Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Eikon SC Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Eikon SC Sun, 09 Aug 2020 22:54:26 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/14067/1 IL VIAGGIO CON LA MALATTIA: NASCE IL “CENTER FOR DIGITAL HEALTH HUMANITIES” Wed, 14 May 2014 16:43:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/318182.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/318182.html Eikon SC Eikon SC

In occasione del primo Italian Digital Health Summit, Eikon Strategic Consulting lancia il Center for Digital Health Humanities

Eikon Strategic Consulting è tra gli sponsor del primo Italian Digital Health Summit che si svolge a Milano il 15 e 16 maggio. Il convegno, organizzato da AboutPharma and Medical Devices, approfondisce, per la prima volta in Italia, i principali aspetti della comunicazione digitale sui temi della salute attraverso un confronto con gli stakeholder e l’analisi di case history di successo.

In concomitanza con il summit, Eikon Strategic Consulting lancia il Center for Digital Health Humanities, online da oggi su http://www.centerfordigitalhealthhumanities.com/ e su https://twitter.com/cdhhu_info.

Il CDHhu ha l’obiettivo di aggregare tutte le attività che ruotano intorno all’impatto sociale, economico, psicologico, identitario, terapeutico delle nuove tecnologie della salute.

Il Centro organizza la sua attività in 5 aree principali che guardano all’ innovazione tecnologica e digitale nella salute dal punto di vista dell’ impatto su individui, gruppi,  identità e  culture diverse. Il viaggio con la malattia è al tempo stesso lo sguardo, la metafora e la mappa organizzativa di tutte le attività del Center for Digital Health Humanities.

Il CDHhu ha ideato ãSocialHealthMetrics, una piattaforma online di monitoraggio in tempo reale delle conversazioni online su patologie e farmaci. I monitoraggi della ãSocialHealthMetrics seguono le linee guida della farmacovigilanza.

Il 15 e il 16 maggio Eikon Strategic Consulting e il CDHhu racconteranno in live twitting l’Italian Digital Health Summit utilizzando l’hashtag ufficiale dell’evento #aboutdigitalhealth.


Per seguire il live twitting
https://twitter.com/misurare
https://twitter.com/cdhhu_info

Tutte le info sul CDHHU
http://www.centerfordigitalhealthhumanities.com/

 


Cordialmente,
Sabrina Bisceglia
--  Sabrina Bisceglia  Digital Communication & Brand Reputation ZZUB community&campaign manager  Eikon Strategic Consulting Via Cornelio Celso 22a 00161 Roma Tel: +390644254815 sabrina.bisceglia@eikoneurope.com 


]]>
Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2013 Thu, 20 Mar 2014 14:16:31 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/312752.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/312752.html Eikon SC Eikon SC 800x600

Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2013

L’anno si chiude con valori in crescita, anche grazie all’aggregazione di AcegasAps. Dividendo confermato a 9 centesimi per azione

 

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera ha approvato oggi all’unanimità i risultati economici consolidati al 31 dicembre 2013, unitamente al corrispondente Bilancio di Sostenibilità.

 

Highlight finanziari

·         Ricavi a 4.579,7 milioni (+1,9%)

·         Margine operativo lordo (MOL) a 830,7 milioni (+25,5%)

·         Utile netto 181,7 milioni (+35,2%); utile netto adjusted 145,3 milioni (+32,7%)

·         Posizione finanziaria netta in calo a 2.595,3 milioni, in miglioramento rispetto alla stessa all’1/1/2013, comprendente anche AcegasAps.

 

Highlight operativi

·         Prosieguo della ripresa dei volumi dei rifiuti speciali, a conferma dell’efficacia della politica commerciale e grazie anche all’allargamento della base impiantistica

·         Buon andamento della base clienti nei mercati energetici, salita a quasi 2 milioni (1,7 milioni del 2012)

·         Buon contributo alla crescita dell’idrico, grazie al recupero di efficienza e al progressivo allineamento delle tariffe alla piena copertura dei costi

 

 

“I conti  2013 evidenziano come il processo di integrazione di AcegasAps abbia proceduto spedito permettendo di beneficiare fin da subito delle efficienze, in misura superiore alle attese”, spiega Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Hera. “Nei mesi recenti abbiamo inoltre sviluppato altre operazioni straordinarie che ci stanno consentendo di rafforzare  ulteriormente la nostra presenza nel Nordest. Ritengo inoltre molto soddisfacenti i risultati delle strategie commerciali perseguite, che ci hanno consentito sia di invertire il trend, prima negativo, delle attività di trattamento dei rifiuti, che a proseguire nella penetrazione nella vendita dei servizi energetici. Chiudiamo quindi con soddisfazione l’undicesimo bilancio consecutivo con segno positivo, ancora una volta più che compensando gli effetti negativi della persistente congiuntura macro-economica e consuntivando il raggiungimento già dal primo anno di una parte fondamentale della crescita prospettata nel piano Industriale al 2017”.

 

 “I risultati del 2013  confermano la solidità delle attività del Gruppo, in un percorso di crescita continua; la struttura finanziaria del Gruppo si è rafforzata grazie alla generazione di cassa positiva, che ha consentito la diminuzione dell’indebitamento (in un confronto su base omogenea rispetto al consolidamento di Acegas Aps) e il significativo miglioramento del rapporto Pfn/Mol”, afferma Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato Hera.“. Anche l’aggregazione con AcegasAps ha contribuito all’ulteriore consolidamento dei business regolati nella formazione del MOL. A questi positivi risultati si affiancano i progressi consuntivati anche nel bilancio di sostenibilità che confermano l’attenzione riposta dal Gruppo alle istanze dei principali stakeholder”.

 

 

 

Guarda il video commento del Presidente Tomaso Tommasi di Vignano

https://www.youtube.com/watch?v=Im3cFmIMfKc

 

Leggi la news sul sito del Gruppo

http://www.gruppohera.it/gruppo/com_media/news/pagina466.html

 

 

]]>
Con Hera nuova vita ai rifiuti ingombranti Fri, 07 Mar 2014 13:26:49 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/311634.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/311634.html Eikon SC Eikon SC vi inviamo notizia dell'avvio del progetto "Cambia il finale", il nuovo servizio realizzato da Gruppo Hera in collaborazione con Last Minute Market per dare nuova vita agli oggetti
ancora utilizzabili.

Restiamo a disposizione per richieste.

_________________________________________________________

Con Hera nuova vita ai rifiuti ingombranti

Al via il progetto per il riuso di quelli ancora utilizzabili e in buone condizioni, per prevenire la produzione di rifiuti e avviare un circuito virtuoso e solidale

 

Dove mettiamo il vecchio armadio? Oppure la credenza della nonna? O il frigo ancora funzionante? Parte oggi “Cambia il finale”, il nuovo servizio della multiutility, realizzato in collaborazione con Last Minute Market ed enti no profit del territorio servito, per dare nuova vita agli oggetti ancora utilizzabili e favorire un virtuoso e solidale circuito del riuso, con l’impiego anche di persone svantaggiate.

 

Negli ultimi 3 anni, dal 2011 al 2013, sono state oltre 215.000 le richieste ricevute dal Servizio clienti Hera per il ritiro a domicilio, che hanno portato alla raccolta di 145.000 tonnellate tra ingombranti, grandi elettrodomestici, pc e tv, frigoriferi. Da oggi, una parte di questi beni potrà evitare di diventare un rifiuto ed essere riutilizzata.

 

Ora, infatti, con il progetto “Cambia il finale”, telefonando al numero verde del Servizio clienti 800.999.500 per richiedere il servizio di ritiro degli ingombranti a domicilio, al cliente verranno fornite le indicazioni per contattare enti no profit del territorio che si sono dichiarate disponibili al loro riutilizzo nel caso siano ancora in buone condizioni. Gli enti partner si sono impegnati a ritirare i materiali secondo le modalità definite da ciascuno.

 

In questo modo verranno facilitati recupero e riuso dei “beni ingombranti” ancora in buono stato e che si ritiene possano non essere gettati via. Sarà inoltre possibile donare agli enti no profit anche quegli oggetti di uso quotidiano che spesso vengono destinati alla raccolta indifferenziata. Sono 14 le associazioni che al momento hanno accettato di aderire al progetto e 94 i Comuni dove il nuovo servizio è stato attualmente attivato.

 

Il sito web www.gruppohera.it/cambiailfinale

 

Vai alla news http://www.gruppohera.it/gruppo/com_media/news/pagina465.html

 

Guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=W-cYCoX0FyM



]]>
Con Hera nuova vita ai rifiuti ingombranti Fri, 07 Mar 2014 13:17:15 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/311630.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/311630.html Eikon SC Eikon SC

Al via il progetto per il riuso di quelli ancora utilizzabili e in buone condizioni, per prevenire la produzione di rifiuti e avviare un circuito virtuoso e solidale

 

Dove mettiamo il vecchio armadio? Oppure la credenza della nonna? O il frigo ancora funzionante? Parte oggi “Cambia il finale”, il nuovo servizio della multiutility, realizzato in collaborazione con Last Minute Market ed enti no profit del territorio servito, per dare nuova vita agli oggetti ancora utilizzabili e favorire un virtuoso e solidale circuito del riuso, con l’impiego anche di persone svantaggiate.

 

Negli ultimi 3 anni, dal 2011 al 2013, sono state oltre 215.000 le richieste ricevute dal Servizio clienti Hera per il ritiro a domicilio, che hanno portato alla raccolta di 145.000 tonnellate tra ingombranti, grandi elettrodomestici, pc e tv, frigoriferi. Da oggi, una parte di questi beni potrà evitare di diventare un rifiuto ed essere riutilizzata.

 

Ora, infatti, con il progetto “Cambia il finale”, telefonando al numero verde del Servizio clienti 800.999.500 per richiedere il servizio di ritiro degli ingombranti a domicilio, al cliente verranno fornite le indicazioni per contattare enti no profit del territorio che si sono dichiarate disponibili al loro riutilizzo nel caso siano ancora in buone condizioni. Gli enti partner si sono impegnati a ritirare i materiali secondo le modalità definite da ciascuno.

 

In questo modo verranno facilitati recupero e riuso dei “beni ingombranti” ancora in buono stato e che si ritiene possano non essere gettati via. Sarà inoltre possibile donare agli enti no profit anche quegli oggetti di uso quotidiano che spesso vengono destinati alla raccolta indifferenziata. Sono 14 le associazioni che al momento hanno accettato di aderire al progetto e 94 i Comuni dove il nuovo servizio è stato attualmente attivato.

 

Il sito web www.gruppohera.it/cambiailfinale

 

Vai alla news http://www.gruppohera.it/gruppo/com_media/news/pagina465.html

 

Guarda il video http://www.youtube.com/watch?v=W-cYCoX0FyM

 
]]>
Be Smart! Città intelligenti e creatività scientifica Mon, 17 Feb 2014 11:05:05 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/309090.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/309090.html Eikon SC Eikon SC condividiamo il nuovo programma dell'edizione 2014 di "Pozzo di Scienza", l’evento itinerante di diffusione della cultura scientifica ed educazione ambientale
promosso e sostenuto dal Gruppo Hera.
Restiamo a disposizione per richieste e approfondimenti.

________________________________________________________________________________________

Be Smart! Citt intelligenti e creativit scientifica

Smart city” ’ il tema dell’edizione 2014 di Un Pozzo di Scienza, l’evento itinerante di diffusione della cultura scientifica ed educazione ambientale promosso e sostenuto dal Gruppo Hera, in collaborazione con “ComunicaMente” e l’Immaginario scientifico di Trieste.

La proposta di quest’anno mira ad esplorare il ruolo dellacreativit scientificanello sviluppo dellesmart cities, un connubio vincente per affrontare la sfida della globalizzazione e i nuovi bisogni di un mondo in costante cambiamento. Il concetto di “smart city” nasce dalla necessit di trovare un equilibrio tra parte hard (fisica, economica e infrastrutturale) e parte soft (culturale, sociale e umana) di un determinato luogo, integrando i saperi e gli obiettivi attraverso approcci multidisciplinari ai problemi e superando le strutture gerarchiche tradizionali.

Una citt smart una citt in cui gli spostamenti sono agevoli (mobilit), una citt smart promuove uno sviluppo sostenibile (energia, ambiente), una citt smart un luogo di apprendimento continuo (economia della conoscenza), una citt smart ha una visione strategica del proprio sviluppo.

Per questo l’edizione 2014 del Pozzo di Scienza offreincontrisu come gestire le risorse, innovare in campo energetico, laboratori per sperimentare nuovi orizzonti smart su tecnologia, chimica, energia e ambiente, mostre multimediali e escursioni sul territorio. Le scuole che hanno partecipato a questa edizione del progetto sono automaticamente iscritte al Click-day. Una gara di abilit on-line, con premio finale per la classe pi abile! Concluder il percorso didattico una maratona fotografica a premi.

L’edizione di quest’anno vede la partecipazione di 520 classi, 260 laboratori previsti per un totale di 110 incontri, 3 multivisioni e 4 visite su impianti e una trentina di esperti che si alterneranno negli incontri.

Scarica il programma dell’ottava edizione del Pozzo di Scienza
http://ragazzi.gruppohera.it/binary/hera_ragazzi_2012/primo_piano/Pozzo_Programma_2014_E.1392040290.pdf

Visita il canale Hera dedicato alle scuole
http://ragazzi.gruppohera.it/scuole








--  Sabrina Bisceglia  
]]>
Hera: in un anno 50.000 adesioni alla bolletta on-line Fri, 31 Jan 2014 13:43:49 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/307395.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/307395.html Eikon SC Eikon SC

Traguardo raggiunto con un anno di anticipo: si eviteranno pi di un milione di fogli di carta all’anno. E il prossimo autunno arriveranno altri 500 alberi

Con un anno di anticipo rispetto agli obiettivi iniziali, il progetto di Hera “Regala un albero alla tua citt” ha raggiunto, e superato, le 50.000 adesioni. Partita a novembre 2012, la campagna promuove il passaggio dalla bolletta cartacea a quella on-line, legando il risultato alla piantumazione di alberi.

La campagna “Regala un albero alla tua citt” ha una durata quadriennale e si concluder nel 2016, con l’obiettivo finale di arrivare a quota 100.000 passaggi a bollette on-line. Chi aderisce al progetto riceve, invece della bolletta cartacea, un file pdf nella propria casella di posta elettronica. La scelta ecologica (si evita l’utilizzo di carta e vengono impegnate minori risorse per spedizione e trasporto) verr premiata con la piantumazione di 2.000 alberi complessivi (1 ogni 50 adesioni) nelle aree individuate nei rispettivi territori dai Comuni che collaborano con Hera alla realizzazione dell’iniziativa attraverso azioni di sensibilizzazione e informazione nei confronti della propria cittadinanza.

La bolletta on-line porta benefici rilevanti rispetto alle tradizionali bollette cartacee. Le circa 53.000 nuove adesioni raggiunte permetteranno di evitare gi ora l’utilizzo di oltre 1.250.000 fogli di carta all’anno. Inoltre, in termini di CO2, grazie alle nuove adesioni si evita l’emissione di 23 tonnellate di CO2 all’anno e, tramite la piantumazione degli alberi, vengono assorbite 106 tonnellate di CO2 all’anno.

I Comuni coinvolti nel territorio servito da Hera sono 69. Grazie alle oltre 50.000 adesioni arrivate fino a oggi, si prevede che gi nell’autunno 2014 verr realizzata la piantumazione di ulteriori 500 alberi, dopo i primi 500 messi a dimora tra dicembre 2013 e gennaio 2014. Sono stati 17 i Comuni pi virtuosi che si sono aggiudicati i primi 500 alberi; tra questi Bologna, Ferrara, Modena, Imola, ma anche Comuni pi piccoli come San Lazzaro di Savena, Formigine, Riccione come riscontrabile nel canale web dedicato. Le 17 aree verdi saranno inaugurate in primavera con laboratori didattici che coinvolgeranno gli studenti delle scuole elementari.

Grazie alle adesioni alla campagna alberi e al lancio dei nuovi servizi web, aumentato il numero degli iscritti ai servizi on line di Hera, saliti al 12,7% del totale dei clienti Hera (erano il 9,5% a pochi mesi dall’avvio dell’iniziativa), e pari a circa 192.000. Sul sito del Gruppo infatti attivo un portale dedicato ai clienti dove, una volta registrati, si possono svolgere 24 ore su 24 comodamente seduti da casa e nel momento scelto tutta una serie di pratiche. Attualmente i clienti con invio elettronico della bolletta sono oltre 95.000, pi del 6% dei clienti totali.

Un’ampia informazione aggiornata sul progetto fruibile nel canale web dedicato e accessibile all’indirizzo www.alberi.gruppohera.it.

 
]]>
Hera: migliore impresa d’igiene urbana second o Federambiente e Legambiente Tue, 21 Jan 2014 16:51:55 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/306311.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/306311.html Eikon SC Eikon SC 800x600

La multiutility è stata premiata per la realizzazione di buone pratiche rivolte alla prevenzione della produzione di rifiuti.

 

Al Gruppo Hera il primo Premio nazionale sulla prevenzione dei rifiuti nella categoria Imprese di igiene urbana, promosso da Federambiente e Legambiente col patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

 

Il Gruppo ha presentato al concorso 3 tra le più interessanti e innovative esperienze messe in campo a tutela dell’ambiente, della valorizzazione del riciclo e del risparmio energetico: Regala un albero, Cibo Amico e Hera2O.

 

Queste le iniziative presentate dal Gruppo Hera che sono valse il primo posto tra le realtà industriali impegnate nel settore dell’igiene urbano:

 

Regala un albero

Progetto innovativo che abbina dematerializzazione, assorbimento di CO2 e legame con il territorio. Si tratta di una campagna per la promozione della bolletta elettronica: proponendo ai clienti di aderire alla bolletta elettronica, in cambio l’azienda si impegna a piantumare alberi nei territori in cui si sono raggiunte determinate soglie di adesione. Al 31 ottobre 2013 le adesioni sono state 52.988, pari a 1.252.636 fogli di carta risparmiati, a 1.060 alberi da piantare e 23 tonnellate di CO2 evitate.

 

Cibo Amico

Prevede il recupero degli alimenti non utilizzati dalle mense del Gruppo Hera per la distribuzione gratuita ad associazioni. Il progetto ha coinvolto 1.200 dipendenti del Gruppo Hera (tra Bologna, Ferrara, Granarolo, Imola e Rimini) e 5 Onlus che ospitano nelle loro 7 strutture circa 270 persone. L’impegno del Gruppo ha consentito di donare in un anno  10.000 pasti completi, per un recupero nel 2012 di 4.443 kg di alimenti altrimenti destinati a diventare rifiuto.

 

Hera2O

Promuove il consumo dell’acqua di rubinetto attraverso l’installazione negli uffici, nelle mense e negli sportelli clienti aziendali di apparecchiature che erogano acqua di rete refrigerata, liscia o gassata. Presso ogni erogatore sono a disposizione bicchieri in PLA, compostabili al 100%. Nel 2012 sono stati erogati circa 425.000 litri di acqua di rete, pari a quasi 650.000 bottiglie di plastica evitate, per un risparmio energetico di circa 44 TEP, 122 tonnellate di emissioni di CO2 evitate e circa 430 cassonetti in meno di rifiuti da gestire.


http://www.gruppohera.it/

 

 

 


--  Sabrina Bisceglia Web&Social Media consultant ZZUB community&campaign manager  Eikon Strategic Consulting Via Cornelio Celso 22a 00161 Roma Tel: +390644254815 sabrina.bisceglia@eikoneurope.com 
]]>
Hera: call center tecnico sempre più veloce e hi-tech Mon, 16 Dec 2013 12:24:55 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/303523.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/303523.html Eikon SC Eikon SC 800x600

Hera: call center tecnico sempre pi veloce e hi-tech

Al via una rivoluzionaria piattaforma informatica per gestire le segnalazioni su gas, acqua e teleriscaldamento.

Investimento in tecnologia e innovazione per offrire un servizio sempre pi efficiente, che dia risposte rapide ai clienti e metta subito in moto le squadre per risolvere eventuali problemi sulla rete. Con un impegno di 1,8 milioni di euro, dalla fine di agosto Hera sta migliorando il call center tecnico che gestisce le segnalazioni telefoniche di Pronto Intervento e di allarmi d’impianto per i servizi gas, acquedotto, depurazione, fognature e teleriscaldamento.

La nuova piattaforma informatica per la gestione delle segnalazioni telefoniche, prima esperienza italiana di questo tipo, trasmette ancora pi tempestivamente la segnalazione alla struttura operativa del Pronto Intervento. I tecnici che si recano sul posto hanno dei dispositivi mobili su cui vedono le mappe della rete, la geolocalizzazione del disservizio, gli interventi eseguiti nella zona e quelli in fase di assegnazione.


Il call center tecnico di Hera ospitato all’interno del Polo Regionale di Telecontrollo di Forl, una struttura unica in Italia in grado di monitorare 24 ore su 24, in tempo reale, tutti gli impianti e le reti del Gruppo. Anche il Telecontrollo stato di recente potenziato con nuovi sistemi informatici, per far fronte al numero crescente di impianti e segnali gestiti, passati dai 60 mila di inizio progetto agli oltre 200 mila attuali, su 100 mila km di reti. Il sistema di Hera lo stesso in uso al Cern di Ginevra. Proprio lo scorso settembre, il Direttore del settore che gestisce l’impianto di Forl e i suoi collaboratori sono stati invitati in Svizzera, dove hanno avuto modo di confrontarsi con gli esperti del Cern.

Si ricorda che, in caso di problemi, i numeri di Pronto Intervento Hera da chiamare sono:
gas 800.713.666, teleriscaldamento 800.713.699, acqua 800.713.900. Sono tutti a disposizione dei clienti 24 ore su 24.

E’ importante fare riferimento a questi numeri gratuiti, e averli sempre a portata di mano, ai fini della sicurezza del servizio e per assicurare i consueti canoni di qualit ed efficienza nella risposta del Pronto Intervento. I numeri sono riportati all’interno di ogni bolletta, sul sito www.gruppohera.it e sugli elenchi telefonici delle pagine bianche.

]]>
Interruzioni idriche: l’informazione arriva con un sms Fri, 22 Nov 2013 16:17:35 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/300914.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/300914.html Eikon SC Eikon SC

Interruzioni idriche: l’informazione arriva con un sms

Nell’intero territorio servito dalla multi utility Hera sarà attivo da lunedì 25 il nuovo e innovativo servizio per informare i cittadini,in caso di lavori sulla rete idrica e limitarne il disagio.

 

Da lunedì 25 novembre sarà attivo su tutto il territorio delle province dell’Emilia-Romagna servite da Hera l’innovativo servizio di avviso gratuito con sms sul cellulare in caso di interruzione programmata del servizio idrico.  Dopo una prima fase di sperimentazione, nella quale il servizio è stato avviato in numerosi comuni della Provincia di Bologna, utile a verificare l’efficacia del sistema e le sue eventuali criticità, l’attività si completa ora estendendosi anche al comune di Bologna e a tutti i Comuni in cui Hera gestisce il ciclo idrico nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena, Modena, Ferrara e Rimini.

 

Attualmente i clienti che hanno ricevuto o riceveranno l’avviso di avvio del servizio sono oltre 370.000, pari al 33% circa di tutti i contratti. Si tratta di coloro che hanno comunicato il loro numero di cellulare al momento della sottoscrizione del contratto acqua e quindi contattabili per comunicazioni tecniche. Chi volesse comunicare il proprio numero per attivare il servizio sms o cambiare i propri riferimenti, può farlo accedendo dal sito http://www.gruppohera.it alla pagina web relativa agli estremi del proprio contratto (Sportello Her@ on-line) oppure alla pagina del proprio Comune nell’area clienti del sito http://www.gruppohera.it/clienti/casa/.

 

Inoltre, è possibile l’iscrizione al servizio anche nel caso delle utenze centralizzate. Per raggiungere il più alto numero di persone, Hera ha infatti lavorato per far sì che l’iscrizione al servizio fosse possibile anche in assenza di un contratto direttamente intestato, come nel caso delle utenze centralizzate che hanno un unico contatore.

