Su Energie Sensibili il decalogo per risparmiare energia in cucina

25/ott/2013 12:10:07 Diesis Group Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il quotidiano online www.energiesensibili.it dedica questa settimana uno speciale all’efficienza energetica ai fornelli. Sette articoli con consigli utili per contenere i costi in bolletta, come i metodi di cottura che permettono di ridurre gli sprechi.

E’ online su Energie Sensibili l’approfondimento nella sezione “Efficienza a casa tua” su come risparmiare energia in cucina: consigli per ridurre gli sprechi, utilizzando al meglio gli elettrodomestici, e semplici strategie per una gestione domestica ecosostenibile. C’è anche un articolo su come fare il compost a domicilio e tutti i segreti per curare il proprio orto domestico.

Lo speciale completo è disponibile al link: http://www.energiesensibili.it/it/dal_piano_cottura_al_microonde_lefficienza_energetica_in_cuc/

Queste alcune buone pratiche indicate da Energie Sensibili per cuochi e cuoche di casa:

La pentola a pressione: per risparmiare energia questo è il metodo di cottura da preferire, anche per dimezzare i tempi.

I coperchi: ricordate di utilizzare sempre dei coperchi mentre cucinate, perché evitano la dispersione di calore.

Le proporzioni: scegliete sempre pentole proporzionate ai fornelli, così da mantenere il calore sotto la padella e permettere una migliore cottura del cibo.

L’acqua: pochi sanno che è consigliato lasciare l’acqua della pasta nella pentola per qualche minuto prima di accendere il fuoco. L’acqua bollirà prima perché, avendo assorbito il calore dell’ambiente, partirà da una temperatura più alta.

Meno elettrodomestici: impiegate arnesi manuali per tagliare la verdura o la carne piuttosto che moderni macchinari che consumano troppa energia.

Sì alle pentole in rame: questo materiale è in genere molto usato nelle preparazioni pasticcere, ma è ottimo anche per la cottura di tutto quello che richiede precise temperature e cotture medie, come risotti e polente. Consente un notevole risparmio energetico perché dotato di eccellente conduttibilità del calore, resistendo agli sbalzi termici.

Non buttate via l’acqua di scolatura: prima di servire la pasta o il riso che avete a tavola, conservate l’acqua di cottura. Questa è infatti eccezionale per lavare poi i piatti perché in essa vi è disciolta una grande quantità di amido, che è un ottimo sgrassante. Meglio se è ancora calda. Per le stoviglie più incrostate e unte si può invece utilizzare il limone, che serve anche a togliere i cattivi odori. In questo modo si può far a meno dei detersivi.

Attenzione al forno: non aspettate che il cibo sia completamente cotto per spegnere il forno. Fatelo un po’ prima, così si può sfruttare il calore residuo ed evitare lo spreco di altra energia.

Via le luci superflue: quelle posizionate sopra i fornelli non sono nella maggior parte dei casi dotate di lampadine a risparmio energetico. Cercate di tenerle spente quanto più è possibile.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl