KEY4PAPERLESS 2015 – Cambiano le regole e lo scenario diventa irreversibilmente Europeo

21/apr/2015 17:26:50 Sangalli M&C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

La digitalizzazione a marchio UE come via per uscire dalla crisi

MILANO 29 APRILE | ROMA 21 MAGGIO

Milano, aprile 2015 – Il passaggio dalla carta al digitale offre numerose opportunità di business per l’Italia. I numeri dell'economia digitale parlano chiaro: 700mila nuovi posti di lavoro in 15 anni, un contributo alla crescita del PIL nazionale pari a circa il 4%: un giro di affari stimato che quest’anno supererà i 60 miliardi di euro, di cui a beneficiarne sarebbero soprattutto piccole e medie imprese. E le opportunità si moltiplicano se guardiamo oltre l’Italia, con la digitalizzazione a marchio UE.

Europa e digitalizzazione sono, infatti, gli elementi che caratterizzeranno la crescita del prossimo quinquennio, fino al raggiungimento degli obiettivi di Europa 2020. L’impesa digitale Europea è sempre più vicina.
Il 2016, in particolare, sarà l’anno del passaggio definitivo del testimone fra Europa e Stati Membri, previsto dal Regolamento EIDAS - Electronic Identification and Signature - che stabilisce le condizioni per il riconoscimento reciproco in ambito di identificazione elettronica e le regole comuni per firme elettroniche, autenticazione web e relativi servizi fiduciari (trust services) per le transazioni elettroniche.

Il regolamento Eidas rappresenta il tassello mancante per l’impresa digitale europea al fine di garantire ed estendere il regime transfrontaliero previsto per merci e persone anche ai documenti, attraverso procedure comuni di scambio e validazione elettronica.

Giovanni Manca, Esperto di digitalizzazione documentale nelle PA e sicurezza ICT, dichiara: “La digitalizzazione a marchio UE può rappresentare la via per uscire dalla crisi. L’interoperabilità di un mercato ora formato da 28 Paesi, con regole comuni e sicurezza di azione abiliterà le imprese ad un vantaggio competitivo non concesso prima. L’Italia, in questo senso, con una normativa moderna ed evoluta, può dirsi più avvantaggiata di molti Paesi del G20, come Francia o Germania. Flessibilità, velocità e interoperabilità sono le parole chiave per uscire dalla crisi attraverso l’impresa digitale europea”.

KEY4PAPERLESS con l’intervento speciale di 4 aziende specializzate nell’ambito della dematerializzazione, approfondirà lo scenario e gli strumenti operativi per affrontarlo, al fine di poter cogliere le opportunità che l’economia digitale offre alle imprese italiane.

Il primo appuntamento è mercoledì 29 aprile a Milano - presso lo Starhotels E.c.ho.
La partecipazione al workshop è gratuita, ma è necessario iscriversi: http://www.key4paperless.com/iscrizione-3/

AGENDA

9:00

Registrazione e benvenuto

9:35

Europa 2016: firme elettroniche europee e servizi fiduciari. Come cambiano le regole e come lo scenario diventa irreversibilmente europeo
Relatore: Ing. Giovanni Manca, Esperto di digitalizzazione documentale nelle PA e sicurezza ICT 

10:05

La nuova frontiera della dematerializzazione: external signature. Che cosa è? Come si fa? Quali vantaggi?

Relatore: Gianni Sandrucci, CEO itAgile

10:25

Rethinking and improving your processes to get more from your working tool

Relatore: Marco Polsi, Sales Manager LAND

10:45

Coffee break

11:00

Fattura Elettronica alla Pubblica Amministrazione

Relatore: Adriano Idromela, Marketing e Pianificazione Product & Marketing Manager Postel Gruppo Poste Italiane

11:20

Framework per l’acquisizione, l’elaborazione e l’invio di documenti cartacei ed elettronici

Relatori: Ivan Hidalgo, Professional Services Manager Lexmark e Matteo Bosio, Sales Consultant Lexmark

12:00

Q&A

12:30

Termine lavori

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl