ItaliaSalva | Azioni Apple

I mercati azionari hanno un tasso di valutazione e di svalutazione spesso molto variabile, con picchi e discese continue.

Persone Samsung, Steve Jobs
Organizzazioni Apple, NASDAQ
Argomenti economia, borsa, commercio, finanza

28/ott/2015 22:24:21 choku Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I mercati azionari hanno un tasso di valutazione e di svalutazione spesso molto variabile, con picchi e discese continue. Poche grandi multinazionali rimangono sulla cresta dell’onda per molto tempo; uno dei casi più esemplari è quello della celeberrima Apple che, dopo la morte del suo fondatore Steve Jobs (2011), è salita in cima alle vette del Nasdaq, presentando un livello di capitalizzazione mai visto prima da altre società quotate in Borsa. Nel 2014 Apple raggiungeva infatti quota 700 miliardi di dollari di fatturato, con un prezzo di circa 100 dollari per azione.

 

Agli inizi del 2015 gli analisti prevedevano le stesse performance di successo degli anni precedenti per l’azienda di Cupertino, viste le vendite in forte aumento e gli introiti altissimi. Nel giro di un anno l’azienda ha infatti presentato sul mercato un numero consistente di nuovi prodotti, come il Macbook 12’’, l’Apple Watch, l’iPad Pro, l’iPhone 6s e l’iPhone Plus, punte di diamante della tecnologia basata sui new media. Nonostante queste novità e benchè gli analisti Apple stimino un capitale di circa 245 miliardi di dollari per l’anno venturo, al momento le azioni Apple sembrano registrare una fase di retrocessione.  Nel trimestre aprile-giugno 2015, il fatturato Apple è stato più alto dell’anno scorso, con vendite di Iphone e Ipad stimate intorno ai 50 milioni di pezzi.

Questi dati sono stati però inferiori alle stime, cosa che ha fatto preoccupare notevolmente gli azionisti, provocando un calo in Borsa. Questo calo per alcuni è dovuto alla presenza sul mercato della grande concorrente Samsung, che ha lanciato prodotti in grado di tenere a bada la concorrenza; per altri le motivazioni sono da ricercare nella paura che il successo della mela morsicata non possa durare per sempre e rimanere a questi livelli altissimi. Il futuro darà torto o ragione alle stime degli analisti. Il sito ItaliaSalva propone un’esauriente approfondimento sul comportamento delle Apple azioni nel mercato azionario negli ultimi anni, le motivazioni del successo aziendale e le ragioni che potrebbero causare un calo o un’ulteriore crescita nel futuro.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl