Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Miss Italia 71a edizione Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Miss Italia 71a edizione Mon, 20 Jan 2020 14:24:29 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/10574/1 Tuttohotel chiude e lascia tutti soddisfatti Thu, 16 Jan 2020 14:07:45 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/615769.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/615769.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Superata ogni più rosea aspettativa per la 1a edizione della 3 giorni espositiva alla Mostra d’Oltremare di Napoli

Ha chiuso i battenti lascando soddisfatti sia le aziende espositrici che hanno creduto nell’iniziativa ideata e diretta da Raffaele Biglietto, sia gli architetti Francesco della Femina - curatore installazione Suite sartoriale, Manuela Tirrito e  Antonio Visone - curatori installazione Benessere in suite, Manuela Mannino - curatrice installazione Un sogno in blu, Marco Falconio – curatore installazione Accoglienza=Emozione e Antonio Martiniello – curatore progetto Riconversione di un ex canapificio, sia ancora Remo Minopoli Presidente della Mostra d’Oltremare e Valeria de Sieno - Consigliera Delegata della stessa Mostra ed infine, ma primi fra tutti il gran numero di visitatori che hanno plaudito all’iniziativa di Squisito Eventi, ticketlab e D&Dgroup. E’ stata una tre giorni intensa di convegni, tavole rotonde, approfondimenti sul settore per il miglioramento dell’offerta alberghiera e crescita della capacità ricettiva extralberghiera, che mostra una maggiore consapevolezza da parte degli imprenditori che intendono ampliare la clientela-target, facendo leva sulla valorizzazione dell’Italian Style, su servizi in linea con i principi di eco-sostenibilità e fornendo l’opportunità ai visitatori di entrare a far parte della cultura locale, instaurando un rapporto genuino ed autentico ad alto valore simbolico e culturale. Essenziale, possiamo affermare, è stata la presenza e la partecipazione di tutto il mondo associativo dell’accoglienza ed ospitalità, ospitati nel grande stand che tuttohotel ha messo a disposizione dell’AMIRA Associazione Maître Ristoranti ed Alberghi, che vanta a Napoli il neo fiduciario eletto Dario Duro, il quale è stato ancor prima di questa occasione, il promotore dell’unione di intenti, di impegno e volontà del contribuire ad un discorso comune di collaborazione per sviluppare, ognuno nel proprio ambito e rispettando ogni associazione per i propri ruoli professionali, un comune discorso di una sempre maggiore qualificazione per fare squadra ed offrire, tutti insieme, al turista la migliore immagine di Napoli e della Campania. Gli associati sono stati presenti ogni giorno, con momenti dedicati a performance esibitive ad alto valore emozionale e di richiamo anche per la cultura e professionalità che hanno espresso, e si sono prodigati tutti oltre che con le attrazioni visive anche con seminari culturali tenuti da esperti di varie materie inerenti i tema della fiera. C’erano le associazioni: AMIRA, con fiduciari e sezioni di Napoli – Campania, Ischia e Procida Salvatore Trapanese, Capri Giuseppe Viva e Paestum anche con il Vice Presidente Nazionale dell’Amira Antonio Rotondaro, L’ADA (Associazione Direttori d’Albergo), con il suo presidente per la Campania Giuseppe Bussetti, l’AIBES sezione Campania con un gran numero di soci, il loro fiduciario regionale Luigi Gargiulo con il vice Rosario Restino, il consigliere nazionale del sodalizio Luigi Sgaglione, campione d’Italia di Flair Bartender (barmen acrobatico) ed il past vice presidente nazionale Aibes Alfonso Cascella, la FISAR (Federazione Italiana Sommelier Alberghi e Ristoranti) con la delegata per Napoli e Comuni Vesuviani Anita Mercogliano, insieme a Ugo Baldassarre. Poi ancora la F.I.C. (federazione Italiana Cuochi) con l’URCC (Unione Regionale Cuochi Campania) e le delegazioni dell’APCN (Associazione Provinciale Cuochi Napoli) con il suo presidente Giuseppe Sorrentino e il vice Antonio Papale, Giuseppe Sodano, Rita Costabile e la medaglia d’oro ai campionati Italia 2018, lo chef, Domenico Savio Pezzella che si è esibito in una dimostrazione di intaglio vegetali. Presente anche l’APCC (Associazione Provinciale Cuochi Caserta) con il presidente onorario Gran Maestro della Ristorazione, lo chef Ugo D’Orso, Luisana Merola, Angelo Di Bona, Gianfranco Anzini, Adriano Iannaccone Pasticcere Food Art e Vincenzo Natale che ha presentato la pasticceria contemporanea al piatto. Inoltre la FIMAR (Federazione Italiana Manager Ristorazione) con la sua delegata campana Romina Sodano e Egidio Fiorani, che insieme al Gran Maestro della Ristorazione dell’AMIRA Enzo D’Adamo, oltre ad offrire momenti di approfondimento nelle tematiche di lavoro del maître e vita lavorativa di sala, si sono anche prodigati nell’intera presentazione degli eventi svolti nelle tre giornate fieristiche da tutte le suddette associazioni. Di grande interesse anche il contributo offerto dal grande manager Nello Di Caprio con un proprio intervento volto a far conoscere problematiche incentivanti per il settore attraverso una lezione di Food Cost, e quello dedicato a promozionare l’educazione alla Dieta Mediterranea, tenuto dalla Biologa Nutrizionista Katya Tarantino. Gustoso ed originale è stato anche il degustare il nuovo liquore Foglioli, prodotto con foglie di limoni di Procida e proposto nello stand AMIRA. A supportare il lavoro degli esperti del mondo ristorativo sono giunti nella giornata finale gli alunni dell’Istituto Alberghiero Vincenzo Telese di Ischia e in tutte le tre giornate gli alunni dell’istituto alberghiero Giustino Fortunato di Napoli insieme al loro docente Flavio Amirante e la Direttrice scolastica Preside Fiorella Colombai. Inoltre, essenziale ed importante, è stato il lavoro di interviste Tv condotto dalla instancabile Romina Sodano per le riprese effettuate da Cristoforo Frasca. Apprezzamento per il lavoro realizzato da Biglietto, con l’entusiasmo di voler partecipare alla prossima edizione, hanno espresso le aziende di contract, domotica, complementi di arredo, e hotellerie presenti, come Domus, The Bars, Stobag, NB Bertolini, La Forma, Berto’s, Emu, Work line, Aerotek, Bimar, Revol, Amonn, Landhaus, Casolaro Hotellerie, Nespresso, Corradi, Sutter, Harpo, Calligaris e Rivolta Carmignani. A sua volta Biglietto, soddisfattissimo delle tante presenze alla sua creatura ed anche per l’andamento di contrattazioni con le aziende da lui ospitate in tuttohotel, ha già iniziato la programmazione per una prossima edizione che nel 2021 vuole ancor più grande come spazi. Apprezzamenti, Biglietto, ha avuto anche per l’AMIRA che ha, in modo inverosimile, attratto un gran pubblico con il suo operare a 360 gradi sulla promozione del turismo attraverso gli operatori del settore associati nelle varie sigle. Inoltre Raffaele Biglietto, ha rinnovato la possibilità di partecipazione all’associazione dei maître ed alle altre associazioni, ma in particolare all’Amira proponendo l’inclusione di un grande evento come il “Maître d’Europa” eletto proprio con un concorso da tenersi nel contesto della kermesse fieristica. Grande interesse verso lo sviluppo del turismo a Napoli, che ricordiamo essere stata scelta solo nel periodo di Natale e Capodanno da turisti di ogni dove, facendo registrare secondo una ricerca del portale Jetcost, il capoluogo campano, come la seconda meta più ricercata tra quelle italiane e, addirittura, tra le prime venti al mondo nel periodo tra il 27 dicembre 2019 ed il 2 gennaio 2020 è stato espresso dall’Onorevole Alfonso Longobardi della Regione Campania. Longobardi, invitato nello stand AMIRA da tutte le Associazioni sopra citate che hanno fatto unione nell’interesse comune e collettivo per esprimersi al meglio, ma tutte insieme per raggiungere mete più alte, ha espresso il suo compiacimento ed apprezzamento per questo trait d’union associativo, assicurando il personale impegno a sostegno di loro valide iniziative come sta già facendo nel corso di questo suo mandato in Consiglio Regionale ed ancor più in una eventuale riconferma di incarichi nel prossimo governo che la Regione varerà dopo le prossime votazioni. Il rappresentante regionale istituzionale, si è complimentato con tutte le associazioni dicendo che da un sua ricerca risulta che questo intero settore di lavoratori “straordinari” è quello che trova una maggiore collocazione di lavoro, circa l’85%, e molti professionisti ordinari (avvocato, ingegnere, medico o altro) stanno intraprendendo ora proprio questo lavoro straordinario ed essendo il Vice Presidente Commissione Bilancio e Finanza, Demanio e Patrimonio della Regione Campania, ha voluto far istituire un fondo, come fatto 3 anni fa con questa legislatura, per la formazione del mondo dei lavoratori. Il fondo “Eccellenze Campane” di 300.000.00 € è infatti già stato approvato a fine anno 2019, inserito nella legge di bilancio per i prossimi 3 anni ed è quindi disponibile e può essere anche aumentato essendoci ora una traccia. Longobardi vuole ora definirne l’utilizzo di questo fondo dedicato al mondo dell’enogastronomia, che riguarda tutte le professioni collegate e con grande impegno e serietà intende riunire tutte le associazioni, delle quali abbiamo sin ora parlato, per concordare con il loro sapere il mettere in piedi un programma finalizzato ad un migliore e più qualificante utilizzo per una seria formazione.

Giuseppe De Girolamo

]]>
Sospensione di 7 giorni del divieto di spargimento dei reflui zootecnici a Cancello ed Arnone Thu, 16 Jan 2020 13:55:17 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/615768.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/615768.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Lo scorso 15 gennaio, l’assessore all’Agricoltura e alla Sanità dott. Gabriele Di Vuolo, in nome e per conto dell’Amministrazione Comunale, ha inviato, alla Regione Campania, una richiesta in deroga di spandimento degli effluenti zootecnici, considerato le abbondanti piogge avute nei precedenti  mesi di Ottobre e Novembre che hanno impedito alle società presenti sul nostro territorio di accedere ai fondi identificati per effettuare il regolare spandimento degli effluenti zootecnici accumulati presso le proprie strutture di stoccaggio, impedendone altresì il loro svuotamento. 

“L’abbondanza di tali eventi atmosferici, ha affermato l’ass. Di Vuolo, ha incrementato oltre ogni previsione il volume di effluenti prodotti, pregiudicando la capacità di stoccaggio delle proprie strutture durante il periodo di divieto di spandimento invernale. Questo ci ha spinto ad inoltrare alla Regione Campania la richiesta in deroga di divieto temporale di spandimento, riuscendo ad ottenere 7 giorni di sospensione del suddetto divieto su tutto il territorio di Cancello ed Arnone per consentire il regolare svolgimento di tale attività agricola”. 

Elisa Cacciapuoti

 

 

]]>
Dal 17 al 22 gennaio IEG apre a Fiera Vicenza “VicenzaOro” Wed, 15 Jan 2020 07:14:44 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/615435.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/615435.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Salone internazionale dell’oreficeria e della gioielleria di Italian Exhibition Group S.p.A.

A Fiera Vicenza dal 17 al 22 gennaio 2020 si svolgerà la 16° edizione di “Vicenzaoro” l’ormai consolidata manifestazione che, mostra il mondo della tecnologia dei gioielli nell’ ambito tecnologico, stilistico ed economico, vetrina di riferimento dell’oreficeria e della gioielleria. L’Evento The Jewellery Boutique Show (VOJ), del Salone internazionale dell’oreficeria e della gioielleria organizzato da anni da Italian Exhibition Group, accogliendo aziende, buyer, giornalisti, opinion leader e trend setter da tutto il mondo, presenterà in anteprima le nuove collezioni e le tendenze del settore. VOJ 2020 si svolge unitamente a T.GOLD, esposizione internazionale di IEG dedicata ai macchinari e alle tecnologie avanzate per i processi di progettazione e realizzazione del gioiello. Si sviluppa su 4.000 mq e ospita più di 170 tra le maggiori realtà in grado di proporre le ultime novità indispensabili alla produzione orafa configurandosi come un’opportunità per le aziende di aumentare la competitività del proprio business avvalendosi delle più alte competenze e abilità, in gran parte Made in Italy. Immancabile nell’ambito di T.Gold l’appuntamento con il Jewellery Technology Forum, l’unica conferenza internazionale in Europa dedicata alle nuove tecnologie e alle ultime tendenze nel settore della gioielleria, che si terrà il 19 gennaio 2020 co-organizzata insieme a Legor Group. VOJ è l’hub internazionale di riferimento della industry e il palcoscenico più atteso ed esclusivo per le nuove creazioni dei top brand del mercato. Schiera oltre 1500 aziende e brand espositori espressione dell’intera filiera produttiva, e attrae buyers provenienti da oltre 120 paesi. La Campania che vanta l’arte essere la capitale mondiale del Cameo dal 1700, con la grande esperienza che solo i maestri artigiani di Torre del Greco sono in grado di offrire, sarà protagonista a VOJ 2020 insieme agli artigiani orafi del Tarì, il centro dell’alta oreficeria di Marcianise, per offrire una panoramica di questo settore con 61 eccellenti aziende espositrici, da Napoli, Torre del Greco e Marcianise.  Da Avellino: VINTAGE WATCHES; da Napoli: BUONOCORE GIOIELLI SRL, CDL BOX SRL, CHANTECLER SPA, CONS.ART.CAMPANIA A R.L., DE MARIA JEWELRY, DINACCI FRATELLI SRL, GOLDEN AGENCY SRL, LUCEBIANCA SRL, MARESCA E. SRL, MELLO FULVIO & C. SAS, NARDELLI GIOIELLI PER AMORE SRL, NET JEWELS SAS DI ROBERTO SCUOTTO & C., ORI ANTICHI SRL, PANE MARCELLO SAS, TESSITORE SRL; da Ercolano: ROSITA GIOIELLI D'AMARE DI PETROSINO ROSA; da PORTICI: GUMON SRLS e TECHMADE SRL; da Torre del Greco: AUCELLA SRL, BRUNO MAZZA SRL, CAROLA GIOIELLI DI DE PINTO, ISABELLA, CONDIS DI CONDITO ANTONIO, CONDITO GIOVANNI SRL, CONFUORTO GIOIELLI SRL, CORAL ORAFA MEDITERRANEA SRL, COSCIA SRL, DE SIMONE FRATELLI SRL, F&F DI FRANCESCO PONTILLO, FALCORAL SNC DI FALANGA GIOVANNI E MICHELE, GENTILE SRL, GOLDEN CORALS SRL, IDEA CORAL SRL, LELLO ORLANDO SRL, LEMBO PEARLS SRL, MATTIA MAZZA SRL, MICHELE GUARRACINO, OTTOCENTODUE SRL, PALOMBA SALVATORE SNC, PALOMBA UGO & C., TERERO' SRL, VESUVIO CORALLI SNC DI PIZZO LUIGI & C.. Da Nola: EVA SRL.. Da Caserta: DALU' ITALIAN JEWELLERY. Da Marcianise: ACANFORA GIOIELLI ITALIA SRL, AGEMINA, GIOIELLI SRL, CAMEO ITALIANO, DILUCA SRL, COLLARO, SALVATORE SRL, DOTEA SRL, GENEROSO, GIOIELLI 1970 SRL, GIOIELLI TRAMONTANO, SAS, GOLD SISTERS SAS, IL TARI' SCPA, LE CHIC SAS, NICOLA CAPUANO SAS, DI BIANCA MARIA, CAPUANO, ROBERTO GIANNOTTI E FIGLI SRL, RONCAVASAGLIA LUCA, RUDY'S SRL. Da Casagiove: IL NODO DI ERACLE di G. DELL'AQUILA & C. S.N.C. . Da Lusciano: PG GIOIELLI SRL. Da Santa Maria Capuavetere: AMLE' SRL.

Tra le molte novità, VOJ presenta quest’anno anche VOVintage, esclusivo marketplace dedicato all’orologio e al gioiello d’epoca. Aperto a collezionisti e appassionati, dal 18 al 20 gennaio VOVintage affianca all’esposizione di creazioni leggendarie ed esemplari introvabili un ricco programma di talks con i più grandi protagonisti del settore come i maestri orologiai di Verga Vintage, Sandro Fratini - con la sua leggendaria collezione di 2mila orologi per un valore stimato di 1 miliardo di euro è da decenni il più grande collezionista al mondo - e l’esperto di Rolex d’epoca Stefano Mazzariol, oltre alla presenza delle principali istituzioni del settore contemporaneo come Assorologi e la prestigiosa AHCI - Académie Horlogère des Créateurs Indépendants. Durante i sei giorni di VOJ 2020, all’interno degli spazi espositivi fieristici, numerosi appuntamenti, workshop e seminari in programma. Apre le danze il convegno CIBJO, importante appuntamento della Confederazione Mondiale della Gioielleria, mentre VISIO.NEXT – realizzato in collaborazione con Club degli Orafi - esplora le tendenze nel mondo del gioiello e dell’oreficeria con la presenza di ospiti quali Stephen Lussier (De Beers Group), Eleonora Rizzuto (Bulgari Group & LVMH Italia), Claudio Marenzi (Confindustria Moda), Larry W. Pelzel (Neiman Marcus) e Isabella Traglio (Vhernier). TRENDVISION TALK, l’appuntamento con l’osservatorio di IEG sulle tendenze del gioiello Trendvision Jewellery + Forecasting, ospita un panel interamente dedicato al futuro del diamante. Attesa anche per i DIGITAL TALKS, serie di incontri e brainstorming sui temi più caldi dell’innovazione digitale organizzati con Federpreziosi, e per i GEM TALKS, focus sul mondo delle pietre con esperti gemmologi provenienti da tutto il mondo grazie alla collaborazione con I.G.I. (Istituto Gemmologico Italiano). A VOJ20 2020 si tiene inoltre “The Gold Run” un hackaton in collaborazione con l'Università di Padova aperto a 60 mila studenti e ricercatori chiamati a trovare soluzioni di business su nuovi modi di indossare un gioiello e nuovi modi per realizzare packaging innovativi. Le migliori proposte saranno valutate da un advisory board composto da aziende e protagonisti del settore e presentate e premiate in fiera. Infine, per la prima volta IEG lancia un focus sul mondo delle Start-Up e delle PMI innovative come ulteriore veicolo dell’innovazione di filiera con il progetto “StartUp and Carats”. Raccogliendo la direzione strategica condivisa con ICE – Agenzia per la Promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, l’iniziativa darà visibilità ai nuovi business model che si affacciano sulla scena orafa, prevedendo talks e momenti di incontro, e coinvolgendo uno dei maggiori acceleratori di start-up al mondo, Startupbootcamp. Ad arricchire l’esperienza di visita in fiera anche le iniziative di VIOFF, il Fuori Fiera di Vicenzaoro organizzato con il Comune di Vicenza, dedicato in questa edizione al “Golden Factor” e alla valorizzazione del talento in tutte le sue forme. Per favorire coloro che intendono essere partecipi a questo evento, sono stati concordati sconti sui biglietti ferroviari in partenza e arrivo dal capoluogo berico, infatti, grazie alla collaborazione tra Italian Exhibition Group e Trenitalia espositori, buyer e visitatori possono acquistare biglietti ferroviari in modalità ticketless con la riduzione del 30% per la 1° classe/Business, o del 20% per la 2^ classe/Premium/Standard sul prezzo base adulti per tutti i treni nazionali aventi destinazione od origine Vicenza, incluse le Frecce. Per usufruire dell’offerta è necessario rivolgersi agli Uffici Gruppi di Trenitalia e alle Agenzie di Viaggio abilitate, utilizzando l’apposito modulo (informazioni e documentazione nella sezione “Come Arrivare” al link www.vicenzaoro.com/it/january/informazioni/visitatori).  Maggiori informazioni su www.vicenzaoro.com/it/january

Giuseppe De Girolamo

]]>
Dario Duro, nuovo fiduciario dei maître napoletani. Con lui l’A.M.I.R.A. verso nuovi successi Sun, 12 Jan 2020 08:59:34 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/614989.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/614989.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Un nuovo percorso per l’Amira (Associazione Maître Italiani Ristoranti e Alberghi) è appena iniziato con la proclamazione a Fiduciario della sezione Napoli di Dario Duro, che ha ricevuto attraverso votazioni svoltesi venerdì 10 nei locali del “Paradiso Blanc” ristorante dell’Hotel Paradiso di Napoli, messi cortesemente a disposizione come in altre occasioni, i consensi degli iscritti al sodalizio da lui pro tempore diretto su incarico del Presidente Nazionale dell’Amira Valerio Beltrami, dopo le dimissioni di Giuseppe Fraia, essendone vice fiduciario. Il tavolo di lavori per le votazioni, composto dal fiduciario della sezione Capri dell’Amira e Gran Maestro della Ristorazione Giuseppe Viva, che insieme ai due soci Amira, Egidio Fiorani e Patrizio Moschiano con il fiduciario, il tesoriere e il segretario, soci uscenti del dimissionario direttivo come richiede lo statuto in caso di elezioni, rispettivamente Dario Duro, Mario Golia e Raffele Cuccurullo, ha subito dopo lo spoglio schede provveduto alla proclamazione di Dario Duro a nuovo Fiduciario della sezione partenopea dell’Amira. A festeggiare il 46enne Duro che si è impegnato a sviluppare con grande fervore e dedizione, l’incarico ricevuto per il suo mandato di 4 anni, apprezzando tutto quanto realizzato con altrettanta passione da Fraia nel quasi completo suo periodo di fiduciariato, c’erano oltre ai tanti iscritti che l’hanno votato, l’On. Alfonso Longobardi Vice Presidente Commissione Bilancio e Finanza, Demanio e Patrimonio della Regione Campania, che ha rivolto a Duro parole di incoraggiamento ad un lavoro che possa continuare a coinvolgere le associazioni consorelle dell’Ospitalità ed Accoglienza per mantenere a Napoli quell’altissimo sviluppo turistico raggiunto, così come sta già facendo ed ancor più, impegnandosi in prima persona a dare insieme a tutte le associazioni dell’ospitalità, un impulso di azione per portare avanti politicamente queste necessità che Napoli esige avere. A brindare al successo del neo eletto fiduciario c’erano anche soci dell’Aibes, dell’Ada, la fiduciaria campana della Fimar Romina Sodano, lo chef e componente della segreteria dell’Associazione Provinciale Cuochi Napoli della Fic, il casertano Antonio Papale Presidente ACRTL, Associazione Cuochi e Ristoratori Terra di Lavoro, che da donato all’Onorevole, in anteprima, il suo libro “Filosofia del Gusto” che verrà presentato prossimamente nel corso di “Beer Attraction” alla Fiera di Rimini e subito dopo a Napoli, e poi ovviamente i padroni di casa, il direttore dell’albergo Alberto Sorrentino e il maître Amira Ciro Caruso responsabile della ristorazione. Ricordiamo che Dario Duro è anche il responsabile della ristorazione del Dubai Village di Camposano, diretto da Pasquale De Vita, struttura di particolare valorizzazione del territorio campano per tutte le attività che offre, anche oltre la validissima cucina che propone, ed è stato inoltre intronizzato, a Roma in Campidoglio, dall’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy) quale Ambasciatore dell’Accoglienza Doc Italy Campania. Duro ha annunciato che a breve formerà il nuovo direttivo che affiancandolo potrà subito partire per ottenere nuovi successi per l’Amira, ed ha annunciato una innovazione per poter sviluppare meglio e più ampiamente il lavoro svolto dalla sezione Napoli- Campania, che vedrà la nomina di referenti di zona per la Penisola Sorrentina, Avellino, Caserta e Benevento. Intanto, gli apprezzamenti a Dario Duro per le sue capacità ed azioni di coinvolgimento delle altre associazioni di settore sono partiti con Tuttohotel, dove Raffele Biglietto patron dell’evento condiviso e sponsorizzato dall’Ada fra gli altri sostenitori ed in programma dal 13 al 15 gennaio, alla mostra d'Oltremare ingresso piazzale Tecchio, dalle ore 10:00 alle ore !9:00, ha concesso all’Amira Napoli, che ha ricevuto il Patrocino della direzione nazionale presieduta da Valeri Beltrami, un grande stand. In questo spazio il neo fiduciario ha organizzato, concordemente con il direttivo Napoli-Campania e i dirigenti delle sezioni A.M.I.R.A. Ischia, Procida, Capri e Paestum, insieme ai responsabili delle associazioni consorelle Aibes, Fic, Fisar, Fimar, un nutrito programma che nelle tre giornate vedrà tutti impegnati nello stand Amira a Tuttohotel per sviluppare corsi, insegnamenti, formazioni, dimostrazioni, degustazioni e tutto quanto concerne la qualificazione, l’accoglienza e l’ospitalità che queste associazioni intendono sempre più sviluppare.

Il programma prevede: l’inaugurazione di Tuttohotel, che avverrà alle ore 11:00 di lunedì 13.

Per quanto riguarda lo stand dell’A.M.I.R.A. (Associazione Maître Italiani Ristoranti e Alberghi), alle ore 13:45, si effettuerà un brindisi insieme ad ospiti ed autorità e tutte le associazioni dell’ospitalità, al quale sarà partecipe anche l’On. Alfonso Longobardi, che ha preso veramente a cuore la politica di sviluppo e sostegno a tutte le associazioni sopra descritte per dare a Napoli ed alla Campania quell’immagine sempre più positiva che merita ed allo stesso tempo favorire con l’occupazione di posti chiave per questi obiettivi, anche attraverso qualificati e qualificanti corsi di formazione, la forza lavoro che in tanti chiedono.

Poi dalle 14:30 alle 16.00 la presenza della FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) con Anita Mercogliano, delegata per Napoli e Comuni Vesuviani, che offrirà un mini corso di analisi sensoriale e tecniche di servizio del vino.

Dalle 17:30 alle 18:30 l’AIBES (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori) sezione Campania, diretta dal Fiduciario Luigi Gargiulo, elaborerà de visu l’arte dell’intaglio e un cocktail classico.

In chiusura della prima giornata dalle ore 18:30 l’Amira i maître della sezione Napoli-Campania si esibiranno con la cucina alla Lampada il classico Flambè.

La giornata di martedì 14 inizierà con:

Associazione Cuochi di Caserta FIC, Luisana Merola e Angelo Di Bona Dessert al piatto, Gianfranco Anzini Cucina Calda, Adriano Iannaccone Pasticcere Food Art, Vincenzo Natale con pasticceria Contemporanea al piatto.

Alle ore 11:00 fino alle 12:00 la partecipazione della FIMAR (Federazione Italiana Manager della Ristorazione) con la delegata per la Campania Romina Sodano, che terrà una lezione sul Management ristorazione e simulazione di un menù engineering.

Dalle 12:30 alle 13:30 30 l’Associazione Provinciale Cuochi Napoli della FIC,

medaglia d’oro ai campionati Italia 2018, lo chef, Domenico Savio Pezzella eseguirà una dimostrazione di intaglio vegetali.

Dalle 14:00 alle 15:30 l’Associazione Provinciale Cuochi Napoli della FIC, con il suo presidente Giuseppe Sorrentino, Antonio Papale, Giuseppe Sodano e Rita Costabile, presenteranno l’associazione ed elaboreranno dei piatti.

Dalle 15:30 alle 17:00 il Gran Maestro della Ristorazione dell’Amira Enzo D’Adamo illustrerà i vari Protocolli di Cerimoniale.

Dalle 17:00 alle 18:00 esibizione di Flambè a cura del Gran Maestro della Ristorazione dell’Amira Enzo D’Adamo e del maître Egidio Fiorani.

Alle ore 18:00 saranno in scena nuovamente i barmen dell’AIBES con un loro cocktail.

L’ultima giornata in Fiera, quella di mercoledì 15:

Parte alle ore 10:00 con la partecipazione delle sezioni AMIRA di Procida, Ischia, Capri e Paestum

Dalle 11:00 alle 12:30 il fiduciario della sezione Ischia dell’AMIRA Salvatore Trapanese con il suo direttivo relazioneranno sulla nuova figura del maître sommelier con la presentazione di uno specifico corso.

Dalle 12:30 verrà offerta ai visitatori ed ospiti dello stand AMIRA una degustazione di prodotti tipici.

Dalle 14:00 alle 15:00 Gran finale Flambè sempre a cura dell’AMIRA

Dalle 15:00 alle 16:00 il consigliere nazionale dell’AIBES Luigi Sgaglione, campione mondiale di Free Style, attrarrà visitatori ed ospiti della fiera con una sua performance acrobatica.

Dalle 16:00 alle17:00 lo chef Aniello Di Caprio terrà una lezione di Food Cost

Gli avvenimenti fieristici ospitati dall’Amira, per far sì che si possano sempre più esprimere esperienze, condividere momenti formativi, familiarizzare fra associati delle diverse sigle per migliorare la professionalità dell’Accoglienza e fare sinergia per una cooperazione tra più elementi per il raggiungimento di un risultato comune si concluderanno:

Alle ore 17:00 con una lezione tenuta dalla dottoressa, Biologa Nutrizionista Katya Tarantino che coinvolgerà i presenti sulla Dieta Mediterranea. Nelle giornate ci sarà anche la partecipazione della scuola G. Fortunato di Napoli, rappresentata dal prof. Flavio Amirante.

Ad assolvere il compito del far si che tutto possa avere successo, curando ogni minimo particolare saranno impegnati Mario Golia tesoriere dell’Amira Napoli, ed i soci Patrizio Moschiano, Egidio Fiorani e Arcangelo Farinato. Altro incontro importante da inserire in agenda e partecipare è quello indetto dall’A.D.A. (Associazione Direttori d’Albergo) con Giuseppe Bussetti presidente della sezione Campania, per martedì 14alle ore 12:30 presso la Sala Convegni, padiglione 1, della Mostra d’Oltremare

 

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
E’ prossimo l’Appuntamento annuale del Sigep. Dal 18 al 22 gennaio alla Fiera di Rimini Sun, 12 Jan 2020 05:58:09 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/614987.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/614987.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Sigep e A.B. Tech, appuntamento con i Talenti della Pasticceria e della Panificazione Artigianale, stanno per riaprire i loro battenti, come consuetudine annuale in gennaio. Prossimamente, da sabato 18 a mercoledì 22, Italian Exhibition Group ha organizzato a Rimini Fiera, la 41esima edizione del Salone Mondiale del Dolciario Artigianale, al quale come consuetudine da 6 anni, si affianca A. B. Tech Expo, 6° Salone Internazionale delle tecnologie e prodotti per la panificazione, pasticceria e dolciario. Sui 129mila metri quadri del quartiere fieristico riminese, con la presenza di circa 1.250 aziende e brand stranieri che giungeranno da oltre 30 Paesi, si svolgeranno 1.300 eventi ed i temi trasversali a tutti gli appuntamenti saranno, innovazione, tendenze, formazione e internazionalità. Nelle giornate del Sigep, “ Vision Plaza”, sarà un luogo, ma anche un think tank che dal 18 al 22 gennaio animerà la fiera di Rimini di Italian Exhibition Group, l’unico e vero hub di sviluppo dell’intero comparto del foodservice dolce. Si partirà sabato 18 gennaio alle 11 con l’Opening Talk incentrato su “Future is now! I nuovi valori globali del foodservice dolce: esperienza, qualità e sostenibilità”. Sarà un vero e proprio confronto tra esperti del mercato globale fuori casa, delle dinamiche di consumo e dei brand per capire le sfide del foodservice dolce e individuare le opportunità future di crescita e sviluppo. I relatori si confronteranno sui “valori” del consumatore fuori casa quali l’esperienza, la qualità del cibo, degli ambienti e la sostenibilità. Le scelte dei consumatori, sempre più eco-friendly, detteranno l’agenda delle decisioni strategiche delle aziende che operano in questo settore al fine di soddisfare i bisogni dei consumatori di domani. Agli incontri saranno proposti dati e testimonianze su trend emergenti. Attesi, tra gli altri, gli interventi di Bob O’Brien, Global Senior Vice President Foodservice di NPD Group, Caterina Schiavon, Sociosemiologa e partner di KKienn Torino e di Francesco Buschi - strategy director di Future Brand. Sarà un anno di particolare attrazione il Sigep 2020, con eventi Top e nella Gelato Arena si svolgerà la “Coppa del Mondo della Gelateria”, la più importante competizione per il gelato artigianale, giunta alla nona edizione, con 12 squadre in gara da tutto il mondo. Nella Pastry Arena, (pad. B 5) si potrà seguire “The Star of Sugar” (prove sulle sculture in zucchero e dolci da viaggio), appuntamento, dedicato all’arte dello zucchero, che si rivolge a tutti i pasticceri/e del mondo, offrendo un’occasione altamente formativa per mettere alla prova le proprie capacità artistiche: le realizzazioni, premiate alle 17.30, avverranno in zucchero colato, soffiato, tirato, pastigliaggio e zucchero pressato, con il tema “Il viaggio del caffè tra storia e leggenda”. Si potrà inoltre assistere ai “Campionati Italiani di Pasticceria” e “SIGEP Giovani”, gara d’eccellenza per scuole professionali. La Coffee Arena ospiterà i sette “Campionati Italiani Baristi” dedicati al caffè, tutti valevoli per l’accesso ai mondiali del prestigioso circuito del World Coffee Events, mentre la Bakery Arena si concentrerà sul “Bread in the City”, Concorso internazionale di Panificazione. Il 19 gennaio, sempre alla Pastry Arena, si passa dalla teoria alla pratica con i “Pastry Talk”: conversazioni e appuntamenti con esperti di pasticceria e non solo. Dalle 10.30 alle 11.30 con il Maestro Sal De Riso, dalle 11.30 alle 12.30 con il Maestro Santi Palazzolo, dalle 12.30 alle 13.30 il racconto delle tradizioni future con i Maestri Iginio Massari e Gino Fabbri promosso dall’Accademia Maestri Pasticceri Italiani. Al Sigep dell’anno 2020, tra business, internazionalità e futuro del food service, saranno partecipi anche 57 espositori campani. In particolare 27 aziende della provincia di Napoli, 21 della provincia di Salerno, 5 della provincia di Caserta e 4 della provincia di Avellino. Dalla provincia di Napoli: Amarischia di Caivano; Az. Agr. Galano Osvaldo - Sorrento; Boccia Confertti – Ottaviano; Cab –Pozzuoli; Cafè Centro Brasil –Arzano; Caffè Moreno –Casoria; Caporaso Group – Casamarciano; Cartotecnica Partenope – Arzano; Coni Perfetto – Casandrino; Distilleria G. Amato & figli soc. agr. – San Giuseppe Vesuviano; Elmeco – Casandrino, F.lli Crispino – Frattamaggiore; Fratelli Nappi2 - San Gennaro Vesuviano; G.A. Comitato Nazionale per la Difesa e Diffusione del Gelato Artigianale e di Produzione propria – Capri; Iavazzo e Italcialde – Sant’Antimo; Italiana Confetti Scisciano; Kenon - Arzano; Kimbo – Melito di Napoli; Kremoso – Napoli; S. Passalacqua – Casavatore; Senatore – San Sebastiano al Vesuvio; Terpack – Villaricca. Per la provincia di Salerno: A.P.A. Antica Pasticceria Artigianale – Eboli; Artecarta Italia – Scafati; Caffè Santa Cruz Salerno - Pontecagnano; Caffè Tostini – Teggiano; Canditi Crispo – Fisciano; Carpino, Corbara, Salerno Decora, Decoridea, Caffè Cesare Trucillo e Karma da Salerno; F.lli Tedesco –Angri; Formamentis – Pontecagnano Faiano; Giordano Giovanni – Nocera Superiore; Medac – Salerno; Trade Coffee – Mercato San Severino; Dolcezze di Ferrentino Anella – Cava de’ Tirreni.  Dalla provincia di Avellino: Az. Agr. Maietta Marco – Avella; I.Co.Cialde – Calitri; MDF Veicoli industriali – Sturno. Dalla provincia di Caserta: Barbera Caffè - Trentola Ducenta; Caffè Toraldo – Carinaro; Consorzio per la tutela della Ricotta di Bufala Campana DOP – Caserta; Domenico De Lucia – San Felice a Cancello; Esseprint – Aversa. Per AB Tech, saranno presenti Mecnosud da Flumeri; Dolce Paradiso - Torre del Greco; Dolciaria Acquaviva – Napoli; Fresystem – Caivano; Sud Forni – Casoria; Caffè Motta – Salerno; Fattorie Cilentane – Agropoli; Sacar Forni – Baronissi; San Giorgio - Castel San Giorgio e Icab – Buccino.

 

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
Le attività dell’On. Alfonso Longobardi e Bruno Cammarota Sun, 12 Jan 2020 00:59:23 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/614980.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/614980.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

BOSCOREALE, PONTE VIA POMPEI: PULIZIA, RIQUALIFICAZIONE E ABBATTIMENTO PER IL RILANCIO DELL'AREA

 

Decisivo intervento di Sviluppo e Territorio guidato da Alfonso Longobardi e Bruno Cammarota

 

Boscoreale - Grazie all'impegno di ‘Sviluppo e Territorio’, il Movimento politico fondato da Alfonso Longobardi, e col sostegno del locale club cittadino, coordinato da Bruno Cammarota, importanti notizie giungono oggi per i cittadini di Boscoreale.

 

Cammarota spiega: "Il ponte di via Pompei che sovrasta la strada è inutilizzato da anni dalla Circumvesuviana e va abbattuto.

Grazie al sostegno del Consigliere regionale Alfonso Longobardi abbiamo avviato una proficua sinergia istituzionale con il Comune e con l'Eav.

In tal modo si potranno programmare le necessarie opere di abbattimento e la conseguente riqualificazione della zona".

 

Longobardi e Cammarota aggiungono:

"Nelle scorse settimane abbiamo effettuato un sopralluogo con i tecnici per definire priorità e interventi.

L'area ora è interessata da azioni di pulizia, così da ripristinare decoro e sicurezza urbana; Eav finanzierà i lavori di abbattimento del ponte e di adeguamento del manto stradale sottostante. La società di trasporti ha inoltre garantito il ripristino del parcheggio e del servizio di illuminazione del piazzale antistante la nuova stazione della Circumvesuviana di Boscoreale.

Con la Politica del fare che pratichiamo ogni giorno stiamo dando risposte concrete ai cittadini ed ai pendolari ".

 

]]>
Prende il via la 1° edizione di Tuttohotel Thu, 09 Jan 2020 20:30:01 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/614744.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/614744.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione La kermesse dal 13 al 15 gennaio con orario 10:00/19:00, alla Mostra d’Oltremare di Napoli

Il grande sviluppo del turismo a Napoli ed in Campania, richiama l’attenzione di imprenditori sensibili ai tanti temi che l’Accoglienza ed Ospitalità del turista richiedono per far sì che il tutto esaurito degli ultimi tempi, possa essere mantenuto e magari adeguato ad un flusso ancor più ampio. Secondo una ricerca del portale Jetcost, il capoluogo campano, risulta essere la seconda meta turistica più ricercata tra quelle italiane e, addirittura, tra le prime venti al mondo nel periodo tra il 27 dicembre 2019 ed il 2 gennaio 2020. I temi ecologia e design, sono parole chiave per competere nel business dell’ospitalità e Tuttohotel intende svilupparle con una 1a fiera e mostra espositiva, in un’area di oltre 4.500 mq., allestita nel padiglione 1 della Mostra d’Oltremare, con ingresso in Piazzale Tecchio, organizzata da Squisito Eventi, Ticketlab e D&Dgroup, da lunedì 13 a mercoledì 15, dalle ore 10:00 alle 19:00, con ingresso libero, ma riservato solo agli operatori del settore pre-registrati sul sito Internet o che compileranno la scheda di partecipazione all’ingresso Fiera. La kermesse offrirà la possibilità di visionare ciò che serve per hotel, b&b e strutture ricettive di tendenza con le installazioni di sei studi di architettura esperti del settore, Studio Falconio, Ars Constructa, Fervistudio, FDF Design, THDP, e Keller Architettura. Tuttohotel, con questa manifestazione fieristica, intende anche creare aspettative, per il suo taglio super trendy che ha dedicato all’evento, cosicché i fruitori, proprietari, gestori o direttori di hotel, b&b e strutture ricettive, possano in un solo evento trovare quanto di meglio il mercato propone per arredare, rifornire o servire una struttura. Tutto questo, con l’aiuto di validi studi di progettazione e architettura esperti nel settore dell’ospitalità, invitati a presentare installazioni pensate ad hoc per le mostre B&B Expo Design e 2020 Eco Ospitality, all’interno della fiera, con installazioni in scala 1:1, dove provare il comfort di ambienti diversi, dalla camera d’albergo, al terrazzo, al giardino alla zona living, alla spa, alla sala bar. Il tutto per un adeguamento delle strutture, aggiornamenti, professionalità e i migliori servizi di accoglienza, che la fiera garantisce e aiuta a scegliere per questo mercato in grande espansione. L’evento, ha scelto di differenziarsi ed emergere in visibilità, creando stand accattivanti, dove ragionare sul proprio business e puntando dritto a stile e qualità, con la selezione di espositori di alta gamma, originalità e innovazione, come un taglio sartoriale, tailor made elegante, su misura, ma anche di ultima generazione. Si troveranno le migliori aziende di contract, domotica, complementi di arredo, e hotellerie, come Domus, The Bars, Stobag, NB Bertolini, La Forma, Berto’s, Emu, Work line, Aerotek, Bimar, Revol, Amonn, Landhaus, Casolaro Hotellerie, Nespresso, Corradi, Sutter, Harpo, Calligaris, Rivolta Carmignani, ma anche associazioni di categoria, come l’AMIRA, l’associazione dei maître e l’ADA Campania, l’associazione di direttori d’albergo, che oltre a patrocinare l’evento, organizzerà un meeting/raduno all’interno della fiera per confrontarsi sui nuovi trend dell’ospitalità. Di particolare attrazione sarà lo stand AMIRA che diretto dal Fiduciario della sezione Napoli-Campania Dario Duro, dal tesoriere dell’Amira NA Mario Golia , dai soci Egidio Fiorani e Patrizio Moschiano, dal Gran Maestro della ristorazione Enzo D’Adamo ed altri soci del direttivo campano, di continuo nelle tre giornate ospiterà oltre a suoi iscritti con performance di Flambè, corsi di Bon Ton e Accoglienza, Mice en Place e la partecipazione delle sezioni A.M.I.R.A. Ischia, Procida, Capri e Paestum, con degustazioni dei loro prodotti tipici e dimostrazioni di tecniche di servizio, anche la Fisar con un mini corso di analisi sensoriale e tecniche di servizio del vino tenuto dalla fiduciaria campana Anita Mercogliano, la F.I.C di Napoli e Caserta con una dimostrazione professionale dei loro cuochi associati, l’AIBES sezione Campania e la Fimar con la sua delegata campana Romina Sodano e Egidio Fiorani.

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
Grande successo per il “Concerto di inizio anno” a Cancello ed Arnone Fri, 03 Jan 2020 21:17:48 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/613918.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/613918.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione e.a.c. Cancello ed Arnone apre alla grande il 2020 all’insegna della grande musica. Ha avuto luogo ieri, presso la Chiesa Maria SS Assunta in Cielo, il “Concerto di inizio anno” tenuto dal Notarilica Ensamble, composto da Marco Rozza (pianoforte), Inna Kulikova (violino), Filippo Staiano (flauto), Artan Tanzi (violoncello), accompagnato dalla straordinaria voce del Soprano Internazionale Teresa Sparaco e dal Tenore Sergio Dragone.

Il “Concerto di inizio anno” si pone all’interno di una serie di eventi che la Pro Loco “Terre di Cancia e Lanio” ha organizzato, di concerto con l’Amministrazione Comunale, per far vivere appieno l’atmosfera e la magia del Natale alla nostra comunità. 

L’ultimo appuntamento del calendario “Natale a Cancello ed Arnone” è previsto per domani 4 gennaio alle ore 17:00 presso la Palestra dell’I.C. Ugo Foscolo di Via Settembrini, con una festa dedicata ai bambini con musiche, giochi, baby dance, truccabimbi, zucchero filato. Per l’occasione, i piccoli che hanno partecipato all’ElfoLab, ci delizieranno delle loro esibizioni. 

Al termine di ogni progetto, è consuetudine fare dei bilanci. 

La possibilità di realizzazione del progetto descritto, merita un ringraziamento da parte di tutti che con grande soddisfazione l’hanno espresso nei confronti dell’Amministrazione Comunale del sindaco Ambrosca, della Pro Loco “Terre di Cancia e Lanio”, ma più nello specifico, il più sentito e doveroso “GRAZIE” va a Melania Di Benedetto, senza la cui collaborazione tutto ciò non sarebbe stato possibile ed anche a Gerardo e Marco Luongo accompagnato dall’augurio di Buon 2020 a tutti. 

Elisa Cacciapuoti                                                         

]]>
E’ Beatrice Scolletta la Miss Italia prima eletta. Proclamata in Tv, nel corso della trasmissione a Potenza di Rai Uno Wed, 01 Jan 2020 08:10:12 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/613537.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/613537.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Nel corso del programma in diretta Tv “L’anno che verrà”, il consueto concerto condotto in questa occasione da Amadeus, in diretta da Piazza Mario Pagano di Potenza, con il quale RaiUno festeggia, insieme a tutti i suoi spettatori, l’arrivo del nuovo anno, unitamente ai tanti big della serata,  abbiamo visto i vincitori delle edizioni 2019 di Sanremo Giovani, di Area Sanremo e di Sanremo Young che rivedremo fra circa un mese al Festival della Canzone Italiana di Sanremo e la nuova Miss 365, prima Miss dell’Anno 2020 del Concorso Miss Italia. E’ Beatrice Scolletta la Miss Italia prima eletta, che accede di diritto alla finalissima nazionale che solitamente si tiene in settembre per proclamare la continuatrice di una storia della bellezza italiana, che quest’anno giunge alla sua 81° edizione e vedrà cedere la corona di Miss Italia alla eletta fra le tante ragazze che concorreranno, come ogni anno, alla kermesse ideata da Dino Villani ed esplosa ai più grandi splendori con Enzo Mirigliani, passata poi alla figlia Patrizia dopo la dipartita di colui che ha reso “Miss Italia” un evento protagonista della tradizione e del costume del nostro Paese. La bella 24enne, nettunense, Beatrice eletta Miss 365 e che quindi rappresenta una bellezza continuativa almeno per quest’anno affiancando la titolare di Miss Italia 2019/2020 la lombarda Carolina Srtamare eletta a Jesolo nel settembre 2019 durante la finale nazionale del concorso trasmessa in diretta, per la sua 80esima edizione, da RaiUno, con la conduzione di Alessandro Greco, è stata scelta fra le tre selezionate delle 170 candidate che una giuria di fotografi presieduta da Rino Barillari in un casting nazionale svoltosi all’Hotel Crowne Plaza a Roma, con la  presenza della patron Patrizia Mirigliani, da determinato per concorrere a questo titolo. Mentre le altre due concorrenti finaliste per questa selezione, Rebecca Puci 22enne di Mantova e Margot Truffa 19 anni di Anguillara, hanno ottenuto la possibilità di concorrere direttamente fra le prefinaliste nazionali, la Scolletta la potremo vedere già con certezza nella finale nazionale per contendersi fascia e corona di Reginetta della bellezza italiana per il 2020/2021 e potremo così in diretta tifare per lei o altra di nostro piacimento attraverso il televoto.  La miss 365 di quest’anno ha dichiarato: «È nato tutto per gioco. Stavamo vedendo Miss Italia quando mio marito Roberto, ha detto ai bambini Leone e Vittoria, che l'hanno prossimo avrebbero visto anche me in tv. E' stato lui ad iscrivermi, io non ci pensavo proprio. Poi sto ancora allattando e quindi sono costretta a portarmi i pargoli appresso. Ora sono confusa e felice». Cosa c’è di più bello dell’iniziare un anno in allegria e poi con la gioia di una delle più belle ragazze italiane chiamata a rappresentare la bellezza femminile dell’intero Stivale proprio con lo scoccare dell’anno nuovo? La miss 365 prima Miss dell’anno del concorso Miss Italia, che con l’80 compleanno nello scorso settembre è tornato su Rai Uno, è stata presentata sulla rete ammiraglia della Tv italiana da Amadeus proprio nella prima ora di quest’anno ed esattamente alle 00:35. Subito dopo il boom di festeggiamenti per questo 2020, anno nel quale con il concorso Miss Italia, continuano oltre alle opportunità di lavoro e sogni che tante ragazze hanno realizzato, con la loro bravura, proprio partecipando a Miss Italia, anche le tante battaglie condotte da Patrizia Mirigliani in difesa di tutte le donne con in primis quelle ragazze che lei coccola con la partecipazione ad un concorso che pur restando nella semplicità della “porta accanto” mira a fare esprimere alle ragazze tutte le loro altre potenzialità per dar loro la possibilità di emergere e partecipare alla creazione di un mondo migliore.

Giuseppe De Girolamo

 

 

]]>
Cena di fine anno per il Comune di Cancello ed Arnone e poi a seguire la festa di “Aspettando il Capodanno” Sun, 29 Dec 2019 18:21:08 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/613318.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/613318.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Una cena conviviale e tanta voglia di fare comunità, con musica e tanto divertimento, si è tenuta Venerdì 27 dicembre, per lo scambio di auguri in occasione delle festività di fine anno.

È stata una serata all’insegna del sociale, della solidarietà, dell’altruismo, dell’amore per il prossimo, con un’ottima cena ed un ambiente molto accogliente.

Il Primo Cittadino Ambrosca, durante la serata, ha tenuto a ringraziare quanti hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento. Un ringraziamento ai volontari della Pro Loco Terre di Cancia e Lanio, del Gruppo Comunale di Protezione Civile e della Croce Rossa Italiana.

Un sentito e doveroso ringraziamento alla Nuova Cucina Organizzata, ai Caseifici Agnena, La Regina dei Mazzoni, Prati del Volturno, all’Agriturismo La Corte dei Platani e alla ditta Strada Facendo di Ludovico Maiello.

Partecipi alla kermesse con il contributo della loro graditissima presenza, il Maestro Luciano Capurro, accompagnato dalla Soprano Anna Caso, della Compagnia Napolincanto - Stabile Salone Margherita di Napoli.

Ha allietato la serata, inoltre, il piano bar di Gepi Mariniello.

L’appuntamento è per l’anno prossimo.

Di seguito domenica 29 altro incontro: “Aspettando il Capodanno”, una festa alla quale è assolutamente impossibile mancare!

L’appuntamento è fissato alle 21:30 presso la Palestra dell’I.C. Ugo Foscolo di Via Settembrini.

Elisa Cacciapuoti

]]>
Il Natale a Cancello ed Arnone, prosegue in una coinvolgente e brillante atmosfera Sat, 28 Dec 2019 23:15:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/613304.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/613304.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Prosegue l’atmosfera del “Natale a Cancello ed Arnone”, la kermesse di vari spettacoli organizzati dalla Pro Loco “Terre di Cancia e Lanio” con il patrocinio del Comune di Cancello ed Arnone.

La rassegna, prevede fino al 2 gennaio iniziative ed eventi in un’atmosfera natalizia piacevole e divertente.

Giovedì 26 dicembre, nella Chiesa Maria Regina di tutti i Santi, si è svolto il Concerto di Natale del gruppo corale “KATA FILIAN” diretto e fondato dal Maestro Franco Mantovanelli dal titolo ECCE ANCILLA DOMINI. LA NATIVITÀ CONTEMPLANDO MARIA. Un inno alla Vergine Maria, alla Sua grandezza, alla Sua tenacia, alla Sua forza. All'amore che ha saputo donare. Un concerto dedicato a Maria, alle donne, alle madri. Musica e versi. Brani tratti dai Vangeli, dalla lettera del Papa alle donne, brani musicali e poesie che celebrano la grandezza della Vergine e più in generale di tutte le donne.

Grossa partecipazione di pubblico che è apparso entusiasta per l’intera serata.

Un sentito ringraziamento va al parroco Don Sabatino Sciorio.

Elisa Cacciapuoti

]]>
I tradizionali auguri di fine anno. A casa Manna, gli amici si moltiplicano d’anno in anno Thu, 26 Dec 2019 19:24:39 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/613126.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/613126.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Come ormai di consueto, prima del Natale Franco Manna, presidente di “Sebeto”, con al fianco sua moglie Stefania Saraniti Pirello, i figli Jacopo, Niccolo’ e Giordana (Gio’gio’), e il papà Antonio Manna con i suoi 97 anni, con la collaborazione della signora Clelia Martino development manager della stessa Sebeto, ha invitato gli amici più stretti e dipendenti del gruppo societario per condividere con loro gli auguri per le festività di fine anno. Quest’anno Manna, prendendo la parola per salutare gli ospiti, ha invitato tutti a cantare Oh Happy Day! Insieme al coro Gospel. Poi Franco Manna, si è svestito del suo abito indossato come i cantori Gospel e con il suo solito humor ha voluto ricordare che quest’anno gli inviti sono partiti con un po’ di ritardo, rispetto alla consuetudine annuale che invita gli amici all’appuntamento del 24 dicembre per lo scambio di auguri per le festività di fine anno. L’invito recitava ”Un’ora di Auguri – porta bene e non crederci porta male”. Vuoi per la scaramanzia nella quale i napoletani primeggiano, vuoi forse ancor più per i successi che il presidente di “Sebeto” ottiene sempre più, la bellissima e grande abitazione di Manna si è affollata all’inverosimile, circa 250 le persone convenute, con la gioia del padrone di casa, di tutti i familiari e di Clelia Martino che ogni anno inventa ed aggiunge qualcosa di originale, innovativo ed attirante per realizzare ciò che il suo presidente auspica. Franco Manna, ovviamente ha colto l’occasione per ringraziare la Martino che svolge un lavoro di grande importanza, come altri del gruppo, per far sì che la Sebeto possa registrare sempre più successi, ma in questa particolare giornata diviene l’optimum dell’organizzazione con le sue geniali idee ed il grande impegno che profonde nel realizzarle.  Manna ha poi esordito dicendo: ”Questo è stato un anno importante forse un po’ più dei precedenti perché c’è stato uno stringere ancora più le vecchie società, le amicizie. Io e il mio socio quarantennale Pippo Montella, abbiamo comprato una parte dell’azienda “Ham- holy burger” che era di nostri soci e quindi oltre ad occuparci di Rossopomodoro, abbiamo preso al volo questa ulteriore sfida. Perché penso che le sfide, in particolare quelle un pò difficili, che nessuno prenderebbe, sono quelle che danno il senso della vita. Devo aggiungere che anche l’atro nostro socio Roberto Imperatrice, pur non avendo necessità di caricarsi di una ulteriore spesa ha iniziato questa avventura bellissima che è quella di Direttore amministrativo della più importante società italiana di catering alberghiero. Questa esperienza anzidetta, la volontà di intraprendere ulteriori sfide, quelle cose che anche quando non ne avete necessità vi tolgono il sonno di notte, sono quel quid di vita che ci entusiasma. Il nostro amico Maurizio Costanzo, che quest’anno essendo in campagna con Maria non ha potuto collegarsi in videoconferenza con noi per farci gli auguri come negli anni scorsi, mi disse: il segreto nella vita almeno per me che ho più di 80 anni e non avrei necessità d’altre aspirazioni, è quello di non dormire tranquillo la notte. Quindi il messaggio fondamentalmente che desidero lanciare a voi giovani, come a tutti i giovani, è quello di accettare sempre le nuove sfide, specialmente quando queste sono molto più grandi di voi e vi spaventano, vi impressionano ed è quello il momento di accettarle perché voi vi convincete e vi sentite assolti solo quando siete stati capaci di affrontare qualcosa di nuovo. Perché alla fine quello che vi rimarrà è il coraggio che avrete oggi di affrontare situazioni e che vi servirà come sprono e soprattutto come base per il futuro. Le difficoltà certamente esistono nell’affrontare qualcosa di nuovo, ma anche i vostri genitori non vi giudicheranno per quello che sarete riusciti a realizzare, ma per il coraggio dell’aver voluto affrontare qualcosa, ed ancor più perché ci avete messo perseveranza”. Concludendo il suo messaggio di auguri e speranze soprattutto nei giovani che sono il futuro, Manna ha augurato a questi di avere il coraggio di affrontare sempre la vita a viso aperto, soggiungendo: ”perché sono sicuro che l’Universo si metterà in moto per farvi riuscire nei vostri intenti, ma anche se casomai non dovesse riuscirvi, siete persone normali e per molte persone il sogno è semplicemente la normalità”. Poi l’alzata di 6 calici del brindisi, che da più di 10 anni sono sempre gli stessi, con il primo tocco di bicchieri effettuato dal papà Antonio e Franco Manna, con tutta la famiglia, insieme ai soci storici Pippo Montella con la moglie Rossella Golia e i figli Fabiana e Marco e con Roberto Imperatrice con la moglie Monica Gargiulo, Clelia Martino e gli executive chef di Rossopomodoro Antonio Sorrentino, Enzo De Angelis e Claudio Passarelli. Poi ancora i tanti ospiti e fra questi: l’On. Paolo Russo, l’assessore al Comune di Napoli Alessandra Clemente; Angelo Pisani (l’avvocato di Maradona); i giornalisti Dino Piacenti, Francesca Marino, Luciano Pignataro, Diana Kuhne e Sabrina Abbrunzo; Carmine e Antimo Caputo; Antonio Mattone; i campioni mondiali di pizza Teresa Iorio e Davide Civitiello; Assunta Pacifico; Enzo Coccia; Mario Ioime; Gabriele Gargano; Filomena Caporaso; Paolo Calvanico; Saverio Damelio; Roberta De Marco; Giada Copersito; Marco e Fabiana Montella; Gennaro D’Aria (‘O Masto d’’a Pizza); Stefania De Pascale; Gabriele Gargano; Livio Varriale; Michele Cecere; Massimo Sbaraglia; Mimmo Augeri ed altri.

Giuseppe De Girolamo 

 

]]>
Un anno di ulteriori successi per l’ADA. Al via nel 2020 la riforma dello Statuto Tue, 24 Dec 2019 07:33:49 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/612849.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/612849.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione La grande partecipazione di soci, alla cena per lo scambio degli auguri per le prossime festività di fine anno, che annualmente l’ADA (Associazione Direttori d’Albergo) in Campania, attualmente presieduta da Giuseppe Bussetti, che è anche il Direttore del prestigioso Grand Hotel Oriente nel cuore di Napoli organizza, ha confermato la solidarietà che esiste fra i soci di questo sodalizio e la stima che nutrono verso il proprio presidente.

La Cena, ospitata dal Grand Hotel Parker’s a Napoli, altra struttura alberghiera che da un forte lustro alla nostra città per l’accoglienza turistica che opera in modo egregio per tanti motivi, come l’eleganza dei suoi ambienti, due ristoranti uno più singolare e stellato dell’altro, il panorama della città partenopea che è possibile godere a 365 gradi e poi il Direttore Antonio Maiorino, con il suo impegno e savoir faire, ha contribuito a far sì che tutti gli intervenuti potessero andar via con il ricordo di una bellissima serata trascorsa.

Un pomeriggio, quello organizzato da Bussetti, caratterizzato da numerosi momenti per poter rendere tutti partecipi e nel migliore dei modi alla vita di quell’associazione che da tanti anni ha nel cuore e che nel suo secondo mandato di quattro anni, come da statuto e con scadenza 2022, ha dimostrato di saper condurre con quell’immagine dirigenziale che richiede l’evoluzione dei tempi. Infatti oggi l’immagine del direttore d’Albergo deve essere necessariamente rivalutata, questi occorre che sia un professionista, un manager, una persona qualificata che può dare un’impronta di funzionalità e sviluppo ad una attività alberghiera.

Il Turismo è oggi forse la più importante forma di vitalità della nostra Nazione, la maggior fonte di incremento delle nostre finanze e della nostra occupazione lavorativa ed in particolare parlando della Campania, diretta come Ada da Bussetti, dobbiamo dire che questo presidente ha dato un’impronta di sviluppo di immagine ai suoi associati con varie iniziative messe in campo. Questo perché non è difficile ne controvertibile affermare che da circa 4 anni il turismo a Napoli è fortemente in crescita, e se guardiamo queste ultime festività, vediamo che non c’è un posto libero in città, ma anche nell’interland, già da qualche mese, da poter permettere di prenotare una vacanza. Un turismo, che certamente non vogliamo e non possiamo perdere. Di qui la necessità di sviluppo dell’Ada e Bussetti nel pomeriggio, prima della cena del Natale 2019 per lo scambio auguri, sempre al Parker’s, ha convocato i suoi iscritti per una riunione al fine di fare un consuntivo, che naturalmente è positivo se gli permette di essere al sesto anno di presidenza. Quindi sulla scia della strada intrapresa, come obiettivo del 2020, ha detto di volere incentivare la formazione già operativa anche con il supporto del CSM (Centro Studi Manageriali ADA), cercando di far diventare l'associazione ambita dai manager del settore. Proveremo - ha soggiunto Bussetti – a fare anche attività di team building come ad esempio le cooking class ed altro ancora. L’incontro conviviale di fine anno dell’Ada, dopo il momento di riunione associativa, si è sviluppato con il passaggio di soci ed invitati nel gran salone che il Parker’s possiede a piano d’ingresso dove è stato servito l’aperitivo, dando anche a tutti la possibilità di interloquire con gli sponsor della serata. Le Aziende che hanno anche reso possibile l’incontro e presenti con una propria postazione ai lati della sala sono: Amonn forniture alberghiere, Dorelan materassi, lavanderia industriale White, Worldtours autoservizi, Estensa digital marketing, Volpicelli tipografia, Ilario caffè, SDM distribuzione hotel e la Pefim casermaggio. Dopo il benvenuto agli ospiti da parte di Bussetti ed il gruppo direttivo ADA Campania, si è passati tutti all’ultimo piano dell’Hotel dove è stata servita una cena di spiccata eleganza, elaborata dagli chef della struttura e composta da: Sgombro marinato su caponatina di melanzane; risotto ai friarielli con seppia ed il suo nero; trancio di spigola con scarola brasata; carpaccio di ananas con gelato; il tutto accompagnato da una eccellente Falanghina IGP Campostatano ’18 ovviamente di Villa Matilde, azienda di grandi vini campani, i cui titolari sono anche proprietari del prestigioso Parker’s. Un ritorno nella sala degli sponsor, è stato il momento conclusivo per degustare il dolci natalizi ed un buon caffè offerto dalla “Ilario”, mentre a numerosi ospiti venivano consegnati cadeau delle aziende partecipanti alla kermesse. Il tutto preceduto dal saluto e ringraziamento per la partecipazione rivolto agli ospiti da Bussetti ed il suo direttivo, presentando singolarmente i rappresentanti delle aziende presenti che hanno anche fatto una breve presentazione delle loro attività.

Prima del concludere con gli auguri per le festività, Bussetti ha informato, con orgoglio e fra gli applausi di tutti, che Piero Ferretti è stato scelto come membro della commissione che avrà il compito di riscrivere lo statuto dell'ADA. Al fianco del presidente ADA Campania, c’erano anche Alberto Sorrentino vice presidente, Anna Maria De Lucia revisore dei conti e Gianmarco Nasti past tesoriere, ora trasferitosi in Toscana a dirigere un hotel. Alcuni soci e membri del direttivo come Barbara Brunelli segretaria ADA Campania ed Antonio Palmieri tesoriere Ada Campania, non potendo essere presenti alla serata per impedimenti imprevisti, hanno voluto inviare i loro saluti a tutti i presenti attraverso il loro presidente. Anche l’Onorevole Alfonso Longobardi, Consigliere Regionale Campania e Vice Presidente Commissione Bilancio, impegnato in Consiglio Regionale per la maratona della Commissione Bilancio di approvazione della Legge di Stabilità, non potendo essere fisicamente presente alla serata, non ha voluto far mancare la sua vicinanza all’ADA e con un intervento telefonico, raccolto da Bussetti e messo a viva voce con microfono, ha potuto far sentire a tutti quanto sia vicino alle problematiche del turismo, e ad uno sviluppo di accoglienza ed ospitalità che tutti gli addetti a questo settore, potrebbero rafforzare ed incrementare anche con una maggiore e valida formazione degli stessi. Fra i numerosi ospiti ricordiamo Gaetano Castellano, Michele Guglielmo ex direttore Hilton Sorrento Palace, Antonio Melchiorre direttore Hotel Piccola Marina di Capri e Paolo Ferretti altro membro di una famiglia che ha creato l’Accoglienza, Ospitalità, Informazione e Cultura nel mondo dell’alberghiero e del buon bere. Infatti iniziò con Mimmo Ferretti papà di Piero e Paolo la grande storia degli istituti alberghieri con quello di Via Giovenale a Napoli. Una storia che con Mimmo diede cultura e sapere ai Barman, diede insegnamenti agli albergatori con lo splendido Hotel Ferretti a Diamante da lui diretto insieme alla consorte Lya, altra persona di inestimabili valori, che da grande esperta di vini, fondò l’associazione dell’Enohobby, e con la sua trasmissione “Cin Cin” in onda su Radio Antenna Capri, una delle prime nate emittenti radiofoniche, permetteva a tanti, con un partecipativo concorso di risposte alla sua proposta di etichette, di conoscere i vini italiani. Questo per non contare le sue apprezzatissime docenze negli alberghieri, i libri di testo dedicati ad insegnamenti agli alunni negli istituti alberghieri e testi di cucina da tutti tanto apprezzati ed acquistati in librerie. Un insegnamento ed un impegno per fare immergere i giovani nel mondo dell’Accoglienza ed Ospitalità del turismo continuato poi da figli Paolo e Piero. Di conseguenza grande merito va a Bussetti nell’aver saputo individuare in Piro Ferretti, quella persona con il compito tanto impegnativo di membro della commissione che avrà il compito di riscrivere lo statuto dell'ADA. Giuseppe Bussetti, con la cortesia che lo contraddistingue e che è sempre pronto ad esprimere, prima del consueto taglio della torta dedicata all’ADA e del brindisi augurale per un proficuo 2020 a tutti ed in tutti i campi, non ha mancato di ringraziare tutte le associazioni di categoria consorelle presenti e gli addetti alla informazione giornalisti e Tv intervenuti. Per l’AIBES (Associazione italiana Barmen e Sostenitori) sono intervenuti Rosario Restino Vice Fiduciario AIBES Campania e Andrea Pinto delegato AIBES Costiera Amalfitana; Romina Sodano Delegata FIMAR Campania (Federazione Italiana Manager Alberghi e Ristoranti); Giuseppe Sodano Consigliere del direttivo dell’URCC (Unione Regionale Cuochi della Campania) e Salvatore Spuzzo Chef della FIC (Federazione Italiana Cuochi) che con il Team campano al Culinary World Cup 2018, svoltosi a Lussemburgo è andato al trionfo insieme agli altri del gruppo della nazionale italiana, conquistando l’argento per l’Italia; infine per l’AMIRA (Associazione Maître Italiani Ristoranti e Alberghi) non potendo essere presente il Fiduciario delle sezione napoletana Dario Duro, che sta portando una svolta decisiva di sviluppo all’associazione, rendendo la professionalità del direttore di sala conforme alle aspettative di successo futuro che la categoria auspica sul territorio nazionale per un incremento di turismo attraverso una migliore e più professionale accoglienza dell’ospite, è intervenuto alla cena Ada il socio Amira Enzo D'Adamo, recentemente tornato nel gruppo napoletano, una persona di gran prestigio prestigio perché Gran Maestro della Ristorazione ed impegnato lavorativamente al Marriott Grand Hotel Flora Via V.Veneto 191 a Roma. Per la stampa sono intervenute Tv Canale 21, Campania Felix Tv con Raffaele Carlino e Sabrina Abbrunzo che oltre ad essere inviata per la testata giornalistica Capri Event si è adoperata anche per condurre le interviste che Carlino ha fatto agli sponsor con la sua TV.

 Giuseppe De Girolamo   

 

]]>
Il sindaco di Cancello ed Arnone, incontra la cittadinanza e festeggia i neo 18enni Mon, 23 Dec 2019 20:59:28 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/612810.html http://zend.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/612810.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Si è svolto nella Sala Consiliare del Comune di Cancello ed Arnone, l’incontro del sindaco avv. Raffaele Ambrosca e dell’Amministrazione Comunale con la cittadinanza per il consueto scambio di auguri per le Festività di fine anno. 

Nell’occasione, i ragazzi che nel 2019 hanno compiuto e compiranno 18 anni, sono stati omaggiati di un regalo, una “Artecard”, un pass per visitare i luoghi d’arte e della cultura di Napoli, un regalo che avvicini, il più possibile, alla cultura.  

Ai neo 18enni il primo cittadino ha detto: “Il momento che condividiamo oggi è molto importante, entrate, a pieno titolo, nella comunità delle scelte che, anche grazie a voi, determineranno il futuro della nostra cittadina e della nazione più in generale. Scelte importanti che avranno bisogno di entusiasmo, passione, ma anche di ponderazione, conoscenza e disponibilità al rispetto delle norme che regolano la vita pubblica di ciascuno di noi. 

Se è vero che il mondo viene mosso dalla forza delle idee, voi possedete la forza per muovere il mondo. 

Confidate sempre nella vostra energia positiva”. 

Un evento, che diventerà un appuntamento fisso per tutti gli anni a venire. 

L’Amministrazione Comunale tutta ha augurato a tutti i cittadini di Cancello ed Arnone un sereno Natale. 

Elisa Cacciapuoti

]]>
“Sustable” e Friarielli, i successi di Volla. “Volla capitale del friariello”, parte nell’anniversario del ristorante e Pizzeria Sat, 21 Dec 2019 18:00:42 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/612576.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/612576.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

Doppio successo per “Sustable”. Nella serata, organizzata dalla giornalista Brunella Cimadomo con la sua Bc Communication, il “Uè frjarié”, marchio per la tutela del Friariello, cultivar autoctona, registrato dalla anzidetta esperta dell’informazione, che ne segue l'intero progetto, ed ha creato anche un logo e distintivo, il ristorante pizzeria “Sustable” in via Filichito 102 a Volla, ha festeggiato il suo primo anno di vita, confermando che la cittadina dell’interland napoletano è la capitale di questo eccezionale ed unico prodotto che la Campania solo può produrre per i terreni vesuviani legati a condizioni climatiche di particolare unicità. Sono stati proprio in tanti i qualificatissimi personaggi esperti del settore che hanno raccolto l’invito della Cimadomo, sia giornalisti fotografi e video operatori, che autorità. Ad accoglierli con gran simpatia ed Ospitalità, con la O maiuscola, hanno provveduto i padroni di casa Salvatore Susta con moglie e figlie, che insieme al direttore di sala ed il suo staff, si sono resi operati per offrire quell’Accoglienza che è un vanto del popolo napoletano, insieme a tante altre virtù che i partenopei possono vantare.

Anche il pubblico esterno, ha potuto vivere i festeggiamenti per i successi del locale ed ha avuto modo di degustare ugualmente specialità della casa a base di friarielli, mentre agli ospiti della grande tavola organizzata, sono state egregiamente ed accuratamente serviti i piatti e le pizze esclusivamente a base di friarielli, realizzati dal noto chef e patron della scuola Dolce & Salato Giuseppe Daddio, che cura anche la consulenza per la cucina della struttura ospitante l’evento, insieme a Roberto Susta, docente di pizza sempre della scuola di Marcianise, che ha avuto il suo momento di  Friariell  Day, invitando i tanti a gustare le sue meravigliose pizze. Tutto però dopo una interessante presentazione di questa impareggiabile verdura campana, che ha coinvolto la partecipazione per la presentazione di “Volla capitale del friariello”, del sindaco di Volla Pasquale Di Marzo; del capo dipartimento degli Alimenti Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno Federico Capuano; di Amilcare Troiano, responsabile Parchi del Gruppi Ricerca Ecologica; di Rosario Lopa, di Rosario Lopa, Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, componente del Dipartimento Nazionale Agroalimentare Ambiente Acqua Risorsa Mare Ristorazione e Pesca, già Delegato al Settore Agricoltura della Provincia di Napoli; di Pasquale Calviati, imprenditore settore agroalimentare, di Giuseppe Serroni, presidente Associazione I Sedili di Napoli; di un rappresentante di Slow Food; di Giuseppe Daddio e Salvatore Susta, titolare Sustable; che coordinati negli interventi dalla giornalista Brunella Cimadomo titolare della Agenzia di marketing e pubblicità BC Communication Service, hanno ricordato valori e proprietà del friariello e del territorio che lo partorisce. Infatti Volla, che come ha ricordato il primo cittadino, è teritorio fertile legato alla città di Napoli, trae la sua denominazione da Bolla, Bulla, Labolla, una pianura alle falde del Vesuvio, in prossimità del lagno dello Spirito Santo, ed il termine latino bulla (polla d'acqua), venne attribuito per la presenza in zona della sorgente del fiume Sebeto. Questo centro è noto soprattutto come grande produttore mondiale di “Friarielli” ed essendo a vocazione agricola, con l'incremento demografico degli ultimi anni si è trasformato in centro di distribuzione di prodotti dell'agricoltura e da alcuni anni ospita il “Centro agro-alimentare di Napoli”, uno dei maggiori mercati ortofrutticoli d'Italia. Capuano, che ha portato anche i saluti di Antonio Limone, direttore generale dell’Istituto per il quale è stato portavoce, ha richiamato tutti sul proteggere e diffondere le realtà e pregi che le nostre terre posseggono. Troiano, reduce dagli incarichi di presidente del Parco Nazionale del Vesuvio e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, e che quindi è stato molto interessato a proteggere l’essenza delle produzioni che la natura ci dona attraverso una preservazione ed incontaminazione di prodotti e luoghi, ha ricordato che i nostri friarielli, e tanti altri prodotti Dop come il Pomodorino del Piennolo rappresentano uno scrigno meraviglioso di continuazione della vita sul pianeta. Per Lopa, il piennolo di San Sebastiano, la ricotta di pecora e l’olio prodotti sul Vesuvio ed il grande patrimonio vitivinicolo sono la vera valorizzazione della nostra cultura enogastronomica. Saper scegliere cosa mangiare rappresenta la chiave di successo dal punto di vista sociale ed economico per la valorizzazione del territorio. Un marchio oggi - afferma Lopa - significa non solo valorizzare e promuovere dal punto di vista economico, ma fare un disciplinare di produzione e l’identità di un prodotto e soprattutto in questo caso, la metodica di coltivazione creando le colture che hanno fatto sì che alcuni prodotti come i friarielli cotti in un nostro olio potessero essere diversi dai broccoli o cime di rapa o altre verdure per i sapori intrinsechi che abbinati bene dalle mani delle nostre nonne ed ancor più oggi da quelle di chef come Daddio, divenissero piatti emblema dell’ottima ed originale cucina campana. Calviati, da imprenditore enogastronomico ha ricordato che il friariello è un vero Ambasciatore del Gusto perché viene accettato da tutte le tavole ed è richiestissimo più di altre verdure, infatti come unicità del campo vollese, dalla Campania ha conquistato l’Italia e viene esportato richiestissimo anche in altri continenti. A precedere le tante leccornie elaborate da Daddio, sono giunte le cimette di Friarielli in pastella e fritte, una bontà unica che il grande chef ha proposto riscuotendo un successo enorme come per le polpette con i friarielli e purea di patate create con l’Arte di Concetta altro elemento portante della famiglia Susta. Poi ancora la pasta che portata a tavola nel “maccaturo” (uno strofinaccio grande da cucina che si chiudeva allacciando i 4 angoli per portare il cibo in campagna) e sciolti i nodi per poi alzare il coperchio della pentola di rame, a mò cloche per piatti, facendo al momento sprigionare tutta la sua bontà, è stata condivisa ogni pentola, da 6 persone proprio come recita la tradizione. Un open bar aperto per tutto il corso della kermesse con elaborazione continua di cocktail ed altro, ed una tavola ricca di sapori genuini come le pizze con salsiccia, friarielli e fior di latte anch’esse dai sapori inconfondibili sia per i prodotti, che per l’Arte di Roberto che le ha prodotte, hanno costituito il preludio al taglio della torta dedicata a Sustable e Friariello che tutta la famiglia Susta, con tutto lo staff del ristorante-pizzeria e Salvatore in testa, hanno tagliato contornati dai personaggi e giornalisti intervenuti e la grande partecipazione del pubblico esterno, brindando poi a nuovi successi, anche con la volontà di creare un movimento per la valorizzazione di questa varietà di verdura unica nel mondo.

A termine serata non restava che esprimere “Uè frjarié” ‘ra verdur si ‘o Re! E d’a Vólla vien ‘addù me!

Quel che si è potuto notare, visibilmente inconfutabile per chi vuol trarre un bilancio di qualcosa che ha organizzato, è stata la gioia dei tanti ad essere vicini all’intera famiglia Susta e condividere con loro i successi di un anno, ma quel che ancora più conta è stato l’interesse di tutti verso i Friarielli e più ampiamente verso la riscossa ed il successo della Campania che può ottenere sempre più con prodotti autoctoni, originali, particolari e speciali che le nostre terre offrono.

 

Giuseppe De Girolamo 

]]>
“Sustable” e Friarielli, i successi di Volla. “Volla capitale del friariello”, parte nell’anniversario del ristorante e Pizzeria Sat, 21 Dec 2019 17:59:54 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/612575.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/612575.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Doppio successo per “Sustable”. Nella serata, organizzata dalla giornalista Brunella Cimadomo con la sua Bc Communication, il “Uè frjarié”, marchio per la tutela del Friariello, cultivar autoctona, registrato dalla anzidetta esperta dell’informazione, che ne segue l'intero progetto, ed ha creato anche un logo e distintivo, il ristorante pizzeria “Sustable” in via Filichito 102 a Volla, ha festeggiato il suo primo anno di vita, confermando che la cittadina dell’interland napoletano è la capitale di questo eccezionale ed unico prodotto che la Campania solo può produrre per i terreni vesuviani legati a condizioni climatiche di particolare unicità. Sono stati proprio in tanti i qualificatissimi personaggi esperti del settore che hanno raccolto l’invito della Cimadomo, sia giornalisti fotografi e video operatori, che autorità. Ad accoglierli con gran simpatia ed Ospitalità, con la O maiuscola, hanno provveduto i padroni di casa Salvatore Susta con moglie e figlie, che insieme al direttore di sala ed il suo staff, si sono resi operati per offrire quell’Accoglienza che è un vanto del popolo napoletano, insieme a tante altre virtù che i partenopei possono vantare.

Anche il pubblico esterno, ha potuto vivere i festeggiamenti per i successi del locale ed ha avuto modo di degustare ugualmente specialità della casa a base di friarielli, mentre agli ospiti della grande tavola organizzata, sono state egregiamente ed accuratamente serviti i piatti e le pizze esclusivamente a base di friarielli, realizzati dal noto chef e patron della scuola Dolce & Salato Giuseppe Daddio, che cura anche la consulenza per la cucina della struttura ospitante l’evento, insieme a Roberto Susta, docente di pizza sempre della scuola di Marcianise, che ha avuto il suo momento di  Friariell  Day, invitando i tanti a gustare le sue meravigliose pizze. Tutto però dopo una interessante presentazione di questa impareggiabile verdura campana, che ha coinvolto la partecipazione per la presentazione di “Volla capitale del friariello”, del sindaco di Volla Pasquale Di Marzo; del capo dipartimento degli Alimenti Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno Federico Capuano; di Amilcare Troiano, responsabile Parchi del Gruppi Ricerca Ecologica; di Rosario Lopa, di Rosario Lopa, Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, componente del Dipartimento Nazionale Agroalimentare Ambiente Acqua Risorsa Mare Ristorazione e Pesca, già Delegato al Settore Agricoltura della Provincia di Napoli; di Pasquale Calviati, imprenditore settore agroalimentare, di Giuseppe Serroni, presidente Associazione I Sedili di Napoli; di un rappresentante di Slow Food; di Giuseppe Daddio e Salvatore Susta, titolare Sustable; che coordinati negli interventi dalla giornalista Brunella Cimadomo titolare della Agenzia di marketing e pubblicità BC Communication Service, hanno ricordato valori e proprietà del friariello e del territorio che lo partorisce. Infatti Volla, che come ha ricordato il primo cittadino, è teritorio fertile legato alla città di Napoli, trae la sua denominazione da Bolla, Bulla, Labolla, una pianura alle falde del Vesuvio, in prossimità del lagno dello Spirito Santo, ed il termine latino bulla (polla d'acqua), venne attribuito per la presenza in zona della sorgente del fiume Sebeto. Questo centro è noto soprattutto come grande produttore mondiale di “Friarielli” ed essendo a vocazione agricola, con l'incremento demografico degli ultimi anni si è trasformato in centro di distribuzione di prodotti dell'agricoltura e da alcuni anni ospita il “Centro agro-alimentare di Napoli”, uno dei maggiori mercati ortofrutticoli d'Italia. Capuano, che ha portato anche i saluti di Antonio Limone, direttore generale dell’Istituto per il quale è stato portavoce, ha richiamato tutti sul proteggere e diffondere le realtà e pregi che le nostre terre posseggono. Troiano, reduce dagli incarichi di presidente del Parco Nazionale del Vesuvio e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, e che quindi è stato molto interessato a proteggere l’essenza delle produzioni che la natura ci dona attraverso una preservazione ed incontaminazione di prodotti e luoghi, ha ricordato che i nostri friarielli, e tanti altri prodotti Dop come il Pomodorino del Piennolo rappresentano uno scrigno meraviglioso di continuazione della vita sul pianeta. Per Lopa, il piennolo di San Sebastiano, la ricotta di pecora e l’olio prodotti sul Vesuvio ed il grande patrimonio vitivinicolo sono la vera valorizzazione della nostra cultura enogastronomica. Saper scegliere cosa mangiare rappresenta la chiave di successo dal punto di vista sociale ed economico per la valorizzazione del territorio. Un marchio oggi - afferma Lopa - significa non solo valorizzare e promuovere dal punto di vista economico, ma fare un disciplinare di produzione e l’identità di un prodotto e soprattutto in questo caso, la metodica di coltivazione creando le colture che hanno fatto sì che alcuni prodotti come i friarielli cotti in un nostro olio potessero essere diversi dai broccoli o cime di rapa o altre verdure per i sapori intrinsechi che abbinati bene dalle mani delle nostre nonne ed ancor più oggi da quelle di chef come Daddio, divenissero piatti emblema dell’ottima ed originale cucina campana. Calviati, da imprenditore enogastronomico ha ricordato che il friariello è un vero Ambasciatore del Gusto perché viene accettato da tutte le tavole ed è richiestissimo più di altre verdure, infatti come unicità del campo vollese, dalla Campania ha conquistato l’Italia e viene esportato richiestissimo anche in altri continenti. A precedere le tante leccornie elaborate da Daddio, sono giunte le cimette di Friarielli in pastella e fritte, una bontà unica che il grande chef ha proposto riscuotendo un successo enorme come per le polpette con i friarielli e purea di patate create con l’Arte di Concetta altro elemento portante della famiglia Susta. Poi ancora la pasta che portata a tavola nel “maccaturo” (uno strofinaccio grande da cucina che si chiudeva allacciando i 4 angoli per portare il cibo in campagna) e sciolti i nodi per poi alzare il coperchio della pentola di rame, a mò cloche per piatti, facendo al momento sprigionare tutta la sua bontà, è stata condivisa ogni pentola, da 6 persone proprio come recita la tradizione. Un open bar aperto per tutto il corso della kermesse con elaborazione continua di cocktail ed altro, ed una tavola ricca di sapori genuini come le pizze con salsiccia, friarielli e fior di latte anch’esse dai sapori inconfondibili sia per i prodotti, che per l’Arte di Roberto che le ha prodotte, hanno costituito il preludio al taglio della torta dedicata a Sustable e Friariello che tutta la famiglia Susta, con tutto lo staff del ristorante-pizzeria e Salvatore in testa, hanno tagliato contornati dai personaggi e giornalisti intervenuti e la grande partecipazione del pubblico esterno, brindando poi a nuovi successi, anche con la volontà di creare un movimento per la valorizzazione di questa varietà di verdura unica nel mondo.

A termine serata non restava che esprimere “Uè frjarié” ‘ra verdur si ‘o Re! E d’a Volla vien ‘addù me!

Quel che si è potuto notare, visibilmente inconfutabile per chi vuol trarre un bilancio di qualcosa che ha organizzato, è stata la gioia dei tanti ad essere vicini all’intera famiglia Susta e condividere con loro i successi di un anno, ma quel che ancora più conta è stato l’interesse di tutti verso i Friarielli e più ampiamente verso la riscossa ed il successo della Campania che può ottenere sempre più con prodotti autoctoni, originali, particolari e speciali che le nostre terre offrono.

 

Giuseppe De Girolamo

]]>
Torna Barmen in Passerella con “Christmas Cocktails Competition”. Ed è subito successo Thu, 19 Dec 2019 15:44:32 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/612263.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/612263.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

In una Sorrento sfavillante di luci di Natale, con al centro di piazza Tasso il bellissimo albero che ogni ora si spegne completamente per riaccendersi in musica e con motivazioni flesciate di intrecci dal meraviglioso spettacolo, al Circolo dei Forestieri – Terrazza delle Sirene, si è svolta con gran successo la “Christmas Cocktails Competition” BARMEN IN PASSERELLA 2019 organizzata dal fiduciario campano dell’AIBES (associazione Italiana Barmen e Sostenitori) Luigi Gargiulo ed il gruppo del suo direttivo. La kermesse che l’ottimo Gargiulo, come ha sempre dimostrato di essere per l’AIBES, sia da iscritto che come delegato per Sorrento ed ancor più nel suo mandato di fiduciario, che a termine dei 4 vanni di prossima scadenza lo vede artefice di una grande ripresa dell’Associazione da lui diretta in Campania ed alla quale ha dato tutto il suo impegno, professionalità e passione con le tante iniziative create, ha avuto  il patrocinio di AIBES nazionale e l’Associazione Bere Consapevole & Club “Gusto Aroma & Bon Ton”. Inoltre è stato presente il Presidente Nazionale Aibes, Angelo Donnaloia ed il Presidente Aibes Promotion Thomas Deste. Hanno partecipato anche con una propria postazione, ragazzi e docenti de “La Bottega dei Semplici Pensieri” associazione ODV ONLUS. Presenti anche le istituzioni con la Regione Campania, attraverso l’On. Alfonso Longobardi, che tagliò il nastro, insieme a Gargiulo, Rosario Restino vice fiduciario e Renato De Simone socio AIBES ed alcuni soci sempre del sodalizio che sono stati docenti del corso “Barman Domani” ideato da Gargiulo, rivolto all’insegnamento dell’arte del barman ai Ragazzi dell’Associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri”, corso “Speciale” realizzato con il patrocinio di Aibes Nazionale, svoltosi a Pozzuoli. Fra le altre iniziative che segnano il successo del mandato Gargiulo – AIBES, troviamo oltre al Gran Premio Barman Domani il Super Concorso Regionale AIBES di Maiori e le varie tappe del prestigioso concorso COMPETITION COCKT-AIL TOUR  2019 promosso dal Dott. Nicola Fabbri A.D. di Fabbri 1905, coinvolgendo gli alunni di diversi Istituti Alberghieri campani. L’incontro di Sorrento 2019 ha registrato diverse note di successo, in primis la presenza dei vincitori del gruppo campano al 70° Concorso Nazionale e Consiglio Nazionale A.I.B.E.S. , recentemente conclusosi a Roma: Antonino Coppola, che ha conquistato il 1° posto per nella categoria "Fancy" con il cocktail "Papa...razzo" ed inoltre si è aggiudicato anche il 3° posto nella Categoria Benefica CocktAIL organizzata dalla Fabbri; Vincenzo Vitolo che si è piazzato in seconda posizione per la Categoria "Flair" con il cocktail "Negroni de Sivilla", e Carmine Lamberti che si è aggiudicato il terzo posto nel Last Call. Poi il concorso in se e per se di “Christmas Cocktails Competition” Barmen in Passerella, tornato quest’anno con uno scopo ancor più grande e significativo perché ha segnato la consegna degli “Oscar” di sezione, con premi intitolati agli indimenticabili ed Amati Rita Russo e Salvatore Fusco. Ed infine una gara inedita alla quale hanno partecipato tutti i big dell’AIBES presidenti, past president come Alfonso Cascella, Consiglieri nazionali e past fiduciari Campania come Francesco Reder, ed altri campioni conquistatori di trofei, che hanno realizzato ognuno di loro un cocktail inedito che, messo poi all’asta fra i presenti in sala, ha fruttato un ricavato di Euro che è stato devoluto in parte alla famiglia del fiduciario Aibes della Calabria recentemente scomparso e l’altra parte ai  ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”.  

 

I premiati delle competizioni sono: 

Per la “Christmas Cocktails Competition” BARMEN IN PASSERELLA 2019, Primi classificati per le varie sezioni: Cristina Mario Sez. Piemonte, Pucci Corrado Sez. Calabria, Pinto Fabio Sez. Campania. 

Di seguito i Premi Speciali Sezione Campania a: Schiano GennaroEXPLOIT DELL’ANNO 2019 con la motivazione: “Uno stile semplice per rappresentare la Campania, con i suoi saperi ed i suoi sapori, con umiltà, sorriso e professionalità. Il Vesuvio è volato e fino in Cina. Grazie Gennaro Schiano; a Coppola AntoninoBARMAN DELL’ANNO 2019 con la motivazione: “Ci sono fuoriclasse che quando giocano si riconoscono tra milioni, evoluzione, trasformazione, professionalità, ironia e fairplay. Diventare un campione restando sempre se stesso e custodire i valori veri della vita è difficile. Grazie Antonino Coppola; a Pinto AndreaRITA RUSSO” “La Bellezza” con la motivazione: “Le Belle persone hanno un cosa in comune, le due esse  

Semplicità e sorriso. Le persone semplici sono quelle che con il cuore lavorano. Il sorriso è l’antidoto alla polemica e alle sconfitte, ma è la colla delle grandi famiglie. Persone così sono le miniere della nostra società ed i custodi dei valori più grandi. Grazie Andrea Pinto; a Lazzazzara AlfonsoSALVATORE FUSCO “L’Umiltà” con la motivazione: “Il grande spessore di un uomo è dato dall’umiltà e dall’amore per il prossimo. Da sempre l’umiltà è l’essere maestro per giovani e meno giovani. Da sempre un grande maestro dona ai suoi allievi fiducia, rispetto, amore, ed è sempre al loro servizio, da sempre il vero maestro non è mai sul palco, ma tra la gente, da sempre la virtù dei maestri è essere in sintonia con il mondo. Grazie Alfonso Lazzazzara. 

Significative le parole pronunciate dall’On. Longobardi, che a termine ha premiato, insieme a Gargiulo, consegnando loro gagliardetti Aibes, i ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”. Longobardi ha detto: “Consentitemi di esprimere il mio apprezzamento a voi amici dell’Aibes, perché vi siete resi promotori di qualcosa che in altre organizzazioni ancora non hanno fatto con i corsi ai ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”, permettendo di dimostrare quanto possono essere validi questi “Amici Speciali”. Perchè si sente sempre parlare di inclusione sociale, sembra un parolone magico, ma lì c’è la vera fotografia della reale inclusione sociale, ci sono delle particolarità che loro sanno affrontare meglio di altre persone ed è quindi questa l’immagine che dobbiamo regalare soprattutto all’esterno. Complimenti davvero!. Qualcuno potrebbe chiedersi per quale motivo un politico deve partecipare, ed io sostengo che Il politico e un lavoratore, che sia in Consiglio Regionale o in Parlamento, deve essere sempre presente e far capire cosa può fare. Allora, insieme abbiamo affrontato delle iniziative, ma altre prometto di affrontarne ancora più significative con la programmazione nel prossima consiliatura, come avvenuto nell’attuale, dove è stato creato con i Fondi Europei un fondo “Garanzia Giovani”, di crearne uno “Garanzia Giovani Speciali” perché attraverso questo fondo è possibile inserirli nel mondo lavorativo. Questo deve essere posto al centro della programmazione per un motivo molto semplice, noi abbiamo il paesaggio più bello al mondo, abbiamo le tipicità migliori del mondo, abbiamo un contesto straordinario, l’enogastronomia va alla grande, ma con l’Aibes state facendo un lavoro di Professionalità ed è questo che manca in molti contesti: la FORMAZIONE. Vorrei quindi che con l’Aibes, con la quale associazione abbiamo già iniziato un percorso, sia gli imprenditori che i professionisti facciano in modo che ci sia la FORMAZIONE specifica. Voi siete i veri protagonisti di un settore straordinario anche perché da voi esce l’85/90 % di coloro che trovano accesso al mondo lavorativo proprio attraverso gli insegnamenti professionali che impartite. Siete i veri protagonisti del futuro, anche perché come ho avuto modo di notare, siete una squadra ben strutturata. Un in bocca al lupo a voi tutti per il Futuro”.  

Numerosi gli ospiti e personalità che hanno accolto l’invito ricevuto da Gargiulo per essere partecipi alla serata, fra i quali ricordiamo: Mammarella Luciano, Consigliere Nazionale Aibes, Beccia Cristina, Fiduciario Aibes Lombardia, Fortuna Arterio, Fiduciario Aibes Lazio/Umbria, “Fabio Amendola” con i Ragazzi della “Bottega dei Semplici Pensieri”, Garrone Marco, titolare Azienda “Garrone”, Cominetti Claudio, Direttore Commerciale Azienda “Vallebelbo”, Lamberti Vincenzo, titolare Azienda “Lamberti Food”, Russo Gianluca, titolare Azienda “Maurizio Russo”, Miglino Massimiliano, titolare Azienda “Espressioni”, Esposito Francesca, titolare Azienda “Francesca Eventi”, Galano Francesco, Brand Ambassador Azienda “Bertagnolli”, Polito Antonio, titolare Aziende “Polito” e “Fattorie Cilentane”, Iaccarino Antonio, Direttore “Ataps” Penisola Sorrentina. Da ricordare anche i Media Partner dell’Evento: la giornalista Abbrunzo Sabrina, il fotoreporter Sollazzi Biagio e De Angelis Michele di MdaSet Comunication che con articoli, foto e riprese hanno documentato e registrato l’evento che dopo le gare si è concluso con una cena di gala per lo scambio auguri per le festività del Natale 2019 e per augurare a tutti un ottimo anno 2020, ovviamente con il taglio della meravigliosa torta offerta dal famoso pasticciere Gerardo Di Dato della omonima pasticceria di sua proprietà ad Angri. Altre info è possibile visionarle sul Sito Ufficiale:  https://barmeninpasserella.weebly.com/.

Giuseppe De Girolamo

 

 

 

 

 

 

]]>
Torna Barmen in Passerella con “Christmas Cocktails Competition”. Ed è subito successo Thu, 19 Dec 2019 15:44:10 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/612262.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/612262.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  

In una Sorrento sfavillante di luci di Natale, con al centro di piazza Tasso il bellissimo albero che ogni ora si spegne completamente per riaccendersi in musica e con motivazioni flesciate di intrecci dal meraviglioso spettacolo, al Circolo dei Forestieri – Terrazza delle Sirene, si è svolta con gran successo la “Christmas Cocktails Competition” BARMEN IN PASSERELLA 2019 organizzata dal fiduciario campano dell’AIBES (associazione Italiana Barmen e Sostenitori) Luigi Gargiulo ed il gruppo del suo direttivo. La kermesse che l’ottimo Gargiulo, come ha sempre dimostrato di essere per l’AIBES, sia da iscritto che come delegato per Sorrento ed ancor più nel suo mandato di fiduciario, che a termine dei 4 vanni di prossima scadenza lo vede artefice di una grande ripresa dell’Associazione da lui diretta in Campania ed alla quale ha dato tutto il suo impegno, professionalità e passione con le tante iniziative create, ha avuto  il patrocinio di AIBES nazionale e l’Associazione Bere Consapevole & Club “Gusto Aroma & Bon Ton”. Inoltre è stato presente il Presidente Nazionale Aibes, Angelo Donnaloia ed il Presidente Aibes Promotion Thomas Deste. Hanno partecipato anche con una propria postazione, ragazzi e docenti de “La Bottega dei Semplici Pensieri” associazione ODV ONLUS. Presenti anche le istituzioni con la Regione Campania, attraverso l’On. Alfonso Longobardi, che tagliò il nastro, insieme a Gargiulo, Rosario Restino vice fiduciario e Renato De Simone socio AIBES ed alcuni soci sempre del sodalizio che sono stati docenti del corso “Barman Domani” ideato da Gargiulo, rivolto all’insegnamento dell’arte del barman ai Ragazzi dell’Associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri”, corso “Speciale” realizzato con il patrocinio di Aibes Nazionale, svoltosi a Pozzuoli. Fra le altre iniziative che segnano il successo del mandato Gargiulo – AIBES, troviamo oltre al Gran Premio Barman Domani il Super Concorso Regionale AIBES di Maiori e le varie tappe del prestigioso concorso COMPETITION COCKT-AIL TOUR  2019 promosso dal Dott. Nicola Fabbri A.D. di Fabbri 1905, coinvolgendo gli alunni di diversi Istituti Alberghieri campani. L’incontro di Sorrento 2019 ha registrato diverse note di successo, in primis la presenza dei vincitori del gruppo campano al 70° Concorso Nazionale e Consiglio Nazionale A.I.B.E.S. , recentemente conclusosi a Roma: Antonino Coppola, che ha conquistato il 1° posto per nella categoria "Fancy" con il cocktail "Papa...razzo" ed inoltre si è aggiudicato anche il 3° posto nella Categoria Benefica CocktAIL organizzata dalla Fabbri; Vincenzo Vitolo che si è piazzato in seconda posizione per la Categoria "Flair" con il cocktail "Negroni de Sivilla", e Carmine Lamberti che si è aggiudicato il terzo posto nel Last Call. Poi il concorso in se e per se di “Christmas Cocktails Competition” Barmen in Passerella, tornato quest’anno con uno scopo ancor più grande e significativo perché ha segnato la consegna degli “Oscar” di sezione, con premi intitolati agli indimenticabili ed Amati Rita Russo e Salvatore Fusco. Ed infine una gara inedita alla quale hanno partecipato tutti i big dell’AIBES presidenti, past president come Alfonso Cascella, Consiglieri nazionali e past fiduciari Campania come Francesco Reder, ed altri campioni conquistatori di trofei, che hanno realizzato ognuno di loro un cocktail inedito che, messo poi all’asta fra i presenti in sala, ha fruttato un ricavato di Euro che è stato devoluto in parte alla famiglia del fiduciario Aibes della Calabria recentemente scomparso e l’altra parte ai  ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”.  

 

I premiati delle competizioni sono: 

Per la “Christmas Cocktails Competition” BARMEN IN PASSERELLA 2019, Primi classificati per le varie sezioni: Cristina Mario Sez. Piemonte, Pucci Corrado Sez. Calabria, Pinto Fabio Sez. Campania. 

Di seguito i Premi Speciali Sezione Campania a: Schiano GennaroEXPLOIT DELL’ANNO 2019 con la motivazione: “Uno stile semplice per rappresentare la Campania, con i suoi saperi ed i suoi sapori, con umiltà, sorriso e professionalità. Il Vesuvio è volato e fino in Cina. Grazie Gennaro Schiano; a Coppola AntoninoBARMAN DELL’ANNO 2019 con la motivazione: “Ci sono fuoriclasse che quando giocano si riconoscono tra milioni, evoluzione, trasformazione, professionalità, ironia e fairplay. Diventare un campione restando sempre se stesso e custodire i valori veri della vita è difficile. Grazie Antonino Coppola; a Pinto AndreaRITA RUSSO” “La Bellezza” con la motivazione: “Le Belle persone hanno un cosa in comune, le due esse  

Semplicità e sorriso. Le persone semplici sono quelle che con il cuore lavorano. Il sorriso è l’antidoto alla polemica e alle sconfitte, ma è la colla delle grandi famiglie. Persone così sono le miniere della nostra società ed i custodi dei valori più grandi. Grazie Andrea Pinto; a Lazzazzara AlfonsoSALVATORE FUSCO “L’Umiltà” con la motivazione: “Il grande spessore di un uomo è dato dall’umiltà e dall’amore per il prossimo. Da sempre l’umiltà è l’essere maestro per giovani e meno giovani. Da sempre un grande maestro dona ai suoi allievi fiducia, rispetto, amore, ed è sempre al loro servizio, da sempre il vero maestro non è mai sul palco, ma tra la gente, da sempre la virtù dei maestri è essere in sintonia con il mondo. Grazie Alfonso Lazzazzara. 

Significative le parole pronunciate dall’On. Longobardi, che a termine ha premiato, insieme a Gargiulo, consegnando loro gagliardetti Aibes, i ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”. Longobardi ha detto: “Consentitemi di esprimere il mio apprezzamento a voi amici dell’Aibes, perché vi siete resi promotori di qualcosa che in altre organizzazioni ancora non hanno fatto con i corsi ai ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”, permettendo di dimostrare quanto possono essere validi questi “Amici Speciali”. Perchè si sente sempre parlare di inclusione sociale, sembra un parolone magico, ma lì c’è la vera fotografia della reale inclusione sociale, ci sono delle particolarità che loro sanno affrontare meglio di altre persone ed è quindi questa l’immagine che dobbiamo regalare soprattutto all’esterno. Complimenti davvero!. Qualcuno potrebbe chiedersi per quale motivo un politico deve partecipare, ed io sostengo che Il politico e un lavoratore, che sia in Consiglio Regionale o in Parlamento, deve essere sempre presente e far capire cosa può fare. Allora, insieme abbiamo affrontato delle iniziative, ma altre prometto di affrontarne ancora più significative con la programmazione nel prossima consiliatura, come avvenuto nell’attuale, dove è stato creato con i Fondi Europei un fondo “Garanzia Giovani”, di crearne uno “Garanzia Giovani Speciali” perché attraverso questo fondo è possibile inserirli nel mondo lavorativo. Questo deve essere posto al centro della programmazione per un motivo molto semplice, noi abbiamo il paesaggio più bello al mondo, abbiamo le tipicità migliori del mondo, abbiamo un contesto straordinario, l’enogastronomia va alla grande, ma con l’Aibes state facendo un lavoro di Professionalità ed è questo che manca in molti contesti: la FORMAZIONE. Vorrei quindi che con l’Aibes, con la quale associazione abbiamo già iniziato un percorso, sia gli imprenditori che i professionisti facciano in modo che ci sia la FORMAZIONE specifica. Voi siete i veri protagonisti di un settore straordinario anche perché da voi esce l’85/90 % di coloro che trovano accesso al mondo lavorativo proprio attraverso gli insegnamenti professionali che impartite. Siete i veri protagonisti del futuro, anche perché come ho avuto modo di notare, siete una squadra ben strutturata. Un in bocca al lupo a voi tutti per il Futuro”.  

Numerosi gli ospiti e personalità che hanno accolto l’invito ricevuto da Gargiulo per essere partecipi alla serata, fra i quali ricordiamo: Mammarella Luciano, Consigliere Nazionale Aibes, Beccia Cristina, Fiduciario Aibes Lombardia, Fortuna Arterio, Fiduciario Aibes Lazio/Umbria, “Fabio Amendola” con i Ragazzi della “Bottega dei Semplici Pensieri”, Garrone Marco, titolare Azienda “Garrone”, Cominetti Claudio, Direttore Commerciale Azienda “Vallebelbo”, Lamberti Vincenzo, titolare Azienda “Lamberti Food”, Russo Gianluca, titolare Azienda “Maurizio Russo”, Miglino Massimiliano, titolare Azienda “Espressioni”, Esposito Francesca, titolare Azienda “Francesca Eventi”, Galano Francesco, Brand Ambassador Azienda “Bertagnolli”, Polito Antonio, titolare Aziende “Polito” e “Fattorie Cilentane”, Iaccarino Antonio, Direttore “Ataps” Penisola Sorrentina. Da ricordare anche i Media Partner dell’Evento: la giornalista Abbrunzo Sabrina, il fotoreporter Sollazzi Biagio e De Angelis Michele di MdaSet Comunication che con articoli, foto e riprese hanno documentato e registrato l’evento che dopo le gare si è concluso con una cena di gala per lo scambio auguri per le festività del Natale 2019 e per augurare a tutti un ottimo anno 2020, ovviamente con il taglio della meravigliosa torta offerta dal famoso pasticciere Gerardo Di Dato della omonima pasticceria di sua proprietà ad Angri. Altre info è possibile visionarle sul Sito Ufficiale:  https://barmeninpasserella.weebly.com/.

Giuseppe De Girolamo

 

 

 

 

 

 

]]>
Gran successo al Palazzo Rospigliosi a Roma per la 7a edizione del Premio Internazionale Doc Italy assegnato dall’ANDI Wed, 18 Dec 2019 09:46:49 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/611926.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/611926.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione

Ad undici personaggi di vari settori, professionalità, imprenditorialità e successi conseguiti, distintisi per aver con il loro lavoro difeso e fatto affermare sempre più i valori del Doc Italy, nel suggestivo e coinvolgente Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi a Roma, hanno ricevuto il “Premio Doc Italy Internazionale - Viaggio attraverso l’Eccellenza” che annualmente, nel mese di dicembre la presidente dell’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy) Tiziana Sirna, assegna in collaborazione con l’Associazione Cavalieri di San Silvestro & Fondazione Cre (Calabria Roma Europa) e da Fabio Leone  della RE/MAX Property di Osvaldo Mustara, Sc Impianti, Main Sponsor dell’evento. In una sala gremitissima di invitati alla significativa cerimonia, presentati dai personaggi Rai legati da affetto alla Sirna e da sentimenti sinceri e profondi verso il Doc Italy e tutto il Made in Italy, Camilla Nata e Anthony Peth, i vari premiati presentati dai due noti conduttori si sono avvicendati per ritirare la pergamena con la motivazione. Il tutto preceduto dal video Emozionale del regista Maurizio Sacco, musica Andrea Bruzzese ed il saluto portato da Mons. Luigi Casolini di Sersale, l’Avv. Domenico Naccari, presidente di Cre, il Prof. Ernesto Di Renzo, il Dott. Stefano Carboni, l’Avv. Giorgio Aldo Maccaroni, la Chef Laura Marciani vice presidente dell’ANDI e il Consigliere del Primo Municipio di Roma Maurizio Esposito.

Riconoscimenti speciali “Premio Doc Italy Internazionale - Viaggio attraverso l’Eccellenza” sono stati consegnati a: Sofia Erzel, dall' On. Maurizio Politi, il giornalista internazionale Dundar Kesapli e l’avv. Domenico Naccari, per aver racchiuso in 119 pagine un mondo di sofferenze, gioie, vittorie, sconfitte, rabbia, ribellione...amore!.

A Maurizio Capodicasa, da Laura Marciani ed il Dott. Maurizio Esposito, per aver dato i natali alla “Pinsa Romana” ed esser un vero maestro nel campo della panificazione.

Al Prof. Ernesto Di Resto, consegnato dal Dott. Stefano Carboni e l’On. Luisa Regimenti, per aver approfondito, in maniera scrupolosa, e divulgato i suoi studi sull’antropologia dell’alimentazione e, in generale, sulla cultura alimentare ed aver costantemente motivato i suoi studenti, accendendo in loro la scintilla della curiosità e della voglia di sapere, guidandoli in maniera egregia attraverso le branchie della conoscenza, ma anche come driver strategico per la valorizzazione dei territori e del Made in Italy, sempre in un’ottica di aggregazione e promozione turistica.

Alla Prof.ssa Annamaria Cipriani (Primario Neurologia Ospedale Sandro Pertini) consegnato dall’Avv. Manuela Maccaroni e dal Primo Segretario dell’Ambasciata Ucraina Oleg Kozhushko, per essere una scienziata che coniuga, in un settore così delicato come la neurologia, sensibilità umana e professionalità. Per aver donato la sua vita alla scienza a vantaggio di tutti, anche dei più umili, con dedizione, impegno e professionalità e per l’impegno umano e professionale volto al sociale.

A Daniela Dawan - Sezione “Letteratura di impegno sociale” per l’infinito coraggio e l’immensa generosità grazie ai quali episodi drammatici della sua infanzia sono diventati insegnamento e dono per “Non Dimenticare” ,“per quel pranzo di Natale mai consumato” che regala alla sua scrittura colore, suggestione e profondità. Per esser l'unica donna avvocato diventata magistrato di Cassazione per meriti insigniti. Per la Vis Iuridica della trama avvincente coinvolgente e commovente del suo capolavoro letterario che restituisce alle nuove generazioni il senso della Historia e dell'Humanitas. Per il suo impegno sociale a favore della memoria per la diaspora degli ebrei Libici di cui narra nel suo romanzo. Per quel destino segnato dal nonno materno che ha donato al foro una grande protagonista.

Al Dr. Luigi De Ficchy, per esser stato un esempio di magistrato sobrio, rigoroso, indipendente, testimone positivo del nostro tempo. Per i vari e autorevoli meriti acquisiti nell’espletamento della sua poliedrica attività. Per esser stato un argine alla dilagante criminalità organizzata e ad ogni forma di illegalità seguendo importanti procedimenti dal caso della Banda della Magliana, alle indagini sull' omicidio Ruffilli, dal caso Gladio Rossa al sequestro di Aldo Moro, dalle stragi mafiose del '93 di Roma, a quelle di Firenze e Milano. Per il suo impegno e contributo quale baluardo di legalità, nell'applicare i valori sanciti dalla Carta Costituzionale. Per esser stato interprete del bisogno della collettività, che sente l'esigenza di una società fondata sui più alti valori e degli ideali che la sostengono.

Al Col. Leonardo Laserra Ingrosso (Col. Guardia di Finanza - Direttore dell’Orchestra), consegnato da Mons. Luigi Casolini di Sersale ed il Dott. Fabrizio Santori, per aver contribuito con la Sua inimitabile professionalità e sentita dedizione alla divulgazione della cultura musicale con particolare riferimento a quella della Banda militare. Per aver collaborato con direttori d’orchestra di fama internazionale portando alto il nome dell’Italia nel Mondo. Per aver fatto dell’armonia e della disciplina gli “elementi” fondamentali della sua orchestra.

A Guglielmo Mariotto consegnato da Antonio Palazzo e Elio Frasca, per essere un noto ed apprezzatissimo stilista e personaggio televisivo venezuelano naturalizzato italiano. Affiancato da un ufficio formato da giovani stilisti e disegnatori, Mariotto cura personalmente le linee del marchio Gattinoni: maglie, camicie da uomo, jeans, prêt-à-porter, accessori, sino al design delle bottiglie di una linea di profumi. Ha pubblicato a maggio del 2010 il volume Ballando sull'acqua edito da Add editore. Da marzo 2011 firma la rubrica "le bacchettate di Mariotto" sul settimanale Gente diretto da Monica Mosca.

A Gina D’Alessandro Ministro Consigliere Ambasciata Repubblica Dominicana, per aver trasferito il suo Know How di designer al mondo della moda, fondendo alla tradizione sartoriale la tecnologia. Per aver prodotto “Collezioni Etiche” in cui stile e immagine si uniscono a sfera emotiva e spirituale. Per aver fatto del suo cammino della sua ritrovata religiosità un elemento chiave nel suo viaggio attraverso la moda, con un occhio attento non solo al cristianesimo ma anche all’Ebraismo e all’Islam. Per aver segnato profondamente la Moda a Roma in un periodo felice per la Capitale.

All’attore Franco Oppini, consegnato da Tommaso Marazza (Autore Rai), per aver spaziato dal teatro alla tv, dal cinema alla musica con coerenza e autenticità. Per aver segnato un periodo e uno stile televisivo con un talento e una comicità “fuori dalle righe” e mai banale. Per aver trovato una cura allo scorrere del tempo “l’Arte della Comicità”. Per aver messo in scena sentimenti, professione, vita pubblica e privata con grande delicatezza e umanità.

A Maurizio Talarico, consegnato da Vitaliano Taccioli e Massimiliano Albanese, per aver scelto la strada della qualità assoluta, non esser mai sceso a compromessi e aver comunque segnato la storia della moda Made in Italy”, portando l’alta sartoria Made in Italy nel mondo. Per esser diventato l’indiscusso “Re delle Cravatte” ed aver vestito “i colli” dei più importanti Capi di Stato e figure istituzionali del mondo, da Bush a Obama, da Trump a Putin, fino ad arrivare a Re Juan Carlos di Spagna, e di tutti gli Italiani Eccellenti trasversalmente da sinistra a destra, dal giornalismo alla diplomazia, dalla politica all’imprenditoria.

A sostenere questa, come altre iniziative che nel corso dell’anno l’ANDI organizza, sono intervenute tantissime aziende e professionisti del Food and Beverage e produttori di prodotti enogastronomici esclusivamente eccellenze italiane.

Tutti questi sostenitori del Doc Italy sono stati premiati sul palco e sono: la pastry chef Fabrizia Ventura, il Maesrtro Stilista Gianni Cirillo e la Art Hair Mariagrazia Mele, Risoinfiore az. Agricola Paola Fiore, Babà Rè - Terre Pompeiane, Biscottificio Alessi, La Boutique dell’Aroma, Boscovivo Tartufi, Casato Unico Ciliegiolo, Vinicola Leonardo Bussoletti di Narni, Flos Letizia Fabrizi, Molino Soprano, Morandin, Maestro Affinatore Elio Testa, Frantoio Presciuttini - Olio di Notte - Agricola Presciuttini, Il Forno degli Amici, Passini Pietro Pasticceria Cagnazio, Pastificio Artigianale Fanelli, PeperDop, Terrea Viva del Vesuvio con i suoi famosi pomodorini del Piennolo, Vinicola Emiliano Fini, Vinicola Sordi, i grandi Maestri del Gusto egregiamente capitanati dalla Chef Laura Marciani del "Ristorante degli Angeli di Magliano Sabina" Chef Anna Maria Palma, -Tu Chef Maestro, Pasticcere Ciro Chiazzolino, Maestro Pasticcere Cristiano Catapano, Achilli Caffè, Maestro Pasticcere Giovanni Cagnazio, Chef Salvo Cravero, Maestro Pizzaiolo Vincenzo Florio

Una presenza esemplare delle tante finalità che vengono promosse dall’Andi, per una collettività di persone che mirano a promuovere il Doc Italy anche attraverso una qualità di vita migliore e che possano farla migliorare ad altri è stata la postazione che proprio all’ingresso di Palazzo Rospigliosi ha dato la possibilità ai convenuti di conoscere o conoscere meglio l’Associazione Donna Donna Onlus, creata da  Nadia Accetta, che ci ha detto che come missione si prefigge la lotta allo stereotipo e purtoppo ancora all’anoressia ed all’abulimia, che aimè fanno registrare a tutt’oggi alti numeri di decessi. Fra le aziende partecipi alla serata, due eccellenze campane, scoperte del Doc Italy, che stanno riscuotendo un considerevole successo, talenti straordinari nel settore "Moda & Bellezza", con il Maestro Stilista Couture, Gianni Cirillo, reduce da grandi successi con le sue creazioni glamour, abiti spumeggianti e pieni di alta sartoria che hanno sfilato ad Altaroma 2019 e la Art Hair Mariagrazia Mele, nota per la sua bravura nel campo e per accogliere le clienti con qualità e professionalità, coccolandole nel suo salone situato a Roma Tiburtina, in un ambiente magico, accogliente e pieno di energia. Già prima della cerimonia di consegna premi queste aziende hanno accolto gli ospiti della serata con un Welcome Coffee e dolci della tradizione, impegnandosi poi nel preparare un ricco buffet che ha costituito il gustoso percorso gastronomico d’Eccellenza tra Sapori&Saperi permettendo a tutti di chiudere una serata di grandi valori, sia per i personaggi che hanno ricevuto i riconoscimenti, sia per gusti della nostra penisola che sono stati da tutti apprezzati anche per la maestria di coloro che dietro le quinte, in cucina, hanno saputo esaltarne le proprietà intrinseche di ogni singolo prodotto. Un esempio lampante, la pasta con i pomodorini del Piennolo del Vesuvio Dop, cotti dal Maestro chef Salvo Cravero e portati dal produttore Davide Valletta titolare dell’Azienda Terra Viva del Vesuvio direttamente da Somma Vesuviana, che sono andati letteralmente a ruba nelle varie portate che lo chef ha cucinato in più riprese. Lo stesso Maestro chef, Salvo Cravero, dal cognome piemontese, ma molisano d’origine e viterbese d’adozione docente del Gambero Rosso di Roma, consulente d’alta gastronomia e menù per la prima classe Alitalia –La Magnifica ha elogiato fortemente il produttore di queste perle del Vesuvio. Perché, come affermato da Cravero: ” è un pomodoro fantastico, che risponde anzitutto alle caratteristiche del pomodoro del Piennolo, dolcissimo, saporitissimo e molto profumato. Di conseguenza conferisce una acidità bassissima ed una dolcezza unica. Questo pomodoro del Piennolo, mi ha stupito perché è molto consistente fuori, bello, compatto e quando l’ho aperto dentro manteneva comunque la polpa e la carnosità rispetto ad altri provati che spesso si svuotano. Inoltre sono tendenti ad essere un po più aciduli con le pelli presenti, che però a differenza d’altri non sono aggressive e nel grappolone non ho trovato nessuno ammuffito, di conseguenza ritengo che la qualità sia definibile molto, ma molto alta”. Dalla Campania altro elemento fortemente innovativo nel campo dei liquori che ha costituito un richiamo per tutti è stato il “BabaRè” prodotto da “Terre Pompeiane”, azienda produttrice di liquori, alla falde del Vesuvio, con materie prime di altissima qualità, seguendo disciplinari rigorosi e ricette tradizionali, offerto da Francesco Perna, anche lui intervenuto alla kermesse. Tutti coloro che hanno donato la loro opera ed i loro prodotti sono stati chiamati sul palco e premiati da Nata e Peth prima della conclusione del momento premiazioni ricevendo attraverso una pergamena il riconoscimento di avere contribuito alle motivazioni del Premio, che mira inoltre a rendere omaggio a tutte quelle piccole, medie e grandi realtà imprenditoriali che a dispetto delle regole “aride” del mercato mantengono la loro dignità, la loro mission puntando alla qualità e al livello, non ai risvolti economici. Un viaggio virtuale attraverso Sapori e Saperi, dall’Agroalimentare all’Arte, dalla Moda all’Artigianato, dalla Cultura all’Imprenditoria, dalla Ricerca al Management, dalla Giustizia alle Istituzioni; al fine di valorizzare e sostenere tutte quelle piccole e grandi realtà patrimonio della Ns straordinaria penisola. Personalità, borghi e realtà imprenditoriali che coniugando impegno e talento, ricerca e tradizione, innovazione e rispetto delle origini, valori e passione, hanno promosso e promuovono, nel quotidiano, l’eccellenza italiana in tutte le sue accezioni, evidenziando ed esaltando il ruolo del “Made in Italy nel Mondo”, contribuendo a costruire un futuro “all’altezza del Nostro Amato Stivale”.

Fra i più gettonati piatti che appena cotti sono stati degustati con grandi apprezzamenti anche le fettuccine al Tartufo, quello che l’azienda Bosco Vivo propone come uno dei suoi tanti prodotti realizzati con impegno e passione, che basta saggiarli una sola volta per non dimenticarli più e desiderare sempre di riprovarli. Poi ancora le Fettuccine del "molino Soprano" con Tartufi freschi, piatto creazione dalla Grande maestra chef Laura Marciani vice presidente dell’ANDI, che ha cucinato anche un meraviglioso risotto con Risoinfiore "Sponsor Ufficiale Doc Italy". Mentre direttamente in una delle grandi sale della villa dove si è tenuta la degustazione a fine delle premiazioni, un vero Viaggio Attraverso le Eccellenze Italiane con i Grandi Maestri ed i Prodotti Doc Italy Selection, la chef romana Anna Maria Palma, Direttore Didattico della ventennale scuola di cucina per chef a Roma, reduce dal rappresentare l’Italia all’estero a Baku capitale dell’Azerbaijan in un concorso mondiale, ha elaborato de visu ed offerto al pubblico, piatti come legumi misti con olio aromatizzato ed erbe fresche e poi calamaro spadellato, con una vena di pancetta e pane croccante alle erbe. Nella stessa sala in una postazione a fianco il maestro pasticciere Andrea Pelliccia, della scuola romana di settore “WhiteAcademy” ha attratto gli ospiti con degustazioni di dolci creati al momento per loro. Altra attrazione sono stati i formaggi ai quali Elio Testa, uno dei tre riconosciuti affinatori di formaggi in campo nazionale, con il suo tocco da qualcosa in più al già eccellente prodotto del casaro. Testa che dal Veneto dove aveva la sua azienda si è trasferito a Latina per accontentare la consorte, è molto noto in campo nazionale anche per le sue torte di formaggio. I prodotti che crea o modifica egregiamente Elio oltre che nel suo attuale luogo di residenza e sede aziendale è possibile trovarli, per quanto riguarda la Campania, ad Aversa dal Formaggiere, o a Napoli da Giannuarius, oppure da Ruocco, o ancora alla salumeria Giusti ed altro. Parlando di dolci si è fatto molto notare, ma ancor più gustare per i suoi panettoni artigianali a vari gusti, babà, pastiera, gli struffoli e tante diverse torte, il Maestro pasticciere erede di quattro generazioni Giovanni Cagnazzo originario di Napoli piazza Carlo III, che dopo Fondi si è attualmente trasferito con il suo negozio di golosità dolci a Fonte nuova tor Lupara a Roma, dove è operativo con la collaborazione di tutti i familiari: Iaccio Rosaria la moglie, il figlio Pasquale, il pasticciere che ormai è parte integrante della famiglia Alessandro Rielli di Roma.Tutto questo senza dimenticare che prima di passare ai dolci, fra una delizia e l’atra il mitico papà dell’autentica pizza romana, Maurizio Capodicava, uno dei premiati della serata, ha prodotto ed offerto a tutti, sue pizze in più modi farcite.

Infine tanti dolci ed i Panettoni Stellati, che con il progetto creato dalla Sirna ha portato a realizzare 13 panettoni artigianali, creati da altrettanti maestri pasticcieri, e presentati in altrettante tappe realizzate da Doc Italy, che uniti a foto di stilisti ed altri artisti e Eccellenze Agroalimentari, fotografati da Salvatore Arnone, hanno dato luogo alla creazione di un calendario con 26 foto, che con la vendita all’asta delle opere, ha costituito un ricavato che i 13 “Chef Col Cuore” hanno devoluto a “Salvamamme”. 

 Le premiazioni, con il viaggio attraverso le eccellenze che ci contraddistinguono in tutto il mondo, sono state un nuovo traguardo dei tanti già consolidati da Tiziana Sirna, che mira a raggiungere mete ancor più ragguardevoli ed importanti per la promozione di tutto quanto è il Doc Italy, un Made in Italy di qualsiasi cosa possa essere un portare sempre più in alto e ben visibile l’immagine della Italia buona inteso in senso lato.    

Giuseppe De Girolamo

]]>
A Monteruscello la Verace e Alta ristorazione completa Tra Punto Nave e Pizzaingrammi la napoletanità autentica con alta classe Tue, 17 Dec 2019 06:34:45 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/611661.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/611661.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Come volevano le antiche tradizioni, dove il ristorante e la pizzeria erano due elementi diversi per la ristorazione, cosa che poi vuoi per esigenze commerciali, vuoi perché le abitudini degli avventori si sono fuse nella degustazione di elementi entrambe di grande importanza, ma che comunque andrebbero serviti in apposite strutture ricettive con una specializzazione nella proposizione delle stesse, a Monteruscello, con Punto Nave e Pizzaingrammi, ha trovato soluzione la storicità e la bontà dei gusti. Le valenze del ristorante “Punto Nave” e della pizzeria “Pizzaingrammi” sono tante. A parte le qualità dei prodotti utilizzati per le elaborazione di piatti o pizze d’eccellenza, c’è la bellezza, l’eleganza e l’originalità dei locali che si avvalgono del poter essere raggiunti comodamente perché quasi all’uscita Monteruscello Nord del tratto campano della SS7, proseguimento della A56 - Tangenziale di Napoli uscita Pozzuoli, e poi l’ampio parcheggio che offrono. Trenta anni addietro, nacque in questo posto, in Via Libero Bovio 23a Pozzuoli con un’unica soluzione di trattoria e pizzeria “Punto Nave” ed ebbe un successo per la ristorazione di mare con costi ottimamente rispondenti al rapporto qualità/prezzo per il pescato freschissimo che offriva ed anche per la pizzeria molto accorsata. Successivamente otto anni fa Daniele e Simone Testa, decisero di dare una svolta al locale fondato e condotto dal loro papà insieme alla consorte loro mamma, e anche se c’era una grande clientela che frequentava il Punto Nave ristopizzeria, venne chiusa la pizzeria ed il ristorante divenuti un vero ed importante riferimento in Campania per coloro che desiderano mangiare eccellentemente pesce, per dar vita a due locali diversi nello stesso luogo. Questo perché i due giovani attuali proprietari si resero conto che occorreva dividere le due eccellenze della ristorazione, e creare un ristorante che intendeva offrire il meglio del cucinato con pesce freschissimo e di gran pregio che manteneva lo storico nome con la loro esclusiva proprietà. Ma certamente, anche per dare spazi maggiori sia al ristorante che oltre all’ottima cucina espressa dello chef Simone Testa ed all’approvvigionamento di tutti i prodotti curato dal fratello Daniele, si avvale di un’ottima Sommelier Francesca Cavallo che propone con grande professionalità al cliente la gran gamma di etichette di vini che l’ampia cantina del ristorante possiede abbinando al meglio vino/piatto. Poi nell’agosto del 2018, in seguito alla grande richiesta della clientela, che sollecitava sempre più con insistenza la riapertura anche della pizzeria, la famiglia Testa decise di aprila in via Santa Maria a Quarto chiamandola Pizzagram con Lello Testa cugino di Daniele e Simone. Poi a settembre del 2019, i Testa, decisero di aprire la pizzeria anche a Monteruscello, proprio a fianco a Punto Nave, accontentando la clientela desiderosa del ritrovare la tanto amata pizzeria vicino allo storico ristorante, dove trovano ora anche la proposta del meglio di quanto possa essere realizzato come pizze e friggitoria, con la collaborazione del socio maestro pizzaiolo Vincenzo Marmo, entrato in percentuale nella società Punto Nave dando la possibilità di realizzare “Pizzaigrammi”. Daniele dice: il progetto è nato a tavola con l’amico di cuore Gino Sorbillo, perché gli dissi: sai che noi anche eravamo pizzeria, l’abbiamo poi chiusa e Gino mi propose di riaprirla così bella come la vedete, ma che è nata quasi per gioco. Questo anche perché come famiglia in ognuno di noi è prioritario il concetto che quel che si fa, deve essere fatto necessariamente bene, altrimenti è meglio non farlo. Il primo “Pizzagram”, nasce con un pizzaiolo che ha creduto nel progetto e risponde al nome di Lello Testa ed ottiene tutt’oggi grandi successi a Quarto con questa pizzeria, perché Raffaele ha fatto innamorare subito tutte le persone per le pizze che elabora”.  Enzo Marmo, fidanzato della sorella di Lello, ha dato a mio cugino una grande mano essendo un tecnico degli impasti infatti ha frequentato corsi di qualificazione ed è innamorato dell’impasto come noi per il pesce. Ora Enzo è il protagonista di Pizzaingrammi ed i risultati si vedono”. Ciò che colpisce subito di Pizzaingrammi è l’allestimento creato dall’architetto Matteo Cutolo, architetto di Pozzuoli. Oltre alla modernità questo locale, è molto innovativo sia nel primo impatto con la partecipativa, perché ben visibile, zona pizzeria con due bellissimi ed efficientissimi forni, anche per il resto dell’arredamento con schermi che partecipano le varietà di pizze che vengono prodotte oltre le leccornie della friggitoria, ma anche per la luminosità e gli ampi spazi esistenti fra i tavoli per far meglio vivere al cliente la degustazione del cibo ordinato, infatti gli 80 coperti esistenti potrebbero diventare anche 120 stringendoli di poco, ma soprattutto recuperando il 60 % del lato cucina che invece si è voluto creare per offrire una maggiore agibilità operativa a chi deve dare il meglio al cliente. Enzo Marmo ci rivela l’impasto che realizza per produrre le leggerissime e saporitissime pizze: “30 ore di lievitazione con un autolisi, quindi abbastanza lungo, con una idratazione del 75 %, che poi viene rinfrescato con il restante degli ingredienti per dare la qualità massima al prodotto secondo il mio parere e le mie esperienze, utilizzando una combinazione di farine Caputo tipo blu 60% e tipo ricca 40%”. Comunque Marmo ci rivela che le sue sperimentazioni proseguono anche con altre farine, come Molino Magri, per variare con artigianalità le possibilità di offrire in tavola il meglio al cliente. Marmo continua dicendo: “La qualità conta più d’ogni cosa e pretendo dai miei abili fornai di infornare massimo 3 pizze per volta in un forno, curarle per almeno 60 secondi per dare una cottura più o meno forte a 450 gradi, per poi tenerla a bocca di forno almeno altri 10 secondi, per servire un prodotto morbido ma allo stesso tempo un po’ croccantino. Altra cosa essenziale sono le lampade che continuano a mantenere il calore della pizza nel momento di passaggio per gli ultimi ingredienti di farcitura, perché tutti gli ingredienti come prosciutto, pancetta ed altro vengono tagliati al momento per preservarne sapori e freschezza”. Con questi sistemi che servono a preservare la qualità sui numeri di pizze prodotte, Pizzaigrammi riesce a sfornare in una giornata tipo venerdì circa 300pizze servite ai tavoli ed altre 150 da asporto e nella giornata del sabato mediamente 600/ 650 complessivamente. Il 33enne Marmo ci dice ancora: ”ho iniziato a intraprendere questo lavoro facendo il cameriere all’età di 18 anni e una sera che si assentò il fornaio, il pizzaiolo del locale mi chiese di stare vicino al forno per infornare le pizze, e su circa 150 prodotte nella serata ne bucai solo una. Fu quello l’inizio che mi portò a fare tutte le pizze che il personale ogni sera gustava come cena. Da quel momento il pizzaiolo in primis della pizzeria mi disse: ‘lascia stare la sala, perché secondo me sei fatto per questo mestiere’ ed a me che nutrivo questa passione fu l’input definitivo che mi ha portato a lavorare in tante pizzerie come Rossopomodoro, Trattoria Caprese di Via Luca Giordano e trattoria Vanvitelli a Napoli, poi a Milano e infine sono tornato a Napoli, la mia città che amo tanto. Oggi il consiglio che voglio dare ai giovani che si avvicinano a questo lavoro e mirano prioritariamente a stare subito sul banco per realizzare una buona pizza, senza curare l’aspetto forno, dico che prima di salire sul banco occorre fare una buona gavetta vicino al forno perché il prodotto non viene solo dal banco, ma principalmente dal forno che non deve essere assolutamente trascurato”. Marmo alla domanda se ha mai partecipato a gare e campionati di pizza risponde: “non ho mai pensato a queste partecipazioni anche perché se ho tempo per poterlo fare, come ho sempre fatto, mi impegno in corsi di formazione per la panificazione come quelli di Christian Zaghini o altri”.  Poi ci propone di gustare sue varie pizze l’una più buona dell’altra alle quali si aggiunge una Fritturina classica napoletana: sciurillo ripieno con ricotta di fuscella e salame tipo Napoli, crocchè classico con provola e salame, crocchè di patata viola del nord della Francia, frittatina napoletana con carne macinata, provola e piselli, ed una frittatina sempre classica napoletana ma con aggiunta di funghi Porcini, arancino classico rosso con pomodoro. Terminando con un Dessert Babà annurchino, un classico babà con all’interno crema di mela annurca sciù al pistacchio con nocciole, crema gianduia, pistacchio e pan di Spagna alla Vaniglia ed i Barattoli (buccaccielli) di Pasquale Marigliano con babà al tiramisù o con struffoli napoletani su crema chantilly. Il tutto servito dalle cinque qualificatissime persone del servizio di sala, che il locale vanta, egregiamente dirette da sala Angelo Saiia. Dopo la visione e l’assaporamento di “Pizzaingrammi” con l’affettuoso ed autenticamente sincero, puro, genuino e leale, saluto di Vincenzo Marmo, non poteva mancare una visita a “Punto Nave” ed accompagnati da Daniele Testa si è conclusa una serata dove l’invito alla costatazione di una realtà per la conservazione dell’arte culinaria, della enogastronomia campana e dell’Arte di un pizzaiuolo che risponde in pieno a quell’Arte del pizzaiuolo napoletano recentemente riconosciuta dall’Unesco quale bene immateriale dell’umanità, e la rivalutazione del luogo dove sorgono le due strutture, divengono gradi successi della famiglia Testa.   

Punto Nave aperto con 220 coperti dai Testa, è stato portato dai figli a 80 coperti, con l’ovvio dissenso del genitore che non riusciva a comprendere una perdita finanziaria a favore di uno sviluppo e qualificazione del locale che i giovani eredi volevano fortemente valorizzare con l’amore, cura e passione che nutrono per il ristorante, il territorio e i clienti che accolgono nel migliore dei modi. In circa 7 anni dalla rivoluzione aziendale, i giovani Testa hanno avuto ragione perché dai 7 dipendenti che aveva il papà sono passati agli attuali 33, che servono i 120 coperti attuali con un incremento occupazionale del 70%, con un locale totalmente diverso dove è cambiata la brigata di cucina per averne una pronta ad accogliere esigenze più diverse dei clienti. Dal menù fisso da trattoria dai 25/30 € a persona, realizzato in base al pescato del giorno, si è passati al menù alla carta basato sul freschissimo pesce che arriva giornaliermente da Angela Madre che fornisce da Ponza i migliori crostacei d’Italia con i sapori autentici ed inconfondibili, e da Formia e Terracina dove i Testa, hanno proprie paranze con pesce che si ciba di alga Posidonia che conferisce al pesce un sapore originale ed unico. Il menù, esclusivamente mare, cambia 4 volte l’anno in base alle stagioni ed in più c’è anche il menù del giorno in base a quel che viene pescato in giornata ad un costo originario più conveniente, come un dentice reale o magari i cannelli che non si pescano sempre o altro che con la creatività del cuoco presenta al cliente opportunità di degustazioni di eccellente pregio. Il bello di questo locale, ci dice Simone Testa, è: ”il non essere formattizzato, ma il format viene cambiato giorno per giorno in base al pescato che comunque riempie il nostro banco pesce, a questo prodotto locale si aggiungono altre eccellenze dal mondo, come i Percebes della Galizia, Carabineros dalla Spagna, Jamon iberico e poi una selezione di Ostriche importantissima, che varia ogni mese, perché per clima o per calore questo prodotto ittico non è mai uguale, può trovarsi meno o più in forma, ed allora ci facciamo guidare nell’approvvigionamento dall’osrticultore Enzo Bottino, Ambasciatore dell’Ostrica. In ottobre/novembre ad esempio abbiamo servito ostriche pugliesi, la San Michele del Gargano, mentre in dicembre troviamo altri tipi di una carnosità giusta dovuta ai 36 mesi che l’osrticultore le dà di cure. Fra l’altro vorrei ricordare che fu Gaio Sergio Orata di Lucrino nel 140 A.C., il primo a scoprire i vivai dove le ostriche prendono il sapore dell’acqua dove vivono l’affinamento, un vero vanto per le nostre zone e per la Campania”.

Ci congediamo dal divino mondo della ristorazione che il ristorante offre a Monteruscello con Punto Nave, non senza gustare almeno qualche dessert creato all’istante dallo chef Simone Testa, veramente favolosi l’un più dell’altro, che il fratello Daniele ci invita a gustare, servito dal direttore di sala Fabio Ripa ed accompagnato dal vino Verduzzo passito, con note fruttate e mature, dagli aromi intensi, complessi ed ampi, con le sue caratteristiche note di pera, arricchite da note di miele frutta secca, mandorla, fico secco, nocciola e dattero, dalle tonalità giallo ambra intenso, con sfumature dello stesso colore, consigliato da Francesca Cavallo. Portando via un ricordo di qualcosa che consigliamo ad altri veramente da provare e gustare in una occasione come pizza da “Pizzaingrammi” ed in altra circostanza come deliziosi piatti di pesce ed altro da “Punto Nave”, quest’ultimo aperto dal martedì al venerdì solo cena dalle ore 20.00 alle 23.30, mentre il sabato pranzo e cena, la domenica solo pranzo, con chiusura intera giornata del lunedì per riposo settimanale.

Giuseppe De Girolamo

]]>