"Personal mandala", la nuova linea di abbigliamento firmata Ivan Venerucci Italian Style!

10/mag/2019 16:49:17 Ivan Venerucci Italian Style Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

"Personal mandala", la nuova linea di abbigliamento firmata Ivan Venerucci Italian Style!


Nasce una nuova linea di abbigliamento esclusiva, moda primavera - estate 2019  

E' nata la nuova linea di abbigliamento ed accessori moda, firmata Ivan Venerucci Italian Style, destinata ad essere la moda assoluta della primavera - estate 2019. 

Si chiama "personal mandala", ed è stata disegnata dal digital artist, designer e stilista italiano Ivan Venerucci. Disponibile in esclusiva mondiale online, sulla piattaforma di Artsadd, sta letteralmente spopolando, per i suoi colori unici che rimandano ai colori sacri tibetani. 

Ma cosa significa nella tradizione il mandala? Nella formula "Vāstu-Puruṣa-Maṇḍala" esso va a significare lo stesso sacrificio del Puruṣa, l'uomo primordiale da cui ha origine lo stesso Universo.Così nello Arthaśāstra (opera attribuita a Kauṭilya, IV a.C.) il termine maṇḍala viene a indicare l'insieme degli stati stranieri da cui è circondato un regno o, meglio, un re. 
Nei più tardi testi tantrici il termine maṇḍala (dal VI secolo) inizia a indicare uno spazio sacro spesso di forma circolare, ma anche triangolare o quadrangolare, in cui le divinità sono invitate a entrare per mezzo di precisi mantra. Il termine maṇḍala si riscontra infine in varie culture religiose del subcontinente indiano, in particolar modo in quella buddhista, anche a indicare dei diagrammi geometrici elaborati con diversi materiali e utilizzati per scopi rituali o meditativi. 

Va precisato che maṇḍala, anche in questa ultima accezione, non è mai un mero disegno per quanto rappresentativo o simbolico, ma è quel luogo creato dal meditante dove egli contempla le divinità che vi hanno posto sede dopo la sua invocazione. Tale pratica religiosa si è diffusa, grazie al buddhismo, per tutta l'Asia. 

Nell'induismo, il maṇḍala non è altro che una rappresentazione geometrica complessa avente lo scopo di coinvolgere l'intero Universo nell'atto rituale. Se i maṇḍala furono descritti nei testi propri del Tantrismo, quindi a partire dal VI secolo d.C., l'interesse della cultura religiosa hindū per le rappresentazione cosmologiche per mezzo di disegni geometrici è attestato già nell'antica Taittirīya Saṃhitā. 

In particolare gli altari vedici seguono delle regole di costruzione secondo dei modelli che derivano da quello geometrico, e basilare, detto dello caturaśraśyenacit La forma geometrica finale dell'altare dipende dal tipo di sacrificio, uno dei più conosciuti è quello riguardante lo agnicayana. 

Allo stesso modo la funzione del maṇḍala occorre a disegnare la pianta del tempio hindū secondo quegli antichi manuali di architettura religiosa detti Vāstuśāstra. In questo caso l'architetto non disegnava un contorno su scala ridotta ma utilizzava dei vāstumaṇḍala ovvero dei quadrati che messi insieme in vario numero componevano la pianta del tempio. 

Il vāstumaṇḍala è concepito come parte del corpo dell'"uomo/essere cosmico" (vastupuruṣa) origine dell'Universo in cui si collocano le divinità principali e secondarie e i guardiani del tempio, garantendo in questo modo la dimora degli dèi. 

Esso, che ha sempre rappresentato un mezzo per raggiungere un più alto grado di consapevolezza possibile per l’essere umano, oggi grazie alla moda della Ivan Venerucci Italian Style, continua il suo compito, a dispetto del tempo.  

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl