Riapertura per Il “Weest” di Raffaele Nicotra

21/set/2019 13:09:06 Gabriele Russo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nuovo futuro per il locale Weest di Pordenone e per gli altri locali di Erre Ristorazione (Portizza, Roma4, Tea Room e Cremcaffè a Trieste) dell’imprenditore pordenonese Raffaele Nicotra.

 

Versione media immagine Il tribunale di Trieste ha infatti omologato la richiesta di concordato in continuità che l’amministratore unico e titolare di Erre Ristorazione aveva presentato «per tutelare i punti vendita e i dipendenti», spiega Nicotra. 

 

 

Ad acquisire e gestire i locali triestini e il Weest sarà la Sarafin spa dell’imprenditore Gabriele Ritossa, di Trieste, amministratore unico di 34 società e con 800 dipendenti che operano in tutt’Italia nei settori delle case di riposo, dell’immobiliare, dell’edilizia e, appunto, anche della gastronomia. 

 

L’intera procedura di concordato è stata seguita da Nicotra con grande attenzione per la continuità nell’attività. «È stato fatto uno sforzo importante per produrre un piano industriale che desse continuità all’attività dei locali – ha spiegato Nicotra –. È stato affidato a un imprenditore che ha una struttura organizzativa e finanziaria molto solide, tanto che i creditori non si sono opposti a questa proposta». 

 

In seguito a questa operazione, il Weest di via Battisti potrà riaprire i battenti dopo il riavvio avvenuto i primi di marzo per un periodo piuttosto breve: ora la nuova proprietà darà lo slancio e potrà effettuare i finanziamenti adatti per garantire continuità a un’attività molto frequentata. 

 

Nicotra aveva creato la Erre Ristorazione per raggruppare in un unico soggetto giuridico una decina di locali in tutta la regione che si occupavano di ristorazione: dopo il concordato la società uscirà completamente di scena. La richiesta di concordato per i locali ancora in gestione era stata presentata al tribunale di Trieste il 12 marzo 2018. L’ammissione è arrivata nell’ottobre 2018 e lo scorso aprile si è presentata l’opportunità di acquisizione da parte di Ritossa. Mercoledì il tribunale ha omologato il concordato dando così piena attuazione all’operazione.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl