Scanderebech, fondi europei: utilizzare con urgenza i 920 milioni per il microcredito

23/gen/2014 14:44:41 Scanderebech Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Urge contrastare povertà, emergenza-debiti e crisi sistema creditizio”.

Dichiara l’On. Scanderebech “Il Parlamento europeo ha approvato il 21 Novembre scorso lo stanziamento di 920 milioni di Euro per  finanziare politiche sociali innovative, la promozione della mobilità del lavoro, del microcredito e della imprenditoria sociale. Il programma è operativo dal primo gennaio 2014 ma ad oggi non sono ancora arrivate notizie relative ai nostri progetti ed ai fondi destinati a noi. Bisogna accelerare e adoperare bene le risorse in quanto oggi le emergenze dei disagi sociali causati dalla recessione e dall’austerità di fatto sono supportati solo dalle 467.729  organizzazioni non profit in cui la Lombardia è al primo posto con il 14% delle organizzazioni èa seguire il Lazio e il Piemonte”.

“Il Microcredito è un prestito per i giovani gli artigiani e i commercianti che può variare, in base ad ogni singolo progetto, dai 3.000 a 25.000 euro. Uno strumento vero che crea sviluppo, lavoro e contrasta la povertà e l’usura. Per questo, lo Stato e le Regioni  devono intervenire con urgenza per ridare linfa e speranza a quei progetti di migliaia di cittadini che oggi sono esclusi dalla possibilità di creare ricchezza. La mancata concessione di credito da parte delle banche impone di istituzionalizzare il microcredito, utile per lo sviluppo locale e contrasto al fenomeno dell'usura, che non è un semplice aiuto a fondo perduto ma, uno strumento di lotta alla povertà e all'esclusione sociale, in grado di incoraggiare lo sviluppo a favore di categorie svantaggiate", conclude Scanderebech.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl