Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Stefano Castellino Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Stefano Castellino Sun, 21 Jul 2019 10:49:40 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/120/1 Coordinamento Giovanile e il Gruppo Consiliare Comunale di Forza Italia di Palma di Montechiaro: "La vita ha vinto" Mon, 13 Jun 2005 19:37:02 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/13699.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/13699.html Stefano Castellino Stefano Castellino
 

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento

 

Coordinamento Giovanile e il Gruppo Consiliare Comunale di Forza Italia di Palma di Montechiaro:

"La vita ha vinto"

 

ESULTIAMO!

QUORUM NON RAGGIUNTO!

 

Un ringraziamento di cuore a Dio e a tutti gli Italiani, per aver chiuso le porte al male!

Il Popolo Italiano, ha detto no alle strumentalizzazioni, e a chi gioca con la vita umana.

Il Popolo Italiano, ha abbracciato la Vita!

Noi Giovani Azzurri Palmesi, abbracciamo di cuore Sua Santità Benedetto XVI, ringraziandolo di cuore per il contributo indispensabile.

L’essere umano va tutelato fin dai primi istanti del suo concepimento.

Il comitato del Si, continua a strumentalizzare e a raccontare false verità, il loro vero obiettivo era ed è distruggere la famiglia tradizionale, cellula fondamentale di una società sana.

Carissimi On. Fini, più del 75% degli Italiani, come noi, ha preferito essere “no educato”, ma amante della vita.

Con la gioia nel cuore salutiamo questa giornata memorabile!

 

 

“Manomettere la vita è contrario all’amore umano”

Benedetto XVI

Palma di Montechiaro lì 13/06/2005

 

Consigliere Comunale F.I.                                                                Il Coordinatore                                                                                                                            

       Angelo Cottitto                                                                         Stefano Castellino            

 

Il  Vice Coordinatore                                                                        Il Segretario

Benedetto Lombardo                                                                   Salvatore Castronovo  

 

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  330 cell. 3286573125

e-mail: coordinamento@forzagiovanipalma.it 

sito:www.forzagiovanipalma.it

 

]]>
Forza Italia Giovani Palma ed il Gruppo Consiliare di F.I. di Palma di Montehciaro: Referendum del 12-13 Giugno, "L'astensione è un atto di buon senso e di civiltà", "La vita non va messa ai voti" Thu, 09 Jun 2005 05:49:41 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/13623.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/13623.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento

 

Coordinamento Giovanile di Forza Italia,

 il Gruppo Consiliare Comunale F.I. del comune di

  Palma di Montechiaro

“L’astensione è un atto di buon senso e di civiltà”

 

Provoca un enorme dispiacere sentire il vice-Presidente del Consiglio Gianfranco Fini, esprimersi in questo modo, attaccare chi si astiene, significa attaccare il valore eterno, ed assoluto del Diritto alla Vita.

Ci saremmo aspettati sia da AN che dal nostro partito, un impegno più incisivo e più convinto in questa battaglia per il Referendum del 12-13 Giugno.

Il nostro schieramento, l’intera Casa della Libertà, doveva, dovrebbe, scendere in campo per difendere un’ottima legge, dimostrandosi coerente con i propri Ideali, compiendo una grande prova di Civiltà.

I nostri rappresentanti devono far propri gli inviti e i moniti del Nostro Santissimo Papa Benedetto XVI, dobbiamo abbracciarlo e seguirlo.

Bisognava seguirlo fin dall’inizio quando si scagliò contro ogni forma di relativismo morale, in difesa di valori assoluti ed eterni, quali la vera famiglia, l’unica famiglia, e il diritto alla vita.

Siamo vicini alla lodevole opera compiuta dal Comitato Scienza e Vita, al cui va tutto il nostro plauso, la loro grande azione sta cercando di arginare la terribile macchina da guerra della sinistra, da sempre portatrice di ideali insani, contro l’uomo e contro Dio e la Chiesa, sta cercando di arginare anche l’inerzia di parte dello schieramento di centro-destra.

Solo l’UDC si distingue in bene, le altre forze politiche amiche, e Forza Italia stessa sono state latitanti o addirittura, scandalosamente compiacenti, errore mostruoso la scelta del Ministro Prestigiacomo.

Onorevole Fini, credevamo che potesse essere il garante dei nostri valori, dei nostri ideali, ma con quest’ultima sortita la speranza è defunta, Lei non rappresenta più l’Italiano moderato ma con Ideali Sani e Forti, Lei è ormai solamente alla ricerca spasmodica di consensi, a qualsiasi prezzo, nella speranza di aumentare solamente il suo potere personale, che delusione.

Invitiamo tutti gli Italiani, Uomini e Donne, ha rimanere a casa, astenendosi da questo referendum, mettiamo fine subito a quest’incubo: “La vita non va messa ai voti”.

 

“Manomettere la vita è contrario all’amore umano”

Benedetto XVI

Palma di Montechiaro lì 09/06/2005

 

Consigliere Comunale F.I.                                                                Il Coordinatore                                                                                                                            

       Angelo Cottitto                                                                         Stefano Castellino            

 

Il  Vice Coordinatore                                                                        Il Segretario

Benedetto Lombardo                                                                   Salvatore Castronovo  

 

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  330 cell. 3286573125

e-mail: coordinamento@forzagiovanipalma.it 

sito:www.forzagiovanipalma.it

 

]]>
Palma di Montechiaro: Forza Italia, la corrente Cimino:Interesse supremo il bene di Palma di Montechiaro. Thu, 14 Apr 2005 02:42:00 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/12620.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/12620.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Forza Italia

La corrente Cimino:

Interesse supremo il bene di Palma di Montechiaro.

 

La riunione collegiale della Casa delle Libertà, che ha avuto luogo una decina di giorni addietro aveva emesso la sua sentenza, tanto semplice quanto efficace: uniti attorno alla figura di Gaetano Vinci (UDC).

I sottoscritti, in rappresentanza della corrente Cimino, e in qualità di membri del partito sin dalle sue origine, abbiamo il dovere di confermare quello che comunemente si è scelto.

Noi, senza equivoci o tentennamenti, siamo per l’unità della Casa delle Libertà, siamo per il candidato che rende possibile tale progetto.

Il candidato votato con le regole democratiche accettate da tutti è Gaetano Vinci.

Mettiamo da parte le futili chiacchiere ed elaboriamo un programma unitario, concreto ed efficace per il nostro Paese.

I giochi di potere, posti in essere da alcuni, non avendo come fine ultimo la cittadinanza e la coalizione, danneggiano l’immagine della Casa delle Libertà e consegneranno Palma, su un piatto d’argento, nelle mani della Sinistra, mendace panacea di tutti mali.

Ragion per cui facciamo appello al buonsenso di tutti i dirigenti della coalizione affinché si possa partire immediatamente per realizzare attorno alla figura di Gaetano Vinci, una maggioranza e una giunta, serie e responsabili, in grado di poter lenire le innumerevoli piaghe della cittadina palmese.

 

Palma di Montechiaro lì 09-04-2005                                                                                                                             

                                                                     

                                                                                                                             Il Coordinatore                                           

Rag. Angelo Romano                                                                                                                                                                    Stefano Castellino

 

           Il Segretario

                                                                                        Angelo Cottitto

]]>
Testo Corretto: Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro. Risultati delle Regionali 2005 Presidente Berlusconi, le chiediamo di invertire la rotta: bisogna rinnovare tutto l'organigramma del partito, effettuando una vera e propria epurazione in F.I. Tue, 05 Apr 2005 18:30:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/12403.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/12403.html Stefano Castellino Stefano Castellino
Il precedente comunicato, conteneva degli errori, scusandomi ancora, eccovi il testo corretto!

 

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale

 

Risultati delle Regionali 2005

Presidente Berlusconi, le chiediamo di invertire la rotta: bisogna rinnovare tutto l’organigramma del partito, effettuando una vera e propria epurazione in F.I.

 

 

Esaminando i risultati di questa tornata elettorale, ci troviamo a commentare un sensibilissimo calo del nostro movimento, ragion per cui, se si vuole evitare una disfatta sia nella Regione Siciliana (al voto nel 2006), dove comunque la Giunta ha fatto un buon lavoro, e se si vuole evitare una gravissima disfatta nel POLITICHE del 2006, bisogna rinnovare tutto l’organigramma del partito, effettuando una vera e propria epurazione

Posizione da noi già caldamente consigliata.

Ci dispiace aver avuto ragione…

Abbiamo il dovere morale di non consegnare la Patria nelle mani della sinistra, ma abbiamo il dovere morale di offrire una classe dirigente degna della nostra amata Italia.

È condizione imprescindibile coinvolgere il Popolo, vero detentore del potere, ed è vitale dare spazio e merito a chi realmente lotta per il Partito, e chi realmente fa POLITICA, nelle strade, con il POPOLO e per  il POPOLO.

La manca di meritocrazia avvolge il nostro movimento partendo dal coordinamento provinciale fino a Roma.

Presidente Berlusconi, le chiediamo di invertire la rotta, le chiediamo un atto di forza, liberi il partito dai parassiti che rischiano di ridurlo in cenere, ci aiuti a far rinascere l’Araba Fenice della Libertà.

 

Con affetto e Stima

 

Il coordinamento di Forza Italia Giovani di Palma di Montechiaro

 

 

 
Il  Vice Coordinatore                                                      Il Coordinatore
Benedetto Lombardo                                                      Stefano Castellino
]]>
Forza Italia Giovani di Palma di Montechiaro. Giunta Regione Siciliana: Più di 2 milioni di euro per il nuovo Commissariato di Pubblica Sicurezza di Palma di Montechiaro. Wed, 23 Mar 2005 15:05:28 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/12144.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/12144.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale

Giunta Regione Siciliana:

Più di 2 milioni di euro per il nuovo Commissariato di Pubblica Sicurezza

di Palma di Montechiaro.

 

Nell’esprimere il nostro più forte consenso alla richiesta fatta dal Commissario Comunale Antonino La Mattina di intitolare il Commissariato di Pubblica Sicurezza al dirigente del Sismi Nicola Calidari, ci preme comunicare alla cittadinanza tutta che tale importante cerimonia potrebbe avvenire in un nuovo Commissariato moderno e adeguato alle importanti esigenze della nostra cittadina.

La Giunta Regionale /come comunicatoci dall’uffico stampa della Presidenza della regione) ha compiuto  un passo decisivo per la realizzazione del nuovo Commissariato di Pubblica Sicurezza di Palma di Montechiaro, dando l’incarico all’Assessore Regionale al Bilancio di destinare la somma di 4 miliardi di lire, più di 2 milioni di euro, per la costruzione dell’importante opera. Tale finanziamento sarà ricavato dall’ex Art. 38.

Come coordinamento facciamo il nostro plauso a tale importante iniziativa e un ringraziamento al Presidente Cuffaro e a tutta la Giunta Regionale, in particolare all’Ass. alla Presidenza Michele Cimino, da sempre interprete delle esigenze e dei bisogni dei cittadini palmesi.

“Questo miglioramento delle strutture delle forze di polizie - sottolinea il segretario del movimento giovanile Azzurro Angelo Cottitto - ci auguriamo e siamo certi che non sarà un ulteriore strumento inutile ed invasivo della privacy dei cittadini onesti (come le telecamere), ma un mezzo concreto per la reale lotta contro chi, da anni, con le loro ignobili azioni, ha diffamato il nome Sacro di Palma, da Terra Santa a Terra Maledetta.”

“Nell’augurio che l’iter normativo si concluda nel minor tempo possibile - continua Salvatore Castronovo, primo collaboratore del Coordinatore -, felici di essere al centro dell’iniziativa del governo regionale, speriamo fortemente che la costruzione di tale opera possa essere occasione di lavoro per molti nostri concittadini.”

Per quest’ultimo punto noi saremo irremovibili, e ci appelliamo già da oggi al futuro primo cittadino di Palma, qualsiasi sia il colore della sua bandiera, affinché operi insieme a noi per destinare ai nostri lavoratori palmesi, al nostro popolo, i benefici di questo provvedimento.

Nel ringraziare ancora una volta il Presidente Cuffaro, l’Ass. alla Presidenza Michele Cimino e tutta la Giunta Regionale, li invitiamo ad attenzionare sempre di più il nostro Comune, che brama da sempre infrastrutture, riforme e servizi.

 

Palma di Montechiaro lì 23/03/2005

 
Il coordinamento di Forza Italia Giovani per la Libertà di Palma di Montechiaro
 
Il  Vice Coordinatore                                                      Il Coordinatore
Benedetto Lombardo                                                      Stefano Castellino
]]>
Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro: Servizio Civile, una scelta che si paga per tutta la vita! Cancelliamo questa cocente discriminazione, acceleriamo l'iter al Senato del Disegno di legge N. 2871-Legislatura 14º Wed, 16 Feb 2005 20:55:21 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/11314.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/11314.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento
 

Forza Italia Giovani Palma:

         Servizio Civile, una scelta che si paga per tutta la vita!

 

Questo coordinamento, da sempre interprete delle esigenze e delle istanze del mondo giovanile, sente il dovere di intervenire su un problema che limita la libertà dei Giovani Italiani, i quali per una scelta compiuta in giovane età pagano dazio per tutta la loro esistenza.   

Una scelta di un giovane all’obiezione di coscienza non è la scelta per la vita. Un giovane di 18 anni non è la stessa persona a 30 anni o 40 anni, in quanto esperienze di vita, studio e lavoro, ovvero l’ambiente e la società in cui è inserito, possono cambiarlo ed influenzarlo diversamente rispetto al percorso originario. Se l’obiezione di coscienza è una forma di libertà di pensiero, tale forma va tuttavia a discriminare lo stesso soggetto che magari ha ripudiato l’uso delle armi per conflitti armati e non per altre ragioni, ovvero ha comunque giustificato in proseguo l’uso di tale strumento, in seguito ad avvenimenti di recente cronaca che hanno potuto influenzare nettamente e sconvolgere la propria scala di valori, sino a ridimensionarla in un nuovo ordine di idee.”

Inoltre come sostenuto dall'Associazione Tutela Diritti ex-Obiettori, tali divieti sono divenuti incostituzionali, visto che la leva obbligatoria non esiste più.

Secondo noi, “la pena” è comunque eccessiva, visto che le condanne eterne, purtroppo non si applicano per i peggiori criminali.

Ragion per cui, su iniziativa del segretario Angelo Cottitto, a cui va il plauso per questa meritevole iniziativa, nella  giornata del 15/02/2005, abbiamo inviato una lettera a tutti i gruppi parlamentari del Senato, affinché si acceleri l’iter del Disegno di legge N. 2871-Legislatura 14º, in modo da cancellare tale discriminazione. (in allegato trovate copia della stessa)

On. Giuseppe Amato (F.I.), venuto a conoscenza di tale iniziativa, ha voluto esprimere personalmente il suo massimo sostegno per l’iniziativa, dichiarando:

“ Vorrei esprimervi il mio plauso e il mio sostegno per l’iniziativa intrapresa, dai Giovani di Forza Italia di Palma di Montechairo, farò quanto è nelle mie possibilità per accelerare l’iter del il Disegno di Legge da voi segnalato. È fortemente motivante vedere dei giovani che hanno compreso realmente il significato della Vera Politica. Il lavoro del Deputato ha come metà la realizzazione delle esigenze di tutte le categorie di cittadini, rappresentanti la realtà sociale dell’intera comunità. La categoria dei giovani ha un ruolo fondamentale perché rappresenta il nostro Domani”

 

Palma di Montechiaro, lì 16/02/2005                

                                                            Il Coordinatore                                   Il Segretario

                                                            Stefano Castellino                                Angelo Cottitto

 

 

 

 

 

Alla cortese attenzione di tutti i Gruppi Parlamentare

 Del Senato della Repubblica

 

 

Oggetto: Legislatura 14º - Disegno di legge N. 2871

 

Questo coordinamento,su iniziativa di Angelo Cottitto, Segretario del Coordinatore Stefano Castellino,  desidera chiedere il Vostro intervento per risolvere l’annosa questione discriminante, di chi ha dovuto scegliere il servizio  sostitutivo o l’obiezione di coscienza, e per tale scelta è costretto a pagare dazio per tutta la vita.

Pena spropositata ed eterna, oggi purtroppo  non riservata nemmeno per i peggiori criminali.

 

“Se tale regime di incompatibilità trova una giustificazione al momento dell’obiezione di coscienza o della scelta del servizio sostitutivo, in quanto è necessario impedire che l’individuo decida in modo responsabile e non pretestuoso di non adempiere al servizio nelle Forze armate della Repubblica, lo stesso regime vacilla di fronte alle seguenti argomentazioni.   

Anzitutto, con l’avvio di un esercito armato volontario, alle nuove leve non verrà chiesto più di scegliere doverosamente una strada o l’altra, ma unicamente i soggetti che vorranno arruolarsi saranno liberi di anteporre tale scelta.

    In secondo luogo, una scelta di non usare le armi in conflitto armato è ben differente dalla volontà di utilizzare le stesse a scopo di difesa personale o comunque nell’ambito di altre occasioni: pensiamo alle guardie venatorie o guardie forestali dello Stato, con fini prettamente di tutela ambientale.

    Da ultimo, una scelta di un giovane all’obiezione di coscienza non è la scelta «per la vita» dello stesso. Ciò significa che un giovane di 18 anni non è la stessa persona a 30 anni, in quanto esperienze di vita, studio e lavoro, ovvero l’ambiente e la società in cui è inserito, possono cambiarlo ed influenzarlo diversamente rispetto al percorso originano.  Ancora, se il soggetto ha svolto servizio civile non possiede i requisiti soggettivi di cui all’articolo 9 della legge n. 110 del 1975 affinché il questore rilasci il porto d’armi. Inoltre allo stesso individuo sarà inibito di partecipare a tutti quei bandi di concorsi pubblici nei quali è previsto il porto d’armi.

    Se l’obiezione di coscienza è una forma di libertà di pensiero, tale forma va tuttavia a discriminare lo stesso soggetto che magari ha ripudiato l’uso delle armi per conflitti armati e non per altre ragioni, ovvero ha comunque giustificato in proseguo l’uso di tale strumento, in seguito ad avvenimenti di recente cronaca che hanno potuto influenzare nettamente e sconvolgere la propria scala di valori, sino a ridimensionarla in un nuovo ordine di idee.    In questo modo non si realizzerebbe alcuna disparità di trattamento tra chi ha scelto il servizio civile e chi non è stato obbligato nemmeno ad esprimere il proprio pensiero in merito all’uso delle armi, poiché il servizio di leva militare è divenuto a carattere volontario.

 

DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

    1. All’articolo 11 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, primo comma, dopo il numero 2º) è aggiunto il seguente:

    «2º-bis) a chi ha prestato servizio civile sostitutivo o obiezione di coscienza da meno di dieci anni».

    2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

In attesa di un  Vostro  riscontro e sicuri della Vostra collaborazione, atta al servizio per la Nazione e all’eliminazione delle ingiustizie e delle discriminazioni cogliamo l’occasione per porgerVi.

Distinti saluti

 

                              

 

Palma di Montechiaro, lì 15/02/2005                

                                                            Il Coordinatore                Il Segretario                                           

                                                            Stefano Castellino           Angelo Cottitto                                                                                                                                                                                                                            

                                                                                             

 

                                                                                                            

]]>
Associazione Culturale "Nuova Alba" e Forza Italia Giovani Palma 10 Febbraio 2005: GIORNO DELLA MEMORIA DEI MARTIRI DELLE FOIBE! Fri, 11 Feb 2005 04:02:33 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/11160.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/11160.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

 

 
 

 
 

 

                                                                                    

Associazione Culturale Giovanile                   Giovani Per la Libertà

                 “Nuova Alba”                                       Il Coordinamento Comunale

 

               

10 Febbraio 2005:

GIORNO DELLA MEMORIA DEI MARTIRI DELLE FOIBE

Illustrissimo Autorità,,

In questa giornata dedicata al ricordo dell’immane sacrificio di migliaia di nostri connazionali trucidati nelle Foibe dal Maresciallo killer Tito, ci appelliamo a tutte le autorità nazionale e regionali per avere un aiuto per organizzare una serie d’iniziative per ricordare i Martiri delle Foibe.

Avremmo voluto organizzare tale evento nella giornata odierna, ma l’Assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana On.  Alessandro Pagano, non ha ritenuto opportuno collaborare per la realizzazione di tale evento.

Non è possibile tollerare questo silenzio!

Vogliamo dare il nostro piccolo contributo per abbattere il muro di gomma che ha avvolto questa triste pagina della storia italiana.

L’iniziativa dovrebbe prevedere una tavola rotonda che  produrrà un documento denuncia-invito per il Presidente della Repubblica  Ciampi,

Esortandolo a partecipare alla cerimonia della dedica di una Via ai Martiri delle Foibe e alla cancellazione della vergognosa via Tito, a Palma di Montechiaro (AG).

“ In una cittadina siciliana vi è stato chi ha avuto il coraggio e la sfrontatezza di onorare un personaggio storico le cui mani grondarono di sangue italiano e non solo italiano, e che fu il carnefice morale, se non materiale, di migliaia di nostri connazionali al fine di “pulire etnicamente” delle terre che furono italiche sino dai tempi di Roma e di Venezia.”

Dalla prefazione del saggio Albo D'oro Dei Fratelli Siciliani Caduti Per L'italianita' Della Venezia Giulia, Istria E Dalmazia del Dott. Giorgio Rustia commentando il fatto in questione.

Ironia della sorte, l’artefice di tale misfatto, ex- Sindaco Prof. di Storia e  Filosofia Rosario Gallo (D.S.), forse cosciente dell’abominevole gesto, ha posto tale dedica, nella strada che conduce al cimitero.

All’interno di tale conferenza chiederemo al Presidente Ciampi il conferimento della medaglia alla memoria per tutte le vittime di quell’eccidio.

Il periodo che intercorrerebbe tra la tavola rotonda e la cerimonia di intitolazione, sarebbe riempito con una mostra permanente al palazzo ducale di Palma di Montechiaro.

La mostra sarà curate dalla nostra Associazione e dalle Associazioni degli Esuli che hanno già dato la loro disponibilità per la realizzazione di questa manifestazione; saranno invitate a partecipare in modo particolare le scuole, offrendo l’opportunità di un approfondimento sulla tematica storica trattata.

La finalità del progetto è di denunciare il silenzio che da anni avvolge queste pagine atroci della nostra storia.

Restituire dignità al dolore di migliaia di nostri connazionali, uccisi per la sol colpa di essere Italiani, di amare il tricolore.

In attesa di un Vostro riscontro, cogliamo l’occasione per porgerVe

Distinti saluti

Palma di Montechiaro lì 10/02/2005                                                      

Il Presidente Nuova Alba                                                      Il Coordinatore F.I. Giovani

         Calogero Mazza                                                                            Stefano Castellino

Recapiti:

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330                                        Fax: 178 225 4133

e-mail: nuova_alba@libero                                                         e-mail: coordinamento@forzagiovanipalma.it                          

                                                                                                                                 cell. 3286573125

 

]]>
Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro: La Storia si rispetta! Ricordiamo i Martiri delle Foibe! Thu, 27 Jan 2005 17:16:09 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/10782.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/10782.html Stefano Castellino Stefano Castellino  
 

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento
 
Forza Italia Giovani Palma:

La Storia si rispetta!

 

 

L’ultima uscita del direttivo dal nefasto nome, Palmiro Togliatti, dimostra una visione della Storia di parte e faziosa.

Entrando nel merito, la formalità di chi ha dichiarato le sanzioni, e quesito pretestuoso quanto elementare: la Società delle Nazioni era politicamente controllata da Francia e Gran Bretagna è il fantomatico intervento militare non avrebbe mai potuto aver luogo perché la Società delle Nazioni non possedeva esercito alcuno.

Inoltre è alquanto ipocrita definirsi Democrazie moderne esportatrici di civiltà, preoccupandosi delle sorti dell’Etiopia, possedendo imperi coloniali immensi.

Sconcerta l’immotivata quanto scontata esterofilia della sinistra, male evidentemente incurabile.

Vorremmo ricordare agli amici Diessini la recente pubblicità che ha protagonista un mito come Gandhi, quali sanzioni ha subito l’Inghilterra per l’esportazione della Democrazia in India?

Comunque la rimozione con relativo danneggiamento è ingiustificabile, la Storia è Storia e si rispetta, il restauro è indispensabile come il recupero delle frasi in essa contenute, barbaramente cancellate.

Sarebbe interessante conoscere chi ha permesso tale scempio?

La cosa che colpisce di più, però, è il silenzio su un problema, forse, più importante, aver dedicato una via di Palma al Maresciallo Killer Tito, carnefice di migliaia di uomini, donne, e bambini, che la sola colpa di essere Italiani, di amare il Tricolore.

“ In una cittadina siciliana vi è stato chi ha avuto il coraggio e la sfrontatezza di onorare un personaggio storico le cui mani grondarono di sangue italiano e non solo italiano, e che fu il carnefice morale, se non materiale, di migliaia di nostri connazionali al fine di “pulire etnicamente” delle terre che furono italiche sino dai tempi di Roma e di Venezia.”

Dalla prefazione del saggio Albo D'oro Dei Fratelli Siciliani Caduti Per L'italianita' Della Venezia Giulia, Istria E Dalmazia del Dott. Giorgio Rustia commentando il fatto in questione.

Ironia della sorte, l’artefice di tale misfatto, forse cosciente dell’abominevole gesto, ha posto tale dedica, nella strada che conduce al cimitero.

Quale valenza educativa storica e pedagogica ha tale dedica?

Il responsabile di tale misfatto non sente di dover chiedere scusa e perdono all’intera nazione, all’intera umanità?

 

 

IL COORDINAMENTO COMUNALE GIOVANILE DI FORZA ITALIA

DI

PALMA DI MONTECHIARO

]]>
Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro: Un'altra lapide calpestata. Due lapidi storicamente lontanissime ma legate da un destino simile. La lapide fascista ricordante le ingiuste sanzioni economiche, e quella in memoria dello scienziato G.B. Hodierna Wed, 12 Jan 2005 20:44:31 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/10417.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/10417.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinatore Comunale
 

Un’altra lapide calpestata.

 

 

Due lapidi storicamente lontanissime ma legate da un destino simile: la lapide ricordata dal Prof. Todaro, ennesimo tentativo di rimuovere la testimonianza di una Storia comunque Italiana, quella del Giovanni Battista Hodierna, grossolano errore per un maldestro tentativo di ricordo.

 

 

Questo coordinamento, sente l’esigenza, il dovere, di schierarsi accanto al Prof. Ignazio Pino Todaro, nella sua richiesta di giustizia storica. Non  si può assistere inermi all’ennesimo tentativo di rimuovere la Storia.

Quella targa affissa da un regime, a volte discutibile, reca la testimonianza dell’indiscutibile arroganza di due Nazione, Francia e Gran Bretagna, che da sempre hanno osteggiato la nostra Italia.

Ragion per cui invitiamo il commissario Dott. La Mattina non solo a restaurare la suddetta lapide e riporla nel suo luogo originario ma anche di correggere il grossolano errore su quella dell’Hodierna come da noi segnalato nel numero 3 del volantino “Summa Veritas” (Ottobre 2003) e ripreso dal quotidiano La Sicilia del 27/12/2003.

Il ripristino di queste due lapidi deve segnare l’inversione di tendenza per un città, come Palma di Montechiaro, protagonista di un processo di cancellazione delle sue radici storiche.

Alcune cancellazioni urbanistiche-architettoniche, che possiamo ricordare sono:

 

  • Le antiche postazioni della Via Crucis, volute dal Duca Santo
  • La distruzione o l’abbandono di alcune chiese, simbolo del tentativo, all’epoca riuscito, di Palma come Nuova Gerusalemme, di Palma come Terra Santa
  • La scomparsa del Castello di Val di Lupo
  • Il continuo errare della fontana fascista, giunta oggi ai piedi del Castello di Montechiaro di epoca assai più remota
  • Tante altre sono le nefandezza, la cui semplice elencazione comporterebbe la realizzazione di un saggio.

 

Il nostro comune, oltre alla distruzione della storia locale, ha subito come tutta l’Italia l’utilizzo per fini politici della Storia Patria, con l’unico scopo di mettere italiani contro italiani.

Umilianti quanto aberranti testimonianze sono le dediche di alcune strade di Palma a personaggi di discussa moralità ma di sicura crudeltà, il tutto per mano, ironia della sorte, di un professore di Storia e Filosofia.

Intitolare una via al Maresciallo killer Tito, protagonista di uno sterminio di migliaia di nostri connazionali, è vergognoso per tutta la cittadinanza.

Questo signore jugoslavo, ha dato l’ordine di gettare nelle Foibe (profonde spaccature naturali) migliaia di uomini, donne e bambini che avevano la sola colpa di essere Italiani.

Unica espiazione, unica catarsi potrebbe essere la cancellazione della suddetta via e la dedica di una Piazza nel centro di Palma in ricordo dei “Martiri delle Foibe”.

 

 

Il Coordinatore
Stefano Castellino
 
 

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330  

]]>
Coordinamento Giovanile di Forza Italia Palma di Montechiaro. Risposta alle accuse gratuite lanciateci attraverso le pagine del quotidiano "La Sicilia" da 4 ex-consiglieri di F.I.: Il Bene Comune non ha colore: le idee valide vanno valorizzate Wed, 08 Dec 2004 15:25:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/9869.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/9869.html Stefano Castellino Stefano Castellino

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento 

 

Coordinamento Giovanile di Forza Italia Palma di Montechiaro:

Il Bene Comune non ha colore: le idee valide vanno valorizzate
 

Il Coordinamento Giovanile di Forza Italia di Palma di Montechiaro si sente in dovere di replicare alle accuse gratuite lanciateci, attraverso le pagine del quotidiano “La Sicilia” del 7/12/2004, da 4 ex-consiglieri di F.I..

Quest’ultimi, prendendo posizione sulla richiesta di espulsione da F.I., presentata dall’ex-sindaco Dott. Gaetano Falsone, anch’egli di Forza Italia, accusavano gli organi competenti di non prendere provvedimenti contro chi, riportiamo testualmente: “non è stato capace di dare l’unità operativa a Forza Italia, permettendo perfino che il movimento giovanile si alleasse con esponenti politici della sinistra per alcune iniziative che non condividiamo affatto”.

Tale affermazione si commenta da sola e testimonia la pochezza politica e la scarsa sensibilità di chi l’ha scritta.

Le iniziative proposte dal nostro coordinamento, e dall’ex-consigliere DS Ignazio Brancato, sono palesemente di vitale importanza per la città di Palma; non condividerle è di per sé misterioso, arrivare ad evocare provvedimenti è realmente assurdo.

L’assurdità diventa ancora più incomprensibile se a chiedere questi provvedimenti è chi ha contribuito attivamente alla destituzione del proprio Sindaco.

La nostra linea politica è, e sarà sempre, coerente ai nostri principi.

Il nostro agire è, e sarà sempre, lineare: se una proposta è valida, se si persegue il bene comune, non importa il colore della bandiera del soggetto proponente, avrà sicuramente il nostro appoggio.

La Politica deve essere Servizio per la comunità, la Politica deve essere immune dagli interessi personali e deve sempre perseguire il bene comune.

Le richieste fatte al Commissario Straordinario, Dott. Antonino La Mattina, riguardavano il rilancio del patrimonio culturale ed artistico palmese e la diffusione nelle scuole della nostra Storia: come ci si può dichiarare contrari?

Dispiace ed è fortemente angosciante non ritrovare questo spirito di servizio nei propri amici di partito; siamo altresì onorati e orgogliosi di aver redatto, insieme all’ex-consigliere Brancato, la proposta bi-partisan sotto accusa.

Questi episodi devono far riflettere tutta la popolazione palmese, alla quale rivolgiamo questo appello:

“Comunque si svolgano gli eventi, noi desideriamo che non si parli più di fratellanze di sorellanze di cuginanze di comparanze e di altre tali parentele soffocanti la vita politica e sociale palmese.”

Cogliamo l’occasione, inoltre, per ribadire l’ineluttabilità di riavere la Biblioteca Comunale, ma di essere fermamente convinti dell’assoluta inopportunità di destinare a tale uso il Palazzo Ducale, luogo simbolo di Palma di Montechiaro e della Storia del Gattopardo, da custodire con cura e amore per renderlo fruibile sia per noi palmesi, sia per i possibili turisti.

Ragion per cui ci rivolgiamo, nuovamente, al Commissario Dott. La Mattina, affinché ponga in essere quanto in suo potere per risolvere tale annosa questione.

In tal senso, invitiamo gli amici del Nuovo PSI a rivedere la loro posizione.

 
 

Palma di Montechiaro lì 08/12/2004                                                       Il Coordinatore

                                                                                                                                     Stefano Castellino

 

e-mail: coordinamento@forzagiovanipalma.it

www.forzagiovanipalma.it

]]>
Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro: Prodi indegno esponente della nostra amata Italia, della nostra amata Patria. Sun, 05 Dec 2004 19:39:37 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/9805.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/9805.html Stefano Castellino Stefano Castellino

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento
 
Forza Italia Giovani Palma:
Prodi indegno esponente della nostra amata Italia,  della nostra amata Patria.

 

Le frasi del signor Prodi sono la prova tangibile, della chiusura mentale di alcune parti bieche, di una sinistra intollerante.

Noi giovani azzurri palmesi, combattiamo per la libertà, per il paese, per l’Italia, con il cuore, senza nessun ritorno economico senza nessun ritorno ludico.

Noi carissimo signor Prodi, non abbiamo viaggi in treno, praticamente gratuiti, per questa o quella manifestazione, o per questo o quel concerto.

Noi non siamo portatori di un ideale anarchico senza valore, di una visione distorta della famiglia.

NOI SIAMO PORTATORI di ideali sani.

Noi amiamo la famiglia tradizionale, cellula necessaria del tessuto sociale.

Noi CREDIAMO in DIO e nei valori eterni della CHIESA.

NOI NON SIAMO, E NON SAREMO MAI DEI MERCENARI.

La nostra ricompensa è veder realizzato il mondo che noi sogniamo.

Presidente Berlusconi, la scelta di puntare su noi giovani, è quanto di meglio si potesse sperare, ma nasconde delle insidie.

La scelta dei giovani deve essere compiuta valorizzando chi da molto tempo combatte per Forza Italia, non dovrà essere contaminata da pressioni interne egoistiche.

Presidente Berlusconi dia finalmente una svolta al nostro movimento, continui a puntare su noi giovani, diamo una lezione di civiltà a questi indegni esponenti della nostra amata Italia, della nostra amata Patria.
 

Palma di Montechiaro lì 05/12/2004                                                      Il Coordinatore

                                                                                                        Stefano Castellino
]]>
Palma di Montechiaro : Lettera Aperta al Commissario Straordinario Dott. Antonino La Mattina. Forza Itali Giovani Palma e Brancato (D.S. Democratici di Sinistra): Iniziativa culturale bi-partisan di rilevante importanza per l'interesse collettivo. Fri, 03 Dec 2004 20:47:35 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/9770.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/9770.html Stefano Castellino Stefano Castellino  
 
Palma di Montechiaro
Lettera Aperta al Commissario Straordinario Dott. Antonino La Mattina.

    Forza Itali Giovani Palma e Brancato (Democratici di Sinistra):       Iniziativa culturale bi-partisan di rilevante importanza per l’interesse collettivo.

 

 

Il sottoscritto Ignazio Brancato, ex-consigliere comunale dei Democratici di  Sinistra.

Il coordinamento giovanile di Forza Italia.

Quest’iniziativa unisce due parti solitamente contrapposte. L’amore per Palma e il senso di dovere verso la collettività ci hanno indotto ad unirci in quest’appello per chiederLe con maggior forza di realizzare le seguenti iniziative. Fedeli al concetto di politica come servizio e sempre convinti dell’importanza degli uomini rispetto agli schieramenti. Considerata la situazione d’abbandono culturale in cui versa la nostra cittadina, e altresì convinti dell’importanza della cultura e della conoscenza della propria storia per la formazione di una coscienza civile:

LE proponiamo l’attuazione di una serie d’iniziative atte a lenire tale gravosa mancanza.

 

  1. Riscopriamo la storia di Palma di Montechiaro, riscopriamo la nostra Storia.                                        Questo progetto dovrà essere indirizzato agli allievi delle scuole d’ogni ordine e grado, sia di Palma che dell’intera regione Sicilia.
    • Visita guidata del territorio palmese, attraverso un percorso che ripercorrerà le tappe fondamentali della nostra Storia, partendo dalla preistoria attraversando la fondazione ufficiale di Palma con particolare riferimento alla famiglia Tomasi, e al “Gattopardo”. L’analisi dovrà legare i luoghi ai personaggi che con il loro operato hanno contribuito alla grandezza di Palma in quel tempo (per citarne alcuni Giovanni Battista Odierna, Francesco Emanuele Cangiamila, Domenico Provenzani). Sono le grandi Personalità a dare importanza ai luoghi.
    • Indire un bando culturale a premi per le scuole di Palma di Montechiaro, sulla nostra Storia. I premi da mettere in palio potranno essere sia borse di studio e/o strumenti e apparecchiature utili per lo studio (computer, video proiettori, ecc..).
  2. Promoviamo la storia di Palma di Montechiaro, divulghiamo la nostra Storia.    
    • Promozione presso il circuito Turistico dell’itinerario al punto 1 ” Riscopriamo la storia di Palma di Montechiaro, riscopriamo la nostra Storia “ che si potrebbe legare alla visita della Valle dei Templi, luogo universalmente conosciuto.
    • Incentivo ulteriore potrebbe essere l’offerta ai turisti di un rinfresco, durante la visita per esempio del Palazzo Ducale, a base di prodotti tipici delle aziende locali.  
  3. Biblioteca Comunale:

Convintissimi della necessità assoluta di riavere la nostra Biblioteca, centro culturale e d’aggregazione indispensabile, ma altresì convinti dell’inopportunità di destinare a quest’uso il Palazzo Ducale, le chiediamo di trovare una soluzione alternativa, per esempio si potrebbero utilizzare i locali dell’ex-Pretura (nell’attesa della ristrutturazione potenziare i locali provvisori presso il palazzo degli Scolopi).

Giacché il comune è titolare di un abbonamento ADSL flat (a costo fisso e sena limiti di tempo) per la connessione ad internet Le chiediamo l’attivazione, sia presso i locali provvisori che presso la destinazione definitiva, di alcune postazioni multimediali da mettere a disposizione dei cittadini, in particolar modo degli studenti. Internet nella società odierna è un fondamentale strumento di conoscenza.

  1. Apriamo i nostri Monumenti:  

Rendere fruibile il nostro patrimonio artistico culturale costituisce “conditio sine qua non” per il suo rilancio.

                                                                                                                   

Le chiediamo inoltre di agevolare ogni iniziativa, proposta da singole persone o da Associazioni culturali, finalizzata all’accrescimento culturale del nostro paese.

Nell’attesa di un suo positivo riscontro cogliamo l’occasione per porgerLe

Distinti Saluti

 

 

                       Il coordinatore di F.I. Giovani

Ignazio Brancato                                                                           Stefano Castellino

  

]]>
Palma di Montechiaro: Sfiducia al Sindaco Falsone. Forza Itali Giovani Palma: Questa non è politica "Comunque si svolgano gli eventi noi desideriamo che non si parli più di fratellanze di sorellanze di cuginanze di comparanze e di altre tali parentele" Wed, 22 Sep 2004 03:37:06 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/8493.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/8493.html Stefano Castellino Stefano Castellino

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale

Forza Itali Giovani Palma: Questa non è politica

“Comunque si svolgano gli eventi noi desideriamo che non si parli più di fratellanze di sorellanze di cuginanze di comparanze e di altre tali parentele soffocanti la vita politica e sociale palmese.”

Qual è l’arcano motivo che induce il palmese a farsi schiavizzare?

Ci rendiamo conto che Palma dal 1994 ad oggi ha visto il seguente altalenarsi Falsone -Commissario - Gallo - Gallo - Commissario - Falsone - Commissario - e nel 2005 Gallo (sicuramente)?

Fedeli ai nostri ideali, ma completamente spiazzati e delusi dalla classe politica locale del centro destra ci ritroviamo ad analizzare un fallimento.

La nostra scelta di campo, compiuta alcuni anni fa, è stata mossa da motivi ideologici e morali non per conformismo o servilismo.

Coerenti ai nostri ideali e alla nostra morale affermiamo:

Chi rappresenta i simboli della casa delle libertà oggi a Palma non ci “rappresenta” .

L’altra parte politica, il centro-sinistra, è costituito da uno schieramento e dal suo leader massimo, Gallo Rosario, che è lontano da noi e crediamo lontano da quasi tutta Palma, sia per motivi ideologici, che per motivi reali, sembrano essere ormai cadute nell’oblio tutti gli errori del settennio Gallo.

Nel recente comizio, quest’ultimo, ben conscio della disperazione dei palmesi, ci comunicava che era disposto a concederci la grazie di ridiventare sindaco.

In questa situazione noi popolo di Palma cosa dobbiamo fare?

Scegliere solo di che morte morire?

Comunque si svolgano gli eventi noi desideriamo che non si parli più di fratellanze di sorellanze di cuginanze di comparanze e di altre tali parentele soffocanti la vita politica e sociale palmese.

Cordiali saluti da tutto il coordinamento giovanile di F.I. Palma di Montechiaro.

Palma di Montechiaro, 92020 Via F.Cangiamila n° 330

]]>
COORDINAMENTO GIOVANILE COMUNALE DI FORZA ITALIA PALMA: F.I. Giovani Palma di Montechiaro: Caro Coordinatore non siamo servi di nessuno Thu, 24 Jun 2004 23:48:38 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/7594.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/7594.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale
 
 

F.I. Giovani Palma di Montechiaro:

Caro Coordinatore non siamo servi di nessuno

 

 

Dopo l'attacco gratuito rivoltoci dal signor Fiaccabrino, coordinatore comunale di Forza Italia di Palma di Montechiaro, sul giornale “La Sicilia”, come risposta fuori luogo ad un nostro precedente intervento, pubblicato sia su “La Sicilia” che su alcuni siti web d’informazione, ci sentiamo in dovere di replicare quanto segue:

 

Era prevedibile che il Signor Fiaccabrino, o chi per lui, non abbia condiviso la nostra analisi, in quanto fotografava realmente la situazione del movimento azzurro.

L’invito rivoltoci per concordare “le nostre idee” è di per se assurdo; le idee, quelle pure e sincere, nascono dal confronto leale che avviene al nostro interno e non si concordano con chi, invece, si ritiene vecchia volpe della politica. Noi, lo ricordi Signor Fiaccabrino, non accettiamo contaminazioni esterne, noi lotteremo per portare avanti i nostri ideali e per migliorare il nostro partito. Noi, comunque, sia chiaro a tutti, non saremo mai servi di nessuno. Sta poi all’intelligenza degli interlocutori accettare la realtà senza addurre scuse alquanto puerili.

Diceva Newton: “Sono giunto alla vetta poggiandomi sulle spalle dei giganti che mi hanno preceduto”; per noi i giganti non sono le vecchie volpi, ma sono quegli individui, scomodi, che hanno sempre lottato per lo Stato e la legalità. Ma qualora avessimo voluto un incontro con il nostro coordinatore, sarebbe stata impresa titanica riuscire a trovare quella sede che non c’è; a meno che non si voglia spacciare per sede uno scantinato sporco e abbandonato e perennemente chiuso, che diventa un’osteria in occasione delle elezioni comunali. È alquanto paradossale che, dopo lo sdoppiamento di F.I. come forza di governo e d’opposizione, dopo che all’assessore Messinese, per sua voce e per conto del consigliere Romano, ha lanciato strali contro il Sindaco del medesimo partito e stessa corrente, il Prof. Fiaccabrino non prese posizione alcuna…evidentemente “il suo cervello, che  Dio lo conservi, era in tutt’altre faccende affaccendato”. La nostra analisi non è frutto dell’esaltazione, ma il logico e razionale resoconto di chi ha lavorato per questa campagna elettorale. Ragion per cui, con più di una punta di sarcasmo, invitiamo il nostro coordinatore a ripassare un po’ di matematica: dalla candidatura di Calogero Mazza (tra l’altro ha riportato 147 voti all’epoca) sono trascorsi più di due anni che, per l’immobilità di chi ci attacca possono rappresentare un secondo ma, se vissuti con la nostra operosità e il nostro assiduo impegno, sono un tempo sufficiente a far sì che, da appena 5 ragazzi, siamo diventati un gruppo di circa venti persone, faccia bene i conti professore…

Inoltre riportiamo all’opinione pubblica un episodio che non teme smentite, che sarà sicuramente chiarificatore e dà l’idea del disimpegno con il quale alcuni individui hanno condotto la campagna elettorale per l’On. Cimino: non solo sono arrivati per ultimi a soli 4 giorni dall’apertura dell’urne, ma il loro primo pensiero è stato quello dei rappresentanti di lista. Il coordinatore Fiaccabrino dopo aver rivendicato, apertamente o meno, il ruolo di compilatore dell’elenco dei rappresentanti di lista (affidato a noi precedentemente in quanto responsabili dell’unico comitato elettorale dell’On. Cimino) e dopo la nostra disponibilità a cedere tale incombenza, abbiamo registrato il seguente risultato, noi su 24 sezioni abbiamo chiesto solo 6 rappresentanti nella speranza di dare a tutti la possibilità di difendere Forza Italia, ma mai errore fu più grande: le persone nominate dal professor Fiaccabrino, per la quasi totalità, usarono quel foglio per avere i tre giorni di ferie concesse per legge, fregandosene dell’esito elettorale. Noi siamo sicuri del nostro contributo come “azionisti di maggioranza” di quest’elezione perché abbiamo lavorato per quasi un mese ed è inutile che chi a stento ha lavorato due, o forse tre, giorni abbia l’arroganza di rivendicare per se tali suffragi. Noi eravamo, come già detto, l’unico comitato elettorale ed abbiamo avuto chiaramente il quadro della situazione che si andava delineando, eravamo noi a fornire il materiale elettorale. Tale scelta compiuta dall’amico On. Michele Cimino è stata osteggiata da chi oggi ci attacca; ciò rappresenta uno dei tanti tasselli di quel mosaico che ci vede osteggiati da alcuni politici palmesi, che vogliono mantenere Palma nelle tenebre e ci vede  esistenti ed operanti per volontà, affetto, e lungimiranza dell’On Cimino.

Per concludere, ci fa sorridere l’idea che, nel marasma più totale creato da una gestione, oserei dire catastrofica del partito, saremmo noi a danneggiarne l’immagine dello stesso e creare conflitti al suo interno. Per non parlare dei continui e feroci attacchi portati dal centrosinistra (in modo particolare dal Consigliere Provinciale Pasquale Amato e dal Prof. Rosario Gallo) ai quali il Prof. Fiaccabrino non si sogna neanche di replicare, lasciando il partito in balia della tempesta. Il Prof. Fiaccabrino, e chi la pensa come lui, non meritano di avere a Palma una forza giovanile come la nostra, che è la sola bandiera di Forza Italia che sventola perennemente e con forza a Palma, una bandiera libera ed onesta.

 

Un saluto affettuoso da tutto il Coordinamento Giovanile di FORZA ITALIA

 

 

Palma di Montechiaro lì   24/06/2004                                                 

 

Il Vice-Coordinatore                                                                                                    Il  Coordinatore

Benedetto Lombardo                                                                                                   Stefano Castellino

  

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330  

]]>
COORDINAMENTO GIOVANILE COMUNALE DI FORZA ITALIA PALMA: F.I. Giovani Palma di Montechiaro: Elezioni europee, bilancio e riflessione su quanto accaduto. Mon, 21 Jun 2004 05:19:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/7548.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/7548.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale
 
 

F.I. Giovani Palma di Montechiaro:

Elezioni europee, bilancio e riflessione su quanto accaduto.

 

 

 

Dopo le elezioni europee, ci sembra opportuno nonché indispensabile fare un bilancio e una riflessione su quanto accaduto.

Il crollo di Forza Italia non può essere archiviato come semplice evento fisiologico, ma vanno analizzate a fondo le concause che hanno portato la dispersione del nostro consenso, sia verso gli atri partiti sia verso l’astensione.

Non si può prescindere dalla spaccatura, in seno al consiglio comunale, che vede due nostri consiglieri all’opposizione del sindaco (anch’esso di F.I.) male condiviso con gli amici dell’UDC.

Tale situazioni inoltre non consente un lavoro sereno dell’amministrazione, e ciò porta come in un circolo vizioso al distacco dalla politica da parte dei cittadini.

Va sottolineato inoltre l’impegno totale della quasi totalità di noi giovani azzurri, scesi in campo per quasi un mese, che si  contrappone all’impegno parziale e all’ultimo minuto delle altre componenti che avrebbero dovuto appoggiare il candidato On. Michele Cimino, candidato locale e di partito, per non parlare di chi ha preferito votare un candidato esterno a danno totale di tutta la provincia e in particolare di Palma.

L’eccellente risultato ottenuto dal movimento giovanile in seno all’altrettanto eccellente risultato ottenuto dallo stesso On. Cimino (ricordiamo più di 41400 preferenze) è stato riconosciuto dallo stesso On. Cimino che ha ringraziato personalmente il nostro coordinatore Stefano Castellino, abbracciando simbolicamente i giovani azzurri palmesi.

Affinché il partito superi le difficoltà e le spaccature ci appelliamo al Sindaco e al Coord. Cittadino Fiaccabrino e a tutti gli organi statutari, affinché tali controversie siano risolte e sia inoltre dato il giusto spazio, il giusto merito, la giusta visibilità a chi come noi da sempre ha lavorato per il partito.

Con il nostro lavoro onesto ed entusiasmante abbiamo giorno dopo giorno aumentato il nostro consenso arrivando al risultato di domenica che è per noi esaltante, perché siamo sicuri della nostra paternità della maggior parte di quei 852 voti ottenuti dall’amico On. Cimino.

Sicuri che una volta fatta chiarezza all’interno e una volta riconosciuti i giusti meriti, il partito, Forza Italia, ritornerà più forte di prima e sarà in grado di dare quelle risposte tanto attese dalla popolazione. 

