IL CASTELLO DI PIZZIGHETTONE (Pizzighettone, 23 e 24 maggio 2015)

Dove: Pizzighettone (Cremona, Lombardia), vestigia del Castello (partenza da Piazza d'Armi).

Persone Carlo V d'Asburgo, Francesco I di Valois-Angoulême, Gian Galeazzo Visconti, Francesco Sforza Visconti, Filippo Maria Visconti, Davide Tansini, Durante
Luoghi Parmensi, Lombardy, Milan, Piedmont, Tuscany, Venetia, Orleans, Ticino, Brescia, Cremona, Parma, Piacenza, Bergamo, daga, Pavia, Lodi, Crema, Fiume Adda
Organizzazioni North Atlantic Treaty Organization, Facebook Inc.
Argomenti linguistics, music, internet

07/mag/2015 10:40:09 74nemrac Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

IL CASTELLO DI PIZZIGHETTONE

 

Che cosa: storia e architettura del Medioevo, del Rinascimento e dell’Età Moderna.
Dove: Pizzighettone (Cremona, Lombardia), vestigia del Castello (partenza da Piazza d’Armi).
Come: itinerario tematico.
Quando: sabato 23 maggio (ore 16:00) e domenica 24 maggio 2015 (ore 15:30 e 17:30).
Chi: Davide Tansini (storico).
Info: cellulare 349 2203693; Facebook www.facebook.com/tansinidavide; e-mail eventi@tansini.it; Web www.tansini.it/it/il-castello-di-pizzighettone.html.

 

    Le fortificazioni di un antico presidio militare della Lombardia; le vicende di un borgo fortificato sulle rive del fiume Adda; la vita quotidiana di persone vissute fra Medioevo, Rinascimento ed Età Moderna.
    È il programma dell’iniziativa intitolata Il Castello di Pizzighettone: un itinerario tematico che si svolgerà sabato 23 maggio (ore 16:00) e domenica 24 maggio 2015 (ore 15:30 e 17:30) nello splendido scenario delle fortificazioni di Pizzighettone (Cremona, Lombardia), cittadina situata a pochi chilometri da Bergamo, Brescia, Milano, Parma, Pavia, Piacenza e Crema.
    Il percorso proposto dall’iniziativa attraverserà il cuore del vasto impianto fortificato che si estende sulla sponda orientale dell’Adda, immerso nel verde della campagna cremonese: le vestigia del Castello.
    A ideare e guidare questo viaggio indietro nel tempo è Davide Tansini: storico lombardo, ricercatore di architettura fortificata e militare, di storia medievale, rinascimentale e moderna, socio dell’«Istituto Italiano dei Castelli», dell’«Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda» e della «Deputazione di Storia Patria per le Province Parmensi», da anni indaga fra libri, archivi e monumenti per trovare tracce più o meno nascoste del passato.
    Tansini descriverà non soltanto le caratteristiche architettoniche del Castello pizzighettonese (fondato nel XIV secolo e rimasto operativo sino alla fine del Settecento): la sua spiegazione riguarderà i rapporti della fortezza con il Ducato di Milano.
    Nato dall’espansionismo del casato milanese dei Visconti al termine del Trecento, il ducato arrivò a estendersi dal Ticino alla Toscana e dal Veneto al Piemonte, originando anche l’odierna Lombardia. Durante i secoli numerose dinastie europee si contesero questo stato, considerato chiave di volta per il controllo della Penisola italiana: Sforza, Orléans, Valois-Angoulême, Asburgo, Borbone.
    In ogni fase della propria vita il Ducato di Milano ebbe bisogno di molti strumenti, fra cui le fortezze: edifici costruiti non soltanto per affrontare la guerra, ma anche per controllare e gestire il territorio, fungere da carcere, supportare operazioni di spionaggio e di controspionaggio, ospitare missioni diplomatiche.
    Pizzighettone era una di queste roccheforti, collocata in una posizione strategica: a cavaliere del fiume Adda, vicina ai confini con altri stati (dal 1449 la Repubblica di Venezia e dal 1521 il Ducato di Parma e Piacenza), in grado di controllare i traffici della bassa pianura lombarda fra Crema, Cremona, Lodi e Piacenza.
    Tansini racconterà la nascita, lo sviluppo, le trasformazioni del Castello pizzighettonese: guerre, intrighi, rivolte, assedi, restauri. E le vicende di molti personaggi: il duca Gian Galeazzo Visconti (1347-1402), il duca Filippo Maria Visconti (1392-1447), il condottiero Francesco Sforza Visconti (1401-1466), il re Francesco I di Valois-Angoulême (1494-1547), l’imperatore Carlo V d’Asburgo (1500-1558), il generale Napoleone Bonaparte (1767-1821).
    Non soltanto. Lo storico parlerà anche di arte, cucina, cultura, curiosità, economia, territorio. La varietà di argomenti ne Il Castello di Pizzighettone cercherà di creare molteplici livelli di interesse e di approccio al tema castellano.
    L’iniziativa è organizzata dal «Gruppo Volontari Mura» («GVM»), impegnato da anni nel recupero delle fortificazioni pizzighettonesi. La visita guidata è offerta gratis al pubblico in occasione delle «Giornate Italiane dei Castelli», promosse dall’«Istituto Italiano dei Castelli».

L’iniziativa Il Castello di Pizzighettone si svolgerà a Pizzighettone (Cremona, Lombardia) sabato 23 maggio con partenza alle ore 16:00 e domenica 24 maggio 2015 con partenze alle ore 15:30 e 17:30 dall’Ufficio Informazioni «GVM» (Piazza d’Armi - lato cerchia muraria). Il percorso si svilupperà in parte all’interno di ambienti coperti. La manifestazione si terrà anche in caso di maltempo. Durata: 90 minuti circa. La partecipazione è libera e gratuita. L’illustrazione è basata sugli esiti delle ricerche storico-architettoniche condotte da Davide Tansini. Per la preparazione e la conduzione dell’itinerario tematico Tansini opera gratuitamente. Informazioni: cellulare 349 2203693; Facebook www.facebook.com/tansinidavide; e-mail eventi@tansini.it; Web www.tansini.it/it/il-castello-di-pizzighettone.html.

RCS
7 maggio 2015

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl