La bellissima e coinvolgente cena dell’ADA

25/dic/2018 06:15:48 Miss Italia 71a edizione Contatta l'autore

Uno scambio d’auguri per le festività ricco di sorprese

E’ stata una serata veramente eccezionale, quella che il Presidente campano dell’ADA (Associazione Direttori d’Albergo) Giuseppe Bussetti, è riuscito con le sue indiscusse capacità che hanno portato anche ad un perfetto coinvolgimento e collaborazione di tutto il direttivo da lui presieduto, ad organizzare quella che possiamo indubbiamente definire la migliore kermesse, vissuta negli ultimi anni da questo sodalizio. Il pomeriggio adiano è iniziato con una assemblea dei soci ospitata dalla prestigiosa struttura che ha sede nel cuore di Napoli, “Palazzo Caracciolo” in via Carbonara 111, per discutere dei problemi della categoria, dello sviluppo dell’Accoglienza ed Ospitalità, la tradizionale approvazione del bilancio, la relazione di Bussetti e la presentazione del nuovo direttivo con la riconferma dell’attuale presidente e quasi tutto il direttivo precedente con solo alcune sostituzioni resesi necessarie perché due soci hanno dovuto lasciare Napoli per il Nord dove hanno assunto la direzione di prestigiosi alberghi. Il nuovo direttivo, che per quattro anni condurrà le sorti dell’ADA, vede dunque Giuseppe Bussetti alla presidenza, con Alberto Sorrentino vice presidente, Barbara Brunelli segretaria, Antonio Palmieri Tesoriere, e Annamaria De Lucia revisore dei conti. Terminata l’assemblea, che ha visto una attenta partecipazione dei soci, si è passati all’accoglienza degli invitati. Preceduta da un aperitivo ricco di finger food, vini offerti dall’azienda vinicola Farro di Bacoli ed un open bar con ricchi cocktail, elaborati da esperti barmen, per un “Vintage & Trendy Martinis”. Oltre 120 persone hanno partecipato alla gioiosa serata e quel che più conta, per il successo delle idee che Bussetti intende portare avanti, è che oltre alla presenza di tanti soci, c’è stata la partecipazione di tutte le associazioni di categoria che con uno spirito unanime hanno accolto l’invito di questo laborioso presidente per una unione di intenti da sviluppare per poter sempre più e sempre meglio contribuire al successo della città partenopea e di tutta la regione Campania in merito all’accoglienza turistica. Sono intervenuti il vice fiduciario dall’AMIRA (Associazione Maître Ristoranti e Alberghi) Dario Duro, che insieme a Bussetti è stato il promotore dell’unione di tutte le associazioni dell’ospitalità campane per un migliore sviluppo del territorio. Il rappresentante dell’Amira che sta, insieme a tutto il direttivo presieduto da Giuseppe Fraria, riportando agli splendori quell’Associazione mirabilmente diretta a Napoli, per 42 anni dal Cav. Giuseppe Di Napoli. Altro rappresentante delle associazioni presenti alla cena, in qualità di presidente dell’APN (Associazione Pizzaiuoli Napoletani) che, attraverso la pizza, ha portato Partenope nel mondo, fino a essere uno dei protagonisti del successo del riconoscimento dell’”Arte del pizzaiuolo napoletano” quale Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità è Sergio Miccù. Partecipe, anche la tradizione della pizza napoletana con il vice presidente dell’Unione pizzerie storiche di Napoli “Le Centenarie” Salvatore Grasso, titolare della pizzeria Gorizia al Vomero. Poi ancora l’AIS (Associazione Italiana Sommelier) presieduta per il nostro territorio da Tommaso Luongo con i sommelier Manuela Papaccio e Diego Donnaruumma, la FIC (Federazione Italiana Cuochi) con il presidente APCN (Associazione Provinciale Cuochi Napoli) Ludovico D’Urso e l’AIBES  (associazione Italiana Barmen e Sostenitori) con il suo fiduciario campano ed il vice fiduciario rispettivamente Luigi Gargiuolo e Rosario Restino che hanno anche donato all’ADA un loro gagliardetto bleu con su disegnato uno shaker dalle cinque punte indicanti appunto Aibes. Il quadro dei sodalizi invitati dall’ADA si è completato con la presenza di Ciro Scarpato presidente dell’Associazione Pasticcieri Napoletani e dell’addetta stampa di questo sodalizio, la giornalista Simona Buonaura che sta imprimendo una grande visibilità a questo gruppo di soci attraverso il proprio operato. Va inoltre ricordato, come ha voluto fare il socio onorario dell’Ada Giuseppe De Girolamo, che due di questi personaggi Duro e Grasso, hanno ultimamente ricevuto dall’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy) la nomina per la Campania, il primo ad Ambasciatore per l’Accoglienza ed il Bon Ton ed il secondo per la categoria pizzaioli che rappresenta e riceveranno l’investitura della fascia tricolore il 29 gennaio 2019 a Roma nella sede della Camera dei Deputati. Oltre all’ospitalità offerta da Palazzo Caracciolo, vanno evidenziati gli ottimi piatti serviti, accompagnati da vini e spumanti “Farro”, che hanno ottenuto l’ammirazione e consenso gustativo da parte degli ospiti, che nell’elegante salone, con la sponsorizzazione di questa cena da parte di numerose aziende come la Worldtours, la lavanderia industriale “White qeen”, la “Dorelan”, la “Lamystique” profumi ed altre, sono giunti al tradizionale taglio della torta e brindisi augurale e commiatandosi hanno ricevuto anche importanti cadeau.

Giuseppe De Girolamo

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl