Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Sangalli M&C Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Sangalli M&C Thu, 29 Oct 2020 06:58:58 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/12671/1 LIBRAESVA nei mercati europei della sicurezza Tue, 07 Jun 2016 17:53:19 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/395029.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/395029.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Il pluripremiato e-mail gateway ESVA per le aziende enterprise

da oggi a Infosecurity Europe

 

7-9 giugno 2016 | Olympia, Londra

 

Milano, 7 Giugno 2016            

 

Libraesva, società leader nella fornitura di soluzioni avanzate di email security, annuncia la sua partecipazione da oggi a Infosecurity Europe 2016. La terza partecipazione consecutiva alla manifestazione riflette l'intenzione della società di sviluppo software italiana a procedere nella sua strategia di internazionalizzazione con investimenti volti a estendere la rete di distributori nei mercati EMEA e APAC per soddisfare le esigenze di sicurezza delle aziende enterprise.

 

L'azienda di Lecco persegue ancora una volta l'obiettivo di portare in tutto il mondo la sua pluripremiata soluzione di e-mail security ESVA - Email Security Virtual Appliance, il sistema di protezione per la posta elettronica che ha la capacità di bloccare lo spam (99,99%), con quasi zero falsi positivi.

 

Paolo Frizzi, CEO & Founder di Libraesva afferma: "Il Regno Unito è un market-place strategico per Libraesva e siamo lieti di annunciare la rinnovata partecipazione a InfoSecurity 2016, il più grande evento d'Europa per il settore dell’Information Security. Condividere le informazioni con altri operatori europei della sicurezza è un’importante opportunità per confrontarsi e per estendere la portata delle nostre soluzioni e del nostro approccio verso l'innovazione nella sicurezza della posta elettronica per le medie e grandi aziende enterprise".

 

Libraesva, che ha sede in Italia, distribuisce anche in Austria, Germania, Russia e Svizzera, e conta su partnership di valore con distributori in India, Turchia e Nord America.

Allo stand H160 a Infosecurity Europe, Libraesva incontrerà nella tre giorni di manifestazione che ha inizio oggi partner e clienti internazionali, presentando le recenti innovazioni del suo e-mail gateway ESVA.

 

Frizzi in conclusione dichiara: "Abbiamo intenzione di impostare il nostro percorso nel Regno Unito, in Europa e oltre i suoi confini geografici, grazie ad un continuo investimento in Ricerca e Sviluppo e ad attività volte a estendere il network di partners e distributori affidabili. Siamo certi che la soluzione ESVA e la gamma di servizi dedicati incontreranno le esigenze del mercato della sicurezza anche internazionale".

 

Appuntamento con Libraesva a Infosecurity Europe - Londra, 7-9 Giugno 2016 - Stand H160.

]]>
CARIMALI design shower_space presenta 3mm di puro design italiano. MySlim punta di diamante alla Milano Design Week 2016 Thu, 14 Apr 2016 12:55:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/arredamento/389455.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/arredamento/389455.html Sangalli M&C Sangalli M&C CARIMALI design shower_space presenta la nuova collezione di soluzioni per lo spazio doccia ‘CARIMALI - MyDream_Colonial_MySlim’, tre stili distinti che creano insieme un linguaggio progettuale unico in cui design, materiali e prestazioni definiscono un’esperienza dei sensi innovativa.


La collezione viene presentata per la prima volta al grande pubblico in concomitanza della Milano Design Week 2016, in programma dal 12 al 17 aprile. Mario Carimali, amministratore delegato e fondatore di Calflex commenta come “L’evento di riferimento per il settore dell’arredo di design è il contesto ideale per annunciare la nostra nuova collezione che proprio attraverso l’innovazione e il design di qualità punta a rinnovare il concetto stesso di bagno, oggi sempre più espressione di bellezza, eleganza e comfort”.

La novità di CARIMALI design shower_space si compone di tre stili inconfondibili capaci di incontrare ogni esigenza d’arredo. Dalla serie di soffioni multifunzione da incasso MyDream alla serie Colonial dal sapore tradizionale fino alla vera punta di diamante della collezione: la serie di soffioni doccia ultrapiatti MySlim, caratterizzata da forte innovazione tecnologica e design minimale.

Con MySlim, il design si piega all’acqua: i nuovi soffioni doccia si fanno ancora più sottili acquistando maggior eleganza e glamour, mentre il controllo delle funzioni rimane comodo e semplice. Il punto di forza della linea MySlim è infatti l’innovazione massima dell’ispezionabilità in soli 3mm di spessore che, come spiegano dall’azienda “nasce per rispondere a una domanda crescente di articoli dal design essenziale. Oggi, grazie a questa linea dallo spessore ultraridotto, presentiamo al mercato un’eleganza senza età con linee decise e nette che ne consentono una perfetta integrazione in qualsiasi ambiente”.


L’ambiente della casa più intimo per antonomasia, si trasforma ancora una volta grazie alle nuove linee by Calflex, già creatore di innovative tendenze, in una vera e propria spa domestica in cui domina il gioco armonico di luci, profumi, suoni e getti d’acqua per regalare un’esperienza multisensoriale personalizzata sotto la doccia. Nella nuova linea CARIMALI anche soluzioni integrate quali il getto verticale, studiato per regalare al corpo massaggi mirati e orientabili, e una nebbia rinfrescante che avvolge il corpo in un morbido abbraccio nebulizzato, che aiuta ad alleviare lo stress quotidiano.


“La cura del corpo, le tecnologie più avanzate e la piena libertà di scelta del cliente nel creare ambienti wellness personalizzati sono i principi che contraddistinguono la nostra azienda sin dalla sua fondazione e che ancora oggi contribuiscono a renderla nota in tutto il mondo” afferma in conclusione Carimali.


Le soluzioni per lo spazio doccia della nuova collezione CARIMALI - MyDream_Colonial_MySlim sono disponibili sull’intero territorio nazionale negli showroom di arredo bagno e soluzioni idrotermosanitarie.

]]>
Nuove autoradio Continental: tecnologia e affidabilità automotive, per ascoltare la radio su qualunque mezzo come in auto Wed, 06 Apr 2016 17:02:26 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/388490.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/388490.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Nuove autoradio Continental: tecnologia e affidabilità automotive, per ascoltare la radio su qualunque mezzo come in auto

I nuovi sistemi audio di Continental, riconfermano affidabilità per qualsiasi applicazione e rinnovata robustezza, abbinando la qualità tipica degli standard automotive alle esigenze dei mezzi pesanti

Cinisello Balsamo (MI), 5 aprile 2016 Continental – azienda leader nell’industria automotive - presenta la nuova famiglia di autoradio OE Line 2, arricchendo e completando così la propria linea di business grazie ad una consolidata esperienza e competenza nell’ambito dei sistemi audio.
 

In passato possedere un’autoradio sul proprio mezzo era considerato un vero lusso e in alcuni casi anche uno status symbol. Eppure, con il tempo, nonostante si pensasse che il mercato fosse di nicchia, è diventato un optional irrinunciabile, rappresentando, oggi più che mai, uno strumento estremamente utile (e piacevole) per tutti.
Un prodotto che si è evoluto, tenendo il passo richiesto dal mercato, dalla tecnologia all’innovazione, trasformandosi da strumento analogico e digitale.

In particolare, per chi percorre tragitti a lunga percorrenza (pensiamo ad esempio agli autisti di mezzi pesanti), per chi opera in condizioni off-road (pensiamo in questo caso all’ambito agricolo, ossia a chi lavora quotidianamente con le trebbiatrici) il digitale rappresenta valore aggiunto, offrendo una qualità di ascolto migliore (informazioni sul traffico, notizie di attualità, musica).


Nello specifico, qualità del suono, semplicità d’uso e affidabilità sono le caratteristiche distintive dei nuovi sistemi audio Continental, a cui si aggiungono avanzate funzionalità, quale il tuner mondiale, il Bluetooth® integrato e il sintonizzatore radio digitale DAB, il tutto nello standard 1-DIN.

 

Inoltre, la resistenza alle vibrazioni e alla polvere rende le nuove radio ideali all’utilizzo in ogni situazione, dal viaggio su strada alle condizioni off-road, adattandole perfettamente al mercato Heavy Duty dei veicoli pesanti.

 

Aspetto altrettanto rilevante si distingue dalla capacità di installazione di tutti i nuovi modelli di autoradio nei veicoli destinati agli ambiti: Agricolo, Movimento Terra, Truck & Bus, Veicoli Speciali, Auto e Nautica.

 

Caratteristiche

Qualità tecniche e sofisticatezza, design eccellente, affidabilità e semplicità di utilizzo,

versatilità di applicazione, robustezza e mantenimento della memoria delle stazioni anche in caso di disconnessione della batteria, sono solo alcune delle caratteristiche della nuova linea di autoradio prodotte da Continental.

 

La gamma

La nuova linea Continental di autoradio OE Line 2 si compone di ben 16 modelli: alcuni hanno il sintonizzatore radio con ingombro ridotto (solo 115mm di profondità!) che permette una facile installazione anche in alloggiamenti poco profondi; altri aggiungono il lettore CD/MP3.

Continental ha disposto una versione base includendo, tra le altre funzioni, un tuner radio universale, la presa USB ed Aux-In frontali e una versione high-level completa delle tecnologie Bluetooth®, sintonizzatore radio digitale DAB e CD/MP3.

Inoltre, tutte le versioni sono disponibili con alimentazione a 12V o 24V e con illuminazione del display e dei pulsanti colore ambra (gamma a marchio Continental) o blu (gamma a marchio VDO).

 

FUNZIONALITA’ PRINCIPALI

·         Sintonizzatore radio DAB (Digital Audio Broadcasting): massima qualità del suono grazie alla tecnologia digitale.

·         Sintonizzatore RDS Universale: permette la ricezione delle frequenze AM/FM in tutto il mondo, semplicemente impostando dal menu la regione geografica in cui ci si trova (Europa / USA / LATAM / ASIA).

·         Bluetooth® integrato: permette di telefonare e ascoltare musica in streaming dallo smartphone in tutta sicurezza anche durante la guida. E’ dotato sia di microfono integrato nel frontale della radio sia di microfono esterno a filo da fissare nella posizione più congeniale all’interno del veicolo.

·         Frontale fisso con finitura nero opaco.

·         Display LCD con angolo di visuale -30°/+30° e illuminazione ambra o blu.

·         Pulsanti retroilluminati.

·         Memoria di Backup: permette di mantenere in memoria le impostazioni e i programmi preselezionati anche nel caso in cui l’alimentazione venga scollegata.

·         Porta USB frontale: permette di collegare una comune memoria USB esterna e ascoltare la propria musica preferita.

·         Ingresso AUX: permette di collegare un dispositivo musicale esterno e di riprodurne i brani contenuti sull’impianto audio del veicolo.

·         Funzione LOGIC On/Off: permette di salvaguardare la batteria del veicolo, limitando l’utilizzo della radio a 1 ora quando il motore è spento (ON) o impedendo l’accensione a motore spento (OFF).

 

“Grazie alla vasta gamma di radio OE Line 2– afferma Pietro Rossi, Responsabile Commerciale della Divisione VE-Vehicle Electronics di Continental Automotive in Italia – Continental è riuscita ad abbinare tutti i vantaggi delle autoradio concepite per un ascolto in auto, come ad esempio tecnologia e design, alla robustezza e affidabilità tipiche dei dispositivi che devono essere installati su camion, mezzi off-road e imbarcazioni. La possibilità di beneficiare di un ingombro ridotto e la possibilità di alimentazione a 12 e 24 Volt le rende particolarmente adatte ai veicoli commerciali e dunque a tutti coloro che non vogliono rinunciare ad un audio di qualità nemmeno sui mezzi di lavoro”.

]]>
Sempre più forte il connubio in Italia tra Impianti SpA e ShoreTel, di cui il System Integrator di Carate Brianza è partner diretto e certificato da oltre 8 anni. Thu, 31 Mar 2016 18:02:48 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/387902.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/387902.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Impianti SpA partner esclusivo per i Carrier di ShoreTel in Italia

Sempre più forte il connubio in Italia tra Impianti SpA e ShoreTel, di cui il System Integrator di Carate Brianza è partner diretto e certificato da oltre 8 anni.

Carate Brianza, 30 marzo 2016 - Con 25 anni di esperienza con strutture Enterprise e della Pubblica Amministrazione, Impianti SpA porta avanti con successo una proposizione consolidata e vincente: grazie a un’offerta Cloud, On site o Hybrid, Impianti SpA può integrare soluzioni ShoreTel in ambienti diversi, permettendo migrazioni semplici e senza interruzione del servizio telefonico.

"Più di 8 anni fa abbiamo deciso di proporre la soluzione ShoreTel ai nostri clienti perché è affidabile, facile da usare e ha una ricchezza di funzionalità che lo rende unico nel mercato" ha spiegato Simone Lo Russo, CEO di Impianti SpA "Cerchiamo sempre di trovare le soluzioni più avanzate, con valore aggiunto legato alla flessibilità e alla semplicità di deployment – prosegue Lo Russo -  L’esperienza fatta con ShoreTel in Italia testimonia proprio la capacità nell’andare incontro alle esigenze dei clienti molto distribuiti, che magari hanno progetti incrementali e vogliono avere la possibilità di investire in modalità just-in-time".

Grazie alla partnership con Impianti SpA, ShoreTel ha potuto portare anche in Italia la sua soluzione di comunicazione business basata su end-to-end IP, conquistando clienti nel settore manifatturiero, della finanza e della pubblica amministrazione, anche tramite alcuni primari operatori telefonici (TIM, Vodafone, ecc.).

“ShoreTel ha scelto Impianti SpA come partner esclusivo verso tutti i carrier italiani sia per la sua esperienza tecnica, acquisita in più di 8 anni di esperienza con i più importanti carrier italiani, sia per l’identità di visione nell’ambito della Unified” -  Javier Rodriguez, Country Manager ShoreTel per l’Italia.

 “Il 2016 rappresenta un anno importante per questo brand – spiega Gianpaolo Porta, UCC Presales Manager di Impianti SpA – per l’introduzione della nuova release software denominata Connect, che semplifica la user experience dell’utente”.

ShoreTel Connect, infatti, prevede l’introduzione di:

-          Nuovo client con specifiche funzioni di collaboration

-          Nuovi pacchetti “all inclusive” per un’offerta con più funzionalità ma a un costo contenuto

-          Edge gateway, per l’autenticazione delle utenze anche da collegamenti non VPN (Internet o reti NAT)

 

Informazioni su Impianti

Con oltre 20 anni di attività, Impianti SpA è il System Integrator e partner di riferimento per gli operatori di telecomunicazioni, per le aziende Large Enterprise e per le organizzazioni della Pubblica Amministrazione Centrale e Locale, con installazioni su tutto il territorio italiano.

Esperienza e competenza permettono a Impianti di perfezionare il proprio modello di business, posizionandosi tra le aziende leader nel mercato della distribuzione di prodotti e soluzioni particolarmente innovative, in cui la convergenza dei servizi Voce/Dati/Video rappresentano gli elementi chiave per le esigenze e le valutazioni da parte dei clienti.

Il portfolio di soluzioni personalizzate, l’impegno continuo e le competenze specifiche, sono alcune delle caratteristiche distintive dell’azienda in grado di supportare i clienti nelle scelte rivolte a soluzioni tecnologiche innovative, affidabili e performanti.

 Per maggiori informazioni   www.impianti.eu

 

Informazioni su ShoreTel

ShoreTel, Inc. (NASDAQ: SHOR) è l’azienda leader nella fornitura di sistemi IP per la telefonia e di soluzioni Unified Communications. Soluzioni di comunicazione semplici e destinate ad ambienti fisici, cloud o ibridi, in grado di eliminare la complessità, ridurre i costi e migliorare la produttività. ShoreTel viene  riconosciuta dal mercato per la propria leadership nell’ambito del supporto e della customer experience; grazie alle sue applicazioni per sistemi di telefonia aziendale, integrazione delle applicazioni, strumenti di collaborazione, mobilità e contact center gli utenti sono in grado di comunicare e creare collaborazione, indipendentemente dal tempo, dal luogo, o dal device utilizzato con un coinvolgimento minimo delle risorse IT. La sede di ShoreTel è in California, a Sunnyvale, con uffici e partner in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni www.shoretel.com

]]>
Oltre 200 Avvocati riuniti intorno al tema deontologico del fine vita Fri, 25 Mar 2016 11:05:24 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/387373.html http://zend.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/387373.html Sangalli M&C Sangalli M&C

L’evento organizzato da A.G.eD. e Gruppo Paxme

lo scorso 3 marzo a Como

 

Milano, 17 marzo 2016 – Nel medesimo giorno in cui in Parlamento si riaprivano le discussioni sul periodo di fine vita, Gruppo Paxme, società attiva nell’erogazione di servizi innovativi per la Cura e l’Assistenza Domiciliare, si faceva promotore del convegno organizzato dall'Associazione Giustizia e Democrazia (A.G.eD.) presso l’auditorium della biblioteca di Como e rivolto ad Avvocati, professionisti e liberi cittadini.

L’evento ha visto il tavolo di relatori composto da personalità scientifiche di spicco quali il Prof. Mario Sabatelli, la Dott.ssa Daniela Cattaneo, il Dott. Mario Riccio, l’Avv. Marcello Iantorno ed esponenti dell’associazione Aisla Onlus, co-organizzatrice, argomentare e condurre un confronto costruttivo su un tema di attualità ancora controverso come quello della deontologia nel periodo di fine vita dell’individuo. Nell’auditorium, oltre 200 Avvocati giunti da tutta la Lombardia che si sono intrattenuti per tutta la durata pomeridiana e serale insieme alla comunità di liberi cittadini.

Apertosi nel primo pomeriggio con l’intervento dell’Avv. Marcello Iantorno, coordinatore di A.G.eD., l’evento ha voluto aiutare a comprendere approfonditamente un argomento deontologico sensibile come quello delle scelte di fine vita.

Il Gruppo Paxme, ente accreditato in Regione Lombardia per l’erogazione di Cure Domiciliari e gestore sul territorio comasco dell'Hospice San Martino, ha avuto parte attiva al tavolo di lavoro.

Il Presidente del Gruppo, Michele Mennillo, ha commentato quanto sia importante rispettare e condividere la libertà di ogni individuo affetto da malattia cronica di avvalersi di scelte terapeutiche e di percorsi di cure palliative intesi come l'insieme di cure, di assistenza e di interventi finalizzati a migliorare la qualità della vita. 

La definizione di qualità della vita in cui il Gruppo Paxme si identifica è quella fornita dal prof. Ciaran O'Boyle dell’Università di Dublino e formatore internazionale secondo cui: "La qualità della vita è qualsiasi cosa il paziente definisca come tale". La dignità del malato e il sollievo dal dolore sono gli obiettivi dei percorsi di cure palliative, sia domiciliari che residenziali, che PAXME insieme ad associazioni nazionali quali Aisla Onlus desiderano garantire.

Il Presidente Mennillo conclude “In Paxme crediamo che la risposta ai bisogni delle persone debba giungere loro dal territorio. Operiamo dal 2002 in collaborazione con le Associazioni sia nell’erogazione di servizi professionali per la persona, sia nella creazione di una cultura sociale diffusa e condivisa attraverso campagne ed eventi di sensibilizzazione. L’evento di Como ci ha confermato che siamo nella giusta direzione, quella di contribuire ‘dal basso’ perchè le istituzioni e le singole famiglie possano fare scelte consapevoli e informate per sé e per i propri cari”.

 

 

A proposito di Gruppo PAXME
Il Gruppo Paxme è un gruppo paritetico di cooperative sociali attive sul territorio della Lombardia, ognuna con la propria specializzazione operativa nell’ambito dell’assistenza socio-sanitaria alla persona. Attivo dal 2002, il Gruppo si caratterizza per il metodo di lavoro innovativo, di tipo collaborativo e multidisciplinare tra medici specialisti, fisioterapisti, infermieri e operatori socio sanitari, con cui garantisce alla persona prestazioni assistenziali altamente professionali certificate UNI EN ISO 9001:2008 e BS OHSAS 18001.

Società No Profit, il Gruppo Paxme è oggi uno dei principali punti di riferimento nella provincia di Milano e nelle altre province lombarde per l’assistenza socio-sanitaria che eroga sia a domicilio sia in strutture residenziali tramite le divisioni PAXME Domiciliare e PAXME Assistance.

 

Per maggiori informazioni sul Gruppo Paxme: www.paxme.com

 

]]>
Phishing agguerrito, privacy minate: il vademecum di Libraesva per tutelarsi Fri, 25 Mar 2016 11:01:59 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/387371.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/387371.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Milano, marzo 2016 Libraesva, leader nello sviluppo e nella fornitura di soluzioni avanzate di e-mail security, esprime il proprio disappunto dopo l’ennesimo annuncio di una nota società di sviluppo informatico che ha visto i dati dei propri dipendenti rubati, resi addirittura pubblici se non del tutto cancellati.

Lo spam è una realtà con cui chiunque abbia una casella di posta elettronica deve purtroppo confrontarsi. Dall’ambiente privato fino alle piccole aziende Soho e a quelle Enterprise, ogni mailbox è quotidianamente sotto l’assedio di comunicazioni indesiderate che compromettono la produttività, richiedono del tempo spesso lungo per essere gestite e arrivano a minare il vantaggio intrinseco nel poter comunicare in via digitale. Se allo spam si aggiungono attacchi di maggiore entità e profondità come il phishing e i malware, la situazione si aggrava ulteriormente. Sono uno su quattro gli italiani a essere vittima di furti di identità o a cui vengono sottratte informazioni private quali il pin del telefono, quello della carta di credito o la password della banca per citarne solo alcune.

Come fare dunque a proteggersi? Quali gli accorgimenti da prendere e quali le possibilità offerte dalle soluzioni antispam del prossimo futuro?

Il vademecum delle buone regole è in continua evoluzione e Libraesva, che si occupa di soluzioni avanzate di antispam ed e-mail security per le medie e grandi aziende, ha stilato il proprio aggiornamento alla luce dell’evolversi delle competenze degli stessi hacker.

Perché l’attenzione sulla sicurezza della propria identità resti sempre alta e perché si riesca comunque a mantenere attiva la ricezione di e-mail che invece riteniamo di interesse queste le indicazioni che la società italiana suggerisce:

-      La prima regola di buon senso è quella di cambiare spesso, rafforzandole, le proprie credenziali di accesso ai vari siti e servizi online. Che si tratti del conto postale o di quello per fare acquisti online, è buona prassi che le proprie password siano aggiornate periodicamente

-      Rispetto alle e-mail che ci raggiungono quotidianamente, è sempre bene fare attenzione a come è scritto l’indirizzo dei mittenti: spesso l’indirizzo e-mail di un attaccante contiene nomi a noi familiari ma modificati in una piccola parte, nel dominio ad esempio (un .it al posto di un .com) o nella aggiunta o sottrazione di un elemento (se la mail corretta ad esempio ha un punto tra il nome e il cognome, questo viene omesso dagli hacker)

-      Attenzione all’oggetto della mail: spesso è possibile identificare le minacce ancora prima di aprire il messaggio. Leggendo l’oggetto vi si trovano spesso simboli poco in uso nelle comunicazioni standard e spesso ripetuti come combinazioni tipo && - #% - $° accompagnate da testo o ancora testi con ‘errori’ grammaticali

-      Il testo contenuto nel corpo delle e-mail poi presenta spesso tutti insieme i seguenti segnali: un carattere diverso da quello di default sul nostro pc, una firma non completa di tutte le informazioni – talvolta c’è un nome senza numero di telefono – e allegati compressi come Zip o simili

-      Quando a raggiungerci è un’email con del contenuto in forma grafica – un’immagine o un testo incorniciato - è opportuno sviluppare un occhio ‘clinico’ per scorgere differenze anche minime. Questo tipo di comunicazioni riguarda sempre più di frequente informazioni provenienti dalla tua stessa banca, dalle stesse poste o da enti e istituzioni generalmente note.

-      Se la grafica di un’email è simile nei colori a quella di un sito ad esempio di una banca, gli elementi che ci fanno ben distinguere l’originale dal falso sono: il carattere poco definito della mail, la presenza di errori grammaticali o di punteggiatura, colori sbiaditi o pixelati (indice di una bassa risoluzione della grafica impiegata).

-    Nel caso specifico di banche ed enti, è poi sempre buona cura verificare telefonicamente con il proprio referente di fiducia se ha inviato una comunicazione alla vostra casella di lavoro: non bisogna mai trascurare il fatto che se il servizio è privato o legato alla propria famiglia, le e-mail di lavoro non dovrebbero ricevere informazioni da questi mittenti

-      Stare lontani da link sospetti, a maggior ragione se sono accorciati - TinyURL. I link accorciati sono oggi molto comuni e se creati da malfattori, possono contenere minacce anche gravi come virus e trojan.

]]>
Software AG lancia il Digital Marketplace web-based Mon, 23 Nov 2015 12:01:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/375333.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/375333.html Sangalli M&C Sangalli M&C Milano, 19 ottobre 2015 - Software AG (Frankfurt TecDAX: SOW) annuncia il rilascio del Digital Marketplace – un hub online progettato per aiutare i clienti a rispondere più velocemente alla rapida digitalizzazione dell’economia globale. Il Digital Marketplace di Software AG consente alle aziende di selezionare e sfruttare elementi essenziali di sviluppo IT, come acceleratori di soluzione, modelli di processi di business, componenti applicativi, adapter e framework di settore, così come soluzioni complete sviluppate da partner e clienti di Software AG.

Realizzato su una comunità aziendale solida che conta oltre 2 milioni di sviluppatori e una rete di partner in espansione, il Digital Marketplace di Software AG fornisce alle aziende e agli enti governativi la capacità di ampliare il valore generato dall’utilizzo della Digital Business Platform.

Eric Duffaut, Chief Customer Officer e membro del Management Board di Software AG, ha dichiarato: “La digitalizzazione sta cambiando ogni cosa. Le aziende e gli enti governativi devono sviluppare e implementare le proprie strategie digitali se vogliono soddisfare le aspettative dei clienti e se desiderano mantenere la propria competitività  all’interno di un market place globale e caratterizzato dal real-time. Queste non sono decisioni d’investimento standard. Ognuna di esse è una decisione strategica e il Digital Marketplace contribuisce a rendere più facile implementare i processi di digitalizzazione, in  base all’esperienza che accomuna Software AG, i nostri partner e i nostri clienti”.

Harish Dwarkanhalli, Vice President di Cognizant e Global Delivery Head of Integrated Process Management practice, ha commentato: “La co-innovazione è l’elemento chiave del valore fornito da Cognizant e Software AG  ai clienti nella trasformazione digitale del proprio business. Il Digital Marketplace di Software AG è un modo nuovo per evidenziare le soluzioni innovative, i framework e la leadership che abbiamo sviluppato per aiutare i clienti a raggiungere nuovi livelli di business performance. Siamo lieti che la nostra soluzione Intra Day Liquidity Monitoring (ILM), sviluppata sulla Digital Platform di Software AG, sia una soluzione così innovativa da essere inclusa nel lancio del Digital Marketplace. Fornendo ai clienti un facile accesso a componenti collaudati e alle best-practice, siamo in grado di contribuire ad accelerare i loro progetti e realizzare un’infrastruttura per una trasformazione digitale di successo”.

Il Digital Marketplace è un motore di innovazione dove è possibile navigare e trarre spunto da casi concreti in settori specifici. Qualsiasi cliente può quindi aumentare e accelerare nell’immediato il valore dalla propria Digital Business Platform sfruttando gli elementi di sviluppo, gli acceleratori di soluzione e persino le vere e proprie soluzioni sviluppate da Software AG o dai propri partner. Il Digital Marketplace è ricco di contenuti, facile da utilizzare e accessibile a clienti e partner di Software AG.

 

Duffaut ha proseguito: “Il focus di Software AG è quello di consentire alle aziende di identificare e implementare rapidamente progetti di digitalizzazione, di ispirare per innovare. In qualità di azienda indipendente più grande al mondo di infrastrutture software, siamo sempre alla ricerca di modi nuovi per supportare al meglio i nostri clienti. Il Digital Marketplace è il passo più recente che noi, quale partner strategico, abbiamo fatto per fornire un supporto completo ai clienti”.

La Digital Business Platform di Software AG aiuta gli utenti a rispondere in tempo reale agli eventi di business o ai rapidi cambiamenti delle condizioni di mercato ed è sia un importante motore tecnologico sia l’abilitatore per le aziende che perseguono la trasformazione digitale. Inoltre, offre un ampio ventaglio di funzionalità che consentono di creare rapidamente applicazioni di business destinate all’era digitale.

Il Digital Marketplace è disponibile qui: marketplace.softwareag.com.

###

A proposito di Software AG

Software AG consente ai clienti di innovare, differenziarsi e vincere nel mondo digitale. I suoi prodotti aiutano le aziende a unire sistemi on-premise e in cloud all’interno di un’unica piattaforma per ottimizzare e digitalizzare il proprio business. La possibilità di gestire processi, integrare dati e realizzare analisi in tempo reale all’interno di una piattaforma middleware abilita i clienti ad ottenere efficienza operativa, modernizzare i propri sistemi e ottimizzare i processi per assumere decisioni più intelligenti. Vantando di oltre 45 anni di innovazione customer-centric, Software AG è classificata come un leader in molte categorie IT innovative. Software AG conta più di 4,400 dipendenti in 70 Paesi, con un fatturato totale nel 2014 di 858 milioni di euro.

Scopri di più www.softwareag.it

]]>
Alinéa sceglie TXT Retail per il PLM Mon, 26 Oct 2015 11:45:27 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/372655.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/372655.html Sangalli M&C Sangalli M&C Nelle attese del retailer francese, una riduzione del time-to-market per gli oltre 15.000 prodotti di arredamento e oggettistica  per la casa

Alinéa, il retailer specializzato nel settore dell’arredamento e oggettistica per la casa, parte del gruppo Auchan, ha scelto la soluzione TXT PLM – Product Lifecycle Management – di TXT Retail con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo prodotto e snellire i processi tra tutte le funzioni coinvolte: product managers, buyers, designers, uffici qualità e acquisti, compresi i fornitori.

Alinéa adotterà la metodologia di implementazione TXT AgileFit che consente di ottenere tempi di progetto ridotti grazie all’applicazione di documentazione, procedure e best practice sviluppate da TXT nel corso di oltre 150 progetti di PLM al fianco di retailer e produttori internazionali.

Alinéa è un’azienda francese, fondata nel 1989 e parte del Gruppo Auchan. Con 29 punti vendita in Francia e un sito e-commerce, è un attore di primissimo piano nel settore dell’arredamento e dell’oggettistica per la casa. La vocazione di Alinéa è di rendere  più belli gli spazi interni e la vita quotidiana, con un chiaro impegno: prodotti di qualità, di tendenza e a prezzi accessibili. Per raggiungere questo obiettivo la società d’oltralpe ha sviluppato a partire dal 2012 il polo ‘Design e Stile’ a cui è affidato il compito di elaborare le linee guida creative e concepire prodotti innovativi e funzionali sotto il brand Alinéa.

Guillaume Perrot, Merchandising, Buying and Production Director di Alinèa ha spiegato come l’utilizzo di strumenti differenti tra le diverse funzioni aziendali comportasse una decentralizzazione dell’informazione. “Il nostro business è estremamente dinamico: gestiamo oltre 15.000 varianti di prodotto in colori e modelli diversi. Alcuni articoli sono continuativi, altri stagionali; alcuni sono realizzati in casa dal nostro ufficio Design e Stile, altri sono co-prodotti o selezionati dai cataloghi dei nostri fornitori. Per far fronte a questa complessità e migliorare ulteriormente la velocità al mercato necessitavamo di un’unica fonte di informazione per tutte le funzioni coinvolte e di un singolo processo integrato. Abbiamo trovato in TXT PLM la miglior risposta alle nostre esigenze.”

La soluzione TXT PLM supporta il processo in modo end-to-end: pianificazione dell’offerta, definizione degli obiettivi finanziari e del giusto mix di prodotto, condivisione più efficace delle informazioni dei designer con i buyer, fino alla gestione delle specifiche di prodotti e materiali. La soluzione comprende un ‘connettore Excel’ che consente un’efficace pianificazione della collezione, la gestione dei placeholder e dei relativi codici. Lo strumento permette inoltre la simulazione e l’aggiornamento dei costi di spedizione e trasporto, integrandosi col sistema ERP aziendale.

Tutte le funzioni coinvolte nel processo accedono a un’unica fonte di informazione, senza duplicazioni o reinserimento dei dati. Il software assicura inoltre che tutti gli uffici coinvolti aderiscano agli stessi calendari e scadenze, con indicatori che consentono il monitoraggio degli avanzamenti.

“Abbiamo scelto TXT Retail per la capacità di supportare il processo in modo end-to-end con funzionalità avanzate, per la metodologia di implementazione ‘Agile’, così come per la flessibilità del sistema, capace di sostenere in modo semplice il nostro modello di business che comprende articoli sviluppati da noi, altri co-prodotti o acquistati. Abbiamo anche apprezzato la rapidità con cui il team TXT ha compreso i nostri bisogni” ha aggiunto Perrot.

Tra i benefici attesi dal progetto: una riduzione dei tempi di sviluppo prodotto e del time-to-market, la semplificazione del processo, l’univocità del dato e una condivisione semplice delle informazioni con i fornitori. La pianificazione più accurata avrà riflessi positivi in termini di collezioni più bilanciate che incontrano i gusti del cliente insieme agli obiettivi commerciali e strategici dell’impresa.

“Abbiamo instaurato con Alinéa un rapporto di collaborazione stretta e siamo orgogliosi di lavorare con un team dinamico e motivato come il loro. Le aziende che seguono logiche tipiche della moda come Alinéa, raggiungono importanti benefici dall’integrazione dei processi di pianificazione, design, sviluppo prodotto e fornitura che la nostra soluzione supporta. Siamo entusiasti di accompagnare Alinéa nella realizzazione di un PLM ‘end-to-end’ e certi che i risultati supereranno le attese” ha concluso Simone Pozzi, EVP Managing Director di TXT Retail.




TXT
TXT è il primo fornitore internazionale di software e soluzioni per la Pianificazione ‘End-to-End’, il PLM e la Supply Chain Collaboration, in tutti i settori del Lusso, del Fashion e del Retail Specializzato. La soluzione TXT Retail supporta tutte le attività coinvolte nella pianificazione, design, fornitura e gestione dell’assortimento, in ogni fase del ciclo di vita del prodotto. I progetti TXT Retail beneficiano della metodologia AgileFit che assicura qualità e rapidità dell’implementazione accelerandone i benefici. TXT Retail conta più di 300 dipendenti e oltre 300 clienti in tutto il mondo, tra cui brand e retailers globali come Aeropostale, Arcadia Group, Auchan, Bestseller, Carphone Warehouse, Desigual, Dior, Geox, Guess, Levi Strauss & Co., Louis Vuitton Malletier, Monoprix, Pandora, Sephora e Tesco.

La sede è a Milano, con uffici in Italia, Francia, Spagna, Germania, UK, Canada, Stati Uniti, Australia e Hong Kong. TXT Retail fa parte di TXT e-solutions, società quotata nel segmento Star di Borsa Italiana (TXT.MI) 

www.txtretail.com

]]>
Software AG nel terzo trimestre: aumento dei ricavi, significativo miglioramento degli utili, aggiornamento della previsione per l’anno fiscale 2015 Mon, 19 Oct 2015 16:15:26 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/371807.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/371807.html Sangalli M&C Sangalli M&C

·         I ricavi totali aumentano del 5 percento

·         I ricavi derivanti dalla manutenzione aumentano dell’8 percento

·         I ricavi delle licenze salgono del 7 percento

·         Crescita in entrambe le linee di business di prodotto: A&N +9 percento, DBP +7 percento

·         Il Cloud nel business digitale inizia ad assumere un peso rilevante

·         L’EBIT migliora per un valore tra il 34 e il 36 percento

·         Il margine operativo supera il 32 percento

·         Aggiornamento della previsione per l’anno fiscale 2015

 

 [Tutti i dati sono preliminari e arrotondati.]

Milano, 16 ottobre 2015 - Software AG (Frankfurt TecDAX: SOW) ha annunciato i risultati finanziari preliminari (IFRS) per il terzo trimestre 2015. Nel periodo in esame, i ricavi totali dell’azienda sono aumentati del 5 percento. I ricavi derivanti dalla manutenzione sono migliorati dell’8 percento anno su anno. La vendita delle licenze è aumentata del 7 percento. La crescita è stata guidata da entrambe le linee di business di prodotto: la linea Adabas & Natural è aumentata del 9 percento mentre quella relativa alla Digital Business Platform ha guadagnato il 7 percento. Gli utili prima di interessi e tasse (EBIT) sono saliti in modo significativo nel terzo trimestre per un valore tra il 34 e il 36 percento aggirandosi ai 66/67 milioni di euro. Software AG ha proseguito, con successo, ad incrementare considerevolmente i propri utili operativi. Accanto al miglioramento degli utili operativi, l’azienda ha realizzato ulteriori effetti positivi, con modalità una tantum, nel volume netto di circa 7 milioni di euro. Tale volume risulta sia dal rilascio di accantonamenti per componenti di compensazione basati su azioni (+15.4 milioni di euro) sia dalle spese per l’allineamento sugli obiettivi futuri della struttura commerciale dell’azienda (-8 milioni di euro). In base allo sviluppo del business dei primi nove mesi e alla pipeline per il quarto trimestre, Software AG ha aggiornato le sue previsioni inerenti ai ricavi per l’anno fiscale 2015 e ha incrementato il margine operativo del profitto stimato.


Sviluppo dei ricavi

I ricavi totali di Software AG nel periodo in esame hanno raggiunto i 215.9 milioni di euro (205.6 milioni di euro nel 2014), risultando del 5 percento superiori rispetto all’anno precedente. I ricavi relativi ai prodotti dell’azienda sono aumentati dell’8 percento a 169.9 milioni di euro (157.8 milioni di euro nel 2014). I ricavi derivanti dalla manutenzione del Gruppo sono stati di 101.0 milioni di euro (93.6 milioni di euro nel 2014), che equivale ad un incremento dell’8 percento confermando gli ottimi risultati già riscontrati nei mesi precedenti. I ricavi delle licenze dell’azienda sono aumentati del 7 percento a 68.9 milioni di euro (64.2 milioni di euro nel 2014).

Performance delle linee di business

Nel terzo trimestre del 2015, la linea di business Adabas & Natural (A&N) ha raggiunto un ricavo totale di 66.9 milioni di euro (61.3 milioni di euro nel 2014) – che corrisponde ad un incremento del 9 percento rispetto all’anno precedente. Tale sviluppo positivo è stato guidato principalmente da una crescita particolarmente elevata delle licenze del 25 percento a 27.5 milioni di euro (21.9 milioni di euro nel 2014) anche grazie ad un ampliamento delle competenze di fidelizzazione della base clienti A&N. La fidelizzazione dei clienti si riflette anche nello sviluppo ricorrente della manutenzione che ha raggiunto il livello dell’anno precedente con 39.2 milioni di euro (39.3 milioni di euro nel 2014).

La linea di business Digital Business Platform (DBP) ha registrato un aumento del 7 percento  a 103.2 milioni di euro (96.6 milioni di euro nel 2014) nel terzo trimestre del 2015. Con l’aumento del 14 percento a 61.8 milioni di euro (54.3 milioni di euro nel 2014), i ricavi della manutenzione hanno raggiunto, nella storia di Software AG, un nuovo record nel terzo trimestre. La forte crescita della manutenzione evidenzia il successo della strategia aziendale orientata alla costruzione di valore con focalizzazione su profitti e crescita ricorrente profittevole. I ricavi delle licenze DBP sono diminuiti del 2 percento a 41.4 milioni di euro (42.2 milioni di euro nel 2014). D’altro lato, Software AG ha generato nuovi contratti per il cloud con un volume totale di 3.0 milioni di euro (+255 percento anno su anno).

Nel terzo trimestre, la linea di business Consulting ha raggiunto i 45.8 milioni di euro (47.7 milioni di euro nel 2014).

Performance degli utili
Gli utili prima degli interessi e delle tasse (EBIT) sono saliti raggiungendo un livello tra i 66 e i 67 milioni di euro (49.1 milioni di euro nel 2014). Questo incremento include il rilascio di accantonamenti per compensazione azionaria. Le disposizioni sono correlate ad un programma iniziato 5 anni fa, nel 2011. Gli obiettivi del programma che comprendeva la crescita organica e di acquisizioni rischiano di non essere rispettati a causa della strategia aziendale orientata alla costruzione di valore degli ultimi 12 mesi e l’elusione consapevole delle acquisizioni a causa dei prezzi elevati del mercato  M&A attuale. Conseguentemente, il rilascio degli accantonamenti ha aumentato l’EBIT a 15.4 milioni di euro lordi. Nel trimestre in esame, Software AG ha, con successo, ulteriormente allineato la propria organizzazione di vendita sugli obiettivi futuri. In questo contesto, l’azienda ha prenotato oneri con un  volume di circa 8 milioni di euro per ottimizzazioni aggiuntive nella vendita. Di conseguenza, l’impatto netto dei due one-time-effects conduce ad un impatto positivo sugli utili trimestrali, approssimativamente, di 7 milioni di euro.
Gli utili operativi (EBITA, non-IFRS) sono aumentati di oltre l’11 percento anno su anno ad  approssimativamente 70 milioni di euro (62.8 milioni di euro nel 2014). Questo equivale ad un margine operativo di oltre il 32 percento (30.5 percento del 2014) 
Previsione 2015
Grazie allo sviluppo del business dei primi nove mesi e in base alla pipeline stimata nel quarto trimestre, Software AG ha aggiornato le sue previsioni per l’anno fiscale 2015. L’azienda ora si aspetta un incremento dei ricavi per la Digital Business Platform tra lo 0 e il 3 percento (prima: +6 a +12 percento) e una diminuzione per Adabas & Natural solo del 4-6 percento (prima: 8 a 14 percento) al livello dell’anno precedente a tassi di cambio costanti. Allo stesso tempo, Software AG ha aumentato la previsione per il suo margine operativo di profitto (EBITA non-IFRS) di 50 punti base tra 28.0 e 29.0 percento (prima: 27.5 a 28.5 percento).

###

Nota:

Il 28 ottobre 2015, Software AG rilascerà i risultati finanziari completi sul sito internet e in occasione delle consuete call trimestrali con i media e gli analisti.

]]>
Biogas-Biometano: una nuova filiera produttiva Mon, 19 Oct 2015 16:10:43 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/371804.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/371804.html Sangalli M&C Sangalli M&C

La risposta di Austep tra impegno e concretezze


Milano,  14 ottobre 2015 - Fondata nel 1995, AUSTEP si afferma sul mercato grazie allo sviluppo e alla progettazione di impianti di depurazione e trattamento acque industriali specializzandosi anche nella realizzazione di impianti biogas da sottoprodotti agricoli, da scarti di macellazione, da pollina e da frazione umida dei rifiuti solidi urbani.

Austep oggi si propone sul mercato come fornitore di tecnologia e consulente in grado di offrire al cliente finale soluzioni dalla A alla Z: dalla consulenza, alla realizzazione fino alla gestione dell’impianto.

IL VALORE DEL BIOGAS

I numeri che si riferiscono agli impianti Biogas sono impressionanti: l’Italia in 4 anni (2010-2014) si colloca al terzo posto, dopo Cina e Germania: oltre 1300 impianti realizzati, una produzione di potenza elettrica corrispondente a 1000 MWe.  Non ultimo 12.000 addetti: la più elevata intensità di posti di lavoro stabile per incentivo tra le FER (Fonti di Energie Rinnovabili).

I dati sono stati presentati in occasione del convegno promosso dal CIB (Consorzio Italiano Biogas) e da Confagricoltura, tenutosi il 24 settembre scorso ad Expo Milano, presso l’auditorium di Palazzo Italia.

BIOGAS- BIOMETANO NUOVA FILIERA PRODUTTIVA

Lo scenario riferito al Biogas conferma quanto l’ambito agricolo rappresenti un mercato in crescita netta, sia economica sia culturale.

L’entrata in vigore dei decreti attuativi e le nuove procedure operative pubblicate ad agosto 2015 dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), hanno permesso di allungare il passo dando il via ad una nuova filiera produttiva: Biogas-Biometano.

In Italia si è lavorato molto su questo fronte, negli ultimi anni.  Lo hanno fatto tutti: le istituzioni, gli enti pubblici e le imprese private.  Occorre proseguire in questa direzione, operando per ottenere il completamento del quadro normativo con l’obiettivo di immettere il Biometano in rete.

Il Biometano rappresenta un’opportunità nascente per le aziende che già producono Biogas e per chi si affaccia  per la prima volta al mondo delle energie rinnovabili e alla produzione di biocombustibili e biocarburanti.

L’IMPEGNO DI AUSTEP

Il Biometano è metano. Lo possiamo affermare a seguito di un’analisi chimica: è equivalente al gas metano che utilizziamo nella nostra vita quotidiana. La grossa differenza, quella che ci obbliga ad utilizzare due denominazioni diverse, sta nell’origine.  Il metano, quello che conosciamo e che abitualmente utilizziamo, è un combustibile fossile; il biometano è una fonte energetica rinnovabile che deriva da un processo biologico. Si produce biogas e, con un processo comunemente chiamato di “upgrading”, si ottiene biometano: il combustibile così ottenuto ha caratteristiche idonee all’immissione in rete e a poter essere utilizzato per autotrazione. La nuova tecnologia permette quindi di avere un combustibile di origine biologica normalmente utilizzabile in alternativa ad uno di origine fossile.

Lo sviluppo di nuove tecnologie rappresenta l’impegno primario di Austep. L’impegno prosegue in tutte le attività necessarie per la realizzazione di un impianto: la progettazione, l’avvio delle pratiche autorizzative necessarie alle autorità territoriali competenti, la costruzione.

L’entrata in vigore dei decreti attuativi, ha permesso ad Austep di procedere con l’autorizzazione di 4 impianti, risiedenti su territorio nazionale.

“Il nuovo piano normativo rappresenta un tassello fondamentale. In alcuni Paesi europei, ad esempio, sono state adottate misure specifiche per la produzione del biometano” commenta l’Ing. Giulio Becatti, CTO di Austep “ma la vera svolta sarà determinata dalla relativa messa in rete. Ed è proprio con questo obiettivo che abbiamo operato con grande impegno nello sviluppo di nuove tecnologie e lavorando a stretto contatto con istituzioni e imprese. Sono 4 gli impianti, ad oggi, pronti con autorizzazione a procedere. Un’operazione di cui siamo particolarmente orgogliosi, ma anche risultato della continua collaborazione con gli enti pubblici. Sfruttare il biogas e il suo valore, trasformarlo in biometano e convertirlo in energia: un obiettivo perseguibile, un modello vincente da cui tutti, aziende, privati ma soprattutto l’ambiente, trarranno beneficio.   Noi siamo convinti di essere sulla strada giusta, ci sentiamo pronti.” Conclude Becatti

 

Info

AUSTEP S.p.A. è una società italiana “EPC Contractor” che opera dal 1995 con uno staff altamente qualificato di ingegneri, processisti, project manager e impiantisti interni ed esterni in grado di fornire una “all comprehensive solution” per la progettazione e realizzazione di impianti per la produzione di Biogas e Biometano da sottoprodotti agricoli e da FORSU (raccolta differenziata) e per il trattamento di acque reflue industriali.

AUSTEP è da sempre impegnata nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie: oltre al processo di upgrading in particolare si segnala la realizzazione della TORNADO, biospremitrice presentata al mercato nel 2013. La collaborazione e partecipazione attiva ad iniziative a livello italiano ed europeo, pone Austep  come partner ideale per istituti di ricerca e università.

Con l’acquisizione di due società leader nei campi della produzione di sistemi per la cogenerazione e nella movimentazione di solidi, dal 2015 Austep diventa un Gruppo in grado di fornire soluzioni complete.

Austep si propone inoltre come co-investitore per gli impianti di biogas.

Per maggiori informazioni www.austep.com

]]>
GRUPPO CMT AMPLIA LA SUA RETE DI PARTNER Mon, 19 Oct 2015 16:04:25 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/371802.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/371802.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Gruppo CMT seleziona i migliori partner per un programma di canale a valore aggiunto

Roma, 13 ottobre 2015 – Il Gruppo CMT - marchio di C.M.Trading, specializzato nella Gestione Digitale delle Comunicazioni – sta ampliando la sua rete in Italia, selezionando i migliori partner per un programma di canale a valore aggiunto.

L’azienda ha, infatti, avviato un nuovo Partner Program che arricchisce l’offerta di Software House, Reseller e commercialisti mediante i servizi di Fatturazione Elettronica PA, Conservazione Digitale, Fatturazione elettronica tra privati, Servizi di gestione delle comunicazioni multicanale e Servizi di gestione documentale.

Francesco Compiani, Responsabile Marketing e Comunicazione del Gruppo CMT spiega: “Stiamo investendo più che mai nel canale e stiamo selezionando in tutta Italia partner interessati ad integrare nella propria offerta soluzioni con un alto potenziale di crescita per le aziende. Oltre ai servizi standardizzati, infatti, diamo ai nostri partner l’opportunità di offrire servizi progettuali realizzati su misura, per creare valore e accedere a modelli di business innovativi”.

Conclude Compiani: “Siamo impegnati a sostenere i nostri partner in un percorso di crescita e sostenibilità di business. In quest’ottica, quest’anno abbiamo investito molto per ottenere le due certificazioni più importanti del settore: la Certificazione ISO 27001, standard internazionale per offrire un sistema sicuro per la gestione delle informazioni, e l’accreditamento AGID, obbligatorio per svolgere attività di conservazione dei documenti informatici nei confronti della PA”.

UN’OFFERTA A VALORE AGGIUNTO

Oltre ai benefit economici in termini di margini e scalabilità, il Partner Program di Gruppo CMT dà accesso a una suite completa di soluzioni innovative che consentono di gestire le comunicazioni digitali verso clienti ed altri stakeholder (fornitori, dipendenti, forza vendita, partner) in modo strutturato ed efficace rispetto a obiettivi economici, di business o di efficienza:

Assistenza dedicata: tutti i partner hanno a disposizione un canale esclusivo per tutte le necessità di assistenza e supporto sui servizi e personale qualificato per tutti gli aspetti tecnico-commerciali.

Pannello di controllo dei servizi erogati: Gruppo CMT ha configurato una piattaforma esclusiva con pannello dedicato nel quale, a seconda del servizio gestito, è possibile visualizzare i rendiconti dei servizi erogati, le relative statistiche e sistemi di controllo che agevolano il rapporto rivenditore - cliente finale.

Formazione continua e consulenza normativa: l’azienda accompagna i partner in un percorso formativo continuativo dedicato sia alla gestione degli applicativi che agli aspetti tecnico-normativi dei servizi di conservazione digitale.

Modello di business innovativo: il modello di piattaforma aperta di Gruppo CMT permette l’analisi e la definizione di approcci e modelli di business personalizzati, garantendo a tutti i partner un valido strumento per realizzare modelli di business a forte valore aggiunto.

la digitalizzazione come fattore critico del business

Gestire efficacemente ed in modo strutturato le comunicazioni aziendali, permette di raggiungere vantaggi sull’intero loro ciclo di vita, migliorandone gli effetti e trasformando un mero documento in un fattore critico per il successo del business aziendale.

Con oltre 210 milioni di documenti gestiti e più di 150 milioni di documenti conservati, Gruppo CMT offre soluzioni erogate in modalità “Platform as a Service” che coprono l’intero ambito delle comunicazioni aziendali. La flessibilità delle soluzioni e la loro perfetta integrazione con i sistemi aziendali permette a tutte le aree dell’azienda di ottenere vantaggi strutturati e ottimizzare le proprie risorse.

 

PARTNER PROGRAM: http://www.gruppocmtrading.it/partner-program/ 

 

Gruppo CMT

Il Gruppo CMT - marchio di C.M.Trading s.r.l. - dal 1991 sostiene le aziende e la PA nella transizione verso il digitale con soluzioni personalizzate di Gestione Digitale delle Comunicazioni. Le soluzioni sviluppate permettono di gestire tutto il processo di lavorazione e gestione dei documenti, sia nel ciclo passivo sia in quello attivo, creando un ecosistema efficiente di gestione delle comunicazioni per dematerializzare, segmentare e automatizzare i flussi di informazione che coinvolgono giornalmente dipendenti, clienti, fornitori e partner.

Con un fatturato di circa 6 milioni di euro e una forte spinta all’innovazione, il Gruppo porta valore aggiunto ad oltre 140 clienti in tutta Italia, semplificando i loro processo di comunicazione.

http://www.gruppocmtrading.it/

]]>
Software AG: il futuro è all’insegna della co-innovazione con la Digital Platform Mon, 19 Oct 2015 15:59:08 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371800.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371800.html Sangalli M&C Sangalli M&C

  • Innovation World 2015: Software AG presenta la Digital Business Platform 2.0
  • Ispirare per innovare – lo sviluppo e l’integrazione di mappe, roadmap e marketplace digitali, nonché di applicazioni semplificate, agevolano il percorso verso il digitale

 

Milano, 13 ottobre 2015 - Software AG (Frankfurt TecDAX: SOW) presenta la Digital Business Platform 2.0 in occasione del più grande evento dedicato ai clienti, che si sta tenendo in questi giorni a Las Vegas. Un anno dopo il suo lancio, la Digital Business Platform, la prima al mondo, ora include importanti miglioramenti per supportare le aziende e il settore pubblico nella pianificazione, gestione, progettazione, implementazione e accelerazione delle proprie strategie e dei propri progetti digitali. La Digital Business Platform versione 2.0 include nuove funzionalità e tecnologie che consentono di sviluppare e integrare applicazioni differenzianti estremamente veloci e flessibili, caratteristiche necessarie in quanto la digitalizzazione genera nuove opportunità di business che possono essere sfruttate solo dalle aziende in grado di riconoscerle rapidamente.

 “La digitalizzazione ha relegato gli ERP a fornire l’efficienza del back office e niente di più”, ha dichiarato il Dr. Wolfram Jost, CTO di Software AG. “La digitalizzazione ha trasformato ogni azienda in una società di software e ogni decisione strategica digitale in una decisione strategica di business. In qualità di partner strategico, Software AG guida la co-innovazione con i propri clienti e partner. Forniamo la tecnologia di implementazione insieme agli strumenti e alle metodologie di trasformazione necessarie per attivare un percorso rapido di digitalizzazione. E’ unendo queste capacità alle idee innovative di business dei nostri clienti che raggiungiamo il successo.”

Di fronte alla crescente digitalizzazione, le aziende devono reinventare il proprio business e creare nuovi modelli e progetti per mantenere il successo. Integrando persone, aziende e cose, esse devono anche adattare i propri sistemi IT alle condizioni di business che cambiano rapidamente. Per completare il percorso di trasformazione in azienda interamente digitale, sono necessarie straordinarie capacità di comprensione e di collaborazione tra la divisione IT e decision maker e di co-innovazione tra azienda cliente e software vendor.

La Digital Business Platform 2.0 colma il gap comunicativo tra la pianificazione strategica di digitalizzazione e lo sviluppo e implementazione delle applicazioni. La Digital Business Platform 2.0 fornisce:

  • La panoramica sul percorso digitale – una “Roadmap Digitale” che consente ai responsabili IT e al business management di pianificare e governare il processo end-to-end di transizione a digital enterprise.
  • Una mappa delle funzionalità digitali – disponibile come modello di riferimento in ARIS, per definire e modellare i requisiti della digital enterprise. La mappa delle funzionalità digitali mostra una visione olistica su ciò che è necessario implementare durante il processo di trasformazione digitale.
  • Un Planner dell’architettura IT – ARIS GRC e Alfabet forniscono una visione completa dei cambiamenti necessari per la digitalizzazione dal punto di vista dell’architettura IT, del bilancio, degli aspetti legali e normativi.
  • Un Digital Blueprint – ARIS Business Process Analysis Platform fornisce il digital blueprint, l’impatto del modello e il processo di business necessari per affrontare la digital economy.
  • Sviluppo semplificato delle applicazioni – applicazioni agili e user-friendly veloci da realizzare, anche per i “Citizen Developers”. La piattaforma webMethods Agile Process di Software AG permette ai clienti di sviluppare applicazioni agili in maniera adattabile e flessibile. Questo significa che le applicazioni possono essere incorporate nel portfolio strategico IT e integrate all’interno dell’ambiente IT esistente, senza che sia necessario svilupparlo nuovamente.
  • Offerta Cloud migliorata – webMethods offre importanti miglioramenti per interconnessioni ibride e in cloud, e un coordinamento ad un livello avanzato che permette l’implementazione del cloud ibrido. Inoltre, include la nuova offerta API Cloud che comprende hosting e integrazione di API in cloud.
  • Un Digital Marketplace – il portale Digital Marketplace di Software AG consente alle aziende di selezionare e fare leva su componenti essenziali di sviluppo IT, come acceleratori di soluzione, modelli di processi di business, componenti applicativi, adapter e framework di settore, così come soluzioni complete sviluppate da partner e clienti di Software AG al fine di accelerare il “time to value”.

 “La digitalizzazione sta comportando cambiamenti senza precedenti nello sviluppo dell’IT”, prosegue Jost. “Le aziende che hanno perso  competenze  ed esperienze in ambito IT avvalendosi di applicazioni outsourcing o pacchettizzate, devono recuperarle se vogliono sopravvivere. L’agilità e la velocità dell’IT, elementi indispensabili per avere successo nell’economia digitale, richiedono le giuste idee di business, le giuste competenze per lo sviluppo, la giusta tecnologia e la capacità di abbattere le barriere tra queste. L’unica soluzione a tutto questo è la Digital Business Platform. Le aziende non possono dipendere dai software vendor per generare solo occasionalmente innovazione e funzionalità digitali, ma devono essere in grado di co-innovarle rapidamente, in maniera efficiente e quando necessario”.

La tendenza da parte delle principali aziende di sviluppare competenze IT in-source si è resa evidente negli ultimi anni. General Electric (GE), ad esempio, ha investito un miliardo di dollari nella creazione di una “Software Start-Up” interna, costituita da oltre mille sviluppatori e data scientist che sfruttano e integrano le competenze industriali di GE.
Ora GE sta raggiungendo un fatturato annuale di 1 miliardo di $ derivante dalle attività aggiuntive di software e dati.

Per maggiori informazioni sulla Digital Business Platform cliccare qui

###

A proposito di Software AG

Software AG consente ai clienti di innovare, differenziarsi e vincere nel mondo digitale. I suoi prodotti aiutano le aziende a unire sistemi on-premise e in cloud all’interno di un’unica piattaforma per ottimizzare e digitalizzare il proprio business. La possibilità di gestire processi, integrare dati e realizzare analisi in tempo reale all’interno di una piattaforma middleware abilita i clienti ad ottenere efficienza operativa, modernizzare i propri sistemi e ottimizzare i processi per assumere decisioni più intelligenti. Vantando di oltre 45 anni di innovazione customer-centric, Software AG è classificata come un leader in molte categorie IT innovative. Software AG conta più di 4,400 dipendenti in 70 Paesi, con un fatturato totale nel 2014 di 858 milioni di euro.

Scopri di più www.softwareag.it  

]]>
‘Pianificare nel 2020’: il futuro del Retail al Thinking Retail Forum di TXT Mon, 19 Oct 2015 15:49:30 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371799.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371799.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Il roadshow internazionale per i professionisti della Moda e del Retail specializzato

arriva in Italia dopo i recenti successi di Londra e Parigi

 

La splendida location del Four Seasons Hotel nel cuore di Milano ospiterà il 13 ottobre la data italiana del Thinking Retail Forum, l’evento organizzato da TXT Retail che sotto il titolo “Pianificare nel 2020” si propone di presentare le ultime tendenze in ambito Retail e come queste plasmeranno il futuro della pianificazione e della gestione degli stock.

L’evento milanese è parte di un roadshow internazionale che toccherà 8 città in Europa e negli Stati Uniti – oltre a Milano, anche Londra, Parigi, Dusseldorf, Gothenburg, New York e Los Angeles –, e che si chiuderà con l’appuntamento di Dallas il 5 novembre.

Gli esperti in sala descriveranno lo scenario attuale e gli elementi per competere oggi, le tendenze che guideranno il cambiamento nei prossimi cinque anni e oltre, il valore di un approccio di pianificazione ‘end-to-end’. I clienti di TXT Retail, tra cui Bata in Italia, Ellos in Svezia, Pandora in Svezia e Regno Unito e Monoprix in Francia, porteranno all’attenzione dei partecipanti case study ed esempi pratici.

Tra 5 anni il settore del retail non sarà lo stesso di oggi” commenta Peter Charness, Chief Marketing Officer di TXT Retail. “Per i retailer, i cambiamenti portati dalla multicanalità sono solo l’inizio della trasformazione necessaria al business per far fronte a nuove forme di competizione e alla domanda di clienti sempre più esigenti”. E precisa “L’evento sarà un importante momento di raccordo per professionisti di settore che affrontano le stesse sfide e fornirà le indicazioni pratiche sui cambiamenti organizzativi, tecnologici e di processo che stanno rapidamente diventando una necessità”.

Sono già alte le aspettative per i temi dell’evento: pianificare le scorte nell’era della multicanalità, gestire un numero sempre maggiore di assortimenti complessi; i cambiamenti tecnologici e organizzativi necessari a servire con velocità i mercati locali; l’evoluzione del team e dei ruoli di pianificazione.

I relatori esploreranno inoltre il valore di un approccio ‘end to end’ che integra tutti i processi retail dal design, alla pianificazione e alla distribuzione, fino alla consegna al cliente finale. 

Nel retail, se non porti il giusto prodotto di fronte al cliente finale, nient’altro realmente conta” aggiunge Charness. “Le tendenze che stiamo osservando richiedono una nuova capacità di integrare processi e funzioni, così come di raccogliere, analizzare e trasferire la conoscenza del mercato a monte a tutti i processi di pianificazione, assortimento, sviluppo del prodotto. Il roadshow si propone così di condividere con gli operatori del Retail l’interesse comune verso le nuove competenze, metodologie e tecnologie utili a gestire il cambiamento”.

Per maggiori informazioni www.thinkingretailforums.com 

]]>
Software AG lancia la webMethods Agile Process Platform Mon, 19 Oct 2015 15:40:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371798.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371798.html Sangalli M&C Sangalli M&C

·         La webMethods Agile Process Platform consente ai “citizen developers” e agli sviluppatori del dipartimento IT di interagire su un’unica piattaforma di sviluppo

 

·         La webMethods Agile Process Platform verrà presentata in anteprima all’Innovation World 2015

·         Il rilascio è previsto per il primo trimestre 2016

Milano, 8 ottobre 2015 – Software AG lancia la webMethods Agile Process Platform, parte della Digital Business Platform di Software AG, che consente ai “citizen developers” di collaborare più facilmente con gli sviluppatori IT strategici, eliminando la necessità di disporre di molteplici e diverse piattaforme applicative di sviluppo. Questi due gruppi di utenti, completamente diversi, sono ora in grado di collaborare grazie alla webMethods Agile Process Platform: i “citizen developers”, che utilizzano applicazioni flessibili e veloci per programmare piccole applicazioni di business per le esigenze aziendali di tutti i giorni, e gli esperti IT, il cui know-how è indispensabile per sistemi IT aziendali complessi.

In seguito ad una digitalizzazione sempre più crescente, le aziende si trovano a dover adattare i sistemi IT ai continui cambiamenti o addirittura ristrutturare interi modelli e operazioni di business al fine di mantenere il proprio successo. Pertanto, esse necessitano di applicazioni agili e user-friendly che siano rapide da programmare, flessibili e utilizzabili anche per risolvere problemi occasionali.

Se queste applicazioni tattiche si dimostrano utili, vantaggiose e strategiche per il business a lungo termine, devono essere integrate in un ambiente IT esistente. Gli esperti IT operanti a livello centrale sui processi di business e integrazione, saranno in grado di integrare in modo veloce ed efficiente quanto realizzato grazie alla loro competenza.

La webMethods Agile Process Platform di Software AG permette ai clienti di mantenere aperte diverse possibilità programmando applicazioni agili con una modalità adattabile e flessibile, che consente loro di essere trasferite nel portfolio IT strategico e integrate in un ambiente IT esistente, che non necessita diessere sviluppato di nuovo.

Inoltre, la webMethods Agile Process Platform integra le capacità di realizzare applicazioni, processi,  workflow e  case management. Questo costituisce un’ottima opportunità per i clienti di realizzare ed utilizzare sia una  logica di processo “case driven” dinamica che processi di business prestabiliti, se necessario. La webMethods Agile Process Platform, pertanto, fornisce al business e all’IT la capacità di lavorare con un obiettivo comune. Adottando un simile approccio, lo sviluppo di applicazioni occasionali e strategiche può essere realizzato sulla stessa piattaforma consentendone il massimo riuso.

“Essendo una delle più grandi aziende indipendenti di software, ci impegniamo costantemente nell’abbattere le barriere tra le diverse tecnologie, tra i differenti dipartimenti, tra le più disparate visioni del business e dell’IT e attraverso l’intera value chain, dai fornitori ai clienti”, ha dichiarato Wolfram Jost, CTO di Software AG. “In un mondo digitale, in cui le aziende reagiscono rapidamente alle condizioni di business in continuo cambiamento, queste barriere tecnologiche tendono a ridursi. La webMethods Agile Process Platform si basa su un concetto importante di tecnologia, che consente di innovare senza barriere”.

La webMethods Agile Process Platform è una componente chiave della Digital Business Platform di Software AG, la quale è un ambiente di sviluppo service-oriented, event-driven e abilitato all’uso di API con molti servizi applicativi complessi e pronti all’uso che supportano lo sviluppo di logiche di integrazione, di processo, decisionali, basate su eventi e di programmazione. La Digital Business Platform è abilitata al cloud, compatibile con i dispositivi mobili e prevede lo sviluppo di micro servizi.

 

A proposito di Software AG

Software AG (Frankfurt TecDAX: SOW) consente alle imprese di raggiungere i propri obiettivi di business più velocemente. Le sue tecnologie in merito a big data, integrazione e processi di business abilitano i clienti nel conseguire efficienza operativa, modernizzare i sistemi e ottimizzare i processi per ottenere decisioni più intelligenti e un servizio migliore. Vantando oltre 40 anni di innovazione orientata al cliente, l’azienda è classificata come leader in 14 categorie di mercato, grazie anche ai prodotti core Adabas- Natural, ARIS, Terracotta, webMethods, Alfabet ed Apama. Software AG conta oltre 4.400 dipendenti in 70 paesi e nel 2014 ha fatturato €858 milioni.

Scopri di più www.softwareag.it  

Software AG - Get There Faster

]]>
Diagnostica Continental: soluzioni sviluppate per la rete di officine autorizzate Mon, 19 Oct 2015 15:34:25 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/371791.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/371791.html Sangalli M&C Sangalli M&C

·         Software modulari per operazioni di diagnostica

·         Soluzioni di “realtà aumentata” per semplificare e rendere più rapide e affidabili le attività di riparazione

·         Strumentazione e sistemi di visualizzazione in tempo reale e App per gli utenti

Milano, 6 ottobre 2015. Il portfolio di dispositivi diagnostici e di manutenzione sviluppato per la rete di officine autorizzate comprende equipaggiamenti di facile utilizzo e soluzioni innovative per l’analisi dei guasti. Le funzioni basate sulla “realtà aumentata” offrono una visione più ampia delle problematiche analizzate e consentono alle officine di effettuare operazioni diagnostiche più rapide, rendendo le riparazioni più semplici, più efficienti e più affidabili.

 

Software innovativo per la diagnostica

Lo scopo della diagnostica è quello di identificare i guasti in modo più rapido e accurato possibile. I sistemi “intelligenti” sviluppati da Continental, sfruttano algoritmi in grado di auto-apprendere, di interfacciarsi e di connettersi alle informazioni del veicolo in base all’analisi dei dati, alle informazioni diagnostiche, ai dati ambientali e anche all’esperienza.  In questo modo viene evidenziata la causa più probabile del guasto.

 

Il sistema di diagnostica elabora i dati, in base ai quali è possibile tracciare un piano preliminare di manutenzione che stabilisce i tempi di esecuzione, con una precisione pari al 95%.
Grazie all’utilizzo del software, le officine  sono immediatamente in grado di sapere quanto tempo dovranno impiegare per effettuare le operazioni di manutenzione o di riparazione. fornendo, altresì, ai loro clienti una previsione accurata dei tempi di intervento emigliorando la loro capacità di programmazione.

Il software fornisce, inoltre, informazioni relative alla disponibilità delle parti di ricambio consentendo alle officine di essere più efficienti. Tra le funzionalità particolarmente innovativa, è prevista la funzione di commutazione che consente agli utilizzatori di muoversi in tempo reale tra i dati e i codici di errore  rilevati, senza perdere informazioni o effettuare nuove ricerche.

 

“Realtà aumentata”: soluzioni diagnostiche per le officine autorizzate

Le soluzioni di “realtà aumentata” sviluppate da Continental per le officine autorizzate sono in grado di rendere le operazioni di riparazione più efficienti. Le informazioni ed i dettagli tecnici richiesti per la diagnostica sono integrati nell’interfaccia per tablet che permettere al tecnico di avere accesso alle informazioni in tempo reale. L’interfaccia intuitiva cambia in base alla fase di intervento e in base alle necessità. Ad esempio, il display mostra l’immagine del motore mentre il software diagnostico evidenzia nell’immagine i componenti che devono essere controllati con priorità.

 

 

 

Continental sviluppa tecnologie intelligenti per il trasporto di persone e cose. In qualità di fornitore affidabile nel settore automotive a livello globale, produttore di pneumatici e partner industriale, offre soluzioni sostenibili, sicure, confortevoli, personalizzate e convenienti. Con un fatturato di circa 34,5 miliardi di Euro nel 2014, il Gruppo e le sue cinque divisioni - Chassis & Safety, Interior, Powertrain, Tire e ContiTech - attualmente impiega circa 205.000 persone in 53 Paesi.

 

Gestione delle informazioni e sistemi di trasporto intelligenti sono alla base della divisione Interior, che fornisce una vasta gamma di prodotti per veicoli molto diversi. Il portfolio comprende: quadri strumento, display multifunzione e con tecnologia head-up, unità di controllo, sistemi di controllo accessi e di informazione sugli pneumatici, radio, sistemi di infotainment, input-device, pannelli di controllo, unità di climatizzazione, software e cockpit, oltre a soluzioni telematiche e ITS/Sistemi di Trasporto Intelligente. Con un fatturato di 7 miliardi di Euro nel 2014, la divisione Interior occupa più di 36.000 persone in tutto il mondo.

All'interno della divisione Interior di Continental la business unit CV&AM (Commercial Vehicles & Aftermarket) soddisfa i requisiti specifici di veicoli commerciali e speciali e del settore dei ricambi e accessori. Una rete globale di vendita e di servizi assicura la vicinanza a tutti i Clienti, ovunque essi siano. Attraverso i marchi Continental, VDO, ATE, Galfer e Barum, la business unit CV&AM offre prodotti elettronici, sistemi e servizi per veicoli commerciali e speciali, una vasta selezione di prodotti per officine specializzate e parti di ricambio per il mercato indipendente degli Accessori e per il Primo Equipaggiamento anche su modelli non più in produzione.

]]>
GRUPPO CMT OTTIENE L’ACCREDITAMENTO PRESSO L’AGID Mon, 19 Oct 2015 15:26:54 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371790.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371790.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Il Gruppo si attesta tra i pochi provider in grado di fornire servizi di qualità per la PA in termini di conservazione digitale 

Roma, 6 ottobre 2015 – Il Gruppo CMT – specializzato nella Gestione Digitale delle Comunicazioni – ha conseguito l’accreditamento presso l’AGID, procedura obbligatoria per svolgere attività di conservazione dei documenti informatici nei confronti della PA, disposta dalla circolare n.65 del 10 aprile 2014 emanata dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

Gruppo CMT si attesta, così, tra i pochi provider in grado di fornire servizi di qualità per la PA in materia di conservazione digitale, proseguendo il suo percorso di riconoscimento della sicurezza dei servizi offerti. Già quest’anno, infatti, il Gruppo aveva ottenuto la certificazione ISO 27001, standard internazionale per offrire un sistema sicuro per la gestione delle informazioni.

L’accreditamento richiesto dall’AGID predispone il livello più elevato, in termini di qualità e di sicurezza, e prevede che i conservatori iscritti siano sottoposti ad attività di vigilanza da parte dell’Agenzia per accertare la conformità nel tempo dei requisiti che hanno reso possibile l’iscrizione.

Luigi Caruso, Presidente del Gruppo CMT dichiara: “L’accreditamento è una tappa fondamentale del nostro percorso di garanzia dei più elevati standard di qualità e sicurezza in tema di servizi di gestione documentale, che ci attesta come operatore affidabile. Assicuriamo ai nostri clienti la totale gestione del sistema di conservazione, nel pieno rispetto delle regole tecniche e della normativa vigente”.

Tra i rigorosi requisiti richiesti, l'affidabilità organizzativa, tecnica e finanziaria necessaria per svolgere l’attività di conservazione e il rispetto di particolari doveri tra i quali l'utilizzo di personale dotato delle conoscenze, dell'esperienza e delle competenze necessarie per i servizi forniti, in special modo della competenza a livello gestionale, della conoscenza specifica nel settore della gestione documentale e conservazione dei documenti informatici e nelle procedure di sicurezza.

I Servizi di Conservazione Digitale vengono erogati attraverso la Platform di Gestione Digitale delle Comunicazioni di Gruppo CMT che fornisce un ecosistema di soluzioni per progettare nuovi modi di comunicare, comporre documenti, archiviare fatture e documenti digitali, così come distribuire comunicazioni, campagna e documentazioni in modo intelligente su più canali, con un tracciamento del percorso di ogni documento che garantisce sicurezza e ne misura i ritorni.

Con la Platform di Gruppo CMT le imprese è possibile così aggregare le informazioni, alimentare i sistemi gestionali dell’azienda (ERP, CRM), analizzare i dati dei clienti per segmento, creare elevati volumi di comunicazioni “personalizzate” e soddisfare le esigenze di archiviazione digitale, compresa la conservazione digitale a norma di legge.

 

]]>
FIREEYE: ADAPTIVE DEFENSE CONTRO I CYBER ATTACCHI Mon, 19 Oct 2015 15:19:11 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371789.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/371789.html Sangalli M&C Sangalli M&C

FireEye presenta la sua Vision sulla Cyber Security

Milano, 12 ottobre 2015 – FireEye, Inc. (NASDAQ: FEYE), azienda leader nel contrastare i cyber attacchi avanzati, è conosciuta per le sue soluzioni innovative e la capacità di proteggere aziende e organizzazioni governative dalle minacce avanzate. Nata nel 2004 è stata protagonista, nel 2013, dell’IPO di maggior successo per una azienda del settore informatico.

FireEye è un’azienda giovane, composta da professionisti con esperienza ultradecennale nell’ambito della cyber security. Chiara strategia di business ed esperienza professionale hanno contribuito a far crescere velocemente l’azienda, portandola ad essere uno dei player di riferimento del mercato della sicurezza informatica.

Marco Riboli, Vice President Southern Region di FireEye dichiara:

“Pensare che la possibilità di essere colpiti sia un rischio reale non è più un errore; le nuove minacce, ma soprattutto  nuovi attaccanti, possono arrivare ovunque. A questo punto bisogna chiedersi chi ci possa dare la maggior sicurezza possibile e supportare in caso di attacco. 

Chi puo’ aiutarci a ridurre da settimane ad ore il tempo di analisi dell’incidente?

Chi mi puo’ fornire una metodologia che, abbinata alla tecnologia, garantisca il controllo dei processi?

FireEye risponde a tutte queste domande, offrendo un mix unico di Intelligence, Tecnologia e Competenza; una Adaptive Defense per proteggere la propria comunità globale di utenti.”

L’architettura brevettata FireEye collega tutti i vettori di attacco e analizza centinaia di permutazioni tra sistemi operativi, applicazioni, versioni software e molto altro. L’azienda offre informazioni in tempo reale provenienti da casi concreti di risposta agli incidenti, da dati auto-generati provenienti da milioni di sensori di rete ed endpoint ed un team di Intelligence senza eguali, dedicato ad individuare gruppi di cyber criminali e le metodologie con cui questi operano. Un servizio di consulenza avanzato che possiede competenze tecniche e analitiche ottenute nel corso di centinaia di ricerche, che non solo offre rimedio agli incidenti ma fornisce le soluzioni per difendersi da attacchi futuri.

“Nessuno possiede un network a livello di Intelligence come FireEye, il cui unico focus è quello di individuare nuove potenziali minacce. Siamo presenti in Italia da circa 2 anni ed oggi abbiamo una struttura completa che ci ha permesso di crescere raddoppiando il volume di affari (dati primo semestre 2015) e mettere le basi per un 2016 di sicuro successo” conclude Riboli.

 

FireEye, Inc.:
FireEye ha inventato una piattaforma di sicurezza appositamente costruita, basata su una macchina virtuale che fornisce protezione in tempo reale alle minacce per aziende e pubbliche amministrazioni di tutto il mondo contro la nuova generazione di cyber attacchi. Questi attacchi altamente specializzati, aggirano facilmente le difese tradizionali basati sulle firme digitali, come next generation firewall, IPS, antivirus e gateway.
La Threat Prevention Platform di FireEye fornisce in tempo reale, una protezione dinamica delle minacce senza l’uso di firme digitali, proteggendo i primari vettori di minaccia e analizzando le diverse fasi di un ciclo di vita dell’attacco. Il cuore della piattaforma di FireEye è un motore di esecuzione virtuale, completato dalla Dynamic Threat Intelligence, per identificare e bloccare i cyber attacchi in tempo reale. FireEye ha oltre 3,400 clienti in 67 paesi, tra cui oltre 250 delle aziende Fortune 500.

]]>
Ligatus festeggia i 10 anni delle soluzioni Native oggi leader in Europa Thu, 01 Oct 2015 17:25:39 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/369885.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/369885.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Il Premium party – già sold-out – nella cornice della sede milanese di Via Sant’Antonio 5 alla presenza del Ceo Klaus Ludemann

 

Oggi 1 ottobre in via Sant’Antonio 5, a Milano, il top management di Ligatus ospita Partner ed Editori per festeggiare insieme i dieci anni di successo nello sviluppo di soluzioni di online performance marketing al servizio degli utenti web.

Tecnologie innovative, investimenti continui in ricerca&sviluppo e attività di networking con istituzioni e protagonisti del settore pubblicitario ed editoriale sono gli ingredienti che Ligatus ha saputo sapientemente miscelare, anche in Italia, per giungere ad essere oggi uno dei principali operatori di Native Advertising in Europa con oltre 27 miliardi di ad impressions al mese su oltre 1.200 siti partner Premium in nove Paesi.

I dieci anni di Ligatus segnano un passo importante per la società parte di Gruner + Jahr, Gruppo Bertelsmann. “Dagli esordi nel 2005 ad oggi abbiamo attuato scelte strategiche forti, quali l’acquisizione di veeseo, volte ad accrescere la nostra posizione competitiva nel campo pubblicitario specializzato in ambito editoriale” dichiara Klaus Ludemann, Ceo di Ligatus. E aggiunge “Il nuovo posizionamento di Ligatus come #1 Native e Performance Network in Europa - sottolineato anche dalla recente rivisitazione della Corporate Identity, attuata attraverso un significativo rebranding - testimonia oggi un ulteriore passaggio nel nostro percorso: quello della consapevole affermazione e concretizzazione della bontà della nostra offerta in tutti mercati in cui siamo attivi”.

Il decennale di Ligatus coincide con l’inaugurazione della nuova sede italiana della società, che ospita tra le mura di un antico convento ‘il cortile’, simbolo dell’incontro e chiave di lettura per uno stile pubblicitario che mette al centro la relazione, i reali interessi e prende forma proprio a partire dagli interlocutori e dalle loro esigenze.

Sebastiano Cappa, Sales & Publishers Director di Ligatus in Italia commenta come “La scelta della location in cui accogliere colleghi e ospiti operanti a vario titolo nei settori Marketing e Digital è ricaduta su questa corte Milanese proprio in virtù della sua centralità geografica e della sua capacità di accogliere e fare incontrare concetti e progetti di innovazione, creando sinergie che sanno apportare un reale valore aggiunto all’economia digitale ed editoriale in genere. Un aspetto in cui Ligatus crede fermamente sin dagli albori e che in questo contesto intendiamo riconfermare”.

Julien Mosse, Managing Director Ligatus Sud Europa e Belgio che ha seguito sin dal suo ingresso in Italia nel 2013 lo sviluppo del mercato nazionale, esprime con soddisfazione i risultati raggiunti “Il modello di business di Ligatus è attraente per tutti i protagonisti del settore. Nei nove Paesi coperti in questa prima decade, le nostre soluzioni hanno segnato e segnano una crescita costante grazie ad una offerta unica nel Native Advertising capace di interpretare gli interessi di Editori, Inserzionisti e utenti allo stesso tempo, attraverso differenti nazioni e culture”. E per il futuro precisa che “Proseguiremo in questa direzione, nel rispetto dei nostri valori, per continuare a crescere e a sostenere il settore advertising con tecnologie all’avanguardia, perseguendo soprattutto obiettivi certi e sempre misurabili”. 

 

 

 

A proposito di Ligatus

Ligatus fa parte al 100 per cento di Gruner + Jahr, controllata del gruppo Bertelsmann, la media company leader in Europa, e si concentra sul performance marketing all'interno degli articoli editoriali. Oltre alla sua sede in Germania, è presente in Austria, Svizzera, Francia, Belgio, Olanda, Spagna, Italia e Turchia.

Utilizzando il proprio algoritmo di ottimizzazione per un posizionamento non intrusivo su network esclusivamente premium, consente ai clienti inserzionisti e alle agenzie di posizionare i loro messaggi pubblicitari in modo da raggiungere gli obiettivi prefissati. Ligatus offre ai suoi clienti tutti i possibili strumenti di misurazione delle performance che consentono di ottimizzare le proprie campagne e la fatturazione dipende esclusivamente dal successo ottenuto. L’algoritmo diffonde le campagne trovando in modo automatico dove queste performano meglio.

Ligatus offre in Europa più di 27 miliardi di impressions al mese su oltre 1.200 siti partner Premium in nove Paesi.

Per maggiori informazioni www.ligatus.com - www.ligatus.it

]]>
Software AG è stata nominata come un Leader dell’In-Memory Data Grids da un ente indipendente di ricerca Wed, 30 Sep 2015 16:37:08 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/369717.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/369717.html Sangalli M&C Sangalli M&C

·         Terracotta In-Memory Data Fabric di Software AG si aggiudica il punteggio più alto in 7 categorie

·         Terracotta “ha un’architettura unica rispetto agli altri vendor”

·         Software AG: Terracotta è perfettamente integrata all’interno della prima Digital Business Platform al mondo, rendendo le applicazioni straordinariamente veloci

 

Milano, 28 settembre 2015 – Software AG (Frankfurt, TecDAX: SOW) ha annunciato che Forrester Research Inc., una delle principali società di analisi del settore, ha nominato Software AG un Leader nella Forrester WaveTM: In-Memory Data Grids, Q3 2015*, per la sua piattaforma Terracotta In-Memory Data Fabric. Nel report, l’autore Mike Gualtieri dichiara che i Leader “offrono il più completo set di funzioni capaci di adattarsi ai più ampi casi d’uso”.

Secondo il report, “Terracotta ha un’architettura unica rispetto agli altri vendor in quanto utilizza un’architettura striping  invece di un’architettura peer-to-peer per ottenere elevata disponibilità”. Software AG ritiene che questa modalità di fornire l'alta disponibilità sia la via più rapida per assemblare in modo rapido  i Big Data e quindi applicare analytics per estrarre correlazioni e informazioni chiave.

La piattaforma Terracotta In-Memory Data Fabric sfrutta la memoria RAM basata su chip distribuita attraverso nodi multipli al fine di accelerare le prestazioni e ottenere scalabilità di accesso ai dati e potenza di calcolo, con una latenza estremamente bassa e prevedibile.

Inoltre, Terracotta di Software AG aiuta gli sviluppatori a sfruttare facilmente l’archiviazione in-memory per carichi di lavoro attuali ed emergenti. Mantenendo i dati in-memory, le applicazioni esistenti possono divenire più veloci in modo tale da riuscire a servire un maggior numero di clienti e a ridurre i costi di archiviazione dati e di licenza.

Il Dr. Wolfram Jost, Chief Technology Officer e membro del Board di Software AG, ha dichiarato: “Credo che essere nominati come un ‘Leader’ da parte di Forrester con la nostra piattaforma In-Memory Data Fabric sottolinei quanto sia essenziale una soluzione – come Terracotta di Software AG – nella fornitura di dati critici in-memory e griglie di calcolo. I clienti si aspettano che i siti web e le applicazioni siano rispondenti nell’immediato e che forniscano funzionalità sempre maggiori.  Questo può mettere a dura prova legacy, back-end ed elementi architetturali. Terracotta è stata progettata perfettamente, grazie alle sue alte prestazioni e scalabilità, per ridurre i carichi di lavoro, anche nel caso di un numero crescente di utenti simultanei, fornendo allo stesso tempo accesso immediato a, e risposta da, siti web e applicazioni”.

Il report completo è disponibile all’indirizzo www.softwareag.com/recognition.

__________________________________________________________________________________

* “The Forrester WaveTM:  In-Memory Data Grids, Q3 2015 – there is no better way to achieve blazing fast performance at scale” di Mike Gualtieri con Holger Kisker, Ph.D., Mark Granna, Sophia Christakis, Ian McPherson [23 settembre 2015].

###

 

A proposito di Software AG

Software AG (Frankfurt TecDAX: SOW) consente alle imprese di raggiungere i propri obiettivi di business più velocemente. Le sue tecnologie in merito a big data, integrazione e processi di business abilitano i clienti nel conseguire efficienza operativa, modernizzare i sistemi e ottimizzare i processi per ottenere decisioni più intelligenti e un servizio migliore. Vantando oltre 40 anni di innovazione orientata al cliente, l’azienda è classificata come leader in 14 categorie di mercato, grazie anche ai prodotti core Adabas- Natural, ARIS, Terracotta, webMethods, Alfabet ed Apama. Software AG conta oltre 4.400 dipendenti in 70 paesi e nel 2014 ha fatturato €858 milioni.

Scopri di più www.softwareag.it  

Software AG - Get There Faster

]]>
GRUPPO CMT METTE IN CLOUD DOCUMENTI E FATTURE DEI CLIENTI Wed, 30 Sep 2015 16:31:55 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/369714.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/369714.html Sangalli M&C Sangalli M&C

Luigi Caruso: “ll Cloud ha chiari vantaggi: l’offerta di servizi è duttile e scalabile, ed è possibile ampliare rapidamente l’infrastruttura e dedicare delle macchine ai clienti che si sentono più sicuri avendone una ‘propria’ anche se in Cloud 

Roma, settembre 2015 - Il Gruppo CMT – specializzato nella Gestione Digitale delle Comunicazioni – ha illustrato durante il convegno di presentazione dei risultati dell’Osservatorio Cloud e ICT as a Service del Politecnico di Milano, il progetto di migrazione in cloud di documenti e fatture.

Spiega Luigi Caruso, Presidente del Gruppo CMT: “Negli ultimi cinque anni abbiamo dovuto confrontarci con una rapida evoluzione di questi ambiti: la conservazione sostitutiva, la fatturazione elettronica verso la PA, e la fatturazione elettronica tra aziende, che sembra ormai imminente. Evoluzione che ha implicato per noi la necessità di adeguare velocemente le infrastrutture alle sempre crescenti esigenze di analisi e di conservazione dei dati, e quindi di elaborazione e di storage. Poter tracciare puntualmente il percorso della singola fattura digitale per esempio, dal punto di vista di Gruppo CMT, significa dover gestire una grossa quantità di dati raccolti. Nel valutare le alternative, pur con una iniziale reticenza, comune a molte aziende - soprattutto per il tema della sicurezza dei dati – ci siamo resi conto che l'unica possibilità di avere a disposizione rapidamente un'infrastruttura flessibile e scalabile era optare per il Cloud.

L’azienda ha così deciso di portare in Cloud alcune risorse IT, in particolare i servizi web oggetto dellofferta verso i clienti, servizi ora residenti su un’infrastruttura IaaS di un provider esterno.

Nel dettaglio, la soluzione comprende tre vLAN su cui risiedono 3 diverse macchine: una dedicata al sito web dell’azienda, gestito da una web agency, una a servizi infrastrutturali, e una terza alla conservazione dei dati dei clienti. Altre 4 macchine ospitano gli applicativi che CMT eroga ai clienti: si tratta di servizi web per la compilazione delle fatture elettroniche, il calcolo di statistiche, la creazione di reportistica, la ricerca dei codici IBAN della PA. Infine il provider tecnologico ospita per conto di CMT un’infrastruttura di pura elaborazione composta da 8 macchine interamente dedicata a un cliente, che dev’essere costantemente accesa e monitorata.

Il progetto, ora a regime, è partito circa un anno fa con le classiche fasi di analisi delle esigenze, selezione di un fornitore, configurazione dell’infrastruttura, fino alla migrazione vera e propria nel Cloud. La scelta di Clouditalia come partner tecnologico è dovuta tra laltro anche alla possibilità di contrattualizzare la quantità media di risorse RAM, disco e di capacità della CPU utilizzabili, con l’opzione di poter scalare su risorse aggiuntive necessarie pagandole solo in caso di uso effettivo. Ciò ha comportato vantaggi significativi sia in termini di costo che di semplicità di gestione.

Particolare attenzione è stata posta sulla fase di migrazione dai sistemi pre-esistenti a quelli in Cloud. Da un lato, per poter assicurare il corretto funzionamento architetturale, l’azienda ha preferito ricreare le macchine da zero piuttosto che migrarle. Dall’altro, per poter ottemperare agli adempimenti di legge in tema di conservazione sostitutiva e privacy, Gruppo CMT ha scelto di avvalersi delle funzionalità di backup dei dati, ma non dello storage in Cloud.

“Le criticità principali riscontrate nel progetto riguardano la conformità con la normativa – sottolinea Caruso - Per la conservazione sostitutiva la legge dice per esempio che i documenti devono essere a disposizione degli enti verificatori. Alcuni flussi quindi possono essere messi come backup in Cloud, ma devono essere tenuti anche su dischi in loco per un’accessibilità immediata”.

La normativa ha influito anche sulla scelta dei modelli di documenti da migrare, laddove la parte di presentazione verso i clienti è stata portata in Cloud, mentre tutta la parte di elaborazione e conservazione dei dati è stata migrata solo in parte.

“Il Cloud, osserva Caruso, ha chiari vantaggi: l’offerta di servizi è duttile e scalabile, ed è possibile ampliare rapidamente l’infrastruttura e dedicare delle macchine ai clienti che si sentono più sicuri avendone una “propria” anche se in Cloud. Al momento abbiamo una trentina di macchine in Cloud, e alcune sono dedicate a singoli clienti, con indirizzo IP dedicato. L'esperienza con il Cloud - conclude il Presidente di Gruppo CMT - è assolutamente positiva per adesso: offrire livelli simili di comodità di servizio, velocità di navigazione e semplicità di utilizzo con infrastrutture nostre sarebbe stato complesso per CMT, e avrebbe avuto un costo esorbitante per i clienti”.

Il Gruppo CMT, attivo dal 1991 su progetti riguardanti contabilità, fatturazione, integrazione documentale, delivery multicanale e conservazione digitale, in particolare nei settori assicurativo, farmaceutico e multiutility, co-fondatore di Anorc (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione digitale) è una realtà che realizza circa 6 milioni di euro di fatturato con 140 clienti.

 

 

Gruppo CMT

Il Gruppo CMT dal 1991 sostiene le aziende e la PA nella transizione verso il digitale con soluzioni personalizzate di Gestione Digitale delle Comunicazioni. Le soluzioni sviluppate permettono di gestire tutto il processo di lavorazione e gestione dei documenti, sia nel ciclo passivo sia in quello attivo, creando un ecosistema efficiente di gestione delle comunicazioni per dematerializzare, segmentare e automatizzare i flussi di informazione che coinvolgono giornalmente dipendenti, clienti, fornitori e partner.

Con un fatturato di circa 6 milioni di euro e una forte spinta all’innovazione, il Gruppo porta valore aggiunto ad oltre 140 clienti in tutta Italia, semplificando i loro processo di comunicazione.

http://www.gruppocmtrading.it/

]]>