 

 

 

Il coordinatore   

                                                                                                                                                           Stefano Castellino 
  

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330  

]]>
Convegno sulla legalità in memoria di Giulio Castellino e di Giovanni Fazio: La posizione del Coordinamento Giovanile di Forza Italia di Palma di Montechiaro Mon, 31 May 2004 18:19:19 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/7237.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/7237.html Stefano Castellino Stefano Castellino

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale

 

 

Convegno sulla legalità in memoria di Giulio Castellino e di Giovanni Fazio:

La posizione del Coordinamento Giovanile di Forza Italia di

Palma di Montechiaro

 

 

Con immenso dispiacere non abbiamo potuto partecipare ad un così importante evento per tutta la nostra cittadinanza, perché impegnati con l’On. Michele Cimino a partecipare al 2° Congresso Nazionale di Forza Italia. Ma con il nostro cuore e con il nostro pensiero eravamo presenti e accanto al nostro Sindaco Gaetano Falsone, il quale ha saputo dar vita ad un convegno di così alto livello e di così nobile ispirazione.

Eravamo comunque in contatto continuo con alcuni amici lì presenti ed abbiamo così potuto apprezzare le commuoventi parole del Primo cittadino nel ricordare le figure di Giulio Castellino e Giovanni Fazio. Inoltre non possiamo non essere d’accordo con il Procuratore Dott. De Francisci quando afferma che l’azione repressiva non può sortire alcun effetto se non vi è la certezza della pena, anche se, cosa che ci risulta assai strana, sono gli stessi magistrati a rimettere in libertà chi delinque. Siamo altresì convinti che il pietismo e il pentitismo non paghino, ma ci spieghi allora, il Signor Procuratore, perché i magistrati vanno alla ricerca spasmodica di pentiti, i quali, per due volte traditori (una volta dello Stato una volta del non-Stato), vengono ricoperti d’oro per estorcerne una pur minima, e forse poco attendibile, verità.  Si potrà obiettare che non vi è altro modo alcuno per raggiungere lo scopo investigativo, ma rimane un fatto altamente immorale trattare da nababbo chi si è macchiato di trucidi delitti; vi sono altri modi, forse meno democratici, per raggiungere lo stesso scopo. Ci dispiace ancor più non aver potuto fare queste osservazioni direttamente al nostro Procuratore, al quale auguriamo, comunque, un in bocca al lupo per quanto ha fatto e quanto continuerà a fare per la nostra Provincia, si può discutere sui mezzi ma il fine è comune: liberare la Sicilia, Agrigento, Palma dalle tenebre. Parte della luce che potrà squarciare queste tenebre deve essere prodotta da noi giovani. Il Questore Carmelo Casabona e il Tenente Colonnello Edera hanno colto nel segno: Palma, grazie ai giovani, può risorgere. Speriamo che l’intervento di due personaggi tanto illustri possa dar ancor più forza a questo messaggio da noi più volte riproposto, sia sul volantino Summa Veritas, sia sul vostro giornale. In questo senso gli interventi dei giovani liceali sono una conferma tangibile di questa tesi. I giovani rappresentano l’enorme potenziale di cui Palma può disporre per la ricostruzione delle coscienze e degli animi di tutti i nostri concittadini.

Le figure di Castellino e di Fazio devono essere d’esempio per quei giovani che hanno realmente a cuore l’interesse della nostra cittadina, perché solo attraverso il rispetto della legalità, il rispetto dello Stato, il rispetto delle Istituzioni, può crearsi quel focolare che vada ad incendiare le coscienze di tutti gli uomini. Castellino e Fazio sono diventati “eroi” perché si comportavano in modo normale in circostanze eccezionali…sfortunata è quella terra che ha bisogno di eroi. La vera rivoluzione, la rivoluzione del terzo millennio, è essere normali.

Ringraziamo indistintamente tutte le illustri personalità che hanno partecipato a questo evento, ma consentiteci un ringraziamento particolare a chi ha reso possibile tutto ciò: il nostro Sindaco Gaetano Falsone. Attraverso questi gesti, seppur simbolici ma fondamentali, si prepara la strada per un futuro migliore e si perpetua il ricordo di chi, per Palma, per lo Stato e per la legalità, si è immolato. Continui così Signor Sindaco, Forza Italia Giovani Palma non l’abbandonerà mai, questo coordinamento sarà sempre al suo fianco, come già le dicemmo in occasione della sua elezione, per quelle battaglie di civiltà e di ammodernamento di cui Palma necessita per quella resurrezione tanto agognata e auspicata.

 

 

 

Palma di Montechiaro lì 31/05/04                                                                        

 

Il coordinatore                                                                                                                Il vice-coordinatore       Stefano Castellino                                                                                                                     Benedetto Lombardo

 

]]>
COORDINAMENTO GIOVANILE COMUNALE DI FORZA ITALIA PALMA: Un richiamo ai nostri ideali: Forza Italia deve essere in prima linea contro la criminalità Tue, 04 May 2004 15:39:12 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/6808.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/6808.html Stefano Castellino Stefano Castellino  

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale
 
 
Un richiamo ai nostri ideali:

Forza Italia deve essere in prima linea contro la criminalità

 

Dopo l’ennesimo evento truce che si è consumato la notte scorsa a San Leone, i giovani di Forza Italia di Palma di Montechiaro richiamano il partito ai propri ideali esortando le cariche provinciali a mettersi, accanto a loro, in prima linea contro la cultura della morte. 
 

 

 

Dopo l’ennesimo evento truce che si è consumato la notte scorsa a San Leone, è sempre più manifesto il disagio sociale culturale e umano che colpisce i nostri giovani, giovani che lottano per il territorio…così una giovane vita viene spezzata.

Questo evento nella sua tragicità non può sorprendere chi conosce a fondo la realtà agrigentina, il giovane medio teme nello spostarsi fuori dal suo “territorio” per non incappare in scene simili che non sfociando, per fortuna, spesso nell’omicidio, rimangono nascosti agli occhi di chi non vuol vedere.

Il quadro generale viene completato da una dilagante criminalità nell’intera provincia come testimoniano i recenti fatti di Palma di Montechiaro.

Tutto ciò accade mentre alcuni giorni fa un esponente del coordinamento provinciale di F.I. demandava alla magistratura il compito di risolvere tale annoso problema.

Noi come coordinamento giovanile di Palma di Montechiaro, siamo in totale disaccordo, perché fedeli alla nostra carta dei valori, di cui un passo importante recita:

 Noi condividiamo e coltiviamo i valori della nostra TRADIZIONE CRISTIANA:
i valori irrinunciabili della vita, del bene comune, della libertà di educazione e di apprendimento, della pace, della solidarietà, della giustizia e della tolleranza verso tutti, inclusi gli avversari politici.

Crediamo quindi che stia alla politica, alla vera politica, assolvere il compito più importante e gravoso quello di educare le nuove generazioni e la popolazione tutta alla cultura dello stato e della legalità.

Demandiamo alla magistratura il solo e gia impegnativo compito di investigare e colpire i soggetti che delinquono, a noi il compito di prevenire educando.

Noi vogliamo che il nostro partito sia sempre in prima linea nella battaglie che riguardano la legalità, la trasparenza, l’antimafia, non vogliamo più assistere, per esempio, ad un consiglio comunale straordinario aperto sulla Legalità e Trasparenza (Palma di Montechiaro 27/04/04) in cui le massime cariche del nostro coordinamento provinciale siano assenti.

Noi non lasceremo mai ad appannaggio esclusivo della sinistra quelle battaglie di legalità che sono indispensabili per l’avvenire della nostra terra.

 

IL COORDINAMENTO GIOVANILE COMUNALE DI FORZA ITALIA

PALMA DI MONTECHIARO

 

 

Il coordinatore   

                                                                                                                                                           Stefano Castellino 
  

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330  

]]>
Consiglio Comunale sulla legalità e la trasparenza. Forza Italia Giovani Palma: una via per un martire della mafia il Dott. Giulio Castellino Thu, 29 Apr 2004 16:10:07 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/6768.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/6768.html Stefano Castellino Stefano Castellino  
 

Giovani Per la Libertà

Il Coordinamento Comunale
 
Palma di Montechiaro: in occasione del consiglio comunale straordinario antimafia del 27/04/04, ecco la posizione di Forza Italia Giovani Palma, in relazione anche all'articolo apparso su Repubblica il 20/04/04.
 
Esprimiamo innanzitutto la nostra solidarietà e il nostro affetto al nostro Sindaco, agli assessori e a tutte le persone che sono state vittime di questi vili attentati. Siamo altresì convinti che tutte le controversie, le polemiche non avrebbero motivo di esistere se alla base dell’agire politico ci fosse l’interesse comune e non il bieco arrivismo o la bramosia di potere.
L'articolo apparso su Repubblica il 20/04/04, pur partendo da un fatto di cronaca reale, descrive in modo lapidario e ingiurioso la situazione giovanile di Palma. Il velenoso taglio dell’articolo punta il dito su problematiche che non investono la totalità dei giovani palmesi, i quali appaiono, agli occhi dei lettori nazionali, come una massa oziosa, informe ed ignorante, raffigurando la popolazione palmese più come un branco che come una popolazione civile.
“Cercati un’amico”: pur descrivendo un fatto singolo e reale, risulta una freccia scagliata dall’articolista nei confronti della cultura e del buonsenso della nostra cittadinanza, la quale viene rappresentata alla stregua di un’accozzaglia di individui analfabeti e senza scrupoli.
Non può costituire colpa alcuna se i giovani, per vivere, sono costretti ad emigrare. Sarebbe stato opportuno se la giornalista avesse fatto un accurato invito alle istituzioni, di tutti i livelli, affinché prendessero a cuore tale emergenza. Ragion per cui, noi come movimento giovanile, chiediamo alle istituzioni qui presenti e a tutte le autorità competenti di adoperarsi affinché questo quadro disastroso (il disagio giovanile palmese, la disoccupazione dilagante, la quasi totale assenza di iniziative culturali ) venga completamente stravolto in modo da disegnare un futuro radioso per tutta la cittadinanza.
Non possiamo più permettere che l’immagine di Palma e dei palmesi onesti venga così deturpata e marchiata di disonore.
Il nostro impegno è e sarà sempre massimo al fianco di quelle istituzioni, di quelle associazioni, di quegli uomini liberi, che hanno a cuore il destino della nostra terra.
Invitiamo questa amministrazione a dare un segno tangibile, se pur simbolico, intitolando una via del nostro Paese in memoria di un martire della mafia: il Dott. Giulio Castellino.


Il Coordinamento Comunale Giovanile


 
 
 

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330  

]]>
Forza Italia Giovani Palma di Montechiaro: Un forte abbraccio al nostro Sindaco dott. Gaetano Falsone Thu, 15 Apr 2004 15:55:10 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/6612.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/6612.html Stefano Castellino Stefano Castellino

Giovani Per la Libertà

Il Coordinatore Comunale
 

 

 

Carissimo Signor Sindaco, carissimo nostro amico,

 

vogliamo esserle vicino in questo triste momento per Lei, per la sua famiglia, e per tutta la

comunità palmese libera ed onesta.

Il vile attentato perpetrato nei suoi confronti rappresenta una sconfitta morale per tutti, una sconfitta per chi vede nella politica la speranza di un cambiamento della nostra terra, per chi vede nel dialogo nella dialettica politica la soluzione di ogni possibile controversia, per chi vede in questi attentati la volontà di legare Palma al passato, ad un passato molto triste e buio.

Siamo altresì convinti che tutte le controversie, le  polemiche  varie non avrebbero motivo di esistere se alla base dell’agire politico ci fosse l’interesse comune e non il bieco arrivismo o la bramosia di potere.

La politica deve essere missione, deve essere servizio per i cittadini, ricerca del bene comune.

Sperando che questo piccolo gesto, questo sincero messaggio possa contribuire ad alleviarle il dolore e il dispiacere, e che contribuisca a darle la forza per andare avanti,

 

 la salutiamo con grande stima ed affetto.

 

 

 

Palma di Montechiaro    15/04/2004

Il Coordinatore

Stefano Castellino
 
 

Palma di Montechiaro, 92020 Via  F.Cangiamila  n° 330  

]]>
Forza Italia Giovani denuncia: RITROVATA LA CASA DELL'ODIERNA, IL GALILEO SICILIANO. Tue, 16 Dec 2003 02:15:43 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/4804.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/4804.html Stefano Castellino Stefano Castellino
 

RITROVATA LA CASA DELL'ODIERNA, IL GALILEO SICILIANO.

Palma di Montechiaro - 15 dicembre 2003 - Vogliamo porre l'attenzione su un misfatto accaduto molti anni or sono, a conoscenza di tanti ma coperto da un velo di omertà. Vi siete mai chiesti dove dimorava l'illustre personaggio a cui è intitolata la principale via del nostro paese?

Vi siete mai avventurati nella ricerca di questo sito così misterioso per molti palmesi?

Ebbene! Oggi tale arcano sarà svelato. Quello che rimane della memorabile abitazione è una porta seicentesca con serranda in metallo in via F. Turati n° 70. Della vecchia costruzione non vi è più nulla, al suo posto ritroviamo uno squallido edificio condominiale! Anche se poteva non costituire una grande opera architettonica sicuramente aveva un enorme valore storico e morale.

Tale abuso è stato perpetrato con la complicità della classe dirigente dell'epoca e con il silenzio dell'intera cittadinanza. È incomprensibile come tutto ciò sia stato possibile e lo è ancor di più il silenzio che lo ha avvolto per tutti questi anni.

Che si tratti realmente del luogo da noi cercato ci viene rivelato da una lapide commemorativa che riporta in pompa magna, tra le altre cose, “N. a Ragusa 1597 M. a Palma di Montechiaro 1860”. INCREDIBILE! Odierna è vissuto “263 anni”! Errore grossolano che contribuisce però ad aggravare il nostro sdegno.

Il nostro erudito spirò il 6 Agosto 1660 e la sua morte è avvolta sì nel mistero, ma per altri motivi. Secondo l'archeologo palmese Giacomo Caputo, infatti, pare che il teschio dell'Odierna presenti un foro e ciò, unito alla profezia, indurrebbe a pensare ad un suicidio, altre fonti addirittura ad un omicidio, il tutto sapientemente censurato all'epoca dall'implacabile accoppiata Duca-Vescovo.

Auspichiamo dunque una correzione perché le date sono un elemento fondamentale di ricordo; ci auguriamo altresì che le autorità competenti intraprendano un'attività formativa nelle scuole per far riconoscere a tutti, in special modo ai bambini, l'importanza dell'Odierna. Ripensando poi alle medicaeorum ephemerides ed alla planimetria, è spontaneo chiedersi su quali “calcoli astronomici” ci si è basati in quel tempo per arrivare all'improponibile architettura attuale…chissà, forse se lo starà chiedendo anche Giovan Battista Odierna!

Per saperne di più...

G.B. ODIERNA: IL GALILEO SICILIANO
Ragusa 13 aprile 1597 - Palma di Montechiaro 6 aprile 1660.

In Madrice, c'è, fra i ritratti degli arcipreti, il ritratto di un uomo, un prelato, in atteggiamento pensoso: i piccoli occhi corvini, le labbra carnose e serrate, i baffi alla moda e le orecchie a sventola. Una faccia come tante, anzi a dire il vero costui non incarna l'ideale di bellezza del terzo millennio e con ogni probabilità neanche del secondo. Quando egli posò per il pittore doveva essere sulla quarantina, nel pieno della maturità. V'è però in quello sguardo una forza ed una passione che si addicono, oltre che ad un mistico, anche ad un uomo di scienza. E non poteva essere altrimenti, poiché quel dipinto ritrae Giovan Battista Odierna, primo arciprete di Palma ed illustre scienziato del suo tempo.

Nato a Ragusa IL 13 APRILE 1597, si distingueva in diverse discipline scientifiche quali l'astronomia, l'ottica, la matematica, l'architettura, l'anatomia e la botanica. Egli sin dalla fondazione aveva dato prova del suo valore tracciando un'articolata planimetria di Palma, basandola su propri calcoli astronomici, le medicaeorum ephemerides. Occulto ammiratore di Galileo, del quale conosceva bene le opere, compì delle importanti ricerche astronomiche, ovviamente stando molto attento all'inquisizione, ed addirittura un suo lavoro su Saturno, seppure errato, non mancò di sbalordire lo stesso Huygens . Però, più timoroso che ossequioso verso le regole controriformistiche, prendeva ufficialmente le distanze da Copernico. Cosa comprensibile oltre che prevedibile!
Dietro quella faccia “normale” si nascondeva così un uomo singolare,straordinario, un uomo che ha dato lustro col suo operato non solo al nostro paese ma all'intera nostra terra.



Stefano Castellino

Coordinatore Forza Italia Giovani - Palma di Montechiaro

]]>