18/mar/2013 12:35:01 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"Chi e come darà priorità al lavoro?"
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.


Testo di Luca Pagni


Domani, martedì 19 marzo 2013, alle ore 9,30,
si terra' a Roma il convegno
"Chi e come darà priorità al lavoro?".

Si tratta del terzo appuntamento nazionale
organizzato da Koinè,
associazione per la dignità del lavoro
creata da Giorgio Benvenuto, Pierre Carniti,
Carlo Ghezzi e Raffaele Morese.

L'evento si terrà presso il Cnel nella Sala del Parlamentino,
in viale David Lubin 2 a Roma.

La relazione introduttiva di Giuliano Amato
"Costruire l'Europa politica del lavoro"
sarà discussa da Franco Frattini, Raffaele Bonanni,
Luigi Abete e Loretta Napoleoni.

Nella seconda parte dell'incontro
le relazioni di Aldo Bonomi sulle politiche industriali
e Carlo dell'Aringa sul mercato del lavoro,
saranno discusse da Luigi Angeletti, Mario Baldassarri, Danilo Barbi,
Stefano Fassina, Claudia Fiaschi, Ivan Lo Bello, Riccardo Monti,
Carlo Marignani.

Coordinano Giorgio Benvenuto e Carlo Ghezzi.

Le conclusioni dei lavori è affidata a Pierre Carniti.

"Il lavoro è e rimane la drammatica priorità del nostro paese.
La questione rischia tuttavia di essere messa fuori campo dalla grave crisi di r
appresentanza politica che è emersa dalle recenti elezioni"

Questo è quanto afferma Raffaele Morese, Presidente di Koinè
che aprirà i lavori del convegno
"Chi e come darà priorità al lavoro?".

A Lui ed a tutti i relatori auguriamo che la discussione possa portare ad una po
litica attiva, capace di dare lavoro a tutti,
riflettendo che disoccupati e cittadini da tutelare,
non sono solo i giovani under 39 ma anche gli Over 40 che dopo aver perso il lav
oro non hanno l'ammortizzatore sociale naturale che è la famiglia di origine, ma
si trovano in difficoltà con il mutuo della casa e con il mantenimento della fa
miglia che hanno formato e che non possono più sostenere perché un'azienda è fal
lita e nessun'altra li assume perché non incentivati dalla legislazione vigente,
che prevede sgravi fiscali solo per chi assume under 39 ed over 60.

Le associazioni "Lavoro over 40" e "50 e più" si sono distinte per l'opera di se
nsibilizzazione promossa verso politici e giornalisti durante l'ultima campagna
elettorale, che ha visto volare molte promesse, che auspichiamo possano essere m
antenute, con politiche attive e di sostegno al reddito, ma anche di incentivazi
one delle imprese ad assumere ed a lavorare, facendo muovere quel danaro che è i
l pimo vero motore di ogni economia.

Citando la Costituzione della Repubblica Italiana:

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le c
ondizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la pro
pria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o sp
irituale della società.

Maggiori informazioni sul convegno nel sito:
http://www.e-koine.com/


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl