Salute: trovate sostanze cancerogene nelle urine dei fumatori di sigarette elettroniche

03/apr/2020 10:14:03 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 
ComunicatiStampa.net
 
 

Salute: trovate sostanze cancerogene nelle urine dei fumatori di sigarette elettroniche

Nelle urine dei consumatori di sigarette elettroniche trovate sostanze che possono causare  il  cancro alla vescica

Roma, 3 aprile 2020 - Le sigarette elettroniche negli ultimi hanno hanno rapidamente guadagnato popolarità in Europa e negli Stati Uniti, in particolare tra adolescenti e giovani adulti. Ampiamente commercializzato come alternativa più sicura ai tradizionali prodotti del tabacco, l'uso diffuso di sigarette elettroniche è stato guidato anche da una maggiore accettazione sociale, un gusto più accattivante e un aspetto più moderno rispetto alle sigarette combustibili tradizionali . 

Nel 2014, le sigarette elettroniche erano il prodotto del tabacco più comunemente usato tra i giovani statunitensi nonostante fossero entrati nel mercato statunitense nel 2007 .

 Solo dal 2017 al 2018, il consumo di sigarette elettroniche è aumentato di circa l'80% tra gli studenti delle scuole superiori e il 50% tra gli studenti delle scuole medie, pari a circa 3,6 milioni di giovani che attualmente usano sigarette elettroniche. Questa crescente epidemia ha portato a nuove misure da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della Food and Drug Administration degli Stati Uniti volte a limitare il consumo di sigarette elettroniche tra gli adolescenti.

Le sigarette elettroniche hanno una vasta gamma di modelli, ma sono tutte composte da quattro elementi principali: una cartuccia o un serbatoio, un elemento riscaldante, una batteria agli ioni di litio e un boccaglio che la persona usa per inalare.

 La cartuccia contiene una soluzione liquida (e-liquid) contenente quantità variabili di nicotina, aromi e altre sostanze chimiche disciolte in solventi come glicole propilenico e / o glicerina vegetale.

 La sigaretta elettronica è progettata per vaporizzare la soluzione di liquido che poi si condensa in un aerosol per inalazione. 

Fornendo nicotina attraverso l'aerosol piuttosto che attraverso il fumo di tabacco, le sigarette elettroniche evitano molti dei sottoprodotti della combustione tradizionale e quindi producono meno tossine. 

Tuttavia, le sigarette elettroniche contengono additivi e solventi che possono formare composti tossici e cancerogeni simili, se riscaldati. Inoltre, sussistono preoccupazioni riguardo al potenziale rilascio di nanoparticelle metalliche tossiche dal dispositivo e dall'e-liquid durante il riscaldamento.

Ad oggi, le implicazioni per la salute dell'esposizione a tali composti attraverso lo svapo non sono ben note.

L'Associazione europea per la salute pubblica, la FDA - Food and Drug Administration degli Stati Uniti, il NHI - National Institutes of Health e CDC - Center for Disease Control, sostengono che sussistono rischi per la salute associati all'uso di sigarette elettroniche, ma il loro profilo di sicurezza non è stato definito in modo definitivo. 

Studi recenti hanno dimostrato che le implicazioni per la salute dell'uso di sigarette elettroniche possono andare oltre l'impatto neurologico della nicotina o gli effetti polmonari dovuti all'inalazione per includere la vescica. 

“Nelle urine dei consumatori di sigarette elettroniche sono stati osservati composti tossici e cancerogeni, nonché biomarcatori dei loro sottoprodotti metabolizzati" spiega il Prof. Andrea Militello, rinomato Urologo Andrologo che esercita la sua attività in diverse città italiane tra cui a Roma, Milano e Cosenza.. 

"L'esposizione dell'urotelio vescicale, ossia del rivestimento della parete vescicale, a questi agenti cancerogeni può avere implicazioni per lo sviluppo di tumori, in particolare se la relazione di rischio dose-dipendente osservata nei tumori della vescica correlati al tabacco tradizionali è estrapolata dalle sigarette elettroniche" continua l'Urologo. 

"Sebbene il rapporto recentemente pubblicato dalla National Academy of Sciences abbia concluso che non ci sono prove disponibili che colleghino l'uso della sigaretta elettronica allo sviluppo o agli esiti del cancro, continuano però a esserci dati in crescita che dimostrano che lo svapo di sigaretta elettronica provoca l'inalazione di composti cancerogeni” conclude il Prof. Andrea Militello.

 

 

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
“Canzone sul balcone”: il ritratto dell’Italia vista dagli occhi di un artista di strada

“Canzone sul balcone”: il ritratto dell’Italia vista dagli occhi di un artista di strada

Dal balcone della sua casa di Milano un artista di strada compone la sua “Canzone sul balcone”: il video della canzone girato dall’inquilino del piano di sotto

Milano, 2 aprile 2020 �“ “Se chiudo gli occhi vedo il mare e la vita che vorrei”. Cosi recita il ritornello di “Canzone sul balcone”, il…

Leggi Tutto...
 
 
Arte, è rivoluzione: al via il Certificato Digitale per le opere d’arte

Arte, è rivoluzione: al via il Certificato Digitale per le opere d’arte

Roma, 1 aprile 2020 �“ È rivoluzione nel mondo dell’arte. Da oggi sarà possibile provare in ogni momento l’identità e l’autenticità delle opere d’arte grazie ad un Certificato Digitale per le opere d’arte. Merito di questa rivoluzionaria innovazione è della ArtID, azienda internazionale che si occupa d’arte con sede in Svizzera, che ha dato vita al Certificato Digitale…

Leggi Tutto...
 
 
Internet rallenta: la quarantena crea picchi di traffico e rallenta la navigazione Web

Internet rallenta: la quarantena crea picchi di traffico e rallenta la navigazione Web

L’Emergenza Sanitaria causa l’aumento del traffico internet, calano velocità e performance

Roma, 1 aprile 2020 �“ Le misure restrittive messe in atto nel mese di marzo in relazione all’ Emergenza Coronavirus hanno imposto un radicale cambiamento dello stile di vita degli italiani che, complice il periodo di permanenza forzata tra le…

Leggi Tutto...
 
 

Mario Esposito: “Dopo i medici sarà l’ora di intellettuali, artisti, sociologi per curare l’anima di un Paese ferito”

Dopo i medici in trincea per l’emergenza sanitaria, ci dovranno essere al fronte artisti, intellettuali, sociologi per curare l’anima di un Paese in ginocchio”: così dichiara il patron del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, auspicando un impegno condiviso per la rinascita spirituale dell’Italia del dopoCovid.

Napoli, 31 marzo 2020 �“ “Oggi in trincea ci…

 

Bambini e Coronavirus: al via il concorso di disegno per bambini

Roma, 31 marzo 2020 �“ “Super B e il Coronavirus” è il titolo del concorso a premi promosso al solo scopo di alleviare le giornate dei nostri bambini costretti a stare casa al fine di debellare l’epidemia di Covid19 in essere nel nostro paese.

Ma chi è Super B? Super B, che sta per…

Coronavirus: attivo l’aiuto psicologico per i familiari dei deceduti

47 gli Psicologi al lavoro per aiutare i familiari delle vittime a far accettare, affrontare e superare la morte di una persona cara

Roma, 30 marzo 2020 �“ Il 31 marzo 2020 è la “Giornata di lutto nazionale per le vittime del Coronavirus” e il Pronto Soccorso Psicologico Roma Est si sta prodigando…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl