Pietro Lucchese, contro la crisi riposizionare il brand con il Green

02/feb/2015 12:00:44 GruppoRem Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’universo della comunicazione oggi è mutato in funzione delle nuove esigenze dei mercati e dell’avvento delle nuove tecnologie legate al web. Gli scenari del cambiamento vanno sempre più verso una comunicazione globale che trascende spesso l’advertising tradizionale grazie ai nuovi strumenti di comunicazione interattiva: PR digitali, social, blog, video virali. Intervista a Pietro Lucchese, Ceo del Gruppo Rem, agenzia specializzata in green communication: “Abbiamo aiutato aziende italiane di primo livello a riposizionare in terminigreen il loro brand, aprendo loro nuove opportunità di mercato, perché la crisi può essere anche un’opportunità”.

La crisi è crisi. Ma per qualcuno è un’opportunità. Intervista a Pietro Lucchese, Ceo delGruppo Rem di Udine, agenzia di comunicazione insignita del riconoscimento speciale ‘Formiche’, inserito nel premio nazionale Aretè 2012 alla Comunicazione Responsabile, promosso da Nuvolaverde con Confindustria e in collaborazione con Abi.

Il Gruppo Rem negli ultimi anni ha mostrato una sorprendente vitalità conquistando una leadership nel settore della Green Communication.

Pietro Lucchese, presidente e ceo Gruppo Rem

Perché ancora tante resistenze al cambiamento?

L’universo della comunicazione oggi è mutato in funzione delle nuove esigenze dei mercati e dell’avvento delle nuove tecnologie legate al web. Il termine “pubblicità” si riferisce ad una delle tante applicazioni di un sistema ben più complesso ed articolato. Gli scenari del cambiamento vanno sempre più verso una comunicazione globale che abbraccia, e spesso trascende, l’advertising tradizionale grazie ai nuovi strumenti di comunicazione interattiva: PR digitali, social, blog, video virali. Non solo: le trasformazioni sociali, economiche e culturali planetarie impongono lo sviluppo di una nuova consapevolezza applicata ai modelli organizzativi ed alle relazioni.

La sua agenzia, il Gruppo Rem, appare da alcuni anni in netta controtendenza rispetto ad analoghi competitors. Di chi è il merito, e qual è il segreto di questo trend?

Configurazione medio-grande, propensione al cambiamento e all’innovazione, team altamente qualificato e flessibile sono gli asset ci hanno consentito di crescere e mutare con i continui cambiamenti della società. Siamo sul campo dal ‘97, abbiamo metodo, un approccio preciso e una tradizione culturale forte: un mix di anima mediterranea e rigore mitteleuropeo. Siamo pragmatici: lavoriamo sugli obiettivi e sui risultati. Per consentire ai nostri clienti di ottenere i loro desiderata alimentiamo continuamente, come in una fornace, nuovi focus‐group interni per concepire innovative strategie di comunicazione integrata. Non solo: non esitiamo un solo secondo persino a ristrutturare velocemente l’architettura organizzativa e di pensiero della nostra Impresa per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Parliamo adesso di una vostra peculiarità, l’expertise nella Green Communication. E’ una moda, una bolla? E come nasce questo vostro percorso?

Siamo sulla scena ormai da un tempo lunghissimo e lontanissimo in questo settore. Nel corso degli anni abbiamo acquisito aziende italiane di primo livello. Abbiamo aiutato queste aziende a riposizionare in termini “green” il loro brand, aprendo loro nuove opportunità di mercato. E’ stato ed è un processo incredibile, non semplice da gestire…

Prima parte…

FONTE: Gruppo Rem

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl