Papa Francesco I

14/mar/2013 12:15:01 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Testo di Luca Pagni, Roma 14 marzo 2013

Eletto Papa Francesco I
Il Card. Jorge Mario Bergoglio è di umili origini italiane.

Ieri 13 marzo 2013 alle ore 19,06 al V scrutinio del Conclave,
il mondo ha tirato un sospiro di sollievo con una fumata bianca
che nessuno prevedeva potesse arrivare così presto.

Habemus Papam, il Card. Jorge Mario Bergoglio, finora Arcivescovo di Buenos Aires.
nato a Buenos Aires il 17 dicembre 1936, da una famiglia di origine piemontese,
Mario, impiegato ferroviere e Regina Sivori, casalinga, genitori di cinque figli.
Ha studiato e si è diplomato come tecnico chimico,
ma poi ha scelto il sacerdozio ed è entrato nel seminario di Villa Devoto.
L'11 marzo 1958 è passato al noviziato della Compagnia di Gesù,
ed il 13 marzo 2013 è stato eletto Papa scegliendo il nome di Francesco.

Ad annunciarlo il cardinale protodiacono Jean-Louis Tauran dalla Loggia centrale della Basilica di San Pietro.
E'la prima volta nella storia bimillenaria della Chiesa che un Papa assume il nome di francesco.
E'il primo gesuita ad essere eletto Papa.

Papa Francesco I ha un volto fraterno che rimanda all'immagine di Papa Paolo VI
ma che è capace di chiedere al popolo dei fedeli la cortesia di pregare per lui...

Buonasera, ci vediamo presto, vengo dalla fine del mondo, domani andrò a pregare la Madonna...

E stamane nella Basilica Romana di S. Maria Maggiore
ha chiesto ai confessori la misericordia per le anime
ed uscendo da un portone laterale eludendo la stampa e salutando alcuni studenti.

Non è escluso che durante la visita che presto farà alla Villa Pontificia di Castel Gandolfo,
Papa Francesco I possa incontrare il Papa Emerito Benedetto XVI,
per il quale ieri sera ha chiesto a tutti di rivolgere un saluto ed una preghiera.

Sarà un conservatore ed un rivoluzionario allo stesso tempo,
che riporta la Chiesa alle origini scegliendo il nome di Francesco
per servire nella Chiesa, raccogliendo tutti i doni, i carismi che il Signore dona,
per costruire la Chiesa e per annunciare il Vangelo.

San Francesco d'Assisi fu prima mercante, soldato, uomo di mondo e peccatore,
per poi convertìrsi alla Fede arrivando a chiedere alla Chiesa di rinunciare a ricchezze e privilegi
per dare amore e carità ai poveri, e per aiutare i lavoratori e le famiglie.

Il presidente emerito dei vescovi italiani, Camillo Ruini, sottolinea come
la scelta del nome Francesco "mi sembra sia coraggiosa e piena di significato
perche' San Francesco è forse il Santo che piu' si avvicina a Gesù
e che insieme a san Domenico ha saputo dar vita alla più grande riforma riuscita nella Chiesa,
senza rompere l'unità della Chiesa, che ha sempre bisogno di riforma e di rinnovamento.
Oggi questo bisogno sembra particolarmente grande ma lasciamo al nuovo Papa di fare scelte
che lo Spirito Santo suggerirà alla sua intelligenza e al suo cuore".

Il Card. Jorge Mario Bergoglio ha avuto una fidanzata, si cucinava da solo,
viaggiava sui mezzi pubblici, amava il tango argentino e tifava per la squadra del San Lorenzo.
E' quanto emerge dal libro-intervista “Il gesuita” pubblicato nel 2010
dai giornalisti, Francesca Ambrogetti e Sergio Rubin,

Francesco I sarà un Papa che non farà sconti a nessuno sulla dottrina della fede
e che allo stesso tempo saprà parlare con gli ultimi e con la politica
come ha già fatto per lungo tempo a Buenos Aires da prete di frontiera
battendosi contro lo sfruttamento dei poveri e l'aborto generalizzato,
avviando anche un piano caritativo che sarà attivo fino al 2016.

Potrebbe dunque fare istanza di una Chiesa più povera e caritatevole
con uno snellimento strutture della Chiesa a partire dallo IOR
che potrebbe non essere indispensabile.

Da prete politico negli anni'70 ha vissuto la dittatura di Fidel Castro,
fu contro il terrorismo e le BR argentine, e spronò un domanda di perdono
da parte della Chiesa per gli errori commessi in passato.

In questo Papa Francesco I potrebbe continuare i lavori di Papa Giovanni Paolo II
che lo ha eletto Cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 2001.

Ad onor del vero segnaliamo che il giornalista argentino Horacio Verbitsky
nel libro "L'isola del silenzio. Il ruolo della Chiesa nella dittatura argentina"
prova a documentare come Jorge Mario Bergoglio sia stato accusato di collusione
con la dittatura argentina guidata da Jorge Rafael Videla
che durante la Guerra Sporca sterminò migliaia di persone.

Nel 2005 il Card.Jorge Mario Bergoglio provò "Pudore, vergogna"
quando si pensò che potesse essere eletto Papa,
ma non raccolse i voti ed i consensi necessari...

Forse Nanni Moretti aveva visto lungo, nel suo film Habemus Papam...

Ieri sera è stato riattivato l'account Twitter @Pontifex,
con i cinguettii attribuiti a Papa Benedetto XVI,
ed il gabbiano, simbolo di S.Ambrogio, è volato via...
lasciando a becco asciutto anche la C.E.I.
che aveva indirizzato i propri auguri al Card. Angelo Scola.

Il direttore della Sala Stampa vaticana
ha tenuto un nuovo briefing con i giornalisti dopo l'elezione di Papa Francesco I
dando i primi appuntamenti del nuovo Pontefice:

Oggi la visita a Santa Maria Maggiore in forma privata,
e poi la Messa nella Cappella Sistina con i Cardinali alle 17.

Domani, venerdì 15 marzo alle ore 11 in Clementina,
si terrà l'udienza di tutti i cardinali, elettori e non elettori.

Sabato 16 marzo alle 11, udienza in Aula Paolo VI
per gli operatori delle comunicazioni sociali e giornalisti.

Domenica 17 marzo ci sarà l’Angelus, come abituale, dalla finestra.

Martedì 19 marzo alle ore 9.30 la Messa di inaugurazione del Pontificato".

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl