Scendere a compromessi con il look dell’azienda

08/nov/2012 15:46:09 Ryhab Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nella vita sappiamo bene che ci capiterà costantemente di dover scendere a compromessi con le persone specialmente per quieto vivere o comunque per poter raggiungere determinati obiettivi.
Nel mondo lavorativo ci sono compromessi e compromessi e dunque prima di dire un “No” categorico dobbiamo valutare se effettivamente ci costano abbastanza oppure il gioco vale la candela.
Spesso ci viene richiesto negli ambienti lavorativi di mantenere una certa immagine e per tale ragione vengono cercate a volte persone di bella presenza proprio per una strategia aziendale che può anche includere il fatto di avere un determinato abbigliamento da lavoro.
Ma divise e tailleur a parte spesso ci viene richiesto di vestire comunque alla moda per dare all’azienda un’immagine fresca, giovane e di tendenza e non sempre questo riguarda solo agenzie di moda o settori similari ma in qualsiasi contesto lavorativo un’azienda può decidere di intraprendere questa strada.
E dunque qual è in questo caso il compromesso? Quello di curare il nostro aspetto estetico.
In molti amano utilizzare un abbigliamento più casual/sportivo o in generale comodo ma non sempre questo combacia con ciò che ci viene richiesto. Molte donne ad esempio non amano portare i tacchi, eppure in alcuni contesti lavorativi viene richiesto esplicitamente.
Insomma questo per dire che se il compromesso per fare un lavoro che ci piace oppure lavorare in azienda di un certo rilievo è quello di cambiare la propria immagine a discapito del nostro modo di essere, è un patto sul quale possiamo senza dubbio riflettere per capire se il gioco vale la candela.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl