Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Finanza Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Finanza Wed, 26 Sep 2018 08:48:00 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/1 U.S. Coffee Franchise Market Size, Share, Price Trends and Industry Statistics, 2015 to 2025 Tue, 25 Sep 2018 12:42:42 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492994.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492994.html susan hill susan hill 25 September 2018, The U.S. Coffee Franchise Market is expected to reach USD 13.96 billion by 2025 as a result of increasing demand from consumers owing to the increased disposable income. Coffee is the most commonly consumed beverage in U.S. According to the Specialty Coffee Association of America. Coffee related economic activity consist of about 1.6% of the total U.S. GDP (gross domestic product). The facts published by National geographic states that more than 80% of American people drink coffee. The increasing demand for coffee consumption is expected to drive the U.S. coffee franchise market over the forecast period.

Furthermore, U.S. coffee franchise industry is competitive in nature as a result coffee franchisee are developing their identity through various different strategies to appeal the customers. Today customers are seeking for value addition and this have led to the evolution of coffee culture. For instance, Maui Wowi a Hawaii based company is all about its Aloha spirit and offer customers a loyalty program called ‘Surf Club”. Once customers enroll themselves they get various discounts, coupons, custom apparels, and other benefits. The franchisee Coffee Beanery follows a bolted approach with its focus on product quality as its culture. Its motto ‘coffee people who care’ and are transparent about their coffee production process detailed.

Browse Details of Report @ https://www.hexaresearch.com/research-report/us-coffee-franchise-market

The coffee franchises have various revenue sources beyond coffee. They offer various food items such as smoothies, soufflé, breakfast and lunch items and others. Some also sell ground or whole coffee beans for consumption at home. For instance, Dunn Brothers along with coffee also offers Tea & chocolate, fruit smoothie, customized breakfast sandwich, acai bowl, belgian waffle breakfast sandwich, belgian waffle trio, oatmeal, sandwiches, wraps, salads and other. Thus, such wide variety of food options and its easy availability at coffee chains have resulted in the high revenue growth of these U.S. coffee franchisees over the past few years.

The increasing health awareness among the U.S. consumers is also expected to drive the U.S. coffee franchise market in future. The recent studies conducted on the effects of coffee are helping spread the health’s benefits which result with moderate consumption of coffee. Coffee naturally has more than 1000 complex botanical compounds in it. It also includes some strong antioxidants which is expected to result in following benefits mainly, prevents from lever disease, improves memory, increases athletic endurances, and reduces risk of type 2 diabetes. Thus, the U.S. dietary guidelines recently recommended coffee as a part of healthy lifestyle which is a major drive for the development and expansion of U.S. coffee franchise industry.

Moreover, the coffee franchises ambience has gained popularity over the past decade and has evolved significantly since then. Initially the décor and feel of U.S. coffee shops gained popularity among the Italian immigrants. The coffee chains today have developed modern and quirky styles and have retained the purpose of social interactions and gatherings. For instance, the classic rock coffee retains its laid back, take a nap and read a book type coffee shop. Another such coffee shop is the Rock n Joe coffee bar that position itself with a cool place for people who love music, quality food, and exceptional love for coffee and trendy environment. Thus, the innovative concepts are expected to drive the coffee franchise market in future.

The increasing concept of coffee on the go is gaining popularity in the U.S. Thus, people are seeking options to have coffee delivered to their home or workplaces. And thus, mobile franchise coffee business is expected to further drive the coffee franchise market in future.

Hexa Research has segmented the U.S. coffee franchise market report based on product type and consumer age group:

Segmentation by product type, 2014 - 2024 (USD Billion)
    • Beverage
    • Food Products

Segmentation by consumer age group, 2014 - 2024 (USD Billion)
    • Above 40 years of age group
    • 18-39 years of age group
    • Below 18 years of age group

Key players analyzed:
    • Dunkin' Donuts
    • Scooter’s Coffee
    • Maui Wowi Hawaiian Coffees & Smoothies
    • BIGGBY COFFEE
    • Dunn Bros Coffee Franchising, Inc.

Browse Related Category Market Reports @ https://www.hexaresearch.com/research-category/consumer-goods-industry

]]>
Alessandro Benetton al “Corriere”: la sostenibilità è indice di valore Mon, 24 Sep 2018 17:48:16 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492836.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492836.html agencyabweb agencyabweb In un'intervista rilasciata nell'agosto del 2017 al "Corriere della Sera", Alessandro Benetton parla di 21 Investimenti e della sua visione del private equity: "Noi ci sostituiamo all'imprenditore, il banchiere questo invece non lo deve fare".

Alessandro Benetton

Alessandro Benetton: il valore di 21 Investimenti

"Nel mondo è cambiato tutto ma una cosa per me è rimasta sempre la stessa: la voglia di fare l'imprenditore, di mettermi alla prova e di essere indipendente" perché "credo nelle mie idee": in un'intervista rilasciata nell'agosto del 2017 al "Corriere della Sera", Alessandro Benetton ripercorre il proprio percorso professionale, focalizzandosi su scelte e visioni che lo hanno contraddistinto a partire da 21 Investimenti. Fondato nel 1992, il gruppo specializzato in private equity è cresciuto significativamente nel tempo: "Mediamente i progetti che ho promosso hanno raddoppiato o triplicato il loro valore". Nell'intervista il manager spiega poi come entra in gioco 21 Investimenti: "I cambiamenti sono sempre più violenti e dirompenti e non sempre l'imprenditore che ha fondato l'attività riesce a leggerli". Per Alessandro Benetton infatti il cambiamento non si può rifiutare: "O lo governi e possibilmente lo anticipi o ci sarà comunque. Senza di te". Uno dei principi su cui si fonda l'attività del gruppo è la sostenibilità: "L'attenzione all'ambiente, al territorio, alle persone, alle tradizioni è fattore di competitività e valore".

Alessandro Benetton: ritratto formativo e professionale

Nato nel 1964 a Treviso, Alessandro Benetton si forma in ambito internazionale: nel 1987 consegue la Laurea in Business Administration presso l'Università di Boston, prendendo parte al Master in Business Administration dell'Harvard Business School. La sua crescita professionale comincia in Goldman Sachs International: lavora come analista specializzato in ambito M&A ed Equity Offering all'interno del dipartimento di Global Finance nella sede di Londra. Nel 1988 viene nominato Presidente di Benetton Formula: guiderà la scuderia per un decennio vincendo due campionati mondiali piloti, uno costruttori e 26 Gran Premi di Formula 1. Nel 1992 l'imprenditore fonda 21 Investimenti, una delle prime realtà in Italia a specializzarsi nel private equity. Presidente di Benetton Group dal 2012 al 2014, Alessandro Benetton guida dal 2017 la Fondazione Cortina 2021 in qualità di Presidente. Insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro nel 2010, ha ottenuto il Premio EY Imprenditore dell'Anno nel 2011, il Premio Vittorio De Sica nel 2014 e il Premio America della Fondazione Italia USA nel 2016 e diversi altri riconoscimenti.

]]>
Locazioni a canone concordato: Confabitare chiede il ritiro dell’Accordo Territoriale di Monterotondo Fri, 21 Sep 2018 18:41:05 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492682.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492682.html Iolanda Iolanda  

 

In data 19 settembre 2018 Confabitare ha chiesto il ritiro dell’Accordo Territoriale di Monterotondo per le Locazioni a canone concordato.

 

Per la prima volta un sindacato della proprietà edilizia chiede il ritiro di un Accordo Territoriale ad un Comune. Accesso agli atti per rilevare la mancata convocazione di ben nove organizzazioni sindacali tra quelle dei proprietari e quelle degli inquilini.

 

Cosa è accaduto?

Ne parliamo con il Dott. Eugenio Romey, presidente di Confabitare Roma, una delle organizzazioni dei proprietari immobiliari “maggiormente rappresentativa” sul piano nazionale.

Con l’emanazione del D.M. 16/1/2017 da parte del Ministero delle Infrastrutture lo scenario delle locazioni a canone concordato assume contorni molto molto più rigidi e diversi dal passato. Lo Stato ha riflettuto sul fatto che le importanti agevolazioni fiscali che nel frattempo erano state introdotte, in tema di tassazione ordinaria ma soprattutto in tema di Cedolare Secca e di imposte locali, IMU e TASI, non potesse essere più legato ad una “autoqualificazione” di conformità da parte di locatore e conduttore, in quanto spesso priva di qualunque veridicità. Pertanto, ha delegato il controllo e la relativa attestazione alle organizzazioni dei proprietari e degli inquilini, previa la stipula dei nuovi Accordi Territoriali.

 

Dr. Romey, qual è stata la reazione dei Comuni?

I Comuni, in tutto ciò, non hanno immediatamente compreso la portata innovativa del Decreto. Infatti, solo in pochi hanno convocato le organizzazioni nei 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto stesso, come prevede la Legge 431/98, facendo, per così dire, quasi una cortesia a quelle organizzazioni che hanno un atavico, tutto italiano, senso di “mantenimento dell’orticello”.

 

Cosa significa?

In altre parole, in mancanza di convocazione da parte del Comune, le organizzazioni possono autoconvocarsi, stipulare l’Accordo e depositarlo al Comune. Ma questa prassi viene spesso posta in essere, quasi segretamente, da alcune organizzazioni, che così facendo assumono, agli occhi del “bacino” dei proprietari e degli inquilini, un’immagine di oligopolisti del settore, pensando che ciò gli giovi. In realtà, con la previgente disciplina, che non prevedeva l’obbligo di rivolgersi alle organizzazioni se si voleva stipulare un Contratto a Canone Concordato, la cosa assumeva i contorni di mera strategia “politica”. Adesso, con l’entrata in vigore dell’obbligo, si ledono diritti anche patrimoniali, oltre che di immagine, delle organizzazioni che vengono escluse.

 

In pratica cosa accade?

Molto probabilmente inizieranno a fioccare azioni giudiziarie, anche di risarcimento del danno.

 

Il caso del Comune di Monterotondo è uno di questi?

No! Il caso del Comune di Monterotondo è forse ancora più grave, perché ad operare questo “gioco delle tre carte” sembrerebbe esser stato addirittura il Comune. Lo scorso luglio alcune organizzazioni hanno depositato l’Accordo Territoriale di Monterotondo e, in premessa di detto accordo, si legge che il Comune ha “ritualmente convocato le organizzazioni”. La legge prevede che, quando il Comune effettua le convocazioni, anche se oltre i rituali 60 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Ministeriale, debba convocare tutte le organizzazioni “maggiormente rappresentative” a livello nazionale. In realtà, a Monterotondo mancano alla firma ben tre associazioni dei proprietari e addirittura sei associazioni degli inquilini. Ma c’è di più: Confabitare aveva sollecitato formalmente al Comune di Monterotondo la convocazione, a norma di legge, già a novembre 2017. Per appurare cosa sia accaduto, e quali organizzazioni siano state effettivamente convocate, Confabitare ha inoltrato richiesta di accesso agli atti al Comune e, contestualmente, richiesta di ritiro dell’Accordo che deve essere ridiscusso tra tutte le organizzazioni “maggiormente rappresentative” su base nazionale. All’esito dell’accesso agli atti appureremo se il vulnus è del Comune, per omissione di convocazioni obbligatorie, oppure c’è altro.

 

Si spieghi meglio.

Beh, qualora non si riscontrassero le convocazioni da parte del Comune, ci potrebbe essere falso ideologico nel testo dell’Accordo. In pratica, un’autoconvocazione “old style” mascherata.

 

Insomma, una brutta storia.

Brutta? No, solo italiana. Massima opacità nel Paese che predica la massima trasparenza. Ma stavolta noi siamo pronti ad arrivare in Cassazione. Il segnale è quello di far comprendere che gli orticelli devono lasciare il posto al rispetto di tutti.

 

 

]]>
Locazioni a canone concordato: Confabitare chiede il ritiro dell’Accordo Territoriale di Monterotondo Fri, 21 Sep 2018 18:40:00 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492681.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492681.html Iolanda Iolanda  

In data 19 settembre 2018 Confabitare ha chiesto il ritiro dell’Accordo Territoriale di Monterotondo per le Locazioni a canone concordato.

 

Per la prima volta un sindacato della proprietà edilizia chiede il ritiro di un Accordo Territoriale ad un Comune. Accesso agli atti per rilevare la mancata convocazione di ben nove organizzazioni sindacali tra quelle dei proprietari e quelle degli inquilini.

 

Cosa è accaduto?

Ne parliamo con il Dott. Eugenio Romey, presidente di Confabitare Roma, una delle organizzazioni dei proprietari immobiliari “maggiormente rappresentativa” sul piano nazionale.

Con l’emanazione del D.M. 16/1/2017 da parte del Ministero delle Infrastrutture lo scenario delle locazioni a canone concordato assume contorni molto molto più rigidi e diversi dal passato. Lo Stato ha riflettuto sul fatto che le importanti agevolazioni fiscali che nel frattempo erano state introdotte, in tema di tassazione ordinaria ma soprattutto in tema di Cedolare Secca e di imposte locali, IMU e TASI, non potesse essere più legato ad una “autoqualificazione” di conformità da parte di locatore e conduttore, in quanto spesso priva di qualunque veridicità. Pertanto, ha delegato il controllo e la relativa attestazione alle organizzazioni dei proprietari e degli inquilini, previa la stipula dei nuovi Accordi Territoriali.

 

Dr. Romey, qual è stata la reazione dei Comuni?

I Comuni, in tutto ciò, non hanno immediatamente compreso la portata innovativa del Decreto. Infatti, solo in pochi hanno convocato le organizzazioni nei 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto stesso, come prevede la Legge 431/98, facendo, per così dire, quasi una cortesia a quelle organizzazioni che hanno un atavico, tutto italiano, senso di “mantenimento dell’orticello”.

 

Cosa significa?

In altre parole, in mancanza di convocazione da parte del Comune, le organizzazioni possono autoconvocarsi, stipulare l’Accordo e depositarlo al Comune. Ma questa prassi viene spesso posta in essere, quasi segretamente, da alcune organizzazioni, che così facendo assumono, agli occhi del “bacino” dei proprietari e degli inquilini, un’immagine di oligopolisti del settore, pensando che ciò gli giovi. In realtà, con la previgente disciplina, che non prevedeva l’obbligo di rivolgersi alle organizzazioni se si voleva stipulare un Contratto a Canone Concordato, la cosa assumeva i contorni di mera strategia “politica”. Adesso, con l’entrata in vigore dell’obbligo, si ledono diritti anche patrimoniali, oltre che di immagine, delle organizzazioni che vengono escluse.

 

In pratica cosa accade?

Molto probabilmente inizieranno a fioccare azioni giudiziarie, anche di risarcimento del danno.

 

Il caso del Comune di Monterotondo è uno di questi?

No! Il caso del Comune di Monterotondo è forse ancora più grave, perché ad operare questo “gioco delle tre carte” sembrerebbe esser stato addirittura il Comune. Lo scorso luglio alcune organizzazioni hanno depositato l’Accordo Territoriale di Monterotondo e, in premessa di detto accordo, si legge che il Comune ha “ritualmente convocato le organizzazioni”. La legge prevede che, quando il Comune effettua le convocazioni, anche se oltre i rituali 60 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Ministeriale, debba convocare tutte le organizzazioni “maggiormente rappresentative” a livello nazionale. In realtà, a Monterotondo mancano alla firma ben tre associazioni dei proprietari e addirittura sei associazioni degli inquilini. Ma c’è di più: Confabitare aveva sollecitato formalmente al Comune di Monterotondo la convocazione, a norma di legge, già a novembre 2017. Per appurare cosa sia accaduto, e quali organizzazioni siano state effettivamente convocate, Confabitare ha inoltrato richiesta di accesso agli atti al Comune e, contestualmente, richiesta di ritiro dell’Accordo che deve essere ridiscusso tra tutte le organizzazioni “maggiormente rappresentative” su base nazionale. All’esito dell’accesso agli atti appureremo se il vulnus è del Comune, per omissione di convocazioni obbligatorie, oppure c’è altro.

 

Si spieghi meglio.

Beh, qualora non si riscontrassero le convocazioni da parte del Comune, ci potrebbe essere falso ideologico nel testo dell’Accordo. In pratica, un’autoconvocazione “old style” mascherata.

 

Insomma, una brutta storia.

Brutta? No, solo italiana. Massima opacità nel Paese che predica la massima trasparenza. Ma stavolta noi siamo pronti ad arrivare in Cassazione. Il segnale è quello di far comprendere che gli orticelli devono lasciare il posto al rispetto di tutti.

]]>
Il mondo è attualmente confrontato a numerosi problemi d'ordine economico e finanziario Fri, 21 Sep 2018 13:38:36 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492643.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492643.html bossotto bossotto Quanto vi occorre per realizzare questo progetto che li tiene al cuore?E - mail: robertobossotto8@gmail.com

Per la vostro domanda di creditto tra privato serio émail: robertobossotto8@gmail.com

Il mondo è attualmente confrontato a numerosi problemi d'ordine economico e finanziario

]]>
Quanto vi occorre per realizzare questo progetto che li tiene al cuore?E - mail: robertobossotto8@gmail.com Fri, 21 Sep 2018 13:34:17 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492639.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492639.html bossotto bossotto Sono un investitore privato onesto e serio disposti a investire in qualsiasi zona redditizia. email: robertobossotto8@gmail.com

Ecco un modo affidabile per ottenere le difficoltà quotidiane. molto urgente serio per email: robertobossotto8@gmail.com

Quanto vi occorre per realizzare questo progetto che li tiene al cuore?E - mail: robertobossotto8@gmail.com

]]>
Credito denaro tra privati serio Fri, 21 Sep 2018 13:22:30 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492638.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492638.html bossotto bossotto Buongiorno,
Siete alla ricerca di un prestito legittimo?
Stancato della ricerca di prestiti ed ipoteche?
Siete stati respinti dalle vostre banche?
Avete bisogno di un prestito per pagare i vostri debiti, fatture?
Offriamo prestiti da partire da 5.000 euro con un tasso d'interesse del 3% tasso. Siamo degno di fiducia.
Se siete interessati non esitate a noi contattate.
mail: robertobossotto8@gmail.com

]]>
Avete problemi di finanziamenti? Fri, 21 Sep 2018 13:19:45 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492637.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492637.html bossotto bossotto Avete problemi di finanziamenti?

Finanziamenti Per Le Persone In Difficoltà Alla vostra attenzione: Avete problemi di finanziamenti? Volete migliorato la vostra vita? Preoccupato pi li pu che avete una soluzione ai vostri problemi. Siamo un'organizzazione molto seri che funziona da anni nel settore finanziario. Volete volere contattarli per pi precisione. Non dimenticate precisato vostro importi. NB: Il nostro finanziamento inizia a partire da 5.000 a 5.000.000.00 . Potete scriverlo al mio indirizzo mail: robertobossotto8@gmail.com

]]>
Avete problemi di finanziamenti? Fri, 21 Sep 2018 13:18:52 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492636.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492636.html bossotto bossotto Finanziamenti Per Le Persone In Difficoltà Alla vostra attenzione: Avete problemi di finanziamenti? Volete migliorato la vostra vita? Preoccupato pi li pu che avete una soluzione ai vostri problemi. Siamo un'organizzazione molto seri che funziona da anni nel settore finanziario. Volete volere contattarli per pi precisione. Non dimenticate precisato vostro importi. NB: Il nostro finanziamento inizia a partire da 5.000 a 5.000.000.00 . Potete scriverlo al mio indirizzo mail: robertobossotto8@gmail.com

]]>
Credito finanziario che varia di (5000 € a 5.000.000 €) Fri, 21 Sep 2018 13:18:13 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492635.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492635.html bossotto bossotto Aiuto finanziario ai privati ed a tutte persona che desiderano.sarei onorato di assegnare prestiti ad ogni persona nella necessità. Infatti sono un uomo molto serio in cambio io chiederebbero a ciò che persone serie me contattato io sul mio e-mail: robertobossotto8@gmail.com

]]>
Wealth Management Market To Grow At A Slow Pace As Per TBRC’s Latest Report (Companies Included: Agricultural Bank of China, Wells Fargo, BlackRock, Morgan Stanley, Bank of America) Fri, 21 Sep 2018 09:15:40 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492610.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492610.html The Business Research Company The Business Research Company  

The wealth management market comprises establishments engaged in planning, advising and managing various kinds of assets. This market covers financial and investment advice, retirement planning and legal or estate planning but excludes accounting and tax services. Market is the revenue generated from the fees and commissions levied on the assets being managed. This market includes brokerage and custodian charges of the firms.

 

Order report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/report/wealth-management-global-market-report-2018

 

The global wealth management service market has shown a slow growth in the past years with a CAGR of just over 2%. The year 2017 recorded highest ever growth in this market with a net worth of around $1.3 trillion as per TBRC’s in-house consultants.

TBRC’s report show latest trends in the market for each year with sourced reasons to support the growth claims.

The report also shows wealth management service market to grow at a higher CAGR by 2021 as compared to 2017, along with geographies with the highest market share and future trends related to each geography.

 

Download sample report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/sample.aspx?id=234&type=smp

 

Portfolio management was the largest segment with around half of the total share of the global wealth management market. Availability of large number of portfolio management services globally targeting high net worth individuals contributed to increased demand for this service.

However, growth in this sector is expected to slow down at a negative CAGR in the future.

Companies included in the report are Agricultural Bank of China, Wells Fargo, BlackRock, Morgan Stanley, and Bank of America.

 

About The Business Research Company.

The Business Research Company is a Business Intelligence Company which excels in company, market and consumer research. It has offices in the UK, the US and India and a network of trained researchers in 15 countries globally.

 

Contact Information

The Business Research Company

Europe: +44 207 1930 708

Asia: +91 8897263534

Americas: +1 315 623 0293

Email: info@tbrc.info

]]>
Pietro Petrucci nominato Responsabile del Medio Termine in Euler Hermes Italia Thu, 20 Sep 2018 08:07:32 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492435.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492435.html Press Way Press Way Pietro Petrucci entra a far parte dell’area Specialties di Euler Hermes Italia in qualità di Responsabile della funzione Medio Termine a partire dal mese di settembre. Petrucci riporterà direttamente a Dario Locatelli, Responsabile della divisione Specialties di Euler Hermes Italia, che comprende Bonding e Mid Term. La divisione Specialties in Euler Hermes Italia garantisce i rischi speciali attraverso polizze fideiussorie e polizze credito a medio termine con dilazioni di pagamento comprese tra 12 e 60 mesi.
Romano, 49 anni, Pietro Petrucci ha conseguito la Laurea magistrale in Economia e Management Internazionale. Ha iniziato la sua carriera lavorativa nel 1989 con l’incarico di consulente finanziario presso la CIS Estero. Nel 1995 è entrato in SACE SpA nella divisione Studi e Relazioni Internazionali e, dopo un’esperienza nell’area di Marketing Internazionale, dal 2000 al 2011 ha contribuito allo sviluppo della rete commerciale SACE e all’apertura delle sedi di Milano per l’area del Nord-Ovest, con focus sulle relazioni istituzionali e di Venezia per l’area del Nord-Est e Balcani. Inoltre, dal 2011 ha operato in qualità di Responsabile dell’ufficio di Verona e di Firenze. Nello stesso periodo, Petrucci ha ricoperto il ruolo di referente nazionale di FEDERUNACOMA (Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura) nell’ambito dell’accordo di collaborazione con SACE.
Dario Locatelli, Responsabile della divisione Specialties di Euler Hermes Italia, ha commentato: “Con l’ingresso di Pietro Petrucci Euler Hermes Italia rafforza il team Specialties e dà ulteriore impulso alla strategia di crescita nelle operazioni di copertura del rischio credito a medio termine. L’esperienza ultra ventennale maturata da Petrucci in questo mercato, unita alle nuove soluzioni innovative e flessibili, consentiranno a Euler Hermes di soddisfare la domanda crescente proveniente dal settore della meccanica strumentale e dall’industria manifatturiera, da sempre molto dinamica sui mercati esteri oltre che su quello domestico”.

]]>
"Gli appalti pubblici e le assicurazioni come strumento di garanzia sociale" - 27 settembre a Roma, tra i relatori Antonio Di Pietro Wed, 19 Sep 2018 12:36:33 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492369.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492369.html Problem Solving Broker Problem Solving Broker
Con preghiera di diffusione.  
Per accrediti press@problemsolvingbroker.com  

“Gli appalti pubblici e le assicurazioni come strumento di garanzia sociale"


27 settembre a Roma, tra i relatori Antonio Di Pietro


I fondi investiti nelle opere pubbliche sono del cittadino e il buon esito di ogni contratto pubblico deve essere una certezza, per evitare sprechi e rischi di fallimenti di qualsiasi genere. Per questo le assicurazioni diventano una tutela contro lo sperpero dei soldi dei contribuenti.


Ne parleremo giovedì 27 settembre, alle ore 10, nell’incontro "Gli appalti pubblici e le assicurazioni come strumento di garanzia sociale", organizzato a Roma presso il Grand Hotel de la Minerve, in piazza della Minerva 69.


Secondo il Codice degli Appalti (Decreto legislativo 50/2016), ogni singolo partecipante ad una gara pubblica, prima per aderire e poi per potersi aggiudicare una commessa, deve rispettare degli standard assicurativi che consistono nel possedere delle coperture obbligatorie differenti rispetto al tipo e alla grandezza dell’appalto in oggetto. Il motivo della richiesta di tali assicurazioni non è solamente legato alla componente di rischio dell’appalto, ma ha una ragione sociale: non sprecare i soldi dei cittadini.


Il rapporto che si viene a creare è un rapporto trilatero: AMMINISTRAZIONE PUBBLICA - APPALTATORE - COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE. Metteremo al centro del dibattito rappresentanti di queste tre diverse categorie.


INTERVENGONO


Avv. Prof. SERGIO SCICCHITANO

Avvocato, Docente universitario, ex consigliere di amministrazione Anas nel Governo Prodi

La natura delle polizze fideiussorie provvisorie e definitive a garanzia del rispetto contrattuale sul buon esito delle performance


On. Avv. ANTONIO DI PIETRO

Ministro alle Infrastrutture Governo Prodi

Il crollo del ponte Morandi


Avv. Prof. OBERDAN TOMMASO SCOZZAFAVA

Ordinario di Diritto Civile dell’Università Tor Vergata di Roma

Aspetti delle garanzie fideiussorie nel Codice degli Appalti


Ing. GIOIA GORGERINO

Vicepresidente Opere Pubbliche Ance Giovani

Valutazione sul Codice degli Appalti


Dott. FABIO MARIOTTI, CEO Problem Solving Broker

Le assicurazioni come strumento di garanzia sociale


Info e registrazioni: press@problemsolvingbroker.com 

-------------
Contatti: 
Alessandro Albanese Ginammi       
Press Office

mobile: +39.333.7783143
press@problemsolvingbroker.com

Head officeVia di Porta Pertusa 4, Roma

Branch office: Via Giuseppe Botteri, 3 Parma

Branch office: Piazza della Signoria 4, Firenze

Branch office: Via di Grottaferrata, Roseto degli Abruzzi





L'informazione contenuta in questa comunicazione è confidenziale e
di proprietà esclusiva della persona o entità a cui è indirizzata.

Sono proibiti uso, distribuzione, copia o divulgazione non autorizzati.

 

The information contained in this communication is confidential and
privileged proprietary information intended only for the individual

or entity to whom it is addressed. Any unauthorized use, distribution,
copying or disclosure of this communication is prohibited.


]]>
Trinity Corporate Services: la tua azienda all’estero con focus a Dubai Wed, 19 Sep 2018 10:42:51 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492304.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/492304.html TrinityCorporateServices TrinityCorporateServices Trinity Corporate Services è specializzata, da oltre 40 anni, nella creazione e registrazione di realtà e aziende a Dubai e UAE, garantendo una consulenza professionale rivolta a imprenditorisocietà e start up che vogliano stabilirsi negli UAE.

Molte aziende vogliono trasferire all’estero la propria attività o creare una realtà completamente nuova in un paese con meno pressione fiscale e con una burocrazia più semplice;
contestualmente, però, nasce anche l’esigenza e il bisogno di avere in loco un team di consulenti che aiutino nel passaggio e consiglino al meglio.
Gli Emirati Arabi Uniti, e in particolare Dubai, stanno mettendo in atto molte interessanti proposte per favorire la nascita di nuove società e l’arrivo di talenti all’interno del Paese.

La loro apertura culturale, l’ottima politica economica, la tolleranza e la volontà di avere un paese accogliente, evoluto e competitivo, hanno portato l’intero Government a favorire in modo solido e sicuro l’approdo di tante realtà estere e investimenti internazionali.
Dubai sta incrementando una serie di agevolazioni e aiuti strategici per facilitare l’insediamento di nuove aziende e professionisti esteri all’interno della sua realtà socio economica.

Gli UAE si sono sempre distinti per idee e progetti volti all’innovazione in ogni campo che non restano progetti, ma diventano realtà effettive e solide. La spinta dell’Expo2020, che si terrà a Dubai, non verrà fermata o interrotta dopo l’evento stesso; sono già in opera progetti, fondi economici e iniziative stabilite fin dopo il 2070.
Dubai, come poche altre città al mondo, si distingue per una grande vivacità sociale, culturale ed economica.

L’Expo2020, ormai alle porte, ha dato il via a un piano di costruzioni e di realizzazioni uniche: nessuno stato come gli UAE è in così forte sviluppo economico, ha implementato le proprie politiche economiche per aiutare nuove aziende a stabilirsi a Dubai, così come nuovi talenti imprenditoriali e esponenti della cultura internazionale e della scienza.

Possiamo affermare che fare business negli UAE è facile: nel report 2018 di World Bank Doing Business, gli Emirati Arabi Uniti sono passati dal 26° al 21° posto. Nel 2008, erano al 47°. Questi dati li hanno posizionati, nella classifica, più in alto di Svizzera, Francia, Spagna, Italia e Giappone.

Dubai, paragonato alla gran parte del resto del mondo, è assolutamente uno dei migliori stati per registrare una nuova azienda. Nelle free zone è semplice e sicuro dare vita a una società con l’obiettivo, magari, di trasferirla in mainland in un secondo tempo.

Un altro importante punto a favore è che Dubai si trova in un crocevia geografico; infatti, è un collegamento tra il Medio Oriente, il resto dell’Asia, l’Europa e l’Africa. Proprio questa ottima posizione geografica rende molto più facile fare affari con le aziende di queste regioni e incontrarsi a metà strada tra est e ovest.
L’obiettivo del Governo è quello di diventare, sempre più, un hub per affari internazionali.

In ogni caso, sia che si progetti di aprire una nuova impresa, sia che si voglia spostarne una già attiva si può, grazie alla consulenza del team giusto, espandere in modo sicuro la propria operatività.
La certezza è che gli Emirati Arabi Uniti sono fermamente intenzionati a procedere nella loro politica di agevolazione per l’insediamento di nuove imprese e guardano molto avanti, verso un futuro di crescita e sviluppo.

Trinity Corporate Services, con sede a Dubai e Zurigo, rispondendo a questa visione del Governo, aiuta nell’internazionalizzazione da qualsiasi stato si provenga e nell’apertura della propria nuova attività, fornendo la consulenza necessaria e la soluzione più appropriata per portare il proprio lavoro negli EAU, grazie a un assetto aziendale realizzato su misura che tiene conto delle necessità specifiche di ogni azienda e le realizza.

Trinity Corporate Services
Press Office
321 Group – Patrizia Landini

Fontetrinitycorporateservices.com

]]>
Cosmetica italiana: fatturato prossimo agli 11 miliardi di Euro Mon, 27 Aug 2018 12:57:52 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489749.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489749.html switchup switchup Quello cosmetico è un settore protagonista della ripresa economica italiana: questa è l’immagine del mondo cosmetico delineata nel corso dell’Assemblea pubblica di Cosmetica Italia, svoltasi il 26 giugno scorso a Milano. Il valore dell’industria cosmetica italiana è enorme: con un fatturato globale vicino agli 11 miliardi di euro (+3,9% rispetto al 2016), la cosmetica conferma una tenuta strutturale migliore di altri settori del sistema Made in Italy.

L’Assemblea pubblica è stata occasione per presentare il Beauty Report 2018. Giunto alla sua ottava edizione, il rapporto ha seguito l’andamento del comparto cosmetico dall’inizio del ciclo economico impegnativo che abbiamo vissuto in questi anni fino all’attuale situazione di graduale ripresa, concentrandosi anche sull’evoluzione degli atteggiamenti e dei comportamenti dei consumatori.

«Il focus di quest’anno ha indagato i rapporti delle aziende col sistema bancario e col sistema finanziario, evidenziando una domanda di credito centrata prevalentemente sugli investimenti», ha evidenziato Nadio Delai, presidente di Ermeneia.

Il 77,1% degli intervistati infatti si dichiara – secondo il Beauty Report 2018 – “molto e/o abbastanza soddisfatto”. Il 13,1% delle aziende non ha bisogno del sostegno da parte del sistema creditizio grazie al livello di capitalizzazione e/o di flussi di cassa soddisfacenti che caratterizzano tale quota di imprese.

Infine, tre esigenze prioritarie (su 11 sottoposte a giudizio) per le quali sono stati chiesti dei finanziamenti negli ultimi dodici mesi riguardano specificamente necessità di investimento: il che conferma la spinta continuata ad investire da parte delle aziende del settore. Infatti, si tratta dell’acquisto per l’aggiornamento di impianti, macchinari e tecnologie produttive (1° posto), di progetti industriali diretti a realizzare nuovi siti o ampliare quelli esistenti (2° posto) e di progetti destinati a sviluppare reti di vendita, show-room e organizzazione logistica all’estero (3° posto).

Per il terzo anno il Beauty Report si abbina inoltre all’analisi statistica del Centro Studi di Cosmetica Italia che indica i dati di chiusura del 2017. Oltre alla costante crescita del fatturato globale del settore, emerge la significativa performance delle esportazioni, in aumento del 7,1% per un valore di 4.617 milioni di euro. La bilancia commerciale resta ampiamente positiva, raggiungendo il record di 2.500 milioni di euro.

Il consumo interno di cosmetici supera i 10 miliardi di euro, con un incremento dell’1,7%. Sollecitata dalle nuove propensioni di acquisto dei consumatori, si dilata l’evoluzione dei nuovi canali e quella all’interno dei canali di vendita tradizionali. In particolare, le vendite dirette, soprattutto grazie all’e-commerce, crescono dell’8,7%, mentre gli altri canali, ad eccezione del lieve calo della profumeria, segnalano incrementi soddisfacenti.

Infine, uno sguardo all’intera filiera cosmetica, dagli ingredienti cosmetici, alle macchine per la produzione, all’imballaggio, al private label cosmetics fino al prodotto finito, attesta un valore del fatturato complessivo superiore ai 15.600 milioni di euro nel 2017 (+4%).

]]>
The Global Tax Audit Services Market Was Valued At $30 Billion In 2017 According To TBRC’s Latest Report Tue, 21 Aug 2018 08:50:56 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489301.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489301.html The Business Research Company The Business Research Company Tax audit services market includes tax audits which are conducted to assess the accuracy of the tax returns filed by a company and are therefore used to determine the amount of any over or under assessment of tax liability towards the tax authorities.

 

Order the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/report/tax-audit-services-global-market-report-2018

 

The global tax audit services market was valued at $30 billion in 2017. Digitalization of tax offices in most developed and developing countries is evolving the role of tax auditors. They are increasingly providing advisory and taxation guidance as well as traditional filing and lodging services which have become less important with the growth of e-filings. For instance, the Australian Tax Office will now allow e-tax. This will reduce the manual processing of data and make the tax return process easier allowing tax auditors to focus on high end tasks.

 

Download a sample of the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/sample.aspx?id=438&type=smp

 

The USA was the largest country in the market, accounting for three-tenth of the global tax audit services market share. This was mainly due to the presence of a large number commercial establishments seeking accounting, legal, and management consulting, advertising and other professional services. The USA was followed by China and India as the next largest countries in the market.

The major competitors in the market are PWC, Deloitte, Ernst & Young, KPMG, and BDO USA.

 

About The Business Research Company.

The Business Research Company is a Business Intelligence Company which excels in company, market and consumer research. It has offices in the UK, the US and India and a network of trained researchers in 15 countries globally.

 

Contact Information.

The Business Research Company

Europe: +44 207 1930 708

Asia: +91 8897263534

Americas: +1 315 623 0293

Email: info@tbrc.info

 

 

 

]]>
The Global Compliance Audit Services Market Was Valued At $9 Billion In 2017 According To TBRC’s Latest Report Mon, 20 Aug 2018 12:08:38 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489234.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489234.html The Business Research Company The Business Research Company Compliance audit services market includes companies which are required to conduct specific audit engagements other than the statutory audit to comply with the requirements of particular laws and regulations.

Order the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/report/compliance-audit-services-global-market-report-2018

The global compliance audit services market was valued at $9 billion in 2017.

Download a sample of the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/sample.aspx?id=441&type=smp

The USA was the largest country in the market, accounting for three-tenth of the global compliance audit services market share.  This was mainly due to the presence of a large number commercial establishments seeking accounting, legal, and management consulting, advertising and other professional services. The USA was followed by China and India as the next largest countries in the market.

The major competitors in the market are PWC, Deloitte, Ernst & Young, and KPMG.

About The Business Research Company.

The Business Research Company is a Business Intelligence Company which excels in company, market and consumer research. It has offices in the UK, the US and India and a network of trained researchers in 15 countries globally.

Contact Information.

The Business Research Company

Europe: +44 207 1930 708

Asia: +91 8897263534

Americas: +1 315 623 0293

Email: info@tbrc.info

 

]]>
The Global Forensic Audit Services Market Was Valued At $13 Billion In 2017 According To TBRC’s Latest Report Fri, 17 Aug 2018 08:08:44 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489103.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489103.html The Business Research Company The Business Research Company Forensic audit services involve examining and evaluating financial information of an individual or a company to be used as evidence for court proceedings. A forensic audit is used to prosecute illegal and unscrupulous financial activities like fraud, money laundering and embezzlement.

 

Order the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/report/forensic-audit-services-global-market-report-2018

 

The global forensic audit services market was valued at $13 billion in 2017. Among regional markets, North America was the largest geographic region accounting for more than two-fifth of the global market share. The market saw a growth as company’s increasingly outsourced work to low cost economies. Many companies outsourced tax filing, drafting legal documents, opinion polling and other professional sources to their offshore centers to capitalize on the availability of highly skilled and low-cost manpower in countries such as India and the Philippines.

 

Download a sample of the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/sample.aspx?id=436&type=smp

 

The USA was the largest country in the market, accounting for more than three-tenth of the global forensic audit services market share. This was mainly due to the presence of a large number commercial establishments seeking accounting, legal, and management consulting, advertising and other professional services. The USA was followed by China and the UK as the next largest countries in the market.

The top five competitors in the market are: PricewaterhouseCoopers LLP followed by Deloitte Touche Tohmatsu Limited, KPMG International, Ernst & Young Global Limited and Key Forensic Services. PricewaterhouseCoopers (doing business as PwC) is a multinational professional services network headquartered in London, United Kingdom. It is the largest professional services firm in the world. PwC is a network of firms in 158 countries, 743 locations, with more than 236,000 people.

 

About The Business Research Company.

The Business Research Company is a Business Intelligence Company which excels in company, market and consumer research. It has offices in the UK, the US and India and a network of trained researchers in 15 countries globally.

 

Contact Information.

The Business Research Company

Europe: +44 207 1930 708

Asia: +91 8897263534

Americas: +1 315 623 0293

Email: info@tbrc.info

 

]]>
The Internal Audit Services Global Market Was Valued At $34 Billion In 2017 According To TBRC’s Latest Report Fri, 17 Aug 2018 08:08:25 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489102.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489102.html The Business Research Company The Business Research Company Internal audit services market includes examining, monitoring and analyzing activities of company operations by independent internal auditing companies/consultants/professionals. The services are intended to identify potential risks or fraudulent activities, help improve internal control, efficiency and corporate governance and help in effective enterprise risk management.

 

Order the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/report/internal-audit-services-global-market-report-2018

 

The global internal audit services market was valued at $34 billion in 2017. This is due to economic growth and technology development.

North America was the largest geographic region in the market, accounting for two-fifth of the global market share, due to high demand for services such as accounting, legal, advertising, photographic services and other professional services from companies across all industries.

 

Download the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/sample.aspx?id=435&type=smp

 

The USA was the largest country in the market, accounting for three-tenth of the global market share, due to the presence of large number of commercial establishments seeking accounting, legal, and management consulting, advertising and other professional services. The USA was followed by India and China as the next largest countries in the market.

The major competitors in the market are Ernst & Young, Protiviti, Deloitte, PwC and KPMG. EY is one of the largest professional services firms in the world and is one of the "Big Four" accounting firms. EY operates as a network of member firms which are separate legal entities in individual countries. It has 250,000 employees in over 700 offices around 150 countries in the world.

 

About The Business Research Company.

The Business Research Company is a Business Intelligence Company which excels in company, market and consumer research. It has offices in the UK, the US and India and a network of trained researchers in 15 countries globally.

 

Contact Information.

The Business Research Company

Europe: +44 207 1930 708

Asia: +91 8897263534

Americas: +1 315 623 0293

Email: info@tbrc.info

 

]]>
The Global External Audit Services Market Was Valued At $42 Billion In 2017 According To TBRC’s Latest Report Fri, 17 Aug 2018 08:08:09 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489101.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/489101.html The Business Research Company The Business Research Company  

External audit services market is also known as financial audit and statutory audit. The audit of the financial statements is provided below.

 Order the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/report/external-audit-services-global-market-report-2018

 The global external audit services market was valued at $ 42 billion in 2017. This is due to economic growth and technology development.

North America was the largest geographic region in the market, legal to advertising, photographic services and other professional services from companies across all industries.

 Download the report at

https://www.thebusinessresearchcompany.com/sample.aspx?id=434&type=smp

 The United States was the largest country in the market, looking for legal, and management consulting, advertising and other professional services. The USA was followed by India and China as the next largest countries in the market.

Deloitte, PwC, Ernst & Young, KPMG and BDO. Deloitte is one of the "Big Four" accounting organizations and the largest professional network services in the world. Deloitte provides audits, tax, consulting, enterprise risk and financial services with more than 263,900 professionals globally.

 About The Business Research Company.

The Business Research Company is a Business Intelligence Company, which excels into the company, market and consumer research. It has offices in the UK, the US and India and a network of trained researchers in 15 countries globally.

 Contact Information.

The Business Research Company

Europe: +44 207 1930 708

Asia: +91 8897263534

Americas: +1 315 623 0293

Email: info@tbrc.info

 

 

 

]]>