovarsi soddisfatto della propria condizione (materiale o esistenziale che sia) e a muoversi altrove.

Ci mostra un teatro del corpo, più vicino alla performance art e capace di rinnovare le pratiche di scrittura scenica, Gentle Unicorn della performer e artista Chiara Bersani, in scena il 26 e il 27 Ottobre. Per la prima volta interprete e creatrice, già attiva, tra gli altri, negli spettacoli di Alessandro Sciarroni, Babilonia Teatri, Jérôme Bel e Marco D’Agostin, l’artista affronta la figura mitologica dell’unicorno, oggi parte dell’iconografia pop, individuandone il graduale mutamento nel corso dei secoli. Gentle Unicorn va alla riscoperta dei torti subiti da questo animale immaginario per restituirgli una storia e un corpo. Eccolo apparire in un barlume di magia e speranza, forse un’ultima volta, forse per sempre, incarnato nel corpo e nell’essere della stessa Bersani.

Chiude questa edizione di Anni Luce Liv Ferracchiati con la sua compagnia The Baby Walk impegnata il 28 Ottobre con la presentazione integrale della Trilogia Sull’Identità. Il progetto, nei suoi tre capitoli pone sotto lo sguardo dello spettatore le storie, i sentimenti, le vite di personaggi diversi alle prese con la propria natura: se con Peter Pan guarda sotto le gonne Liv racconta la condizione di chi, nato in un corpo femminile, fin dall’infanzia sente di essere altro ma non possiede ancora le parole per dare forma alla percezione di sé, Stabat Mater (Premio Hystrio Nuove Scritture di Scena 2017) trasforma proprio le parole in uno strumento per affermare un’identità e racconta la storia di un trentenne scrittore che vive al maschile in un corpo dalle sembianze femminili. Il linguaggio, infine, nell’ultimo capitolo della trilogia Un Eschimese in Amazzonia (Premio Scenario 2017), diviene metafora della fragilità delle forme che scegliamo per noi stessi e dell’impossibilità di raccontarle pienamente agli altri.

Completa Anni Luce il progetto di formazione Vis à Vis ideato da Teatro e Critica e guidato da Simone Nebbia che si concluderà con un talk aperto al pubblico e orientato all’analisi delle opere viste durante i quattro giorni del focus.

PROGRAMMA

Fabiana Iacozzilli |La Classe

Martedì 23 ottobre ore 21.00 - Mercoledì 24 e giovedì’ 25 ottobre ore 22.00 | Mattatoio

Da 8 a 15 euro

VicoQuartoMazzini | Vieni su Marte

Mercoledì 24 ottobre ore 20.30 | Giovedì 25 ottobre ore 20.30 | Mattatoio

Da 8 a 15 euro

Chiara Bersani| Gentle Unicorn

Venerdì 26 ottobre ore 21.00 | Sabato 27 ottobre ore 21.00 | Mattatoio

Da 8 a 15 euro

Liv Ferracchiati �“ The Baby Walk | Trilogia sull’identità

Domenica 28 ottobre | Mattatoio

Ore 16 Peter Pan guarda sotto le gonne | Ore 18 Stabat Mater | Ore 20 Un eschimese in Amazzonia

Singolo da 8 a 15 euro  | Trilogia 24 euro

 

Tutta la programmazione di Anni Luce sul sito: https://romaeuropa.net/festival-2018/anni-luce/

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA IL PROGRAMMA DI SALA 

SCARICA LE FOTO:https://www.dropbox.com/sh/n6j4buxhv72vhxa/AAAr01K0wBDLa98m_8T_CWPYa?dl=0

Contatti Biglietteria: 06 45553050

www.romaeuropa.net

Ufficio Stampa Romaeuropa Festival 2018 -Tel.06-455305014 | email: m.pasquini@romaeuropa.netm.antonaci@romaeuropa.netgdgpress@gmail.com 

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Andere Bräute bevorzugen sogar ein lässiges Hochzeitskleid Mon, 22 Oct 2018 03:38:29 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497810.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497810.html zhuzhu zhuzhu Für Bräute, die planen, eine Hochzeit zu haben, bevorzugen vielleicht Hochzeit Kleid Kleidung, weil es leichter zu tragen ist, und lässig Brautkleider sind oft besser geeignet als zweites Brautkleid. Andere Bräute bevorzugen sogar ein lässiges Hochzeitskleid, weil sie es wahrscheinlich wieder Mädchen Kleidung für andere Gelegenheiten wie Partys und andere besondere Ereignisse verwenden können. Was auch immer Sie bei der Wahl eines lässigen Hochzeitskleides haben, Sie haben immer noch eine große Auswahl, wenn es um Stil und Design geht.
Casual Brautkleider können in einer Vielzahl von Stilen wie klassischen Stil Brautkleider, Sommerkleider Art von Hochzeitskleid und einfache traditionelle Brautkleider kommen. Hier einige Features, wie Sie ein lässiges Kleid von einem formellen Brautkleid unterscheiden können:
1. Ornamentik: Casual Brautkleider haben in der Regel weniger Dekorationen wie Pailletten, Spitzen, Perlen und dergleichen. Die kleinen Akzente können nur um den Ausschnitt Gillne.de, die Brust oder Taille gefunden werden. Lässige Brautkleider sind für ihre Einfachheit bekannt.
2. Messung: Casual Brautkleider sind in der Regel kürzer im Vergleich zu bodenlangen Brautjungfernkleider formale Brautkleider. Die Länge der lässigen Brautkleider kann von Knielänge bis Länge variieren.
3. Zug: Die meisten der lässigen Brautkleider haben keine unverwechselbaren Zug, aber die Braut kann sich entscheiden, eine sehr kurze zu ihrem Brautkleid passen. Züge werden normalerweise benutzt oder mit den formellen Hochzeitskleidern begleitet.
4. Stoffe: Für lässige Brautkleider können Sie eine Öse Spitze oder Seide Shantung auf Ihrem Brautkleid haben. Lässige Kleider verwenden weniger bizarre Stoffe. Das am häufigsten verwendete Material für ein lässiges Brautkleid ist ein leichtes Baumwollgewebe oder andere billige Materialien.

5. Farbe: Casual Hochzeit Vintage Designer Kleider Kleider kommt in einer breiten Palette von Farben wie Pastelle und Drucke, während formale Brautkleider in der Regel Weiß oder Elfenbein Farben für ihre Brautkleider verwenden.

]]>
MIBAC - Direzione Generale Archivi: si inaugura il 22 ottobre all'Archivio di Stato di Roma IL CODICE MAIMONIDE E I NORSA. Sat, 20 Oct 2018 12:08:13 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497772.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497772.html GDG Press GDG Press                 

IL CODICE MAIMONIDE E I NORSA.

UNA FAMIGLIA EBRAICA NELLA MANTOVA DEI GONZAGA.
BANCHE, LIBRI, QUADRI.

Mostra e convegno

A cura di
Gino Famiglietti e Salvatore Settis

23 ottobre 2018 �“ 5 gennaio 2019

ARCHIVIO DI STATO DI ROMA
Sala Alessandrina - c.so del Rinascimento, 40

Visita guidata riservata alla stampa

22 ottobre ore 16

Inaugurazione

22 ottobre ore 17

SCARICA LE IMMAGINI

SCARICA L'INVITO ALL'INAUGURAZIONE

Si prega di confermare la propria presenza alla visita guidata riservata alla stampa e all'inaugurazione, entro e non oltre venerdì 19 ottobre, a alessandro@gdgpress.com

Valorizzare l’assoluta importanza dei documenti storici. Ribadire con forza la diversità di influenze che sta alla base della nostra identità. Riaffermare il valore della cultura ebraica nell’ambito del pensiero umano. Sono questi gli elementi che rendono attualissima e destinata non soltanto agli studiosi ma anche al grande pubblico la mostra Il codice Maimonide e i Norsa. Una famiglia ebraica nella Mantova dei Gonzaga. Banche, libri, quadri, ideata e curata da Gino Famiglietti e Salvatore Settis e allestita dal 23 ottobre 2018 al 5 gennaio 2019 presso la monumentale Sala Alessandrina del complesso borrominiano della Sapienza, sede dell’Archivio di Stato di Roma.

Una grande mostra, dunque, e una giornata internazionale di studi per celebrare un importante successo dello Stato italiano, esito felice di una contesa internazionale che ha coinvolto un collezionista americano e un magnate austriaco fin dal 2014: l’acquisizione, tramite acquisto coattivo, da parte della Direzione Generale degli Archivi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali nel 2017 di un manoscritto miniato del 1349 (e del connesso atto di vendita alla famiglia Norsa datato al 1513), contenente una delle più pregevoli copie della traduzione dall’arabo all’ebraico della Guida dei Perplessi del filosofo, medico e giurista Mosè Maimonide (1138-1204), fra i più importanti pensatori nella storia dell’Ebraismo e personalità di spicco nell’Andalusia dominata dagli arabi. La Guida, che propone una risposta al problema dell’incompatibilità tra teologia, pensiero ebraico e aristotelismo, ebbe enorme fortuna nel corso dei secoli.

L’acquisto coattivo, mediante l’esercizio del diritto di prelazione, ha scongiurato il rischio che il Codice Maimonide approdasse a collezione privata (come purtroppo spesso accade) e ha consentito invece che un documento di inestimabile valore diventasse bene dello Stato italiano.

Il volume �“ acquistato nel 1513 da Mosè ben Nathaniel Norsa, esponente dell’illustre famiglia di banchieri mantovani distintisi nel corso dei secoli per il loro appassionato collezionismo e per l’attività di committenza di preziosi volumi �“ è un compendio bibliografico e archivistico che testimonia la ricchezza della cultura rinascimentale italiana e della storia italiana in generale, mettendo in luce le molteplici influenze che hanno definito l’identità nazionale come una positiva contaminazione di culture diverse e il ruolo della collettività ebraica nell’Italia di quel periodo.

Il manoscritto �“ composto da 228 fogli in pergamena con legatura in pelle, arricchito da pregevolissime miniature in foglia d’oro, fra cui una rappresentazione del Paradiso terrestre, e da grafismi in rosso e blu �“ è rimasto di proprietà della famiglia Norsa fino ai giorni nostri, mentre il resto dell’importante biblioteca di famiglia è andato disperso.

Dopo un anno sotto la cura dei restauratori più bravi del mondo fra le stanze dell’ICRCPAL (Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario), assoluta eccellenza internazionale, il volume sarà esposto per la prima volta, finalmente a disposizione del pubblico e non soltanto degli specialisti. La mostra è organizzata e prodotta dalla Direzione Generale Archivi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Roma e il Progetto Prin 2015: The Long History of Anti-Semitism. Jews in Europe and the Mediterranean (X-XXI centuries): Socio-Economic Practices and Cultural Processes of Coexistence between Discrimination and Integration, Persecution and Conversion, promosso dalla Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Milano, Università di Pisa, Università degli Studi di Genova. Durante il suo primo giorno di apertura al pubblico, il 23 ottobre, la mostra verrà arricchita da un convegno cui prenderanno parte esperti da tutto il mondo, fra i quali la studiosa newyorchese Evelyn Cohen e Johanna Weinberg dell’Università di Oxford.

Il progetto espositivo, articolato in tre sezioni �“ Mantova ai tempi dei Gonzaga; Gli Ebrei a Mantova e la famiglia Norcia: storia di un quadro; La Biblioteca Norsa e la Guida dei Perplessi di Maimonide �“ presenta al pubblico, oltre al manoscritto di Maimonide, altri 5 manoscritti miniati della Biblioteca di Parma provenienti dalla biblioteca dei Norsa, tra cui  una Bibbia in ebraico del 1277, un Commento ai Salmi del XIV secolo, una ulteriore copia, del 1377, della Guida dei Perplessi e 13 manoscritti dall’Archivio di Stato di Mantova relativi al rocambolesco episodio che lega la storia della Madonna della Vittoria di Andrea Mantegna (commissionata nel 1496 da Francesco II Gonzaga) alle vicende della famiglia Norsa.

In aggiunta a questi preziosissimi documenti, saranno in mostra anche una riproduzione 1:1 della tela del Mantegna, attualmente al Louvre, e la tela originale della Madonna col Bambino e Santi (anonimo, circa 1515), ugualmente destinata alla Chiesa della Vittoria e raffigurante in basso membri della famiglia Norsa in atto di contrizione (attualmente conservato nella Basilica di Sant’Andrea in Mantova); e, infine, una maquette della medesima Chiesa della Vittoria, costruita al posto della casa dei Norsa, per cui fu commissionata l’opera del Mantegna.

L’operazione compiuta con l’acquisto coattivo del Codice Maimonide costituisce un ulteriore tassello di una lungimirante politica portata avanti negli ultimi anni dalla Direzione Generale degli Archivi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il provvedimento di esproprio delle carte di Giorgio Vasari, l’acquisizione della Lettera di Raffaello a Leone X, delle carte dei fratelli Rosselli, del verbale manoscritto della seduta del Gran Consiglio del Fascismo del 25 luglio 1943 che esautorò Mussolini; ma anche le operazioni di tutela dell’archivio di Giuseppe Verdi, delle carte di Cavour così come il recupero di una parte degli archivi fotografici della rivista Difesa della razza, testimoniano un “organico progetto di forte affermazione della funzione pubblica degli archivi non come passivo e polveroso deposito di cartacce ma come vivo strumento di ricerca per intendere la nostra Storia e il nostro presente ” come ha scritto Salvatore Settis sul Sole 24 Ore.

IL CODICE MAIMONIDE E I NORSA. UNA FAMIGLIA EBRAICA NELLA MANTOVA DEI GONZAGA. BANCHE, LIBRI, QUADRI.

A cura di
Gino Famiglietti e Salvatore Settis

23 ottobre 2018 �“ 5 gennaio 2019

ARCHIVIO DI STATO DI ROMA
Sala Alessandrina
c.so del Rinascimento, 40

Orari mostra: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18 - sabato dalle ore 9 alle ore 14 - chiuso domenica e festivi
ingresso gratuito

Convegno
23 ottobre dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15 alle ore 18.30
Scarica il programma del convegno

INFO
06 67235631-49
as-rm.mostre@beniculturali.it

CREDITI

organizzazione e produzione
Ministero per i beni e le attività culturali. Direzione generale archivi
Gino Famiglietti, Direttore

in collaborazione con
Archivio di Stato di Roma
Sapienza Università di Roma, Università degli studi di Milano, Università di Pisa, Università degli studi di Genova - Progetto Prin 2015: The Long History of Anti-Semitism. Jews in Europe and the Mediterranean (X-XXI centuries): Socio-Economic Practices and Cultural Processes of Coexistence between Discrimination and Integration, Persecution and Conversion. PI: Germano Maifreda

comitato scientifico
Giulio Busi
Alessandra Di Castro
Serena Di Nepi
Gino Famiglietti
Germano Maifreda
Mauro Perani
Salvatore Settis

ideazione e cura
Gino Famiglietti, Salvatore Settis

progetto e direzione dell’allestimento
Alessandra Quarto

coordinamento organizzativo
Cristina Farnetti

testi e didascalie
Cristina Farnetti
Daniela Ferrari
Luisa Onesta Tamassia

traduzioni
Richard Berkeley

prestatori
Archivio di Stato di Mantova
Associazione Amici di Palazzo Te e dei musei mantovani
Basilica di Sant’Andrea in Mantova
Biblioteca Palatina di Parma
Comunità ebraica di Mantova

restauro
Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario - Roma

riproduzione della Madonna della Vittoria di Andrea Mantegna
Haltadefinizione®

graphic design
Viva! �“ Milano

catalogo
Arkè �“ Napoli
a cura di Cristina Farnetti

crediti fotografici
Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario - Roma
Alessandro D’Amato

allestimento, trasporti e accrochage
Arteria Safe Tech �“ Milano
Niklas �“ Milano

assicurazioni
Art Defender Insurance - Milano

responsabile del servizio di prevenzione e protezione
Dario Salvemini rspp �“ Sintesi spa

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA LE IMMAGINI

SCARICA LA CARTELLA STAMPA


UFFICIO STAMPA

GDG PRESS

www.gdgpress.com 

Alessandro Gambino 
3208366055 
alessandro@gdgpress.com

Giulia Di Giovanni 
3341949036 
giulia.digiovanni@gdgpress.com

Giulia Zanichelli 
3401808965 
gdgpress@gmail.com

Michela Rossetti 
3479951730 
rossetti.michela@libero.it

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Online il video di "Giorgia", il singolo di Maru che anticipa "Zero Glitter" in uscita il 23 novembre per Bravo Dischi Fri, 19 Oct 2018 11:32:24 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497703.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497703.html GDG Press GDG Press  

Giorgia

Il nuovo video di

MARU

che anticipa il disco

Zero Glitter
in uscita il 23 novembre per Bravo Dischi

GUARDA IL VIDEO: https://goo.gl/F2zQam

 

Ascolta Giorgia su Spotifyhttps://goo.gl/G3dxd3

Scarica Giorgia in mp3

Scarica Giorgia in wav

 

Un video sognante e colorato, dai tratti a volte surreali: la perfetta trasposizione visiva dell'universo creativo di Maru, popolato di barche di carta che navigano su oceani di Fanta e di melodie che profumano ancora d'estate e rimangono incastrate in testa, impossibili da non cantare.

E' online il video di Giorgia, il nuovo singolo di Maru che anticipa il suo secondo disco, Zero Glitter, prodotto da Fabio Grande (Colombre, Joe Victor, Mai Stato Altrove) e in uscita il 23 novembre per Bravo Dischi.

Guarda il video di Giorgia: https://goo.gl/F2zQam

Le protagoniste del videoclip, prodotto da SHERPA �“ Video escursioni nell'altro mondo, sono due: Maru stessa e il suo alter ego Giorgia, impersonata da un manichino.

Due personalità opposte e complementari che si alternano nelle inquadrature, raccontando due storie parallele e molto differenti che si svolgono nello stesso arco di tempo, accumunate da un sottile velo di malinconia che trapela dagli occhi.

I gesti monotoni e quotidiani di Maru, dal fumare una sigaretta guardando i tetti del suo quartiere al prepararsi una spremuta nella cucina di casa, si contrappongono alle avventure di una Giorgia irrequieta viaggiatrice, che approda sulle sponde dei laghi, attraversa in barca le onde dei mari, cammina su sentieri solitari circondata di terra rossa e su marciapiedi di grandi città sconosciute.

Un viaggio che Giorgia ha intrapreso anche nella realtà: per le riprese, il manichino ha attraversato tutta l'Italia partendo da Torino e passando per Massa, Senigallia, Termoli, Melfi, Bari e Taranto, fino a raggiungere Maru in una casa al mare in Sicilia, vicino a Siracusa, dove sono state girate tutte le scene che la vedono protagonista.

Un percorso fisico che si fa emblema di quello psicologico: malgrado tutto, infatti, le due finiscono per ritornare insieme e vicine, ricompattandosi in un'unica persona finalmente libera di esprimersi in ogni sua sfaccettatura e contraddizione.

Il video misura le distanze tra Maru e Giorgia, la parte irrazionale della sua personalità. Racconta infatti il regista Edoardo Rubatto. Giorgia è libera di vagabondare e perdersi: è un manichino intrappolato in una condizione surreale, che viaggia senza meta a centinaia di chilometri da casa. Dall'altra parte Maru, che invece non riesce a superare la razionalità dei suoi gesti ordinari. Scena dopo scena, osserviamo la tensione tra due entità ostinate che, nonostante tutto, cercano di ritrovarsi in qualche modo.

In Giorgia, una voce fresca e parole leggere si accompagnano al morbido suono dell'ukulele, da sempre strumento di riferimento di Maru, che però stavolta si arricchisce di sintetizzatori, tastiere e batteria, segnando una svolta nel percorso musicale della giovanissima cantautrice, l'ingresso in un mondo compositivo più complesso e articolato.

CREDITS VIDEO

Prodotto da SHERPA �“ Video escursioni nell'altro mondo

Regia di Edoardo Rubatto

d.o.p. / operatore Gianluca Mamino F.I.C.T.
Focus puller Gigi Piepoli F.I.C.T.
Aiuto operatore Armando S.

BIO

Maru, al secolo Maria Barucco, è nata a Siracusa e ha studiato liuteria a Cremona. Scrive canzoni dal 2012 ed ha alle spalle un disco self-titled prodotto in collaborazione con Davide Di Rosolini. Zero Glitter, titolo del nuovo disco di Maru, in uscita a novembre per Bravo Dischi, è un invito ad accettarsi e dichiararsi per quello che si è, senza tanti giri di parole. L'album è stato prodotto da Fabio Grande (Joe Victor, Mai Stato Altrove, Colombre) presso la Sala Tre de Gli Artigiani Studio ed è stato masterizzato da Giovanni Versari.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA 

SCARICA LA FOTO 

GUARDA IL VIDEO DI "GIORGIA": https://goo.gl/F2zQam

Bravo Dischi

bravodischi@gmail.com

UFFICIO STAMPA

GDG PRESS

www.gdgpress.com 

Giulia Di Giovanni mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Alessandro Gambino mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Michela Rossetti mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Giulia Zanichelli mob: +393401808965; mail:gdgpress@gmail.com 

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Kick Boxing Equipment Market 2018 Research Report Thu, 18 Oct 2018 12:22:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497513.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497513.html Dipak Batav Dipak Batav Kick Boxing Equipment Market 2018 Research report provides a detailed analysis of market growth, industry trends, countries demand, share, size, top manufacturers, challenges, company policy and 2025 forecast. The report also calculates developments factors, strategic alliances, historical data, business overview, cost analysis and market expert’s opinions.

Get Sample Copy at  https://www.orianresearch.com/request-sample/659521

Development policies and plans are discussed as well as growth rate, manufacturing processes, economic growth are analyzed. This research report also states import/export data, industry supply and consumption figures as well as cost structure, price, industry revenue (Million USD) and gross margin by regions like North America, Europe, Japan, China and other countries (India, Southeast Asia, Central & South America, Middle East & Africa etc.).

Key Companies Analyzed in this Report are:

  • Adidas AG
  • Century LLC
  • Everlast Worldwide, Inc.
  • Hayabusa Fightwear Inc
  • Ringside, Inc
  • Title Boxing, LLC
  • King Professional
  • Combat Sports Inc.
  • Twins Special Co. Ltd.
  • Fairtex

No. of Pages: 119

Inquire more or share questions if any before the purchase on this report @  https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/659521

Kick Boxing Equipment Industry research report is a meticulous investigation of the current scenario of the Kick Boxing Equipment global and regional market, which covers several industry dynamics. The Kick Boxing Equipment market research report is a resource, which provides current as well as upcoming technical and financial details with market risk, growing demand and raw materials. The thorough analysis in this report enables investors, CEOs, regional traders, suppliers, top vendors to understand the market in a better way and based on that knowledge make well-informed decisions.

Kick Boxing Equipment Market Important Factors:

  • Market Environment: Government Policies, Technological Changes, Market Risks.
  • Market Drivers: Growing Demand, Reduction in Cost, Market Opportunities and Challenges.
  • Industry Trends: United States and Other Regions Revenue, Status and Outlook.
  • Competitive Landscape: By Manufacturers, Development Trends, Marketing Area
  • Product Revenue for Top Players: Market Share, Growth Rate, Current Market Situation Analysis.
  • Market Segment: By Types, By Applications, By Regions/ Geography.
  • Sales Revenue: Market Share, Growth Rate, Current Market Analysis.

Order a copy of Global Kick Boxing Equipment Market Report 2018 @  https://www.orianresearch.com/checkout/659521

Kick Boxing Equipment Market Covered Major 14 Points in Table of Contents:           

1 Kick Boxing Equipment Market Overview

2 Global Kick Boxing Equipment Market Competition by Manufacturers

3 Global Kick Boxing Equipment Capacity, Production, Revenue (Value) by Region (2013-2018)

4 Global Kick Boxing Equipment Supply (Production), Consumption, Export, Import by Region (2013-2018)

5 Global Kick Boxing Equipment Production, Revenue (Value), Price Trend by Type

6 Global Kick Boxing Equipment Market Analysis by Application

7 Global Kick Boxing Equipment Manufacturers Profiles/Analysis

8 Kick Boxing Equipment Manufacturing Cost Analysis

9 Industrial Chain, Sourcing Strategy and Downstream Buyers

10 Marketing Strategy Analysis, Distributors/Traders

11 Market Effect Factors Analysis

12 Global Kick Boxing Equipment Market Forecast (2018-2025)

13 Research Findings and Conclusion

14 Appendix

Some Points List of Tables and Figures:

Figure Kick Boxing Equipment Product Picture

Table Kick Boxing Equipment Key Market Segments in This Study

Table Key Manufacturers Kick Boxing Equipment Covered in This Study

Table Global Kick Boxing Equipment Market Size Growth Rate by Type 2018-2025 (K Units) & (Million US$)

Figure Global Kick Boxing Equipment Production Market Share 2013-2025

Figure Ceramics Kick Boxing Equipment Product Picture

Table Major Manufacturers of Ceramics Kick Boxing Equipment

Figure Metal Kick Boxing Equipment Product Picture

Table Major Manufacturers of Metal Kick Boxing Equipment

Figure Others Product Picture

Table Major Manufacturers of Others

Table Global Kick Boxing Equipment Market Size Growth Rate by Application 2018-2025 (K Units) Table Global Manufacturers Market Concentration Ratio (CR5 and HHI)

Table Kick Boxing Equipment Manufacturing Base Distribution and Headquarters

Table Manufacturers Kick Boxing Equipment Product Offered

Table Date of Manufacturers Enter into Kick Boxing Equipment Market

Table Global Kick Boxing Equipment Production by Manufacturers (2013-2018) (K Units)

Table Global Kick Boxing Equipment Production Share by Manufacturers (2013-2018)

Figure Global Kick Boxing Equipment Production Share by Manufacturers in 2017

Table Kick Boxing Equipment Revenue by Manufacturers (2013-2018) (Million US$)

Table Kick Boxing Equipment Revenue Share by Manufacturers (2013-2018)

Table Kick Boxing Equipment Price by Manufacturers 2013-2018 (USD/Unit)

Continue …

Note: If you have any special requirements, please let us know and we will offer you the report as you want.

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on The World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicated research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US:  +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

]]>
DANCING DAYS, le nuove tendenze della danza europea dal 18 al 21 ottobre al Romaeuropa con Papadopoulos, Lombardo e molti altri Wed, 17 Oct 2018 16:43:06 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497398.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497398.html GDG Press GDG Press

DANCING DAYS, LE NUOVE TENEDENZE DELLA DANZA EUROPEA DAL 18 AL 21 OTTOBRE AL ROMAEUROPA FESTIVAL

 SCARICA LE FOTO

I giorni del REf18 dedicati alla danza europea

Dal 18 al 21 Ottobre al Mattatoio (Testaccio) e al Teatro Vascello

Ingrid Berger Myhre: BLANKS

 

Torna negli spazi del Mattatoiodal 18 al 21 Ottobre, il focus, a cura di Francesca Manica, che il Romaeuropa Festival 2018 dedica alle nuove tendenze della danza europea. Giorni di danza, tra ItaliaOlandaGreciaNorvegia e Austria (queste le nazioni protagoniste dell’edizione del focus) per presentare le creazioni di artisti che contaminano la propria ricerca coreografica con altrettanti linguaggi scoprendo nuovi mondi emotivi, percettivi ed estetici. «Fil rouge tra queste giornate è il corpo inteso come strumento personale e politico, chiave di accesso all’emotività degli artisti o “arma” per analizzare, scomporre e ricomporre il presente. Un corpo visionario che si relaziona alla musica, che attinge dalla letteratura o dall’immaginario che condiziona la percezione del femminile, che si rende ironico attraverso proiezioni video o che si fa strumento d’indagine della stessa composizione musicale» afferma Francesca Manica.

Ed è in quest’ottica che Dancing Days si aprirà il 18 Ottobre con le pièce The Dry Piece �“ XL Edition firmata dall’olandese Keren Levi che ispirandosi alle creazioni di Busby Berkeley (celebre regista di musical degli anni Trenta) e al testo The Beauty Myth di Naomi Wolf, trasforma la scena in un dispositivo attraverso cui indagare il concetto di bellezza legato alla rappresentazione della donna. La narrazione del corpo femminile prosegue nella stessa giornata con la coreografia S.Rituale di Sara Sguotti: il  progettovincitore dell’edizione 2017 di DNAppunti Coreografici nasce come autoritratto del piacere personale a partire dall’incontro tra la poesia di Baudelaire Il serpente che danza, alcune opere di Louise Bourgeois, Tracy Enim e Ren Hang.

Dalla Grecia arriva l’acclamato coreografo Christos Papadopoulos, tra i nomi che hanno maggiormente conquistato l’attenzione di pubblico e critica negli ultimi anni per l’originalità e l’assoluta radicalità delle sue composizioni. Con Opus, il lavoro che presenta insieme alla sua compagnia Leon and the Wolf il 19 Ottobre, Papadopoulos prosegue la sua ricerca sulla natura del gesto indagando la relazione che intercorre tra musica e visione. Protagonista della pièce è, infatti, una reinterpretazione dell’Arte della fuga di Bach: quattro danzatori in scena per visualizzare questo capolavoro della cultura musicale occidentale, esplorare le nostre reazioni automatiche e impulsive quando ascoltiamo la musica, lasciarci percepire un senso del divino incarnato dalla natura, dal corpo e dal suo movimento.

Doppio appuntamento ancora al femminile il 20 OttobreLuna Cenere, coreografa e danzatrice di origini napoletane, classe 1987, già attiva nella compagnia di Virgilio Sieni, presenta il suo Kokoro, trasformazione e mutazione del corpo per decostruire la nostra percezione della realtà e le categorie dualistiche (bene-male; bello-brutto) nelle quali siamo abituati a incasellarla; la norvegese Ingrid Berger Myhre utilizza invece il corpo per riflettere sulle stesse strutture della composizione coreografica. Blanks, il titolo della sua performance, è un processo metalinguistico che invita lo spettatore a interrogarsi  sulle modalità attraverso le quali si assiste ad uno spettacolo di danza e il modo in cui la descrizione verbale di una situazione possa alterare la situazione reale stessa.

Ci riporta con ironia negli anni Novanta il duo austriaco Luke Baio e Dominik Grünbühel che con Ohne Nix, in scena il 21 Ottobre, dà vita ad una performance immaginifica in cui videoproiezioni e tecniche di morphing incontrano un sofisticato quanto esaltante umorismo per riflettere sui processi artistici, sul valore dei tentativi e dei fallimenti.

Chiusura di questa edizione del focus, in scena il 20 e il 21 Ottobre al Teatro Vascello, è Excelsior di Salvo Lombardo fondatore della compagnia Chiasma. Il coreografo italiano riprende in mano il celebre Gran Ballo Excelsior per estrarne i temi politici e sociali che lo plasmano. Lontano dal voler rimettere in scena questo capolavoro della cultura coreutica o da qualsiasi reinterpretazione in chiave contemporanea della pièce, Lombardo intende invece porre sotto una lente d’ingrandimento il ruolo simbolico che lo spettacolo ha assunto nella società occidentale, incarnando il sentire comune e le aspettative di un determinato periodo storico.  Qual è oggi l’eredità culturale di una certa idea di Occidente nata alla fine del XIX secolo? Quali iconografie e quali immaginari del Gran Ballo Excelsior riemergono oggi, in forme apparentemente diverse nella rappresentazione degli “altri”, nel disegno dei corpi e nella negoziazione delle relazioni tra Europa e “resto del mondo”?

Completa Dancing Days, il 21 Ottobre, la presentazione dei lavori dei tre finalisti di DNAppunti coreografici, bando di sostegno ai futuri coreografi italiani realizzato in network con Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza Firenze, il Centro per la Scena Contemporanea/Operaestate Festival del Comune di Bassano del GrappaL’arboreto �“ teatro dimora di Mondaino, la Fondazione RomaeuropaGender Bender di Bologna e la Triennale di Milano. Gli artisti e le artiste selezionati per l’edizione 2018 sono: Simone CisterninoMarina DonatoneSiro GuglielmiRiccardo GurattiMasako Matsushita ed Elena Sgarbossa.

Incontro pubblico per riflettere sugli spettacoli osservati durante questa edizione del focus ancora il 21 Ottobre con Vis à Vis, il percorso di formazione ideato da Teatro e Critica e guidato da Gaia Clotilde Chernetich.

Tutta la programmazione di Dancing Days sul sito: https://romaeuropa.net/festival-2018/dancing-days/

SCARICA LE FOTO

SCARICA LA CARTELLA STAMPA E IL PROGRAMMA DI SALA: https://www.dropbox.com/sh/7cuyvnidagf9muk/AAAbL1h_YtnT8Da40i9-bqsha?dl=0

Contatti Biglietteria: 06 45553050

www.romaeuropa.net

Ufficio Stampa Romaeuropa Festival 2018 -Tel.06-455305014 | email: m.pasquini@romaeuropa.netm.antonaci@romaeuropa.netgdgpress@gmail.com 

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Simona Norato: il nuovo video è "Orde di brave figlie" | tutte le date del tour, al via da Milano il 18 ottobre Wed, 17 Oct 2018 16:00:32 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497396.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497396.html GDG Press GDG Press

SIMONA NORATO GUIDA “ORDE DI BRAVE FIGLIE” CONTRO L’IPOCRISIA BORGHESE 

IL NUOVO VIDEO TITLE TRACK DELL'ALBUM:

HTTPS://WWW.YOUTUBE.COM/WATCH?V=TFTJEGXC0HG&FEATURE=YOUTU.BE 

TOUR AL VIA IL 18 OTTOBRE: ANTEPRIMA SPECIALE A CAMPO TEATRALE DI MILANO

SCARICA "ORDE DI BRAVE FOGLIE" IN MP3

ASCOLTA IL DISCO SU SPOTIFY: https://open.spotify.com/album/0p0NC50nL2DXPtC5TB0KMx

 

18/10/18 Milano, Campo Teatrale

23/11/18 Firenze, Circolo il Progresso

29/11/18 Torino, Magazzino Sul Po

11/12/18 Roma, ‘Na Cosetta

21/12/18 Catania, Coppola

22/12/18 Palermo, Spazio Franco

18/01/19 Verona, Cohen

19/01/19 Bologna, Efesto House

 

La foto di copertina dell'album "Simona e Chiara" è di Guido Gaudioso

È la canzone che mi diverte di più, sia sul piano concettuale che su quello dell'esecuzione. L'idea di cavalcare, minacciosa come una valchiria, verso la borghesia più ipocrita svelando solo all'ultimo metro che la mia arma è una banana, è un godimento senza pari”. Queste le parole con cui Simona Norato presenta il nuovo video “Orde di Brave figlie”, title track dell’album uscito per Ala Bianca girato da Giuseppe Lanno, visual artist Simone Michael e Dennis Tacconelli: https://www.youtube.com/watch?v=tftjegxc0hg&feature=youtu.be.

Anticipato dalla clip “Scegli me tra i bisonti”, il nuovo singolo è forse la traccia che più di altre racchiude l'essenza del disco: "Io sono una signora, una per cui la guerra è finita". Un omaggio alla Bertè con cui si vuole evidenziare l'accettazione della propria condizione privata e sociale.

Prodotto artisticamente da Cesare Basile, “Orde di brave figlie” è il secondo lavoro solista dell’artista palermitana che verrà presentato in un’anteprima speciale del tour giovedì 18 ottobre a Campo Teatrale di Milano. Un racconto intimo e al tempo stesso collettivo, musicalmente intraprendente, che prenderà vita sul palco di Milano con ospiti speciali. Simona proseguirà poi il tour il 23 novembre a Firenze (Circolo il Progresso); il 29 novembre a Torino (Magazzino Sul Po); l’11 dicembre Roma ('Na Cosetta); il 21 dicembre a Catania (Coppola); il 22 dicembre a Palermo (Spazio Franco); il 18 gennaio a Verona (Cohen); e il 19 gennaio a Bologna (Efesto House).

Il video “Orde di brave figlie” si muove su più livelli. C’è un livello fisico che è quello in cui si cerca di interpretare visivamente l’aspetto ironico e libertario del brano. C’è il livello delle video proiezioni realizzate da Simone Tacconelli che evocano ricordi ed elementi presenti nel bagaglio di ogni brava figlia. I due livelli fusi, attraverso la camera e il montaggio, generano una bolla che rimbalza felice nei meandri di un luogo oscuro. “C’è l’idea di realizzare un lavoro senza ganci drammatici - spiega il regista - ma con un impatto estetico su cui trasferire i punti chiave della riflessione e della ‘dedica’ alle brave figlie”. I movimenti di Simona sono stati diretti e manipolati per avvicinarsi al brano anche dal punto di vista musicale. C’è la volontà di avvicinarsi a lavori come quello su "Like Sugar” di Chaka Khan, creando loop o ripetizioni per sottolineare aspetti ritmici o melodici del brano.

“Orde di brave figlie” è un disco che parla di relazioni in uno stretto legame tra desiderio e consapevolezza. Relazioni politiche e sociali, pure e anche pericolose ma tutte vitali. 

“Le orde di brave figlie sono incontri e scontri da curare con la pazienza dei Santi”, spiega l'artista. Una santità laica che non ammette benedizioni ma tende semplicemente a riconciliarsi nell'essere umani e a vivere la propria realtà senza temere giudizi.  Proprio per questo Simona si mette a nudo di fronte alla propria umanità e ne esce rafforzata: una persona reale che incarna la sua libertà a discapito di una società basata sul paradosso della finzione formale.

Come una valchiria alla guida di un’orda di suggestioni musicali visionarie, sperimentali e poetiche, irrompe con rinnovata prepotenza nella scena cantautorale italiana. Musicalmente schiaffeggia il mainstream per cavalcare con coraggio ed eleganza territori surreali e poco esplorati. Nei testi attacca il pensiero unico e le manipolazioni del potere; schierandosi a fianco delle minoranze. Proprio come una valchiria guida simbolicamente un’orda di brave figlie contro l'ipocrisia borghese, inneggiando alla libertà.

Nove brani - di cui due strumentali - cantati in italiano, nati e incisi in presa diretta in una  comunione creativa che accresce il valore dell'opera e porta a compimento il significato di relazione artistica.  Una complessa e profonda ricerca stilistica basata anche su suoni ancestrali e su elementi compositivi del Sud Est del mondo, testimoni di un sentire politico orientato verso una migrazione opposta a quella che viene narrata dalla cronaca di tutti i giorni. Emblematico è l'amore per la terzina in due tempi, movimento caro alle visioni desertiche dell’autrice che esula dalla classica musica di matrice occidentale e ricorda a volte le atmosfere sospese tanto care a Ennio Morricone.

ANTEPRIMA TOUR GIOVEDì 18 OTTOBRE PRESSO CAMPO TEATRALE DI MILANO

Tel 02 26 11 31 33 - via Cambiasi 10 Milano �“ ore 21,30 �“ Biglietti: 10 euro 

Acquisto biglietti: https://www.campoteatrale.it/biglietteria/index.php?option=com_vikevents&view=event&itid=193

TUTTE LE DATE DEL TOUR

18/10/18 Milano, Campo Teatrale

23/11/18 Firenze, Circolo il Progresso

29/11/18 Torino, Magazzino Sul Po

11/12/18 Roma, ‘Na Cosetta

21/12/18 Catania, Coppola

22/12/18 Palermo, Spazio Franco

18/01/19 Verona, Cohen

19/01/19 Bologna, Efesto House

Testo Orde di brave figlie (di Simona Norato)

Noi ragazzacce

Siamo diventate finalmente

Uomini fatti

Abbiamo smesso di correre

Tra i palazzi.

Orde di brave figlie

Entreranno nelle vostre case

Orde di brave figlie

Lasceranno le vostre case

Morde una brava figlia.

Noi ragazzacce ci siamo fermate finalmente

Uomini fatti

Abbiamo smesso ‘Signor sì, signore’.

Orde di brave figlie

Orde di brave figlie

Prenderanno le vostre figlie.

Entreranno nelle vostre case

Orde di brave figlie

Venderanno le vostre case

Morde una brava figlia.

Io sono una signora

Una per cui la guerra è finita.

 

 SCARICA IL COMUNICATO 

SCARICA LA CARTELLA STAMPAhttps://www.dropbox.com/sh/038jgabnzapcu4u/AADpuQkpYcsIxSrtPTK0O2Nca?dl=0

ASCOLTA IL DISCO SU SPOTIFYhttps://open.spotify.com/album/0p0NC50nL2DXPtC5TB0KMx

 

UFFICIO STAMPA

GDG PRESS

www.gdgpress.com

Giulia Di Giovanni mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Michela Rossetti mob: +3479951730; mail: rossetti.michela1@libero.it

Giulia Zanichelli mob: +393401808965; mail:gdgpress@gmail.com

Alessandro Gambino mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Basketball Equipment Market 2018 Share, Top Manufacturers, Industry Size, Growth, Sales, Trends, Revenue and 2025 Forecast Analysis Wed, 17 Oct 2018 15:24:39 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497322.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497322.html Dipak Batav Dipak Batav Global Basketball Equipment Market Research report focused on industry-current status, chain structure, future roadmap, industry policy, market-leading player, opportunity, market player profile and strategy. This report also provided for the international market including Industry size, share, growth, trend, outlook, supplier, manufacture, regions, product types and end industries.

Get Sample Copy at  https://www.orianresearch.com/request-sample/658738

Development policies and plans are discussed as well as growth rate, manufacturing processes, economic growth are analyzed. This research report also states import/export data, industry supply and consumption figures as well as cost structure, price, industry revenue (Million USD) and gross margin by regions like North America, Europe, Japan, China and other countries (India, Southeast Asia, Central & South America, Middle East & Africa etc.).

Key Companies Analyzed in this Report are:

  • Nike
  • Adidas
  • Amer Sports
  • Rawlings Sporting Goods
  • Spalding Sports Equipment
  • ASICS
  • Baden
  • Lifetime
  • McDavid
  • Nivia Sports
  • Under Armour
  • Wilson

No. of Pages: 119

Inquire more or share questions if any before the purchase on this report @  https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/658738

Basketball Equipment Industry research report is a meticulous investigation of the current scenario of the Basketball Equipment global and regional market, which covers several industry dynamics. The Basketball Equipment market research report is a resource, which provides current as well as upcoming technical and financial details with market risk, growing demand and raw materials. The thorough analysis in this report enables investors, CEOs, regional traders, suppliers, top vendors to understand the market in a better way and based on that knowledge make well-informed decisions.

Basketball Equipment Market Important Factors:

  • Market Environment: Government Policies, Technological Changes, Market Risks.
  • Market Drivers: Growing Demand, Reduction in Cost, Market Opportunities and Challenges.
  • Industry Trends: United States and Other Regions Revenue, Status and Outlook.
  • Competitive Landscape: By Manufacturers, Development Trends, Marketing Area
  • Product Revenue for Top Players: Market Share, Growth Rate, Current Market Situation Analysis.
  • Market Segment: By Types, By Applications, By Regions/ Geography.
  • Sales Revenue: Market Share, Growth Rate, Current Market Analysis.

Order a copy of Global Basketball Equipment Market Report 2018 @  https://www.orianresearch.com/checkout/658738

Basketball Equipment Market Covered Major 14 Points in Table of Contents:

1 Basketball Equipment Market Overview

2 Global Basketball Equipment Market Competition by Manufacturers

3 Global Basketball Equipment Capacity, Production, Revenue (Value) by Region (2013-2018)

4 Global Basketball Equipment Supply (Production), Consumption, Export, Import by Region (2013-2018)

5 Global Basketball Equipment Production, Revenue (Value), Price Trend by Type

6 Global Basketball Equipment Market Analysis by Application

7 Global Basketball Equipment Manufacturers Profiles/Analysis

8 Basketball Equipment Manufacturing Cost Analysis

9 Industrial Chain, Sourcing Strategy and Downstream Buyers

10 Marketing Strategy Analysis, Distributors/Traders

11 Market Effect Factors Analysis

12 Global Basketball Equipment Market Forecast (2018-2025)

13 Research Findings and Conclusion

14 Appendix

Some Points List of Tables and Figures:

Figure Basketball Equipment Product Picture

Table Basketball Equipment Key Market Segments in This Study

Table Key Manufacturers Basketball Equipment Covered in This Study

Table Global Basketball Equipment Market Size Growth Rate by Type 2018-2025 (K Units) & (Million US$)

Figure Global Basketball Equipment Production Market Share 2013-2025

Figure Ceramics Basketball Equipment Product Picture

Table Major Manufacturers of Ceramics Basketball Equipment

Figure Metal Basketball Equipment Product Picture

Table Major Manufacturers of Metal Basketball Equipment

Figure Others Product Picture

Table Major Manufacturers of Others

Table Global Basketball Equipment Market Size Growth Rate by Application 2018-2025 (K Units) Table Global Manufacturers Market Concentration Ratio (CR5 and HHI)

Table Basketball Equipment Manufacturing Base Distribution and Headquarters

Table Manufacturers Basketball Equipment Product Offered

Table Date of Manufacturers Enter into Basketball Equipment Market

Table Global Basketball Equipment Production by Manufacturers (2013-2018) (K Units)

Table Global Basketball Equipment Production Share by Manufacturers (2013-2018)

Figure Global Basketball Equipment Production Share by Manufacturers in 2017

Table Basketball Equipment Revenue by Manufacturers (2013-2018) (Million US$)

Table Basketball Equipment Revenue Share by Manufacturers (2013-2018)

Table Basketball Equipment Price by Manufacturers 2013-2018 (USD/Unit)

Continue …

Note: If you have any special requirements, please let us know and we will offer you the report as you want.

]]>
IL CODICE MAIMONIDE E I NORSA: dal 23/10 la mostra curata da Gino Famiglietti e Salvatore Settis all'Archivio di Stato di Roma Wed, 17 Oct 2018 13:22:35 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497359.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497359.html GDG Press GDG Press                 

IL CODICE MAIMONIDE E I NORSA.

UNA FAMIGLIA EBRAICA NELLA MANTOVA DEI GONZAGA.
BANCHE, LIBRI, QUADRI.

Mostra e convegno

A cura di
Gino Famiglietti e Salvatore Settis

23 ottobre 2018 �“ 5 gennaio 2019

ARCHIVIO DI STATO DI ROMA
Sala Alessandrina - c.so del Rinascimento, 40

Visita guidata riservata alla stampa

22 ottobre ore 16

Inaugurazione

22 ottobre ore 17

SCARICA LE IMMAGINI

SCARICA L'INVITO ALL'INAUGURAZIONE

Si prega di confermare la propria presenza alla visita guidata riservata alla stampa e all'inaugurazione, entro e non oltre venerdì 19 ottobre, a alessandro@gdgpress.com

Valorizzare l’assoluta importanza dei documenti storici. Ribadire con forza la diversità di influenze che sta alla base della nostra identità. Riaffermare il valore della cultura ebraica nell’ambito del pensiero umano. Sono questi gli elementi che rendono attualissima e destinata non soltanto agli studiosi ma anche al grande pubblico la mostra Il codice Maimonide e i Norsa. Una famiglia ebraica nella Mantova dei Gonzaga. Banche, libri, quadri, ideata e curata da Gino Famiglietti e Salvatore Settis e allestita dal 23 ottobre 2018 al 5 gennaio 2019 presso la monumentale Sala Alessandrina del complesso borrominiano della Sapienza, sede dell’Archivio di Stato di Roma.

Una grande mostra, dunque, e una giornata internazionale di studi per celebrare un importante successo dello Stato italiano, esito felice di una contesa internazionale che ha coinvolto un collezionista americano e un magnate austriaco fin dal 2014: l’acquisizione, tramite acquisto coattivo, da parte della Direzione Generale degli Archivi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali nel 2017 di un manoscritto miniato del 1349 (e del connesso atto di vendita alla famiglia Norsa datato al 1513), contenente una delle più pregevoli copie della traduzione dall’arabo all’ebraico della Guida dei Perplessi del filosofo, medico e giurista Mosè Maimonide (1138-1204), fra i più importanti pensatori nella storia dell’Ebraismo e personalità di spicco nell’Andalusia dominata dagli arabi. La Guida, che propone una risposta al problema dell’incompatibilità tra teologia, pensiero ebraico e aristotelismo, ebbe enorme fortuna nel corso dei secoli.

L’acquisto coattivo, mediante l’esercizio del diritto di prelazione, ha scongiurato il rischio che il Codice Maimonide approdasse a collezione privata (come purtroppo spesso accade) e ha consentito invece che un documento di inestimabile valore diventasse bene dello Stato italiano.

Il volume �“ acquistato nel 1513 da Mosè ben Nathaniel Norsa, esponente dell’illustre famiglia di banchieri mantovani distintisi nel corso dei secoli per il loro appassionato collezionismo e per l’attività di committenza di preziosi volumi �“ è un compendio bibliografico e archivistico che testimonia la ricchezza della cultura rinascimentale italiana e della storia italiana in generale, mettendo in luce le molteplici influenze che hanno definito l’identità nazionale come una positiva contaminazione di culture diverse e il ruolo della collettività ebraica nell’Italia di quel periodo.

Il manoscritto �“ composto da 228 fogli in pergamena con legatura in pelle, arricchito da pregevolissime miniature in foglia d’oro, fra cui una rappresentazione del Paradiso terrestre, e da grafismi in rosso e blu �“ è rimasto di proprietà della famiglia Norsa fino ai giorni nostri, mentre il resto dell’importante biblioteca di famiglia è andato disperso.

Dopo un anno sotto la cura dei restauratori più bravi del mondo fra le stanze dell’ICRCPAL (Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario), assoluta eccellenza internazionale, il volume sarà esposto per la prima volta, finalmente a disposizione del pubblico e non soltanto degli specialisti. La mostra è organizzata e prodotta dalla Direzione Generale Archivi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Roma e il Progetto Prin 2015: The Long History of Anti-Semitism. Jews in Europe and the Mediterranean (X-XXI centuries): Socio-Economic Practices and Cultural Processes of Coexistence between Discrimination and Integration, Persecution and Conversion, promosso dalla Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Milano, Università di Pisa, Università degli Studi di Genova. Durante il suo primo giorno di apertura al pubblico, il 23 ottobre, la mostra verrà arricchita da un convegno cui prenderanno parte esperti da tutto il mondo, fra i quali la studiosa newyorchese Evelyn Cohen e Johanna Weinberg dell’Università di Oxford.

Il progetto espositivo, articolato in tre sezioni �“ Mantova ai tempi dei Gonzaga; Gli Ebrei a Mantova e la famiglia Norcia: storia di un quadro; La Biblioteca Norsa e la Guida dei Perplessi di Maimonide �“ presenta al pubblico, oltre al manoscritto di Maimonide, altri 5 manoscritti miniati della Biblioteca di Parma provenienti dalla biblioteca dei Norsa, tra cui  una Bibbia in ebraico del 1277, un Commento ai Salmi del XIV secolo, una ulteriore copia, del 1377, della Guida dei Perplessi e 13 manoscritti dall’Archivio di Stato di Mantova relativi al rocambolesco episodio che lega la storia della Madonna della Vittoria di Andrea Mantegna (commissionata nel 1496 da Francesco II Gonzaga) alle vicende della famiglia Norsa.

In aggiunta a questi preziosissimi documenti, saranno in mostra anche una riproduzione 1:1 della tela del Mantegna, attualmente al Louvre, e la tela originale della Madonna col Bambino e Santi (anonimo, circa 1515), ugualmente destinata alla Chiesa della Vittoria e raffigurante in basso membri della famiglia Norsa in atto di contrizione (attualmente conservato nella Basilica di Sant’Andrea in Mantova); e, infine, una maquette della medesima Chiesa della Vittoria, costruita al posto della casa dei Norsa, per cui fu commissionata l’opera del Mantegna.

L’operazione compiuta con l’acquisto coattivo del Codice Maimonide costituisce un ulteriore tassello di una lungimirante politica portata avanti negli ultimi anni dalla Direzione Generale degli Archivi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il provvedimento di esproprio delle carte di Giorgio Vasari, l’acquisizione della Lettera di Raffaello a Leone X, delle carte dei fratelli Rosselli, del verbale manoscritto della seduta del Gran Consiglio del Fascismo del 25 luglio 1943 che esautorò Mussolini; ma anche le operazioni di tutela dell’archivio di Giuseppe Verdi, delle carte di Cavour così come il recupero di una parte degli archivi fotografici della rivista Difesa della razza, testimoniano un “organico progetto di forte affermazione della funzione pubblica degli archivi non come passivo e polveroso deposito di cartacce ma come vivo strumento di ricerca per intendere la nostra Storia e il nostro presente ” come ha scritto Salvatore Settis sul Sole 24 Ore.

IL CODICE MAIMONIDE E I NORSA. UNA FAMIGLIA EBRAICA NELLA MANTOVA DEI GONZAGA. BANCHE, LIBRI, QUADRI.

A cura di
Gino Famiglietti e Salvatore Settis

23 ottobre 2018 �“ 5 gennaio 2019

ARCHIVIO DI STATO DI ROMA
Sala Alessandrina
c.so del Rinascimento, 40

Orari mostra: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18 - sabato dalle ore 9 alle ore 14 - chiuso domenica e festivi
ingresso gratuito

Convegno
23 ottobre dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15 alle ore 18.30
Scarica il programma del convegno

INFO
06 67235631-49
as-rm.mostre@beniculturali.it

CREDITI

organizzazione e produzione
Ministero per i beni e le attività culturali. Direzione generale archivi
Gino Famiglietti, Direttore

in collaborazione con
Archivio di Stato di Roma
Sapienza Università di Roma, Università degli studi di Milano, Università di Pisa, Università degli studi di Genova - Progetto Prin 2015: The Long History of Anti-Semitism. Jews in Europe and the Mediterranean (X-XXI centuries): Socio-Economic Practices and Cultural Processes of Coexistence between Discrimination and Integration, Persecution and Conversion. PI: Germano Maifreda

comitato scientifico
Giulio Busi
Alessandra Di Castro
Serena Di Nepi
Gino Famiglietti
Germano Maifreda
Mauro Perani
Salvatore Settis

ideazione e cura
Gino Famiglietti, Salvatore Settis

progetto e direzione dell’allestimento
Alessandra Quarto

coordinamento organizzativo
Cristina Farnetti

testi e didascalie
Cristina Farnetti
Daniela Ferrari
Luisa Onesta Tamassia

traduzioni
Richard Berkeley

prestatori
Archivio di Stato di Mantova
Associazione Amici di Palazzo Te e dei musei mantovani
Basilica di Sant’Andrea in Mantova
Biblioteca Palatina di Parma
Comunità ebraica di Mantova

restauro
Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario - Roma

riproduzione della Madonna della Vittoria di Andrea Mantegna
Haltadefinizione®

graphic design
Viva! �“ Milano

catalogo
Arkè �“ Napoli
a cura di Cristina Farnetti

crediti fotografici
Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario - Roma
Alessandro D’Amato

allestimento, trasporti e accrochage
Arteria Safe Tech �“ Milano
Niklas �“ Milano

assicurazioni
Art Defender Insurance - Milano

responsabile del servizio di prevenzione e protezione
Dario Salvemini rspp �“ Sintesi spa

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA LE IMMAGINI

SCARICA LA CARTELLA STAMPA


UFFICIO STAMPA

GDG PRESS

www.gdgpress.com 

Alessandro Gambino 
3208366055 
alessandro@gdgpress.com

Giulia Di Giovanni 
3341949036 
giulia.digiovanni@gdgpress.com

Giulia Zanichelli 
3401808965 
gdgpress@gmail.com

Michela Rossetti 
3479951730 
rossetti.michela@libero.it

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Global Decorative Paints and Coatings market 2018: Industry technology, Size, Share, Trend and research report till 2025. Wed, 17 Oct 2018 11:16:39 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497215.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497215.html orianresearch orianresearch The decorative paints and coating market is highly fragmented due to the presence of many manufacturers in the market. The growth of the decorative paints & coatings market is mainly attributed to the expansion of the construction industry. This industry is anticipated to witness significant growth during the forecast period, due to rise in infrastructural developments, increase in population, and rise in standard of living.

For Sample Copy of this Report Visit @ https://www.orianresearch.com/request-sample/657442

Manufacturers of the water baseing paint market are trying to retain their position and hold a larger share of the market. Innovations, research and developmental activities, and inventions will strengthen the competitive environment of the market. They are focusing on attracting potential customers by adopting expansion strategies, engagement of existing customers, and customization of product offerings.

Inquire more or share questions if any before the purchase on this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/657442

Report Covers Market Segment by Manufacturers:

  • AkzoNobel
  • The Sherwin-Williams Company
  • PPG Industries
  • Asian Paints
  • Kansai Paints
  • ….

The report focuses on the Decorative Paints and Coatings in Global market, especially in North America, Europe and Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application.

Market Segment by Type, covers:

  • Solvent basing
  • Water basing

Market Segment by Applications, can be divided into:

  • Non-residential
  • Residential

The report focuses on the Decorative Paints and Coatings in Global market, especially in North America, Europe and Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application.

Order a copy of Global Decorative Paints and Coatings Market Report 2018 @ https://www.orianresearch.com/checkout/657442

There are 15 Chapters to deeply display the global Decorative Paints and Coatings.

Chapter 1:  To describe Decorative Paints and Coatings Introduction, product scope, market overview, market opportunities, market risk, market driving force;

Chapter 2: To analyze the top manufacturers of Decorative Paints and Coatings, with sales, revenue, and price of Decorative Paints and Coatings, in 2016 and 2017;

Chapter 3: To display the competitive situation among the top manufacturers, with sales, revenue and market share in 2016 and 2017;

Chapter 4: To show the global market by regions, with sales, revenue and market share of Decorative Paints and Coatings, for each region, from 2016 to 2018;

Chapter 5, 6, 7, 8 and 9:  To analyze the market by countries, by type, by application and by manufacturers, with sales, revenue and market share by key countries in these regions;

Chapter 10 and 11: To show the market by type and application, with sales market share and growth rate by type, application, from 2016 to 2018;

Chapter 12: Decorative Paints and Coatings market forecast, by regions, type and application, with sales and revenue, from 2018 to 2023;

Chapter 13, 14 and 15: To describe Decorative Paints and Coatings sales channel, distributors, traders, dealers, Research Findings and Conclusion, appendix and data source

About Us
Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:        

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Global Decorative Paints and Coatings market 2018: Industry technology, Size, Share, Trend and research report till 2025. Wed, 17 Oct 2018 11:16:36 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497214.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497214.html orianresearch orianresearch The decorative paints and coating market is highly fragmented due to the presence of many manufacturers in the market. The growth of the decorative paints & coatings market is mainly attributed to the expansion of the construction industry. This industry is anticipated to witness significant growth during the forecast period, due to rise in infrastructural developments, increase in population, and rise in standard of living.

For Sample Copy of this Report Visit @ https://www.orianresearch.com/request-sample/657442

Manufacturers of the water baseing paint market are trying to retain their position and hold a larger share of the market. Innovations, research and developmental activities, and inventions will strengthen the competitive environment of the market. They are focusing on attracting potential customers by adopting expansion strategies, engagement of existing customers, and customization of product offerings.

Inquire more or share questions if any before the purchase on this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/657442

Report Covers Market Segment by Manufacturers:

  • AkzoNobel
  • The Sherwin-Williams Company
  • PPG Industries
  • Asian Paints
  • Kansai Paints
  • ….

The report focuses on the Decorative Paints and Coatings in Global market, especially in North America, Europe and Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application.

Market Segment by Type, covers:

  • Solvent basing
  • Water basing

Market Segment by Applications, can be divided into:

  • Non-residential
  • Residential

The report focuses on the Decorative Paints and Coatings in Global market, especially in North America, Europe and Asia-Pacific, South America, Middle East and Africa. This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application.

Order a copy of Global Decorative Paints and Coatings Market Report 2018 @ https://www.orianresearch.com/checkout/657442

There are 15 Chapters to deeply display the global Decorative Paints and Coatings.

Chapter 1:  To describe Decorative Paints and Coatings Introduction, product scope, market overview, market opportunities, market risk, market driving force;

Chapter 2: To analyze the top manufacturers of Decorative Paints and Coatings, with sales, revenue, and price of Decorative Paints and Coatings, in 2016 and 2017;

Chapter 3: To display the competitive situation among the top manufacturers, with sales, revenue and market share in 2016 and 2017;

Chapter 4: To show the global market by regions, with sales, revenue and market share of Decorative Paints and Coatings, for each region, from 2016 to 2018;

Chapter 5, 6, 7, 8 and 9:  To analyze the market by countries, by type, by application and by manufacturers, with sales, revenue and market share by key countries in these regions;

Chapter 10 and 11: To show the market by type and application, with sales market share and growth rate by type, application, from 2016 to 2018;

Chapter 12: Decorative Paints and Coatings market forecast, by regions, type and application, with sales and revenue, from 2018 to 2023;

Chapter 13, 14 and 15: To describe Decorative Paints and Coatings sales channel, distributors, traders, dealers, Research Findings and Conclusion, appendix and data source

About Us
Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:        

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Mascara Industry Size, Market Demand, Trends, Share, Growth and Overview till 2025 Tue, 16 Oct 2018 15:21:26 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497060.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497060.html Press Release Press Release Mascara Market 2018 The Industry Report is a clear picture of the current and future Industry trends, developments and opportunities. The report, prepared by a highly seasoned team of analysts and experts, carries out an array of tables and graphs and qualitative analyzes.

For Sample Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/655160

Mascara is a cosmetic commonly used to enhance the eyelashes. It may darken, thicken, lengthen, and / or define the eyelashes. Normally in one of three forms-liquid, cake, or cream-the modern mascara product has various formulas; however, most contain the same basic components of pigments, oils, waxes, and preservatives.

Regionally, market has been segmented into five categories North America, Europe, Asia Pacific, MEA and South America. Out of these, North America and Europe are the leading market for Mascara globally. Asia-Pacific market is anticipated to grow at significant rate of XX % over the forecast period.

Some of the key players operating in this market include L'Oreal, Procter & Gamble, Estee Lauder, Avon, PIAS, DHC, Shiseido, LVMH, Thefaceshop, Revlon, Gurwitch, Amore Pacific, Dior, Chanel, Elizabeth Arden, Carslan, Flamingo, Marie Dalgar, etc..

No. of Pages: -121

Order Copy Global Mascara Market Report 2018 @ https://www.orianresearch.com/checkout/655160

Key Benefits of the Report:

  • Global, Regional, Country, Application, and Product Market Size and Forecast from 2014-2025
  • Detailed market dynamics, industry outlook with market specific PESTLE, Value Chain, Supply Chain, and SWOT Analysis to better understand the market and build strategies

*    Identification of key companies that can influence this market on a global and regional scale

*    Expert interviews and their insights on market shift, current and future outlook and factors impacting vendors short term and long term strategies

*    Detailed insights on emerging regions, Product & application, and competitive landscape with qualitative and quantitative information and facts

Target Audience:
* Mascara providers
* Traders, Importer and Exporter
* Raw material suppliers and distributors
* Research and consulting firms
* Government and research organizations
* Associations and industry bodies

Inquire more about this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/655160 .

Research Methodology:

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective like analyst report of investment banks. The secondary research forms the base of our study where we conducted extensive data mining, referring to verified data sources such as white papers government and regulatory published materials, technical journals, trade magazines, and paid data sources.

For forecasting, regional demand & supply factor, investment, market dynamics including technical scenario, consumer behavior, and end use industry trends and dynamics , capacity production, spending were taken into consideration.

We have assigned these parameters and quantified their market impacts using the weighted average analysis to the expected market growth rate.

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive with the Key Industry Participants (KIPs) which typically includes:

* Original Equipment Manufacturer,

* Component Supplier,

* Distributors,

* Government Body & Associations, and

* Research Institute

TABLE OF CONTENT

1 Executive Summary

2 Methodology And Market Scope

3 Mascara Market - Industry Outlook

4 Mascara Market Product Form Outlook

5 Mascara Market Application Outlook

6 Mascara Market Regional Outlook

7 Competitive Landscape                        

Disclaimer

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our Repository Reports of Over 500,000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients with easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicated research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez                            

Vice President - Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US: +1 (415) 830-3727 | UK: +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/ 

Follow Us on LinkedIn: https://www.linkedin.com/company-beta/13281002/

 

]]>
Hofesh Shechter, una danza per la fine dei tempi: da domani al 19 ottobre a Romaeuropa l'atteso "Grand Finale" Tue, 16 Oct 2018 14:44:42 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497122.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497122.html GDG Press GDG Press

HOFESH SHECHTER COMPANY

GRAND FINALE 

UNA DANZA PER LA FINE DEI TEMPI

PRIMA NAZIONALE

17 - 19 OTTORE | TEATRO OLIMPICO - ORE 21.00

Guarda il trailer: https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=GRWnv8hgsC8

Riconosciuto a livello internazionale come uno degli artisti più emozionanti della scena della danza contemporanea, noto per la composizione di partiture musicali d’atmosfera a complemento della fisicità peculiare delle sue coreografie, Hofesh Shechter torna al Romaeuropa festival dal 17 al 19 ottobre al Teatro Olimpico con “Grand Finale”, nuovo attesissimo lavoro in Prima italiana che l’autorevole quotidiano inglese The Guardian ha definito come un valzer per la fine dei tempi.

Il coreografo israeliano di base a Londra, attraverso il suo marchio distintivo ed esilarante, presenta uno spettacolo che combina insieme danza, teatro e musica guardando al passato e aprendo al contempo nuove strade.

Grand Finale è allo stesso tempo comico, cupo e meraviglioso, evoca un mondo in caduta libera, pieno di energia anarchica e commedia violenta. Una danza ai confini del mondo al suono dell’apocalisse, che potrebbe sembrare distopica, ma con il tipico ‘black humour’, firma del coreografo, nasconde un ottimismo leggero e fiducioso. È il talento di Shechter quello di analizzare ed esorcizzare, allo stesso tempo, i demoni del nostro presente.

In ogni spettacolo tento di catturare il senso del tempo presente e di capovolgerlo, di mostrarne l’inverso �“ spiega Shechter -Nelle immagini e nelle sensazioni di Grand Finale riecheggia qualcosa del caos che ci circonda. Noi, in quanto spettatori, non dobbiamo far altro che lasciarci trasportare dalle immagini e dalle emozioni, abbandonarci alla provocazione, al divertimento e dedicarci all’osservazione. La sensazione che tutto stia arrivando alla fine, accompagnata da un senso generale di panico, galleggia intorno a noi. Come se tutto stia andando fuori controllo. Mi incuriosiva questo stato d’animo caotico. Vi è sempre un finire delle cose che ci permette poi di ricostruire e di rimettere i pezzi insieme ma solo per giungere a un nuovo collasso. Questa sensazione di ‘fine’ è, in realtà, infinita e ciclica. Pensando al momento di crisi in cui viviamo, nessuno di noi si sente personalmente responsabile, siamo tutti osservatori. Ma in realtà ognuno è responsabile a suo modo”.

Eseguita da una potente tribù di dieci danzatori accompagnati da sei musicisti, la coreografia si completa della colonna sonora a cura dello stesso Shechter e si mescola al set ricco e spiccatamente teatrale, fatto di elementi mobili di Tom Scutt in questa audace e ambiziosa nuova opera.

“Gestire questi diversi elementi sulla scena, la musica e la danza �“ prosegue - è una vera fonte d’ispirazione per me. I musicisti sono fantastici nel loro essere totalmente aperti alla sperimentazione. Indipendentemente da ciò che accade in scena, non si lasciano prendere dal panico, continuano a suonare e a portare sulla scena amore e armonia. In sala prove abbiamo discusso a lungo sul significato di una rete d’interazioni umane, sul modo in cui siamo tutti connessi e su come le nostre decisioni si influenzino vicendevolmente. Abbiamo lavorato a lungo sulle sequenze di gruppo in cui tutti i danzatori e i musicisti cooperano. La musica sarà per sempre in grado di riunire le persone e credo che questo sia il suo più grande potere. Quanto alla scenografia l’idea era quella di creare un ambiente/universo solido e rigido, ma allo stesso tempo flessibile, come fatto di niente. Tom ha apportato la sua visione rispettando i miei feedback. Desideravo un’esperienza pura, chiara per lo spettatore. Non volevo che lo sguardo fosse catturato da elementiartificiali/tecnici ma che prevalesse l’aspetto onirico”. 

GUARDA IL TRAILER DELLO SPETTACOLO: https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=GRWnv8hgsC8

SCARICA IL COMUNICATO

SCARICA LA FOTO

SCARICA IL PROGRAMMA DI SALA

INFO:

17 - 19 ottobre 2018

Teatro Olimpico
h 21

da € 15 a 40

http://www.hofesh.co.uk/

Contatti Biglietteria: 06 45553050

www.romaeuropa.net

Ufficio Stampa Romaeuropa Festival 2018 -Tel.06-455305014 | email: m.pasquini@romaeuropa.netm.antonaci@romaeuropa.netgdgpress@gmail.com 

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>
Concerti senza musicisti: al via il 27 ottobre il primo festival di musica acusmatica di Roma Tue, 16 Oct 2018 12:38:50 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497110.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/497110.html GDG Press GDG Press PER LA PRIMA VOLTA A ROMA

I GENI DEL NOVECENTO MUSICALE

RIVIVONO CON I MIGLIORI REGISTI DEL SUONO CONTEMPORANEI

De Natura Sonorum

Festival di Musica Acusmatica

27 - 28 ottobre

3 - 4 novembre

2018

Villa Sciarra

Viale delle Mura Gianicolensi, 11 - Roma

Ingresso gratuito

Dall'alto a sinistra: Stockhausen, Xenakis e Parmegiani; Villa Sciarra

Prendete le definizioni canoniche e convenzionali di concerto, orchestra e suono e liberatevene: il 27 e 28 ottobre e il 3 e 4 novembre Roma ospita il suo primo festival di musica Acusmatica, De Natura Sonorum. L'iniziativa, organizzata dall’Associazione Culturale Teatroinscatola, è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2018 promossa da Roma Capitale �“ Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

Dopo aver conquistato New York e la Francia, la “musica per altoparlanti” arriva a Villa Sciarra (splendore architettonico le cui origini sono antecedenti all'epoca romana) con una serie di happenings di musica acusmatica a cura di Federico Placidi e di Giovanni Costantini, direttore del Master in Sonic Arts dell’Università di Tor Vergata.

L’orario scelto è quello del pomeriggio che volge alla sera.

Quelle acusmatiche sono opere musicali composte e sviluppate in studio di post-produzione audio e diffuse in concerto attraverso un numero variabile di altoparlanti, che da asettici strumenti di riproduzione diventano consapevoli protagonisti della proiezione sonora.

L’acusmatica è un genere musicale nato alla fine degli anni Quaranta in Francia. La definizione deriva dal termine “Akusmatikoi” e descrive il suono che si sente senza individuarne la causa, così come accadeva ai discepoli di Pitagora, che dovevano ascoltare i suoi insegnamenti senza vedere il maestro. Il filosofo greco infatti era celato da un velo, restituendo all’udito “la totale responsabilità di una percezione che normalmente si appoggia ad altre testimonianze sensibili”, come scrisse il compositore francese Pierre Schaffer nel suo “Traité des objects musicaux” coniando per la prima volta il termine di Musica Acusmatica. Il velo di Pitagora dunque diventa una metafora dell’altoparlante, che condensa in se stesso tutte le vie percettive dello spettatore, focalizzando ogni sua energia sull'ascolto.

Nessuno strumento dal vivo, ma una regia del suono (sound diffusion) curata da un musicista o compositore che ricrea una sorta di drammaturgia acustica, utilizzando qualunque tipo di materiale sonoro, spostando continuamente il confine tra suono e rumore fino a considerare tutti i suoni esistenti o immaginabili potenzialmente idonei per la creazione artistica. La diffusione delle composizioni avviene attraverso un sistema di “proiezione del suono”.

Tanti e imperdibili i concerti che prenderanno vita tra le mura della storica villa ai piedi del Gianicolo.

Come Kontakte, capolavoro del Maestro Karlheinz Stockhausen, considerato uno dei più grandi compositori del ventesimo secolo e conosciuto per il suo geniale lavoro sulla musica elettronica, sulla musica intuitiva e sulla spazializzazione in musica. Della sua sound diffusion, prevista sabato 27 ottobre, si occuperà il compositore, performer e sound designer Federico PlacidiAd aprire il concerto, un ospite speciale: Maurizio Barbetti, che con la sua viola eseguirà Chant di Jonathan Harvey.

Alle 15 invece il primo dei due seminari in programma: “Musica come scultura: l’arte acusmatica”, a cura del professor Giovanni Costantini, del professor Giorgio Nottoli e del professor Riccardo Santoboni, direttore e docenti del Master in Sonic Arts di Tor Vergata. Un incontro sulla musica acusmatica pensato per introdurre il pubblico al linguaggio e all'ascolto di questo genere musicale, affrontando temi storico-analitici legati alla musica elettronica e acusmatica. Alle 16 è poi la volta della musica curata nella regia del suono da Giovanni Costantini: Mortuos plango, vivos voco di Jonathan Harvey, Traccia sospesa di Giovanni Costantini, Life di Riccardo Santoboni, Ordito polifonico di Giorgio Nottolie Phonurgie di Francis Dhomont.

Domenica 28 ottobre alle 16 Placidi dirigerà invece De Natura Sonorum di Bernard Parmegiani (1927-2013), visionario compositore elettronico e acusmatico francese vincitore, tra gli altri, del Golden Nica Award al Prix Ars Electronica nel 1993.

Il secondo weekend di De Natura Sonorum si focalizza sulla figura di Iannis Xenakis, pioniere dell'uso del computer nell'ambito della "composizione algoritmica" di indole irrequieta e dalla vita turbolenta: rumeno presto trasferitorsi in Grecia, Paese d'origine del genitore, prese parte alla Resistenza contro il nazismo, fu ferito gravemente e perseguitato fino a che rifugiatosi a Parigi, iniziò a studiare composizione, arrivando ai massimi livelli. Suo merito la fondazione del CEMAMu (Centre d'Études de Mathématique et Automatique Musicales), istituto dedicato allo studio dell'applicazione informatica nella musica, dove ha concepito e sviluppato il sistema UPIC, che permette la realizzazione sonora diretta della notazione grafica di forme geometriche. Federico Placidi sabato 3 novembre alle 16 cura la regia del suono di La Légende d’eer dopo aver condotto il secondo seminario in programma, Laboratorio di ascolto sulla musica acusmatica, una guida all'ascolto del concerto. Domenica 4 novembre 2018 alle 16 Xenakis sarà ancora protagonista con Persepolis, la cui regia del suono è curata sempre da Federico Placidi.

Tutti gli eventi si svolgeranno presso Villa Sciarra, nell’area antistante l’Istituto Italiano di Studi Germanici e sono ad ingresso libero. In caso di pioggia gli eventi si svolgeranno presso Teatroinscatola, Lungotevere Artigiani, n 12.

Per informazioni 3405573255, info@teatroinscatola.it , www.teatroinscatola.it

Programma

INGRESSO GRATUITO A TUTTI GLI EVENTI

Sabato 27 ottobre 2018

ore 15

Musica come scultura: l’arte acusmatica

Seminario a cura di Giovanni Costantini, Giorgio Nottoli, Riccardo Santoboni

ore 16

concerto:

Jonathan Harvey - Mortuos plango, vivos voco

Giovanni Costantini - Traccia sospesa

Riccardo Santoboni - Life

Giorgio Nottoli - Ordito polifonico

Francis Dhomont - Phonurgie

Regia del suono a cura di Giovanni Costantini

ore 17

J. Harvey - Chant

Maurizio Barbetti viola

concerto:

Karlheinz Stockhausen �“ Kontakte

Regia del suono a cura di Federico Placidi

Domenica 28 ottobre 2018

ore 16

concerto

Bernard Parmegiani �“ De Natura Sonorum

Regia del suono a cura di Federico Placidi

Sabato 3 novembre 2018

ore 15

Laboratorio d’ascolto di musica acusmatica a cura di Federico Placidi: Iannis Xenakis - La Légende d’eer

ore 16

concerto

Iannis Xenakis - La Légende d’eer

Regia del suono a cura di Federico Placidi

Domenica 4 novembre 2018

ore 16

concerto Iannis Xenakis �“ Persepolis. Regia del suono a cura di Federico Placidi

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA LA FOTO

Info:

www.teatroinscatola.it

info@teatroinscatola.it

Tel. 340 5573255

Ufficio Stampa

GDG Press

Giulia Di Giovanni - mob: +393341949036; mail: giulia.digiovanni@gdgpress.com

Alessandro Gambino - mob: +393208366055; mail: alessandro@gdgpress.com

Michela Rossetti - mob: +393479951730; mail: rossetti.michela@libero.it

Giulia Zanichelli - mob: +393401808965; mail: gdgpress@gmail.com

Se non desideri ricevere comunicazioni di questo tipo in futuro puoi disiscriverti cliccando qui

]]>