Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Manifestazioni Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Manifestazioni Thu, 29 Oct 2020 06:35:47 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/1 Livorno: Conferimento della Bandiera di Guerra al Gruppo di intervento Speciale ( G.I.S. ) Tue, 27 Oct 2020 11:19:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/668387.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/668387.html WEBTVSTUDIOS WEBTVSTUDIOS Lunedì 26 ottobre a Livorno presso la sede della 2^ Brigata Mobile Carabinieri, alla presenza del Comandante Generale Gen. C.A. Giovanni Nistri, è stata formalmente consegnata al Gruppo di Intervento Speciale (G.I.S.) dell’Arma dei Carabinieri la Bandiera di Guerra, concessa con Decreto del Presidente della Repubblica del 22 aprile 2020

Livorno: Conferimento della Bandiera

 

La Bandiera di Guerra costituisce il simbolo dell’onore, delle tradizioni, della storia delle Forze Armate e del ricordo dei Caduti. In particolare, essa accompagna la Forza Armata, il Corpo armato o il reparto cui è stata assegnata per tutta la sua vita operativa e viene difesa fino all’estremo sacrificio. Essa ha anche un altro forte significato simbolico: il militare dinanzi ad essa presta il suo giuramento.

Il G.I.S. venne fondato il 16 gennaio 1978 come unità speciale con compiti antiterrorismo inserita all’interno dell’allora 1° Battaglione CC Paracadutisti “Tuscania”. Nel 1984 è stato identificato quale Unità di Intervento Speciale a disposizione del Ministero dell’Interno.

Attualmente, il reparto è sempre impiegabile per l’attuazione di azioni speciali, ad elevato rischio, contro il terrorismo, nelle quali possa risultare necessario ricorrere all’uso delle armi. Le ipotesi di utilizzo sono la liberazione di ostaggi, perseguendo al massimo la salvaguardia della loro integrità fisica, la riassunzione del controllo di obiettivi di vitale interesse nelle mani di terroristi, gli interventi risolutivi su aeromobili, treni ed autobus nei casi di dirottamento o di sequestro, e l’operabilità in ambienti NBC, caratterizzati da pericolo di radiazioni nucleari, batteriologico o chimico. Nel 1994 venne proposto, con successo, un ulteriore ampliamento dei compiti del reparto, in operazioni finalizzate alla cattura di latitanti di spicco, in importanti operazioni antidroga e in operazioni finalizzate all’esecuzione di ordini dell’Autorità Giudiziaria in presenza di caratteristiche ambientali che comportassero notevoli difficoltà d’esecuzione. A partire dal 1998 il G.I.S. è stato schierato anche nell’ambito di missioni internazionali per il mantenimento della pace.

A partire dal 1º gennaio 2004, il G.I.S. è inoltre entrato a far parte del Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali dello Stato Maggiore della Difesa, con rango pari a quello delle altre unità incursori e dal 2008 è stato riconosciuto reparto che può concorrere alla costituzione di task group land e maritime di Forze Speciali, con capacità di operare nell’intero spettro delle operazioni speciali per la liberazione di ostaggi e la cattura di terroristi.

]]>
Centenario della “Scuola Allievi Sottufficiali Carabinieri Reali” Sat, 17 Oct 2020 21:48:33 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/666732.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/666732.html WEBTVSTUDIOS WEBTVSTUDIOS Firenze 15 ottobre 2020, alle ore 10.00, nella Caserma intitolata al "Maresciallo Maggiore Felice Maritano” Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria, sede della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri VIDEO
Carabiniri Marescialli Firenze webtvstudios
Alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa Dott. Giulio CALVISI, del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Giovanni NISTRI, del Comandante delle Scuole Gen. D. Claudio QUARTA, del Comandante della Scuola Gen. B. Claudio COGLIANO e delle massime Autorità civili, militari e religiose, si è svolta, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti per il contrasto alla diffusione del Covid-19, la solenne commemorazione del centenario della “Scuola Allievi Sottufficiali Carabinieri Reali”    
L’Istituto iniziò la sua attività il 1° marzo 1920 in Firenze nella Caserma “Goffredo Mameli”, sede storica dove per quasi 100 anni sono stati formati i Sottufficiali dei Carabinieri per poi, nel 2016, spostarsi nell’attuale Caserma Maritano. Nel corso della cerimonia, gli Allievi Marescialli del 9° Corso Triennale, intitolato alla Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria Mar. Ca. Sergio PIERMANNI, sono stati chiamati a prestare solenne Giuramento di fedeltà alla Repubblica. 
Si è altresì proceduto alla consegna del “Premio Salvo D’Acquisto”, istituito nel 2008 per premiare coloro che si sono particolarmente distinti in attività caratterizzate da spiccato senso di solidarietà e di umanità. Il premio è stato consegnato ai familiari dei 10 militari deceduti nel 2020 a causa del Covid-19 e ad un orfano assistito dall’OPERA NAZIONALE ASSISTENZA ORFANI MILITARI ARMA CARABINIERI (O.N.A.O.M.A.C.) Inoltre, sono stati presentati la medaglia del centenario realizzata per l’occasione dal Maestro Stefano PATTI e il francobollo dedicato alla ricorrenza emesso dalle POSTE ITALIANE.
Nel pomeriggio, è stato presentato il libro “SALVO D’ACQUISTO – Edizione per il centenario della nascita”, scritto dalla giornalista Rita POMPONIO, ed è stato inaugurato il percorso museale che, suddiviso per sezioni tematiche, raccoglie cimeli, armi, uniformi, oggettistica di cento anni di storia della Scuola e testi di specifico interesse documentale. Il museo, realizzato con la Direzione artistica del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, comprende anche una immersive room in cui il visitatore potrà vivere le emozioni coinvolgenti di filmati di storia e di attualità dell’Istituto.  Allorquando terminerà l’emergenza sanitaria in atto, il museo, denominato “Arca Memoriae”, sarà aperto alle visite esterne.
Servizi Audiovisivi – Riprese Video – Interviste 
https://www.facebook.com/webtvstudios
http://www.webtvstudios.it
]]>
Legumi che Passione a Stra Mon, 12 Oct 2020 16:52:40 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665775.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665775.html Veneto a Tavola Veneto a Tavola La manifestazione, giunta alla VI edizione, si terrà a Stra, nella Riviera del Brenta, in Piazza Marconi sabato 7 e domenica 8 novembre. Promossa dal Comune di Stra e organizzata da Veneto a Tavola, in collaborazione con la Condotta Slow Food Riviera del Brenta.

Da sabato, in Piazza Marconi, sarà allestita la grande mostra “LEGUMI D’ITALIA”, con oltre 400 varietà di legumi di ogni territorio italiano, alcune antiche e rare, con tutti i Presidi Slow Food, e la possibilità, per gli appassionati, anche di ricevere o scambiare alcuni semi per provare a coltivarli nel proprio orto.

La mostra mercato ospiterà espositori con prodotti alimentari di varie regioni (ognuna anche con i legumi del proprio territorio), prodotti erboristici, salutistici e di artigianato.

Il laboratorio gratuito per i bambini “Conoscere i legumi attraverso il gioco” servirà per sensibilizzare piccoli e grandi all’uso di questo alimento così importante per la nostra salute e per l’ambiente. Sarà inoltre presente nel weekend il truck Bacaroad con sfiziosità a tema e cicheti veneziani.

 

I legumi promuovono la biodiversità e riducono l’utilizzo dei pesticidi in agricoltura. Sono poveri di grassi e ricchi di fibre, ottima fonte proteica vegetale, e in abbinamento ai cereali raggiungono una composizione di aminoacidi essenziali paragonabili a quelli della carne.

Costano poco, sono molto nutrienti e facilmente conservabili: CONSUMIAMONE DI PIU’!

 

INFO: Comune di Stra www.comune.stra.ve.it - sociocultura@comune.stra.ve.it

Veneto a Tavola www.venetoatavola.it info@venetoatavola.it Facebook venetoatavola

]]>
Centric Software lancia l’offerta Centric PLM “Made for Italy” che sancisce l’incontro perfetto tra artigianalità, innovazione e tecnologie all’avanguardia Sun, 11 Oct 2020 19:19:24 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665815.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665815.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT CAMPBELL, California, 8 Ottobre 2020 – E’ stata presentata ieri, in anteprima alla stampa, Centric PLM “Made for Italy”, l’esclusiva offerta che Centric Software dedica all’Italia in occasione dei suoi 10 anni di presenza nel paese. 
 
Il decennio trascorso lavorando a fianco dei maggiori player del fashion ha permesso a Centric Software di conoscere a fondo il settore e le peculiarità che lo caratterizzano e che lo rendono unico al mondo. Grande dinamicità e innovazione che vanno di pari passo con una tradizione artigianale da salvaguardare a ogni costo. Una sfida che va ad aggiungersi a quelle tipiche di time-to-market, marginalità, sostenibilità, reattività al mercato e che, per essere vinte, necessitano di tecnologie all’avanguardia e “su misura”, esattamente come un abito pensato e realizzato per offrire valore a chi lo indossa.
 
Da qui l’idea di Centric PLM “Made for Italy”, un’offerta modulare e completamente configurabile, modellata per un contesto estremamente eterogeneo in termini di dimensione aziendale, di specializzazione settoriale declinata nei vari distretti e con diversa capacità di spending, caratteri tipici  dell’Italian Fashion. 
 
Centric PLM “Made for Italy” è la perfetta combinazione delle tecnologie più avanzate della Silicon Valley e delle best practice dei leader internazionali che operano nel settore, rafforzata dai valori del Made in Italy e proposta con un approccio “Glocal!”, ovvero l’esperienza e la conoscenza globale che viene modellata sul locale per rispondere al meglio alle esigenze più specifiche.
 
Alla base di tutto ciò, la piattaforma Centric 8 PLM, già adottata da oltre 370 aziende nel mondo in rappresentanza di più di 1200 brand. Una piattaforma che copre l’intero ciclo di vita del prodotto con una flessibilità e scalabilità che ben si adeguano alle specificità di un mercato dinamico come quello del fashion in Italia. Al tempo stesso, un sistema che si discosta dal PLM più tradizionale, superandone i confini grazie alle app mobili di Centric, le prime concepite per il PLM, e alle tecnologie CAD 2D/3D che permettono di virtualizzare campioni e modelli pur restando all’interno della piattaforma Centric 8.
 
Disponibile in pacchetti dedicati alle specificità dei vari comparti, l’offerta è arricchita degli input di brand italiani che hanno già potuto apprezzarne il valore. Tra queste aziende, per citarne solo alcune, il gruppo Kering e Thélios per l’occhialeria, Buccellati per la gioielleria, Valcismon, Lotto, arena per lo sport, La Perla per la lingerie e Ferragamo per la pelletteria, che costituiscono una piccola rappresentanza della vasta comunità di clienti italiani di Centric Software.
 
“Se ieri la trasformazione digitale poteva essere una scelta, oggi, a fronte della situazione attuale del mercato, è diventata una necessità,” afferma Chris Groves, CEO di Centric Software. ”E’ pertanto ancora più importante che le aziende facciano scelte tecnologiche mirate e perfettamente tagliate sulle specifiche esigenze della propria realtà aziendale. E’ un tema a noi molto caro, in quanto siamo da sempre una vera società Customer Centric che percorre a fianco dei propri clienti la strada per innovare insieme. Oggi, con Centric PLM “Made for Italy”, siamo ancora più pronti a camminare con le aziende italiane del Made in Italy e ad aiutarle a realizzare la loro abilitazione digitale.” 
 
Centric Software (www.centricsoftware.com)
 
Dalla sua sede nella Silicon Valley, Centric Software fornisce una piattaforma di Trasformazione Digitale alle aziende più prestigiose che operano nei settori della moda, del retail, delle calzature, dei prodotti per l’outdoor, dei beni di lusso e di largo consumo. Centric 8, la piattaforma PLM (Product Lifecycle Management) di punta dell’azienda, offre funzionalità enterprise di merchandise planning, sviluppo prodotti, sourcing, gestione della qualità e delle collezioni, specifiche per i settori fast moving consumer goods. Centric SMB offre tecnologie PLM innovative e importanti best practice di settore, specifiche per brand emergenti. Centric Visual Innovation Platform (VIP) offre un’inedita esperienza completamente visiva e digitale per la collaborazione e il processo decisionale e include la Centric Buying Board, per trasformare le sessioni interne d’acquisto e massimizzare il valore del retail, e la Centric Concept Board, per promuovere la creatività e l’evoluzione del concept di prodotto. Tutte le innovazioni Centric accelerano il time to market, danno impulso all’innovazione e riducono i costi.
 
La quota di maggioranza di Centric Software è detenuta da Dassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), leader mondiale nel software di progettazione 3D, Digital Mock Up 3D e soluzioni PLM.
 
Centric Software ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nel settore, tra cui l’inclusione da parte di Red Herring nella lista delle prime 100 aziende nel mondo nel 2013, 2015 e 2016. Centric ha inoltre ricevuto diversi excellence award da parte di Frost & Sullivan nel 2012, 2016 e 2018.
 
Centric Software è un marchio registrato di Centric Software Inc. Tutti gli altri brand e nomi di prodotto sono marchi registrati dei rispettivi proprietari.

Contatti per i media:
Centric Software
Americhe: Jennifer Forsythe, jforsythe@centricsoftware.com
Europa: Kristen Salaun-Batby, ksalaun-batby@centricsoftware.com
Asia: Lily Dong, lily.dong@centricsoftware.com

]]>
Sabato e Domenica dedicati alla Pulizia delle Scale di San Pasquale Sun, 11 Oct 2020 19:18:34 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665818.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665818.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT

Discarica a cielo aperto ripulita dai volontari de La Via della Felicità.

Durante il pomeriggio di sabato e la mattina di domenica i volontari de La Via della Felicità hanno ripulito le aree verdi attorno alle Scale di San Pasquale, in Corso Vittorio Emanuele a Napoli.

Nonostante la raccolta di sabato, i volontari tornando nella zona domenica mattina, hanno trovato altri rifiuti abbandonati, lasciati probabilmente nella notte.

“La situazione è allarmante” – riferisce Pascal Lemos, responsabile dei volontari – “per questo è necessario che tutti i cittadini si uniscano in modo che ognuno faccia la sua parte nel ridare un po’ di decoro alla nostra bella città.”

Tra i rifiuti che sono stati raccolti c’erano mobili, sedie, plastica, vetro, cartacce e addirittura un materasso.

Per questo i volontari vogliono invitare la cittadinanza a partecipare alla prossima iniziativa. Secondo i volontari è importante effettuare un lavoro di pulizia, con continuità, per limitare la formazione di depositi che poi generano degrado.

L. Ron Hubbard ne La Via della felicità scrisse: “Ci sono molte cose che le persone possono fare per prendersi cura del pianeta. Si inizia con l’impegno personale. Si prosegue suggerendo agli altri di fare altrettanto.” Ed è proprio quello che i volontari intendono fare per contribuire attivamente al miglioramento dell’ambiente!

Per maggiori informazioni chiama il numero 393.287.9569 (Pascal) o scrivi a laviadellafelicitacampania@gmail.com .

Ufficio Stampa
La Via della Felicità
Sezione della Campania

]]>
Arma dei Carabinieri ed FMI ha rinnovato il protocollo di collaborazione, obiettivo: rispetto dell’ambiente e sicurezza stradale Fri, 09 Oct 2020 23:15:43 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665541.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665541.html WEBTVSTUDIOS WEBTVSTUDIOS Si è tenuto oggi a Roma, presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, un importante incontro tra la Federazione Motociclistica Italiana e l’Arma dei Carabinieri. Erano presenti il Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma, Teo Luzi, il Presidente FMI Giovanni Copioli, e il Coordinatore del Dipartimento Politiche Istituzionali FMI Tony Mori.

Il Protocollo era stato sviluppato per promuovere il rispetto ambientale e la sicurezza stradale valorizzando ulteriormente i già proficui rapporti presenti tra le due organizzazioni.  Video

Arma dei Carabinieri ed FMI ha rinnovato il protocollo di collaborazione, obiettivo: rispetto dell’ambiente e sicurezza stradale

Durante la riunione – che ha rappresentato la prima occasione di incontro dopo il lockdown tra il Presidente FMI, Copioli, e il Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, Luzi – sono stati evidenziati i risultati del Protocollo di Intesa inizialmente firmato nel giugno 2017 e, visti gli obiettivi raggiunti, rinnovato a fine luglio scorso.

Le aree di intervento in cui vi è stata maggiore cooperazione nell’applicazione del Protocollo sono state l’Anti Incendio Boschivo (AIB) e la ricerca di persone disperse. L’accordo ha però trovato numerose altre applicazioni: realizzazione di sinergie nelle attività di protezione civile e primo soccorso alle popolazioni; la promozione e la diffusione della cultura della tutela del patrimonio ambientale nazionale; iniziative dedicate ai giovani finalizzate alla diffusione della cultura della sicurezza stradale; attività di cooperazione per lo svolgimento delle attività motociclistiche amatoriali e agonistiche nel rispetto dell’ambiente e della biodiversità.

In futuro la collaborazione potrà riguardare altre attività, a testimonianza dell’ormai consolidato rapporto di fiducia reciproca tra la Federazione Motociclistica Italiana e l’Arma dei Carabinieri

Gen. C.A. Teo Luzi, Capo di Stato Maggiore dell’Arma dei Carabinieri: “Il consolidamento del rapporto tra Arma dei Carabinieri e FMI è ulteriore testimonianza dei proficui risultati che la sinergica azione tra istituzioni e attori sociali determina a favore della collettività. L’Arma dei Carabinieri ha apprezzato appieno il supporto fornito dalla FMI, segno tangibile di un comune obiettivo: essere vicini alle esigenze del cittadino”.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “Siamo orgogliosi di aver rinnovato il Protocollo di Intesa con l’Arma dei Carabinieri. In questi anni abbiamo svolto insieme un lavoro proficuo sotto molti punti di vista ed è stato dimostrato, ancora una volta, come i motociclisti possano essere di grande supporto alla società civile. La collaborazione è infatti avvenuta in più ambiti e, in particolare, è stata fondamentale sia in termini di prevenzione, come nel caso dell’Anti Incendio Boschivo, che di soccorso nel momento in cui i motociclisti hanno ritrovato persone disperse in luoghi spesso impervi e di difficile accesso. Proseguiremo nel lavoro in sintonia con l’Arma dei Carabinieri perché la FMI continui ad essere una Federazione dalla forte utilità sociale”.


 

Tony Mori, Coordinatore Dipartimento Politiche Istituzionali FMI: “Nel corso degli anni il nostro Dipartimento e l’Arma dei Carabinieri hanno avuto una forte unione di intenti, motivo per cui si è realizzata una concreta unione di forze utile per le comunità e i territori in cui questa è stata attuata. I motociclisti impegnati nelle diverse attività hanno messo a disposizione disponibilità, capacità e competenze riuscendo a prevenire e risolvere situazioni talvolta complicate. Visti i positivi risultati ottenuti, in futuro proseguiremo su questa strada con l’obiettivo di rendere sempre più stretta questa collaborazione”

Servizi Audiovisivi – Riprese Video – Interviste 
https://www.facebook.com/webtvstudios
http://www.webtvstudios.it

]]>
Perché la gente si droga? Fri, 09 Oct 2020 19:23:19 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665824.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665824.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT

C’è un punto che è assolutamente essenziale se vogliamo risolvere un problema ed è quello di capire “Perché” la gente si droga.

La prima domanda è: «Perché la gente si droga

Questo problema è essenziale e spesso dimenticato perché la gente trova molte ragioni, ma finché non avremo una risposta precisa a questa domanda, non saremo in grado di risolvere questo problema.

Sono sicuro che troverete molte ragioni:
– Per essere cool
– Fai come gli amici
– Per fuggire o rilassarsi
– Quando ti annoi
– Sentirsi adulti
– Essere un ribelle
– Esperimento
– Per risolvere una condizione avversa come la paura, la timidezza, il dolore…

E potremmo trovarne molti altri.

La gente pensa che le droghe siano la SOLUZIONE, ma molto rapidamente le droghe diventano il PROBLEMA.
Quando si vuole risolvere un problema, bisogna sapere che il problema ha sempre delle conseguenze e di solito una sola causa.
Secondo voi, se volete risolvere il problema, dovete affrontare la causa o le conseguenze del problema?
Ovviamente, la Causa.

Quindi, per il problema mondiale della droga, conosciamo le conseguenze: falimento scolastico, perdita di produttività, incidenti, malattie, criminalità…
Tutti questi sono il risultato dell’uso di droghe, non è vero?
E qual è l’unica causa di questo problema?

È facile dimostrare che l’unica ragione per cui le persone assumono droghe è l’ignoranza!
E sì, se la gente lo sapesse, non le prenderebbe!

L’umanitario L. Ron Hubbard dice: “CONOSCENZA è CERTEZZA”.
Vi faccio un esempio: immaginate di essere tutti in cima a un edificio di 12 piani e vi dico: “Forza, ragazzi, saltate, vedrete che è fantastico”.
Cosa diresti?
No, certo che no! (a meno che tu non voglia ucciderti)
Ma non ci hai mai provato!
Ma voi sapete, avete l’ATTESA che se saltate, distruggerete il vostro corpo!
Ebbene, se si dà questa conoscenza ai giovani, essi diranno semplicemente “no, so cos’è, non la prenderò!
Quindi, sì, dobbiamo educare.

  • Ma come facciamo a farli ascoltare?
  • Quando parli con qualcuno, non sai se fa uso di droghe o meno.

Ci sono due punti chiave che ci permettono di parlarne con tutti.

  • Il primo punto è che tutti vogliono essere potenti.
    E allora lei si pone la domanda: “Sa qual è l’unica fonte del nostro potere?»
    La persona pensa… Lo lasci pensare e poi dici: “Ecco, ti faccio un esempio”. Hai un certo potere, vero?
    Cosa succederebbe a quel potere se all’improvviso diventassi cieco?
    Cosa succederebbe a quel potere se improvvisamente diventassi sordo? 
    Cosa ne sarebbe di questo potere se improvvisamente diventassi completamente stupido, incapace di pensare?
    Cosa ne sarebbe di questo potere se improvvisamente perdessi completamente la memoria? 
    Bene, ho appena elencato l’esatta fonte del nostro potere: le percezioni, la capacità di pensare e la memoria che sono la mente.
    Ed è proprio quello il bersaglio della droga. Le droghe alterano la percezione, la capacità di pensare e la memoria.
  • Il secondo punto è un comune denominatore per ogni essere umano su questo pianeta: la LIBERTÀ.
    Allora lei pone la domanda: “Vuole essere libero o vuole essere uno schiavo?”
    E naturalmente la risposta sarà “Libero”.
    E poi, senza dare alla persona il tempo di pensare ad altro, si chiede alla persona una semplice definizione di “essere libera”.
    E poi si ottiene un vuoto! La persona pensa… Lasciatelo pensare un po’ e probabilmente vi proporrà una definizione parziale o complicata…
    Insisti a dire “una semplice definizione… è quello che significa essere liberi”?
    E poi gli offri una semplice definizione e gli chiedi di dirti se gli sta bene o no. E tu dici “essere liberi è avere il potere di scegliere”.
    Di solito è d’accordo.
    E tu continui a dire: “Quindi, per essere liberi, bisogna saper scegliere, ma si può scegliere se non si sa?”
    Ad esempio: ad un incrocio, se non c’è la segnaletica, come si sceglie la strada giusta? È il caso che sceglie, non siamo noi la causa, non siamo liberi di scegliere se non lo sappiamo.
    Per essere liberi, bisogna sapere…”
    E ora avete qualcuno disposto ad ascoltare “la verità sulla droga»! 

Per questi motivi ed esempi la prevenzione entra in gioco, vogliamo che una corretta informazione e verità venga conosciuta e lottiamo perché avvenga il più velocemente. La Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga è un’associazione di pubblica utilità, non a scopo di lucro, che dà ai giovani e agli adulti informazioni basate sui fatti in merito alla droga, affinché possano prendere decisioni consapevoli e vivere liberi dalla droga. Per avere maggiori informazioni potete andare sul sito https://www.noalladroga.it dove troverete 14 opuscoli ognuno riguardante una sostanza stupefacente diversa che potrete visionare o scaricare gratuitamente, inoltre si possono fare corsi online sempre gratuiti.

Se voi unirti a noi come volontario in ogni parte d’Italia puoi inviare una mail a:  info@diconoalladroga.org per la zona della Romagna mondoliberodroga@gmail.com

]]>
Matteo Verdolini e Vittoria Gori, Scienza Immobiliare: il Bestseller su come investire scientificamente in immobili Fri, 09 Oct 2020 00:19:00 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665828.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665828.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT VERDOLINI-GORI

Secondo uno studio di BNP Paribas dedicato al ramo immobiliare, nel primo semestre 2020 gli investimenti hanno registrato un calo del 25% annuo. Da un punto di vista prettamente geografico, è sempre Milano la città che attira la maggior parte degli investimenti in questo settore. Per tutti coloro che desiderano essere profittevoli in questo settore anche in tempi di crisi, esce oggi il libro di Matteo Verdolini e Vittoria Gori “SCIENZA IMMOBILIARE. L’Unica Metodologia Matematica Per Proteggere e Ottimizzare la Rendita Del Tuo Asset Immobiliare”. Al suo interno, gli autori forniscono una visione chiara e precisa su come muoversi in maniera corretta nel settore immobiliare, evitando spese ed errori inutili, attraverso un approccio prettamente scientifico.

“Il nostro è un manuale pratico e compatto, racchiuso in poco più di 150 pagine, che vuole accompagnare il lettore passo dopo passo nella scoperta degli investimenti di messa a reddito” affermano Matteo Verdolini e Vittoria Gori, autori del libro. “In queste pagine il lettore apprenderà informazioni estremamente utili che vanno dalla scelta della zona in cui investire, alla ristrutturazione, alla valorizzazione del suo asset immobiliare, fino alla messa a reddito dell’immobile stesso”.

Secondo gli autori, quello dell’immobiliare è un mondo caratterizzato da molti ostacoli tanto dal punto di vista burocratico quanto dal punto di vista macroeconomico. Basti pensare a tutte le crisi economiche che si sono abbattute in questo settore nel corso degli anni e che hanno portato gli immobili a una continua fluttuazione dei prezzi, tanto al ribasso quanto al rialzo. Proprio per questo, secondo gli autori, diventa assolutamente indispensabile seguire le indicazioni di investitori che hanno saputo investire con successo anche in momenti di difficoltà. Il segreto? Sta quindi in un approccio scientifico al mercato immobiliare.

“Se c’è un problema che affligge costantemente qualsiasi investitore immobiliare è quello di non avere il controllo totale sugli investimenti fatti. Uno su tutti, un’eventuale crisi economica” incalza Giacomo Bruno, editore del libro “Per questo è fondamentale avere delle metodologie definite e replicabili dove solo i numeri a farla da padroni. Quello di Matteo e Vittoria è un manuale con un approccio prettamente scientifico che ha tutte le carte in regola per diventare il libro per eccellenza per gli investimenti immobiliari di messa a reddito”.

“Abbiamo deciso di affidarci a Bruno Editore in quanto è il numero uno degli ebook in Italia. Lavorare con questa realtà ci ha dato la possibilità di rapportarci ancor di più al mondo digitale, dandoci modo di arrivare a quanti più lettori possibili” concludono gli autori. “Vogliamo ringraziare Giacomo Bruno e tutto il suo magnifico staff per averci accompagnato nel racchiudere la nostra metodologia in un manuale, riuscendo a renderlo accessibile a tutti gli amanti e agli operatori del settore immobiliare”.

Il libro è disponibile su Amazon a questo indirizzo: https://amzn.to/2FG9Plc

Matteo Verdolini e Vittoria Gori, coppia solida nella vita e nel lavoro, fondano la Società The Green SRL e il brand Bedzy – A Place for Students, focalizzato sulla messa a reddito a studenti. Il percorso di Matteo inizia nel 2016 quando ha iniziato a studiare una serie di metodologie per investire nei mercati finanziari e nelle criptovalute. Nel 2018 entra nel mondo degli investimenti immobiliari, portando le conoscenze acquisite nei mercati finanziari anche nel mondo immobiliare e costruendo metodologie specifiche ed innovative da utilizzare in questo settore. In parallelo, il percorso di Vittoria inizia sempre nel 2018, affiancando ai suoi studi universitari, grazie ai quali prenderà spunto per la nascita del Brand Bedzy, un percorso nel mondo degli investimenti immobiliari e digital, dando vita a metodi digitali efficaci per pubblicizzare i propri servizi e per gestire in modo innovativo i clienti. Il loro obiettivo è condividere la propria conoscenza e i propri studi così da permettere ad ogni investitore di accrescere e proteggere, in totale sicurezza, la resa del proprio asset.

]]>
Prevenzione e benessere sul lavoro: multiculturalità e inclusione Thu, 08 Oct 2020 17:08:57 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665831.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665831.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT A novembre si terranno due corsi in videoconferenza per migliorare la sicurezza nei contesti di lavoro multiculturali, per far comprendere l’importanza dell’inclusione delle diversità e promuovere benessere e produttività.

La presenza sempre maggiore di lavoratori che arrivano da contesti culturali e linguistici diversi da quello italiano rende l’integrazione della dimensione multiculturale ormai essenziale per favorire il rispetto delle diversità e permettere ai lavoratori una corretta percezione dei rischi lavorativi.

Riguardo alla diversità è poi necessario un approccio nuovo che, creando un ambiente di lavoro inclusivo (genere, orientamento sessuale, origini etniche, religione, abilità fisica, …), permetta l’inclusione delle diversità e l’espressione del potenziale individuale di ogni lavoratore. In relazione a questo approccio con Diversity & Inclusion si intende quell’insieme di pratiche e strategie volte a valorizzare la diversità nei luoghi di lavoro e favorire benessere lavorativo e produttività.

Esistono corsi in videoconferenza in grado di migliorare la prevenzione nei contesti lavorativi multiculturali? Ci sono percorsi formativi per acquisire strumenti e promuovere iniziative in materia di Diversity & Inclusion?

Il corso per la sicurezza negli ambienti di lavoro multiculturali

Partendo dalla constatazione della necessità di idonee strategie per migliorare la prevenzione nei contesti lavorativi multiculturali, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) organizza per l’11 novembre 2020 il corso in videoconferenza “Sicurezza e prevenzione in contesti di lavoro multiculturali”.

La videoconferenza ha l’obiettivo di far comprendere i potenziali rischi legati alla salute e alla sicurezza sul lavoro ponendo il focus sugli ambienti di lavoro multiculturali, promuovendo l’acquisizione di strumenti ed indicazioni per garantire comportamenti sicuri e responsabili in contesti lavorativi caratterizzati dall’intreccio di diverse culture.

Durante la videoconferenza verranno trattati i seguenti argomenti:

  • I rischi alla salute e alla sicurezza in ambienti di lavoro multiculturali
  • Il ruolo di credenze, valori, percezioni e abitudini culturali sui comportamenti (in)sicuri
  • Il ruolo delle competenze interculturali per chi gestisce risorse e per i responsabili della sicurezza
  • Pratiche ed indicazioni per garantire comportamenti sicuri e responsabili in ambienti di lavoro multiculturali

Per avere ulteriori dettagli sul corso e iscriversi, è possibile utilizzare questo link: https://aifos.org/home/formazione/videoconferenza/normativa-organizzativa/area1/sicurezza_e_prevenzione_in_contesti_di_lavoro_multiculturali

Il corso in materia di diversità e inclusione nei luoghi di lavoro

Per far conoscere idonee strategie e strumenti per valorizzare la diversità nei luoghi di lavoro, l’Associazione AiFOS organizza per il 27 novembre 2020 anche il corso in videoconferenza “Promuovere il benessere sul lavoro attraverso la Diversity & Inclusion”.

In questo caso la videoconferenza ha l’obiettivo di far comprendere l’importanza dell’inclusione delle “diversità” per promuovere il benessere e la produttività negli ambienti di lavoro

Durante la videoconferenza verranno trattati i seguenti argomenti:

  • I rischi sulla salute in ambienti di lavoro con un basso livello di “inclusion”
  • Un’analisi dei rischi sulla salute in ambienti di lavoro con un’attenzione alle “diversità”
  • Strumenti ed indicazioni per promuovere iniziative sulla Diversity & Inclusion e monitorare il livello di benessere percepito e di produttività

Per avere ulteriori dettagli sul corso e iscriversi, è possibile utilizzare questo link: https://aifos.org/home/formazione/videoconferenza/normativa-organizzativa/area1/promuovere_il_benessere_sul_lavoro_attraverso_la_diversity_e_inclusion

Le informazioni sui due corsi in videoconferenza

Per affrontare il tema della diversità l’Associazione AiFOS organizza dunque i due corsi in videoconferenza:

  • Sicurezza e prevenzione in contesti di lavoro multiculturali” (2h): 11 novembre 2020 (09:30/11:30);
  • Promuovere il benessere sul lavoro attraverso la Diversity & Inclusion” (2h): 27 novembre 2020 (11:00/13:00).

Ricordiamo che la videoconferenza è una particolare formazione a distanza, attualmente equiparata alla formazione in presenza, che, avvenendo tramite piattaforma informatica e tra più persone presenti nello stesso momento, crea delle vere e proprie aule virtuali di formazione.

La partecipazione ad ognuno dei due corsi vale come 2 ore di aggiornamento per RSPP/ASPP e Coordinatori alla sicurezza e 2 ore di aggiornamento per formatori qualificati prima area tematica. I corsi sono validi anche ai fini della formazione specifica prevista per il Manager HSE (UNI 11720:2018 – area tecnica in materia di sicurezza sul lavoro) e ai fini della formazione necessaria per l’iscrizione al Registro Consulenti AiFOS (Legge 4/2013).

Il docente dei due corsi è Maura De Mauro, formatrice, consulente e coach interculturale, esperta di diversity e inclusion, sustainability e social innovation.

Per informazioni:
Sede nazionale AiFOS – via Branze, 45 – 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia – tel. 030.6595035 – fax 030.6595040 formarsi@aifos.itgototraining@aifos.itvideoconferenze@aifos.it

08 ottobre 2020
Ufficio Stampa di AiFOS
ufficiostampa@aifos.it

]]>
Legumi che Passione ad Aviano Thu, 08 Oct 2020 15:14:19 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665229.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665229.html Veneto a Tavola Veneto a Tavola La manifestazione Legumi che Passione si terrà ad Aviano, in provincia di Pordenone, sabato 24 e domenica 25 ottobre ed è promossa dal Comune di Aviano e dalla Pro Loco locale, e organizzata da Veneto a Tavola.

Sabato 24, in piazza Duomo, sarà allestita la grande mostra “LEGUMI D’ITALIA”, con oltre 400 varietà di legumi autoctone di ogni territorio italiano (e non solo..), alcune antiche e rare, accompagnate da relative schede descrittive, per conoscerle ed apprezzarle al meglio.

La mostra mercato ospiterà una ventina di espositori, con prodotti alimentari di varie regioni (ognuna anche con i legumi del proprio territorio), prodotti erboristici, salutistici e di artigianato.

Il laboratorio gratuito per i bambini “Conoscere i legumi attraverso il gioco” servirà per sensibilizzare piccoli e grandi all’uso di questo alimento così importante per la nostra salute e per l’ambiente.

I legumi promuovono la biodiversità e riducono l’utilizzo dei pesticidi in agricoltura. Sono poveri di grassi e ricchi di fibre, ottima fonte proteica vegetale, e in abbinamento ai cereali raggiungono una composizione di aminoacidi essenziali paragonabili a quelli della carne.

Costano poco, sono molto nutrienti e facilmente conservabili: CONSUMIAMOLI.

 

INFO: Veneto a Tavola www.venetoatavola.it info@venetoatavola.it Facebook venetoatavola

]]>
L'Ape in Città Thu, 08 Oct 2020 09:43:43 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665122.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665122.html Veneto a Tavola Veneto a Tavola La manifestazione si svolgerà domenica 1 novembre nella meravigliosa cornice di Prato della Valle a Padova, e sarà dedicata al miele, prodotto naturale delle api. L'evento è organizzato dall'Associazione Apicoltori Patavini A.P.A. PAD. e Veneto a Tavola, in collaborazione con gli assessorati al Commercio e Ambiente del Comune di Padova.

Il programma dell'evento prevede una mostra fotografica sulla straordinaria vita delle api, laboratori per bambini in tutta sicurezza, e piccole degustazioni guidate gratuite di mieli monovarietali. Non ultimo, il ricco mercatino “Bontà & Benessere”, con la presenza degli apicoltori padovani, che proporranno mieli e derivati, ed altri operatori con prodotti alimentari tipici, articoli erboristi e salutistici, e di artigianato.

Per l’intera giornata, presso lo stand dell’associazione sarà a disposizione del pubblico Nicola Dall’Ora, degustatore dell'Associazione Nazionale Ambasciatori del Miele, e gli esperti apistici dell’A.P.A. Pad., che vi guideranno alla scoperta delle api e del valore dei prodotti dell’alveare.

La manifestazione ha lo scopo di far conoscere ed apprezzare sempre più le proprietà del miele per la nostra alimentazione quotidiana e sopratutto l’importanza delle api nell’impollinazione delle piante, anche nel nostro territorio, e nel mantenimento della biodiversità ambientale.

Orari della manifestazione : dalle ore 9,30 alle ore 18,30

 

Info: A.P.A. Pad. segreteria@apapadpadova.it tel. 049 8685762

Veneto a Tavola www.venetoatavola.it info@venetoatavola.it tel. 335.6033639

Facebook Venetoatavola

]]>
Turismo post covid, tra nuove politiche commerciali e Revenue Crisis Wed, 07 Oct 2020 16:32:01 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665891.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665891.html Manto Manto Il 2020, com’è noto, si sta rivelando un anno nero per il nostro settore: La stagione estiva non ha portato i benefici sperati. I vari incentivi del Governo non sono stati sufficienti a riempire le strutture ricettive. Per le vie delle nostre città d’arte si]]> La scopa ricaricabile multifunzione VRT82821DV di Beko Wed, 07 Oct 2020 11:28:17 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665835.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665835.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT La scopa ricaricabile VRT82821DV di Beko è leggera, maneggevole, senza cavo e perfetta per pulire in modo profondo, rapido e confortevole ogni superficie. Le dimensioni salvaspazio e il pratico wall mount permettono di riporla comodamente dove si preferisce, mentre la batteria al litio da 21.6V garantisce un’autonomia fino a 40 minuti e una ricarica completa in sole 4 ore.

Pulire sotto il divano o raggiungere quell’angolino nascosto tra i diversi arredi, richiede spesso capacità da contorsionista. Grazie ai diversi accessori in dotazione, è possibile raggiungere anche le aree più difficili: scale, soffitti, mobili, imbottiti, ma anche gli interni della macchina, saranno puliti in men che non si dica.  

Spesso le pratiche di svuotamento dell’aspirapolvere sono scomode e complicate, per non parlare del rischio di risporcare quando si apre il contenitore per buttare via i residui. Con VRT82821DV non ci sono pericoli: il meccanismo con apertura soft evita la rimmissione della povere nell’aria, mentre il sistema ciclonico garantisce prestazioni di lunga durata, prevenendo l’intasamento dei filtri.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Batteria ricaricabile al Litio da 21.6V
Piccola, leggera, estraibile e ad alta efficienza capace di garantire fino a 40 min di autonomia, sufficienti per aspirare un intero appartamento in un’unica sessione di pulizia. Quick charging in sole 4 ore.

Multifunzionalità
Scopa elettrica leggera e senza cavo, caratterizzata da diversi accessori in dotazione per aspirare a fondo ogni angolo di casa e macchina. Un unico prodotto per pulire scale, soffitti, mobili, imbottiti ed aree difficili da raggiungere.

TrayClean® 
Svuotamento semplice ed igienico del contenitore per sbarazzarsi di polvere e residui di sporco con un solo gesto. Meccanismo con apertura soft per evitare la rimmissione della polvere nell’aria.

PerformCylcone ® Tecnologia ciclonica a lunga durata
Il sistema ciclonico garantisce prestazioni di lunga durata prevenendo l’intasamento dei filtri e di conseguenza riducendo l’attività di manutenzione.

Facile da usare e da riporre
Leggera, maneggevole e senza cavo, per una pulizia versatile, profonda, rapida e confortevole. Le dimensioni salvaspazio ed il pratico wall mount permettono di riporla in maniera discreta ed ordinata, dove preferisci.

Accessori in dotazione
1. Wall-mount  gancio da parete
2. Accessorio 2in1  spazzola a pennello e imbottiti
3. Bocchetta a lancia XL  per aspirare nelle fessure e negli spazi angusti

Per ulteriori informazioni:
Digital PR a cura di Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
p.fabretti@bluwom-milano.com

]]>
Cessione del credito “Bonus Vacanza”: la ricetta di Fas Italia per la ripartenza di alberghi e B&B Tue, 06 Oct 2020 18:19:51 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665837.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665837.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT cessione credito bonus vacanza

Il “Bonus Vacanza” può diventare una risorsa da investire anche per gli albergatori, attraverso la cessione del credito presso fornitori aderenti. In tal senso, Fas Italia viene incontro alle strutture ricettive che desiderano continuare a migliorarsi per rendere la propria ospitalità adeguata rispetto alle esigenze del viaggiatore moderno.

cessione credito bonus vacanzaFirenze, 6 ottobre 2020 – La recente pandemia di Covid 19 ha pesato considerevolmente sull’intero indotto turistico. La misura varata dal Governo a sostegno delle imprese è rappresentata dagli incentivi di promozione del turismo attraverso il “Bonus Vacanza”. Il provvedimento aveva lo scopo di favorire il settore, soprattutto a vantaggio del ceto medio, gravemente colpito dalla pandemia, e che avrebbe avuto difficoltà a permettersi una vacanza.

Il “Bonus Vacanza” è stato richiesto da più di un milione di cittadini. La misura prevedeva un contributo per i redditi fino a 40.000 euro con ammontare differenti per i richiedenti. In particolare, l’incentivo saliva fino a 500 euro per famiglie composte da tre o più persone, 300 euro per i nuclei composti da due persone e 150 euro per chi richiedeva il bonus vacanza singolarmente.

Il “Bonus Vacanza” poteva essere speso in diverse tipologie di strutture aderenti: dagli alberghi ai campeggi, fino a B&B e agriturismi. In particolare, l’Emilia Romagna ha avuto la più alta concentrazione di strutture ricettive aderenti all’iniziativa governativa. I dati forniti dall’Agenzia dell’Entrate fotografavano una percentuale del 16,3% utilizzata nelle città sulla riviera. Seconda nelle preferenze degli italiani è stata la Puglia, mentre al terzo posto troviamo la Toscana.

In totale sono stati erogati un milione di bonus per un valore totale di 450 milioni di euro; le famiglie che lo hanno già utilizzato sono circa 140 mila, pari a 60 milioni euro di spesa, mentre le strutture aderenti in tutta Italia sono state 10 mila.

Nonostante le cifre, la pandemia ha comunque minato la fiducia degli italiani nei viaggi, in quanto già le rilevazioni di giugno fatte da SWG fotografavano una percentuale pari al 69%, tra i partecipanti al sondaggio, di persone che speravano di spostarsi per un periodo di vacanze.

Tale percentuale è scesa ulteriormente, perché solo il 60 % è partito. Il 40% rappresenta la percentuale degli utenti rimasti a casa, per i timori della pandemia o per la mancanza di fondi economici e di ferie.

Secondo le stime in possesso di Confturismo, gli affollamenti o i pienoni registrati nel corso della stagione estiva non sono stati il sintomo di una ripresa, perché si sono concentrati in pochi giorni e in poche località. Le vacanze fatte dagli Italiani sono più brevi e meno della metà dei viaggiatori ha effettuato un periodo di vacanza con almeno cinque pernottamenti.

Altro difetto del provvedimento è che non ha contribuito creare liquidità sufficiente, in quanto dal “Bonus Vacanza” l’agevolazione prevede che il vantaggio per l’azienda ricettiva si trasformi in un credito d’imposta.

La mancanza di liquidità necessaria per un rilancio delle strutture ricettive può gravare sulla qualità del servizio offerto e sulla tipologia di ospitalità. In tal senso, Fas Italia è uno dei pochi fornitori nel campo delle forniture alberghiere ad accettare il pagamento tramite la cessione del credito d’imposta derivato dai buoni vacanza per l’acquisto di attrezzature professionali.

Attraverso la cessione del credito di imposta del “Bonus Vacanza” da parte dell’albergatore si possono acquistare diverse tipologie di attrezzature per la camera d’albergo e per gli spazi comuni, fatta eccezione per gli arredi. Tra i prodotti che rappresentano il core business dell’azienda fiorentina ci sono le casseforti e frigobar ad alto contenuto tecnologico, che possono essere acquistati tramite questa modalità.

Inoltre, è possibile rinnovare i bollitori per hotel oppure le attrezzature per la sala da colazione, così da adeguarsi alle normative Covid per la somministrazione sicura degli alimenti. Tra le altre proposte di Fas Italia ci sono anche gli asciugacapelli da parete a basse emissioni di rumore e la linea di carrelli di servizio e portabagagli.

Infine, il credito di imposta può essere utilizzato anche per l’acquisto di una linea cortesia ecologica, biodegradabile e plastic free.

In un momento in cui uno dei settori fondamentali per l’economia del paese è in difficoltà, è necessario puntare su partnership che fanno della concretezza e della cooperazione i loro fondamenti. Ecco cosa ha spinto Fas Italia ad accettare il pagamento tramite il credito di imposta.

Il settore alberghiero non può essere lasciato indietro, per questo motivo tutti i principali attori dell’indotto turistico devono fare il possibile attuando strategie sinergiche che consentano la ripresa e il mantenimento della competitività delle strutture ricettive a beneficio dell’economia dell’intero paese.

Fas Italia
Via la Farina 30 R.
50132
Firenze
Tel. 055-470536
Fax 055-474345

]]>
Thélios vede un futuro brillante con Centric PLM Tue, 06 Oct 2020 16:04:08 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665840.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665840.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT

Thélios estende la propria visione con l’implementazione agile dell’innovativa tecnologia di Centric Software®

CAMPBELL, California, 6 ottobre 2020 — Thélios, l’esperto di eyewear del gruppo leader mondiale del lusso, LVMH (Moët Hennessy – Louis Vuitton SE), ha implementato con successo e sta utilizzando la soluzione PLM (Product Lifecycle Management) di Centric Software. Centric Software offre le soluzioni enterprise più innovative ad aziende di moda, retail, calzature, articoli per l’outdoor, prodotti di lusso e di largo consumo per aiutarle a realizzare obiettivi strategici e operativi di trasformazione digitale.

Thélios è stato fondato nel 2017 quando LVMH è entrato nel comparto dell’occhialeria unendo le proprie forze con quelle dell’esperto del settore, Marcolin. Thélios copre ogni stadio del ciclo di produzione dell’eyewear – progettando, realizzando e distribuendo occhiali da sole e montature per occhiali da vista per una serie di maison LVMH di alto profilo, tra cui Celine, Loewe e Kenzo.

Davide Priore, IT Director di Thélios spiega: “Le prestigiose maison del lusso di LVMH sono rinomate per il loro eccezionale livello di qualità e il nostro obiettivo era garantire quegli stessi standard per l’eyewear. Thélios è stato creato per portare la produzione di eyewear all’interno dell’azienda, anziché in outsourcing, per un pieno controllo sul prodotto finale.”

Inizialmente, tutte le informazioni sui prodotti venivano conservate in fogli di calcolo Excel, un modo di lavorare che richiedeva molto tempo e che non era molto efficiente. Oggi, Thélios gestisce 14 collezioni all’anno per sette brand. Thélios ha deciso di iniziare il suo percorso PLM con Centric Software nel marzo 2018 per centralizzare le informazioni sui prodotti, così che i diversi team potessero fare riferimento ad un’unica fonte di verità per creare, gestire e sviluppare le collezioni.

 “Una delle nostre maggiori sfide consiste nell’enorme volume di informazioni che abbiamo per ogni prodotto, dall’inizio alla fine del suo ciclo di vita. Dovevamo decidere se cercare di personalizzare il nostro ERP o trovare una soluzione esistente per ottimizzare il nostro flusso di lavoro end-to-end. Abbiamo trovato Centric Fashion PLM – che è, senza alcun dubbio, il migliore strumento sul mercato in termini di usabilità e flessibilità.”

 “L’integrazione tra il nostro ERP e Centric PLM ci consente di centralizzare tutti i dati e di potervi accedere facilmente – i nostri team non devono più estrarre le informazioni manualmente, il che è un enorme vantaggio. La sola personalizzazione dell’ERP non ci avrebbe permesso di centralizzare i dati dall’ideazione al lancio del prodotto, come siamo riusciti a fare con successo con Centric.”

Davide Priore afferma che uno dei principali vantaggi è l’armonizzazione dei calendari e delle tempistiche per tutti i reparti, dalla supply chain e dal prodotto ai team tecnici, fino alla produzione e al controllo della qualità.

 “Il maggiore vantaggio è che, come master di tutti i dati e informazioni, Centric Fashion PLM è incredibilmente facile da usare. È fantastico disporre di un’unica piattaforma con un’interfaccia e una comunicazione semplice e intuitiva, accessibile a tutti, da qualsiasi posto si lavori e in qualsiasi momento.”

Davide Priore è rimasto favorevolmente colpito anche dalla rapida implementazione facilitata dalla metodologia Agile Deployment℠ di Centric. Racconta che : “L’on-boarding è stato semplicissimo e siamo addirittura stati in grado di condurre sessioni di formazione da remoto, il che si è rivelato di importanza cruciale durante il recente lockdown.”

 “Da un giorno all’altro, abbiamo dovuto mettere in atto iniziative con esito immediato per mettere il nostro staff in condizione di continuare a lavorare da casa nel periodo in cui sono state imposte le misure di confinamento. Fortunatamente, Centric PLM era facilmente accessibile perfino a coloro che non hanno alcuna competenza tecnica.”

 “Il nostro lavoro con Centric è molto più di una semplice relazione tra cliente e fornitore, è una vera e propria collaborazione e tutte le idee vengono tenute in debita considerazione.  Ne sono veramente felice.” 

Chris Groves, Presidente e CEO di Centric Software dichiara: “Siamo entusiasti che l’implementazione di Centric PLM abbia avuto un tale successo, in particolare nel pieno della pandemia. Siamo impazienti di proseguire la nostra collaborazione con Thélios, un’azienda che continua ad innovare e crescere.”

Thélios

Il nome “Thélios” è la sintesi dei nomi degli dei greci Theia, dea della luce e della vista, e Helios, dio del sole. Nato dalla volontà del Gruppo LVMH, leader mondiale nel settore lusso, di affermarsi nel settore dell’eyewear, Thélios progetta, realizza e distribuisce occhiali da sole e montature per occhiali da vista per alcune delle maison più prestigiose: Celine, Loewe, Kenzo, Fenty, Fred, Berluti e Rimowa. Con la propria Manifattura, situata a Longarone, in Italia, Thélios coniuga la distinta identità di ciascuna maison con la maestria artigianale italiana, per creare eyewear di lusso singolare. Thélios offre il proprio “sguardo illuminato” sul settore, fornendo il più alto livello di qualità ed eccellenza sia nei suoi prodotti che nel suo servizio.”

Centric Software (www.centricsoftware.com)

Dalla sua sede nella Silicon Valley, Centric Software fornisce una piattaforma di Trasformazione Digitale alle aziende più prestigiose che operano nei settori della moda, del retail, delle calzature, dei prodotti per l’outdoor, dei beni di lusso e di largo consumo e dell’home design. Centric 8, la piattaforma PLM (Product Lifecycle Management) di punta dell’azienda, offre funzionalità enterprise di merchandise planning, sviluppo prodotti, sourcing, gestione della qualità e delle collezioni, specifiche per i settori fast moving consumer goods. Centric SMB offre tecnologie PLM innovative e importanti best practice di settore, specifiche per brand emergenti. Centric Visual Innovation Platform (VIP) offre un’inedita esperienza completamente visiva e digitale per la collaborazione e il processo decisionale e include la Centric Buying Board, per trasformare le sessioni interne d’acquisto e massimizzare il valore del retail, e la Centric Concept Board, per promuovere la creatività e l’evoluzione del concept di prodotto. Tutte le innovazioni Centric accelerano il time to market, danno impulso all’innovazione e riducono i costi.

La quota di maggioranza di Centric Software è detenuta da Dassault Systèmes (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), leader mondiale nel software di progettazione 3D, Digital Mock Up 3D e soluzioni PLM.

Centric Software ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nel settore, tra cui l’inclusione da parte di Red Herring nella lista delle prime 100 aziende nel mondo nel 2013, 2015 e 2016. Centric ha inoltre ricevuto diversi excellence award da parte di Frost & Sullivan nel 2012, 2016 e 2018.

Centric Software è un marchio registrato di Centric Software Inc. Tutti gli altri brand e nomi di prodotto sono marchi registrati dei rispettivi proprietari.

Contatti per i media:
Centric Software
Americhe: Jennifer Forsythe, jforsythe@centricsoftware.com
Europa: Kristen Salaun-Batby, ksalaun-batby@centricsoftware.com
Asia: Lily Dong, lily.dong@centricsoftware.com

]]>
Fatti Reali, Persone Reali: Scopri la Verità sulla Droga Mon, 05 Oct 2020 20:54:07 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665842.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665842.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT

La quantità di eroina in circolazione aumenta e di conseguenza anche le attività di prevenzione.

“Molti indicatori relativi alle sostanze di uso più comune inducono a credere che la disponibilità di droghe rimanga elevata. Oltre allo sviluppo della produzione, l’aumento delle intercettazioni di grandi quantità di cocaina, resina di cannabis e (in misura sempre maggiore) di eroina trasportata via mare, spesso in container intermodali, crea preoccupazioni in merito alle infiltrazioni di organizzazioni criminali nella filiera delle logistiche, nelle rotte dei trasporti e nei grandi porti.”

“Nel 2018 la quantità di eroina sequestrata nell’Unione europea è salita a 9,7 tonnellate (dalle 5,2 tonnellate del 2017), principalmente a causa dei singoli cospicui sequestri effettuati nel porto di Anversa. Nel 2017 e nel 2018 la Turchia ha sequestrato circa 17 tonnellate di eroina ogni anno (17,4 e 17,8 tonnellate), i quantitativi più ingenti negli ultimi dieci anni.”

Queste le parole di introduzione dell’ultimo rapporto dell’EMCDDA (Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze): la situazione peggiora di anno in anno.

Questo è il principale motivo che spinge i volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga, a non fermare le attività di prevenzione ma anzi implementarle. Infatti, dall’inizio della pandemia, sono stati organizzati webinar con accesso gratuito dove si è andato a trattare il problema da diversi punti di vista.

Pertanto i volontari non si fermano e organizzano un altro webinar gratuito Giovedì 8 Ottobre alle ore 20:30 dove ci sarà come ospite Francesca Piccioni, Dottoressa ina Teorie, Culture e Tecniche di Servizio Sociale e la testimonianza di Vincenzo Dinoia, volontario dell’associazione.

Questo progetto prevede altri prossimi incontri al fine di arrivare ai ragazzi prima che arrivino gli spacciatori o le sostanze stesse in un secondo momento. “L’arma più efficace nella guerra contro le droghe è l’istruzione.” scrisse l’umanitario L. Ron Hubbard

Per questo da anni l’associazione si presta negli istituti di istruzione, eventi sportivi, fiere ed altri momenti di incontro, così da informare giovani, genitori e insegnanti sulle reali conseguenze dell’abuso delle sostanze stupefacenti.

L’evento si terrà sulla piattaforma ZOOM e verrà fornito il link a chi lo richiede via email scrivendo all’indirizzo mondoliberodalladrogapadova@gmail.com o contattando il numero 391.438.1933 .

Ufficio Stampa
Mondo Libero dalla Droga

]]>
Libri, Nicola Colombo torna in libreria con “Il tempo e le storie di Hugo” Mon, 05 Oct 2020 17:16:46 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665844.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665844.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT

Esce in questi giorni nelle librerie l’atteso romanzo di Nicola Colombo, Il tempo e le storie di Hugo, pubblicato da Operaincerta editore. 

Già segretario della Camera del Lavoro di Modica e di Ragusa, una passione per la scrittura che risale ai giovanili stage formativi all’Ansa di Palermo, a «La Sicilia» di Catania e al «Piccolo» di Trieste, Nicola Colombo ha narrato, nei suoi romanzi, storie di mare, di vite arenate, di rotte perdute, di amori lasciati e non ritrovati, di personaggi leggendari e luoghi straordinari. E lo ha fatto con uno stile felicissimo, maturato nella consuetudine con la lettura di autori amati quali Pavese, Tabucchi, Consolo, Borges, Pratt, Allende. Tra i suoi romanzi, si ricordano Il paese delle stelle (1998); L’acqua e il sale di Pinò e altre storie di mare, di costa e d’amore (2011); La prima vera estate (2013); I traslochi delle passioni (2015); L’ultimo viaggio del marinaio fantasma (2016); L’amore nella notte dei falò e altre storie di mare e di costa ritrovate (2017). 

