C.S.: ZNORT 2015 presenta: Tre Allegri Ragazzi Morti in concerto / Sab. 2 maggio / MercatiGenerali / Catania

Znort 2015Centro Zo, MercatiGenerali e Ame Tel. 095 43 57 64 Centro Zo, MercatiGenerali e AME presentano per la rassegna ZNORT 2015: sabato 2 maggio, h. 22.30, Tre Allegri Ragazzi Morti in concerto @MercatiGenerali Dalla sinergia di tre storiche organizzazioni musicali siciliane, Centro Zo/Mercati Generali/Associazione Musicale Etnea, nasce la prima edizione della rassegna ZNORT.

Persone Alessandro Baronciani, Lorena de Bernardis, Elena Veneruz, Giulia Sgrò, Elisa Santarossa, Giulio Frausin, Andrea Maglia, Fela Kuti, Paolo Baldini, Luca Masseroni, Enrico Molteni, Davide Toffolo, Tre Allegri Ragazzi Morti
Luoghi Friuli
Organizzazioni ufficiale della band, Schutzstaffel
Argomenti music, composition

21/apr/2015 13:35:02 Mercati Generali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Znort 2015
Centro Zo, MercatiGenerali e Ame
Tel. 095 43 57 64

 

Centro Zo, MercatiGenerali e AME  presentano per la rassegna ZNORT 2015: sabato 2 maggio, h. 22.30, Tre Allegri Ragazzi Morti in concerto @MercatiGenerali

 

 

Dalla sinergia di tre storiche organizzazioni musicali siciliane, Centro Zo/Mercati Generali/Associazione Musicale Etnea, nasce la prima edizione della rassegna ZNORT. La rassegna si concluderà l'8 maggio 2015, mischiando indie rock, blues stravolto, cantautorato, noise ed elettronica.

 

 

 

Sabato 2 maggio 2015, h. 23
Rassegna ZNORT 2015 - Centro Zo, MercatiGenerali e Ame, presentano:
Tre Allegri Ragazzi Morti live
Unplugged tour 2015
@MercatiGenerali, SS 417 – km 69 - Catania

La vita lontana da ogni cliché. Tre Allegri Ragazzi Morti si sono formati nel 1994 a Pordenone, in Friuli. Il trio, composto da Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni, ha all'attivo numerose incisioni. I tre hanno deciso di non donare la propria immagine ai media e di riconoscersi nella matita di Davide Toffolo, popolare disegnatore di fumetti. Davanti all'obiettivo fotografico il gruppo si nasconde dietro a maschere a forma di teschio, divenute il simbolo dell'immaginario evocato dai testi e soprattutto dagli intensi concerti. Dal 2000 il gruppo è indipendente e a capo dell'etichetta discografica "La Tempesta".

Nel giardino dei fantasmi segna il ritorno discografico di Tre allegri ragazzi morti. È il settimo album ufficiale della band di Pordenone e segue il fortunato Primitivi del futuro del 2010. Nel giardino dei fantasmi è stato registrato da marzo a settembre del 2012 all'Alambic Studio di Valvasone, Pordenone, per la produzione di Paolo Baldini. Dove sarà approdato il sound del trio dopo la virata reggae-dub del precedente lavoro?

La risposta è distribuita in undici nuove canzoni. A detta degli stessi allegri ragazzi morti, continua il viaggio dentro la musica. Il produttore Paolo Baldini ha infatti organizzato un orizzonte sonoro inedito per il trio. È un disco folk, o etnico, così lo definiscono i ragazzi morti stessi. Un disco etnico, ma di un'etnia immaginaria. Il risultato si avvicina in qualche modo alla ritmica dei Violent Femmes (il loro celebre primo album è stato uno dei riferimenti di partenza), ma anche ad un certo tipo di Fela Kuti. I segreti dello Space Echo si fondono con le chitarre naïf di Toffolo, le architetture della musica caraibica si vestono con i giri blues imparati ascoltando innumerevoli dischi africani. Inevitabile l'influenza di un certo tipo di cantautorato italiano, non associabile

alla cosiddetta musica leggera.

Suonato da Tre allegri ragazzi morti, quindi Luca Masseroni alla batteria e percussioni, Enrico Molteni al basso elettrico e acustico e Davide Toffolo alle chitarre elettriche e acustiche, oltre che alla voce. Il nuovo disco offre anche un approccio a strumenti non ancora frequentati dal trio, come il mandolino, l'ukulele, il balafon, i cucchiai ed il cajon. Alcune chitarre sono state suonate da Andrea Maglia (che seguirà il trio dal

vivo), Giulio Frausin (Mellow Mood e The Sleeping Tree) e dallo stesso Baldini. I gemelli Garzia (sempre Mellow Mood) si sono prestati a numerosi cori. Presente in vari episodi anche il coro I Fantasmi, composto da Mimina di Muro, Elisa Santarossa, Giulia Sgrò, Elena Veneruz e Lorena de Bernardis.

Il concept grafico è frutto del lavoro di Davide Toffolo ai disegni, Alessandro Baronciani alla grafica, Sterven Jonger alla fotografia e Canedicoda ai costumi. Qualcosa sulle canzoni o sui fantasmi raccontati nelle canzoni, come preferite. Non troverete risposte o retorica in queste tracce, semmai domande e ritratti. Ritratti di quei fantasmi che occupano la nostra cronaca personale ma anche la nostra fantasia.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl