[cs] CAOS PALERMO CALCIO, DEPOSITATA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DAL M5S. IL SENATORE DI PIAZZA SCRIVE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE

07/feb/2019 13:03:32 MoVimento 5 Stelle Palermo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato Stampa 07/02/2019
Leggi su browser
CAOS PALERMO CALCIO, DEPOSITATA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DAL M5S. IL SENATORE DI PIAZZA SCRIVE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE
 
PALERMO, 7 febbraio - Il “caso Palermo Calcio” è arrivato a Roma, all'attenzione del Governo nazionale. Il senatore palermitano del MoVimento 5 StelleSteni Di Piazza, infatti, la scorsa settimana si è attivato per chiarire i contorni oscuri della cessione del club rosanero agli inglesi e alle vicende che hanno influito negativamente, anche a livello sportivo, e che preoccupano i tifosi.

Proprio questa mattina è stata depositata un'interrogazione parlamentare all'attenzione del Presidente del ConsiglioGiuseppe Conte, per accendere i riflettori della politica su una situazione che a Palermo potrebbe precipitare nel giro di pochissimo tempo e avere pesanti ripercussioni su aziende e relativo indotto economico.

Qualche giorno fa il senatore cinquestelle Steni Di Piazza aveva dichiarato: “Stiamo seguendo con attenzione le evoluzioni in casa Palermo Calcio. Le notizie che filtrano non sono incoraggianti, tantomeno sono convincenti le dichiarazioni della nuova proprietà che non ha ancora dato le giuste garanzie. Il Palermo non può trasformarsi in un nuovo caso Parma”, anticipando "un intervento al fine di tutelare i tifosi rosanero, gli sportivi italiani e tutto l’indotto economico che ruota intorno alla squadra della quinta città d’Italia”.



Questo il testo dell'interrogazione parlamentare depositata:

Al Presidente del Consiglio dei ministri. 

Premesso che:
-l'Unione sportiva città di Palermo, nota come Palermo Calcio o Palermo, è una società calcistica italiana con sede nella città siciliana;
-si apprende dal comunicato ufficiale della società del 29 gennaio 2019 che sarebbe avvenuto il passaggio di proprietà delle azioni dell'Unione sportiva città di Palermo SpA dalla Gasda Srl di M. Zamparini alla società Palermo football club SpA;
-in queste ultime settimane fonti di stampa hanno riportato che la squadra sarebbe già formalmente esclusa dalle società del calcio italiano professionistico e dal prossimo campionato, a meno di salvataggi da parte della Federazione italiana gioco calcio (Figc) con un cambio in corsa e retroattivo delle regole federali, in quanto mancherebbe il deposito di documenti sulla solidità finanziaria come riportato da "Il Sole-24ore" del 29 gennaio. Ciò in quanto sembrerebbe sussistere una violazione del regolamento della Figc di attuazione dei principi in materia di acquisizione di partecipazioni societarie a livello professionistico di cui al comunicato ufficiale n. 189/A del 26 marzo 2015, secondo cui i soggetti acquirenti una quota azionaria maggiore del 10 per cento di una società di calcio operante nei campionati italiani devono soddisfare specifici requisiti di onorabilità e di solidità finanziaria. Nello specifico è necessario non aver subito condanne definitive per reati puniti con pene edittali sopra i 5 anni, per i reati di cui alla legge n. 401 del 1989 e alla legge n. 376 del 2000, per truffa o appropriazione indebita e l'obbligo di possedere un certificato antimafia "pulito";
-per quanto riguarda i requisiti di solidità finanziaria, il regolamento Figc impone agli acquirenti di presentare alla lega di riferimento la dichiarazione di almeno un istituto di credito con il quale abbiano rapporti economici da almeno un anno, che attesti che l'acquirente dispone di buona base finanziaria, che è meritevole, sotto il profilo bancario, di adeguato fido e che è soggetto senz'altro valido in ordine agli impegni che assume;
-inoltre, dispone che la documentazione attestante i requisiti indicati dovrà essere presentata alla lega entro 30 giorni dall'acquisizione della partecipazione; questi requisiti sono essenziali affinché la Figc possa affiliare il club e ammetterlo a disputare i campionati;
-successivamente la società Palermo calcio ha chiarito che la mancanza delle informazioni riguardanti l'organizzazione societaria è dovuta ai tempi tecnici di lavorazione, ai ritardi e a normative che rimandano l'aggiornamento della composizione dei soci alla data di presentazione del bilancio, e ha precisato che le comunicazioni della documentazione richiesta dei soci di riferimento e degli amministratori, nonché le lettere di buon standing finanziario dei soci di riferimento inviate alla lega di serie B dal Palermo football club SpA sarebbero state fornite nei tempi previsti;
-il sindaco di Palermo ha chiesto di avviare ogni opportuna verifica ed accertamento volti a fornire al Consiglio comunale informazioni puntuali e dettagliate circa la solidità societaria e le garanzie fornite, affinché il principale impianto sportivo cittadino sia tutelato e fruito in modo corretto;

considerato che:
-alla chiusura del calciomercato, il club non si è rinforzato e si sono registrate incomprensioni tra la nuova proprietà e la dirigenza dell'area tecnica;
-la squadra è entrata in crisi dal punto di vista sportivo, perdendo il primato in classifica, e al termine dell'incontro pareggiato con il Foggia il giocatore Bellusci ha dichiarato che i giocatori sono senza certezze per il futuro, che non sono a conoscenza di chi sia il proprietario e che si ritengono soli;
-considerato infine che Clive Richardson e John Michael Treacy hanno rassegnato formalmente le dimissioni dalle rispettive cariche di presidente e consigliere e che verrà convocata l'assemblea per procedere alla nomina del nuovo consiglio d'amministrazione della società,

si chiede di sapere:
-se il Presidente del Consiglio dei ministri sia a conoscenza dei fatti descritti e se intenda attivare tutte le interlocuzioni del caso con il Coni e le sue federazioni al fine di valutare la trasparenza e la piena conformità giuridico-economica della cessione della proprietà della società Unione sportiva città di Palermo SpA;
-se ritenga opportuno assumere iniziative per quanto di propria competenza al fine di salvaguardare l'indotto economico, la dignità della città e dei suoi tifosi, i valori dello sport e il regolare svolgimento del campionato in corso.
Il testo risulta già disponibile sul sito del Senato:

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=18&id=1098762&part=doc_dc

 






L'addetto stampa
William Anselmo
Ufficio Territoriale M5S Palermo
Via Libertà 64/a
90143 Palermo
Tel. 091. 7287457
Puoi aggiornare le tue preferenzecancellarti da questa lista

Email Marketing Powered by Mailchimp
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl