Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Thu, 24 May 2018 23:32:04 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/1 Why Aluminum-unfastened Baking Powder is better Thu, 24 May 2018 03:25:56 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/pdl_partito_della_liberta/480440.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/pdl_partito_della_liberta/480440.html aluminum aluminum ultimate week, after I examine my colleague Adina Steiman's piece about baking the precise buttermilk biscuits, I had a brilliant flashback to one in all my own biscuit-making adventures. Mine turned into now not as satisfied a tale.

i was attempting a drop biscuit, a massive and buttery one that I planned to cut up open and use as a shortcake. The biscuits regarded suitable—they were golden and lumpy ("rustic," I bet)—however then I took my first chunk.

some thing became wrong. although the biscuit had plenty of butter in it, and though it changed into topped with strawberries and whipped cream, my mouth became filled with most effective one flavor: the horrible flavor of steel.

particularly, the biscuits tasted like 6061 aluminum sheet plate. that's flawlessly logical, because sodium aluminum phosphate and sodium aluminum sulfate are both acids which are used in baking powders. (Baking powders are essentially a mixture of baking soda and a few sort of acid, which interacts with the soda to create carbon dioxide gasoline. The gas is what offers cakes, muffins, and so on, a boost.)

i'd ever observed a specifically metallic flavor in my baked items before, but alternatively biscuits and shortcakes are the correct applicants for showcasing that offputting flavor—they normally require a number of baking powder to offer them a upward thrust, and they don't have lots of different robust flavors (chocolate, brown sugar) to cowl up the powder's flavor.

The biscuit recipe Adina wrote approximately gets round this metal taste via calling for homemade, aluminum-unfastened baking powder, a easy process that Adina wrote became "worth it." nicely, positive, I bet. but what about people like me, who, having been burned by way of baking powder once, usually inventory the aluminum-free stuff?

And now that i was thinking about it, I could not apprehend why all people failed to use aluminum-free powder all of the time? Why even sell the stuff with aluminum?

I searched the net for reasoning. nothing got here up. I known as a completely widely known baking expert. She stated she couldn't give an explanation for why she used everyday baking powder, and refused to go at the document. subsequently, I became to Shirley Corriher.

In her ebook Bakewise, Corriher breaks the entirety down. "Baking powders can be rapid-performing, gradual-performing, or double-acting, depending at the acid or acids they comprise,"she writes. some acids react with liquid, at the same time as others react with warmness. Double-acting powders typically contain acids—one for liquid, the alternative for warmth.

Aluminum-free baking powders react with liquid and no longer with warmness. And that, Corriher explains, makes them "quicker performing than most double-acting powders. You want to transport fast and get desserts made with [aluminum-free baking powders] into the oven right away given that maximum of the bubbles are launched shortly after blending."

Baking powders with 6013 aluminum sheet plate, on the other hand, "have maximum of their movement delayed till the batter is warm in the oven."

So there may be danger involved with aluminum-free powders—the chance that, in case you take too lengthy among blending the batter (or dough) and setting your cake (or biscuits) inside the oven, that the chemical response will have petered out, and also you won't get as suitable of a upward push.

however that is a small hazard. A danger for extremely gradual bakers. And the turn side of this chance is coverage towards baked goods that flavor like a hubcap.

name me loopy, but i will maintain taking my possibilities.

]]>
"QUEI SOLDI SPORCHI E MALEDETTI DALLA DROGA MI HANNO ROVINATO LA VITA" Wed, 23 May 2018 22:13:34 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480416.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480416.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

 

"Negli anni '90 ho spacciato tutti i tipi di droga – ha confessato ai volontari un ex tossicodipendente e spacciatore di via Podgora a San Michele – ho guadagnato tantissimi soldi, ora non ho più niente. Ho fatto otto anni di carcere e ho ancora dei processi in corso. Mi hanno sequestrato tutto, anche la casa. I soldi della droga sono sperchi e maledetti. Mi sono rovinato la vita – prosegue – ora sto cercando un lavoro onesto, ma nessuno mi assume, perchè chi darebbe un lavoro ad un pregiudicato?" E' la dichiarazione drammatica fatta da un ex spacciatore e ex tossicodipendente residente nel quartiere di San Michele a Cagliari, ai volontari che distribuivano i libretti con "la verità sulla droga" nelle case di Via Podgora.

I volontari di Fondazione per un Mondo Libero alla droga e della Chiesa di Scientology, confrontando spacciatori e consumatori, continuano a diffondere il messaggio di vivere liberi dalla droga nei quartieri più a rischio di Cagliari, dove il degrado sociale e ambiantale è tangibile e intere famiglie sono coinvolte direttamente o indirettamente con il problema droga e con tutti i reati ad essa connessi.

"Le droghe sono l'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale" scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. Camminando in certi ambienti si tocca con mano quanto questa affermazione sia drammaticamente vera.

Info: www.cagliariliberadalladroga.com





]]>
INFORMAZIONE E PREVENZIONE, IL BINOMIO VINCENTE CONTRO LA DROGA. Wed, 23 May 2018 18:13:22 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/480398.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/480398.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

Ormai non ci sono dubbi che non basta la sola politica di repressione, pur indispensabile per assicurare alla giustizia i criminali spacciatori, per arginare il fenomeno droga che, a vedere dalle cronache quotidiane, sembrerebbe inarrestabile. Il dio "evasione" attraverso la droga è diventato il rifugio comune usato da moltissimi ragazzi e tanti altri non più giovanissimi, quasi che, nascondendo come fanno gli struzzi, soffocando e non confrontando i problemi, questi si dissolvessero nel nulla, per accorgersi, appena passato lo sballo, che la situazione esiste ancora, eccome! anzi si è ingigantita e ha portato con se altri problemi ben più gravi.

Da qui la certezza che, oltre alla repressione, vada portata avanti una politica di informazione capillare che, senza falsi allarmismi e proibizionismi inutili, metta le nuove generazioni nelle condizioni di decidere liberamente, stavolta con le corrette informazioni, se fare uso o meno di sostanze stupefacenti.

Incitati dal loro ispiratore L. Ron Hubbard, che considerava la droga come "l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale", i volontari sono costantemente impegnati per diffondere la verità sulla droga, ricercando la collaborazione di Istituzioni, Associazioni, commercianti e semplici cittadini sensibili al problema, e nella serata di mercoiledì 23 maggio, hanno coinvolto decine di commercianti di Cagliari della via dei giudicati e strade limitrofe, come sempre ben disposti a collaborare per risolvere un problema tanto sentito da tutti i cittadini cagliaritani.

Info: www.cagliariliberadalladroga.com

]]>
PRESIDENTE FICO ASCOLTA INNO CON LE MANI IN TASCA, SILVESTRONI (FDI): OFFESA INGIUSTIFICABILE Wed, 23 May 2018 15:34:45 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/480409.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/480409.html Ufficio Stampa On. Silvestroni Ufficio Stampa On. Silvestroni
"Se la misura di quanto i 5 stelle hanno a cuore il paese è nell’atteggiamento di Fico oggi a Palermo mentre ascoltava l’Inno di Mameli allora siamo messi veramente male. E’ vergognoso che un Presidente della Camera dei Deputati se ne stia con le mani in tasca mentre si celebra un momento così significativo per il nostro paese. Doppiamente grave se si pensa che la celebrazione in cui veniva suonato l’inno era dedicata alla commemorazione delle vittime della strage di Capaci. Una vera offesa ingiustificabile il gesto di Fico di fronte all’Italia, alla memoria di Falcone, ai parenti delle vittime e ai tanti giovani arrivati per l’occasione sulla nave della legalità ai quali la seconda carica dello Stato dovrebbe trasmettere rispetto ed amore per le istituzioni e per il proprio paese e non sciatta strafottenza" lo ha dichiarato il deputato di Fratelli d'Italia, Marco Silvestroni.

Ufficio Stampa
On. Marco Silvestroni (FdI)
]]>
A DECOLLATURA, LA COOPERATIVA L’ARCO AVVIA LE ATTIVITÀ DEL PROGETTO “AMBIENTE LINFA PER I GIOVANI” Wed, 23 May 2018 12:14:36 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480343.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480343.html domenico trapasso domenico trapasso Ad essere interessati dal progetto curato dalla Cooperativa Sociale l’ARCO, saranno 18 comuni del comprensorio del Reventino : AMATO, CARLOPOLI, CICALA, CONFLENTI, DECOLLATURA, FALERNA, GIMIGLIANO, GIZZERIA , MARTIRANO, MARTIRANO LOMBARDO, MIGLIERINA, MOTTA SANTA LUCIA, PLATANIA, SERRASTRETTA, SAN MANGO D’AQUINO, SAN PIETRO APOSTOLO, SOVERIA MANNELLI E TIRIOLO. 

Un comprensorio vasto,  identificato come “area rurale in ritardo di sviluppo” in cui, anche le realtà rurali tipiche (basate principalmente su piccoli coltivatori diretti e artigiani) hanno subito un impoverimento, soprattutto in termini di capitale umano.

 “Il progetto, Finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-  ha detto  AURORA MASTRANDREA, presidente della Cooperativa Sociale l’Arco -  è  indirizzato ai giovani, e si propone di creare un valore aggiunto tramite - tra le altre cose - ,  lo sviluppo di attività di utilità sociale,  di educazione e  didattica sulle problematiche dell’agricoltura e della tutela delle risorse naturali, culturali  ed enogastronomiche regionali”

A presentare le attività che concretizzeranno i diversi  laboratori sono stati gli stessi soggetti  coinvolti nel progetto, con le introduzioni di  FLORINDO RUBBETTINO, La Rosa nel Bicchiere; da NICOLA SACCO, Istituto di Formazione Terina, partners dello stesso progetto.

L’evento , caratterizzato dalla proiezione del film “Il Cibo dell’Uomo. Grano e Pane in Calabria” di  GIOVANNI SOLE, Docente di Antropologia dell’Unical,   ha visto gli interventi di  VINCENZINA SCALZO, Partner del progetto, di EMILIO LEO, Laboratorio del farro, e di numerosi amministratori locali e si è concluso con la degustazione dei prodotti della stessa Cooperativa .

]]>
Matrimonio: fioccano le polizze per il gran giorno Wed, 23 May 2018 10:37:02 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/consumo_critico/480322.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/consumo_critico/480322.html Facile.it Facile.it

 

Il giorno del matrimonio è per molti uno dei momenti più attesi, ma se è vero che l’amore è cieco, è altrettanto risaputo che la sfortuna ci vede benissimo e le insidie dietro al gran giorno sono potenzialmente numerose; oggi però bastano pochi euro per assicurare, se non la buona riuscita dell’unione, perlomeno quella dell’evento. Con prezzi a partire da meno di 200 euro, le compagnie assicurative hanno messo a punto polizze pensate per tutelare i promessi sposi da annullamento della cerimonia, smarrimento delle fedi, infortuni agli invitati…e non solo. Facile.it ha redatto un breve vademecum sulle polizze per i matrimoni, spiegando cosa coprono, cosa non coprono e quanto costano. «Si tratta di prodotti assicurativi ancora poco conosciuti ma i cui prezzi sono tutt’altro che proibitivi, soprattutto in relazione ai benefici che garantiscono» - spiega Lodovico Agnoli, responsabile new business di Facile.it. «Se ci si vuole tutelare dall’annullamento della cerimonia o da eventuali danni causati durante i festeggiamenti, il costo della polizza si aggira intorno ai 200 euro. Prezzo destinato a salire se il valore della cerimonia da assicurare aumenta o se si aggiungono anche altre coperture, come quella sul viaggio di nozze, sulle fedi o l’assistenza per il primo anno di matrimonio». Se il partner ci ripensa… L’organizzazione di un matrimonio è di per sé uno stress-test per la coppia che, tra inviti, tavoli, e bomboniere viene chiamata a un grande lavoro di mediazione e pazienza per cercare di mettere tutti d’accordo facendo, al contempo, quadrare i conti. Non tutti riescono a superare questa fase e a volte capita che, nonostante gran parte del matrimonio sia già stato organizzato, uno dei due futuri sposi decida all’ultimo di annullare il grande evento. Niente paura, quantomeno per il portafoglio; l’assicurazione contro l’annullamento consente ai mancanti coniugi di ottenere il rimborso delle spese sostenute per il recesso anticipato dai servizi già prenotati per la celebrazione; sono coperti dalla polizza, ad esempio, i costi legati a fotografo, location, ristorante, catering, torta nuziale, abiti, bomboniere, partecipazioni, fiori, auto noleggiata e artisti ingaggiati per l’intrattenimento. Ma attenzione a franchigie ed esclusioni; quando l’annullamento è legato alla volontà di uno (o entrambi) gli assicurati, il rimborso potrebbe essere parziale. … o se lo ferma un uragano La compagnia copre invece fino al 100% nel caso in cui la cerimonia venga annullata per circostanze terze impreviste e indipendenti dalla volontà degli sposi, come l’impossibilità fisica di uno dei due partner di raggiungere il luogo delle celebrazioni, a seguito, ad esempio, di gravi calamità naturali, o in caso di gravi infortuni, malattie o decessi, anche dei familiari più stretti.         Al via con i festeggiamenti Conclusa la cerimonia inizia la festa e, con lei, i potenziali problemi. Cosa accade se durante il ballo a bordo piscina il testimone scivola sul bagnato e sbatte la testa? O se il tappo dello champagne finisse nell’occhio del capoufficio facendogli male? Nessuna paura; la garanzia responsabilità civile copre gli sposini da tutte le richieste di risarcimento per danni involontariamente causati a terzi durante i festeggiamenti. Attenzione però perché, in alcuni casi, non tutti i partecipanti sono inclusi nella copertura: se, ad esempio, le vittime dell’incidente sono i figli o i genitori della coppia, nonché gli stessi sposini l’assicurazione potrebbe non risarcire. E se si strappa l’arazzo del ‘300? Importante sapere che la garanzia RC copre anche eventuali danni accidentali causati alle cose: un aspetto non secondario per chi, ad esempio, sceglie di coronare il proprio sogno in una location come un castello o una dimora storica, dove le spese per riparare i danni potrebbero essere consistenti; insomma, se facendo il loro ingresso trionfale gli sposi cadessero e si aggrappassero all’arazzo del ‘300 danneggiandolo sarebbero coperti, perlomeno per una quota del suo valore. Il viaggio di nozze Se cerimonia e ricevimento sono filati lisci, non rimane che partire per la luna di miele. In questo caso, oltre alle tradizionali polizze viaggio offerte dalle compagnie, gli sposini possono chiedere alcune garanzie speciali, come quella per assicurare gli anelli nuziali, che rimborsa il valore delle fedi nel caso in cui queste dovessero essere rubate o smarrite durante il viaggio e tanti sposi improvvisatisi sub in luna di miele sanno per esperienza che può capitare. In salute e in malattia, in ricchezza e povertà Il primo anno può essere molto impegnativo per una coppia e le compagnie assicurative sembrano saperlo. Molte prevedono una garanzia di assistenza alla persona che tutela gli sposi per i primi 12 mesi di unione e offre supporto in caso di malattie o infortuni; si va dalla consulenza specializzata telefonica sino all’invio di un medico nelle situazioni più gravi. È possibile tutelarsi anche dalla perdita del posto di lavoro a tempo indeterminato; qualora uno dei due coniugi venisse licenziato, questi continuerà a ricevere per alcuni mesi dall’assicurazione un contributo economico mensile che può arrivare sino all’80% dell’ultimo stipendio. E vissero tutti felici, contenti e…assicurati Non solo la coppia, ma anche il loro nido può essere assicurato per il primo anno di matrimonio con la copertura di servizi di manutenzione della casa: si va dal fabbro a domicilio, che interviene in caso di smarrimento delle chiavi della porta, all’elettricista, pronto a riparare guasti improvvisi dell’impianto elettrico, sino all’idraulico, da far intervenire per problemi alle tubature. E se il danno richiede di lasciare per qualche giorno l’appartamento, niente paura: l’assicurazione provvede a prenotare e pagare l’albergo e, ove necessario, predispone anche la vigilanza al contenuto dell’abitazione.             A seguire i costi indicativi delle garanzie previste dalle polizze per matrimoni:

Copertura Massimale Premio
Annullamento cerimonia 15.000 € 180 € ca.
Responsabilità civile matrimonio 100.000 € 12 € ca.
Tutela giudiziaria 15.000 € 12 € ca.
Annullamento viaggio luna di miele 7.000 € 60 € ca.
Assistenza Sposi 25.000 € 12 € ca.
Assistenza casa 15.000 € 12 € ca.
Garanzia perdita Lavoro reddito netto familiare: 2.500 euro/mese 90 € ca.
  Totale 380 € ca.

  A questo punto non resta che dire… evviva gli sposi!  

]]>
FIORI D'ARANCIO NELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY DI ROMA Wed, 23 May 2018 02:34:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480264.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480264.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Lunedì 21 maggio, Leopoldo e Chiara si sono promessi lealta' e devozione nella suggestiva cornice della cappella della Chiesa di Scientology di Roma

 

Un cerimonia gioiosa per suggellare una nuova unione col rito del matrimonio di Scientology, lunedì 21 maggio ha visto Leopoldo e Chiara, fedeli della Chiesa di Scientology, si sono promessi di creare costantemente, [...], nelle avversità e nella buona sorte, il sacro vincolo di amore che oggi li ha uniti.

 

Anche in Scientology come in ogni religione e cultura, il vincolo matrimoniale è considerato sacro e   rappresenta la base di una solida famiglia, quale elemento costitutivo di ogni società. Pertanto la salda unione degli sposi viene considerata come un valido contributo alla comunità nel suo insieme.

 

Le cerimonie matrimoniali di Scientology hanno un significato considerevole per coloro che vi partecipano. Per esempio, un concetto fondamentale delle scritture di Scientology è che la realtà è accordo. Lo sposalizio è un riunirsi della famiglia e degli amici, ai quali, durante la cerimonia, viene chiesto di dare il loro accordo all'unione e alla sua duratura felicità. Non si tratta di qualcosa di retorico o simbolico, bensì di un contributo tangibile e importante che il gruppo a cui appartiene la coppia dà al futuro della coppia stessa. In Scientology i matrimoni sono celebrati secondo un protocollo simile a quello della cerimonie matrimoniali di altre religioni, con una processione  nuziale, l'assunzione dei ruoli tradizionali da parte del padre della sposa e del testimone dello sposo, la disposizione consuetudinaria dei posti a sedere per i rispettivi familiari ed amici.

 

Esistono diverse cerimonie, scritte dal fondatore della religione, L. Ron Hubbard, che offrono vari gradi di formalità per la consacrazione di questo importante momento nella vita di una persona.

 

Dopo la cerimonia gli ospiti si sono intrattenuti nel Centro delle Informazioni per il Pubblico, uno spazio multimediale dove poter approfondire i principi della religione di Scientology  e le numerose iniziative sociali per la prevenzione alle droghe, il miglioramento dell'istruzione e della moralità pubblica, la promozione e pratica dei diritti umani nella vita di tutti i giorni, iniziative laiche grazie alle quali i fedeli di Scientology, con la collaborazione dei membri della società civile, aiutano ad innalzare le comunità di appartenenza per creare un mondo migliore, dove le famiglie di oggi e di domani possano fiorire e prosperare.

]]>
FIORI D'ARANCIO NELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY DI ROMA Wed, 23 May 2018 02:32:06 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480262.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480262.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Sabato 19 maggio 2018, dalle ore 20 alla mezzanotte un gruppo di volontari della campagna Terra Libera dalle Droghe in cooperazione con un gruppo di volontari cattolici, hanno distribuito oltre 3000 opuscoli informativi “La Verita' sulle Droghe”, a Ponte Milvio, uno dei ponti sul Tevere a Roma Nord, una delle piu' frequentate mete della movida romana, dove il consumo di droghe e alcol e' piuttosto alto, specialmente nel fine settimana.

 

Lo sa bene Don Giovanni Carpentieri, da anni impegnato nelle strade per informare i giovani e portarli a vivere una vita libera dalle droghe, che dopo aver conosciuto la campagna educativa La Verita' sulle Droghe, della Fondazione Terra Libera dalla Droga, ne ha adottato i materiali informativi e si e' unito ai volontari della stessa per aiutare i giovani a scegliere in modo consapevole e informato di vivere una vita libera dalle droghe.

 

Sponsorizzata dalla Chiesa di Scientology, La Verita' sulle Droghe e' la piu' vasta campagna educativa indipendente a livello mondiale che ha finora raggiunto milioni di giovani e adulti nel mondo con i suoi 13 opuscoli, uno generico sui pericoli degli stupefacenti a breve e lungo termine, e altri 12 sulle droghe di maggior consumo, con i suoi video “Dicevano...Mentivano” che in 30 secondi ciascuno sbugiardano la falsa propaganda con cui specifiche sostanze sono promosse ai giovani, e una guida per l'educatore, un piano di lezioni preordinato per portare gli adolesceneti, in modo semplice e con il loro linguaggio, alla comprensione di cosa sono le droghe, perche' una persona finisce per farne uso e quali sono gli effetti a breve e lungo termine.

La campagna e le iniziativi sono ispirate dagli studi del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard che nel corso dei suoi studi sugli effetti sociali degli stupefacenti ha concluso che “Le droghe sono l'elemento piu' distruttivo della cultura attuale” e che “privano la vita delle gioie e delle sensazioni che rappresentano, in ultima analisi, l'unica ragione per vivere”.

]]>
Ponte Milvio fatto, si prosegue .... Wed, 23 May 2018 02:29:54 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480261.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480261.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Sabato 19 maggio 2018, dalle ore 20 alla mezzanotte un gruppo di volontari della campagna Terra Libera dalle Droghe in cooperazione con un gruppo di volontari cattolici, hanno distribuito oltre 3000 opuscoli informativi “La Verita' sulle Droghe”, a Ponte Milvio, uno dei ponti sul Tevere a Roma Nord, una delle piu' frequentate mete della movida romana, dove il consumo di droghe e alcol e' piuttosto alto, specialmente nel fine settimana.

 

Lo sa bene Don Giovanni Carpentieri, da anni impegnato nelle strade per informare i giovani e portarli a vivere una vita libera dalle droghe, che dopo aver conosciuto la campagna educativa La Verita' sulle Droghe, della Fondazione Terra Libera dalla Droga, ne ha adottato i materiali informativi e si e' unito ai volontari della stessa per aiutare i giovani a scegliere in modo consapevole e informato di vivere una vita libera dalle droghe.

 

Sponsorizzata dalla Chiesa di Scientology, La Verita' sulle Droghe e' la piu' vasta campagna educativa indipendente a livello mondiale che ha finora raggiunto milioni di giovani e adulti nel mondo con i suoi 13 opuscoli, uno generico sui pericoli degli stupefacenti a breve e lungo termine, e altri 12 sulle droghe di maggior consumo, con i suoi video “Dicevano...Mentivano” che in 30 secondi ciascuno sbugiardano la falsa propaganda con cui specifiche sostanze sono promosse ai giovani, e una guida per l'educatore, un piano di lezioni preordinato per portare gli adolesceneti, in modo semplice e con il loro linguaggio, alla comprensione di cosa sono le droghe, perche' una persona finisce per farne uso e quali sono gli effetti a breve e lungo termine.

La campagna e le iniziativi sono ispirate dagli studi del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard che nel corso dei suoi studi sugli effetti sociali degli stupefacenti ha concluso che “Le droghe sono l'elemento piu' distruttivo della cultura attuale” e che “privano la vita delle gioie e delle sensazioni che rappresentano, in ultima analisi, l'unica ragione per vivere”.

]]>
“UN CORTO PER I DIRITTI UMANI 2018” Wed, 23 May 2018 02:29:14 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480260.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480260.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Sabato 19 maggio, presso il Teatro Golden di Roma, si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso nazionale per le scuole “Un Corto per i Diritti Umani”.

 

Il concorso, giunto al terzo anno, è un’iniziativa ideata e progettata dall’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza Onlus nell’ambito del progetto Gioventù per i Diritti Umani, in collaborazione con la prestigiosa Academy del Teatro Golden di Roma, la cui direzione didattica è affidata dal 2004 all’attrice, ballerina e coreografa Laura Ruocco.

Lo scopo del progetto – che anche quest’anno ha visto la partecipazione di un altissimo numero di istituti primari e secondari di tutta la nazione - è promuovere la conoscenza, la divulgazione e l’applicazione dei Diritti Umani, cosi come espresso nella Dichiarazione Universale promulgata dalle Nazioni Unite.

 

La giornata di premiazioni si è aperta con un laboratorio teatrale offerto alle scuole dai docenti dell’Academy del Teatro Golden – presso la sede dell’omonimo teatro capitolino – ed è proseguita con la consegna dei premi ai primi 3 classificati e delle menzioni speciali a 5 corti, scelti dalla giuria di esperti fra i 50 video partecipanti al concorso.

 

Vincitori della terza edizione del concorso: per la categoria Scuole medie, il corto dal titolo Rimbocchiamoci le Maniche, realizzato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo “Corso G. Matteotti” di Alfonsine (Ravenna), mentre per la categoria Scuole superiori, il corto dal titolo Basta un Segno, presentato dall’I.S.I.S.S. Antonio Magarotto di Roma.

 

Due le menzioni di merito attribuite alle scuole medie in concorso: Menzione per la sceneggiatura al corto “Diritto d’Asilo” presentato dal C.S. “P. Impastato” di Veglie (LE) e Menzione per il montaggio al corto “Non Cediamo alla Paura” realizzato dalla Scuola secondaria “G. D’Annunzio” di Salò (BS).

Tre invece le menzioni di merito consegnate alle scuole superiori: Menzione per la fotografia al corto “Fetus” Liceo Classico S. Gregorčič Primož Trubar di Gorizia; Menzione per il montaggio al corto “Nessuna Tortura” realizzato dall’Istituto Pavoniano Artigianelli di Milano e infine Menzione per la sceneggiatura al corto “Libertà d’Espressione” presentato dal Liceo Scientifico “G. Fracastoro” di Verona.

 

Nel corso dell’evento, l’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza Onlus ha consegnato la nomina di Ambasciatore dei diritti Umani a Roberto Pompi per il suo constante supporto alla nostra iniziativa.

 

]]>
Quattro mamme per Ciro, Antonello De Pierro al Delle Muse contro l'omofobia Tue, 22 May 2018 13:45:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480242.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480242.html Italia dei Diritti Italia dei Diritti
COMUNICATO STAMPA
 
Quattro mamme per Ciro, Antonello De Pierro al Delle Muse contro l'omofobia
 
Il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti è stato ospite, presso il noto teatro capitolino, in occasione della prima dell'esilarante spettacolo scritto da Geppi Di Stasio  
 
 
 
Roma, 22 maggio 2018 - Tra i teatri più amati e frequentati dal giornalista presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro, nella sua campagna di sostegno alla cultura dell'arte drammatica, c'è il celebre teatro delle Muse, uno dei pochi rimasti ad avere una compagnia stabile. Ed è qui che l'altra sera si è recato, in compagnia dell'ex modella e nota cantante di pianobar Sara Cardilli, per assistere alla prima di "Quattro mamme per Ciro", una meravigliosa ed esilarante commedia, scritta da Geppi Di Stasio, che vede in scena, oltre allo stesso autore, Rino Santoro, Wanda Pirol e Roberta Sanzò. Lo spettacolo, di grande attualità, sviluppa il tema dei diritti e delle adozioni, puntando il dito contro l'omofobia, e racconta, in un turbinio di divertentissimi stratagemmi ed equivoci, la storia di Ciro, un bambino figlio di due coppie di omosessuali, due uomini e due donne, nato per soddisfare il loro desiderio di paternità e di maternità, che li porta a incrociare i loro ben definiti orientamenti sessuali per materializzare il fine dell'agognata procreazione. Gli spettatori, letteralmente rapiti da una trama avvincente, che si snoda lungo un percorso narrativo tutto teso a nascondere alle famiglie le loro tendenze, assistono al trionfo dell'amore, che emerge apoditticamente sullo sfondo delle mille difficoltà di realizzare un coming out, tanto agognato e voluto, quanto inevitabilmente soffocato. Tante risate, ma anche molte parentesi riflessive sulla condizione omosessuale nella famiglia media italiana. Un copione geniale di alto livello, a volte forse esasperato, per esigenze sceniche,  nell'esplicitazione della scottante tematica, ma che tratteggia uno spaccato di verità inconfutabile all'interno del parenchima sociale italico.
Entusiasmo alle stelle per De Pierro. "Come presidente di un movimento denominato Italia dei Diritti - ha dichiarato - la mia presenza qui stasera è più che mai appropriata, visto l'argomento della pièce a cui ho appena assistito. Un capolavoro dell'estro creativo del mio amico Geppi, magistralmente interpretato da tutti gli attori in scena. Fino a quando avremo autori e attori di questo livello il teatro non morirà mai. Venire al 'Delle Muse' è sempre una garanzia di indubbia qualità".
Soddisfatta è parsa anche la Cardilli, ex moglie dell'affermato imprenditore di Fiumicino Diego Consiglio, proprietario dell'ormai lanciatissimo ristorante "Cielo", che ha affiancato per l'occasione il leader dell'Italia dei Diritti, noto fra l'altro per detenere il triste e non invidiabile primato di primo giornalista a essere stato minacciato e aggredito da un membro del clan Spada di Ostia (prima di Federica Angeli e di Daniele Piervincenzi), precisamente dal boss Armando, accompagnato sotto casa sua da Alfonso De Prosperis, conosciutissimo titolare di un'azienda che opera sul litorale romano nel campo della lavorazione del ferro.
Tra gli altri in sala erano presenti anche la splendida attrice Adriana Russo, Giò Di Giorgio, Luciana Frazzetto e Massimo Milazzo.
 
(Foto di Marco Bonanni)
]]>
MUNICIPIO XI, GIORNATA PER LA LEGALITÀ, CENTRODESTRA: MAGGIORANZA 5 STELLE NEGA DISCUSSIONE MOZIONE Tue, 22 May 2018 13:20:51 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/alleanza_nazionale/480238.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/alleanza_nazionale/480238.html Valerio Garipoli Valerio Garipoli >> "Il Presidente in Aula ha deciso di non ammettere la discussione sulla mozione ex articolo 58 presentata dal Centrodestra - così i consiglieri di Fratelli d’Italia Garipoli, Palma, Catalano e Forza Italia Calzetta - per la giornata della Legalità di domani e per il necessario sostengo fino al 25 maggio.

>> Riteniamo che il vizio regolamentare che poteva negare la discussione per l'impegno fondi (sic!) e l'approvazione dovesse essere superato dalla necessità di ribadire e ricordare quel 23 maggio ed in generale tutte le vittime delle mafie e della criminalità in questo paese".
>>
>> Ci sbagliavo, evidentemente, ma non siamo sorpresi più di tanto. Ieri erano impegnati, alla presenza di una neo Senatrice del M5S, a leggere il contratto di governo in commissione politiche sociali ed elette, oggi negano la possibilità di far prevalere il buonsenso rispetto alla possibilità di poter affiggere nelle scuole e negli uffici comunali la foto simbolo di Paolo Borsellino e Giovanni Falcone in memoria di tutti coloro i quali hanno dato la vita".
>>
>> "Quando si è maggioranza ci si deve preoccupare anche di gestire questi eventi e non di farseli suggerire e di bocciarne la discussione perché l'impreparazione regna sovrana. Evidentemente dopo il flop del 25 aprile (ndr) premiato dall'attenzione di Serra e Gramellini su Repubblica e Corriere, oggi dovevano creare condizioni ancora più forti per far parlare della loro qualità e creatività, della voglia di legalità che ne ha animato i vaffaday che , per noi, resteranno tali purtroppo.
>>
>> Il silenzio politico della Giunta presente in Aula - dichiarano Garipoli, Palma, Catalano e Calzetta - è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Porteremo noi le foto di G. Falcone e P. Borsellino negli uffici del Municipio

>> Viva le legalità, viva la cultura della legalità, grazie a tutti i Falcone e Borsellino.
>>

]]>
[CICAP-HOTLINE] Piero Angela: ora in spedizione "Viaggio nel mondo del paranormale". Ordinatelo qui... Tue, 22 May 2018 12:02:46 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480240.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480240.html Ufficio Stampa CICAP Ufficio Stampa CICAP Dopo il successo di pubblico ottenuto da Piero Angela al Salone del libro di Torino, la nuova edizione del suo libro "Viaggio nel mondo del paranormale" curata dal CICAP è finalmente in spedizione!

ORDINA ORA IL LIBRO QUI: https://goo.gl/qVKe8E
***

Che cosa c'è di vero nei fenomeni paranormali? In questo libro che ha fatto epoca, Piero Angela raccoglie e approfondisce i risultati di una sorprendente indagine condotta in vari paesi del mondo, con l'aiuto di esperti, scienziati e prestigiatori. Tutti i fenomeni paranormali vengono passati al setaccio con spirito scientifico: telepatia, chiaroveggenza, precognizione, psicoci nesi, fotografia Kirlian, poltergeist, comunicazione con le piante, bio-feedback, agopuntura, yogi e fakiri, guaritori, rabdomanti, chirurgia psichica, sedute spiritiche, fotografia del pensiero, astrologia, sogni premonitori, sensazioni di deja-vu, profezie, medium e sensitivi celebri (come Uri Geller, Eusapia Palladino, Gustavo Rol) eccetera.

Compiendo questa indagine, Angela ha avuto una costante preoccupazione: quella di non farsi prendere in giro. Su un punto, infatti, credenti e scettici sono certamente d'accordo: non è partendo da errori, suggestioni o imbrogli che è possibile muoversi alla ricerca di nuove dimensioni o alla ricerca di nuove teorie scientifi che. Questa indagine sulla parapsicologia intende fornire un materiale prezioso a tutti coloro che si interessano ai fenomeni paranormali e che desiderano documentarsi seriamente sulle ricerche in corso nel mondo, senza cercare semplicemente un'evasione nel magico.

Questo, infatti, non è un libro per chi vuole dere, ma per chi vuole capire.


Qui si può rivedere l'incontro con Piero Angela, moderato da Massimo Polidoro, al Salone del libro di Torino: https://youtu.be/FjRk8bJfJx8


LA NUOVA EDIZIONE CICAP

Questa nuova edizione speciale, completamente aggiornata in occasione del 40° anniversario della sua pubblicazione, contiene una nuova introduzione di Massimo Polidoro, un'inedita risposta "d'epoca" di Piero Angela alle critiche dei parapsicologi (70 pagine!) e una rassegna critica delle reazioni che la serie televisiva sulla parapsicologia e il libro suscitarono nel nostro Paese nella seconda metà degli anni '70.

«È un libro importante» dice Polidoro, che insieme a Elena Iorio ha curato la nuova edizione. «È la prima inchiesta critica dedicata alla parapsicologia e alle facoltà paranormali mai realizzata in Italia. Il primo tentativo di guardare con approccio scientifico e spirito critico al mondo del soprannaturale e dell’occulto che, per molto tempo, nel nostro Paese erano considerate realtà misteriose ma, tutto sommato, indiscutibili. E per noi è un libro particolarmente importante poiché è la scintilla che ha dato vita al CICAP».


ORDINA ORA IL LIBRO QUI: https://goo.gl/qVKe8E


La nuova edizione del libro è il frutto di uno sforzo collettivo, con la revisione e l'aggiornamento affidati a Elena Iorio con la collaborazione di Marta Annunziata, Andrea Ferrero, Stefano Bagnasco, Marco Ciardi, Sergio Della Sala, Serena Fabbrini, Sofia Lincos, Enrica Matteucci e Manuela Travaglio. Il libro è arricchito da un saggio storico di Roberto Labanti e Elena Iorio sulla ricezione del programma televisivo e del libro di Piero Angela all'epoca della loro uscita. La copertina è di Roberta Baria, le illustrazioni originali sono quelle di Eligio Brandolini e l'impaginazione è di Elisa Petriccioli.

_______________________
Ufficio Stampa - CICAP
Comitato Italiano per il
Controllo delle Affermazioni
sulle Pseudoscienze

Casella postale 847
35100 Padova
tel. e fax 049-686870
e-mail: ufficiostampa@cicap.org
www.cicap.org
www.queryonline.it

Seguici anche su
Facebook: https://www.facebook.com/cicap.org
Twitter: https://twitter.com/cicap

Sostieni il CICAP con il 5x1000 - C.F. 03414590285 - Informazioni
http://goo.gl/90ZkTR

_________________________________________

INFORMAZIONI

Ricevi questa mail in quanto ci hai dimostrato il tuo interesse per il nostro lavoro (abbonato a "Query", a Cicap-Extra, a "Magia", hai acquistato libri o pubblicazioni da Prometeo, ci segui sui social network, ecc...) oppure perché ne hai fatto espressa richiesta. Se desideri cancellare la tua sottoscrizione puoi inviare una mail a info@cicap.org chiedendo di essere rimosso dalla lista oppure seguire le istruzioni che seguono:

- Come fare per iscriversi
Se non sei ancora iscritto alla Hotline del CICAP puoi farlo in qualsiasi momento inserendo il tuo indirizzo email in questo form: http://www.cicap.org/rubriche/hotline/subscribe.php

- Come fare per cancellarsi dalla lista
Puoi cancellarti in ogni momento inserendo l'indirizzo email con cui sei iscritto in questo form: http://www.cicap.org/rubriche/hotline/unsubscribe.php

_________________________________________




]]>
Bilancio Simposi sammarinesi Spazio e UFO Tue, 22 May 2018 10:54:44 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480160.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480160.html CUN Centro Ufologico Nazionale CUN Centro Ufologico Nazionale

Centro Ufologico Nazionale
per lo studio degli Oggetti Volanti Non Identificati e fenomeni connessi

 

Ufficio Stampa

 

La due giorni di full immersion dei Simposi mondiali svoltasi a San Marino 2018, si è conclusa con un bilancio più che positivo all’attivo. Coordinata da Roberto Pinotti per il Centro Ufologico Nazionale la 19esimaedizione del Simposio Mondiale sulla Esplorazione dello Spazio e vita nel Cosmo e la ventiseiesima edizione del Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti Non Identificati e Fenomeni Connessi, si è conclusa con un successo mediatico vista la partecipazione di un folto ed attento pubblico. Durante i lavori del Simposio ufologico dal tema “UFO, extraterrestri e armamenti nucleari” il Presidente del CUN - Centro Ufologico Nazionale Vladimiro Bibolotti ha annunciato in anteprima mondiale che nel prossimo Convegno Internazionale di Ufologia che si svolgerà a Roma il prossimo 27 ottobre la partecipazione di Luis Elizondo, ultimo direttore per il Pentagono del progetto A.A.T.I.P. (Advanced Aerospace Threat Identification Program, il Programma avanzato per l’intercettazione delle minacce aerospaziali), divulgato dal report di dicembre 2017 del New York Times, e di Tom De Longe, della associazione To The Stars Academy, sodalizio civile americano di studi e ricerche miranti a rendere di dominio pubblico tutti gli studi e le ricerche effettuate dall’A.A.T.I.P. sugli Oggetti Volanti Non Identificati.

www.centroufologiconazionale.net 

 

 

]]>
Bilancio Simposi sammarinesi Spazio e UFO Tue, 22 May 2018 10:54:22 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480159.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480159.html CUN Centro Ufologico Nazionale CUN Centro Ufologico Nazionale <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} a:link, span.MsoHyperlink {mso-style-unhide:no; mso-style-parent:""; color:blue; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; color:purple; mso-themecolor:followedhyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} p {mso-style-unhide:no; mso-margin-top-alt:auto; margin-right:0cm; mso-margin-bottom-alt:auto; margin-left:0cm; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} p.Default, li.Default, div.Default {mso-style-name:Default; mso-style-unhide:no; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; mso-layout-grid-align:none; text-autospace:none; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; color:black;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-size:10.0pt; mso-ansi-font-size:10.0pt; mso-bidi-font-size:10.0pt;} @page WordSection1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.WordSection1 {page:WordSection1;} -->

Centro Ufologico Nazionale
per lo studio degli Oggetti Volanti Non Identificati e fenomeni connessi

 

Ufficio Stampa

 

La due giorni di full immersion dei Simposi mondiali svoltasi a San Marino 2018, si è conclusa con un bilancio più che positivo all’attivo. Coordinata da Roberto Pinotti per il Centro Ufologico Nazionale la 19esimaedizione del Simposio Mondiale sulla Esplorazione dello Spazio e vita nel Cosmo e la ventiseiesima edizione del Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti Non Identificati e Fenomeni Connessi, si è conclusa con un successo mediatico vista la partecipazione di un folto ed attento pubblico. Durante i lavori del Simposio ufologico dal tema “UFO, extraterrestri e armamenti nucleari” il Presidente del CUN - Centro Ufologico Nazionale Vladimiro Bibolotti ha annunciato in anteprima mondiale che nel prossimo Convegno Internazionale di Ufologia che si svolgerà a Roma il prossimo 27 ottobre la partecipazione di Luis Elizondo, ultimo direttore per il Pentagono del progetto A.A.T.I.P. (Advanced Aerospace Threat Identification Program, il Programma avanzato per l’intercettazione delle minacce aerospaziali), divulgato dal report di dicembre 2017 del New York Times, e di Tom De Longe, della associazione To The Stars Academy, sodalizio civile americano di studi e ricerche miranti a rendere di dominio pubblico tutti gli studi e le ricerche effettuate dall’A.A.T.I.P. sugli Oggetti Volanti Non Identificati.

www.centroufologiconazionale.net 

]]>
“Un Mondo Libero dalla Droga” addestra la Polizia per porre fine all’abuso di droga nelle Filippine Tue, 22 May 2018 02:25:10 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480077.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480077.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze In un paese con gravi problemi di droga (traffico internazionale e abuso domestico) la polizia nazionale collabora con la Fondazione “Un Mondo Libero dalla Droga” per organizzare una soluzione. La Fondazione “Un Mondo Libero dalla Droga” e il suo programma “La Verità sulla Droga” sono sostenuti dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard.

Grazie alla penetrabilità delle sue frontiere e alla frammentazione del suo arcipelago, le Filippine sono un obiettivo facile da sfruttare per i trafficanti di droga. Le Filippine sono sia una nazione che consuma droga, che un centro di smistamento di metamfetamine, di cui vanta il più alto tasso di utilizzo in Asia orientale. Secondo il “Comitato per i Farmaci Pericolosi”, quasi 2 milioni di filippini stanno usando droghe illegali.

"Le droghe sono un enorme problema nelle Filippine, è proprio una piaga", dice Robert Anderson ambasciatore di “Un Mondo Libero dalla Droga”. "C'è una grande spinta anti-droga nel paese, e la polizia è quella sta nelle strade, quindi vogliono il programma “La Verità sulla Droga".

Anderson ha organizzato un programma addestramento pilota di due giorni e mezzo per 100 agenti della Polizia Nazionale Filippina nel 2016. Il generale Benjamin Macalong, vicedirettore della Polizia, ha presenziato al lancio.

Il programma “La Verità sulla Droga” consiste di opuscoli, video, testimonianze, statistiche, dati scientifici e altro materiale informativo che viene illustrato in dettaglio durante lezioni che vengono tenute dai volontari della Fondazione, o dalle forze dell’ordine, in molte nazioni del mondo.

Agli ufficiali filippini è stato insegnato a diffondere programma completo “La Verità sulla Droga” e si sono esercitati sulle questioni difficili che riguardano la gioventù e gli scenari della vita reale. “Si potrebbe presumere che tutta la polizia sia esperta in materia di droga, ma non è così”, dice un ufficiale di Polizia: "Sono un buon padre che non beve alcolici né fuma sigarette, e non conosco le droghe illegali... quindi questo seminario è molto importante per me."

Inoltre gli ufficiali sono stati anche addestrati come formatori, così che una volta tornati alle loro rispettive comunità locali, fossero in grado di formare ulteriori agenti per diffondere il programma. Ogni agente partecipante ha ricevuto una fornitura di opuscoli del programma “La Verità sulla Droga” sia in inglese che in Tagalog (la lingua ufficiale delle Filippine). Al loro ritorno a casa, li hanno immediatamente consegnati alle scuole locali e ai gruppi della loro comunità.

In seguito al successo del programma pilota, La Polizia Nazionale ha ufficialmente stretto una partnership con la Fondazione “Un Mondo Libero dalla Droga” per un lancio nazionale del programma “La Verità sulla Droga”. Inoltre, l'Agenzia per la Lotta alla Droga e il Comitato per i Farmaci Pericolosi delle Filippine hanno aderito al successivo programma di formazione tenutosi nel mese di luglio 2017 a 107 persone.

Dall’essersi sentiti sopraffatti dal problema della droga, gli ufficiali e i funzionari sono diventati competenti e hanno acquisito speranza e scopo. Un ufficiale ha affermato che, "Avere questo tipo di addestramento mi ha svegliato e mi ha dato lo scopo di fare qualcosa a riguardo, qualcosa che può essere utile per i giovani... grazie mille ai membri della Fondazione per un Mondo senza Droga per aiutare e sostenere noi e il popolo filippino a sradicare l'abuso di droghe... questo è qualcosa di cui dobbiamo fare tesoro e che merita di essere ricordato."

 

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
No alla droga libera: Scientology informa i cittadini di Pisa sui rischi degli stupefacenti Tue, 22 May 2018 02:07:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480075.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/480075.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze I Volontari della Chiesa di Scientology, nell’ambito della campagna “La Verità sulla Droga” coordinata dalla “Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga”, lo scorso sabato 19 maggio 2018 a Pisa hanno distribuito migliaia di opuscoli illustrativi sugli effetti e sui pericoli delle droghe nel centro di Pisa.

Combattere lo spaccio, così come liberalizzare la vendita degli stupefacenti, sono due strategie che in nessun tempo e in nessun luogo hanno risolto il problema della droga. La strategia di Scientology percorre una terza via, quella di far sapere ai giovani la verità sulla droga tramite una capillare campagna di informazione a livello mondiale.

Chi sostiene le tesi anti-proibizioniste, dimentica un fatto fondamentale: la droga è, in sé, molto pericolosa per gli individui e un cancro per la società. Liberalizzare le droghe faciliterebbe l’accesso agli stupefacenti e quindi ne incrementerebbe la loro diffusione. E, purtroppo, è risaputo che una volta che si è cominciato ad assumerle è molto, molto difficile smettere. E anche riuscendoci, si devono considerare i danni irreparabili per il corpo e per la mente che potrebbero essere ormai accaduti.

Dimenticano gli anti-proibizionisti che il 60% di chi ha cominciato a fumare marijuana prima dei 15 anni è poi passato alla cocaina? Lo sanno che il 90% di chi usa cocaina ha cominciato con alcol o marijuana? Hanno mai letto che chi fuma abitualmente marijuana da giovane perde 8 punti di QI (Quoziente di Intelligenza) che non recupererà più? Perché non includono nella loro propaganda che la marijuana quintuplica la probabilità di psicosi, che raddoppia le probabilità di disfunzione erettile (impotenza)? Perché non viene detto a tutti che guidare sotto l’effetto di marijuana raddoppia le probabilità di incidenti stradali? La marijuana infatti rallenta i riflessi, altera la capacità di giudizio, riduce il campo visivo.

In Colorado, dopo la liberalizzazione, gli incidenti automobilistici mortali causati dalla marijuana sono passati dal 10% al 19%, in soli 6 anni. Nello stato di Washington, dove pure la cannabis è libera, gli incidenti mortali sono passati dall’8% al 17% tra il 2013 e il 2014. Vogliamo questo anche in Italia?

La liberalizzazione della droga non eliminerebbe il traffico illegale, a meno che non si voglia sostenere che TUTTE le droghe, anche eroina, cocaina, LSD, ecstasy, le terribili anfetamine sintetiche, ecc. debbano essere altrettanto liberalizzate! Veramente e sinceramente si vuole questo?

Il compianto giudice antimafia Paolo Borsellino ha detto: “Io non riesco ad immaginarmi una legalizzazione che consenta al minore di entrare in farmacia e andarsi a comprare la sua dose di eroina... È chiaro quindi che ci sarebbe questa fascia di minori che sarebbe immediatamente investita dal residuo traffico clandestino. Non solo. Resisterebbe poi un ulteriore traffico clandestino che è quello delle droghe micidiali, che per le stesse ragioni lo Stato non potrebbe mai liberalizzare… Infine ci sarà un ulteriore parte del mercato clandestino dovuto a tutti coloro che per qualsiasi ragione non vorranno ricorrere al mercato ufficiale: per non essere schedati, per non essere individuati, per ragioni sociali, eccetera... Dunque cosa accadrebbe? Resterebbe una residua fetta di mercato clandestino che diventerebbe estremamente più pericoloso, perché diretto a coloro che per ragioni di età non possono entrare nel mercato ufficiale, quindi alle categorie più deboli e più da proteggere. E verrebbe ad alimentare inoltre le droghe più micidiali, cioè quelle che non potrebbero essere vendute in farmacia non fosse altro perché i farmacisti a buon diritto si rifiuterebbero di vendere.

Conseguentemente mi sembra che sia da dilettanti di criminologia quello di pensare che liberalizzando il traffico di droga sparirebbe del tutto il traffico clandestino e si leverebbero queste unghie all’artiglio della mafia.”

Chi fuma marijuana dopo settimane o mesi ne diventa assuefatto e non ottiene più lo “sballo” delle prime volte. È così difficile capire che quando la marijuana non fa più effetto si passa a droghe ancora peggiori? È così difficile capire che qualche amico con cui si fuma insieme prima o poi proporrà qualcosa di più “forte”? Se si già è stati disposti a drogarsi con la marijuana, perché non provare qualcosa di “meglio”?

Infine, l’argomento dalla cannabis “medica” o “curativa” sfiora il ridicolo. Se ha degli effetti terapeutici, che venga usata negli ospedali sotto controllo medico. Liberalizzarla perché potrebbe avere effetti terapeutici equivarrebbe a dire che la morfina (oppiaceo simile all’eroina) andrebbe altrettanto resa libera.

Le statistiche dimostrato che un giovane informato sulla droga avrà molte meno probabilità di diventare un tossicodipendente. Si arriva all’uso di droga tramite amici e spacciatori che naturalmente presentano gli stupefacenti come “innocui”, “sicuri”, di moda”, “curativi”, ecc. Per non parlare dei media dove ormai la cultura della droga è ampiamente diffusa, dai testi delle canzoni ai libri di narrativa, dalle serie tv ai film.

Il Celebrity Centre della Città di Firenze, Chiesa di Scientology, sta da anni portando avanti la campagna informativa “Dico no alla droga”. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

Tutti gli opuscoli sono consultabili anche sul sito it.drugfreeworld.org

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
DISTRIBUITI A ELMAS I LIBRETTI CON LA VERITA' SULLA MARIJUANA E GLI ANTIDOLORIFICI Mon, 21 May 2018 21:57:10 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/480062.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/480062.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 



Marijuana e antidolorifici sono le droghe più abusate tra i giovanissimi alla ricerca dello sballo facile. Le menzogne sulla marijuana messe in giro ad arte dagli spacciatori e da certi luminari della "prevenzione" stanno facendo passare il punto di vista che le droghe cosiddette "leggere" siano da considerare alla stregua di un gioco per trascorrere una serata "diversa" con gli amici. Il fatto stesso che molti ragazzi abbiano bisogno di certe sostanze per divertirsi è indice di mancanza di immaginazione e di dipendenza da sostanze o dalle abitudini del gruppo che, per sentirsi accetati, ci si adegua alla volontà dei bulli di turno.

E' questa cultura che dobbiamo ostacolare, e i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology con l'obiettivo di portare la verità e sfatare questo dato falso, hanno distribuito centinaia di opuscoli "la verità sulla Marijuana e l'abuso di Antidolorifici".

"Abbiamo voluto distribuire anche le informazioni sull'abuso degli antidolorifici – dichiara uno dei volontari – perchè soprattutto tra i giovanissimi, questi farmaci sono abusati per cercare di procurarsi lo sballo, con le gravi conseguenze che questo comporta."

"le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono l'unica ragione di vivere", scriveva il filosofo americano L. Ron Hubbard, contrastare la predominante cultura dello sballo è l'unico modo per salvare da un futuro buio i nostri ragazzi.

Info: www.cagliariliberadalladroga.com



]]>
QUARTU S.ELENA LIBERA DALLA DROGA Mon, 21 May 2018 20:52:43 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/480057.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/480057.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

 

Consapevoli che più che un titolo è una speranza, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology proseguono instancabili con le attività di diffusione dei corretti messaggi riguardo la droga. Con una distribuzione che avverrà martedì 22 maggio, dei libretti "la verità sull'eroina" ancora centinaia di persone potranno rendersi consapevoli di quale baratro si affronti col consumo di droga.

 

E' meno noto ai più che i danni legati al consumo di droga sono molto maggiori quando si prende in considerazione che fine facciano le famiglie dei consumatori. Spesso si crede che ci siano problemi di natura economica, altre volte, pensando ai problemi di salute, si conclude che i tossici “hanno scelto la loro strada”. In realtà, come disse L. Ron Hubbard, “le droghe sono l'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”.

 

Il problema è molto più profondo e sta intaccando il nostro stile di vita fino al punto che certe menti distorte propongono di legalizzare questa o quell'altra droga, qualcuno la propone come cura. La vita libera dalla droga è il mezzo attraverso cui si riuscirà a vedere più lucidamente come risollevare la società dalla discesa culturale in cui si trova.

]]>
IL CORAGGIO DEI VOLONTARI NEL DIFFICILE QUARTIERE DI SAN MICHELE. IL PUSHER: "E' L'UNICO LAVORO CHE CI OFFRE IL QUARTIERE" Mon, 21 May 2018 19:49:56 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480052.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/480052.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Il quartiere di San Michele a Cagliari è da anni considerato il punto di riferimento e di ritrovo dei pusher. I tossicodipendenti da tutto l'hinterland e il medio campidano arrivano a frotte e sanno bene dove trovare senza problemi la "merce" per lo sballo quotidiano. "Tutti i giorni – denuncia un commerciante locale – assistiamo allo spaccio alla luce del sole tra gli spacciatori e gli studenti della scuola superiore qui di fronte. I ragazzi arrivano con i bus dai paesi del entroterra e prima di entrare in classe si diriggono dalla parte opposta alla scuola per approvvigionarsi della dose giornaliera". Il quartiere sembra quasi rassegnato a convivere con questo problema e non è raro per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology incontrare gli stessi pusher che, con grande non chalance, quasi fosse una cosa normale, dichiarano che "è l'unico "lavoro" che il quartiere ci offre!" Davanti ad una dichiarazione di questo tipo non possiamo che constatare il totale fallimento delle politiche sociali e di prevenzione da fatte negli ultimi decenni nei quartieri periferici di Cagliari. Impossibile per i volontari restare inoperosi davanti a questa reatà e, spinti dalle parole di L. Ron Hubbard che classificava le droghe come "L'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale", nel pomeriggio di mercoledì 23 maggio sfideranno per l'ennesima volta l'arroganza dei pusher, portando "la verità sulla droga" nelle case e nei negozi di San Michele. Info: www.cagliariliberadalladroga.com

 

]]>