Il protagonista e, per larghi tratti, l’io narrante del suo nuovo sorprendente romanzo è il nostromo Hugo, letto alla francese con l’acca davanti e l’accento sulla o. Ormai inchiodato su una sedia a rotelle per un incidente su una nave che ne ha paralizzato le gambe ma non intaccato la memoria, Hugo trascorre gli ultimi anni della sua tormentata esistenza come un delfino spiaggiato, nella casa di cura Vita Eterna. Qui, tra terapia e riabilitazione, trova il tempo di rivivere i fatti salienti di mezzo secolo di vita. E così, in un caleidoscopio di fatti e situazioni, scenari, linguaggi e ambientazioni, affiora alla mente il ricordo di persone lasciate, incontrate, ritrovate. Come Misia, la madre, destinata ad aspettare (vanamente) i suoi cari andati via per sempre. Matis/Esmeralda, la sorellastra ritrovata ad Aires. Libero, il padre, che fuggiva dagli aguzzini per cercare un luogo al mondo dove costruire la società dei libertari. E ancora: il nonno Mazzino, caduto nella Guerra Civile in Spagna dalla parte dei Repubblicani; Soledad, l’inaspettata figlia naturale che, come segno di riconoscimento gli riconsegna l’orecchino da bucaniere lasciato come pegno d’amore a una maestra di tango in Argentina; Isolina, la ragazza da marciapiede di cui si innamora a New York, che avrebbe voluto portare con sé. E ancora, altri personaggi che l’autore tratteggia magistralmente con un linguaggio letterario effervescente e schietto, sospeso tra rappresentazione onirica e realtà. Dentro le vicissitudini esistenziali, il protagonista appare un eroe del nostro tempo, fragile e instabile come l’epoca con cui ha crudelmente convissuto. E con cui ognuno di noi è costretto a fare i conti. 

Il libro, che può essere acquistato sul sito web dell’editore nelle migliori librerie e sui bookstore online, sarà presentato il 12 ottobre a Pozzallo (Cinema Giardino, ore 18: conversazione dell’autore con il giornalista Angelo Di Natale); il 13 a Catania (RistoPub “Lettera 82”, ore 19: conversazione con il giornalista Salvatore Scalia e reading dell’attore Miko Magistro); il 16 a Scicli (Villa Penna, ore 18: presentazione del critico letterario Giuseppe Pitrolo) e il 30 a Comiso (Galleria degli Archi, ore 18: presentazione dello scrittore Michele Zisa). Per tutti gli eventi, intermezzi musicali saranno a cura del Duo StraNia. 

Info e contatti
Operaincerta edizioni
cell. 3482941990
info@operaincertaeditore.it

]]>
Ricetta anti crisi: pianificazione turistica del territorio, capitale umano e formazione Mon, 21 Sep 2020 18:29:20 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665899.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/665899.html Manto Manto Da sempre la formazione ha rivestito un ruolo cruciale nel settore turistico. È un’autentica risorsa, così come il “capitale” umano che muove l’intero comparto. E che fa la fortuna della attività turistiche. In questo periodo storico segnato dal coronavirus, bisognerebbe aggrapparsi a questi pilastri. Sia]]> Inaugurata la personale di Giorgio Chiesi ad Argenta per i suoi 50 anni di attività Sat, 12 Sep 2020 11:50:43 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/660276.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/660276.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT Michele De Palo, inaugurazione, personale Giorgio Chiesi, Argenta

Michele De Palo, personale Giorgio Chiesi, Argenta
Michele De Palo, personale Giorgio Chiesi, Argenta

Venerdì 11 settembre 2020 presso il Mercato centro culturale arte contemporanea di Argenta si è svolta una vera festa di festeggiamento dei 50 anni di attività di un artista tra i protagonisti della scena milanese tra gli anni 80 e la fine millennio: Giorgio Chiesi.

Erano presenti, per festeggiarlo e per inaugurare la splendida personale con opere dei suoi principali periodi artistici, amici di lunga data, specialisti del settore (galleristi, battitori d’asta, …) provenienti dal nord Italia e le istituzioni.

Un momento speciale è stata la cena in un ristorante del centro tra pochi intimi e gli organizzatori a cui ho avuto la fortuna di partecipare.
Un cena alla buona con specialità Emiliane e Romagnole come è giusto che sia in una terra di confine come il comune di Argenta in provincia di Ferrara ma sotto la diocesi di Ravenna (il territorio ravennate inizia subito al di là del Reno). Il tutto accompagnato da splendidi vini piemontesi.

L’aria di festa è poi proseguita al Mercato centro culturale arte contemporanea. Ha preso la parola la giovane e appassionata assessore alla cultura del comune di Argenta, seguita dall’intervento di Clelia Antolini.
Ha preso quindi la parola Michele De Palo, amico di lunga data dell’artista, iniziando un excursus sull’arte di Giorgio e l’arte nella Milano di Brera. Ha trascinato i presenti, come è sua consuetudine nei suoi programmi di televendite d’arte, con il suo inconfondibile stile televisivo.

Dopo un breve saluto e ringraziamento ai presenti, Giorgio Chiesi ha accompagnato i numerosi visitatori a visitare la mostra.

Storytelling aziendale
Fabrizio @ Pivari.com

L’ingresso è libero e gli orari sono:
martedì e mercoledì 9-13
giovedì venerdì e sabato 9-13 15.30-18.30
domenica 15.30-18.30

Mercato centro culturale arte contemporanea, piazza Marconi 1, Argenta (FE)
tel 800111760 0532-330276
r.rizzoli@comune.argenta.fe.it

Previo appuntamento, è anche possibile visitare direttamente lo studio di Giorgio Chiesi a Busseto https://g.page/giorgiochiesiartista
335-8115375
GiorgioChiesi.net

]]>
Che cos’è l’eroina Sat, 12 Sep 2020 00:09:33 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/660277.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/660277.html BIZCOMIT.IT BIZCOMIT.IT

L’eroina è una droga illegale che crea una forte dipendenza. Viene usata da milioni di tossicodipendenti in tutto il mondo, che non riescono a superare l’impulso di continuare a prenderla ogni giorno, ben sapendo che se non lo facessero dovrebbero affrontare l’inferno dell’astinenza.

L’eroina (come l’oppio e la morfina) è ricavata dalla resina del papavero. Biancastra, simile alla linfa, l’oppio è la prima cosa che viene rimossa dal baccello del papavero. L’oppio viene rifinito per creare la morfina, poi ulteriormente rifinito per ricavarne diverse forme di eroina.

La maggior parte dell’eroina viene iniettata, creando, per chi ne fa uso, maggiori rischi di contagiati dall’AIDS o da altre infezioni che vanno a sommarsi alla sofferenza della dipendenza.

L’eroina (come l’oppio e la morfina) è ricavata dalla resina del papavero. Biancastra, simile alla linfa, l’oppio è la prima cosa che viene rimossa dal baccello del papavero. L’oppio viene rifinito per creare la morfina, poi ulteriormente rifinito per ricavarne diverse forme di eroina.

La maggior parte dell’eroina viene iniettata, creando, per chi ne fa uso, maggiori rischi di contagiati dall’AIDS o da altre infezioni che vanno a sommarsi alla sofferenza della dipendenza.

LE ORIGINI DELL’EROINA

L’eroina fu prodotta per la prima volta nel 1898 dalla casa farmaceutica tedesca Bayer e venne immessa sul mercato come trattamento per la tubercolosi, oltre che come rimedio per la dipendenza da morfina.

Un circolo vizioso

Nel 1850, la dipendenza da oppio era diventata un grosso problema negli Stati Uniti. La “soluzione” fu dare ai tossicodipendenti da oppio un sostituto meno potente che, si pensava “non creasse dipendenza”: la morfina. La morfina divenne presto un problema peggiore dell’oppio.

Come era successo con l’oppio, il problema della morfina fu “risolto” creando un altro sostituto “che non creava dipendenza”: l’eroina. Questa, invece, come si scoprì, creava una dipendenza persino maggiore della morfina. Con il problema dell’eroina arrivò un ulteriore sostituto “che non creava dipendenza”: la droga ora nota come metadone. Sviluppata nel 1937 da scienziati tedeschi in cerca di un antidolorifico per interventi chirurgici, venne esportata negli USA con il nome commerciale di “Dolophine” nel 1947. La Dolophine fu poi ribattezzata metadone e venne ampiamente usata nel trattamento della tossicodipendenza da eroina. Sfortunatamente, ha dato prova di creare una dipendenza persino maggiore dell’eroina.

Verso la fine degli anni ’90, il tasso di mortalità dei tossicodipendenti da eroina è stato stimato venti volte più alto di quello del resto della popolazione.

GLI EFFETTI DISTRUTTIVI DELL’EROINA

La droga equivale alla morte. Se non fai niente per uscirne, finirai con il morire. Essere un tossicodipendente è come essere imprigionati. All’inizio pensi che la droga sia tua amica (sembrerebbe che ti aiuti a scappare dalle cose o dai sentimenti che ti infastidiscono). Ma ben presto scopri che ti svegli al mattino pensando soltanto alla droga.

Trascorri l’intera giornata cercando o prendendo droga. Sei su di giri per tutto il pomeriggio, la notte vai a dormire “fatto” di eroina. E vivi solo per questo. Sei in una prigione. Puoi sbattere la testa contro il muro, senza fermarti, ma non vai da nessuna parte. Alla fine, quella prigione diventa la tua tomba.” – Sabrina

DANNI IMMEDIATI: Gli effetti immediati dell’eroina comprendono un’ondata di sensazioni, un “flash”. Questo è spesso accompagnato da vampate di calore e secchezza della bocca. A volte, la reazione iniziale può includere vomito o forte prurito.

Dopo che gli effetti iniziali si attenuano, si prova sonnolenza per diverse ore. Le funzioni basilari del corpo, come il respiro ed il battito cardiaco, rallentano.

Qualche ora dopo che gli effetti della droga sono diminuiti, l’organismo inizia a chiederne altra. Se non riceve un’altra dose, comincerà la fase di astinenza. L’astinenza include i più estremi sintomi fisici e mentali e si manifesta se il corpo non assume la dose successiva di eroina. I sintomi di astinenza includono inquietudine, dolori alle ossa, diarrea, vomito e un forte malessere.

Lo sballo intenso di cui il tossicomane è alla ricerca dura solo pochi minuti. Con il continuo uso di droga, lui ne avrà bisogno in quantità sempre maggiori solo per sentirsi “normale”.

EFFETTI A BREVE TERMINE

  • “Flash”
  • Rallentamento del respiro
  • Funzioni mentali annebbiate
  • Nausea e vomito
  • Come sotto effetto di sedativi, sonnolenza
  • Ipotermia (temperatura del corpo più bassa del solito)
  • Coma o morte (dovuti ad overdose)

EFFETTI A LUNGO TERMINE

li effetti derivanti dall’uso continuato di questa droga sono devastanti per l’organismo. Le iniezioni frequenti possono causare collassi vascolari e portare a infezioni dei vasi sanguigni e delle valvole cardiache. La Tubercolosi1deriva da cattive condizioni fisiche dell’organismo. L’artrite è un altro effetto a lungo termine della dipendenza da eroina.

Il tipo di vita dell’eroinomane, che condivide spesso la siringa con altri tossicodipendenti, porta all’AIDS e ad altre infezioni contagiose. Si stima che dei 35.000 nuovi casi di infezioni da epatite C (malattia del fegato) che si verificano ogni anno negli Stati Uniti, oltre il 70% è causato da tossicodipendenti che fanno uso di siringhe.

GLI EFFETTI A LUNGO TERMINE INCLUDONO

  • Problemi ai denti
  • Gengive infiammate
  • Stitichezza
  • Sudori freddi
  • Prurito
  • Indebolimento del sistema immunitario
  • Coma
  • Malattie respiratorie
  • Indebolimento muscolare, paralisi parziale
  • Ridotta capacità sessuale e impotenza cronica nell’uomo
  • Disturbi mestruali nella donna
  • Incapacità di raggiungere l’orgasmo (uomini e donne)
  • Perdita della memoria e delle prestazioni intellettive
  • Introversione
  • Depressione
  • Pustole nel viso
  • Perdita di appetito
  • Insonnia1.tubercolosi: malattia infettiva che attacca i polmoni e altri organi.

LA PROVERÒ UNA VOLTA SOLA.”

Attenzione: Anche una singola dose di eroina può farti imboccare la strada verso la dipendenza.

Molte persone sperimentano l’eroina pensando: “La proverò solo una volta o due. Farò sempre in tempo a smettere”. Ma quelli che hanno cominciato a scendere la china hanno scoperto che è quasi impossibile tornare indietro. Ascolta le parole di Sam, un quindicenne dipendente: “Quando ti buchi per la prima volta, molto probabilmente vomiterai e ti sentirai disgustato, ma presto ci riproverai. Ti si appiccicherà addosso come un amante ossessiva. Il “rush” (sensazione di piacere intenso) e il modo in cui ne vorrai ancora, come se ti venisse tolta l’aria: ecco come ti intrappolerà.”

La minaccia della tossicodipendenza non è la peggiore conseguenza dello sperimentare l’eroina. Jim aveva 21 anni e di solito passava le serate a bere birra con i suoi amici. Aveva già avuto esperienze con l’eroina, così quando i suoi amici gli offrirono una sniffata, lui accettò. Quindici minuti dopo l’inalazione, svenne, poi cadde in un profondo coma che durò più di due mesi. Oggi è relegato su sedia a rotelle, incapace di scrivere, a mala pena in grado di leggere. Qualsiasi sogno o aspirazione che abbia mai avuto se ne è andato.

IL “LOOK” DELL’EROINA

Una volta la gente era spaventata dall’eroina. Recentemente, alcune persone hanno cercato di rendere l’uso di eroina una cosa “alla moda”.

Nell’ultimo decennio il “look del dipendente da eroina”, l’espressione assente, colorito bianco, cerchi neri intorno agli occhi, guance incavate, magrezza eccessiva, capelli unti, è stata promossa nelle riviste popolari e nei circoli della moda come “chic”.

Proprio come le rock star hanno aiutato a rendere popolare l’LSD durante gli anni ’60, allo stesso modo alcuni stilisti di moda, fotografi e personaggi pubblicitari dei giorni nostri hanno influenzato un’intera generazione di giovani, descrivendo l’uso di eroina nei giornali e nei video di musica come una cosa alla moda e addirittura desiderabile.

UNA TENDENZA INGANNEVOLE

Qualche bambino fuma sigarette e beve alcool quando è ancora veramente giovane. Al momento del loro diploma delle superiori, quasi il 40% dei ragazzi avrà provato la marijuana. Alcuni poi proseguono a fare uso di sostanze che creano ancora più dipendenza.

Non possiamo presupporre che tutti i bambini che fumano marijuana oggi diventeranno dipendenti da eroina domani, ma il rischio c’è. E studi a lungo termine di studenti delle superiori mostrano che pochi giovani usano altre droghe senza prima aver provato la marijuana. Una volta che una persona non riesce più a raggiungere “lo sballo” iniziale che la droga persegue, inizia a incrementare il consumo di droga o cerca qualcosa di più forte.

AFFRONTIAMO LA REALTÀ

Sempre più bambini stanno entrando in contatto con droghe illegali.

Il Sondaggio Nazionale del 2007 sull’Uso di Droga e Salute ha rilevato che oltre il 9,5% di giovani di età compresa tra i 12 e i 17 anni negli Stati Uniti erano al momento consumatori di droghe illegali. Nel 2008, il Centro Nazionale sulla Dipendenza ed Abuso di Sostanze nella Columbia University ha riportato che l’uso giornaliero di marijuana tra gli studenti dei college americani è raddoppiato, e l’uso della cocaina e dell’eroina sta anch’esso aumentando.

Secondo l’Ufficio sulle Droghe e il Crimine delle Nazioni Unite, nel 2008, all’incirca 16 milioni di persone nel mondo hanno fatto uso di oppio, morfina, eroina e oppio sintetico.

IL NUOVO VOLTO DELL’EROINA

L’immagine di un giovane eroinomane apatico collassato in un vicolo sudicio e buio è sorpassata. Oggi, i giovani tossicodipendenti potrebbero avere 12 anni, giocare ai videogiochi e ascoltare la musica contemporanea. Potrebbe sembrare sveglio, alla moda e non avere nessuna delle comuni tracce dell’uso di eroina, come i segni degli aghi nel suo braccio.

Dato che è disponibile in varie forme che sono più facili da consumare e più economiche, l’eroina ai giorni nostri è più allettante che mai. Tra il 1995 ed il 2002, il numero di teenager in America, con età compresa tra i 12 e i 17 anni, che hanno fatto uso dell’eroina ad un certo punto della loro vita è incrementato del 300%.

Un giovane che ci penserebbe due volte prima di infilarsi un ago nel braccio potrebbe più facilmente fumare o sniffare la stessa droga, ma questo è falsamente rassicurante e può dare l’idea di essere meno rischioso. La verità è che l’eroina in tutte le sue forme è pericolosa e crea dipendenza.

COSA TI DIRANNO GLI SPACCIATORI

Quando è stato chiesto a degli adolescenti perché avessero iniziato a fare uso di droga in primo luogo, il 55% di loro ha risposto che era stato a causa della pressione esercitata dai loro amici. Volevano apparire alla moda e far parte del gruppo. Gli spacciatori lo sanno.

Queste persone si avvicineranno a te come amici e si offriranno di “aiutarti” con “qualcosa che ti tirerà un po’ su”. La droga ti “aiuterà a stare meglio con gli altri” e “ti renderà un figo”.

Gli spacciatori, interessati al profitto che ne traggono, sono pronti a dirti qualsiasi cosa pur di farti comprare droga. Ti diranno che “l’eroina è come una coperta calda” o che “l’eroina ti darà il miglior sballo che tu abbia mai avuto”.

Non gli importa che la droga ti rovini la vita, purché ci guadagnino. Tutto ciò che gli interessa sono i soldi. Ex spacciatori hanno ammesso che consideravano i loro clienti come “pedine”.

Scopri la verità sulla droga. Prendi le tue decisioni. https://www.noalladroga.it/drugfacts/heroin/i-ll-just-try-it-once.html

Queste spiegazioni su questo tipo di droga ci fa reagire e diffondere le serie problematiche nell’assumere Droga. Quindi come volontari “Mondo Libero Dalla Droga” divulghiamo informazione su ogni tipo di stupefacebte giorno per giorno con lo scopo di aiutare le persone ad essere informate correttamente e decidere in modo autodeterminato il loro futuro e la loro salute.

Come scriveva l’Umanitario L. Ron Hubbard:”Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e le altre sostanze chimiche.”

Noi come volontari vogliamo che questo pianeta si liberi dalle barriere che impediscono il progresso sociale ,cioè le droghe.

Altre informazioni utili e gratuite come corsi e video le potrai trovare nel sito noalladroda.it 

Per qualsiasi altra informazione locale scrivere una mail: mondoliberodroga@gmail.com

]]>