Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Miss Italia 71a edizione Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Miss Italia 71a edizione Sat, 20 Apr 2019 00:29:19 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/10574/1 Controversie tributarie pendenti a Cancello ed Arnone Tue, 16 Apr 2019 17:52:57 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/542459.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/542459.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Approvato il Regolamento per la definizione agevolata

In esecuzione della deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 01.04.2019, la Giunta Comunale con deliberazione n.60 del 09.04.2019, ha approvato le modalità per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti, in ogni stato e grado del giudizio, compreso quello in cassazione e anche a seguito di rinvio, il cui ricorso introduttivo sia stato notificato al Comune impositore entro la data del 24 Ottobre 2018.

Per Comune impositore si intende il Concessionario SOGERT S.p.A., per quanto riguarda l’ICI, l’IMU, la TASI, TARSU, TARES, la TARI, l’imposta di pubblicità ed il diritto sulle pubbliche affissioni, nonché per le ingiunzioni di pagamento.

Gli interessati posso presentare domanda di definizione entro il termine perentorio del 31 Maggio 2019 per sanare la loro posizione con un importo ridotto.

Il modulo per la domanda di definizione è disponibile nella sezione modulistica del sito istituzionale del Comune e può essere consegnato a mano all’Ufficio Protocollo dell’Ente, notificata con raccomandata A/R all’indirizzo Comune di Cancello ed Arnone - Area Finanziaria - Via Municipio 1 - 81030 - Cancello ed Arnone, o tramite posta elettronica all’indirizzo protocollo.cancelloarnone@asmepec.it.

Per maggiori informazioni, è possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune.

Un’opportunità per i cittadini, colta dall’amministrazione comunale, per chiudere contenziosi annosi risparmiando sulle spese legali. 

Elisa Cacciapuoti

 

]]>
Bando “Terra di Lavoro Vero” Fri, 12 Apr 2019 07:47:52 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/540687.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/540687.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione ROMA - 11 Aprile 2019

 

Iniziativa per la valorizzazione di un fondo agricolo incolto confiscato alla camorra nel comune di Cancello ed Arnone (CE).

A disposizione 300 mila euro per un intervento capace di riqualificare il terreno e favorire l’inserimento sociale e lavorativo di giovani e persone svantaggiate.

Con il bando “Terra di Lavoro Vero”, la Fondazione CON IL SUD mette a disposizione 300 mila euro di risorse private per sostenere un progetto capace di rimettere a coltura un fondo di 13 ettari, situato nel comune di Cancello ed Arnone (CE), nell’ottica di creare anche opportunità di lavoro per la comunità locale, in particolare per le persone svantaggiate.

Il bando “Terra di Lavoro Vero” coniuga due temi e due tipologie di ‘beni comuni’, beni confiscati e terreni incolti, che, al di là del loro importante aspetto simbolico, rappresentano una straordinaria opportunità di sviluppo sociale ed economico.

“Questo bando, sebbene strettamente legato a un territorio, rilancia un tema di portata e interesse nazionale, quello della valorizzazione dei beni comuni come opportunità di sviluppo locale – ha dichiarato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD. Soprattutto in questo caso, trattandosi di terreni confiscati, oltre che per il potente valore simbolico, l’iniziativa rappresenta una concreta possibilità di cambiamento anche per le opportunità di lavoro offerte ai giovani”.

L’invito è rivolto alle organizzazioni del Terzo settore della provincia di Caserta, che possono presentare in qualità di soggetto responsabile proposte di progetto basate sulla rivitalizzazione delle tradizioni legate all’agricoltura e all’allevamento, sulle innovazioni tecnologiche e colturali in grado di favorire sia l’inclusione sociale, che nuove opportunità per i giovani talenti a rischio di esodo.

Il partenariato dovrà prevedere la partecipazione di almeno altri due soggetti – preferibilmente ma non necessariamente del casertano – di cui almeno uno del Terzo settore e gli altri afferenti anche al mondo economico, delle istituzioni, dell’università, della ricerca.

Le attività da svolgere sul terreno, che sarà dato in concessione gratuita per 10 anni dal comune di Cancello ed Arnone a favore del soggetto responsabile del progetto selezionato, dovranno essere coerenti con le caratteristiche del fondo e oltre alla coltivazione e allevamento potranno essere attività di tipo sociale, artigianale, commerciale, turistico-ricettivo, ecc., purché strettamente connesse e accessorie a quelle di carattere agricolo.

“È un momento di grande soddisfazione per il territorio – ha dichiarato il sindaco di Cancello ed Arnone, Raffaele Ambrosca – poiché da risorse inespresse e abbandonatane si trae sviluppo e lavoro per la nostra comunità”.

Cancello ed Arnone, comune di 5.900 abitanti, dispone di terreni confiscati che rappresentano oltre il 3% del totale dei beni confiscati dislocati nei 104 comuni della provincia di Caserta. La valorizzazione di tali fondi diventa perciò una grande opportunità, soprattutto per i giovani, non solo per garantire reddito e occupazione ma anche per favorire il consolidamento o la rinascita di quelle reti di connessione sociale che hanno costituito per secoli l’ossatura della vita umana nel Mezzogiorno. È possibile partecipare tramite il portale Chàiros entro il 5 giugno 2019.

Sul tema dei beni comuni, la Fondazione promuove bandi in diversi ambiti: “Bando beni confiscati” per il recupero e la valorizzazione dei beni sottratti alla criminalità organizzata; “Bando Il bene torna comune”per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e culturale; “Bando Ambiente” per la tutela, conservazione e promozione del patrimonio ambientale; “Bando Terre colte” per la messa a coltura di terreni a lungo abbandonati.

 

]]>
l’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA) j aggiornato il valore dei prezzi dei capi bufalini. Tue, 09 Apr 2019 19:23:29 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/539871.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/539871.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Riportiamo integralmente la nota con la quale l’Amministrazione Comunale ha chiesto all’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA) l’aggiornamento del valore dei prezzi dei capi bufalini in ragione della realtà economica del mercato molto dinamica e in conseguenza dei numerosi abbattimenti e, quindi, della accresciuta richiesta di latte.

“La mozzarella di bufala è un prodotto caseario dell'Italia Meridionale, prodotto tradizionalmente in Campania, nel Lazio meridionale, nell'alta Puglia e nel comune di Venafro in Molise.

Questo latticino è prodotto solo con latte fresco ed intero di bufala di razza Mediterranea italiana; si tratta di un animale probabilmente autoctono, come comproverebbe la presenza di un DNA diverso da qualsiasi altro genere bufalo.

A tale unicità, si eguaglia quella del suo prodotto, definito, in rispetto alle sue qualità alimentari e proprietà organolettiche, l’oro bianco della cucina meridionale conquistando parte integrante della Dieta Mediterranea, sia per il legame con il territorio di origine che per le sue peculiarità nutrizionali.

La Mozzarella di Bufala Campana è l’unica mozzarella in commercio ad aver ottenuto il riconoscimento europeo della DOP. Con tale denominazione vengono infatti riconosciute quelle caratteristiche nutritive e merceologiche di questo formaggio a pasta filata, risultanti dall’insieme di precise condizioni ambientali, di allevamento e di metodi tradizionali di lavorazione esistenti solo in questa specifica area di produzione.

La distribuzione degli allevamenti bufalini si concentra maggiormente nella regione Campania la cui provincia di Caserta tocca punte del 70%.

In particolare, nel comune di Cancello ed Arnone, si registrano più di 160 allevamenti con una presenza di oltre 30'000 capi allevati, rappresentando il primo comune in tutta Italia con maggior densità di capi bufalini.

Insieme ai comuni di Grazzanise, Santa Maria la fossa e Castel Volturno, rappresenta la culla dell’economia del territorio fondata sull’allevamento bufalino e dei prodotti che ne derivano quale principalmente il latte.

Negli ultimi tre anni si è passati da un prezzo del latte di 1’10 euro, sceso fino a 0,90 euro/kg in alcuni periodi di crisi, ad un prezzo di mercato attuale di 1,50-1,60 euro/kg.

A questo fenomeno si correla la richiesta di mozzarella, che negli ultimi 3 anni si è accresciuta di poco più del 20%, e dell’export in continuo aumento, così come dichiarato dal consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana, unico organismo riconosciuto dal MiPAAF per la tutela, la vigilanza, la valorizzazione e la promozione di questo formaggio.

Tale trand è in continua crescita e, come dimostrano i dati 2017/2018, si registra un aumento record del 5% ma, sebbene la popolazione bufalina sia aumentata, lo stesso destino non vale per il latte che sta attraversando una fase di relativa scarsità.

Osservando i dati della BDN di Teramo si evince, infatti, che in alcune zone ci sono stati numerosi abbattimenti di capi bufalini adulti in produzione e l’inserimento di giovani animali con una notevole contrazione della produzione, sul totale, del latte. 

La richiesta di animali sul territorio ha caratterizzato un aumento del valore del mercato per i capi adulti; basti pensare che una giovenca di età maggiore ai 15 mesi, nel 2014 aveva un prezzo di mercato che andava dai 1800 ai 2400 euro; oggi, la stessa manza, possiede un valore d’acquisto di 3000 fino a 3500 euro. 

Tali dati sono confermati dall’ANASB (Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina), la quale ha ricevuto diverse richieste di acquisti animali per vita sia dall’Italia che da paesi esteri ma, pur informando i suoi associati, non riesce a soddisfare le richieste.

Visto che la normativa vigente riconosce per i capi abbattuti un indennizzo costituito dal valore ISMEA ai sensi della legge 2 giugno 1988 n. 218 (e successive m. e i.), meno il valore di realizzo della vendita delle carni e quello di rimborso di eventuali polizze assicurative, liquidati con risorse ministeriali e regionali; vista la obbligatorietà da parte dei servizi veterinari che, alla parametrazione fanno riferimento al valore ISMEA della settimana in cui i capi sono stati abbattuti, si chiede l’aggiornamento del valore dei prezzi dei capi, che non risulta congruo per i due anni trascorsi,  nelle varie categorie, con riferimento alla realtà economica del mercato molto dinamica in conseguenza dei numerosi abbattimenti e della maggiore richiesta di latte”.

“In seguito alla nostra nota e a quella della Coldiretti – afferma l’assessore all’agricoltura Di Vuolo – l’ISMEA ha provveduto ad aggiornare il valore dei prezzi dei capi bufalini”.

Esprime grande soddisfazione l’assessore per il traguardo raggiunto: “È un primo passo importantissimo per gli allevatori in quanto, con questo aggiornamento, il valore del prezzo dei capi bufalini è quasi congruo al prezzo reale di mercato”.

 

Elisa

 

]]>
Un successo da Nazionale per il 43^ concorso regionale Aibes Campania Sun, 07 Apr 2019 21:52:58 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/538915.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/538915.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Proclamati a Maiori i vincitori campani che parteciperanno alla 70esima edizione nazionale Aibes

E’ stato un tutt’uno di successi il 43° concorso regionale che l’Associazione Italiana Barman e Sostenitori, quest’anno ha realizzato nella splendida cornice offerta dall’Hotel Pietra di Luna, di Maiori SA, dove si è svolta la 6a edizione di HoReCoast la business community itinerante rivolta ai professionisti e agli operatori del mondo Horeca, organizzato dalle aziende Lamberti Food e De Luca - attrezzature per la ristorazione, in collaborazione con l' agenzia di comunicazione MTN Company, di Carmine D'Alessio con Michele Lanzetta. Il successo dell’evento annuale, che l’Aibes realizza in Campania, è andato al di sopra di ogni più rosea previsione. Vari sono stati gli elementi che hanno permesso al gruppo direttivo campano Aibes di ottenere un riuscita che ha visto questa sezione del sodalizio dei barmen essere considerata come veramente vincente con il suo gruppo dirigenziale e tutti i suoi iscritti. Partendo dalla suggestiva location, si passa alla perfetta organizzazione ed al successo di presenze di partecipanti alle gare. A dirigere questa 43a edizione del concorso Aibes è stato chiamato Alfonso Cascella, past Vice Presidente Nazionale del sodalizio, ed a supervisionare le gare si è impegnato il fiduciario regionale, Luigi Gargiulo, che quest'anno ha compiuto veramente un gran lavoro con la sua squadra dirigenziale, ma anche con tantissimi soci per portare l’Aibes Campania ai più alti livelli come qualche anno addietro. Opera meritoria del gruppo campano Aibes è stata quella del saper comunicare, trasmettere e conquistare la fiducia e simpatia di altre organizzazioni come quella che ha permesso al concorso di poter essere svolto a Maiori in uno dei più prestigiosi alberghi della costiera, dove in contemporanea si è svolta la 6° edizione di HoReCoast, che dal proprio canto si è sempre più si ampliata e riscuote grandi successi, viste le sue giornate di kermesse ricche di eventi, master, degustazioni, convegni ed altro. Cosa molto importante e significativa perché questi risultati vengono ottenuti in un momento di svolta epocale per la quarta rivoluzione industriale che il nostro continente sta vivendo con il progetto ”Piano Industria 4.0”, varato nel 2016 dal Governo nazionale italiano e poi confermato dall’attuale Governo Conte come “Impresa 4.0”. Una vera svolta per “L’Industria Alimentare 4.0”, che in virtù dei processi tecnologici richiede nuovi orizzonti. Mete ambiziose che l’Italia deve salvaguardare rispettando “Tradizione e Innovazione” perché la tradizione è essenza stessa della innovazione ed occorre tracciare le strade per percorrerle con tutte le forze umane dei vari “Saperi”. Questo anche perché l’Italia vanta ben 5047 Specialità Alimentari Tradizionali, un record mondiale e che in particolare ci appartiene come Campania dato che siamo la prima regione d’Italia per numero di specialità agroalimentari tradizionali con 515 bandiere del gusto e detentori di due significativi ed importantissimi riconoscimenti come patrimonio immateriale dell’Unesco, con la Dieta Mediterranea e l’Arte del pizzaiuolo napoletano. A supportare l’impegno dell’Aibes sono state presenti, con i propri area manager, le aziende: RCR Cristalleria Italiana con Mario Sarperi, che ha fornito i bicchieri, la Fabbri 1905 con Fabio Monteforte, Pallini e Pronto Ghiaccio con Antonio Raia, Vini & Design con Piero Zacchini, Bevande Futuriste con Oriana Tafone e Martini con Gianni D’Ercole. Il concorso Aibes, in una 2 giorni esaltante, ha visto scendere in gara per Mixology Lab e Flair Show ben 44 concorrenti, che accolti da Gianni Anselmo Responsabile Didattica Aibes Campania e Consigliere Nazionale, insieme al Vice Fiduciario Aibes Campania Rosario Restino e presentati da Gigi Atripaldi Capo Barman Aibes, hanno disputato le gare di categoria cocktail UNICA per Aspiranti Barmen, Barmen e Capi Barmen: Fancy. In office si sono adoperati: i Capo Barman Aibes Antonino Coppola, Lucio Ciardiello, Giuseppe Lazzazzara, Antonio Mazzola,  Andrea Pinto e Giuseppe Fasano. Gli aspiranti alla conquista dei vari premi sono stati giudicati da tre giurie: quella Tecnica composta da Thomas Deste Presidente Nazionale Promotion Aibes, Antonino Scirè Vice Presidente Nazionale Aibes, Franco Gargiulo Capo Barman Aibes e Luigi Sgaglione Consigliere Nazionale Aibes, che si è reso protagonista in serata di una performance di acrobazie di bottiglie, bicchieri e shaker, dimostrando la sua arte conquistata come campione italiano di flair bartending. Una giuria Degustativa composta dal Delegato Ufficiale: Alfonso Lazzazzara, Antonio Rotondaro Vice Presidente Nazionale Amira, Silvia Palumbo Distribuzione Atosa, Achille Morabito AD “Silenzio Cantatore” e l’affascinante italo brasiliana Barbara Schneider Show Girl TV Drink-Food, che nata in Brasile, da madre veneta e padre tedesco, si è trasferita a Sorrento terra che ama e ambiziosamente vuole esaltare, attraverso una promozione dei prodotti enogastronomici d’eccellenza che la Campania vanta, un suo progetto ”Coolking Class Sorrento”. Infine una giuria Decorazione composta da Giuseppe De Girolamo Giornalista enogastronomo, Rocco Di Costanzo Capo Barman Aibes, Dott.sa Rosa Rosanna Dirigente Scolastico “Pittoni” Pagani e Dott.sa Valentina Gibiino Comunicazioni “Francesca Eventi” Sorrento. Il concorso si è avvalso della collaborazione degli allievi della Scuola Alberghiera I.S.I.S. “Pantaleone Comite” di Maiori, diretta dal Preside Alessandro Ferraiuolo e coordinati dal Prof. Donato Massa. A termine gare, i voti delle giurie hanno determinato i vincitori: primo classificato per la categoria Barman e Capi Barman è stato decretato Antonino Coppola di Sant’Agnello - Sorrento, che andrà di diritto al Nazionale di Roma con il suo cocktail “Jasmine”, 2° Fabio Pinto di Battipaglia, 3° Gianni Nolfi,Andrea Pinto,Francesco Varnelli. Per la categoria Aspiranti Barman è giunto primo Marco Montella, 2° Gaetano De Rosa e 3° Stefania Di Giacomo. Il premio speciale Miglior Decorazione ha visto emergere Michele Pagliuca, mentre il Premio Speciale Miglior Tecnica è stato assegnato a Gennaro Schiano. A documentare con foto e riprese l’evento Aibes ha, come sempre, provveduto Michele De Angelis e Lina con la loro Mda Set Comunications.

Joseph Peppebar

 

]]>
Due giorni di successi per HUNTING SHOW SUD Sat, 06 Apr 2019 21:58:30 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/538822.html http://zend.comunicati.net/comunicati/turismo/manifestazioni/538822.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Seconda edizione del salone dedicato agli appassionati di caccia e tiro sportivo

Organizzato da Italian Exhibition Group al Tari di Marcianise (Caserta) è in corso HUNTING SHOW SUD. Il salone dedicato agli appassionati di caccia e tiro sportivo, inaugurato sabato 6 prosegue nella giornata del 7 entusiasmando i tanti visitatori che già nel giorno di apertura hanno mostrato apprezzamento per l’ampliamento nei numeri e il potenziamento nell’offerta rispetto alla prima edizione, di questa kermesse che mira ad essere il punto di riferimento del settore nel Meridione. Nel primo giorno hanno entusiasmato i visitatori, le esibizioni di Raniero Testa shooter professionista e recordman che, insieme alla sua allieva Carlotta Manzotti, ha ripetuto il suo incredibile primato di tiro sportivo: colpire 13 piattelli in aria con altrettanti colpi. E’ stato veramente bello ed interessante per i visitatori vivere i tanti show, impreziositi da lanci di coriandoli, fumogeni tricolori e tante sorprese, come l’atterraggio della bandiera tricolore dal cielo. 

Hanno conquistato il pubblico anche le esibizioni dei Falconieri del Re, uno dei più prestigiosi gruppi italiani di falconeria, un’arte millenaria tutta da scoprire, con voli spettacolari di poiane, falchi e gufi nel piazzale del Tarì e nei campi adiacenti alle linee tiro. Non potevano mancare i retrievers, gli amici più fedeli degli appassionati di caccia, con le dimostrazioni dei meravigliosi labrador dell’allevamento Zoccali di Sutri (Vt). A condurli Carmela Di Nardo e Luca Indrieri, del Centro Cinofilo YellowJoy di Cosenza. “L’obiettivo di un buon addestramento”, racconta Carmela, “è il raggiungimento di un equilibrio tra iniziativa del cane e controllo da parte dell’istruttore”.

Affollate anche le 8 le linee di tiro dedicate agli appassionati che vogliono provare le novità esposte in fiera. Oltre 100 i brand rappresentati in fiera, su un’area complessiva di 10 mila metri quadri.  

 Nella giornata domenicale verrà replicato il ricco programma di spettacoli e certamente l’affluenza come per la precedente edizione del 2018 e come la giornata di sabato darà a questo evento campano i successi che merita.

Giuseppe De Girolamo

 

 

]]>
Successo per il convegno di Vietri sul mare, Industria Alimentare 4.0 Sat, 06 Apr 2019 00:04:17 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/538741.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/538741.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Un nutrito numero di uditori ha mostrato grande interesse per le diverse argomentazioni esposte dagli oratori

A portare il saluto di N&M Management organizzatrice dei convegni - esposizione Industria Alimentare 4.0, ed il benvenuto agli ospiti della tappa di Vietri, come a Bergamo e a Modena è intervenuto Testimonial Nazionale dell’evento Anthony Peth, attore, regista conduttore di “Gustibus” su La7 e costantemente presente in trasmissioni Rai come “uno mattina” in veste di esperto e promotore in Italia e nel mondo dei prodotti Doc Italy, quale “Ambasciatore del Gusto” dell’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy). Sebbene per la pioggia, la giornata non si presentasse nel suo aspetto migliore per promuovere la costiera dove affaccia l’incantevole Lloyd’s Baia Hotel di Salerno, la convention organizzata, per il sud, dalla N&M Management, con la Dott.ssa Mariaraffaella Napolitano e la Dott.ssa Tiziana Di Pede, rispettivamente CEO e sede di Napoli della Management, ha riscosso grande affluenza di interessati all’iniziativa. Obiettivo di questa edizione del convegno itinerante, come per le altre località italiane toccate, è stato quello di “Istruire, accompagnare e supportare le Purchasing Manager’s Index italiane del comparto alimentare, impegnate nei processi di cambiamento imposti dalla quarta rivoluzione industriale”. A Vietri sono state trattate le problematiche e soprattutto di soluzioni per le PMI italiane impegnate nei processi di industrializzazione e nella rivoluzione industriale nel mondo alimentare. Il convegno, moderato dal giornalista enogastronomo Giuseppe De Girolamo, dopo il saluto di Anthony Peth, ha preso il via con la Dott.ssa Silvia Bernardini – Presidente dell’associazione culturale Human&Business,che ha relazionato su “Approcci e Processi – dalle parole ai fatti, declinazioni possibili dell’innovazione vera”.  La Bernardini, con il suo magistrale intervento, ha evidenziato la necessità di indagine sui nuovi trend di sviluppo del processo tecnologico perché il cibo possa essere una cornice unificante. Ribadendo la necessità di chiarezza sulla nutrizione, sulle etichette che devono contenere una tracciabilità completa del prodotto, la Bernardini, ha affermato che per evolvere occorre integrare innovazione e tradizione ed un piatto non deve essere solo bello, ma deve essere anche buono.  E’ stata poi la volta del Dott. Gianluca Bertone – Creatore del brand BertoneHR, Digital HR & Performance Coach, Freelance e Temporary Manager per realtà locali e internazionali con un intervento su “La personalizzazione del lavoro 4.0”. Bertone, ricordando con onore le sue origini contadine ed il suo successo di vita nello sviluppo dei software, ha sottolineato che in Italia la manifattura del food rappresenta una fra le maggiori fonti di economia e la piccola impresa un terzo della forza lavoro, occorre dunque sviluppare sempre più “Innovazione e Formazione”. Sulle grandi realtà che la Campania possiede come la Mela Annurca, regina delle mele, apprezzata sin dal I secolo D.C. da Plinio il Vecchio, ma anche la Dieta Mediterranea e l’Arte del Pizzaiuolo riconosciuti dall’Unesco quali Patrimoni immateriali dell’Umanità, senza dimenticare tanti altri prodotti di eccellenza campani, ma anche nazionali tipo il Parmigiano Reggiano ed altri si è espresso l’Avv. Vincenzo Schipani, collaboratore dello Studio legale dell’Avv. Salvatore Festa di Salerno, chiarendo gli “Aspetti innovativi in una cultura tradizionale”. Schipani, ha soggiunto che la 4a rivoluzione industriale, va portata avanti con creatività legate a tradizioni e passioni, perché la tradizione è essenza stessa della innovazione ed occorre dunque tracciare nuove strade e percorrerle con tutte le forze umane dei vari saperi, in quanto i processi innovativi recuperano dalla storia i loro valori tradizionali da affrontare con consapevolezza e responsabilità. Prima del previsto coffee break è intervenuta l’Avv. Maria Vitale - esperta di misure di politica attiva e coordinatore Cava Campania di CSF Start Up autoimprenditorialita’ e innovazione, che ha trattato un argomento fortemente sentito da tutti, ma in primis dal mondo giovanile “Assunzioni agevolate con Garanzia Giovani”. Obiettivo della Vitale realizzatrice di un progetto di pulmino Maiori, Cetara, Vietri, Salerno, è quello di emozionare i giovani, dando sviluppo alle loro potenzialità attraverso le misure agevolate per fare impresa, con innovazione e sostenibilità, previste dai fondi regionali destinati ai giovani tra i 18 e 29 anni. Di seguito Vincenzo Supino designer prodotti di vario genere, con riferimento alla cucina giapponese suschki nel suo progetto Strat Up, ha dimostrato come rendere interessante il bello ed il buono della tavola anche come momento di condivisione. Poi ancora Tommaso Marrone, che ha ricordato i 220 milioni di Euro assegnati dalla Regione Campania e non ancora spesi, da investire sui giovani per i tirocini gratuiti. La ripresa dei lavori della giornata, dopo la pausa caffè, che il gran professionista barman Emanuele Apicella ha preparato egregiamente e servito con un’accoglienza di primordine, come è dovuto in un albergo d’elite, ha dato modo ad altri esperti dell’evoluzione Industria 4.0 di esprimere le loro argomentazioni in modo da sensibilizzare la platea che non ha mostrato cedimento d’ascolto, ansi si è sempre più appassionata ai vari argomenti trattati, dimostrando quanto sia grande l’attenzione ed interesse per le tematiche che N&M Management, con il suo testimonial nazionale Anthony Peth, sta portando avanti con i convegni realizzati e da realizzare. Si sono succeduti al microfono supportati da creative slides di presentazione degli argomenti trattati la Dott.ssa Maria Teresa Di Giorgio – Rappresentante di Matesa’s Hop Farm, scoperta dalla Dott.ssa Katia Carbone, per la realizzazione del primo progetto nazionale sulla coltivazione del Luppolo in Italia. La Di Giorgio, ha interessato i presenti trattando il tema: “Luppolo e potenzialità di sviluppo del territorio: un’esperienza lucana”. A seguire è intervenuto il Dott. Giuseppe Barbarani – Ideatore, presidente del Consiglio di Amministrazione e responsabile direzionale e sviluppo di Compensiamo che, da esperto fiscalista, ha evidenziato le problematiche di ritardi di pagamenti fatture che interrompono il flusso finanziario ed ha trattato “La compensazione volontaria Multilaterale – una nuova opportunità per le imprese agricole e alimentari 4.0”. Altro importante intervento è stato quello della Dott.ssa Angela Abalsamo – Responsabile Area e Divisione Alimentare di emhea, che si è espressa sul “Consumo di tè verde e riduzione del rischio di tumore al seno: revisione sistematica della letteratura e meta-analisi”. Il Dott. Angelo Greggi – CEO di Babetters e consulente in ambito digital, marketing e Advertising, ha relazionato sula sua creazione, l’app Babette.word: food sharing marketplace. Il Dott. Alessandro Turetta, Presidente di NEXID e Presidente ClubTI di Milano, ha chiuso gli interventi dell’interessante convegno, parlando di “Blockchain tra falsi miti e realtà”. Subito dopo la chiusura dei lavori e dei saluti e ringraziamenti di Anthony Peth, Sivia Bernardini e Fabio Lauricella di N&M Management con i responsabili della sede di Napoli della stessa, Diego Mele e Tiziana Di Pede organizzatori dell’evento campano, si è passati a gustare il light brunch, sulla terrazza dell’hotel con vista sul mar Tirreno. Uno show coking che la chef Eleni Pisano, foodstylist, beerchef & spiceaddicted, autrice di “Le Ricette di Eleni- il cibo a tutto tondo” ha elaborato de visu utilizzando prodotti di eccellenza come l’olio EVO Birtolo di Taranto, Main Sponsor della manifestazione, ha permesso ai partecipanti all’evento di gustare deliziose pietanze, accompagnate dai vini della cantina Nicola Bianco di Gioi SA, o birre artigianali Honey Monkey di Francavilla in Sinni PZ. Tra i presenti, anche docenti di istituti campani come la professoressa Ada Senatore, molto sensibile alle problematiche di innovazioni tecnologiche ed a tutto il mondo che la circonda per trasmettere nei giovani, nostra grande forza del domani, valori di cultura e di vita sana e innovativi, senza mai perdere d’occhio la tradizione, il tutto con la finalità di costruire un mondo migliore. A supportare l’evento – patrocinato da AIRI, dal Comune di Salerno e dalla Provincia di Salerno, sono intervenute numerose realtà nostrane fiduciose e consapevoli delle potenzialità del comparto food, che si conferma, come ogni anno, un motore economico fondamentale per la crescita nazionale, sia in campo economico, che in ambito sociale in termini di posti di lavoro.

 

Joseph Peppebar

 

]]>
Successo per il convegno di Vietri sul mare, Industria Alimentare 4.0 Sat, 06 Apr 2019 00:03:55 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/538740.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/538740.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Un nutrito numero di uditori ha mostrato grande interesse per le diverse argomentazioni esposte dagli oratori

A portare il saluto di N&M Management organizzatrice dei convegni - esposizione Industria Alimentare 4.0, ed il benvenuto agli ospiti della tappa di Vietri, come a Bergamo e a Modena è intervenuto Testimonial Nazionale dell’evento Anthony Peth, attore, regista conduttore di “Gustibus” su La7 e costantemente presente in trasmissioni Rai come “uno mattina” in veste di esperto e promotore in Italia e nel mondo dei prodotti Doc Italy, quale “Ambasciatore del Gusto” dell’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy). Sebbene per la pioggia, la giornata non si presentasse nel suo aspetto migliore per promuovere la costiera dove affaccia l’incantevole Lloyd’s Baia Hotel di Salerno, la convention organizzata, per il sud, dalla N&M Management, con la Dott.ssa Mariaraffaella Napolitano e la Dott.ssa Tiziana Di Pede, rispettivamente CEO e sede di Napoli della Management, ha riscosso grande affluenza di interessati all’iniziativa. Obiettivo di questa edizione del convegno itinerante, come per le altre località italiane toccate, è stato quello di “Istruire, accompagnare e supportare le Purchasing Manager’s Index italiane del comparto alimentare, impegnate nei processi di cambiamento imposti dalla quarta rivoluzione industriale”. A Vietri sono state trattate le problematiche e soprattutto di soluzioni per le PMI italiane impegnate nei processi di industrializzazione e nella rivoluzione industriale nel mondo alimentare. Dopo il saluto di Anthony Peth la Dott.ssa Silvia Bernardini – Presidente dell’associazione culturale Human&Business, ha relazionato su “Approcci e Processi – dalle parole ai fatti, declinazioni possibili dell’innovazione vera”. La Bernardini, con il suo magistrale intervento, ha evidenziato la necessità di indagine sui nuovi trend di sviluppo del processo tecnologico perché il cibo possa essere una cornice unificante. Ribadendo la necessità di chiarezza sulla nutrizione, sulle etichette che devono contenere una tracciabilità completa del prodotto, la Bernardini, ha affermato che per evolvere occorre integrare innovazione e tradizione ed un piatto non deve essere solo bello, ma deve essere anche buono.  E’ stata poi la volta del Dott. Gianluca Bertone – Creatore del brand BertoneHR, Digital HR & Performance Coach, Freelance e Temporary Manager per realtà locali e internazionali con un intervento su “La personalizzazione del lavoro 4.0”. Bertone, ricordando con onore le sue origini contadine ed il suo successo di vita nello sviluppo dei software, ha sottolineato che in Italia la manifattura del food rappresenta una fra le maggiori fonti di economia e la piccola impresa un terzo della forza lavoro, occorre dunque sviluppare sempre più “Innovazione e Formazione”. Sulle grandi realtà che la Campania possiede come la Mela Annurca, regina delle mele, apprezzata sin dal I secolo D.C. da Plinio il Vecchio, ma anche la Dieta Mediterranea e l’Arte del Pizzaiuolo riconosciuti dall’Unesco quali Patrimoni immateriali dell’Umanità, senza dimenticare tanti altri prodotti di eccellenza campani, ma anche nazionali tipo il Parmigiano Reggiano ed altri si è espresso l’Avv. Vincenzo Schipani, collaboratore dello Studio legale dell’Avv. Salvatore Festa di Salerno, chiarendo gli “Aspetti innovativi in una cultura tradizionale”. Schipani, ha soggiunto che la 4a rivoluzione industriale, va portata avanti con creatività legate a tradizioni e passioni, perché la tradizione è essenza stessa della innovazione ed occorre dunque tracciare nuove strade e percorrerle con tutte le forze umane dei vari saperi, in quanto i processi innovativi recuperano dalla storia i loro valori tradizionali da affrontare con consapevolezza e responsabilità. Prima del previsto coffee break è intervenuta l’Avv. Maria Vitale - esperta di misure di politica attiva e coordinatore Cava Campania di CSF Start Up autoimprenditorialita’ e innovazione, che ha trattato un argomento fortemente sentito da tutti, ma in primis dal mondo giovanile “Assunzioni agevolate con Garanzia Giovani”. Obiettivo della Vitale realizzatrice di un progetto di pulmino Maiori, Cetara, Vietri, Salerno, è quello di emozionare i giovani, dando sviluppo alle loro potenzialità attraverso le misure agevolate per fare impresa, con innovazione e sostenibilità, previste dai fondi regionali destinati ai giovani tra i 18 e 29 anni. Di seguito Vincenzo Supino designer prodotti di vario genere, con riferimento alla cucina giapponese suschki nel suo progetto Strat Up, ha dimostrato come rendere interessante il bello ed il buono della tavola anche come momento di condivisione. Poi ancora Tommaso Marrone, che ha ricordato i 220 milioni di Euro assegnati dalla Regione Campania e non ancora spesi, da investire sui giovani per i tirocini gratuiti. La ripresa dei lavori della giornata, dopo la pausa caffè, che il gran professionista barman Emanuele Apicella ha preparato egregiamente e servito con un’accoglienza di primordine, come è dovuto in un albergo d’elite, ha dato modo ad altri esperti dell’evoluzione Industria 4.0 di esprimere le loro argomentazioni in modo da sensibilizzare la platea che non ha mostrato cedimento d’ascolto, ansi si è sempre più appassionata ai vari argomenti trattati, dimostrando quanto sia grande l’attenzione ed interesse per le tematiche che N&M Management, con il suo testimonial nazionale Anthony Peth, sta portando avanti con i convegni realizzati e da realizzare. Si sono succeduti al microfono supportati da creative slides di presentazione degli argomenti trattati la Dott.ssa Maria Teresa Di Giorgio – Rappresentante di Matesa’s Hop Farm, scoperta dalla Dott.ssa Katia Carbone, per la realizzazione del primo progetto nazionale sulla coltivazione del Luppolo in Italia. La Di Giorgio, ha interessato i presenti trattando il tema: “Luppolo e potenzialità di sviluppo del territorio: un’esperienza lucana”. A seguire è intervenuto il Dott. Giuseppe Barbarani – Ideatore, presidente del Consiglio di Amministrazione e responsabile direzionale e sviluppo di Compensiamo che, da esperto fiscalista, ha evidenziato le problematiche di ritardi di pagamenti fatture che interrompono il flusso finanziario ed ha trattato “La compensazione volontaria Multilaterale – una nuova opportunità per le imprese agricole e alimentari 4.0”. Altro importante intervento è stato quello della Dott.ssa Angela Abalsamo – Responsabile Area e Divisione Alimentare di emhea, che si è espressa sul “Consumo di tè verde e riduzione del rischio di tumore al seno: revisione sistematica della letteratura e meta-analisi”. Il Dott. Angelo Greggi – CEO di Babetters e consulente in ambito digital, marketing e Advertising, ha relazionato sula sua creazione, l’app Babette.word: food sharing marketplace. Il Dott. Alessandro Turetta, Presidente di NEXID e Presidente ClubTI di Milano, ha chiuso gli interventi dell’interessante convegno, parlando di “Blockchain tra falsi miti e realtà”. Subito dopo la chiusura dei lavori e dei saluti e ringraziamenti di Anthony Peth, Sivia Bernardini e Fabio Lauricella di N&M Management con i responsabili della sede di Napoli della stessa, Diego Mele e Tiziana Di Pede organizzatori dell’evento campano, si è passati a gustare il light brunch, sulla terrazza dell’hotel con vista sul mar Tirreno. Uno show coking che la chef Eleni Pisano, foodstylist, beerchef & spiceaddicted, autrice di “Le Ricette di Eleni- il cibo a tutto tondo” ha elaborato de visu utilizzando prodotti di eccellenza come l’olio EVO Birtolo di Taranto, Main Sponsor della manifestazione, ha permesso ai partecipanti all’evento di gustare deliziose pietanze, accompagnate dai vini della cantina Nicola Bianco di Gioi SA, o birre artigianali Honey Monkey di Francavilla in Sinni PZ. Tra i presenti, anche docenti di istituti campani come la professoressa Ada Senatore, molto sensibile alle problematiche di innovazioni tecnologiche ed a tutto il mondo che la circonda per trasmettere nei giovani, nostra grande forza del domani, valori di cultura e di vita sana e innovativi, senza mai perdere d’occhio la tradizione, il tutto con la finalità di costruire un mondo migliore. A supportare l’evento – patrocinato da AIRI, dal Comune di Salerno e dalla Provincia di Salerno, sono intervenute numerose realtà nostrane fiduciose e consapevoli delle potenzialità del comparto food, che si conferma, come ogni anno, un motore economico fondamentale per la crescita nazionale, sia in campo economico, che in ambito sociale in termini di posti di lavoro.

Giuseppe Peppebar

]]>
Cancello ed Arnone: istanza di ammissione alla massa passiva Fri, 05 Apr 2019 09:56:17 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538456.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538456.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Il Comune di Cancello ed Arnone con delibera di Consiglio Comunale n.22 del 26.07.2018, esecutiva ex lege, ha dichiarato lo stato di dissesto finanziario. Successivamente, con DPR in data 03.01.2019, è stata nominata la Commissione Straordinaria di Liquidazione per l’amministrazione della gestione e dell’indebitamento pregresso, nonché per l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti dell’Ente.

L’OSL, con propria delibera n.6 de 03.04.2019, ha prorogato i termini di presentazione delle istanze ai fini dell’insinuazione nella massa passiva del Comune di Cancello ed Arnone relative al periodo 1.1.2015 al 31.12.2018.

Chiunque ritenga di averne diritto, può presentare l’istanza entro il 2 maggio 2019, corredandola da idonea documentazione, contenente:

  1. generalità, o ragione sociale, ed indirizzo del creditore, con indicazione del codice fiscale o P.IVA;
  2. Oggetto del credito vantato da 01.01.2015 al 31.12.2018 ne confronti del Comune;
  3. Importi distinto per capitale ed accessori;
  4. Indicazioni del periodo temporale in cui è maturato il credito;
  5. Idonea documentazione atta a dimostrare la sussistenza del debito dell’Ente;
  6. Eventuali cause di prelazione;
  7. Eventuali atti interruttori della prescrizione;
  8. Ogni ulteriore elemento ritenuto utile ai fini del l’accertamento del credito.

La predetta istanza dovrà essere indirizzata alla COMMISSIONE STRAORDINARIA DI LIQUIDAZIONE del Comune attraverso una delle seguenti modalità:

  • consegna del plico presso il protocollo dell’Ente;
  • trasmissione a mezzo raccomandata al seguente indirizzo: Piazza Municipio, 1 - 81030 - Cancello ed Arnone (CE)
  • invio per posta certificata al seguente indirizzo: protocollo.cancelloarnone@asmepec.it

Il modello di domanda è disponibile sul sito istituzionale del Comune o presso l’ufficio di Segreteria. 

 

Elisa

 

]]>
Pace fiscale e votazione per la prosecuzione dell’Emittente Radio Radicale Wed, 03 Apr 2019 21:51:55 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538034.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538034.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Questi i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale del Comune di Cancello ed Arnone

 

Presso la Sala Consiliare del Comune di Cancello ed Arnone, i consiglieri comunali hanno posto 5 punti all’ordine del giorno:

  1. Approvazione verbali seduta consiliare precedente del 12.03.2019;
  2. Adesione alla definizione agevolata delle controversie tributarie, ai sensi dell’art. 6 del Decreto Legge n. 119 del 2018;
  3. Nomina Commissione Paesaggistica;
  4. Voti per la prosecuzione dell’attività dell’Emittente Radio Radicale;
  5. Individuazione enti e società che compongono il gruppo amministrazione pubblica (GAP) e parametrazione ai fini della redazione del bilancio consolidato. Revisione. 

Ha presieduto e aperto, con l’approvazione dei verbali della seduta consiliare precedente, la seduta pubblica del civico consesso la Presidente del Consiglio dott.ssa Ersilia Viola

Per quanto riguarda il punto 2, la pace fiscale, è l’assessore a prendere la parola:

“L’art. 6 del decreto legge 119/2018 dispone per i comuni la possibilità di aderire alla definizione agevolata per le controversie tributarie pendenti, ovvero non definite con sentenza passata in giudicato. L’agevolazione consiste nella duplice opportunità per il comune, da un lato, che vede ridotto il carico di controversie, e per il debitore, dall’altro, che vede ridotto in modo significativo il debito, in quanto sono escluse le sanzioni e gli interessi ed è ridotta notevolmente la percentuale dell’imposta da versare”.

Si è passati poi alla votazione per la prosecuzione dell’attività dell’Emittente Radio Radicale. È l’assessore Di Puorto che esplicita al riguardo: “Radio Radicale ha introdotto in Italia un modello di informazione politica totalmente innovativo, garantendo l’integralità degli eventi istituzionali e politico trasmessi: nessun taglio, nessuna mediazione giornalistica e nessuna selezione, al fine di permettere agli ascoltatori di “conoscere per deliberare”.

Per questo motivo, si è deciso di attivarsi presso il Governo Nazionale per consentire la prosecuzione della trasmissione radiofonica da parte di Radio Radicale mediante la proroga del vigente regime convenzionale con il Centro di Produzione S.p.A.”

Il Consiglio si è concluso con l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno. 

 

Elisa Cacciapuoti

]]>
Pace fiscale e votazione per la prosecuzione dell’Emittente Radio Radicale Wed, 03 Apr 2019 21:51:33 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538033.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538033.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Questi i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale del Comune di Cancello ed Arnone

 

Presso la Sala Consiliare del Comune di Cancello ed Arnone, i consiglieri comunali hanno posto 5 punti all’ordine del giorno:

  1. Approvazione verbali seduta consiliare precedente del 12.03.2019;
  2. Adesione alla definizione agevolata delle controversie tributarie, ai sensi dell’art. 6 del Decreto Legge n. 119 del 2018;
  3. Nomina Commissione Paesaggistica;
  4. Voti per la prosecuzione dell’attività dell’Emittente Radio Radicale;
  5. Individuazione enti e società che compongono il gruppo amministrazione pubblica (GAP) e parametrazione ai fini della redazione del bilancio consolidato. Revisione. 

Ha presieduto e aperto, con l’approvazione dei verbali della seduta consiliare precedente, la seduta pubblica del civico consesso la Presidente del Consiglio dott.ssa Ersilia Viola

Per quanto riguarda il punto 2, la pace fiscale, è l’assessore a prendere la parola:

“L’art. 6 del decreto legge 119/2018 dispone per i comuni la possibilità di aderire alla definizione agevolata per le controversie tributarie pendenti, ovvero non definite con sentenza passata in giudicato. L’agevolazione consiste nella duplice opportunità per il comune, da un lato, che vede ridotto il carico di controversie, e per il debitore, dall’altro, che vede ridotto in modo significativo il debito, in quanto sono escluse le sanzioni e gli interessi ed è ridotta notevolmente la percentuale dell’imposta da versare”.

Si è passati poi alla votazione per la prosecuzione dell’attività dell’Emittente Radio Radicale. È l’assessore Di Puorto che esplicita al riguardo: “Radio Radicale ha introdotto in Italia un modello di informazione politica totalmente innovativo, garantendo l’integralità degli eventi istituzionali e politico trasmessi: nessun taglio, nessuna mediazione giornalistica e nessuna selezione, al fine di permettere agli ascoltatori di “conoscere per deliberare”.

Per questo motivo, si è deciso di attivarsi presso il Governo Nazionale per consentire la prosecuzione della trasmissione radiofonica da parte di Radio Radicale mediante la proroga del vigente regime convenzionale con il Centro di Produzione S.p.A.”

Il Consiglio si è concluso con l’approvazione di tutti i punti all’ordine del giorno. 

 

Elisa Cacciapuoti

]]>
Pace fiscale: l’amministrazione del Comune di Cancello ed Arnone, in Consiglio aderisce alla definizione agevolata delle controversie tributarie Wed, 03 Apr 2019 21:42:37 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538032.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/538032.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione L’art. 6 “Definizione agevolata delle controversie tributarie” del decreto legge n.119 del 2018, convertito con legge n.136 del 2018, prevede la possibilità per i Comuni di disporre entro il 31 Marzo 2019 la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti (la cosiddetta Pace Fiscale).

Le controversie definibili sono quelle non definite con sentenza passata in giudicato, pendenti in qualsiasi grado di giudizio, ivi compresa la Corte di Cassazione.

L’adesione alla definizione agevolata comporta l’esclusione delle sanzioni e degli interessi ed il

pagamento in una percentuale variabile dal 100% al 5% dell’imposta, in funzione dello stato del contenzioso e dell’esito delle sentenze emesse alla data del 24 ottobre 2018.

Con Delibera di Consiglio n. 13 del 01.04.2019, l’Amministrazione Comunale ha aderito alla definizione agevolata delle controversie tributarie (pace fiscale), in quanto rappresenta un’opportunità sia per il Comune, perché consente di ridurre il contenzioso in essere, sia per il debitore che, grazie, appunto, all’esclusione delle sanzioni, degli interessi oltre che di una quota dell’imposta, vede ridotto significativamente il debito.

 

Elisa Cacciapuoti

]]>
Grande successo per la presentazione del libro dell’ex magistrato Nuzzo Fri, 29 Mar 2019 09:56:51 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/536703.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/536703.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  “Il Feudo di Arnone” Storia minima di un processo famoso (1793-1818)

Cancello ed Arnone: Puntuale, come da programma, ha avuto luogo la presentazione del libro del Giudico Francesco Nuzzo “Il Feudo di Arnone. Storia minima di un processo famoso (1793-1818)”.

Un evento fortemente voluto dal primo cittadino di Cancello ed Arnone, avv. Raffaele Ambrosca, che ha visto la partecipazione di moltissime persone provenienti sia da Cancello ed Arnone che dai paesi limitrofi di Castel Volturno, Aversa, Capua, Caserta ecc.

Tra le autorità presenti, sono da annoverare l’Arcivescovo della diocesi di Capua Sua Eccellenza Monsignor Visco, il già questore di Isernia dott. Biagio Ciaramella, il Dirigente del Commissariato di Aversa dott. Vincenzo Gallozzi e moltissime altre personalità che hanno fatto da cornice all’illustre tavole dei relatori formato dal sindaco Ambrosca, dal parroco di San Castrese don Ernesto Branco, il prof. Vincenzo De Caprio, Ordinario di Letteratura Italiana all’Università della Tuscia ed, ovviamente, l’autore, il già giudice Francesco Nuzzo. 

Ad aprire i lavori per dare il benvenuto a tutti i convenuti, è stato il sindaco Ambrosca che ha ringraziato, in primis, le autorità, ma anche tutti i cittadini che hanno partecipato numerosi all’evento richiamati dalla stima e dall’amicizia che il Giudice Nuzzo ha da sempre saputo dare e ricevere. Molti gli amici locali che con lui, tanti anni fa, hanno formato la squadra di calcio del Cancello ed Arnone, di cui Nuzzo era portiere. Molti gli amici di Castel Volturno dove lui è stato sindaco qualche decennio fa. 

Naturalmente tanti concittadini ben lieti di venire ad onorarlo e salutarlo. 

“Il Feudo di Arnone - come spiega lo stesso autore nell’avvertenza dell’opera - è nato nel corso di una ricerca sulla giustizia dell’Ancien Régime. Mi venne tra le mani il libro di Anna Maria Rao, “L’amaro della feudalità”. La devoluzione di Arnone e la questione feudale a Napoli alla fine del ‘700, che avevo studiato anni addietro. Volli leggerlo nuovamente, per due ragione essenziali: l’autrice è una storica di grande valore, nota per la serietà dei suoi scritti; il tema riguarda una vicenda giudiziaria relativa al mio paese. La ricca messe di notizie, raccolte in biblioteche e archivi di Napoli, Caserta, Valladolid, Parigi, fornisce un compendio esauriente del dibattito sui feudi nel Regno di Napoli, dove le vertenze giudiziarie tra Fisco Regio e baroni, come quelle tra baroni e università erano continue. I fronti contrapposti esprimevano indirizzo politici, economici, sociali assai diversi, con l’evidente coinvolgimento degli illuministi, che denunciavano la persistenza del “mostro feudale” nel Mezzogiorno”.

Poi la parola passa al parroco di San Castrese don Ernesto Branco che inizia con un epigramma di Giuseppe Giusti, il quale scriveva: “Fare un libro è meno che niente se il libro fatto non rifà la gente”. “Un libro deve cambiare la gente e questo libro di “Ciccio” mi ha cambiato, continua il parroco, mi ha fatto fare un bagno nella storia e mi ha fatto meditare la storia. Noi abbiamo l’obbligo di meditare la storia e di digerirla perché essa diventa un peso se non viene capita, un peso insopportabile che ci schiaccia con la sua immanenza. Se non meditiamo la storia, cioè le nostre origini, diventiamo incapaci di aprirci alla conoscenza”. 

Conclude il prof. Vincenzo De Caprio, che ha curato l’introduzione dell’opera. Come lui stesso ci spiega, proprio nell’introduzione, “la storia narra di un processo durato 25 anni. Fra le tante controversie legali relative ai feudi che ci furono nel Regno di Napoli, quella sorta alla fine del Settecento intorno all’eredità del feudo di Arnone fece un certo scalpore fra i contemporanei, mobilitando non solo grandi avvocati e giuristi di professione, ma anche figure diverse di intellettuali ed, in particolare, illuministi di tutto rilievo. I fatti che diedero origine a questo processo si collocano fra il 1792, quando morì il feudatario di Arnone e il 1794, quando un pretendente rivendicò l’eredità del feudo contro il Regio Fisco che lo aveva considerato non ereditabile e lo aveva bloccato per incamerarlo nei beni della corona. Il processo dunque cominciò nel 1794 e fu lunghissimo, protraendosi per ben 25 anni e generando un profluvio di carte, documenti legali, memorie, riconsiderazioni, messe a punto, analisi, descrizioni. Esso ebbe termine solo nel 1818 senza sciogliere il nodo da cui era stato originato, ma con un accordo fra le parti”.

Dopo “Modernità di Gaetano Filangeri”, “Accusa e inquisizione nel pensiero illuministico”, con la sua ultima fatica letteraria, dedicata ai suoi concittadini e al suo paese, il Giudice Nuzzo aggiunge un importante tassello a quello che è il mosaico storico del nostro piccolo ma, nello stesso tempo, importante paese. 

 

Elisa Cacciapuoti

 

]]>
“Jus Factory” festeggia il suo anniversario Tue, 26 Mar 2019 11:19:34 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/535645.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/535645.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Ha ottenuto successo il primo evento ufficiale che “Jus Factory”, con sede sociale presso lo studio Di Celmo, in Via Morgantini 3 a Napoli, ad un anno dalla ratifica del proprio statuto, ha organizzato in uno dei locali più in di Napoli, l’”Archivio Storico” dove, in una cornice dedicata all’epoca dei Borbone è possibile gustare dagli ottimi cocktail a pietanze che si rifanno ai Monzù, con il tocco di modernità di chef stellati come per i menù firmati dall’ischitano Pasquale Palamaro. Quale miglior posto per divulgare i progetti di “Jus Factory”, se non il locale realizzato da Luca Iannuzzi, nato per divulgare un patrimonio culinario che la città partenopea vanta e che sta sempre più conquistando clienti accolti dalle sale che omaggiano la cultura borbonica in ogni loro angolo con opere pittoriche dedicate ai Re Borbone delle Due Sicilie ( con rispettive mogli) Carlo, Ferdinando I, Francesco I, Ferdinando II, e Francesco II, fino a giungere all’ultimo pretendente al trono, l’erede legittimo, Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone, Duca di Castro e Gran Maestro di tuti gli Ordini Dinastici. A ricevere gli oltre 300 colleghi invitati, dei quali oltre 100 già associati a “Jus Factory” e coloro che intendevano associarsi presso una apposita postazione creata nelle sale del locale vomerese, c’erano il presidente e vice di questo sodalizio, rispettivamente Roberto Porzio e Alessandro Di Celmo insieme a Carmine Foreste, presidente dell’ANAI sezione di Napoli, il più giovane consigliere consigliere della storia dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, realizzatore dell’associazione “Alpha Lawyers” costituita nel maggio del 2014, che ha già ottenuto successi nel mondo forense. Infatti “Jus Factory” è in stretta collaborazione con “Alpha Lawyers” accreditata presso il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli, che persegue obiettivi necessariamente richiesti in virtù dell’evoluzione tecnologica, anche e soprattutto nel mondo della legalità, per rendere partecipi il più ed al meglio possibile dall’iscritto al corso Universitario di giurisprudenza, al laureato o ancora coloro che hanno scelto di essere civilisti, penalisti, amministrativisti o notai o anche magistrati offrendo una necessita di svolta che possa dare a tutti la possibilità di esprimersi e portare avanti i propri progetti. Jus Factory può rappresentare dunque, ad esempio, il primo sindacato per la difesa dei diritti dei Praticanti "sans papier" avvocati monocomittenti che lavorano per altri avvocati. Prestano la loro attività a vantaggio di grandi studi legali incrementandone il fatturato, ma senza godere dei diritti derivanti da un rapporto di lavoro subordinato. Non possono goderne perché nell'ordinamento italiano a differenza di altri europei (es. francese, inglese, spagnolo) la professione di avvocato è incompatibile con il lavoro subordinato ad eccezione dell'insegnamento/ricerca in materie giuridiche per università o scuole secondarie e avvocatura per enti pubblici alla quale si accede tramite concorso pubblico e che implica l'apposita iscrizione in un elenco speciale. Dice Porzio: “Occorre dunque, combattere questa disparità di trattamento rispetto ad altri professionisti (ingegneri, medici, architetti) ai quali è consentito di svolgere la loro attività sia liberamente sia alle dipendenze di altri, cosa che ben presto potrebbe essere eliminata”. Porzio continua sostenendo: ”Altra battaglia è la trasparenza ed il meccanismo dell’Esame di Stato per Avvocati, che per tanti giovani diviene una corsa al lavoro spesso priva di tutele adeguate.  Necessita quindi, realizzare una riforma condivisa dalle due associazioni per proporre una Riforma che riguardi sia l’accesso all’Esame di Stato, sia Universitaria, in quanto l’attuale numero di avvocati non ha una differenziazione fra quelli che intendono fare l’avvocato o il magistrato o il notaio o altri concorsi. Vorremmo proporre una Triennale di Base e poi delle Specialistiche che ti indirizzino a fare ciò che è la propria definitiva spirazione futura perché è l’Università che indirizza e si riuscirà così a non fare diventare un terno a lotto l’Esame di Stato, perché addirittura i giovani che superano il concorso in Magistratura non riescono a superare un Esame di Stato che, attenzione, non è un concorso ma è solo un’abilitazione”. Quindi, soggiunge Foreste: ”il nostro fine è quello di dare voce ai giovani attraverso il network e inculcare in loro il modo di fare politica forense, questo perché l’avvocato è stato visto sempre come un individualista mentre in questo modo potrà lavorare per la propria categoria e non solo per il proprio studio professionale”. Roberto Porzio, Alessandro Di Celmo e Carmine Foreste, intendono dunque utilizzare le loro sinergie di associazioni e con i loro iscritti realizzare un ampio, ma ben concepito e programmato progetto di sviluppo di tutto il mondo forense, che intende vivere la professione con la possibilità di confronto tra i soci e coloro che vogliono partecipare a dibattiti, anche esponendo propri punti di vista sulla professione vissuta nelle aule, nei corridoi e all’esterno degli Uffici Giudiziari. A questo vanno aggiunti una seria di progetti da organizzare e sviluppare in sinergia con tutte le Associazioni Forensi dei Tribunali Campani, che aderiscono all’iniziativa, come ad esempio corsi di formazione, di preparazione all’esame di avvocato e incontri con delegazioni universitarie finalizzati a consentire ai laureandi in giurisprudenza di interagire con il loro “futuro” come “nobile” professione forense. I consensi stanno sempre più venendo a Jus Factory, anche perché si sta ben muovendo su sostanziali modifiche legislative come i propri punti esposti (una specie di controriforma) che vorrebbe fosse apportata alla “Riforma dell’Ordinamento Forense” per i praticanti avvocato, prima dell’entrata in vigore definitiva della riforma del 2012. Gli iscritti a Jus Factory, sono una realtà con oltre cento, per ora sul nostro territorio, ma la volontà, principalmente dei 15 soci costituenti il gruppo dirigente, è quella di poter dare il meglio di se stessi per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi, e perché no, espandersi non solo nei tribunali che rispondono alla corte di appello di Napoli come Aversa, Santa Maria Capua Vetere, Avellino,  Benevento o quelli minori di Pace come Frattamaggiore e Barra, ma conseguiti questi successi, proseguire con un cambio di riconoscimento dello Statuto, per ora riconosciuto da COA in campo locale, anche in futuro dal CNF in campo nazionale per proporre le nostre attività alle altre regioni dello Stivale. Questo perché come ci dice Porzio: “Jus Factory, ha creato un ponte per i giovani praticanti avvocati, che appena laureati possono rivolgersi a questa associazione che ha i contatti con l’Ordine ed ha firmato un protocollo d’intesa con “Alpha Lawyers”  e può inserirli in uno studio, ma anche i già laureati che hanno problemi perché non hanno una discendenza da un professionista di questo settore e trovano difficoltà nel creare un proprio studio o inserirsi validamente in uno studio affermato  potranno essere certi di trovare attraverso questo sodalizio un positivo loro sviluppo di lavoro”. Porzio e Di Celmo, affermano: ”La centralità delle nuove tecnologie nel mondo dell’avvocatura che viene, fa sì che le nuove generazioni non possono essere bistrattate, messe all’angolo e massacrate, perché moltissime delle funzioni tecnologiche all’interno della nuova professione sono svolte dalle nuove leve e questo è un dato che forse oggi è possibile trascurare, ma tra 10 anni più difficilmente può essere ignorato oppure può esse trascurato da un mondo del diritto e dalla macchina della giustizia che si chiude di fronte a queste cose nuove scegliendo di arroccarsi sulle carte. Questo uso di server, drive, iCloud, Apple ed altro, può rappresentare una soluzione a vecchi problemi di materiale cartaceo che affligge i nostri tribunali e le nostre camere penali”. Le nuove frontiere internet e tutto il suo mondo collaterale permettono, nel bene e nel male, di poter ampliare l’informazione ed è proprio questa una delle aspettative che Jus Factory condivide, ma con la finalità di liceità e legalità dei sistemi informativi.  Come sostenuto anche da Foreste: “E’ molto importante lavorare sul network, sulla rete e l’dea di questa serata è proprio quella di lavorare con questi sistemi ed è l’anima di qualsiasi iniziativa positiva”.  

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
A Cancello ed Arnone: Gli avvocati penalisti tra gli studenti Fri, 22 Mar 2019 22:31:49 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/535062.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/535062.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Si è svolto, presso il Liceo Scientifico “Galileo Galilei”, il “PERCORSO SULLA LEGALITÀ ATTRAVERSO I PRINCIPI COSTITUZIONALI”, il progetto-percorso sui temi della legalità e del rispetto delle regole attraverso un percorso di conoscenza e di informazione sui principi della Costituzione con particolare attenzione al giusto processo, al principio di non colpevolezza, alla funzione del difensore e alla esecuzione della pena.

Si tratta di un’iniziativa sostenuta dal Protocollo d’intesa sottoscritto tra l’Unione Camere Penali Italiane e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel settembre del 2014 e rinnovato il 6 ottobre 2017. 

Lo scopo dell’iniziativa è fornire ai giovani studenti una informazione corretta sul “mondo della giustizia”, in quanto è stato rilevato - afferma l’Assessore Ambrosca - quanto sia dilagante una visione distorta delle finalità perseguite dalla Costituzione nella celebrazione dei processi e dei ruoli dell’Accusa, della Difesa e del Giudice che, nel processo, esercitano funzioni ben distinte e separate. 

L’esasperazione mediatica da una parte, e l’attenzione morbosa della pubblica opinione dall’altra, contribuiscono a rendere del tutto distorta la conoscenza della materia, lasciando ampi spazi, immaginari e confusi, manipolati da una informazione tesa solo alla creazione della notizia scandalistica. 

Al tavolo dei relatori, oltre all’Ass. Ambrosca, presenti anche gli avvocati Raffaele Carfora e  Fiorentina Orefice, della camera penale di S. Maria Capua Vetere, e la dirigente scolastica prof.ssa Antonietta Pellegrino. 

Gli avvocati-relatori hanno sensibilizzato gli studenti alla consapevolezza del valore della legalità e al rispetto delle regole della convivenza civile, hanno mostrato le condizioni delle carceri, favorendo il libero scambio di idee in un’ottica costruttiva di progresso, garantendo un’informazione giuridica neutra, corretta e chiara.

“Vorrei ringraziare la dirigente scolastica prof.ssa Antonietta Pellegrino e la prof.ssa Marinella Viola per la disponibilità - conclude l’Ass. Ambrosca. “Il ringraziamento più grande va ai ragazzi che hanno interagito attraverso domande, riflessioni, interventi personali per un piacevole dibattito”.

 

Elisa Cacciapuoti

]]>
Percorso sulla legalità attraverso i principi costituzionali Thu, 21 Mar 2019 23:21:55 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/534665.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/534665.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Nell’ambito del Progetto “PERCORSO SULLA LEGALITÀ ATTRAVERSO I PRINCIPI COSTITUZIONALI”, venerdì 22 marzo, alle ore 12:00, presso il Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Cancello ed Arnone, si terrà un incontro organizzato dall’Unione delle Camere Penali, associazione di avvocati penalisti, sui temi della legalità, voluta in applicazione di un Protocollo d’intesa sottoscritto il 18 settembre 2014 dall’Unione delle Camere Penali e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Tale iniziativa è finalizzata a fornire agli studenti un’informazione corretta sul "mondo della giustizia".

Il percorso si incentra sul processo: la necessità della società di darsi delle regole per punire i colpevoli (principio di non colpevolezza art. 27 Cost.), il giusto processo (art. 111 Cost.), la funzione della pena e la sua esecuzione (art. 13 Cost.), il diritto di difesa (art. 24).

Interverranno gli avvocati penalisti avv. Raffaele Carfora, avv. Fiorentina Orefice e avv. Gaetano Ambrosca.

Presente anche il sindaco di Cancello ed Arnone avv. Raffaele Ambrosca.

 

Elisa Cacciapuoti

Portavoce Sindaco Raffaele Ambrosca

 

]]>
Francesco Nuzzo presenta la sua ultima “fatica” letteraria “Il Feudo di Arnone - Storia minima di un processo famoso (1793-1818)” Tue, 19 Mar 2019 04:26:53 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533667.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/533667.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Giovedì 28 marzo 2019, alle ore 17:00, presso il Plesso Scolastico di Via Settembrini a Cancello ed Arnone, Francesco Nuzzo, ex magistrato, presenterà il suo libro “Il Feudo di Arnone - Storia minima di un processo famoso (1793-1818)”.

Introdurrà Raffaele Ambrosca, sindaco della cittadina del casertano ospitante l’evento, ed interverranno, oltre naturalmente all’autore, Don Ernesto Branco, parroco di San Castrese e il prof. Vincenzo De Caprio, Ordinario di Letteratura Italiana presso l’Università della Tuscia, che ha curato l’introduzione dell’opera.

La storia narrata nel libro è la storia di un processo durato 25 anni. “Fra le tante controversie legali relative ai feudi che ci furono nel regno di Napoli”, spiega il prof. De Caprio proprio nell’introduzione, “quella sorta alla fine del Settecento intorno all’eredità del feudo di Arnone fece un certo scalpore tra i contemporanei, mobilitando non solo avvocati e giuristi di professione, ma anche figure diverse di intellettuali, ed in particolare illuministi di tutto rilievo. I fatti che diedero origine a questo processo si collocano tra il 1792, quando morì il feudatario di Arnone, e il 1794, quando un pretendente rivendicò l’eredità del feudo contro il Regio Fisco che lo aveva considerato non ereditabile e lo aveva bloccato per incamerarlo nei beni della corona. Il processo cominciò nel 1794 e fu lunghissimo, protraendosi per ben 25 anni e generando un profluvio di carte, documenti legali, memorie, riconsiderazioni, messe a punto, analisi, descrizioni. Esso ebbe termine solo nel 1818 senza sciogliere il nodo da cui era stato originato, ma con un accordo tra le parti”.

Nuzzo dedica la sua ultima “fatica” letteraria ai suoi concittadini e al suo paese.

“Il ricordo delle origini - spiega Nuzzo - accompagna sempre la vita di chi, per le contingenze più varie, si trova lontano, e ogni avvenimento, in qualche modo legato al luogo natio, offre l’occasione di meditare la propria storia. E compaiono, reinventati dalla fantasia creatrice, luoghi, persone, suoni, profumi, colori, feste, costumi, tradizioni che acquistano contenuti reali, alimentati dall’illusione, nel suo significato autentico di essere nel gioco”.

 

Elisa Cacciapuoti

Portavoce Sindaco Raffaele Ambrosca

]]>
Ancora un più grande successo per “Il Sognatore” Mon, 18 Mar 2019 14:06:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/533481.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/533481.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Il premio de “Lo Strillo” a Villa Domi entusiasma tutti

Questa IV edizione del premio “Il Sognatore”, dedicato dal noto ed apprezzato magazine di attualità, informazione, turismo e spettacolo “Lo Strillo”, (sia cartaceo che online), nato nel 1996 su idea del fondatore, il giornalista Mimì De Simone, scomparso nel 2016, e diretto da Annamaria Ghedina, con vice direttore Antonio D’Addio, ha ottenuto un notevole crescendo consenso di presenze nella serata di premiazioni svoltesi a Villa Domi a Napoli, anche rispetto alle precedenti edizioni, che già erano cresciute come successo. Premiare coloro che sognano e riescono a realizzare loro aspirazioni, trasmettendo anche ad altri queste gioie, per la Ghedina e il D’Addio sono divenuti elemento essenziale di vita, visto il riscontro altamente positivo dimostrato dal pubblico che ha seguito le precedenti tre premiazioni di personaggi scelti da una attenta e qualificata giuria. Entusiasta della manifestazione ed onorato del poterla accogliere per il terzo anno consecutivo, si è detto Domenico Contessa, patron di Villa Domi che nella Sala Bianca ha ospitato la kermesse offrendo al termine un ricco buffet. Un grande contributo alla manifestazione è stato dato anche dagli sponsor: il Grand’Hotel San Francesco al Monte Residenze d’Epoca, Nausicaa istituto di Bellezza, la Boutique Keave, la cooperativa floricola del Corso di Boscoreale, 3DI Eventi Service e Audio di Diego di Domenico, ASD Social Event Promotion, ENSI Tour, Panico Gioielli, Glemart Grafica e Stampa. Mentre il maestro della fotografia Giuseppe Moccia, con i suoi scatti ha contribuito a fornire un’ampia documentazione della veramente bella e significativa serata. A questi va aggiunto il patrocinio del Comune di Napoli, che con il suo assessore alla cultura e al turismo Nino Daniele, sin dalla prima edizione ha creduto nell’iniziativa del “Premio Il Sognatore - Mimì De Simone”. Come per le precedenti edizioni questa onorificenza è stata consegnata a sei personalità “Sognatori”, o per il loro percorso di vita, o perché hanno fatto sognare altri, o perché hanno realizzato i loro sogni. I premiati hanno ricevuto il trofeo, un’originale e caratteristica scultura rappresentante una piccola scala in ascesa toccante la luna, che come da sempre è stato realizzato dall’artista Armando Jossa, consegnato dagli artefici de Lo Strillo unitamente al modello Nicola Coletta, reduce della conquista di successi a Ciao Darwin 8, il noto programma in onda su Canale 5 e condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, dove ha sfilato in intimo. La serata, è iniziata con le note del sax offerte da Pepito Sax, molto gradite dal pubblico che ha applaudito a lungo l’artista musicale ed anche i fautori del premio annuale de Lo Strillo, e tutto lo staff della redazione che si è adoperato per un successo organizzativo che ha raccolto risultati anche al di sopra d’ogni più rosea aspettativa. Quest’anno, sono stati premiati l’imprenditrice ed avvocato Remigia Luana Cavazzuti, sempre al fianco delle donne nell’ambito sociale e lavorativo, che ha ricevuto il premio da Mariangela Petruzzelli, ideatrice del concorso Miss Chef, che dopo i primi successi in Italia sta ottenendo anche grandissimi consensi ed affermazioni all’estero. E’ stata poi la volta del violinista, cantante, showman e conduttore di gradi eventi Andrea Casta, sempre più richiesto nei locali più “in” d’Europa, che girando per 26 nazioni col suo violino che, elettrico e colorato, sempre più attira, la curiosità anche di chi non conosce la stupenda musica che è stata portata nel mondo dal cremonese Antonio Stradivari con il suo classico violino. Casta, che attualmente interpreta la musica con uno strumento che si è arricchito nel tempo di altra versione (quella elettrica) trasformando il classico in contemporaneo, si fa sempre più apprezzare da un pubblico d’ogni età, in particolare i giovani, creando un aspetto visivo delle esibizioni musicali con le sue interpretazioni Dance e Hip Hop. Questa stella della musica italiana apprezzata nel mondo in tutte le sue forme, è stata premiata da Lorenzo Sarcinelli, attore della fiction “Un posto al sole”. Un riconoscimento per lo sport, il “Premio Il Sognatore - Mimì De Simone”, consegnato dal giornalista Tullio De Simone figlio dell’ideatore de Lo Strillo unitamente al noto volto di Rai Tre, il giornalista Gianfranco Coppola, vice capo redattore, responsabile della fascia serale dei Tg e coordinatore della redazione sportiva, è andato all’ex pallanuotista e allenatore di pallanuoto, Giuseppe Porzio con 47 Titoli nella pallanuoto, un uomo che si dedica agli sportivi insegnando questa disciplina ai giovani, aiutandoli a sognare e conquistare un mondo migliore e le loro ambizioni all’insegna del Fair Play. Altro riconoscimento è stato consegnato da Mimmo Contessa all’attrice, conduttrice e pittrice Elisabetta Viviani, con la motivazione dell’essere un’artista completa, beniamina dei bambini  in virtù dell’interpretazione della sua hit Heidi, icona della Disney, conduttrice ufficiale del Bimbofestival ed appassionata di operette, che si è esibita interpretando il suo ultimo disco “Le donne della mia età”, ma necessariamente a gran richiesta, anche il brano del cartone animato che l’ha portata al successo. Molto attesa dal pubblico, la premiazione che il giornalista Ermanno Corsi e la scrittrice e giornalista, Maria Antonia Iannantuono, hanno consegnato all’attore Mario Ermito, volto noto delle fiction e rivelazione dell’ultima edizione di Tale e Quale Show, che nei prossimi giorni, sarà interprete del film “Detective per caso” dove tra i protagonisti ci sono attori disabili.  La cantante, attrice e scrittrice Miranda Martino, che ha portato in giro per il mondo, con la sua stupenda voce, la melodia partenopea, anche se nata nel Friuli, e che ha realizzato il sogno di essere una delle più apprezzate attrici teatrali italiane, è stata premiata dall’assessore Daniele. Infine Nino Daniele è stato protagonista di un’altra importante premiazione, quella ricevuta dalla nota ed impareggiabile e vulcanica, oltre che per la sua bravura e comicità che raggiunge interpretando brani musicali ed umoristici in modo attirante e coinvolgente, attrice Lucia Cassini, che dopo un lungo periodo di assenza dal mondo dello spettacolo dovuto a seri motivi di salute, superandoli con la sua forza d’animo e di spirito ha scelto, seppur ancora in via di guarigione e quindi non completamente abile e su una sedia a rotelle, di voler rientrare  ufficialmente nel mondo dello spettacolo, portando un contributo alla serata organizzata dai suoi amici Annamaria Ghedina e Antonio D’Addio. Infine il valletto della serata modello e attore Nicola Coletta, insieme alla scrittrice Isabella Rosa Pivot, volto noto della televisione, che ha presentato il suo libro “Non ho tempo”, hanno assistito alle esibizioni del mentalista Luca Volpe, giunto direttamente da Detto Fatto, la trasmissione in onda nel pomeriggio di Rai Due condotta da Bianca Guaccero, che hanno visto gli occhi di tutti i presenti puntati a cercare di scoprire le strabilianti arti di magia realizzate da Volpe. Tra i tantissimi ospiti della serata, rappresentanti tutte le professioni che la città partenopea vanta, ricordiamo: l’assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele, l’attore Lorenzo Sarcinelli, che si divide tra Un posto al sole, il cinema e il teatro, il Pulcinella Angelo Iannelli, il musicista e produttore Claudio Damiani, il musicista Mario Formisano, i giornalisti Gianfranco Coppola, Ermanno Corsi, Tullio De Simone, Maresa Galli, Alfredo Mariani, Maria Consiglia Izzo, Armando Sanchez, Lina La Mura, Ciro Schettino, Anna Feroleto, Chiara Stile, Alfonso Somma, Ida Piccolo, Magda Mancuso, Davide Guida, Delia Paciello, Martina Leccisi, Pasquale Capasso, Gianfranco Bellissimo, Dora Chiariello, Teresa Lucianelli, Daniela Del Prete, Mariangela Petruzzelli, Luigi Ventriglia, Sonia Ghedina, Mariantonia Iannantuoni, Stefania Santamaria, Gerardo Moretta, Valentina Capuano, Nicola Rivieccio, Roberto Della Ragione, Sabry Abbrunzo, Fulvio Frezza, Maria Grazia Gargiulo, Manuela De Rosa, Rossana Trinchillo, Marcello Tenore, Antonio Chiaro, Fabio Tramontano, Mariapia Della Valle, Giuseppe Moggia, Umberto Raia, Pasquale Garofalo, Maurek Poggiante, Elio Guerriero e Pino Capuozzo, che con le sue molto belle riprese ed una colonna sonora che ci spinge sempre più a sognare, permette a coloro che intendono rivivere i momenti salienti della manifestazione di poterlo fare digitando in Internet l’URL del video: https://www.youtube.com/watch?v=_YoXadFbFLI

Giuseppe De Girolamo

]]>
Aibes ed Amira abbracciano conquiste di professionalità giovanili Fri, 15 Mar 2019 15:35:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/533079.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/533079.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Si è svolta, ospitata dall’IPSEOA “Ippolito Cavalcanti” di Napoli, la quarta ed ultima tappa prima della finalissima, della seconda edizione del “Gran Premio Barman Domani” Trofeo Fabbri, gara istituita dalla sezione Campania dell’Associazione Italiana Barman e Sostenitori e riservata agli studenti degli Istituti Professionali Alberghieri della Campania. Veramente numerosi gli Istituti Professionali di Stato per i Servizi di Enogastronomia e Ospitalità alberghiera che hanno aderito alla manifestazione, voluta da Luigi Gargiulo fiduciario Aibes Campania e tutto il direttivo. Significativa, infatti è stata, non solo la presenza di tanti giovani partecipanti alla gara accompagnati dai loro docenti, ma anche il nutritissimo numero di allievi intervenuti per sostenere i loro compagni di studi, che hanno affollato la grande sala del Cavalcanti seguendo con attenzione ed interesse le esibizioni nel preparare deliziosi, attraenti, innovativi e gustosi cocktail, presentate dal Capo Barman Aibes Gigi Atripaldi. Il concorso supervisionato da Luigi Gargiulo, gestito nell’istituto di realizzazione delle gare dalla Barlady Prof. Michela Sannino con Gianni Anselmo responsabile didattica Aibes e Rosario Restino Vice Fiduciario Aibes Campania impegnati nell’accettazione & segreteria, ha avuto una giuria altamente qualificata. Giurati per la parte tecnica sono stati i soci Gennaro Schiano e Pietro Santoro entrambe Capo Barman, Sgaglione Luigi Consigliere Nazionale, Alfonso Cascella Past Vice Presidente nazionale, mentre per quella degustativa delegato ufficiale Alfonso Lazazzera, Dario Duro vice fiduciario Amira Napoli, Nicola Fabbri Patron Fabbri 1905 e la professoressa del Cavalcanti Anna Jovino. Inoltre per le decorazioni sono stati impegnati, quali giudici, i Capo Barman Andrea Pinto e Michele Pagliuca, mentre in Office hanno dato il loro apporto i capo barman Antonino Coppola e Lucio Ciardiello insieme al barman Beniamino Lavezzi. A termine di una mattinata di gare dove 27 concorrenti hanno avuto modo di esprimere gli insegnamenti ricevuti dai loro docenti, i giurati con il loro voto palese, hanno decretato i vincitori. Al primo posto si è classificato Marco Montella dell’alberghiero Ferrari di Battipaglia, il secondo posto è stato conquistato da Mario Maresca del San Paolo di Sorrento e medaglia di bronzo per Raffaele Raiola del De Gennaro di Vico Equense. Tante sono state le aziende che hanno voluto sostenere questa manifestazione, come altre che l’Aibes realizza, per elevare sempre più la professionalità di coloro che costituiscono il biglietto da visita dell’Italia attraverso l’accoglienza che sanno e sapranno sempre più esprimere ed offrire al turista, sia esso italiano che straniero. Fra i più noti e storici sponsor dell’Aibes va indubbiamente ricordata l’azienda Fabbri con i tanti suoi prodotti per il beverage e l’autentica, mitica ed ineguagliabile Amarena, che è intervenuta anche con la presenza di Nicola Fabbri amministratore delegato di Fabbri 1905 che ha consegnato il Trofeo al vincitore. Hanno dato il loro apporto all’evento anche aziende come “Villa Anna”, che ha offerto in premo soggiorni ai vincitori, da trascorrere nella panoramicissima ed accogliente struttura situata sulla colina dei Ponti Rossi a Napoli, e “Espressioni Srl” e “Club Gusto Aroma e Bon Ton” che hanno offerto il premio “Gusto & Aroma”. Il premio “Decorazione” è stato offerto da “Vision Ottica Ferraioli” di Pagani, poi ancora il premio per la “Tecnica di lavoro” offerto dall’Amira ed infine un premio speciale, al quale il socio Aibes ed Amira Renato De Simone teneva tanto che potesse essere realizzato in ricordo del grande Maestro Mimmo Ferretti, e che ha avuto la giusta finalità con la presenza del figlio di questi Piero Ferretti al quale è stata consegnata una targa ricordo e poi a sua volta ha premiato l’alunno vincitore per il “Savoir faire”.  A questa stessa manifestazione, come detto, si è aggiunta anche la consorella dell’ospitalità, l’Associazione Maître Italiani Ristoranti e Alberghi che con il suo sodalizio, negli ultimi tempi, sta riconquistando il suo storico prestigio che per qualche anno si era affievolito e sta sempre più offrendo il suo contributo, per una unione cooperativa di tutte le associazioni riconosciute, preposte all’accoglienza turistica, Aibes, Ada, Fic ed Ais in modo da poter ognuna con le proprie competenze e professionalità sviluppare un intento comune di rendere sempre più apprezzabile e famoso il nostro Stivale e per quel che più ci riguarda, la Campania. L‘Amira, oltre a seguire con la presenza del suo direttivo di Napoli e numerosissimi soci la giornata di gare dell’Aibes, e a consegnare ai vincitori il proprio premio, si è resa protagonista anche di una esibizione del socio Egidio Fiorani, che con la sua Lampada, ha realizzato e flambato un piatto di frutta di eccezionale bellezza visiva oltre che gustativa, riscuotendo scroscianti applausi dal pubblico presente.

Giuseppe De Girolamo

]]>
Il Consiglio Comunale di Cancello ed Arnone e i suoi 8 punti in discussione Wed, 13 Mar 2019 08:39:43 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/531970.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/531970.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Si è svolta la seduta pubblica del civico consesso.

8 i punti all’ordine del giorno:

1- Approvazione verbali seduta consiliare precedente del 11.01.2019 nn. 1,2 e 3;

2- Approvazione schema di accordo di valorizzazione fondazione con il Sud;

3- istituzione servizio parcheggio - individuazione delle aree - atto di indirizzo;

4- dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno. Assegnazione contributo di € 70.000 per realizzazione di investimenti, ai sensi dell’art. 1 comma 107, della Legge di Bilancio 2019 - Informazione al Consiglio Comunale;

5- Approvazione schema di convenzione tipo per permesso di costruire convenzionato ai sensi dell’art. 28bis del DPR n. 380/2001;

6- Nomina Commissione Comunale per la formazione e l’aggiornamento degli albi permanenti dei Giudici Popolari di Corte di Assisi e di Corte di Appello;

7- Presa d’alto e ratifica di Giunta Comunale n. 7 dell’11.01.2019;

8- Presa d’atto e ratifica di Giunta Comunale n. 8 del 23.01.2019.

Come di consueto il Consiglio si apre con l’approvazione dei verbali della seduta consiliare precedente, poi è l’assessore Gabriele Di Vuolo a prendere la parola per quanto riguarda lo schema di accordo di valorizzazione fondazione con il Sud: ”Il Comune, con questo schema di accordo, intende valorizzare i Terreni, confiscati alla criminalità organizzata, che sono attualmente incolti, abbandonati, inutilizzati o non adeguatamente utilizzati, attraverso l’avvio di attività agropastorali e sociali con il coinvolgimento diretto della comunità locale.

Per quanto riguarda il punto 3, l’assessore Gaetano Ambrosca ha spiegato la parziale modifica alle delibere precedenti con le quali si individuavano le aree di sosta a pagamento. La modifica ha riguardato l’esclusione da tali zone di Piazza Mercato, Piazza Generale Branco e Piazza delle Croci nelle quali, con tale atto di indirizzo, il parcheggio diventa gratuito. Nelle zone a pagamento, la sosta sarà libera per 15 minuti, previa esibizione del disco orario.

Il punto 4, invece, è stato esplicitato dal vicesindaco Angelo Caputo: “La legge di Bilancio 2019, dispone contributi ai Comuni fino a 20.000 abitanti, con importi crescenti in base alla dimensione demografica dei beneficiari, per investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. Il nostro Comune risulta tra gli Enti assegnatari di un contributo pari a 70.000 euro. Abbiamo pensato di utilizzare una parte del contributo per la sistemazione del manto stradale delle vie cittadine, ad eccezione dell’asse principale che ha già formato oggetto di un intervento recente; l’altra parte, invece, di destinarla all’illuminazione, in aggiunta a quella esistente”.

Si è passati poi alla votazione per l’aggiornamento degli albi permanenti dei Giudici Popolari di Corte di Assise e di Corte di Appello. “La legge n. 287/1951 - spiega la Presidente Ersilia Viola - disciplina la composizione delle Corti, di cui fanno parte i Giudici Popolari. In base a tale normativa, una Commissione, composta dal Sindaco o un suo rappresentante o due consiglieri comunali, deve formare in ogni Comune gli elenchi integrativi delle persone idonee ad assumere l’Ufficio di Giudici Popolari. A seguito delle elezioni amministrative del 10 giugno 2018, quindi, è necessario procedere all’elezione dei nuovi rappresentanti del Consiglio Comunale”.

Per la maggioranza è stata eletta la Presidente del Consiglio Viola, per la minoranza la Consigliera Maria Caimano.

 

Elisa Cacciapuoti

Portavoce Sindaco Raffaele Ambrosca

]]>
Le donne “Fiori d’Acciaio” protagoniste dell’evento a Cancello ed Arnone per la festa dell’8 marzo Mon, 11 Mar 2019 07:25:24 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/531152.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/531152.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Un riuscitissimo evento si è svolto presso il Liceo "G.Galilei" di Cancello ed Arnone

Significativo il ringraziamento che l’assessore alla cultura, del comune del casertano, Annamaria Di Puorto, ha espresso con queste parole: “Grazie infinite alla docente Marinella Viola, alla dirigente scolastica Antonietta Pellegrino, al sindaco Raffaele Ambrosca, alla giornalista Matilde Maisto, ma soprattutto GRAZIE ALLE DUE DONNE "FIORI D'ACCIAO" Mina Iazzetta e Maria Luisa Ventriglia, per i loro meravigliosi interventi. Un ringraziamento particolare va agli alunni che hanno partecipato all'incontro, che si sono dimostrati educatissimi e molto interessati e ad Alessandro Tebano che ha letto una bellissima poesia lasciataci, quasi come un testamento e un inno alla vita, da Gianluca Sgueglia”. 

Le due ospiti hanno saputo affrontare argomenti molto delicati con grande garbo e discrezione.

Mina Iazzetta ha raccontato la storia di una donna, una madre, una moglie che ha lottato e continua a lottare per combattere un carcinoma al seno, il tumore più frequente nel sesso femminile e la prima causa di mortalità per tumore nelle donne. Lei, nonostante la drammatica circostanza, ogni giorno con amici e sconosciuti, trasmette la sua esperienza, la sua speranza, il suo cambiamento, senza mai perdere quell’irrinunciabile sorriso che è l’accessorio di un viso che splende di luce propria.

Infatti, lei dice che la forza per affrontare il problema bisogna trovarla solo in sé stessi. Raccomanda poi di fare “prevenzione” perché facendo appositi controlli è più semplice tenere sotto osservazione il proprio corpo.

Dal canto suo Maria Luisa Ventriglia, la donna che al capezzale del figlio morente, a causa di una malattia neurodegenerativa, giura a se stessa di rendergli giustizia informando l’opinione pubblica in merito alle encefalopatie da prioni, dopo aver vissuto il grande dramma della sua vita, il lutto, ma anche la rinascita, ha fondato l’Associazione Gianluca Sgueglia Onlus (questo il nome del figlio).

L’Associazione “Gianluca Sgueglia Onlus”, promuove il programma di sana e corretta alimentazione, rivolto alle scuole, e più in generale incontri di approfondimento sul tema dell’alimentazione. Educa le nuove generazioni ad un’alimentazione consapevole, promuovendo e favorendo i sapori genuini del territorio rispetto a quelli industriali.



Elisa Cacciapuoti

Portavoce Sindaco Raffaele Ambrosca

]]>