Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rugby Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rugby Wed, 26 Jun 2019 06:40:49 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/1 Comunicato Stampa FIR FVG: La rappresentativa regionale U12 1^ Classificata al Torneo UWG di Klagenfurt Mon, 24 Jun 2019 16:02:43 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572547.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572547.html Comitato FIR FVG Comitato FIR FVG

Inviamo in allegato il comunicato in oggetto, con gentile preghiera di pubblicazione e diffusione.

 

Grazie per la collaborazione,
cordiali saluti

 

 

Marchio+Logo-V80x125

Enrico Turello

Segreteria

Comitato Friuli Venezia Giulia
Federazione Italiana Rugby

 

Stadio Friuli – Dacia Arena

P.le Repubblica Argentina 3 – 33100 Udine

mobile +39 3458995808

segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it
friuliveneziagiulia.federugby.it

 

Rispetta l’ambiente: rifletti prima di stamparmi.
Le informazioni contenute nella presente mail ed in ogni eventuale file allegato sono riservate e comunque destinate esclusivamente alla persona o ente sopra indicati. La diffusione, distribuzione, copiatura della mail trasmessa da parte di persona diversa dal destinatario non sono consentite, salvo autorizzazione espressa. Non permettendo Internet di assicurare l'integrità del presente messaggio, si declina ogni responsabilità in merito, nell'ipotesi in cui esso venga modificato. Se avete ricevuto questa e-mail per errore vi preghiamo di eliminarla dai vostri archivi e darne comunicazione al mittente.

 

]]>
comunicato argos petrarca rugby Sun, 23 Jun 2019 16:55:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572158.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572158.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
ARGOS PETRARCA RUGBY



COMUNICATO STAMPA



Padova, 23 giugno 2019



UNDER 18, I SEGRETI DELLO SCUDETTO SECONDO COACH MAISTRI





A due settimane dalla vittoria dello scudetto per la formazione Under 18 del Petrarca, torniamo su questo importante successo per capire da Giovanni Maistri, responsabile dello staff tecnico composto anche da Michele Rizzo, Simone Ragusi, Stefano Parladori e dal preparatore atletico Tommaso Toigo, quali sono stati i momenti più significativi della stagione.



I punti forti di questa squadra?

Sicuramente il punto forte di questa squadra è stato l’essere un gruppo di amici che aveva tanta voglia di imparare e migliorare giorno dopo giorno, e che non si è abbattuto dopo le difficoltà iniziali. Questo ha permesso a noi dello staff di poter lavorare, anche duramente, per tutto l’anno con la loro piena partecipazione. Un gruppo e uno staff molto uniti che hanno condiviso veramente tutto.

Quando avete capito che ce la potevate fare?

Già da primo giorno di raduno, ad agosto, giravano voci sul possibile obbiettivo finale. Da parte mia ci sono stati pochi dubbi, i ragazzi penso abbiano iniziato a crederci realmente dopo la pausa di Natale, quando oltre alle vittorie iniziavano a vedersi anche prestazioni molto buone sul piano della qualità del gioco.

L’importanza di questo staff tecnico?

Anche lo Staff è stato molto unito. Abbiamo condiviso tutto e questo ci ha permesso di fare un gran lavoro. Con Michele e Simone ci conosciamo da tempo, e a livello di rugby condividiamo le stesse idee, quindi è stato molto semplice proporlo ai ragazzi. Con Stefano è stato molto bello lavorare, due percorsi di rugby diversi che si sono trovati molto in sintonia. Inoltre lo ringrazio molto per la sua disponibilità, infortunio a parte. Tra l’altro, per fare una battuta, abbiamo finito la stagione con più infortunati nello staff che nei giocatori. Infine Tommaso penso abbia fatto veramente un buon lavoro, la crescita incredibile dei ragazzi oltre che tecnica è stata a livello fisico, la preparazione atletica mi appassiona molto, e quindi anche con lui c’è stato sempre un continuo confronto.

La partita più difficile?

La partita più difficile sicuramente contro la Tarvisium all’andata in campionato, una squadra arrivata penultima del girone, ma che ci ha dato veramente un bello schiaffone. Invece di abbattersi dopo quella partita, però, i ragazzi hanno reagito alla grande ed hanno iniziato a lavorare ancora più sodo di quanto fatto prima.

Come è stata la finale? Come te l’aspettavi?

La finale, come si sa, è sempre una partita diversa da tutte le altre. Si è visto proprio quanto nei primi quindici, venti minuti i ragazzi fossero tesi, quasi impauriti e gli errori sono stati molti, merito anche degli avversari a cui devo veramente fare i complimenti per la prestazione. Fortunatamente poi abbiamo sfruttato il water break per tranquillizzare un attimo i ragazzi e fargli tornare la fiducia in se stessi e nella squadra, e da lì piano piano abbiamo ritrovato fiducia e preso il controllo della partita, come accaduto spesso quest’anno, fino al fischio finale. Unica cosa che dispiace, se cosi possiamo dire, è stato il non aver mostrato il vero valore della squadra, e il gran gioco che ci ha contraddistinti per tutta la stagione, nella partita più importante. Tuttavia vedere comunque a fine partita la gioia negli occhi dei ragazzi è stata un emozione incredibile ed era quello che più contava quel giorno.

Il futuro di questo gruppo, come singoli e come squadra?

Il futuro di questi ragazzi guardando alla prossima stagione penso sia un bel futuro, essendo molto giovane come squadra, i pochi rientranti che avevamo quest’anno andranno in serie A dove sicuramente si toglieranno delle soddisfazioni. Probabilmente qualcun altro andrà in Accademia FIR a Remedello, e sono molto contento per loro. Per la restante parte del gruppo, la più numerosa, ci sarà ancora un anno insieme, e visto la base costruita quest’anno penso ci sarà da divertirsi. Inoltre per continuare il lavoro messo in atto dalla società, visto il costante rapporto con Andrea Marcato, quest’anno penso e spero ci sarà anche la possibilità di inserire qualche ragazzo nella lista dei partecipanti alla prestagione con la prima squadra: penso possa essere un grande opportunità di crescita per i ragazzi.





La rosa dei campioni d’Italia Under 18: Alberto Baldo, Alessandro Bellon, Riccardo Beltrame, Matteo Benvegnù, Lorenzo Benvenuti, Edoardo Bonavina, Lorenzo Brevigliero, Giacomo Businaro, Nikolays Caccaro, Tommaso Canova, Filippo Carcangiu, Daniele Casson, Tommaso Di Bartolomeo, Antonio Dorigo, Alessandro Esposito, Alberto Eterno, Giulio Faggin, Alberto Felicani, Mattia Ferrarin, Alessandro Fioriti, Alberto Fogo, Thomas Galante, Giovanni Garbo, Carlo Giordani, Alvise Giordano, Alessandro Giuriatti, Davide Goldin, Giacomo Grandi, Marco Gregori, Guglielmo Guarda Nardini, Filippo Lazzarin, Andrea Libero, Tommaso Longhin, Tommaso Maccarini, Davide Marcellan, Edoardo Mattiello, Gabriel Miolo, Giacomo Padrono Martini, Edoardo Padrono Martini, Ruan Oselladore, Filippo Peggion, Mattia Raccanello, Tito Rapetti, Federico Regazzo, Enrico Rossi, Marcello Russo, Mattia Saoncella, Filippo Schettini, Francesco Sottoriva, Pietro Tognetti, Francesco Tognon, Claudio Valente, Leonardo Zamprotta, Nicolò Zavan, Leonardo Zin.



In allegato foto di Giovanni Maistri e del Petrarca Under 18

]]>
comunicato argos petrarca rugby Sun, 23 Jun 2019 16:35:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572155.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572155.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
ARGOS PETRARCA RUGBY



COMUNICATO STAMPA



Padova, 23 giugno 2019



UNDER 18, I SEGRETI DELLO SCUDETTO SECONDO COACH MAISTRI





A due settimane dalla vittoria dello scudetto per la formazione Under 18 del Petrarca, torniamo su questo importante successo per capire da Giovanni Maistri, responsabile dello staff tecnico composto anche da Michele Rizzo, Simone Ragusi, Stefano Parladori e dal preparatore atletico Tommaso Toigo, quali sono stati i momenti più significativi della stagione.



I punti forti di questa squadra?

Sicuramente il punto forte di questa squadra è stato l’essere un gruppo di amici che aveva tanta voglia di imparare e migliorare giorno dopo giorno, e che non si è abbattuto dopo le difficoltà iniziali. Questo ha permesso a noi dello staff di poter lavorare, anche duramente, per tutto l’anno con la loro piena partecipazione. Un gruppo e uno staff molto uniti che hanno condiviso veramente tutto.

Quando avete capito che ce la potevate fare?

Già da primo giorno di raduno, ad agosto, giravano voci sul possibile obbiettivo finale. Da parte mia ci sono stati pochi dubbi, i ragazzi penso abbiano iniziato a crederci realmente dopo la pausa di Natale, quando oltre alle vittorie iniziavano a vedersi anche prestazioni molto buone sul piano della qualità del gioco.

L’importanza di questo staff tecnico?

Anche lo Staff è stato molto unito. Abbiamo condiviso tutto e questo ci ha permesso di fare un gran lavoro. Con Michele e Simone ci conosciamo da tempo, e a livello di rugby condividiamo le stesse idee, quindi è stato molto semplice proporlo ai ragazzi. Con Stefano è stato molto bello lavorare, due percorsi di rugby diversi che si sono trovati molto in sintonia. Inoltre lo ringrazio molto per la sua disponibilità, infortunio a parte. Tra l’altro, per fare una battuta, abbiamo finito la stagione con più infortunati nello staff che nei giocatori. Infine Tommaso penso abbia fatto veramente un buon lavoro, la crescita incredibile dei ragazzi oltre che tecnica è stata a livello fisico, la preparazione atletica mi appassiona molto, e quindi anche con lui c’è stato sempre un continuo confronto.

La partita più difficile?

La partita più difficile sicuramente contro la Tarvisium all’andata in campionato, una squadra arrivata penultima del girone, ma che ci ha dato veramente un bello schiaffone. Invece di abbattersi dopo quella partita, però, i ragazzi hanno reagito alla grande ed hanno iniziato a lavorare ancora più sodo di quanto fatto prima.

Come è stata la finale? Come te l’aspettavi?

La finale, come si sa, è sempre una partita diversa da tutte le altre. Si è visto proprio quanto nei primi quindici, venti minuti i ragazzi fossero tesi, quasi impauriti e gli errori sono stati molti, merito anche degli avversari a cui devo veramente fare i complimenti per la prestazione. Fortunatamente poi abbiamo sfruttato il water break per tranquillizzare un attimo i ragazzi e fargli tornare la fiducia in se stessi e nella squadra, e da lì piano piano abbiamo ritrovato fiducia e preso il controllo della partita, come accaduto spesso quest’anno, fino al fischio finale. Unica cosa che dispiace, se cosi possiamo dire, è stato il non aver mostrato il vero valore della squadra, e il gran gioco che ci ha contraddistinti per tutta la stagione, nella partita più importante. Tuttavia vedere comunque a fine partita la gioia negli occhi dei ragazzi è stata un emozione incredibile ed era quello che più contava quel giorno.

Il futuro di questo gruppo, come singoli e come squadra?

Il futuro di questi ragazzi guardando alla prossima stagione penso sia un bel futuro, essendo molto giovane come squadra, i pochi rientranti che avevamo quest’anno andranno in serie A dove sicuramente si toglieranno delle soddisfazioni. Probabilmente qualcun altro andrà in Accademia FIR a Remedello, e sono molto contento per loro. Per la restante parte del gruppo, la più numerosa, ci sarà ancora un anno insieme, e visto la base costruita quest’anno penso ci sarà da divertirsi. Inoltre per continuare il lavoro messo in atto dalla società, visto il costante rapporto con Andrea Marcato, quest’anno penso e spero ci sarà anche la possibilità di inserire qualche ragazzo nella lista dei partecipanti alla prestagione con la prima squadra: penso possa essere un grande opportunità di crescita per i ragazzi.





La rosa dei campioni d’Italia Under 18: Alberto Baldo, Alessandro Bellon, Riccardo Beltrame, Matteo Benvegnù, Lorenzo Benvenuti, Edoardo Bonavina, Lorenzo Brevigliero, Giacomo Businaro, Nikolays Caccaro, Tommaso Canova, Filippo Carcangiu, Daniele Casson, Tommaso Di Bartolomeo, Antonio Dorigo, Alessandro Esposito, Alberto Eterno, Giulio Faggin, Alberto Felicani, Mattia Ferrarin, Alessandro Fioriti, Alberto Fogo, Thomas Galante, Giovanni Garbo, Carlo Giordani, Alvise Giordano, Alessandro Giuriatti, Davide Goldin, Giacomo Grandi, Marco Gregori, Guglielmo Guarda Nardini, Filippo Lazzarin, Andrea Libero, Tommaso Longhin, Tommaso Maccarini, Davide Marcellan, Edoardo Mattiello, Gabriel Miolo, Giacomo Padrono Martini, Edoardo Padrono Martini, Ruan Oselladore, Filippo Peggion, Mattia Raccanello, Tito Rapetti, Federico Regazzo, Enrico Rossi, Marcello Russo, Mattia Saoncella, Filippo Schettini, Francesco Sottoriva, Pietro Tognetti, Francesco Tognon, Claudio Valente, Leonardo Zamprotta, Nicolò Zavan, Leonardo Zin.

]]>
comunicato argos petrarca rugby Sat, 22 Jun 2019 16:35:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572071.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/572071.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
ARGOS PETRARCA RUGBY

COMUNICATO STAMPA

Padova, 22 giugno 2019





ROBERTO SANTAMARIA SI RITIRA,

SARA’ L’ALLENATORE DEGLI AVANTI

DA CASALE ARRIVA IL TALLONATORE VITTORIO CARNIO







Ancora novità in casa bianconera.  

L’Argos Petrarca Rugby annuncia il ritiro ufficiale dall’attività agonistica del tallonatore Roberto Santamaria, al quale viene affidato il ruolo di allenatore degli avanti della Prima Squadra, a fianco del confermato Capo Allenatore Andrea Marcato. Roberto, 32 anni, originario di Messina, ha disputato le ultime due stagioni da giocatore del Petrarca, e prima altre due nel Benetton, arrivato a Treviso dopo esperienze a Viadana, Aironi e Zebre. La scorsa stagione ha seguito da allenatore il Casale sul Sile, promosso in A.



Inoltre l’Argos Petrarca annuncia anche l’arrivo per la prossima stagione del tallonatore VITTORIO CARNIO, fresco di promozione in serie A con il Casale sul Sile, società dove ha iniziato a giocare a 12 anni. Vittorio, nato il 27 agosto 1996, un metro e 78 per 108 chili, ha esordito in Prima Squadra a Casale nel 2014, alternandosi tra la serie B e la Under 18 del suo club, prima di passare definitivamente l’anno successivo nella rosa della serie B, allenata dall’ex bianconero Federico Dalla Nora. Nel 2016 è stato a Roma come atleta esterno alle Fiamme Oro, per poi tornare l'anno dopo sempre a Casale, dove nell’ultima stagione è arrivata la serie B: allenatore il giocatore del Petrarca Roberto Santamaria. Vittorio per due anni è stato anche atleta esterno all'Accademia Federale di Mogliano allenata da Massimo Brunello e Ciro Sgorlon.

“Siamo felici dell’arrivo di Vittorio per la prossima stagione”, spiega il Direttore Generale del Petrarca, Beppe Artuso. “E’ un giocatore già allenato da Santamaria la scorsa stagione, un ragazzo giovane e con tanta voglia di emergere”.

Entusiasta del trasferimento a Padova lo stesso Vittorio Carnio: “Sono felicissimo dell'opportunità che mi ha offerto il Petrarca, non vedo l'ora di cominciare questa nuova avventura e di poter dare il mio contributo alla squadra”.

]]>
Francesco Cavatorti nuovo Direttore Generale dell’Amatori Parma Rugby Tue, 18 Jun 2019 23:24:46 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/570924.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/570924.html Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby La società Amatori Parma Rugby è lieta di annunciare il ritorno a casa di Francesco Cavatorti nel ruolo di Direttore Generale.

Lo scorso anno direttore organizzativo del Valorugby Emilia, Francesco Cavatorti ritorna così in bluceleste dopo la parentesi della Lire, la Lega dei Club nell’allora Super10 e soprattutto nella Federazione Italiana Rugby, dove nel 2006 ha tenuto a battesimo la prima accademia nazionale federale under 20, la “Francescato”, mantenendo la carica di manager per 12 anni fino al giugno 2018.

Un ritorno di spessore quello di Cavatorti per proseguire nell’opera di rafforzamento societario. Bluceleste sin dall’età di quattordici anni, insieme ai pilastri storici della società con le Tre Viole sul petto, Francesco è stato protagonista della crescita non solo sportiva ma anche delle strutture come la costruzione a carico della società della prima Club House a Parma, l’attuale sede dell’Amatori alla Cittadella del Rugby. A soli trent’anni, nel 1987 diventa presidente succedendo a Paolo Banchini, carica che manterrà per dodici anni fino al 1999 quando Amatori e Noceto danno alla luce il Gr.A.N. Parma, la prima “franchigia” della città.

“Sono felice di ritornare all’Amatori Parma, �“ le prime parole del nuovo direttore generale �“ la società che mi ha accolto nel lontano 1971 e dove sono cresciuto come uomo, sportivo e dirigente”.

Come nel suo stile Francesco ha già le idee chiare sugli obiettivi che non sono solo finalizzati al risultato sportivo perché “A mio modo di vedere il risultato è solo una conseguenza delle azioni di un club. �“ prosegue Cavatorti �“ L’Amatori deve diventare prima un riferimento per la Comunità, un riferimento per le famiglie e soprattutto un’eccellenza per i giovani, giovani che devono essere valorizzati ed essere seguiti nel migliore dei modi, mettendo loro a disposizione tecnici preparati e qualificati oltre che servizi come il Centro Estivo o anche un’assistenza medica e sanitaria adeguata per gli atleti”.

]]>
comunicato argos petrarca rugby Mon, 17 Jun 2019 16:18:35 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/570029.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/570029.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
ARGOS PETRARCA RUGBY

COMUNICATO STAMPA



Padova, 17 giugno 2019



UFFICIALIZZATI QUATTRO ARRIVI DALLA NAZIONALE UNDER 20







L’Argos Petrarca ufficializza i nomi di quattro giocatori che vestiranno la maglia bianconera nella prossima stagione.

Sono atleti della Nazionale Under 20, tutti impegnati in questi giorni al Mondiale di categoria in corso in Argentina, tranne Butturini alle prese con un infortunio muscolare. A questo proposito ricordiamo che doveva partire per l’Argentina anche Davide Goldin, terza linea bianconera, che ha dovuto rinunciare per un malanno alla spalla.  

“Sono quattro giocatori giovani e dal notevole potenziale di crescita”, spiega raggruppandoli in un unico commento il direttore generale del Petrarca, Beppe Artuso. “Speriamo possano dare il loro positivo contributo alla squadra, come ovviamente si attendono da loro la società e lo staff tecnico”.

Ecco i nuovi arrivi:

Luca Franceschetto, pilone sinistro, classe 1999, cresciuto nel vivaio del Rangers Rugby Vicenza, arrivato al rugby dopo un’esperienza con la pallanuoto.

Andrej Marinello, tallonatore dal Ruggers Tarvisium.  

Marco Butturini, seconda linea, del 1999, prodotto del vivaio del Modena Rugby.

Paolo Garbisi, classe 2000, mediano di apertura, cresciuto a Mogliano dove ha debuttato in TOP12 nel marzo del 2018.

]]>
comunicato argos petrarca rugby Thu, 13 Jun 2019 11:55:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/568590.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/568590.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
ARGOS PETRARCA RUGBY



COMUNICATO STAMPA



Padova, 13 giugno 2019



ARGOS PETRARCA: RINNOVAMENTO DELLA ROSA IN VISTA





In attesa di conoscere gli arrivi per la prossima stagione, comunicazione che la società inizierà a dare già dai prossimi giorni, è il momento intanto di fare il punto della situazione sui partenti.

Non saranno nella rosa dell’Argos Petrarca per il 2019/2020 Acosta, Belluco, Benettin, Bettin, Favaro, Francescato, Menniti Ippolito e Su’a.

“Ci dispiace molto che alcuni ragazzi vadano via”, spiega il Direttore Generale del Petrarca, Beppe Artuso. “La società però ha imboccato con decisione una strada di  rinnovamento della rosa. Ci sono dei giocatori che hanno dato molto in questi anni, li ringraziamo di cuore, ma purtroppo a volte lo sport costringe a prendere delle decisioni anche dolorose. Sottolineo che I rapporti personali con tutti loro non verranno di certo incrinati per queste scelte, fatte dai ragazzi stessi o dalla società a seconda dei casi”.

Quanto ad alcune situazioni specifiche, Artuso spiega più in profondità cosa è accaduto: “Su’a torna con la famiglia in Australia dopo cinque stagioni importanti al Petrarca. Altri, come Favaro, sono condizionati dal fatto che il loro futuro lavorativo si conciliava a fatica con l’impegno nel Top12. Una motivazione legata al lavoro anche alla base della scelta di Benettin, che ha giustamente pensato al suo futuro fuori dal rugby. Francescato cerca invece, a ragione, l’opportunità per avere più spazio ed essere la prima scelta nel suo ruolo”.

La dirigenza guarda anche al futuro. Artuso spiega come si sta muovendo da alcuni mesi, e ufficializza il primo arrivo.

“Io e Corrado Covi stiamo lavorando da gennaio per la nuova rosa del Petrarca. Non ci siamo mai fermati, pensando sempre in prospettiva futura".

Il primo arrivo ufficiale è quello di Alberto Chillon, un gradito ritorno per il giocatore protagonista dello scudetto del 2011. “Ho chiesto io a Alberto di tornare”, racconta Artuso, “in quanto è un giocatore molto duttile, può ricoprire i ruoli di mediano di mischia, di apertura ed è un buon piazzatore. E poi ha un carattere da leader che a questo Petrarca servirà molto”.

Artuso apre poi una parentesi speciale per Luca Nostran, ma terza linea bianconera che sta concludendo la sua convalescenza per un malanno alla spalla. “Luca è un giocatore cresciuto nel vivaio del Petrarca, con il quale si è subito raggiunto un accordo sia economico che agonistico. Le sue prime parole infatti sono state: ‘Io dal Petrarca non voglio andare via’. Questo per me dimostra un vero attaccamento alla maglia e alla società”.

 

Infine novità anche per la squadra Cadetta e per l’Under 18: “Complimenti ai Campioni d’Italia”, conclude Artuso, “ma indipendentemente dallo scudetto giovanile, nel nostro programma c’era già la volontà di inserire nel programma di allenamenti di prestagione alcuni ragazzi giovani. Una decina infatti, tra serie A e Under 18, sono stati invitati a stare con la Prima Squadra fin da luglio.

]]>
comunicato argos petrarca rugby under 18 Sun, 09 Jun 2019 20:15:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/566749.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/566749.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
ARGOS PETRARCA RUGBY



UNDER 18

L’ARGOS PETRARCA VINCE IL TRICOLORE



Difesa, organizzazione e concretezza. Con queste qualità l’Argos Petrarca conquista sul campo neutro di Reggio Emilia lo scudetto Under 18 superando il Toscana Aeroporti I Medicei per 21-8 (primo tempo 11-8).

L’inizio è tutto dei toscani, che giocano con molta aggressività e organizzazione. Dall’altra parte un Petrarca nervoso, che commette troppi falli e errori nella gestione del pallone. In 8 minuti i Medicei realizzano una punizione e una meta, segnata in bandierina grazie a una palla rubata e un paio di placcaggi sbagliati.

All’8’ la prima vera azione dell’Argos, multifase e con gioco al largo prima di perdere la palla. Continua il nervosismo tra i bianconeri, che al 20’ entrano per la prima volta nei 22 avversari. Al 21’ la prima meta del Petrarca, realizzata da Raccanello. Drive dei Medicei, sempre pericolosi da questa fase di gioco, poi palla rubata nei propri 22, calcio lungo di Ferrarin e rimbalzo nelle mani dell’ala padovana. Da qui in poi il Petrarca cambia volto, mostra serenità e tutto comincia a funzionare meglio. Al 28’ contrattacco azzardato dei toscani, e calcio di punizione centrale che Ferrarin non sbaglia per il pareggio. Prima del riposo l’Argos allunga sull’11 a 8 con un piazzato.

La ripresa inizia però con un Petrarca organizzato e disciplinato, che decide la partita nel primo quarto d’ora dopo il break, mostrando il vero volto. Una meta, quindi un piazzato che portano ibianconeri a +13, mettendo sotto pressione gli avversari, che cominciano a rischiare troppo, mentre la difesa del Petrarca è sempre attenta e organizzata, e controlla agevolmente la situazione. Dal 27’ i Medicei assediano la linea di meta dell’Argos, e per circa cinque minuti rimangono a pochi metri dalla linea, alternando sfondamenti e gioco al largo, ma la difesa non va mai in affanno, nemmeno dopo il cartellino giallo di Marcellan, che fa crollare un drive. L’ultima occasione è una rimessa laterale a cinque metri dalla meta dell’Argos, ma la palla sfugge dalle mani dei toscani, e lo scudetto prende la strada di Padova.



“Bravissimi i ragazzi e gli allenatori”, commenta dal campo il presidente dell’ Argos Petrarca Alessandro Banzato. “Questo gruppo è cresciuto moltissimo durante la stagione, e secondo me ha meritato questo titolo proprio in virtù del percorso di miglioramento iniziato in autunno e proseguito fino a qui. E’ un gruppo che merita tutti i complimenti miei e della società per quanto ha saputo fare”.









il tabellino del match:



Reggio Emilia, Campo Crocetta Canalina �“ domenica 9 giugno 2019

Campionato Italiano Under 18, Finale

Toscana Aeroporti I Medicei v Argos Petrarca Rugby  8 - 21   (8�“11)

Marcatori: p.t. 2’ cp. Del Bono 3-0; 4’ m. Di Puccio (8-0); 21’ m. Racanello (8-5); 28’ cp. Ferrarin (8-8); 35’ cp Ferrarin (8-11);  s.t.  45’ m. Marcellan tr Ferrarin (8-18); 49’ cp. Ferrarin (8-21)

Toscana Aeroporti I Medicei: Nannini; Pesci, Di Puccio, Chiti, Fialà (49’ Campolucci); Del Bono, Biagini; Frangini, Mannelli, Sestini; Pracchia, Metti (cap.); Sassi (67’ Migliori), Sorrentino (67’ Ciampi), Krifi (48’ Bonaccorsi)

All.  Sorrentino, Falleri

Argos Petrarca Rugby: Lazzarin; Raccanello, Beltrame, Russo, Sottoriva (64’ Maccarini); Ferrarin, Tognetti; Goldin, Marcellan, Fioriti; Brevigliero (55’ Garbo), Longhin (cap.) (69’ Miolo); Libero (36’ Baldo), Di Bartolommeo (69’ Peggion), Gregori

All. Maistri, Rizzo

Arb. Vedovelli (Sondrio)

AA1 Gnecchi (Brescia),  AA2 Russo (Milano)

Quarto Uomo: Salafia (Milano)

Cartellini: 64’ giallo a Marcellan (Argos Petrarca Rugby)
Calciatori: Del Bono (Toscana Aeroporti I Medicei ) 1/2; Ferrarin (Argos Petrarca Rugby) 4/6;

Note: parzialmente nuvoloso, circa 29°. Campo in ottime condizioni. Spettatori circa 1100. Water break 19’, 54’;

Man of the Match: Ferrarin (Argos Petrarca Rugby)

]]>
comunicato argos petrarca rugby under 18 Sat, 08 Jun 2019 09:15:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/566695.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/566695.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
PETRARCA RUGBY



COMUNICATO STAMPA



Padova, 8 giugno 2019



ARGOS PETRARCA UNDER 18: DOMANI FINALE SCUDETTO A REGGIO EMILIA







Tutto pronto in casa Petrarca per la finale scudetto Under 18, in programma DOMENICA 9 giugno a Reggio Emilia, Campo Crocetta Canalina, alle 17.30. L’arbitro sarà Vedovelli di Sondrio, assistenti Gnocchi di Brescia e Russo di Milano, quarto uomo Salafia di Milano.  

L’Argos Petrarca, allenato da Giovanni Maistri, Michele Rizzo, Simone Ragusi e Stefano Parladori, affronterà il Toscana Aeroporti I Medicei. I bianconeri si sono allenati come di consueto, quattro sedute sul campo centrale del “Centro Geremia”, compresa la seduta di rifinitura di venerdì sera.

“E’ stata una settimana molto positiva”, spiega il responsabile tecnico della squadra Giovanni Maistri, “durante la quale siamo riusciti a recuperare anche gli ultimi infortunati. Ci siamo concentrati molto sul nostro gioco in settimana, e sono sicuro che i ragazzi entreranno in campo senza incertezze, e soprattutto senza la paura di dimostrare il loro valore. Adesso non vediamo solo l’ora che arrivi domenica pomeriggio”.

Molti i tifosi bianconeri che raggiungeranno Reggio Emilia, compresa la dirigenza del club al completo.

La probabile formazione dell’Argos Petrarca: Lazzarin; Raccanello, Beltrame, Russo, Sottoriva; Ferrarin, Tognetti; Goldin, Marcellan, Fioriti; Brevigliero, Longhin (cap.); Libero, Di Bartolomeo, Gregori. A disposizione: Peggion, Baldo, Bellon, Garbo, Eterno, Regazzo, Giuriatti/Maccarini. All. Maistri/Rizzo

]]>
comunicato argos petrarca rugby Tue, 04 Jun 2019 16:56:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/565107.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/565107.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby
PETRARCA RUGBY



COMUNICATO STAMPA



Padova, 4 giugno 2019





DOMENICA A REGGIO EMILIA LA FINALE UNDER 18





E’ stata decisa la sede della finale scudetto per la categoria Under 18, che domenica 9 giugno vedrà impegnato l’Argos Petrarca. La partita si giocherà a Reggio Emilia, Campo Crocetta Canalina, alle 17.30. Arbitro Vedovelli di Sondrio, assistenti Gnocchi di Brescia e Russo di Milano, quarto uomo Salafia di Milano.  

Intanto prosegue la preparazione della squadra di Maistri, Rizzo, Ragusi e Parladori, avversario il Toscana Aeroporti I Medicei, che nell'ultimo appuntamento del girone di semifinale hanno superato nel match decisivo la Capitolina Roma per 7 a 3.

“Penso sia un grande traguardo raggiunto dai ragazzi”, spiega il tecnico della Under 18, Giovanni Maistri, “frutto di una grande mole di lavoro partito ad agosto. Domenica affronteremo questa partita come tutte le altre, andremo in campo con l’idea di divertirci giocando a rugby come abbiamo fatto finora, domenica dopo domenica”.

La squadra si allenerà come di consueto al “Centro Geremia” martedì, mercoledì, giovedì e venerdì.

Una data, quella di domenica, che segnerà anche la fine della stagione 2018/2019 per tutta la società.

“Fino a quel giorno”, spiega il D.S. dell'Argos Petrarca, Corrado Covi, “il club è interamente concentrato sui ragazzi della Under 18, arrivati a questa finale grazie a una lunga e splendida rincorsa durata per tutta la stagione, e che meritano ogni attenzione. Dalla prossima settimana, poi, inizieremo a comunicare l'attività, già in corso di avanzata programmazione a tutti i livelli, per il 2019/2020. Inoltre siamo felici di aver accompagnato anche Argos, il nostro sponsor, a una finale nazionale nel primo anno di collaborazione”.

]]>
Comunicato Stampa FIR FVG: La rappresentativa FVG U16 alla Festa del Rugby di Ancona Mon, 20 May 2019 18:09:55 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/557798.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/557798.html Comitato FIR FVG Comitato FIR FVG

Inviamo in allegato il comunicato in oggetto, con gentile preghiera di pubblicazione e diffusione.

 

Grazie per la collaborazione,
cordiali saluti

 

 

Marchio+Logo-V80x125

Enrico Turello

Segreteria

Comitato Friuli Venezia Giulia
Federazione Italiana Rugby

 

Stadio Friuli – Dacia Arena

P.le Repubblica Argentina 3 – 33100 Udine

mobile +39 3458995808

segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it
friuliveneziagiulia.federugby.it

 

Rispetta l’ambiente: rifletti prima di stamparmi.
Le informazioni contenute nella presente mail ed in ogni eventuale file allegato sono riservate e comunque destinate esclusivamente alla persona o ente sopra indicati. La diffusione, distribuzione, copiatura della mail trasmessa da parte di persona diversa dal destinatario non sono consentite, salvo autorizzazione espressa. Non permettendo Internet di assicurare l'integrità del presente messaggio, si declina ogni responsabilità in merito, nell'ipotesi in cui esso venga modificato. Se avete ricevuto questa e-mail per errore vi preghiamo di eliminarla dai vostri archivi e darne comunicazione al mittente.

 

]]>
Comunicato Stampa FIR FVG: La rappresentativa U14 del FVG in trasferta a Prato per il Torneo "Andrea Cambi" Mon, 20 May 2019 16:29:06 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/557687.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/557687.html Comitato FIR FVG Comitato FIR FVG

Inviamo in allegato il comunicato in oggetto, con gentile preghiera di pubblicazione e diffusione.

 

Grazie per la collaborazione,
cordiali saluti

 

 

Marchio+Logo-V80x125

Enrico Turello

Segreteria

Comitato Friuli Venezia Giulia
Federazione Italiana Rugby

 

Stadio Friuli – Dacia Arena

P.le Repubblica Argentina 3 – 33100 Udine

mobile +39 3458995808

segreteria@friuliveneziagiulia.federugby.it
friuliveneziagiulia.federugby.it

 

Rispetta l’ambiente: rifletti prima di stamparmi.
Le informazioni contenute nella presente mail ed in ogni eventuale file allegato sono riservate e comunque destinate esclusivamente alla persona o ente sopra indicati. La diffusione, distribuzione, copiatura della mail trasmessa da parte di persona diversa dal destinatario non sono consentite, salvo autorizzazione espressa. Non permettendo Internet di assicurare l'integrità del presente messaggio, si declina ogni responsabilità in merito, nell'ipotesi in cui esso venga modificato. Se avete ricevuto questa e-mail per errore vi preghiamo di eliminarla dai vostri archivi e darne comunicazione al mittente.

 

]]>
Concluso il Trofeo Lupo Alberto, trionfi per Amatori, Rugby Parma, Firenze e Milano Sun, 19 May 2019 22:12:29 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/557320.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/557320.html Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby Si è concluso con il solito successo di pubblico e una gran partecipazione di atleti la dodicesima edizione del Trofeo “Lupo Alberto” dove il maltempo non ha fermato gli oltre 1000 minirugbisti presenti alla Cittadella del Rugby che, incuranti di freddo e della pioggia caduta per tutta la durata del torneo, si sono sfidati fino all’ultimo dato vita ad uno spettacolo indimenticabile per loro e per i tanti appassionati presenti alla manifestazione.

4 squadre di 3 regioni diverse si sono assicurati il trofeo, oltre  all’Asti che ieri sera ha trionfato nell’under 14. Nella categoria under 6 l’Amatori Union Rugby Milano è salita sul gradino più alto del podio battendo in finale l’Oggiono mentre al terzo posto si sono classificati i modenesi dell’Highlanders Formigine. Highlanders ancora sul podio nell’under 8 dove si è classificato al secondo posto, battuto in finale dal Firenze 1931, con la Rugby Parma che conquista il gradino più basso del podio nella finale per il terzo e quarto posto. Riscatto gialloblu però nell’under 10 che conquistano il trofeo a spese sempre del Formigine, sconfitto 2 a 0 nella finale mentre al terzo posto si è classificato l’Amatori Parma. Nell’ultima finale di giornata arriva finalmente il successo per i blucelesti che nel derby parmigiano battono 4 a 0 la Rugby Parma mentre al terzo posto si classifica il Rugby Firenze 1931.

Si conclude così il torneo organizzato dall’Amatori Parma e dal Valseriana Rugby che in questa edizione ha visto anche la partecipazione della squadra francese del Rugby Club Lucciana, presente con le categorie dall’under 6 alla 10. Torneo che in questa edizione ha avuto anche un risvolto educativo e ambientale grazie allo sponsor Conai, il consorzio nazionale imballaggi che ha donato a tutti i partecipanti un vademecum per l’educazione alla raccolta differenziata e al riciclo dei rifiuti di imballaggio, molto importante in una manifestazione che raduna migliaia di persone che inevitabilmente producono una notevole quantità di rifiuti.

Manifestazione che nonostante il maltempo si è svolto senza intoppi o ritardi grazie alle società presenti ma anche grazie ai tanti volontari presenti dell’Amatori e del Valseriana Rugby con il presidente Sergio Ghillani, tutto il consiglio direttivo e altri volontari arrivati dal bergamasco per partecipare all’organizzazione del torneo.

Un plauso speciale a Riaan Mey che anche questa volta dietro le quinte ha diretto e coordinato i vari responsabili di campo di tutte le categorie facendo si che il torneo si svolgesse senza ritardi e problemi, riducendo al minimo le pause degli atleti tra una partita e l’altra. Per la buona riuscita del torneo come non citare il nostro sponsor etico con la Croce Rossa Italiana, come sempre presente al nostro fianco mettendo a disposizione il Centro Mobile di Soccorso.

]]>
Nel weekend il trofeo Lupo Alberto. Il fumettista Guido "Silver" Silvestri alla Cittadella del Rugby nella due giorni di gare Fri, 17 May 2019 14:36:38 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/556695.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/556695.html Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby

1200 minirugbysti sono pronti ad invadere nel weekend la Cittadella del Rugby di Parma che sabato e domenica ospiterà la dodicesima edizione del Trofeo “Lupo Alberto”, torneo organizzato dal Rugby Valseriana del presidente Sergio Ghillani e dall’Amatori Parma che dopo il successo dello scorso anno ripropongono la manifestazione negli impianti di Moletolo.

72 squadre di 22 società si daranno battaglia tra sabato e domenica per conquistare l’ambito trofeo del famoso Lupo Alberto, il lupo azzurro disegnato da Guido Silvestri. Meglio conosciuto come “Silver”, Guido Silvestri è il fumettista che con la sua penna nel 1973 ha dato vita ad uno dei personaggi ancora oggi più amati dai bambini e che tutti, giocatori e semplici appassionati potranno conoscere alla Cittadella del Rugby nella due giorni del torneo.

Come nella scorsa stagione, sabato pomeriggio dalle 17.00 si svolgerà il torneo under 14 mentre nella giornata di domenica dalle 9.00 si daranno battaglia tutte le categorie del minirugby dall’under 6 fino alla 12 cercando di conquistare un posto nelle finali previste per le 14.00 del pomeriggio.

Le 22 società partecipanti: Amatori Parma School, Amatori Rugby Milano Junior, ASD Amatori Verbania Rugby, ASD Junior Asti Rugby, ASD Oggiono Rugby Club, ASD Rugby Lyons Settimo Milanese, Chicken 1956 Minirugby ASD, Highlanders Formigine Rugby, I Centurioni Rugby, IS Traversetolo, Junior Rugby School Pellerossa, Leoni del Nordest, Malpensa Rugby ASD, Rugby Club Lucciana, Rugby Colorno, Rugby Mirano 1957 ASD, Rugby Parma Young, Rugby Viadana, Seregno Rugby, Sudtirolo Rugby, US Firenze Rugby 1931 ASD, Versilia Union Rugby.


Nella pagina dedicata del torneo tutte le info, regolamento e i gironi delle gare

]]>
L'Arca Gualerzi subisce il pareggio allo scadere e chiude il campionato al settimo posto Sun, 12 May 2019 10:08:57 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/554871.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/554871.html Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby

Chiude il campionato con un buon pareggio in trasferta l’Arca Gualerzi Amatori che nell’anticipo dell’ultimo turno di campionato impatta a Jesi sul 22 a 22, subendo la meta del pareggio ad un minuto dalla fine.

Senza particolari obiettivi di classifica e con numerose assenze, cui si è aggiunto l’infortunio di Santillo dopo soli 5 minuti di gioco, l’Amatori da comunque vita ad una bella partita dominando la prima frazione di gioco che chiude sul 19 a 10 grazie alle mete di Cantoni, Gherri e Negrello.

Nel secondo tempo cala il ritmo di gioco e salgono in cattedra i padroni di casa che scendono sotto il break grazie alla meta di Scavone con i blu celesti in inferiorità numerica per il cartellino giallo a Pietro Ciusa. A due minuti dal termine Negrello dalla piazzola allunga ancora ma alla ripresa del gioco Jesi raggiunge il pareggio andando in meta con l’ala Pierpaoli. La successiva trasformazione di Santarelli va a lato evitando all’Arca Gualerzi la beffa di una immeritata sconfitta.

 

Rugby Jesi 1970 vs Arca Gualerzi Amatori                     22 - 22 (Pt 10 - 19)

Marcatori: Pt 14'm Cantoni tr Negrello (0-7), 18'cp Santarelli (3-7), 21'm Gherri (3-12), 34'm Gai tr Santarelli (10-12), 38'm Negrello tr Negrello (10-19); St 64'm Scavone tr Santarelli (17-19), 78'cp Negrello (17-22), 79'm Pierpaoli (22-22)
Arca Gualerzi Amatori:
Santillo (5’ Dodi); Tonelli, Bianconi, Masini, Ciju (52’ Ciobotaru); Gherri (75’ Torelli), Negrello (Cap.); Colombo (63’ Massaroli), Cantoni (78’ Marinangeli), Ciusa; Philip (50’ Rossi), Andreozzi; Calì, Tolaini (43’ Saccò), Bertozzi. All.: De Rossi
Rugby Jesi 1970
: Pulita (12' Bruciaferri); Ramazzotti, Gai, Cappuccini (44' Piccinini), Piepaoli; Santarelli, Fagioli L. (cap) (74' Liberatore); Scavone (69' Sandroni), Thomas (74' Amendola), Filipponi; Battisti, Albani (66' Loccioni); Bimbo (69' Santini), Piergirolami, Feliciani. All.: Fagioli
Arbitro: Marco Spirito (Po)
Ammoniti: 56’ Ciusa (Amatori)
Punti conquistati in classifica: Amatori Parma 2; Rugby Parma 2

]]>
comunicato argos petrarca rugby Sat, 11 May 2019 17:22:15 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/554812.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/554812.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby ARGOS PETRARCA RUGBY

COMUNICATO STAMPA

Padova, 11 maggio 2019

AL BATTAGLINI SEMIFINALE DI RITORNO

L’ARGOS CERCA IL PASS PER LA FINALISSIMA

Tutto pronto per la semifinale di ritorno del Peroni TOP12, che vedrà impegnato l’Argos Petrarca DOMENICA 12 MAGGIO alle 16.30 allo stadio Battaglini di Rovigo contro la FEMI-CZ Rovigo. Arbitro sarà Liperini di Livorno, assistenti Tonò di Roma e Vedovelli di Sondrio, quarto uomo Giacomini Zaniol di Treviso, quinto uomo Cusano di Vicenza, TMO Roscini di Milano.

La partita sarà trasmessa in diretta su raisport.rai.it

Rispetto a domenica scorsa non ci sarà il mediano Su’a, infortunato.

“Domenica al Battaglini ci sarà un clima da finale”, spiega il tecnico dell’Argos, Andrea Marcato. “Con Rovigo partiamo alla pari e chi vincerà andrà a giocarsi il titolo.

Arriviamo a questo match con una settimana in più di lavoro, durante la quale ci siamo focalizzati sulla partita disputata al Plebiscito, abbiamo analizzato la prestazione e cercato di curare il dettaglio per farci trovare pronti. Ovviamente dovremmo essere capaci di ritrovare la disciplina, davvero troppi sono stati i calci di punizione concessi. Ci siamo concentrati sui nostri sistemi studiando ulteriormente quelli degli avversari, proveremo a metterli in difficoltà su tutti i fronti. Contro Rovigo dobbiamo dimostrare di essere determinati e focalizzati, dobbiamo lottare per 80 minuti e provare ad imporci fisicamente sia in attacco che in difesa.

Giocare al Battaglini è sempre uno spettacolo, il calore dei tifosi è incredibile e anche per noi, sebbene avversari, deve essere di carica e di grande stimolo.

I ragazzi hanno un’occasione unica per divertirsi e dimostrare le loro grandi qualità, inoltre tutti noi vogliamo dare il massimo per Jeremy che nello scorso match si è fratturato una mano giocando ben oltre un tempo infortunato: gli dobbiamo tanto e vogliamo ringraziarlo regalandogli una finale”.

La formazione annunciata dell’Argos: Riera; Leaupepe, De Masi, Bettin, Ragusi; Menniti Ippolito, Francescato; Trotta, Manni, Conforti (vice cap.); Saccardo (cap.), Cannone; Scarsini, Santamaria, Acosta. A disp.: Borean, Cugini, Mancini Parri, Galetto, Michieletto, Grigolon, Fadalti, Zini

]]>
comunicato petrarca rugby junior - rugby nei parchi Thu, 09 May 2019 17:34:24 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/554157.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/554157.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby LA PALLA OVALE TORNA NEI PARCHI CITTADINI!

AL VIA L’OTTAVA EDIZIONE DI RUGBY NEI PARCHI: 6 LE CITTA’ ITALIANE COINVOLTE PER L’APPUNTAMENTO PIU’ ATTESO DELL’ANNO DEDICATO A BAMBINI E FAMIGLIE

L’edizione 2019 della manifestazione è stata inaugurata il 23 Marzo a Marsala

e siconcluderà a Genova il 18 Maggio.

Milano, Maggio 2019. I parchi pubblici non sono solo i polmoni delle nostre città: sono anche spazi dove i bambini possono giocare e divertirsi liberamente, lasciando da parte ogni differenza. Un concetto chiave anche per l’edizione 2019 di Rugby nei Parchi, l’ottava, rivolta a bambini e ragazzi tra i 5 e i 14 anni e alle loro famiglie: una manifestazione che porta la palla ovale in giro per l’Italia, promuovendo i valori dello sport ma anche la necessità di valorizzare le aree verdi cittadine, oggi più che mai al centro dell’attualità sociale e culturale.

Dopo la grande partecipazione di grandi e bambini alle tappe di Marsala, Parma, Ancona e Milano il quinto appuntamento con Rugby nei Parchi 2019 saràsabato 11 maggio a Padova, al Parco Iris, dove i giochi prenderanno il via a partire dalle 15.30.

“Padova non poteva mancare” - commenta l’Assessore allo Sport del Comune di Padova, Diego Bonavina. “Mi piace l’idea di un gioco senza strutture. Per una volta niente squadre, regole, classifiche, ma semplicemente l’opportunità di fare una nuova esperienza aperta a tutti, in uno spazio verde di tutti. Le famiglie al parco Iris per una passeggiata potranno avvicinarsi e prendere parte ai giochi: è un ritorno all’infanzia per molti di noi, una grande opportunità”.

Aderiamo con entusiasmo all’iniziativa” - spiega Antonio Sturaro, presiedente del Petrarca Rugby Junior, - “perché ci ritroviamo pienamente nei principi e nei valori di ‘Rugby nei Parchi’, che propone il gioco nella sua massima esperessione, senza legami di appartenenza a un club o all’altro, ma solo al piacere di stare insieme, imparare qualcosa di nuovo, vivere un’esperienza diversa e fare nuovi amici”.

Dopo l’appuntamento padovano, l’ultima città italiana in cui la palla ovale farà tappa, il 18 maggio, sarà Genova, una città che insegue il ritorno alla normalità, anche grazie a iniziative come questa.

Tante le novità dell’edizione 2019, a cominciare dal Trofeo Rugby nei Parchi, un torneo rivolto ai bambini delle squadre partecipanti che riconosce il valore dei giovani rugbisti (under 12,10, 8 e 6) con premi ad hoc, come il Premio Fairplay o quello dedicato ai più piccoli. In ogni città, inoltre, la squadra organizzatrice avrà la possibilità di invitare altre squadre del territorio per condividere l’esperienza di gioco nelle zone verdi delle città,spogliandosi almeno per un giorno della “maglia”di appartenenza.Anche Il Trofeo Rugby nei Parchi significa proprio questo: giocare in un parco pubblico come e con chi si vuole, veicolando i valori che fondano tutta la manifestazione: spirito di squadra e rispetto dell’avversario.

“Rugby nei Parchi è ormai un punto di riferimento per chi lavora nell’ambito della promozione dello sport di base. E’ uno strumento potentissimo per avvicinare le famiglie ai valori del nostro sport. E’ un evento che ormai trova la ragione d’essere sia nelle città dove il rugby ha una tradizione radicata come Padova e Parma, sia dove le radici sono ancora giovanissime, ma la passione non è inferiore, come ad esempio Ancona. Inoltre ci mette a contatto con realtà fantastiche come quella di Marsala

che utilizzano il rugby come strumento di inclusione sociale che si lega a filo diretto con il Cus Milano che attraverso il progetto Insieme sta portando la palla ovale nelle periferie milanesi. Infine essere a Genova ha un significato speciale” – commenta Antonio Raimondi, voce storica del rugby italiano.

Come per le passate edizioni, Rugby nei Parchi 2019 potrà contare sull’appoggio di partner d’eccezione, che continuano a credere nel valore sociale, educativo e culturale dell’iniziativa.

Generali per l’ottavo anno consecutivo sostiene Rugby nei Parchi e conferma, attraverso il programma “Valore Benessere”, il proprio impegno nello sport per trasmettere ai più piccoli valori come rispetto, condivisione e disciplina attraverso esperienze divertenti che favoriscono l’aggregazione e lo stare bene insieme al di là di logiche competitive.

Generali Italia è contenta di arricchire la collaborazione con “Rugby nei Parchi” inserendo anche il supporto alle famiglie sui temi del cyber bullismo attraverso incontri dedicati ai genitori dei piccoli rugbisti per informarli e sensibilizzarli su questo argomento.  

Con il progetto 'Bullyctionary, insieme contro il bullismo dalla A alla Z', la Compagnia con un team di esperti composto da Informatici Senza Frontiere Onlus (IFS) e uno psicologo, supporterà le famiglie nella corretta lettura dei temi legati al bullismo e delle dinamiche del mondo dei ragazzi.

Rugby nei Parchi 2019 potrà contare anche sulla collaborazione di Scuola Channel, piattaforma multimediale rivolta alle famiglie che offre numerosi contenuti di edutainment, quest’annopresente alla manifestazione con un progetto realizzato in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata e dedicato allo sport e alla disabilità.

“Quest’anno collaboreremo con Rugby nei Parchi mettendo a disposizione dei partecipanti il nostro kit “10 Cervelli Ribelli per lo Sport”. Si tratta di un progetto sostenuto da OSO “Ogni Sport Oltre” - Fondazione Vodafone e realizzato da Kulta-Scuola Channel con la Onlus Insettopia, in collaborazione con la Fondazione Policlinico di Tor Vergata.

Il nostro obiettivo è quello di favorire una reale inclusione sociale dei ragazzi con neurodiversità nell’ambito delle diverse discipline sportive: e tra queste il Rugby è in prima linea. Un kit didattico e formativo gratuito, quindi, in formato digitale disponibile per tutti gli allenatori e le organizzazioni sportive interessati a una corretta inclusione di soggetti neurodiversi” – commenta Michela Paparella, AD Kulta-Scuola Channel.

Per l’edizione 2019 di Rugby nei Parchi si rinnova anche la partnership con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e in particolare con il Corso di laurea in Scienze Motorie e dello Sport e con il Master di primo livello Comunicare lo Sport dell’Alta Scuola in Media, Comunicazione e spettacolo (Almed).

Gli studenti di Scienze Motorie si concentreranno sull'avviamento motorioe sul primo approccio alla disciplina sportiva, affiancando gli istruttori di Rugby nei Parchi. Inoltre, cinque ragazzi del Master Comunicare lo Sport contribuiranno all'analisi del mondo social, insieme allo staff di comunicazione di RnP. “Lo sport è un potente veicolo educativo - spiega Mario Gatti, direttore della Sede milanese dell’Ateneo - e Università Cattolica guarda con favore a questa iniziativa di rilevante carattere culturale. Attraverso Cattolicaper lo Sport l'Ateneo collabora agli eventi coniugando le attività formative proposte e la condivisione dei valori più genuini di cui lo sport e il rugby sono portavoce”.

L’hashtag di riferimento è #rnp19

Il calendario di Rugby nei Parchi 2019

Sabato 23 Marzo – Marsala

Sabato 30 Marzo – Parma

Sabato 13 Aprile – Ancona

Sabato 4 Maggio – Milano

Sabato 11 Maggio – Padova

Sabato 18 Maggio – Genova

]]>
comunicato petrarca rugby junior-rugby nei parchi Wed, 08 May 2019 10:47:52 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/553544.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/553544.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby in allegato


INVITO

ALLA CONFERENZA STAMPA

“RUGBY NEI PARCHI”

GIOVEDI’ 9 MAGGIO

ORE 12.00

SALA BRESCIANI ALVAREZ

MUNICIPIO DI PADOVA

]]>
Piazzato di Negrello allo scadere, l'Arca Gualerzi vince il derby davanti ai 2500 del Lanfranchi Sat, 04 May 2019 21:16:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/552433.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/552433.html Amatori Parma Rugby Amatori Parma Rugby Davanti ai 2500 spettatori che hanno riempito la tribuna principale dello stadio “Lanfranchi”, l’Arca Gualerzi Amatori conquista il derby battendo 13 a 10 i cugini della Rugby Parma, riportando a casa il Trofeo del Ducato.

Come nella gara di andata lo scorso 13 gennaio al “Banchini”, è quindi ancora un piazzato allo scadere a decidere il derby anche se questa volta a sorridere sono i blucelesti che, dopo aver condotto la gara sin dall’inizio grazie alle due mete nel primo tempo di Spagnoli e Tolaini ed essersi fatti raggiungere a 25 minuti dalla fine da un piazzato di Righi Riva, agguantano la vittoria con un calcio di Negrello all’ottantesimo e naturalmente conquistano il Trofeo del Ducato, opera dell’ex bluceleste Stefano Fedolfi,  che fino al prossimo derby sarà esposta nella Club House della Cittadella del Rugby.

Gara caratterizzata da numerosi errori da entrambe le parti probabilmente a causa della pressione del derby e dell’emozione di giocare davanti a tanti spettatori. Una Rugby Parma superiore in ischia ordinata,  un Amatori Parma che domina nelle rimesse laterali e 30 giocatori in campo che lottano per tutti gli ottanta minuti regalano comunque ai presenti una bella giornata di sport che dimostra la vitalità del rugby a Parma.

Rugby a Parma che non è solo seniores ma anche femminile con le mamme della Rugby Parma che a squadre miste con le Amatori Girls e alcune ragazze del Rugby Colorno si sono sfidate a touch in squadre miste prima del derby per ricordare Rebecca Braglia e le under 12 di Amatori e Rugby Parma che, dopo aver fatto il corridoio all’ingresso in campo delle squadre, nel’intervallo si sono sfidate in campo.

 

Cronaca della gara

Calcio d’inizio con i blucelesti che partono all’attacco e dopo 4 minuti vanno in meta con Spagnoli sull’out di sinistra dopo una cavalcata di trenta metri finalizzando un’azione veloce dei trequarti. Sembra un dominio dei padroni di casa ma alla ripresa del gioco la Rugby Parma sale in cattedra mantenendo a lungo il possesso ma grazie ad un’ottima ed ordinata difesa dei blucelesti non riesce a capitalizzare ed è anzi l’Amatori che allunga con una meta di Tolaini, alla quinta segnatura nelle ultime tre gare, a finalizzare una rolling maul sugli sviluppi di una touche nei 22 degli ospiti.
La seconda metà del primo tempo è più equilibrata con numerosi errori da parte di tutti e due i quindici in campo ma a 3 minuti dall’intervallo è la Rugby Parma a segnare i primi suoi punti della partita con una meta di Zanichelli che finalizza un’altra bella azione dei propri trequarti.

Nella ripresa cala il ritmo di gioco anche a causa dei numerosi fischi dell’arbitro un po’ troppo fiscale e i due allenatori ricorrono alla panchina mettendo in campo forze fresche. Al 74’ arriva il pareggio di Righi Riva grazie ad un piazzato da posizione centrale ed è lo stesso estremo gialloblu pochi minuti dopo che potrebbe mandare per la prima volta in vantaggio i sui ma la punizione da posizione non difficile va a lato dei pali. Quando mancano 20 minuti alla fine della partita arriva il primo giallo della gara al bluceleste Masini per un placcaggio alto e la Rugby Parma accelera ma ancora una volta la difesa dei ragazzi di De Rossi è superlativa e anche con un uomo in meno l’Arca Gualerzi non subisce punti. A 5 minuti dal termine è la Rugby Parma a trovarsi con un uomo in meno con Adorni che viene ammonito per gioco pericoloso. A questo punto l’Amatori si riversa in attacco e allo scadere subisce il fallo da posizione centrale che Negrello non fallisce portando nuovamente in vantaggio i padroni di casa. Sembra finita ma inspiegabilmente l’arbitro concede 8 lunghissimi minuti di recupero dove la Rugby Parma non riesce ad andare a segno ed anzi i blu celesti invece di mantenere il possesso continuano a giocare sfiorando un’altra meta.

Al fischio finale esplodono i tifosi blucelesti e tutti corrono ad abbracciare capitan Beppe Carra, che conclude dopo 23 anni la carriera da giocatore dell’Amatori Parma con la vittoria nel derby. Dopo i festeggiamenti di rito, i due presidenti Daniele Ragone e Bernardo Borri premiano i migliori in campo di ciascuna squadra, Giusepppe Carra per gli Amatori e Giangiacomo Slawitz per la Rugby Parma.

 

 Il tabellino

Arca Gualerzi Amatori vs Rugby Parma             13 �“ 10 (Pt 10 �“ 7)

Marcatori: Pt 4’m Spagnoli (5-0), 20’m Tolaini (10-0), 37’m Zanichelli tr Righi Riva (10-7); St 54’cp Righi Riva (10-10), 80’cp Negrello (13-10)

Arca Gualerzi Amatori: Maghenzani; Spagnoli (79’ Tonelli), Carra (Cap.), Masini, Dondi; Gherri (55’ Dodi), Negrello; Colombo, Cantoni, Ciusa; Scarica (46’ Philip), Andreozzi (55’ Kouassi); Calì (50’ Visentin), Tolaini (50’ Saccò), Bertozzi (50’ Zanacca). All.: De Rossi
Rugby Parma: Righi Riva; Zanichelli, Rosi, Calabrese (60’ Massera), Pelizza; Pelagatti S. (cap.) (80’ Bonserio), Guatelli (55’ Manganiello); Bondioli (46’ Cavazzini), Slawitz, Busetto; Adorni, Benchea C. A; De Rosa (66’ Cammi), Silvestri (75’ Strina), Zanetti (51’ Bersani). All. Pascu e Gutierrez
Arbitro: Tommaso Battini (Bo)
Giudici di linea: Lorenzo Negro (Mo); Carmine Marrazzo (Bo)
Ammoniti: 61’ Masini (Amatori); 76’ Adorni (Rugby Parma)
Punti conquistati in classifica: Amatori Parma 4; Rugby Parma 1
Spettatori: 2500 circa

]]>
comunicato argos petrarca rugby Sat, 04 May 2019 15:49:29 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/552426.html http://zend.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/552426.html carrera petrarca rugby carrera petrarca rugby ARGOS PETRARCA RUGBY

COMUNICATO STAMPA

Padova, 4 maggio 2019

TOP12, SEMIFINALI ANDATA PLAY OFF

DOMENICA AL PLEBISCITO DERBY CON ROVIGO

Tutto pronto per la semifinale di andata del TOP12 tra Argos Petrarca e FEMI-CZ Rovigo, che andrà in scena DOMENICA 5 MAGGIO ALLE 16.30 allo stadio Plebiscito di Padova.

Arbitrerà l’incontro Andrea Piardi di Brescia, assistenti Bottino di Roma e Gnocchi di Brescia, quarto uomo Laurenti di Bologna, TMO Pennè di Lodi.

La biglietteria del Plebiscito sarà aperta domenica dalle ore 13:30.

Prezzi dei biglietti: 14€ INTERO (uomo maggiorenne),7€ RIDOTTO (donne, ragazzi 14-17 anni e universitari di Padova).

“ Domenica iniziamo i playoff”, spiega il tecnico bianconera Andrea Marcato, “e farlo in casa contro Rovigo davanti a migliaia di tifosi renderà l’atmosfera davvero unica. Arriviamo a questa doppia sfida con tanta fiducia nei nostri mezzi e con la consapevolezza di avere di fronte una squadra di gran solidità e capacità offensiva. Il Rovigo di Casellato ha esibito per gran parte della stagione un rugby fatto di velocità ed imprevedibilità, che lo ha reso il migliore attacco del TOP12, molto solido in tutti i reparti e con pochissimi punti deboli. Majstorovic, Ferro e Momberg sono i portatori principali di palla, Odiete e Cioffi i finalizzatori principali, Chillon, Mantelli ed Antl i playmaker. I ragazzi hanno lavorato benissimo in settimana, con grande dedizione, attenzione nella cura del dettaglio ed il giusto nervosismo. Il nostro focus sarà nella capacità di rispettare i nostri sistemi di gioco, difensivamente proveremo a mettere gran pressione rallentando i punti d’incontro, offensivamente cercheremo di imporci e sfidarli fisicamente. Speriamo che tanti tifosi siano presenti sulle tribune del Plebiscito, proveremo ad offrire un positivo primo atto di questa avvincente semifinale scudetto”.

La formazione annunciata: Ragusi; Leaupepe, De Masi, Bettin, Coppo; Menniti Ippolito, Su’a; Trotta, Conforti, Saccardo; Gerosa, Galetto; Scarsini, Cugini, Borean. A disp.: Braggiè, Santamaria, Mancini Parri, Cannone, Michieletto, Francescato, Zini, Capraro/Manni.

]]>