Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Corso NewMedia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Corso NewMedia Mon, 16 Sep 2019 04:17:01 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/21234/1 Le rose son rosse, l'ABC dei rosa Mon, 22 Feb 2016 12:32:06 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/383799.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/383799.html Corso NewMedia Corso NewMedia I segreti del giardiniere per avere rose rigogliose: quali sono le cure per le malattie più comuni?

 

La rosa è una pianta preziosa che viene coltivata fin dai tempi antichi, una ricerca così articolata è di solito stata riservata solamente alle piante alimentari. Sono decine i concorsi e le gare degli amanti di questa pianta che devono tuttavia tenere conto delle numerose malattie che possono colpirla.

 

Rose online bakker

 

FUNGHI

I funghi sono i nemici primari delle rose e difficili da distinguere e combattere, specie per le rose in vaso. Il terreno, nei vasi, si compatta maggiormente, e rischia di creare un livello di umidità tale da diventare vettore di crescita funginea. Anche il sottovaso con ristagno d’acqua può risultare un fattore di rischio.

Fra i più diffusi ricordiamo l’oidio mal bianco della rosa, genera macchie sulle foglie che diventano poi muffe bianche, la ticchiolatura macchia nera, che si manifesta appunto con macchie nere e poi con defogliazione, ricordiamo infine la Peronospora che macchia la parte superiore della foglia ingrigisce quella inferiore.

 

BATTERI

Si manifestano sopra il colletto con crescite abnormi e ingrossamenti; nella parte aerea della pianta si formano delle macchie scure di tessuti morti che si disgregano.

 

INSETTI

Il maggior problema è costituito dagli afidi; invece di combatterli chimicamente è sempre meglio provare con dei predatori: le comuni coccinelle, i Ditteri Sirfidi (insetti molto simili alle api) e altri ancora. Un altro metodo è quello di piantare affianco uno spicchio di aglio che allontana questo sgradevole e nocivo insetto. In alternativa si può preparare periodicamente un macerato di aglio e cipolla.

Un altro parassita noto è la cicalina della rosa, riconoscibile per il suo aspetto biancastro. Decolora le foglie pungendole lungo la nervatura centrale, in seguito si formano delle macchie bianco-giallastre.

 

Rose online bakker

 

QUATTRO REGOLE PER RIDURRE IL RISCHIO DI MALATTIE

Normalmente, una volta contaminate le piante vanno curate chimicamente, ma è sempre bene fare un po’ di prevenzione.

 

In primo luogo, bisogna stare bene attenti al drenaggio del terreno e a non innaffiare eccessivamente. Durante la primavera basta una volta a settimana, in estate una volta ogni tre giorni a meno che non vi siano giornate eccessivamente torride, in inverno quasi si può lasciare che si idrati l’umidità dell’aria.

 

Poi è importante una buona concimatura a base di stallatico all’inizio del periodo vegetativo; fra maggio e luglio con fertilizzanti chimici; infine fra ottobre e novembre con fertilizzanti naturali.

 

Una buona potatura a fine fioritura è fondamentale per ottenere una pianta rigogliosa.

 

 

Infine, la rosa deve essere messa in una posizione molto soleggiata.

]]>
ROSA, ROSAE, ROSARUM, ROSIS – Come prendersi cura delle rose Mon, 22 Feb 2016 12:14:09 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383796.html http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383796.html Corso NewMedia Corso NewMedia La rosa è un fiore molto elegante che esiste da più di 100 anni e per questo motivo è denominata “Regina dei fiori”. Esistono moltissime specie di rose che, si differenziano per qualità come ad esempio rose rampicanti, da taglio, rose da siepe, rose ad alberello, rose profumate e per colore: rosse, gialle, bianche, rosa.

 

Ma come prendersi cura delle rose? Si tratta di un fiore che ha bisogno di mille attenzioni.

La coltivazione delle rose non è difficile e non richiede molto impegno, basta seguire alcuni semplici accorgimenti.

 

 

Nel momento in cui acquistiamo una pianta di rosa da trapiantare nel nostro giardino, dobbiamo innanzitutto togliere le rose dal contenitore di vendita, controllare ed eliminare le eventuali radici deboli o danneggiate, dopodiché si potrà procedere con il piantarla. Questa operazione si può fare in ottobre oppure in gennaio-febbraio. Dopo aver trapiantato le rose, dobbiamo innaffiarle.

Le rose non vanno concimate spesso, basterà farlo ogni due anni circa durante il periodo primaverile.

Per quanto riguarda la potatura è necessario togliere i rami secchi o danneggiati così da contenere lo sviluppo della pianta. Si può fare solamente un'aggiustamento (cimatura) che viene effettuato per regolare la forma e rendere la pianta armoniosa e regolare.

]]>
Le rose da scegliere per il nostro giardino Mon, 22 Feb 2016 12:11:08 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383795.html http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383795.html Corso NewMedia Corso NewMedia Nel mondo esistono mille tipologie di rose e potremmo avere qualche incertezza su quale rosa scegliere per il nostro giardino.

Intanto per cominciare dobbiamo pensare a dove vogliamo posizionare il fiore e poi da lì scegliere la rosa giusta che soddisfi i nostri gusti.

Se optiamo per una rosa rampicante, quindi una rosa da parete o per coprire una qualche struttura, quale per esempio un gazebo, abbiamo quattro categorie tra cui scegliere:

  • Rose Climber

  • Rose Rambler

  • Rose Noisette

  • Rose inglesi rampicanti

rosa rampicante

Sono rose che possono raggiungere i 3 metri e se in condizioni ottimali anche di più, si caratterizzano per una fioritura molto lunga o ripetuta. Vanno annaffiate una o due volte alla settimana facendo attenzione a non bagnare per le foglie per evitare funghi e muffe.

Se invece preferiamo creare un aiuola o coltivare la rosa in un vaso abbiamo una scelta molto più ampia, che spazia dai colori più accessi a quelli più tenui.

rosa

 

Questi tipi di rose sono adatte per essere piantate in gruppo e bisogna di tanto in tanto potarle in modo che rifioriscano di continuo.

Se siete pigri o non avete tempo per andare in una serra, potrete trovare su Bakker.it rose online di ottima qualità!

]]>
Cura delle rose SOS Mon, 22 Feb 2016 12:07:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383793.html http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383793.html Corso NewMedia Corso NewMedia cura delle rose

Le rose sono tra le piante ornamentali più diffuse e amate nel mondo. Simbolo dell’amore e del romanticismo, grazie alla loro bellezza e profumo sono considerate le “regine dei fiori”.

In natura ne troviamo di ogni colore e forma, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza; le rose però, come ogni donna, ha bisogno di cure e alcune semplici accortezze:

 

 

·        Scegliere un vaso alto e largo almeno 50 cm

·         Ricordatevi di annaffiarle almeno 2-3 volte a settimana d’inverno e 3-4 d’estate quando non c’è il sole

·         Non piantate le rose dove fino a poco prima ne crescevano altre

·         Esponetele in zone con luce diretta del sole

·         Ricordatevi di potarle ad inizio anno per agevolare la crescita di rami nuovi

·         Sono molto sensibili a parassiti e malattie quindi affidatevi a dei buoni insetticidi per la prevenzione delle rose

Se non sapete quale tipo di rosa scegliere, visitate bakker-it.com/rose e lasciatevi stupire da quante varietà potete trovare!

]]>
Coltivare le rose: un'impresa spinosa Mon, 22 Feb 2016 11:47:33 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383791.html http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383791.html Corso NewMedia Corso NewMedia La rosa è, senza dubbio, uno dei più famigerati fiori al mondo: protagonista di innumerevoli poesie, romanzi, film e chissà quant’altre opere ancora. Tuttavia, coltivare e curare questa pianta è un’impresa assai... spinosa. Senza gioco di parole.

Iniziamo dal principio; senza avere una rosa non si va da nessuna parte. Dove acquistarne qualcuna allora? Dal proprio fioraio di fiducia - va bene - ma tuttavia potrebbe non avere la specie che a voi interessa. Problema invece risolto grazie al web, dove è possibile acquistare qualunque rosa di qualsiasi tipo

Rose acquistate? Procediamo! 

La rosa può essere piantata su diversi tipi di terreno, ma bisognerà prestare attenzione al periodo in cui si fa ciò: il periodo corretto infatti oscilla da ottobre a metà maggio; ricordatevi inoltre di piantare questi fiori in una zona areata e ben soleggiata!

Rose piantate, ed ora? 

La prossima fase sarà quella del prendersi cura delle nostre piante; cominciamo con lo specificare che questi fiori vanno annaffiati una o due volte alla settimana e può essere necessario concimarle una tantum, specialmente dopo che la rosa è fiorita. Fate attenzione alla gramigna ed ai selvatici che crescono: dovrete rimuovere accuratamente questi elementi fastidiosi avendo cura di non danneggiare la vostra pianta. Nel caso una malattia dovesse colpire questi fiori, utilizzate dei prodotti specifici.

Ultimo, ma per questo non meno importante, ricordatevi che anche potare le rose è fondamentale: ciò garantisce la corretta rifioritura ed il benessere della pianta stessa.

Se le vostre rose giungessero al termine della loro vita, potrete sempre farle essiccare, trasformandole in composizioni artistiche particolari.. Ma se invece preferireste che esse vivessero in eterno, lasciatevi ispirare da questo divino fiore e dedicatele una poesia, un libro... tutto ciò che le rose vi fanno immaginare.

]]>
Come ci si prende cura delle rose? Mon, 22 Feb 2016 11:47:04 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383790.html http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383790.html Corso NewMedia Corso NewMedia È quasi primavera, ed è giunta ora di pensare al giardino. Le rose non possono mancare, essendo loro tra i fiori più belli. Le rose online Bakker sono perfette per ogni tipologia di giardino, da quelli grandi a quelli più modesti. C'è da dire che pur essendo fiori delicati, le rose non richiedono molta manutenzione. È consigliabile però seguire queste poche e importanti regole.

 

  1. Annaffiare e distribuire il concime. L'acqua non deve andare sul fogliame ma direttamente sulla terra. Consigliato di concimare dopo ogni fioritura con concimi ricchi di azoto.

  2. Eliminare i fiori selvatici e le rose appassite.

  3. Trattare le rose per prevenire le malattie:

    - contro l'oidio trattare con un fungicida ogni nove giorni;

    - contro la ticchiolatura trattare con un fungicida ogni nove giorni;

    - contro la ruggine trattare con un fungicida ogni nove giorni;

    - contro gli afidi trattare con un insetticida sistemico per due volte con un intervallo di cinque giorni;

  4. Preparare le rose per l'inverno. In autunno si deve creare una collinetta di terra per coprire la parte inferiore della pianta, la parte che soffre di più il freddo.

 

 

]]>
Metodi per essiccare un bouquet di rose Mon, 22 Feb 2016 11:38:05 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383788.html http://zend.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/383788.html Corso NewMedia Corso NewMedia  E’ passato da poco S.Valentino e quasi sicuramente un bel mazzo di fiori è entrato nelle vostre case, magari un bel bouquet di passionevoli rose rosse che vi hanno fatto innamorare, per questo sarebbe piacevole mantenerle nel tempo come simbolo di un piacevole ricordo. Come fare? E’ necessario fare ricorso all’essicazione.

Ecco vari metodi su come fare in pochi e brevi passaggi:

1: Con lo spago

Separiamo per grandezza le rose del mazzo, eliminando le foglie in eccesso. Tagliamo il gambo se è troppo lungo e leghiamole a gruppi di tre, usando lo spago. Appendiamole capovolte in un luogo asciutto, ventilato e buio, per qualche settimana finché non diventano secche.

2: Con la sabbia o con detersivo in polvere

La sabbia deve essere lavata almeno un paio di volte per poter eliminare tutta la salsedine che contiene. Dopo averla fatta asciugare perfettamente, la poniamo all'interno di una scatola di latta facendo uno strato di circa 5 centimetri. Inseriamo poi  le rose che verranno poi ricoperte con altra sabbia. Con lo stesso processo si può usare in alternativa alla sabbia il detersivo in polvere.

Una volta essiccate può essere una buona idea utilizzare della lacca per capelli per renderle più lucide e meno fragili, oppure si consiglia di incartarla una a una con la carta velina.

 

Se siete curiosi di provare questa simpatico metodo di decorazione ma non in questo momento non possedete un bel bouquet di rose fresche vi consigliamo di cliccare su questo link per trovare ottime rose fresche senza spendere troppo!

    rose rosse essiccate

]]>