 

L’sms di avviso verrà inviato per ogni interruzione programmata, di cui quindi si conoscono orario e giornata. Restano escluse, almeno in questa fase, le interruzioni causate da rotture accidentali, e quindi non previste, di cui si occupa il Pronto Intervento. Dall’inizio della sperimentazione ad oggi, un anno circa, i cittadini della provincia di Bologna avvisati con questa modalità sono già stati oltre 12.300 per circa 300 interventi realizzati.

 

Il sistema è stato sviluppato sulla piattaforma Web GIS, già utilizzata in azienda e quindi perfettamente integrata con il sistema informatico del Gruppo. E’ pensato per essere usato in modo autonomo dagli operatori di Hera che, sfruttando un unico ambiente software, possono svolgere tutte le operazioni.  Contestualmente all’sms parte una mail che avvisa gli operatori del call center tecnico del Pronto intervento, che sono così in grado di fornire informazioni aggiornate e puntuali ai cittadini che si rivolgono a loro.

 

 

 

http://www.gruppohera.it

]]>
Hera: sale al 53,7% la raccolta differenziata del 1° semestre Tue, 22 Oct 2013 15:41:22 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/297177.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/297177.html Eikon SC Eikon SC

Il 93,5% di quanto differenziato viene recuperato: pubblicata la nuova edizione di “Sulle Tracce dei rifiuti”



Cresce di 3,5 punti percentuali, nel primo semestre 2013, la raccolta differenziata sul territorio emiliano romagnolo gestito da Hera, rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, raggiungendo quota 53,7%. Un dato che prosegue il positivo trend medio di crescita costante negli ultimi 4 anni, pari a 2,5 punti percentuali all’anno.

Su questo tema, il report “Sulle tracce dei rifiuti”, appena pubblicato da Hera e aggiornato con i dati del 2012 (verificati dal prestigioso istituto indipendente DNV Business Assurance), indica che il 93,5% di quanto raccolto in modo differenziato sul territorio gestito dalla multiutility viene effettivamente avviato a recupero, contribuendo cos a limitare il consumo di materie prime.

L’analisi unica nel suo genere in Italia, andando nella direzione indicata dall’Unione Europea che punta l’attenzione sulla quantit di materiale effettivamente recuperato e non pi solamente sulla percentuale di raccolta differenziata.

Per rendere trasparente il processo che segue l’impegno quotidiano di ciascuno nel fare la raccolta differenziata, sempre pi necessario riportare informazioni chiare e puntuali sull’effettivo riciclo e recupero dei materiali raccolti, rispondendo cos anche a dubbi e osservazioni dei cittadini. Per questo Hera ha ideato e realizzato “Sulle tracce dei rifiuti”, il cui obiettivo principale fornire garanzie sull’avvenuto recupero dei materiali separati. Hera ha quindi seguito le diverse tipologie di rifiuto differenziato raccolte nel 2012 sul territorio servito, lungo tutto il tragitto che separa il cassonetto dall’effettiva re-immissione nel ciclo produttivo della materia recuperata. Dall’analisi emerso che, mediamente, la quantit di rifiuti scartata dagli impianti nel processo di recupero (perch, ad esempio, non idonea ad essere riciclata o inquinata da corpi estranei) di appena il 6,5%.

“I risultati positivi della raccolta differenziata di questo primo semestre – commenta Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato di Hera – confermano il forte impegno di Hera per migliorare efficienza ed efficacia lungo tutta la filiera ambientale. Per proseguire anche in futuro su questo virtuoso percorso il Gruppo dovr continuare a fare leva su due elementi che gi oggi orientano le nostre azioni: una forte propensione all’innovazione tecnologica e alla sperimentazione di soluzioni innovative, sia nella raccolta che nel recupero, e una continua attivit di sensibilizzazione dei cittadini, per valorizzare il loro impegno sulla raccolta differenziata. In questa direzione si colloca “Sulle tracce dei rifiuti”, un report unico in Italia a dimostrazione dell’impegno del Gruppo Hera per un’informazione trasparente sulla filiera del recupero”.

Tutti i dati inseriti nell’opuscolo sono anche disponibili sul sito web http://www.gruppohera.it/sulletraccedeirifiuti




Cordialmente,
Sabrina Bisceglia







]]>
Hera: sale al 53,7% la raccolta differenziata del 1° semestre Tue, 22 Oct 2013 15:36:36 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/297175.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/297175.html Eikon SC Eikon SC scriviamo per condividere l'uscita della nuova edizione del report "Sulle tracce dei rifiuti", tutti i dati sono anche disponibili sul sito web
http://www.gruppohera.it/sulletraccedeirifiuti
Restiamo a disposizione per richieste.
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Hera: sale al 53,7% la raccolta differenziata del 1° semestre

Il 93,5% di quanto differenziato viene recuperato: pubblicata la nuova edizione di “Sulle Tracce dei rifiuti”



Cresce di 3,5 punti percentuali, nel primo semestre 2013, la raccolta differenziata sul territorio emiliano romagnolo gestito da Hera, rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, raggiungendo quota 53,7%. Un dato che prosegue il positivo trend medio di crescita costante negli ultimi 4 anni, pari a 2,5 punti percentuali all’anno.

Su questo tema, il report “Sulle tracce dei rifiuti”, appena pubblicato da Hera e aggiornato con i dati del 2012 (verificati dal prestigioso istituto indipendente DNV Business Assurance), indica che il 93,5% di quanto raccolto in modo differenziato sul territorio gestito dalla multiutility viene effettivamente avviato a recupero, contribuendo così a limitare il consumo di materie prime.

L’analisi è unica nel suo genere in Italia, andando nella direzione indicata dall’Unione Europea che punta l’attenzione sulla quantità di materiale effettivamente recuperato e non più solamente sulla percentuale di raccolta differenziata.

 

Per rendere trasparente il processo che segue l’impegno quotidiano di ciascuno nel fare la raccolta differenziata, è sempre più necessario riportare informazioni chiare e puntuali sull’effettivo riciclo e recupero dei materiali raccolti, rispondendo così anche a dubbi e osservazioni dei cittadini. Per questo Hera ha ideato e realizzato “Sulle tracce dei rifiuti”, il cui obiettivo principale è fornire garanzie sull’avvenuto recupero dei materiali separati. Hera ha quindi seguito le diverse tipologie di rifiuto differenziato raccolte nel 2012 sul territorio servito, lungo tutto il tragitto che separa il cassonetto dall’effettiva re-immissione nel ciclo produttivo della materia recuperata. Dall’analisi è emerso che, mediamente, la quantità di rifiuti scartata dagli impianti nel processo di recupero (perché, ad esempio, non idonea ad essere riciclata o inquinata da corpi estranei) è di appena il 6,5%.

 

“I risultati positivi della raccolta differenziata di questo primo semestre – commenta Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato di Hera – confermano il forte impegno di Hera per migliorare efficienza ed efficacia lungo tutta la filiera ambientale. Per proseguire anche in futuro su questo virtuoso percorso il Gruppo dovrà continuare a fare leva su due elementi che già oggi orientano le nostre azioni: una forte propensione all’innovazione tecnologica e alla sperimentazione di soluzioni innovative, sia nella raccolta che nel recupero, e una continua attività di sensibilizzazione dei cittadini, per valorizzare il loro impegno sulla raccolta differenziata. In questa direzione si colloca “Sulle tracce dei rifiuti”, un report unico in Italia a dimostrazione dell’impegno del Gruppo Hera per un’informazione trasparente sulla filiera del recupero”.

 

Tutti i dati inseriti nell’opuscolo sono anche disponibili sul sito web http://www.gruppohera.it/sulletraccedeirifiuti

 

 




Cordialmente,
Sabrina Bisceglia





 
]]>
Fognature e depurazione: ecco il nuovo Dossier Hera Tue, 15 Oct 2013 09:51:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/296209.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/296209.html Eikon SC Eikon SC
Il Gruppo Hera fa informazione e approfondimento su un tema di grande attualit e interesse, pubblicando online sul sito www.gruppohera.it/dossier il nuovo Dossier Hera. Un focus dettagliato su fognature e depurazione: servizi essenziali per la salute di tutte le persone.

Attraverso articoli, infografiche e interviste video, il Dossier spiega quali sono i numeri dell’emergenza sanitaria mondiale legata alla mancanza di acque pulite. Se non ci saranno progressi, infatti, nel 2015 ben 2,4 miliardi di persone, concentrate nei paesi pi poveri, non avranno servizi igienico-sanitari adeguati. Dal macro al micro, si passa alle gravi carenze italiane su investimenti e infrastrutture per la depurazione, che potrebbero costare care. Se l’Italia non si adeguer alle normative comunitarie, l’Ue potrebbe infatti emettere sanzioni pesantissime, pari a circa 700 milioni di euro all’anno a partire dal 2016.

Se da un lato in Italia le tariffe idriche sono tra le pi basse d’Europa, dall’altro il Bel Paese detiene un indice negativo in merito agli scarsi investimenti sulle reti idriche, fermo a un terzo di quanto invece investono gli altri paesi occidentali. Gran Bretagna e Stati Uniti, ad esempio, investono circa 80 euro procapite all’anno, mentre in Italia si fermi a 26 euro annui per abitante (dati Ocse). Per risolvere l’emergenza depurativa italiana, oggi si stima debbano essere investiti 65 miliardi di euro entro i prossimi 30 anni.

Grande attenzione poi dedicata all’Emilia-Romagna che, anche grazie al lavoro di Hera si conferma tra le regioni pi virtuose d’Italia. In particolare, si scoprir nel dettaglio il risanamento fognario di Rimini, eccezionale progetto che prevede lo stanziamento di 154 milioni di euro per dimezzare gi dal 2016 gli scarichi a mare, eliminandoli definitivamente entro il 2020. Il Gruppo Hera e il comune di Rimini, assieme a Amir e Romagna Acque, sono i protagonisti del pi grande intervento di risanamento fognario in Italia predisponendo interventi su 11 condotte di acque reflue.

Sul dossier c’ spazio anche per presentare i progetti di Hera che ogni anno destina ai servizi idrici 100milioni di euro per la gestione e il miglioramento degli otre 14 mila km di rete fognaria e quasi 900 impianti di trattamento dei reflui, gestiti in 227 comuni. Fra gli esempi pi importanti per quanto riguarda la fognatura e la depurazione si trova senz’altro il Polo regionale di telecontrollo di Forl capace di monitorare 24 ore su 24 tutte le reti e gli impianti del ciclo idrico (dunque anche depuratori e fognature), gas e teleriscaldamento, gestendo in contemporanea l’attivit del pronto intervento.

Diversi i contributi video con cui si arricchisce il Dossier: l’amministratore delegato del Gruppo Hera Maurizio Chiarini, parler della situazione dell’Italia e le multe dell’Ue, in qualit di vicepresidente di Federutility; mentre il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e il direttore generale Operations Roberto Barilli parleranno del risanamento fognario di Rimini. Infine, il direttore Acqua del Gruppo Hera Franco Fogacci parler degli impianti Hera e del territorio emiliano-romagnolo.

Tutti i numeri del Dossier sono sempre consultabili on line, sul sito della multiutility http://www.gruppohera.it/dossier.




]]>
In Buone Acque: il report che informa sull’acqua distribuita da Hera Wed, 18 Sep 2013 16:44:32 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/293145.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/293145.html Eikon SC Eikon SC 800x600

In Buone Acque: il report che informa sull’acqua distribuita da Hera

La qualità dell’acqua erogata nel 2012 è stata garantita da 620.521 controlli, pari a 1.700 al giorno. Il 99,6% delle analisi effettuate da Hera e Ausl attraverso i laboratori Arpa è risultato conforme alla legge.

 

Hera presenta la quinta edizione del report “In buone acque” in anteprima al Bologna Water Design, la kermesse ‘fuori-fiera’ del Cersaie dedicata al design dell’acqua, che si terrà dal 23 al 28 settembre. Nel 2012 le analisi effettuate su tutta la filiera di produzione dell’acqua potabile, che va dalle fonti alla distribuzione, sono state 620.521, pari a 1.700 al giorno. Il 99,6% dei controlli effettuati da Hera e Ausl attraverso i laboratori Arpa è risultato conforme alla legge.

 

L’Italia con i 188 litri di acqua in bottiglia bevuti procapite nel 2011 detiene il primato europeo quale nazione con il più alto consumo di acqua in bottiglia (l’80% delle quali sono di plastica con evidenti impatti in termini di rifiuti prodotti). L’obiettivo del report è quello di far conoscere tutte le attività svolte da Hera per garantire la qualità dell’acqua distribuita e promuovere un consumo più consapevole e sostenibile.

 

Il report ‘In buone acque’ è disponibile on line, sul canale del sito Hera dedicato all’acqua. Può essere consultato nei principali sportelli clienti del Gruppo Hera e viene distribuito nelle scuole che collaborano con la multiutility nei progetti di educazione ambientale. Sempre sul sito di Hera è ancora possibile leggere il Dossier sull’acqua, un approfondimento a 360 gradi che parla anche di investimenti, tariffe e modelli di gestione.

 

Per far conoscere ai cittadini la qualità e salubrità dell’acqua erogata dai 31.340 chilometri di rete acquedottistica, Hera ha stilato una ‘carta d’identità’ che, grazie a 328.168 analisi effettuate nel 2012 dai laboratori del Gruppo, è in grado di indicare al consumatore finale le caratteristiche dell’acqua distribuita. L’etichetta dell’acqua di rubinetto distribuita in ciascun comune è pubblicata sia sulle bollette spedite a casa degli utenti, sia sul sito internet aziendale. Nel report In buone acque sono pubblicati anche i risultati dei controlli effettuati dalle Aziende Usl che confermano l’ottima qualità dell’acqua di rubinetto.

 

L’AD di Hera Maurizio Chiarini: “Garantiamo qualità, trasparenza e convenienza”

“Il report in Buone Acque, insieme alle tante altre iniziative realizzate dal Gruppo per informare i cittadini, vuole mettere in evidenza l’attenzione riservata al servizio idrico �“ afferma Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato di Hera Spa �“ e gli importanti standard qualitativi raggiunti e garantiti ai nostri utenti. I risultati delle analisi che svolgiamo ogni giorno sull’acqua continuano a mantenersi eccellenti a riprova che l’acqua del rubinetto non ha nulla da invidiare alle acque oligominerali in bottiglia, bensì a loro discapito può vantare un valore aggiunto: l’economicità e la praticità oltre alla tutela dell’ambiente, garantendo risparmio alle famiglie, sicurezza e immediata disponibilità”.

 

Per leggere il report vai su http://www.gruppohera.it/gruppo/attivita_servizi/business_acqua/qualita/buone_acque/

 
]]>
Al via “La grande macchina del mondo”: Hera ritorna a scuola Fri, 06 Sep 2013 12:38:15 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/291700.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/291700.html Eikon SC Eikon SC Al via “La grande macchina del mondo”: Hera ritorna a scuola

33 i progetti su acqua, energia e ambiente tra i quali scegliere, per un totale di 7.000 ore formative e 2.500 classi coinvolte. A breve partiranno gli incontri informativi per gli insegnanti sui territori: a Bologna il 24 settembre.

 

 

Negli ultimi tre anni coinvolti oltre 150.000 studenti, 33 i percorsi formativi tra i quali scegliere

Con l’inizio del nuovo anno scolastico si rimette in moto “La grande macchina del mondo”: ritorna nelle scuole il progetto di educazione ambientale del Gruppo Hera, per le scuole di ogni ordine e grado sull’intero territorio servito, che solo negli ultimi 3 anni ha coinvolto oltre 150.000 studenti.

L’offerta educativa del Gruppo è composta da percorsi su acqua, energia e ambiente ed è interamente gratuita per le scuole, a conferma dell’impegno di Hera a sostegno dell’istruzione e del sistema scolastico locale sulle 6 province in cui opera.

 

Il progetto lo scorso anno ha coinvolto complessivamente 57.000 studenti, 2.500 classi, per 7.000 ore di formazione, numeri confermati anche per questa edizione, visto il riscontro positivo ottenuto. I dati di gradimento della passata edizione, raccolti con questionari compilati dagli insegnanti, mostrano un risultato più che positivo: la quasi totalità ne ha dato un giudizio buono o ottimo

 

In questa quarta edizione de “La grande macchina del mondo”, il programma di iniziative didattiche si è arricchito di due nuovi laboratori dedicati all’ambiente: “Carta da favola” e “Non incartiamoci”, avventure fantastiche per spiegare ai bambini l’importanza di risparmiare carta e fare una corretta raccolta differenziata.

 

Collegandosi al canale interamente dedicato al progetto educativo, www.gruppohera.it/scuole, dal 16 settembre al 31 ottobre, gli insegnanti potranno con pochi click prenotare l’adesione alle diverse proposte, che si terranno poi fra dicembre 2013 e maggio 2014.  Nei prossimi giorni si svolgeranno in ogni provincia appositi incontri con gli insegnanti per illustrare nel dettaglio i contenuti delle diverse offerte formative. A Bologna la data è il prossimo 24 settembre.

 

 “L’educazione ambientale, soprattutto rivolta a bambini e ragazzi, rappresenta per Hera un ambito di attività estremamente importante, in cui nel tempo sono state investite notevoli risorse economiche e umane”, spiega Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente del Gruppo Hera, “Questa scelta per noi è del tutto coerente con la mission di Hera, che opera quotidianamente per erogare servizi eccellenti, contribuendo al tempo stesso alla tutela del territorio. Per svolgere tale attività al meglio è però indispensabile anche la collaborazione attiva dei cittadini e dunque appare sempre più strategico investire sulla consapevolezza, soprattutto dei più giovani, verso tematiche quali, ad esempio, il riciclo, l’uso razionale dell’acqua, il risparmio energetico o l’utilizzo di energia rinnovabile”.

     
]]>
Città ripulite grazie alla app del Rifiutologo: 1.000 segnalazioni a Bologna e Modena in pochi mesi Wed, 04 Sep 2013 10:54:46 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/291386.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/291386.html Eikon SC Eikon SC 800x600

Citt ripulite grazie alla app del Rifiutologo:

1.000 segnalazioni a Bologna e Modena in pochi mesi

Il Rifiutologo la app per smartphone e tablet creata a supporto dei servizi igienici ambientali dotata anche di un database che contiene tutte le informazioni per differenziare i rifiuti correttamente

Basta un semplice click per combattere il degrado urbano. Da inizio anno sono quasi 1.000 le foto-segnalazioni postate dai cittadini di Bologna e Modena ai Servizi Ambientali di Hera, la multiutility emiliano-romagnola che, in collaborazione con Officine Digitali, ha realizzato il Rifiutologo, la prima app in Italia a supporto dei servizi di igiene ambientale. Un pronto intervento a portata di smartphone o tablet, sia Apple che Android, che responsabilizza il cittadino e abbatte i tempi di reazione da parte degli operatori ecologici.

A Bologna e Modena, le due citt in cui stata attivata sperimentalmente la app, sono 960 le segnalazioni pervenute a Hera. Tra le foto pi “gettonate” si registrano deiezioni di animali da compagnia, rifiuti ingombranti come divani o materassi abbandonati, bici abbandonate e richieste di pulizia della strada o cassonetti pieni.

Ma il Rifiutologo anche un ‘assistente multimediale’ per effettuare correttamente la raccolta differenziata. L’app, infatti stata creata nel 2011, proprio per insegnare ai cittadini la giusta collocazione dei rifiuti da recuperare. Digitando il nome di un oggetto l’app indica, in base al Comune di residenza fra quelli serviti dalla multiutility, il corretto conferimento. Ad agosto i download complessivi sono arrivati a quota 35.000.

Il dato forse pi significativo il trend dei termini di ricerca disponibili nella app. Voci che possono essere integrate dagli utilizzatori, i quali suggeriscono a Hera oggetti e materiali mancanti dall’elenco che, periodicamente, viene aggiornato. Inizialmente l’app era partita con 140 chiavi di ricerca, a inizio anno le voci totali erano gi salite a circa 1.000, e ad agosto i termini di ricerca disponibili sono saliti a 2.500.

Molto positivo anche l’andamento delle visite sul sito www.ilrifiutologo.it, in cui contenuta una versione online dell’applicativo. Le pagine viste da quando online, sono circa 40.000.

Per il futuro, Hera sta valutando alcuni aggiornamenti per il Rifiutologo. In primo luogo, l’estensione su altre citt servite, tra cui Imola. Inoltre, si sta pensando a un eventuale feedback sulle segnalazioni anti degrado. L’operatore che prende in consegna la segnalazione, infatti, potr a sua volta scattare una foto con il cassonetto pulito e trasmettere un riscontro tramite mail o sms, mandandolo al cittadino che aveva contattato Hera attraverso l’app, avvisandolo che la sua segnalazione andata a buon fine.

 
]]>
Il CdA Hera approva i risultati del primo semestre 2013 e delibera l'aumento di capitale Wed, 28 Aug 2013 16:03:47 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/290697.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/290697.html Eikon SC Eikon SC Il CdA Hera approva i risultati del primo semestre 2013 e delibera l'aumento di capitale

Il rendiconto al 30 giugno si chiude con valori in crescita in tutte le aree di attività, anche grazie all'effetto del consolidamento di Acegas Aps, avvenuto lo scorso 1 gennaio. L'aumento di capitale in opzione sarà funzionale all'ingresso di FSI nella compagine azionaria Hera

Highlight finanziari

  • Ricavi a 2.429,4 milioni (+5,7%)
  • Margine operativo lordo (MOL) a 445,3 milioni (+24,5%)
  • Utile netto adjusted 98,1 milioni (+22,2%)
  • Posizione finanziaria netta a 2.745,8 milioni

Highlight operativi

  • Ottimo prosieguo dell'integrazione operativa con Acegas Aps
  • Crescita sui mercati liberalizzati dell'energy, grazie all'espansione del mercato e ai miglioramenti di marginalità, che hanno più che compensato l'effetto del calo dei volumi venduti per la situazione congiunturale
  • Allargamento ulteriore delle quote di mercato sui rifiuti speciali, a riconferma della leadership nazionale nel settore ambiente del Gruppo
  • Buon contributo alla crescita dei servizi regolati grazie al recupero di efficienza e al progressivo allineamento delle tariffe alla piena copertura dei costi

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Hera ha approvato oggi all'unanimità i risultati economici consolidati al 30 giugno 2013. Ha inoltre deliberato, in attuazione alla delega assembleare del 15 ottobre 2012,l'aumento del capitale sociale per un importo massimo di nominali 80 milioni, funzionale all'ingresso di Fondo Strategico Italiano (FSI) nel capitale di Hera, come già comunicato al mercato.

Il rendiconto, rispetto al medesimo dell'anno precedente, include il contributo di Acegas Aps, aggregata all'interno del Gruppo Hera a decorrere dal primo gennaio 2013, il cui percorso di integrazione operativa (dopo la positiva conclusione dell'Opas e al conseguente delisting dello scorso 3 maggio) sta speditamente e positivamente procedendo, anche grazie al nuovo assetto organizzativo varato lo scorso maggio. I valori presentati mostrano significativi incrementi dovuti non solo al consolidamento della multiutility padovano-triestina, ma anche alla crescita organica messa a segno all'interno del perimetro Hera in tutte le aree di attività presidiate.

Il MOL dell'area ambiente, che include i servizi di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti, si attesta a 121,2 milioni, (+34,7% rispetto ai 90,0 milioni del 30/06/2012). La buona performance è da attribuirsi in primo luogo alla significativa ripresa dei volumi dei rifiuti speciali, in ragione sia del forte impegno commerciale che dell'allargamento della base impiantistica dovuta al consolidamento della società Energonut, acquisita a ottobre 2012 e assorbita in Herambiente a decorrere dallo scorso 01/07/2013.

L'area ciclo idrico, che comprende i servizi di acquedotto, depurazione e fognatura, registra un MOL di 102,4 milioni (+38,5% rispetto ai 74,0 milioni del 30/06/2012). I volumi venduti, complessivamente 382,7 milioni di mc, risultano in crescita grazie all'integrazione di Acegas Aps.

Il MOL dell'area gas, che comprende i servizi di distribuzione e vendita gas metano e GPL, teleriscaldamento e gestione calore, sale a 174,2 milioni (+17,2% rispetto ai 148,7 milioni del 30/06/2012). La positiva performance è avvenuta nonostante la contrazione dei volumi venduti soprattutto per attività di trading (-40,8%, legato ai minori volumi per il mercato termoelettrico e al progressivo allineamento fra i prezzi del PSV e quelli degli HUB nord europei sul mercato all'ingrosso), grazie alla buona tenuta della base clienti (oltre 1,2 milioni), alla crescita dei volumi distribuiti (grazie all'ingresso di Acegas Aps), ai maggiori margini di vendita e maggiori volumi per il servizio di teleriscaldamento.

L'area energia elettrica, che comprende i servizi di produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica, registra un MOL di 43,7 milioni (+23,9% rispetto ai 35,3 milioni del 30/06/2012). I volumi venduti, 4.701,8 Gw/h, risultano sostanzialmente stabili (-11,0 Gw/h rispetto al 30/06/2012), mentre quelli distribuiti, 1.443,9 Gw/h, risultano in aumento di 355,0 Gw/h rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Su tali dinamiche ha positivamente inciso l'ingresso nel Gruppo di Acegas Aps, che ha apportato 255,3 Gw/h di energia elettrica venduta e 383,0 Gw/h di energia elettrica distribuita.

Il Consiglio d'Amministrazione di Hera, in attuazione della delega conferita dall'Assemblea Straordinaria del 15 ottobre 2012 in data odierna ha, inoltre, deliberato di aumentare il capitale sociale, a pagamento e in via scindibile, per un importo massimo di nominali 80 milioni di euro mediante emissione di un numero massimo di 80.000.000 azioni ordinarie, del valore nominale 1,00 euro ciascuna, con godimento regolare e aventi rispettivamente le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, da offrirsi in opzione agli aventi diritto ai sensi dell'articolo 2441, commi 1, 2 e 3 del c.c. (Aumento di Capitale). L'aumento di capitale si inserisce nel piano di rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo nonché per sostenere gli esborsi finanziari, diretti ed indiretti, che potranno derivare dalla realizzazione dell'ulteriore sviluppo o da altre operazioni utili a consolidare il posizionamento strategico del Gruppo Hera e le relative prospettive reddituali.


"Al di là dei buoni risultati raggiunti nel semestre è senz'altro assai apprezzabile la fluidità e velocità con cui si sta realizzando il processo aggregativo di Acegas Aps, la cui integrazione sta già portando significativi benefici, destinati a riverberarsi anche sui successivi trimestri dell'anno” afferma Tomaso Tommasi di Vignano Presidente Hera. “Complessivamente il semestre ha confermato il buon andamento espresso nel primo trimestre, evidenziando come il Gruppo abbia saputo contrastare il quadro macroeconomico difficile attraverso l'allargamento dei mercati e la ricerca di maggiori efficienze. I risultati positivi hanno quindi sostenuto una politica stabile di dividendo anche quest'anno nonostante la perdurante negatività del quadro generale. Stiamo inoltre lavorando per preparare l'ingresso di FSI nel capitale Hera, concretizzando un'importante operazione di sistema nel mercato dei servizi pubblici locali, attraverso l'aumento di capitale deliberato oggi dal Cda".


"E' confermata la crescita equilibrata del Gruppo in tutte le aree di attività, anche al netto dell'aggregazione con AcegasAps”
spiega Maurizio Chiarini Amministratore Delegato Hera. “L'andamento della posizione finanziaria netta, in crescita rispetto a fine 2012 essenzialmente in ragione dell'assorbimento di AcegasAps, è coerente con quanto stimato in sede di valutazione preventiva dell'operazione e consente comunque al Gruppo di mantenere un rapporto fra debito e MOL fra i migliori del settore".

Il resoconto semestrale di gestione e la relativa documentazione sono a disposizione sul sito internet www.gruppohera.it


]]>
Hera online si rinnova: con 2 click tutti i servizi a disposizione Fri, 19 Jul 2013 14:48:13 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/287787.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/287787.html Eikon SC Eikon SC

 

Hera online si rinnova: con 2 click tutti i servizi a disposizione

Con quasi 900.000 accessi all’anno il portale web della multiutility cambia volto: semplicità, velocità di navigazione, costante controllo dei consumi le principali caratteristiche della rinnovata Area Riservata Hera On Line a disposizione dei clienti

 

 

2 soli click per accedere a qualunque servizio: stipulare contratti, modificare quelli esistenti, controllare la bolletta, effettuare l’autolettura, sottoscrivere un’offerta a mercato libero di gas e luce, ecc… Hera On  Line cambia volto e diventa più semplice da utilizzare, con un approccio diretto alle diverse aree che permette, appunto, in soli 2 passaggi, di raggiungere qualunque informazione cercata.

Migliorare la navigazione sul sito per i clienti è stato l’obiettivo che ha guidato Hera alla riprogettazione dello sportello web disponibile 24 ore su 24, raggiunto anche grazie al coinvolgimento dei clienti stessi, il cui contributo si è rivelato importante nell’individuare le criticità di utilizzo e l’efficacia del nuovo progetto. Il rinnovato servizio di Hera, attivo da pochi giorni, migliora sensibilmente l’usabilità e consente ai clienti di disporre liberamente di un’area riservata da cui gestire le forniture in autonomia e più facilmente, con una maggiore velocità di interazione, acquisizione dati e svolgimento delle pratiche.

 

Tra i principali interventi che hanno cambiato l’Area Riservata di Hera c’è la riduzione della profondità di navigazione del sito, ora a soli 2 livelli. Bastano perciò 2 click per trovare le informazioni ricercate, con risparmio di tempo e maggiore efficacia nell’uso del web.

Per facilitare l’orientamento all’interno del sito, sono stati inoltre riorganizzati i contenuti e semplificati i menù accorpando funzioni simili. Dalla home page si ha anche l’accesso diretto ai servizi maggiormente utilizzati ed è stata semplificata la compilazione di richieste che richiedono un processo con più livelli di interazione.

 

Il cliente Hera che oggi accede al servizio loggandosi o registrandosi, trova già in home page i propri consumi di acqua, luce e gas degli ultimi mesi. Un grafico interattivo consente di interrogare il portale sui consumi nei diversi periodi di riferimento per ogni contatore, facilitandone la lettura. Nella home page è sempre presente anche il riepilogo sintetico degli importi dell’ultima bolletta. Nel caso, inoltre, di sottoscrizione di un nuovo contratto o di subentro, il cliente può verificare lo stato della pratica e, interagendo col portale, seguirne il corso fino a conclusione, rimanendo così sempre informato.

 

 “Abbiamo riprogettato il portale Hera On Line tenendo conto innanzi tutto del punto di vista del cliente – spiega Cristian Fabbri, Amministratore delegato di Hera Comm –. Siamo infatti convinti che, oltre alle buone offerte, sia indispensabile la capacità di assistere la clientela in ogni momento, rendendo sempre più semplice e veloce il rapporto con l’Azienda.

 

 


   




]]>
Biodigestore anaerobico di Cà Baldacci in esercizio industriale Tue, 16 Jul 2013 16:40:42 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/287384.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/287384.html Eikon SC Eikon SC

Biodigestore anaerobico di C Baldacci in esercizio industriale

Terminata la fase di collaudo. L’impianto produce energia elettrica rinnovabile e compost utilizzando la frazione organica della raccolta differenziata

8.000 MWh all’anno di energia elettrica rinnovabile generata (pari al fabbisogno di circa 9.000 cittadini) e 8.000 tonnellate annue di compost biologico prodotto. Sono questi i numeri pi significativi del nuovo biodigestore anaerobico di C Baldacci di Rimini, entrato a pieno regime nei giorni scorsi al termine di una fase di avviamento durata circa 6 mesi e realizzato attuando un completo rinnovo all’impianto di compostaggio precedente, con un investimento pari a 10 milioni di euro.

Nel processo di compostaggio tradizionale (aerobico) la frazione organica viene degradata fino alla sua trasformazione in un prodotto stabilizzato e idoneo all’agricoltura, il tutto attraverso un consistente consumo di energia elettrica e alla dispersione in atmosfera sottoforma di calore dell’energia contenuta nelle molecole organiche. Nell’impianto di nuova realizzazione invece, grazie ad un processo di tipo anaerobico (in assenza di ossigeno), si raggiungono gli stessi risultati con il vantaggio per di recuperare l’energia contenuta nella sostanza organica.

L’impianto, all’avanguardia in Europa e uno dei pochi presenti in Italia, consente la massima valorizzazione della raccolta differenziata della frazione organica. Grazie a un processo di digestione anaerobica completamente a freddo (dunque in assenza di qualsiasi processo di combustione) il rifiuto organico produce biogas, che a sua volta genera energia elettrica rinnovabile e alla fine del processo trasformato in compost.

Il nuovo biodigestore di C Baldacci s’inserisce all’interno di un piano pi ampio, che sta vedendo il Gruppo Herambiente investire massicciamente per potenziare la filiera del recupero e della valorizzazione dei rifiuti. Tale piano prevede due linee di intervento: l’infrastrutturazione del territorio con altri impianti di biodigestione anaerobica del tutto simili a quello riminese e un impegno complessivo di circa 20 milioni, riguarda l’installazione, in ogni provincia presidiata, di impianti di selezione del secco a lettura ottica, che vanno ad integrare e potenziare esistenti piattaforme di selezione rifiuti.

L’obiettivo di tali interventi, inseriti anche nel Piano Industriale Hera al 2016, duplice: valorizzare al massimo l’impegno dei cittadini nella raccolta differenziata e confermare la Regione Emilia-Romagna fra le pi virtuose in Italia non solo per quanto riguarda le percentuali di raccolta differenziata ma anche per quanto attiene il materiale effettivamente avviato a recupero. E’ questo parametro infatti, pi che la percentuale di raccolta, il punto di riferimento verso cui sono orientati gli obiettivi europei. Su questo fronte, gi ora la percentuale della raccolta differenziata avviata a effettivo recupero da Hera supera il 93%, come calcolato nell’ambito del progetto di tracciabilit dei rifiuti effettuato dall’Azienda in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e certificato da un qualificato ente esterno, quale DNV Business Assurance.

Leggi la notizia

http://www.gruppohera.it/gruppo/com_media/news/pagina429.html





]]>
A Forlì la stazione ecologica arriva sotto casa ed è fai da te Fri, 12 Jul 2013 16:58:47 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/287066.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/287066.html Eikon SC Eikon SC


A Forl la stazione ecologica arriva sotto casa ed fai da te

Nuovo progetto di Hera per incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti: si chiama Ecoself ed un contenitore hi tech itinerante

A Forl la stazione ecologica arriva a domicilio e si pu usare self service. Da oggi, infatti, parte il nuovo servizio di Hera Ecoself: un contenitore itinerante che funziona come un fai da te, senza la presenza di personale addetto. I cittadini avranno cos un nuovo spazio in cui buttare tanti tipi di rifiuti, senza bisogno di recarsi ai centri di raccolta. Ecoself, infatti, pu ricevere dalla carta alla plastica, passando per i rifiuti urbani pericolosi, quelli elettronici e l’organico. Un modo per andare incontro alle esigenze dei residenti e dell’ambiente, visto che le stazioni ecologiche sono considerate l’opzione pi sostenibile e di minore impatto per la raccolta dei rifiuti urbani.

Il nuovo contenitore stato presentato questa stamattina nella citt romagnola alla presenza dell'assessore alla Qualit ambientale del Comune di Forl Alberto Bellini e dei dirigenti Hera.

Il contenitore itinerante fa parte di una sperimentazione innovativa della multiutility e a Forl andr a potenziare il servizio delle tradizionali stazioni ecologiche. In questo modo tutti i rifiuti verranno destinati al recupero, al riciclo o allo smaltimento controllato, aumentando ancora di pi la raccolta differenziata in citt, che viaggia gi intorno al 54% (dati 2012). Facilmente identificabile, Ecoself a disposizione dei cittadini di Forl dieci ore al giorno, dalle 7 alle 17, e sosta in alcune vie delle zone gi interessate dal servizio di raccolta rifiuti porta a porta, secondo un dettagliato calendario.

Si apre con la tessera sanitaria e l’utilizzo semplice: basta toccare il display, avvicinare la tessera al lettore ottico e seguire le istruzioni riportate a video. Questo permette la tracciabilit dei rifiuti, cio la possibilit di seguirli nel loro percorso dal cittadino all’impianto di recupero, assicurando cos il controllo totale della filiera.

Accumulatori al piombo (es. batterie auto), carta e cartone, contenitori contaminati e imballaggi etichettati T e/o F, olio alimentare (es. da cucina, da conferire in bottiglie di plastica), organico (scarti alimentari), pile e batterie per telefoni cellulari, plastica/lattine, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): solo piccoli elettrodomestici es. giocattoli elettrici ed elettronici, telefoni cellulari, apparecchi per informatica e telecomunicazioni in genere, lampade a basso consumo e neon.

Per ogni info: www.gruppohera.it




]]>
On line il nuovo Dossier di Hera su smart grid, mobilità elettrica e consigli per il risparmio Wed, 10 Jul 2013 09:33:19 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/286693.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/286693.html Eikon SC Eikon SC

Efficienza e risparmio energetico: la via alla sostenibilit

On line il nuovo Dossier di Hera www.gruppohera.it/dossier su smart grid, mobilit elettrica e consigli per il risparmio.

Nell’ultimo World Energy Outlook 2012 l’Agenzia Internazionale per l’Energia (Iea) ha stimato che, al 2035, lo sviluppo delle politiche di efficienza potrebbe ridurre i consumi energetici di quasi un quinto. E che in poco pi di 10 anni il taglio alle emissioni potrebbe essere di un terzo. Lo scenario non dunque dei migliori e l’efficienza energetica si conferma come una scelta chiave e, di fatto, obbligata. Ecco perch Hera ha scelto di parlarne nel nuovo Dossier, on line da oggi su www.gruppohera.it/dossier: se non si interviene, aumenteranno in modo sostanzioso consumi globali e inquinamento. E sul lungo periodo crescer anche la temperatura media mondiale, di almeno 3,6 gradi centigradi. Link diretto: www.gruppohera.it/gruppo/com_media/dossier_efficienzaenergetica.

Basta poco per fare molto: consigli per il risparmio energetico

Il 3% dell’energia consumata in Italia finisce nel bidone della spazzatura. Ridurre gli sprechi, anche quelli alimentari, spegnere gli stand by, utilizzare meno il condizionatore in estate: nel Dossier sull’efficienza energetica ampio spazio dedicato ai consigli per risparmiare energia. Per esempio, spegnare i led degli stand by degli elettrodomestici di casa un buon primo passo. Oppure, usare meno l’auto e fare la spesa con intelligenza per evitare sprechi, perch anche buttare cibo non consumato equivale a sprecare energia.

Efficienza energetica: l’impegno di Hera
La multiutility fra le pochissime realt italiane citate nel Rapporto 2013 dell’Iea, che illustra le migliori esperienze mondiali di risparmio energetico. Il Gruppo Hera, infatti, nel 2012 ha promosso oltre venti progetti di efficienza energetica che, nell’arco della loro vita, saranno in grado di generare un risparmio complessivo di oltre 150 mila tonnellate di petrolio equivalente (Tep), pari a 800 milioni di KWh. Pi o meno il consumo di 70 mila famiglie per 5 anni.

Mobilit elettrica e smart grid

Una smart grid una rete intelligente, in grado di prevenire e minimizzare gli impatti dei guasti, di gestire con flessibilit gli sbalzi di carico che derivano dall’immissione in rete dell’energia proveniente da fonti rinnovabili legate a condizioni meteo, come i pannelli fotovoltaici. Una rete in grado, in futuro, di dialogare con i clienti. E’ la sfida a cui Hera, come operatore del settore, sta cercando di rispondere in maniera adeguata, in particolare nei territori di Modena e Imola dove proprietaria delle reti elettriche.

Tutti i numeri del Dossier sono sempre consultabili on line sul sito della multiutility http://www.gruppohera.it/dossier


    



]]>