Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Tue, 23 Oct 2018 00:49:28 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/1 QUELLI CHE IL CALCIO OGGI MIA CERAN CON SUPER MINIGONNA Sun, 21 Oct 2018 17:01:17 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497798.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497798.html Press Italia Press Italia

Oggi nel programma Quelli che il Calcio, la conduttrice Mia Ceran si è presentata con una ultra minigonna di pelle rossa,con ammiccamenti sexy da sbalordire la platea televisiva di Rai 2
In una nota dall'Associazione Amici dello Spettacolo afferma: "oggi la giornalista Mia Ceran ha osato oltre il pudore, non può una conduttrice esibirsi
come una ballerina di lap dance" 

L'ufficio stampa 


]]>
IL MONDO DELLA DROGA NON CI APPARTIENE, I SARDI SOTTO SHOCK Sat, 20 Oct 2018 21:11:32 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497784.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497784.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

 

I fatti legati al mondo della droga, successi recentemente nella provincia di Oristano, hanno riportato l'attenzione dell'opinione pubblica sarda e nazionale, su un mondo, quello legato allo spaccio e al consumo di droga appunto, che di "umano" ormai non ha più niente.

Ancora una volta il mondo della droga ha mostrato il suo volto e presenta per intero il suo "prodotto finale di valore": ragazzi morti, giovani accusati di crimini inimaginabili, famiglie distrutte, comunità incredule che mai avrebbero pensato sarebbe potuto succedere al loro.

Questo è ciò che i pusher criminali stanno creando, negando la serenità e il futuro alle giovani generazioni e di riflesso a tutta la società attuale, in cambio di un pugno di maledetti e sporchi euro che mai potranno creare un attimo di felicità a nessuno, loro compresi.

 

Mai come in questo momento sono vere le parole del filosofo L. Ron Hubbard che indicava senza mezzi termini che: "le droghe sono l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale". Impossibile non essere d'accordo visti i risultati su una intera comunità anche solo di un singolo episodio.

Ma i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, da oltre 23 anni impegnati in tutto il mondo nella campagna di informazione e prevenzione più diffusa e costante a livello planetario, sanno bene che al piano criminale dei pusher è necessario contraporre la determinazione senza limiti di chi non ci sta ad osservare passivamente il declino che la società attuale sta imboccando grazie ai loro sporchi traffici e non risparmieranno energie e materiali per portare la corretta informazione al maggior numero di persone possibile. Pertanto nella prossima settimana saranno distribuite altre migliaia di copie degli opuscoli "la verità sulla droga" in diversi quartieri di Cagliari, Olbia, Nuoro, Sassari, Quartu Sant'Elena e Sestu, dove migliaia di cittadini saranno informati sulle vere conseguenze derivate dalle droghe e potranno decidere liberamente di vivere liberi dalla droga.

Info: www.noalladroga.it

 

 

 

]]>
Cerimonia a villa Glori Sat, 20 Oct 2018 17:51:27 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497780.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497780.html Cinzia Cinzia  

L’Istituto Internazionale di Studi “Giuseppe Garibaldi”

invita

alla celebrazione del 151° anniversario

del fatto d’arme di villa Glori

(23 ottobre 1867)

 

Martedì 23 ottobre 2018, alle ore 10,30, a villa Glori (presso la colonna commemorativa di piazzale del Mandorlo) verrà commemorato il fatto d’arme occorso durante la Campagna Nazionale dell’Agro Romano del 1867, che si concluse con la battaglia di Mentana tra gli uomini di Garibaldi e i francopontifici.

“Lo scontro di Villa Glori – spiega il prof. Franco Tamassia, direttore dell’Istituto -avvenne fra preponderanti forze di guardie svizzere e 78 garibaldini che tentavano di entrare in Roma per suscitarne l’insurrezione armata, agli ordini di Enrico Cairoli che muore sul campo e del fratello Giovanni che morirà in conseguenza delle ferite riportate.

Alla cerimonia interverranno Autorità militari e civili, Associazioni d’Arma, Associazioni Risorgimentali della Capitale nonché studenti e insegnanti di alcuni Istituti di Istruzione.

La Banda musicale del Corpo della Polizia di Stato eseguirà gli inni risorgimentali e di rito durante la deposizione della corona.

Il picchetto armato fornito dal Reparto della Cavalleria “Lancieri di Montebello” renderà gli onori militari.

]]>
"sulla strada una GUERRA giornaliera" LA GUERRA PIÙ GRANDE Sat, 20 Oct 2018 08:45:54 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497758.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497758.html roberto casati roberto casati Le statistiche sono chiare: le morti e i ferimenti per incidenti di strada superano le morti delle guerre sparse per il mondo.

Appartengono alla stessa causa? In un certo senso sì: appartengono alla follia umana, appartengono ad alcune decisioni degli uomini. Differenze? Almeno una.

I decisori delle guerre possono anche morire a causa delle guerre stesse, ma raramente. Molti di più sono i morti fra coloro che non hanno deciso niente.

I morti a causa di incidenti stradali sono in genere almeno corresponsabili della propria morte.

Possiamo evitare le guerre?

Possiamo evitare le morti per incidenti stradali?

Le risposte alle due domande vorrebbero entrambe una risposta positiva, ma sappiamo tutti che la risposta non può essere data e se ci azzardiamo a fare previsioni siamo tutti portati a dare una risposta negativa.

Che fare?

Ciò che possiamo: spiegare, sensibilizzare, coinvolgere in ciò che il senso comune indica essere desiderabile: diminuire le perdite, porre il nostro rapporto con la morte (inevitabile rapporto che dà senso alla vita) piantato nel suo percorso naturale, tanto da non aver bisogno di confrontarsi con ciò che ci attende, di sfidarlo, ma di pensare a ciò che ci attende cercando nel pensiero il nostro percorso, la nostra maturità, la nostra accettazione, il senso del nostro essere qui.

Claudio Balducci

 

Il progetto: L'ULTIMO ISTANTE 2018, ATTENZIONE SULLA STRADA SI MUORE è nato per coinvolgere empaticamente, per rendere tutti più coscienti dei rischi e per cercare di evitarli.

Il progetto è nato dalla collaborazione di scuole superiori; Onlus; Associazioni di volontariato; Archivi d'Arte e artisti.

Pagina Facebook: L'Ultimo Istante.

 

Eventi già programmati:

Vaiano (PO), Palazzo Comunale, con le scuole: 15 novembre 2018

Noceto (PR), Teatro Cesare Moruzzi, con le scuole: 16 novembre 2018

Pistoia, Galleria ArtistiKamente: 17 novembre 2018

Torremaggiore (FG), Castello Ducale, con le scuole: 17 e 18 novembre 2018

Firenze, Palazzo Vecchio, premiazione progetto: 18 novembre 2018

 

Propositori del progetto:

Liceo Artistico Petrocchi, Pistoia; Fondazione Opera Santa Rita, Prato; Archivio Carlo Palli, Prato; CEISP, Pistoia; Il Ritorno, Seregno (MB); Massimo Massimi Onlus; Claudio Ciai Onlus; Associazione Familiari e Vittime della Strada; Roberto Casati;

 

Aderenti al progetto:
Istituto Alberghiero, Montecatini (PT); Istituto Forti, Monsummano (PT); Comune di Monsummano (PT); Galleria ArtistiKamente, Pistoia con una rappresentazione teatrale dell'opera e con l'intervento del Sindaco di Pistoia); Polizia Municipale di Montecatini; Polizia Municipale di Monsummano; CNA, Pistoia; Teatro Giuseppe Moruzzi, Noceto (PR), con la partecipazione delle Istituzioni, delle scolaresche e dei genitori; Palazzo Comunale di Cantello (VA); Palazzo Ducale, sala del Museo Civico di Torremaggiore (FG), con la partecipazione delle istituzioni, degli studenti, del Comando PM, e di uno psicologo; Palazzo Comunale di Acquafredda (BS); Palazzo Comunale di Montalto di Castro (VT), con la partecipazione delle Istituzioni, della PM, delle scolaresche e dei cittadini; Biblioteca del Comune di Piorino (TO); Biblioteca Comunale di Ponti sul Mincio (MN); Palazzo Comunale di Ponti sul Mincio (MN); Istituto Olivelli, Darfo Boario (BS); Palazzo Comunale di Vaiano(PO); libreria Gioberti, Firenze.... e altri in arrivo.

]]>
PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018 Fri, 19 Oct 2018 12:39:22 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497689.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497689.html Antonio Del Piano Antonio Del Piano  

Anacapri, 19 ottobre 2018 - Nell’ambito della XXXV edizione del Premio Capri – San Michele in programma domani 20 ottobre alle ore 10 nell’Auditorium Comunale di Anacapri, si svolgerà anche la cerimonia di consegna del Premio di Giornalismo Italo De Feo 2018 a Carlo Verna presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

A consegnare il premio sarà la giornalista ed ex senatrice Diana De Feo.

“Questo premio di giornalismo intitolato da oltre venti anni a mio padre, ha dichiarato Diana De Feo, cade in un momento di grande incertezza dal punto di vista della professione. Per la comunicazione infatti più che un’epoca di cambiamento assistiamo, già da qualche anno a dire il vero, ad un cambiamento di epoca con risvolti al momento imprevedibili per la società tutta. I recenti disegni poi di parte del governo sull’abolizione della governance giornalistica con la minaccia sempre più ventilata di eliminare l’Ordine, minano alla base la divisione, l’autonomia e l’indipendenza dei poteri - quale il giornalismo è in una sana democrazia - per i quali e per il quale si è sempre battuto mio padre e che sono oggi tuttora validi”.

 

Italo De Feo è stato un giornalista e dirigente Rai, scrittore, critico letterario e saggista. Nato a Mirabella Eclano il 30 aprile del 1912, si laureò a Napoli in giurisprudenza ed intraprese subito la professione di insegnante. Ma, a causa delle sue idee giudicate non in linea col regime fascista, nel 1933 fu arrestato e deferito al Tribunale Speciale. Italo De Feo fu quindi costretto a trascorrere una parte della sua esistenza a Cagli, città che molti anni dopo – nel novembre del 2010 - gli conferirà la cittadinanza onoraria alla memoria.

Dopo l'8 settembre del 1943 tornò a Napoli dove ricoprì prima il ruolo di capo dell'ufficio stampa del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), per poi diventare membro della Commissione nazionale della stampa e capo dell'ufficio radio della Presidenza del Consiglio. L'attività giornalistica lo portò negli anni a collaborare con Time, Life, Il Mondo, Il Giornale d'Italia, La Gazzetta del Popolo, Il Resto del Carlino, il Giornale di Brescia e La Nazione.

Dal 1944 fino al dicembre del 1946 fu segretario e stretto collaboratore di Palmiro Togliatti; ma la conoscenza diretta di taluni eventi comportò la rottura con il PCI.

Amico e consigliere di Giuseppe Saragat fu con lui tra i fondatori l'11 gennaio del 1947 del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani in seguito alla scissione di Palazzo Barberini.

Nella RAI, nella quale sin dal principio fu uno dei primi organizzatori e promotori, fu direttore per poi passare alla vicepresidenza. Incarico quest'ultimo che ricoprì per undici anni dal 1964 al 1975.

Fu anche sostenitore e promotore fin dal 1971 del Sindacato Libero Scrittori Italiani, organismo per il quale nel 1985, poche settimane prima di morire, continuava a battersi per averlo libero, autorevole e pienamente autonomo.

In campo televisivo Italo De Feo è stato autore di molti programmi e film per la televisione alcuni dei quali hanno conseguito un successo internazionale. Fu autore e promotore di numerose pubblicazioni, saggi, pellicole su personaggi storici e politici, su scrittori e letterati, sul giornalismo e sulla cultura in genere. Molti suoi libri sono tuttora in catalogo presso la casa editrice Mondadori. Della sua produzione letteraria vanno soprattutto ricordati “Venti secoli di giornalismo”, “L'Italia dei nostri nonni”, “L'ultima Italia”, “Giovanna d'Angiò regina di Napoli”.

Morì a Roma il 6 marzo del 1985.

 

PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018

OPERE VINCITRICI E PREMIATI

PREMIO CAPRI – S. MICHELE - Il crollo del Noi di VINCENZO PAGLIA Laterza

PREMIO DI GIORNALISMO ITALO DE FEO - CARLO VERNA Presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti

PREMIO ATTUALITA’- Vangelo e Psiche di LUIGI DE SIMONE e GIAMPAOLO PAGANO Cantagalli

PREMIO GIOVANI - Crescere digitali a cura di ANNA TERESA BORRELLI, CLAUDIA D’ANTONI, MARTINO NARDELLI AVE

PREMIO POLITICA - Alfieri politico di STEFANO DE LUCA Rubbettino

PREMIO STORIA - Cultura e petrolio di MAURIZIO ROMANO Il Mulino

PREMIO PER L’OPERA CESARE CAVALLERI - Per meglio vivere. Una conversazione con JACOPO GUERRIERO La Scuola

PREMIO SUOR SERAFINA - E adesso la palla passa a me di ANTONIO MATTONE Guida

PREMIO SERAFINO CIMINO - Lo Sconosciuto accanto. Storie di conversioni nel Giappone di oggi di TIZIANO TOSOLINI EMI

PREMIO LAURA ROLANDI - Un gesuita a Scampia di FABRIZIO VALLETTI EDB

PREMIO EDITORIA - Vita e Pensiero Nel centenario della fondazione.

PREMIO PAESAGGIO - Luoghi dell’Infinito Rivista di itinerari, arte e cultura. Nel ventesimo della fondazione

PREMIO AXEL MUNTHE - SALVATORE GRIMALDI Imprenditore italo – svedese

PREMIO IMPEGNO PER L’ISOLA - KARINA LATERZA Segretario Generale  Prix Italia

PREMIO DI VARIA UMANITA’ - Vania De Luca Presidente dell’Unione Cattolica Stampa Italiana Direttore della rivista “Desk”

PREMIO ANACAPRI L’AMO DI CAPRI - Associazione Ambientale- Sportiva-Culturale

 

 

 

 

]]>
PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018 Fri, 19 Oct 2018 12:38:53 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497688.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497688.html Antonio Del Piano Antonio Del Piano Anacapri, 19 ottobre 2018 - Nell’ambito della XXXV edizione del Premio Capri – San Michele in programma domani 20 ottobre alle ore 10 nell’Auditorium Comunale di Anacapri, si svolgerà anche la cerimonia di consegna del Premio di Giornalismo Italo De Feo 2018 a Carlo Verna presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

A consegnare il premio sarà la giornalista ed ex senatrice Diana De Feo.

“Questo premio di giornalismo intitolato da oltre venti anni a mio padre, ha dichiarato Diana De Feo, cade in un momento di grande incertezza dal punto di vista della professione. Per la comunicazione infatti più che un’epoca di cambiamento assistiamo, già da qualche anno a dire il vero, ad un cambiamento di epoca con risvolti al momento imprevedibili per la società tutta. I recenti disegni poi di parte del governo sull’abolizione della governance giornalistica con la minaccia sempre più ventilata di eliminare l’Ordine, minano alla base la divisione, l’autonomia e l’indipendenza dei poteri - quale il giornalismo è in una sana democrazia - per i quali e per il quale si è sempre battuto mio padre e che sono oggi tuttora validi”.

 

Italo De Feo è stato un giornalista e dirigente Rai, scrittore, critico letterario e saggista. Nato a Mirabella Eclano il 30 aprile del 1912, si laureò a Napoli in giurisprudenza ed intraprese subito la professione di insegnante. Ma, a causa delle sue idee giudicate non in linea col regime fascista, nel 1933 fu arrestato e deferito al Tribunale Speciale. Italo De Feo fu quindi costretto a trascorrere una parte della sua esistenza a Cagli, città che molti anni dopo – nel novembre del 2010 - gli conferirà la cittadinanza onoraria alla memoria.

Dopo l'8 settembre del 1943 tornò a Napoli dove ricoprì prima il ruolo di capo dell'ufficio stampa del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), per poi diventare membro della Commissione nazionale della stampa e capo dell'ufficio radio della Presidenza del Consiglio. L'attività giornalistica lo portò negli anni a collaborare con Time, Life, Il Mondo, Il Giornale d'Italia, La Gazzetta del Popolo, Il Resto del Carlino, il Giornale di Brescia e La Nazione.

Dal 1944 fino al dicembre del 1946 fu segretario e stretto collaboratore di Palmiro Togliatti; ma la conoscenza diretta di taluni eventi comportò la rottura con il PCI.

Amico e consigliere di Giuseppe Saragat fu con lui tra i fondatori l'11 gennaio del 1947 del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani in seguito alla scissione di Palazzo Barberini.

Nella RAI, nella quale sin dal principio fu uno dei primi organizzatori e promotori, fu direttore per poi passare alla vicepresidenza. Incarico quest'ultimo che ricoprì per undici anni dal 1964 al 1975.

Fu anche sostenitore e promotore fin dal 1971 del Sindacato Libero Scrittori Italiani, organismo per il quale nel 1985, poche settimane prima di morire, continuava a battersi per averlo libero, autorevole e pienamente autonomo.

In campo televisivo Italo De Feo è stato autore di molti programmi e film per la televisione alcuni dei quali hanno conseguito un successo internazionale. Fu autore e promotore di numerose pubblicazioni, saggi, pellicole su personaggi storici e politici, su scrittori e letterati, sul giornalismo e sulla cultura in genere. Molti suoi libri sono tuttora in catalogo presso la casa editrice Mondadori. Della sua produzione letteraria vanno soprattutto ricordati “Venti secoli di giornalismo”, “L'Italia dei nostri nonni”, “L'ultima Italia”, “Giovanna d'Angiò regina di Napoli”.

Morì a Roma il 6 marzo del 1985.

 

PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018

OPERE VINCITRICI E PREMIATI

PREMIO CAPRI – S. MICHELE - Il crollo del Noi di VINCENZO PAGLIA Laterza

PREMIO DI GIORNALISMO ITALO DE FEO - CARLO VERNA Presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti

PREMIO ATTUALITA’- Vangelo e Psiche di LUIGI DE SIMONE e GIAMPAOLO PAGANO Cantagalli

PREMIO GIOVANI - Crescere digitali a cura di ANNA TERESA BORRELLI, CLAUDIA D’ANTONI, MARTINO NARDELLI AVE

PREMIO POLITICA - Alfieri politico di STEFANO DE LUCA Rubbettino

PREMIO STORIA - Cultura e petrolio di MAURIZIO ROMANO Il Mulino

PREMIO PER L’OPERA CESARE CAVALLERI - Per meglio vivere. Una conversazione con JACOPO GUERRIERO La Scuola

PREMIO SUOR SERAFINA - E adesso la palla passa a me di ANTONIO MATTONE Guida

PREMIO SERAFINO CIMINO - Lo Sconosciuto accanto. Storie di conversioni nel Giappone di oggi di TIZIANO TOSOLINI EMI

PREMIO LAURA ROLANDI - Un gesuita a Scampia di FABRIZIO VALLETTI EDB

PREMIO EDITORIA - Vita e Pensiero Nel centenario della fondazione.

PREMIO PAESAGGIO - Luoghi dell’Infinito Rivista di itinerari, arte e cultura. Nel ventesimo della fondazione

PREMIO AXEL MUNTHE - SALVATORE GRIMALDI Imprenditore italo – svedese

PREMIO IMPEGNO PER L’ISOLA - KARINA LATERZA Segretario Generale  Prix Italia

PREMIO DI VARIA UMANITA’ - Vania De Luca Presidente dell’Unione Cattolica Stampa Italiana Direttore della rivista “Desk”

PREMIO ANACAPRI L’AMO DI CAPRI - Associazione Ambientale- Sportiva-Culturale

 

 

]]>
Sposi Dario Duro e Loredana Gaudiosi Fri, 19 Oct 2018 09:26:39 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497667.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497667.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Il re dell’accoglienza, accoglie i suoi ospiti

Uno dei più noti artefici dell’Ospitalità in Campania, il maître Dario Duro, per un giorno ha dedicato alla sua causa, l’arte dell’Accoglienza, riservandola a 110 invitati per il suo matrimonio con Loredana Gaudiosi. Il Duro, che oltre ad essere il vice fiduciario della sezione Napoli dell’Associazione Maître Italiani Ristoranti e Alberghi, e anche incaricato di PR e contatti con le altre associazioni del settore F&B, ed a questi incarichi aggiunge anche l’essere un socio ADA, ed anche un Capo Barman Aibes con l’incarico di referente di questa per l’agro Nolano Vesuviano, da qualche anno è il direttore della prestigiosa location di Palazzo Milano a Nocera Inferiore, proprio il luogo che grazie al titolare della struttura Nicola Milano, è divenuta per il suo sogno di matrimonio con Loredana una bomboniera dell’Accoglienza. Certamente la dimora storica del 700 della famiglia Milano, che sorge nel borgo vescovile della cittadina salernitana, di recente sapientemente restaurata è stata grazie a Nicola Milano, che l‘ha offerta al suo collaboratore Direttore della struttura, un regalo che Dario Duro, meritava, anche per i risultati che con l’opera di questo meritevole maître, questo palazzo sta ottenendo ospitando in un ambiente esclusivo festeggiamenti per giorni speciali da ricordare. L’evento nunziale di Dario e Loredana, iniziato con la cerimonia religiosa nel Santuario della Madonna dell’Arco, con la celebrazione del rito da parte di Padre Davide D’Avino, con testimoni l’imprenditrice Antonella Tizzano ed il marito Gennaro Esposito, è poi continuato trasferendosi a Palazzo Milano. Nella corte interna dello storico palazzo con al centro il pozzo, finemente lavorato, in pietra lavica che incoronato da un glicine secolare segna l’accesso al gran giardino ed alla scala aperta napoletana che porta al piano nobile dove si è svolto il pranzo, gli ospiti di Dario, hanno potuto godere della perfetta organizzazione da lui stesso messa a punto e gestita da suoi allievi. Collaboratori, che per le loro capacità hanno riscosso consensi ed applausi da parte degli intervenuti, cosa che è ormai consuetudine anche in altri eventi che l’edificio ospita, anche perché la serietà, capacità di servizio, ed attenzione allo stesso, sono qualità da loro possedute e che cercano sempre più di esprimere al meglio grazie anche allo sprono che Duro imprime loro.  E’ stata una festa bellissima in tutti i suoi aspetti, a cominciare dagli ospiti presenti: parenti, amici, autorità, operatori del settore turistico e della ristorazione, chef, produttori di eccellenze campane, giornalisti ed altri. Fra i tanti presenti ricordiamo la famiglia Milano al completo, la famiglia Da Vinci, Franco Lobefalo (Manager dei Vip), Giuseppe Mascolo già direttore generale del teatro Bellini di Napoli e attualmente presidente del premio Neaples an World e manager culturale, il Cav. Giuseppe Di Napoli, Gran Maestro della Ristorazione ed anche la dottoressa Lia Cantone e Antonio Tresa, rispettivamente mamma e fratello della bellissima Laura Tresa. Un servizio impeccabile non poteva mancare in una tale kermesse e all’uopo si sono prodigati i soci Amira Antonio Scherillo e Luigi Liguori, il Prof. Luigi Pellegrino, magistralmente diretti da Mario Golia Tesoriere dell’Amira Napoli Campania che, con la sua esperienza altissima e consolidata negli anni, ha dato quel tocco di classe che l’evento richiedeva. Altra nota di qualificazione per la fantastica riuscita del momento indimenticabile di Dario e Loredana è stato l’affidare l’elaborazione dei piatti al grande maestro dell’Arte culinaria Arturo Fusco, coadiuvato nella sua opera dall’altrettanto bravo chef Angelo Arrichiello. Il luculliano menù è stato composto da: Cruditè di pesce declinato in vari sapori; Tortino di polpo e patate con rosa di Salmone su croccante di finocchio; Raviolo alla Nettuno in guazzetto d’Astice; Risotto con zucchine, fiorilli, pancetta croccante, fonduta e tartufo campano; Darna di Cernia di mare (pescato del giorno) con panura al lime e pepe rosa; Pomodoro gratinato e corona di melanzane; Cialda con fantasia di frutta; Buffet di torte; Selezione di piccola pasticceria e Mousse nei vari gusti.

Ad accompagnare l’aperitivo, i sommelier Anna Zanca e Raffaele Cannavacciuolo hanno servito un Fiano ed un Rosato briosi “Filadoro Frizzy”, è seguito un bianco di Paestum il “Ripaudo” di Tenuta Macellaro, proposto da Massimiliano Cosenza tesoriere ONAV di Salerno. Una giornata nella quale non sono mancati anche momenti di intrattenimento come quello dell’esibizione, al momento del buffet di dolci, del barman acrobatico Aibes nonché Campione Nazionale di categoria e Consigliere Nazionale del sodalizio, Luigi Sgaglione, che dopo lo show acrobatico ha anche dedicato il suo cocktail “Tiki” agli sposi, concludendo con l’elaborazione di un “Mojto” per tutti gli ospiti. Anche musicalmente, fortemente applaudita, è stata l’esibizione di Rocco Di Maiolo al sax – in sala dj Felix di Radio Marte e il magico suono del vilino, che con Antonio Ruocco ha accompagnato il taglio della torta nunziale. Momento nel quale il sommelier e Maestro Sauber Pasquale Brillante, si è esibito nello spettacolare “Sabrage” e con la sua apposita sciabola, con l’attraente rito della “sciabolata” ha stappato la mega bottiglia di bollicine “Franciacorta – Boccadoro” che la giornalista Sabrina Abbrunzo ha donato agli sposi. Le tradizionali, ma in questo caso eccellenti bollicine, con il brindisi, sono state anche il momento di commiato con gli intervenuti, lo scambio di auguri con la consegna bomboniere che è terminato con la degustazione di liquori artigianali di “Terre Pompeiane” offerti da Vincenzo Avitabile, unitamente alla novità del “Babà Re” (liquore alla crema di latte e rum con pezzetti di babà) e alla Vodka “Onemore”. Altra eccellenza del territorio in degustazione, il famoso “Nucillo ‘e curti” di Vincenzo D’Alessandro ed altri distillati accompagnati da sigari e cuoricini di cioccolato artigianale. Tutti gli allestimenti, dalla chiesa al taglio torta, sono stati realizzati dalla ditta SDM EXPERIENCE di Brusciano, a cura di Steve Di Maio, in collaborazione con Wedding Solution di Andrea Riccio. Una intera giornata che, come voluta dagli sposi, ha risposto in pieno a tutte le sue aspettative di svolgimento, come dimostrano gli scatti fotografici realizzati da Salvatore Franchini, regalando al termine l’auspicio che tutta la loro vita che auguriamo lunga, ansi lunghissima, possa essere vissuta con il conseguimento d’ogni loro desiderio ed un benessere in senso lato, prioritariamente riferito alla salute perché quando c’è quella per chi si vuol veramente bene e si ama come questi due giovani, il resto vien di per se.

Giuseppe De Girolamo

]]>
Comunicato stampa Thu, 18 Oct 2018 22:57:49 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/497646.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/497646.html Lucia Bellini Lucia Bellini A Monterotondo tutti a promuovere l’integrazione fra persone disabili

Tutti per la “megastaffetta di solidarietà 100 �- 400”

Il 20 ottobre a partire dalle ore 9:00, lo Stadio Comunale Fausto Cecconi di Monterotondo sarà teatro di un evento ludico socio sportivo promosso della Cooperativa Sociale Il Tamburo.
Patrocinato dalla Presidenza del Consiglio del Comune di Monterotondo e dalla regione Lazio, l’evento giunto alla seconda edizione, nasce con il fine di creare, favorire e promuovere un’integrazione tra le persone disabili, scuole ed altre realtà del territorio (associazioni di volontariato, cittadini, rappresentanti a vario titolo).
La manifestazione sportiva consiste in una staffetta di 100 atleti che dovranno percorrere 400 m in meno di due ore. La sfida è quella di tentare di battere il Guinness World record di un ore, 48 minuti e 5 secondi (RECORD della UISP di Abbadia San Salvatore - settembre 2011).
Interverranno alla manifestazione l’assessore allo Sport del Comune di Monterotondo Alessia Pieretti, Andrew How (detentore record italiano salto in lungo e volocista), tesserato FIDAL, le scuole 1 del territorio e rappresentanti del mondo del volontariato, Elena Belletti (Consigliere Comunale e Presidente della Commissione consiliare Servizi Sociali) e Simone Di Ventura (Consigliere Comunale. Sono stati invitati a partecipare alla gara, organizzata in collaborazione con UISP Comitato di Monterotondo, non solo gli appassionati di sport ma anche gli ospiti delle strutture residenziali de IL TAMBURO e dei progetti semi-residenziali delle cooperative sociali della Regione.

Nel corso della manifestazione si esibiranno gruppi di ragazzi della scuola di danza ASD INTERNATIONAL BALLET SCHOOL con la Direzione Artistica di ISABELLA FRANCESCHINI.

Collaborano alla realizzazione dell’evento realtà imprenditoriali locali come STUDIO LAB22, CARROZZERIA FRATELLI DI VENTURA e SPORT STADIO 41

]]>
Accademia degli studi giuridici europei: Corso Iva e Dogana Thu, 18 Oct 2018 18:22:17 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497595.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497595.html Accademia Auge Accademia Auge Il corso organizzato dall'Accademia Universitaria degli Studi Giuridici Europei in collaborazione con il centro studi CTP costituisce una grande opportunità per i professionisti. Il corso si compone di 40 ore, su piattaforma online, compreso esame finale. Il programma del corso prevede una specifica formazione interdisciplinare. La politica doganale costituisce uno dei fondamenti dell’Unione ed è essenziale per il funzionamento del mercato unico, il quale non può funzionare correttamente se non esistono regole comuni applicate in modo armonizzato alle frontiere esterne della Comunità. Questo gruppo di regole costituisce la politica doganale, grazie alla quale le dogane degli Stati membri operano come se formassero un tutt’uno. Il corso è rivolto a figure professionali come: AVVOCATI, OPERATORI DOGANALI, AGENZIA DI SERVIZI, CONSULENTI TRIBUTARI.
Preside del corso: Dottor Greco Massimo

]]>
Compleanno Cirkoloco 21/10 ore 17.30 Exfila, Firenze Thu, 18 Oct 2018 14:49:27 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497615.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497615.html Psicoanalista Junghiano a Firenze Psicoanalista Junghiano a Firenze Domenica 21 ottobre si celebra il primo compleanno del Cirkoloco presso la sede Exfila di Firenze, Via Leto Casini 11.

Cirkoloco è un progetto dell'Associazione Bottega del Tempo che si fonda sul reinserimento sociale e lavorativo di persone con storie di disagio psichico. 

Il dott. Francesco Carletti, psicologo psicoterapeuta e psicoanalista junghiano di Firenze, illustra in un articolo di taglio psicoanalitico il passaggio di questo progetto da un luogo piccolo e isolato ad uno più grande e con maggiori potenzialità evolutive.

]]>
LO SPACCIO SI PUO' FERMARE Thu, 18 Oct 2018 13:58:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497562.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497562.html Alessandro Alessandro Il gruppo del Dico no alla droga di Ferrara, grazie a diversi volontari, continua a distrubuire gli opuscoli "La Verità sulle droghe". I volontari, vogliono informare correttamente i giovani sul pericolo che corrono usando droghe. l'incaricato a Ferrara ha fino ad ora distribuito moltissimi opuscoli tra città e centri commerciali. Moltissimi giovani grazie al gruppo sono correttamente informati sulle droghe.
L’opuscolo che sta venendo distribuito inizia parlando della cultura della droga, per poi passare a “Perché le persone fanno uso di droga?” e poi “Come funzionano le droghe?” e per finire con “Le droghe influiscono sulla mente”. Sempre nell’opuscolo ci sono delle informazioni essenziali sulle droghe di uso comune. Le droghe che vengono menzionate sono: alcol, cannabis, marijuana, hashish, ecstasy, cocaina, crack, ritalin, crystal meth e metanfetamine, eroina, LSD e infine l’ossicodone. Per ognuna di queste droghe vengono menzionati i soprannomi comuni e gli effetti a breve e lungo termine. L’intento dei volontari e’ quello di sensibilizzare i giovani sulle droghe, creando una vera e propria cultura di prevenzione, basata sull’informazione e non sulla punizione. Oggigiorno le droghe dilagano e sempre piu’ giovani ne fanno uso, senza conoscere gli effetti devastanti in cui incorrono, ecco che allora una corretta informazione sul soggetto mette la persona nelle condizioni di valutare se fare il primo passo o meno. I volontari  credono fermamente che l’uso/abuso di droghe nella nostra società è frutto della disinformazione di una cultura che ti dice “le hanno usate tutti…”, ed eccoci qui a occuparci di problemi ben piu’ gravi dovuti alle crisi di astinenza e a centri per la disintossicazione. I volontari del gruppo del Dico no alla droga si rifanno al motto del filosofo e umanitario Ron Hubbard che dice: "Le droghe privano la vita dalle gioie e dalle sensazioni, che sono comunque l'unica ragione di vivere".Un sentito riconoscimento alla Chiesa di Scientology per il continuo supporto.

]]>
LA DROGA E' DROGA Thu, 18 Oct 2018 13:56:27 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497561.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497561.html Alessandro Alessandro Il gruppo del Dico no alla droga di Ferrara continua con la distribuzione di opuscoli informativi dal titolo “La verità sulle droghe”. I volontari, vogliono informare correttamente i giovani sul pericolo che corrono usando droghe. Il gruppo a Ferrara ha fino ad ora distribuito moltissimi opuscoli tra città e centri commerciali. Moltissimi giovani grazie al gruppo sono correttamente informati sulle droghe.
L’opuscolo che sta venendo distribuito inizia parlando della cultura della droga, per poi passare a “Perché le persone fanno uso di droga?” e poi “Come funzionano le droghe?” e per finire con “Le droghe influiscono sulla mente”. Sempre nell’opuscolo ci sono delle informazioni essenziali sulle droghe di uso comune. Le droghe che vengono menzionate sono: alcol, cannabis, marijuana, hashish, ecstasy, cocaina, crack, ritalin, crystal meth e metanfetamine, eroina, LSD e infine l’ossicodone. Per ognuna di queste droghe vengono menzionati i soprannomi comuni e gli effetti a breve e lungo termine. L’intento dei volontari e’ quello di sensibilizzare i giovani sulle droghe, creando una vera e propria cultura di prevenzione, basata sull’informazione e non sulla punizione. Oggigiorno le droghe dilagano e sempre piu’ giovani ne fanno uso, senza conoscere gli effetti devastanti in cui incorrono, ecco che allora una corretta informazione sul soggetto mette la persona nelle condizioni di valutare se fare il primo passo o meno.  I volontari del gruppo del Dico no alla droga si rifanno al motto del filosofo e umanitario Ron Hubbard che dice: "Le droghe privano la vita dalle gioie e dalle sensazioni, che sono comunque l'unica ragione di vivere".

]]>
DATI SULLE DROGHE Thu, 18 Oct 2018 13:53:39 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497558.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497558.html Alessandro Alessandro La tematica della droga è molto attuale, per la ripercussione delle sostanze psicotrope sul mondo giovanile ed imprenditoriale.
Sulla lotta alla droga si fa un gran parlare, ma mai abbastanza.
C’è chi ritiene si debbano inasprire le pene per i consumatori, chi propone di depenalizzare l’uso di droghe leggere, chi intende intervenire sugli orari di somministrazione di bevande alcoliche e chi inventa farmaci psicotropi che finiscono presto per trasformarsi in droghe da sballo.

Anfetamine e derivati con poteri empatizzanti e allucinogeni quali ecstasy, efedrina, ketamina, mixate tra loro, con Viagra, o psicofarmaci e quasi sempre abbinate all’alcool, diventano oltremodo pericolose annebbiando ogni cognizione del bene e del male.

Dai dati dell’osservatorio del Ministero della Salute emerge una previsione di aumento del 30% dei consumatori nei prossimi 3 anni, per un totale di 230/270.000 individui.
Un fenomeno preoccupante che interessa perlopiù giovani dai 15 anni in su. Che fare?

A Ferrara e Verona il gruppo del “Dico no alla droga” porta avanti con l’aiuto di volontari e di sensibili e attenti gestori di discoteche, una campagna di prevenzione, attraverso le informazioni sui danni delle droghe su mente e corpo a breve e lungo termine contenute nel libriccino “La verità sulle droghe”, per una consapevole decisione di non farne uso.

I volontari portano avanti queste attivita’ da parecchio tempo e facendolo si ispirano all’affermazione del filosofo Ron Hubbard che dice: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”. Un grato riconoscimento va alla Chiesa di Scientology di Verona per il supporto.

]]>
INFORMAZIONI CORRETTE Thu, 18 Oct 2018 13:51:20 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497557.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497557.html Alessandro Alessandro Viviamo in un modo dove le droghe proliferano e sono alla portata di tutti. I giovani d’oggi inziano gia’ dalle elementari a fare uso di droghe, promuovendo questo come una “cosa da grandi” e che se non lo fai non sei parte di un gruppo. Queste abitudini tendono a fare una pressione molto forte su ragazzi piu’ deboli che poi alla fine cedono perché, lo fa il gruppo.
La cosa che sicuramente piu’ attira i giovani è che le droghe permettono, a chi ne fa uso, di disinibirlo e quindi essere piu’ forte e in grado di affrontare le situazioni.
Il gruppo di Verona del “Dico no alla droga” ha promosso fino a poco tempo fa un opuscolo chiave per la lotta alla prevenzione. L’opuscolo si intitola “La verità sulle droghe”.
L'attivita' di distribuzione dell'opuscolo, ha per il gruppo di Verona un ruolo chiave nella prevenzione.
Le droghe menzionate nell’opuscolo sono: alcol, cannabis, sostanze da inalare, ecstasy, cocaina e crack, ritalin, crystal meth, metanfetamine, eroina, LSD, ossicodone. Per ogni tipo di droghe, nell’opuscolo, vengono riportati gli effetti a breve e lungo termine e i nomi più comuni utilizzati per la droga in questione.
L’opuscolo “La verità sulle droghe” e’ diretto a un pubblico giovane, in quanto, da una comprensione su quello che le droghe causano. E’ risaputo che, la corretta informazione, permette ai giovani di comprendere che la cosa migliore è quello di non usare droghe.
Oggi molti sono i mezzi usati per far si che non si utilizzi la droga, ma solo un mezzo ha veramente successo che è la corretta informazione.
Oggi il mondo continua sempre più a degradarsi togliendo ai giovani con le doghe, tutte le gioie del vivere perché, come disse il filosofo e umanitario Ron Hubbard: <<Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere>>. Un grato riconosciemnto alla Chiesa di Scientology di Verona.

]]>
Diffondere i valori morali Thu, 18 Oct 2018 13:49:59 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497556.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497556.html Scientology Brescia Scientology Brescia Più di 30 opuscoli de "La Via delle felicità" sono stati distribuiti a Gargnano. Contengono 21 precetti morali che tutte le persone possono condividere senza difficoltà. In effetti coloro che li ricevono e ne danno una rapida scorsa, ringraziano in modo entusiastico condividendo appieno l'iniziativa.

I valori morali sono garanzia di piacevole convivenza.

Diffondendo il libretto "La Via della Felicità" ci si rende conto che i valori morali più importanti sono sempre pienamente condivisi da qualsiasi razza, fede o tradizione.

Il rispetto dei valori morali porta alla felicità. Non si tratta di momenti di gioa generati dal possedere un cappello nuovo od il computer di ultima generazione, si tratta piuttosto di possedere la fiducia e la stima delle persone a te vicine che sono colme di gioia per l'aiuto che dai loro. Questa consapevolezza genera sentimenti che sono la felicità del vivere. Possedere una bella automobile, quando trascuri la tua famiglia, non è felicità e tutti ne sono consapevoli.

La guida infatti contiene 21 precetti, brevemente illustrati, non religiosi e basati esclusivamente sul buon senso e costituisce un forte contributo alla creazione di una società che può davvero progredire e prosperare.

Non sarà un sistema economico od un sistema politico a far funzionare una comunità. Se funzionerà, sarà per la crescita di consapevolezza dei singoli individui che, liberamente ed autonomamente, decideranno di rispettare tali valori fondamentali.

I principi che si trovano nel libro si fondano sul buon senso e sono stati scritti affinché possano essere utilizzati. Questo libro è una guida veramente pratica e moderna che può essere usata da chiunque per arrivare con fiducia ad una vita più felice e di successo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard fondatore di Scientology: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
VOLONTARIATO CONTRO LA DROGA Thu, 18 Oct 2018 13:49:31 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497555.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497555.html Alessandro Alessandro  Il gruppo del Dico no alla droga di Ferrara continua con la distribuzione di opuscoli informativi dal titolo “La verità sulle droghe”. I volontari, vogliono informare correttamente i giovani sul pericolo che corrono usando droghe. L’opuscolo che sta venendo distribuito inizia parlando della cultura della droga, per poi passare a “Perché le persone fanno uso di droga?” e poi “Come funzionano le droghe?” e per finire con “Le droghe influiscono sulla mente”. Sempre nell’opuscolo ci sono delle informazioni essenziali sulle droghe di uso comune. Le droghe che vengono menzionate sono: alcol, cannabis, marijuana, hashish, ecstasy, cocaina, crack, ritalin, crystal meth e metanfetamine, eroina, LSD e infine l’ossicodone. Per ognuna di queste droghe vengono menzionati i soprannomi comuni e gli effetti a breve e lungo termine. L’intento dei volontari e’ quello di sensibilizzare i giovani sulle droghe, creando una vera e propria cultura di prevenzione, basata sull’informazione e non sulla punizione. Oggigiorno le droghe dilagano e sempre piu’ giovani ne fanno uso, senza conoscere gli effetti devastanti in cui incorrono, ecco che allora una corretta informazione sul soggetto mette la persona nelle condizioni di valutare se fare il primo passo o meno.           I volontari del gruppo del Dico no alla droga si rifanno al motto del filosofo e umanitario Ron Hubbard che dice: "Le droghe privano la vita dalle gioie e dalle sensazioni, che sono comunque l'unica ragione di vivere". Un sentito ringraziamento va alla Chiesa di Scientology per il continuo supporto.

]]>
Psichiatria e la verità da raccontare Thu, 18 Oct 2018 13:38:48 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497551.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/497551.html Scientology Brescia Scientology Brescia Gli psichiatri sono al di sopra della legge: ricoverano persone senza processo, le privano dei propri diritti umani mentre impongono trattamenti non voluti. Per denunciare questa violazione dei Diritti Umani sono stati lasciati alcuni opuscoli ed un DVD con un documentario di 140' alla biblioteca di Palazzolo, in modo che gli interessati possano esaminarlo.

Ricorso agli ansiolitici e loro effetti collaterali

Sono stati diffusi, presso la biblioteca di Palazzolo opuscoli informativi sugli ansiolitici. Assieme a questi è stato posizionato un documentario "Psichiatria: Un industria di morte" che raggruppa alcune informazioni già di pubblico dominio, che aiutano a meglio comprendere la psichiatria nella sua reale dimensione.

L'opuscolo posizionato in questi giorni illustra, fra l'altro, gli effetti collaterali degli ansiolitici.

Questi di solito provocano ad una persona una o più delle seguenti cose: inducono uno stato ipnotico, rilassano i muscoli, arrestano le convulsioni o causano lievi perdite di memoria. Inoltre agiscono come sedativi sul sistema nervoso, così, di solito, rendono le persone assonnate. Ecco perché i dottori ti avvertono di non guidare mentre li si sta assumendo. O almeno questo è quanto dovrebbero dirti.

Oggi, ad almeno 20 milioni di persone in tutto il mondo vengono prescritti questi “tranquillanti minori”. Nel frattempo, le nazioni dell’Europa Occidentale e del Nord America sono alle prese con livelli epidemici di cittadini dipendenti da questi farmaci. E sebbene gli ansiolitici siano un disastro per quanto riguarda la salute pubblica, le società farmaceutiche rastrellano l’enorme cifra di 14 miliardi di Euro all’anno vendendoli.
Mentre, chi li usa viene lasciato in balia di terribili effetti collaterali

Infatti, le stime ci dicono che il 60% delle persone che prendono calmanti ne diventa dipendente e soffre di effetti indesiderati causati dai farmaci, quali una collera estrema e un comportamento ostile. Gli anziani corrono rischi persino più gravi, con un aumentato rischio di cadute e incidenti in auto. Un sito web britannico sugli ansiolitici riporta che il 40% di guidatori di autoveicoli rimasti feriti o morti in incidenti, assumeva farmaci, per lo più ansiolitici.

I volontari del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani stanno continuando ad informare il pubblico circa la diffusione degli psicofarmaci ed i loro effetti collaterali in modo da creare una sempre più ampia conoscenza.

Il comitato e la sua campagna internazionale.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

]]>
Proiezione del 34 anniversario della fondazione dell'Associazione Internazionale degli Scientologist Thu, 18 Oct 2018 13:29:28 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497547.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497547.html Scientology Brescia Scientology Brescia Sabato 20 verrà presentato a Brescia presso l'Hotel Fiera di Via Orzinuovi la celebrazione dell'anniversario della fondazione della IAS l'associazione internazionale degli Scientologist svoltasi a Saint Hill nel Sussex in Inghilterra 34 anni fa.

Le attività sociali finanziate dagli Scientologist

Il 5 Ottobre si è festeggiata la 34^ ricorrenza della fondazione della IAS, l'Associazione Internazionale degli Scientologist che risale al 1984. L'associazione riunisce gli Scientologist in tutto il mondo ed attraverso il loro sostegno rende possibili le campagne di impegno sociale di Scientology. Le donazioni dei membri IAS hanno permesso di istituire strutture secolari internazionali di miglioramento sociale, che utilizzano le scoperte di L. Ron Hubbard

 

Sabato gli Scientologist bresciani si riuniranno presso l'Hotel Fiera per assistere alla presentazione degli straordinari conseguimenti che nell'ultimo anno si sono concretizzati.

Le donazioni degli Scientologist finanziano, attraverso l'associazione internazionale, campagne per il rispetto dei Diritti Umani nel campo della salute mentale, di prevenzione all'uso di droghe, di promozione della Carta Internazionale dei Diritti Umani, dei Ministri volontari e della Via della Felicità che diffonde i valori morali nella società.

Infine verrà presentata la nuova stagione di Scientology Network il canale televisivo presentato a Marzo di quest'anno e che si arricchisce di nuovi episodi della serie "Io sono uno Scientologist" e di "Inside Scientology" che presenta le sedi della chiesa dal suo interno.

Concluderà l'evento, un breve discorso del Leader Ecclesiastico della religione di Scientology David Miscavige, che ha sottolineato l'importanza di continuare ad aiutare il mondo con le attività sociali in modo da riuscire a renderlo davvero un mondo migliore. Il tutto senza farsi distrarre da contrapposizioni sociali che i media in tutto il mondo ci sottopongono.

La storia della Associazione.

La IAS è stata creata nel 1984, momento in cui la libertà religiosa di Scientology era a rischio. I delegati delle Chiese di Scientology a livello mondiale si sono riuniti a Saint Hill Manor (casa di L. Ron Hubbard tra il 1959 e il 1966) riconoscendo la necessità di unire tutti gli Scientologist in un organismo internazionale. Per confermare la propria dedizione agli obiettivi di Scientology, i primi delegati della IAS formularono e firmarono La Promessa all’Umanità. 

Lo scopo della IAS è: “Unire, promuovere, sostenere e proteggere la religione di Scientology e gli Scientologist in ogni parte del mondo in modo da raggiungere le Mete di Scientology formulate da L. Ron Hubbard”.

La IAS è stata creata per garantire che gli Scientologist siano sempre liberi di praticare la propria religione, ed assiste le Chiese di Scientology e gli Scientologist che si trovino ad affrontare persecuzioni religiose. La IAS si applica anche al fine di garantire la libertà religiosa per tutti.

Oggi, Scientology si sta espandendo ad un ritmo sempre crescente ed il tempo in cui doveva difendersi da sola è ormai lontano. Di conseguenza, la IAS ora concede i fondi necessari a patrocinare campagne che stanno veramente trasformando il destino della Terra. I membri della IAS mettono allo scoperto quelle problematiche che, nel tessuto sociale, hanno tradizionalmente condotto al crollo della civiltà e diffondono soluzioni a tali problematiche basate sulle opere di L. Ron Hubbard.

]]>
Una science star giudice della NASA Space Apps Challenge Brescia Thu, 18 Oct 2018 13:27:32 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497546.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497546.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

Il divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso, fondatore di COSMOBSERVER, giudice nella sede di Brescia della kermesse internazionale promossa dalla NASA

 

Si svolgerà a Brescia il 20 e 21 ottobre, presso il MO.CA. in Via Moretto 78, l’edizione italiana della NASA Space Apps International Challenge promossa dalla NASA (National Aeronautics and Space Administration), l’agenzia spaziale statunitense. 

 

NASA Space Apps è nata come international challenge nel 2012. Promossa dalla NASA, riunisce programmatori, scienziati, designer, storyteller, maker, costruttori, tecnici, e tutti gli entusiasti dello spazio che si uniscono per affrontare le sfide del futuro.

 

Emmanuele Macaluso farà parte della commissione che giudicherà i progetti presentati dai team partecipanti.

Divulgatore scientifico, autore di saggi e del Manifesto del Marketing Etico, fondatore del sito di divulgazione dedicato allo spazio COSMOBSERVER, Emmanuele Macaluso viene considerato una science-star e per la sua autorevolezza e capacità divulgativa è stato definito dalla stampa l’Al Gore italiano. È autore di centinaia di articoli scientifici su prestigiose testate ed è uno dei massimi esperti mondiali di inquinamento luminoso.

(Biografia completa http://www.emacaluso.com/profile.htm).

 

Maggiori informazioni sulla Space Apps Challenge Brescia a questo link https://2018.spaceappschallenge.org/locations/brescia

]]>
Una science star giudice della NASA Space Apps Challenge Brescia Thu, 18 Oct 2018 13:27:04 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497543.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497543.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

Il divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso, fondatore di COSMOBSERVER, giudice nella sede di Brescia della kermesse internazionale promossa dalla NASA

 

Si svolgerà a Brescia il 20 e 21 ottobre, presso il MO.CA. in Via Moretto 78, l’edizione italiana della NASA Space Apps International Challenge promossa dalla NASA (National Aeronautics and Space Administration), l’agenzia spaziale statunitense. 

 

NASA Space Apps è nata come international challenge nel 2012. Promossa dalla NASA, riunisce programmatori, scienziati, designer, storyteller, maker, costruttori, tecnici, e tutti gli entusiasti dello spazio che si uniscono per affrontare le sfide del futuro.

 

Emmanuele Macaluso farà parte della commissione che giudicherà i progetti presentati dai team partecipanti.

Divulgatore scientifico, autore di saggi e del Manifesto del Marketing Etico, fondatore del sito di divulgazione dedicato allo spazio COSMOBSERVER, Emmanuele Macaluso viene considerato una science-star e per la sua autorevolezza e capacità divulgativa è stato definito dalla stampa l’Al Gore italiano. È autore di centinaia di articoli scientifici su prestigiose testate ed è uno dei massimi esperti mondiali di inquinamento luminoso.

(Biografia completa http://www.emacaluso.com/profile.htm).

 

Maggiori informazioni sulla Space Apps Challenge Brescia a questo link https://2018.spaceappschallenge.org/locations/brescia

]]>