"Spazio FLIC presenta" dal 23 maggio un viaggio nel circo contemporaneo con 7 appuntamenti e 4 creazioni diverse

22/mag/2018 10:52:44 LP Press Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gentilissime/i, invio le informazioni sulla rassegna "Spazio FLIC presenta" che chiude questa stagione di spettacoli a Torino della FLIC Scuola di Circo e che mette al centro i suoi allievi impegnati in creazioni professionali.  Grazie dell'attenzione e buon lavoro.  Gigi Piga  3480420650


COMUNICATO STAMPA

“Spazio FLIC presenta”
Un viaggio nel circo contemporaneo

Rassegna a cura della FLIC Scuola di Circo di Torino

dal 23 maggio al 21 giugno 2018
Spazio FLIC, via Niccolò Paganini 0/200, Torino
BIGLIETTI: intero 10 euro – ridotto 5 euro
Promozione: gruppi da 5 persone biglietto a 5,00 € cadauno
Prenotazioni allo 011 530217 o scrivendo a booking@flicscuolacirco.it


www.flicscuolacirco.it  |  www.realeginnastica.it   |   www.facebook.com/FLIC.Scuola.di.Circo

Sette appuntamenti di circo contemporaneo per una rassegna che mette al centro gli 83 allievi della scuola di circo di Torino, provenienti da 20 nazioni diverse, dando loro l’ennesima occasione per mettere in pratica quanto imparato attraverso creazioni professionali che gli permettono di sperimentare in maniera approfondita le tre fasi in cui si articola uno spettacolo: la ricerca, la creazione e il montaggio.
Molti allievi del secondo anno sono già stati ammessi ad alcune delle principali università di circo contemporaneo internazionali e gli spettacoli vengono presentati nel moderno Spazio FLIC.




Dal 23 maggio al 21 giugno 2018 si svolge “Spazio FLIC presenta”, rassegna ideata ed organizzata dalla FLIC Scuola di Circo della Reale Società Ginnastica di Torino e dedicata totalmente ai suoi numerosi allievi, alla loro preparazione artistica professionale e alla loro relazione con il palcoscenico e con il pubblico.
“Spazio FLIC presenta…” viene organizzata in collaborazione con l’associazione Variante Bunker Sport, con i patrocini della Città di Torino e della Circoscrizione 6, con il sostegno della Regione Piemonte e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo in quanto parte del progetto “Prospettiva Circo”.

La rassegna propone 7 appuntamenti di circo contemporaneo con 4 creazioni messe in scena nello Spazio FLIC, luogo di allenamento e professionale sala spettacolo ricavati all’interno di un ex hangar industriale del periferico quartiere Barriera di Milano. Un luogo che è allo stesso tempo creativo, performativo e divulgativo per una ricerca artistica sul “nuovo circo” più che mai viva nell’ambiente della FLIC.

Una rassegna che mette al centro gli allievi della FLIC, 83 talentuosi ragazzi e ragazze provenienti per il 60% dall’estero e da 19 nazioni diverse, attraverso la presentazione di creazioni professionali dirette da registi di esperienza come Roberto Magro, il direttore artistico della FLIC Francesco Sgrò ed i docenti Stevie Boyd e Riccardo Massidda.
I risultati del complesso progetto pedagogico della FLIC vengono sintetizzati in queste creazioni che si pongono l’obiettivo di fornire agli allievi l’opportunità di fare un’esperienza il più possibile completa, che gli permetta di sperimentare in maniera professionale le tre fasi in cui si articola uno spettacolo circense: la ricerca, la creazione e il montaggio.
Un periodo intenso dedicato a creazioni in cui i giovani talenti possono mettere in gioco tutto il bagaglio acquisito e lavorare con professionisti del settore quali registi, coreografi, light designer, costumisti, musicisti e compositori, scenografi, tecnici del suono, rigger e organizzatori.

“ALEA”, IL PRIMO SPETTACOLO  DEL 23 E 24 MAGGIO
“Spazio FLIC presenta” comincia nelle serate del 23 e 24 maggio con “Alea”, spettacolo con i 23 allievi del secondo anno di corso del biennio professionale diretti da Roberto Magro, artista, regista e docente di grande esperienza che ha sviluppato un innovativo e rinomato metodo di insegnamento sull’attore di circo come mezzo d’espressione, sviluppato in maniera importante alla FLIC tra il 2006 ed il 2013 e poi in altri importanti centri di formazione e con diverse compagnie artistiche.
L'imprevisto e la trasformazione costante degli eventi scenici saranno gli ingredienti principali di questa creazione ispirata al surrealismo. Luis Bunuel e le sue opere sono la fonte d’ispirazione per la costruzione di un'estetica in cui lo spettatore è il vero regista dello spettacolo, invitato fin dall'inizio al gioco dell'immaginazione e dell'associazione. Parafrasando una celebre frase di Breton,  “Alea” è uno spettacolo da vedere con gli occhi chiusi...

GLI ALTRI SPETTACOLI

Il 31 maggio viene presentato “Identities”, spettacolo con regia di Stevie Boyd e con in scena gli allievi iscritti al corso “Mise à Niveau”, l’anno propedeutico che fornisce solide basi tecnico-artistiche necessarie ad affrontare al meglio un percorso formativo professionale di circo contemporaneo.
Il 6 e 7 giugno è la volta di “Caterinca”, spettacolo con in scena gli allievi del primo anno e la regia di Riccardo Massidda. Un importante traguardo per questi ragazzi ai quali viene richiesto, come obiettivo finale della stagione, di sapersi relazionare con i compagni, con lo spazio circostante e con il pubblico, dove “relazionarsi” significa poter scambiare emozioni.
Il 20 e 21 giugno tocca a “00 / 01 (sinfonia dell’unità)”, spettacolo con in scena gli allievi del “Terzo anno di Ricerca Artistica Individuale” diretti da Francesco Sgrò, direttore artistico della FLIC. L’obiettivo del lavoro è quello di riuscire ad integrare il patrimonio artistico già in possesso di questi allievi attraverso la tecnica circense che sono riusciti ad apprendere in un anno intensivo di studio alla FLIC.
 


LA FLIC, GLI ALLIEVI ED IL PROGRAMMA FORMATIVO

La FLIC è stata fondata nel 2002 dalla Reale Società Ginnastica di Torino ed è diventata in pochi anni una delle scuole più rinomate d’Europa dal punto di vista didattico ma anche artistico e culturale.
Ad oggi ha formato oltre 300 allievi, il 90% dei quali lavora nell’ambito del circo contemporaneo e dello spettacolo dal vivo in genere con alcuni che fanno parte di grandi compagnie tra le quali Cirque du Soleil, Compagnie du Hanneton di James Thierre,  No Fit State Circus ed altre.

Gli allievi di questa stagione della FLIC sono 83 ragazzi e ragazze con età comprese tra i 18 e i 26 anni e provengono per il 60% dall’estero e da 19 diverse nazioni, di cui più della metà da paesi extra-europei, grazie all’importante valenza internazionale assunta dal centro di formazione torinese. Oltre che da numerose regioni d’Italia, gli allievi provengono da Argentina, Belgio, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Francia, Germania, Inghilterra, Israele, Lituania, Messico, Paraguay, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.
Un indice della qualità del lavoro svolto dalla FLIC e dato dall’elevato numero di allievi che ogni anno, al termine del biennio professionale, supera le audizioni per continuare la propria formazione nelle migliori università internazionali di circo contemporaneo e danza: l’École de cirque de Québec in Canada, il CNAC - Centre national des arts du cirque di Châlons-en-Champagne, la Académie Fratellini di Parigi e Le Lido - centre des arts du cirque de Toulouse in Francia, la Doch - University of Dance and Circus di Stoccolma,  l’ESAC - Ecole Supérieure des Arts du Cirque di Bruxelles, e la SEAD - Salzburg Experimental Academy of Dance.
Le audizioni di molti di questi centri sono attualmente in svolgimento e sino ad ora 5 allievi della FLIC sono stati ammessi al CNAC, 3 alla Fratellini e uno in Québec. Nella scorsa stagione (2016-2017) 11 su 23 allievi sono stati selezionati per proseguire la formazione in queste università.

Il programma di studi del “Corso Biennale di Formazione per l’Artista di Circo Contemporaneo” mira a dare all’allievo una solida formazione sulle materie fondamentali del circo contemporaneo per poi determinare la propria specializzazione e una formazione di base sulle nozioni teoriche che contribuiscono a rendere completa la figura dell’artista. Il Corso si sviluppa in un periodo di due anni, in più di 3000 ore di lezione, ed è basato su un piano di studi consolidato che prevede sette ore di lezione quotidiane, dal lunedì al venerdì a frequenza obbligatoria. Una parte importante del corso è costituita da stage intensivi di specializzazione della durata di una settimana ognuno, non solo sulle discipline circensi ma anche sulla danza nelle sue forme più contemporanee, sulla recitazione e sulla musica, che vengono periodicamente realizzati con insegnanti altamente qualificati.
Tutti gli allievi hanno anche la possibilità di cimentarsi periodicamente grazie ai “Circo in Pillole”, la rassegna tirocinio organizzata per permettere di sviluppare ed allenare la relazione con il pubblico e con il palcoscenico.
Durante il biennio la FLIC dà inoltre la possibilità agli allievi di partecipare a grandi eventi e di entrare nei cast di importanti spettacoli organizzati direttamente dalla Scuola o in collaborazioni con prestigiosi teatri, fondazioni, registi e professionisti dello spettacolo dal vivo.
In aggiunta al consolidato “Corso Biennale” e al “Terzo anno di Ricerca Artistica Individuale”, dedicato alla realizzazione del proprio progetto artistico, da tre stagioni è stato anche aggiunto l’anno propedeutico chiamato “Mise à Niveau”, dedicato alla preparazione tecnico artistica di ragazzi non ancora pronti per affrontare al meglio un percorso formativo professionale.

Ufficio stampa Lp Press
Gigi Piga
cell. 3480420650
email. luigipiga@lp-press.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl