Ottimizzare i costi di gestione di un impianto di riscaldamento

16/nov/2013 06:06:06 Seo Guru Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

I costi per un impianto di riscaldamento non sono certo uno scherzo, ma sono necessari per garantire affidabilità e sicurezza nel tempo. Così come si ottiene il rendimento acquistando un appartamento solo ad anni di distanza, anche l'impianto di riscaldamento (soprattutto in chiave ecologica) rende dopo un certo periodo.

 

Sicuramente, parte dei costi iniziali si recuperano con un risparmio in bolletta: aver isolato termicamente l'appartamento e aver creato una struttura che riscalda senza l'uso delle corrente elettrica mostra sin dalla prima bolletta la differenza di prezzo.

 

La parte più consistente delle spese si recupera, però, una volta rivenduto l'immobile. Se chiedete un mutuo per un appartamento che ha un impianto di riscaldamento da rifare, una volta risolto il problema impianto, la vostra casa varrà di più.

 

Un valore aggiunto che servirà sia a ripagarvi dalle vostre spese, sia per darvi una somma di denaro in più per trovare un nuovo appartamento, rifacendovi così del vostro investimento iniziale.

 

Spesso, per guadagnare e rientrare dai costi di un impianto di riscaldamento, basta un po' di attenzione: avere un controllo capillare sull'impianto, mantenendone la tenuta nel tempo e avendo cura di sottoporlo a revisione periodica e al relativo aggiornamento del Bollino Blu della caldaia. Conservare a portata di mano i documenti che garantiscono i pezzi utilizzati, per evitare imprevisti. Per non parlare della possibilità di detrarre le spese se il vostro impianto è ecologico.

 

Quanto tempo ci vuole per rientrare nell'investimento? Un impianto di riscaldamento rende dopo 5 anni, praticamente quando finite di pagare il prestito che avete utilizzato per la realizzazione dell'impianto stesso. Ovviamente, in questi cinque anni avrete già le bollette più leggere.

 

I finanziamenti per un impianto di riscaldamento sono disponibili in tutte le filiali, ma è importante tenere sempre a portata di mano i preventivi del lavoro svolto, anche per tenere sotto controllo i costi dell'impianto stesso.

 

I preventivi saranno utili successivamente anche per chiedere le detrazioni previste dalla legge per quest'anno. Se ci saranno riparazioni da fare, i preventivi serviranno alla ditta che si occupa della riparazione per sostituire eventuali pezzi in garanzia e per capire subito qual è il problema dell'impianto.

 

Cercate di conservare il preventivo quando lo avete: un motivo in più sono le due aliquote diverse per l'IVA. Il costo di manodopera ha una tassazione ridotta, mentre i materiali si pagano con l'IVA del 21%.

 

L'impianto di riscaldamento resta un modo unico e speciale per prendervi cura sia della vostra casa che della vostra famiglia: utilizzarlo e costruirlo a norma è un vantaggio che va oltre il semplice valore economico.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl