Comunicati.net - Comunicati pubblicati - maria rita intrieri Comunicati.net - Comunicati pubblicati - maria rita intrieri Mon, 19 Aug 2019 14:40:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/235/1 15 maggio p.v.: presentazione WeTourist, FRASCATI (Rm) Sun, 13 May 2012 10:40:12 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/220799.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/220799.html maria rita intrieri maria rita intrieri weTourist

La persona al centro dell'esperienza turistica

 

15 maggio,  ore 9:30 - 13:00

Auditorium delle Scuderie Aldobrandini

Piazza Guglielmo Marconi, 6

Frascati, Roma

 

- comunicato stampa -

 

Il 15 Maggio a partire dalle 9:30, CREALAB, ErgonixArt e l'Università di Roma Tor Vergata (Dip. Ingegneria Elettronica - gruppo reti e Dip. di Scienze e Tecnologie della formazione - ISIM_garage), con la collaborazione del Comune di Frascati, presenteranno l'infrastruttura weTourist e la rete di cooperazione associata, a un anno dall'avvio del progetto co-finanziato dal Programma Operativo FERS Lazio 2007-2013.

Il progetto weTourist ha come obiettivo la realizzazione di un'infrastruttura tecnologica unica nel suo genere pensata per sostenere esperienze turistiche centrate sulla persona e sul contesto in cui essa è immersa.

L'infrastruttura accompagnerà il turista in tutte le fasi dell'esperienza di viaggio - preparazione, visita, racconto/ricordo - sia attraverso la fruizione di servizi e strumenti 'community and location based' che attraverso la messa a disposizione di spazi personali (tutti aperti all'interazione con i servizi offerti dal web 2.0) che, infine, attraverso l'interazione con spazi fisici aumentati da reti di rilevatori e tag.

Per questo l'infrastruttura, modulare e flessibile,  prevede l'integrazione di un ambiente virtuale web/mobile con ambienti fisici aumentati, ed è, altresì, pronta ad ospitare applicazioni e servizi delle aziende facenti parte della rete di collaborazione di weTourist.

Modularità e flessibilità sono caratteristiche che consentono a weTourist di proporsi anche quale ambiente di riferimento per le comunità locali e i singoli cittadini che vogliano vivere in maniera più consapevole il proprio territorio, il proprio paese, la propria città che, nel frattempo stanno divenendo sempre più “smart” e “apprendono” a raccontarsi.

 

In occasione del progetto weTourist, Frascati si apre ancor di più all'innovazione e diventa laboratorio in cui realizzare uno studio di caso, che in breve, potrebbe trasformarlo in un vero e proprio "smart village", ove le tecnologie si integreranno con la quotidianità per sostenere il cittadino e il turista in una multiforme e consapevole esperienza del territorio.

 

Dopo la presentazione a cura dei componenti del consorzio weTourist di componenti prototipali dell'infrastruttura sopra descritta, interverranno le aziende che hanno inteso aderire alla rete di cooperazione per proporre l'integrazione di propri prodotti e servizi - Guida Monaci, D2W, Green energy Plus & Trend solution, BROSS, IPTSAT - come pure rappresentanti delle attività produttive e culturali locali interessati a sostenere lo sviluppo ed essere parte del progetto.

 

Oltre al saluto inaugurale dell'Assessore alle Attività culturali del Comune di Frascati, Giampaolo Senzacqua, del Consigliere Provinciale Paolo Posa e del Prof. Aurelio Simone, Direttore della Scuola IaD dell'Università di Roma Tor Vergata (centro di eccellenza per la formazione a distanza nel turismo), nel corso della giornata interverranno, a testimoniare il loro interesse e sostegno verso l'iniziativa, anche Officina dell'Innovazione nella persona del  Direttore Arianna Tibuzzi e Roma Ricerche nella persona del Direttore Lino Fiorentino.


Version:1.0 StartHTML:0000000195 EndHTML:0000016375 StartFragment:0000003498 EndFragment:0000016339 SourceURL:file:///Macintosh%20HD/Users/mri/Desktop/CONVEGNO%20UNITOV/WT/CS-WeTourist.doc

- scheda riassuntiva -

 

Oggetto:        presentazione del progetto "weTourist - La persona al centro dell'esperienza turistica”

 

Organizzazione:

                        • CREALAB

                        • Ergonixart

                        • Dip. Ingegneria Elettronica - gruppo reti

                           e

                           Dip. Scienze e Tecnologie della formazione - ISIM_garage

                           Universita' di Roma Tor Vergata

 

con il cofinanziamento del

                        • Programma Operativo FERS Lazio 2007-2013

 

con la collaborazione di

                        • Comune di Frascati

 

Intervengono i membri della rete di cooperazione weTourist :

                        • Guida Monaci,

                        • D2W

                        • Green energy Plus & Trend solution

                        • BROSS

e inoltre

                        • Officine dell'innovazione

                        • Roma Ricerche

 

Luogo:            Auditorium delle Scuderie Aldobrandini

                        Piazza Guglielmo Marconi, 6

                        Frascati, Roma

                        15 maggio,  ore 9:30 - 13:00

 

Per maggiori informazioni:

                        http://www.wetourist.it/

 

Prima del "light lunch", concluderà la giornata la sessione demo.

Nuova grafica e nuove funzionalità! Crea subito Gratis la tua nuova Casella di Posta Katamail]]>
Incontro con IaN+: 22 gennaio ore 11.30, Roma Tue, 19 Jan 2010 19:41:08 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/103464.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/103464.html maria rita intrieri maria rita intrieri Lecture dello studio di architettura

IaN+

22 Gennaio 2010, h 11.30
Aula Magna-Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”
p.zza Borghese 9 �“ Roma


- COMUNICATO STAMPA -

Venerdì 22 Gennaio p.v., alle ore 11.30 presso l'Aula Magna della prima Facoltà di Architettura "L. Quaroni" dell'Università La Sap ienza di Roma a piazza Borghese 9, si terrà un incontro con lo studio di architettura IaN+.

IaN+ si costituisce nel 1997 a Roma e si struttura attorno ad un nucleo di tre persone con formazioni ed esperienze professionali diverse: Arch. Carmelo Baglivo (30.11.‘64), Arch. Luca Galofaro (19.03.’65), per la progettazione architettonica e la teoria, Ing. Stefania Manna (06.07.’69) per gli aspetti di ingegneria.
Partecipano a numerosi concorsi di progettazione nazionali ed internazionali ottenendo premi e menzioni. Nel 2006 ottengono la Medaglia d’oro dell’architettura Italiana per l’ope ra prima alla Triennale di Milano, con un edificio per la ricerca scientifica all’interno della Stazione Idrobiologica per l’Universit� � degli Studi di Roma "Tor Vergata", partecipano alla Biennale di Architettura di Londra, e alla mostra Talking Cities in Germania. Nel 2005 invitati al concorso internazionale per la nuova sede della casa farmaceutica Angelici a Roma, vincono il secondo premio; ottengono il terzo posto al concorso ad inviti per il recupero del Teatro Romano di Spoleto e hanno partecipato alla mostra “Avenirs de Villes/Future for City” . Nel 2004 vincono il concorso internazionale per il Tittot Glass Museum di Taipei a Taiwan-ROC; ottengono il secondo posto nel concorso internazionale Nuove Idee per le Banchine della Daugava a Riga-Lettonia; il terzo posto nel concorso internazionale Tallinn Module in Estonia.
In Italia si aggiudicano il secondo posto al concorso nazionale per realizzare una piazza bandito dal Comune di Roma (1997); il primo premio al concorso nazionale per le strutture temporanee di riqualificazione dei parchi dell’E.U.R. a Roma (2002); vincono il concorso nazionale ad inviti organizzato dal DARC per un padiglione espositivo all’interno del Salone del Restauro a Ferrara (2002); vincono il concorso per un parcheggio di scambio a Roma (2001); vincono il concorso nazionale ad inviti la “Casa del Futuro” organi zzato dall’ ANCE (2004).
Ottengono menzioni d’onore al concorso internazionale per residenze sperimentali “La casa di Goethe” a Tokyo (1999) e al concor so internazionale per la sede della Fondazione Mies van der Rohe a Barcellona (1998).
Vengono ammessi alla seconda fase del concorso internazionale per il Centro Congressi di Darmstadt (2001) con lo studio Arup GmbH, Dusseldorf e sono invitati al concorso per la nuova sede della Banca Centrale Europea a Francoforte (2003).
Nel 2003 sono invitati alla consultazione internazionale di pianificazione territoriale strategica hiperCatalunya, promossa dal Governo Catalano dove presentano una proposta dal titolo Sportcity, che indaga le relazioni tra lo sport come fenomeno di strutturazione di sviluppo territoriale.
Attualmente sono impegnati nella progettazione di un intervento di recupero urbano per il Comune di Roma comprendente una piazza, un parco e due edifici per servizi di quartiere a Falcognana, di un parcheggio di scambio a Roma, della struttura di accoglienza e degli spazi di collegamento per il nuovo “Ospedale del Mare” di Napoli e d i un parcheggio multipiano interrato a Verona, alla progettazione dei Punti Parco ai Giardini dell’Eur e ad una piscina e centro sportivo a Rom a.
I loro progetti sono stati selezionati per mostre in Italia ed all’estero: hanno preso parte alla mostra di architettura speriment ale ArchiLab 2000, ArchiLab 2001 ed ArchiLab 2002, (2a, 3a e 4a Mostra e Conferenza Internazionale di Architettura ad Orléans, Francia), alla 2 a Biennale di Valencia 2003, sezione micro-UTOPIAS; sono stati invitati ad Architopia. Biennal Utopia, mostra internazionale di architettura a Cascais in Portogallo e alla Biennale di Architettura di Venezia 2000 e 2004; hanno partecipato alla Biennale dei Giovani Artisti a Roma nel 1999 e alla prima Biennale di Architettura di Pechino nel 2004. IaN+ _ Modelli di Architettura1997-2005 , è la prima mostra personale a Roma ospitata dalla Fondazione Adriano Olivetti.
Due loro progetti, “La casa di Goethe” e “La fondaz ione Mies van der Rohe” sono nella collezione permanente del FRAC Centre (Fonds R� �gional d’Art Contemporain, Orléans - Francia) che raccoglie progetti sperimentali di architettura dagli anni sessanta ad oggi, collezione esposta in mostre itineranti organizzate dal FRAC in varie città del mondo.
Unitamente all’attività di produzione progettuale prendono par te al dibattito sull’architettura d’avanguardia attraverso pubbli cazioni, seminari e conferenze. Progetti e articoli sono stati pubblicati su diverse riviste italiane e straniere e sui cataloghi relativi alle varie mostre e concorsi. Hanno tenuto conferenze a Lisbona, Seoul, Philadelphia, Barcellona, Chicago, Darmstadt, Londra, Parigi, Zurigo, Graz, Milano, Firenze, Pescara e Roma; nel 2000 partecipano al 10° Simposio Internazionale dell’Arte Elettronica a Parigi (ISEA 2000) e nel 2001 sono invitati a tenere un seminario presso la UIC di Chicago e la Lowe Lecture alla Bartlett School of Architecture di Londra.
Hanno svolto attività didattica all'interno di workshops e corsi di progettazione presso l'Istituto Europeo di Design, il Politecnico di Milano, la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapi enza", la Facoltà di Architettura di Roma Tre e presso la UIC Chicago University of Illinois. Nel 2004 hanno tenuto un seminario presso la Korean National University of Arts, Department of Architecture di Seoul. Nel 2005 tengono un corso all’Università della Pensilva nya (USA) di Philadelphia, nel 2006 sono visiting professor alla Cornell University (Rome Program)
Una loro raccolta di testi e lavori è pubblicata nel libro Cinque Studi, Editrice Librerie Dedalo, Roma 2000; nel 2004 escono due monografie sul gruppo dal titolo IaN+ interferenze con il reale per Edilstampa, Microinfrastructure per Damdi Publisher Seoul ed un saggio sull’architettura del Mediterraneo dal titolo Odissea Digitale per la testo&immagine.

 

Oggetto
lecture di architettura contemporanea


Relatore
studio IaN+
www.ianplus.it


Luogo
Aula Magna- Facoltà di Architettura
“Ludovico Quaroni”
piazza Borghese 9-Roma


Mezzi pubblici
metro A: fermata Spagna
bus: 628, 87, 81, 70, 926


Orario
11.30-14.00
ingresso libero

Data
venerdì 22 Gennaio, ore 11.30


Info:
arch. Maria Rita Intrieri
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com

 

 

 



Nuova grafica e nuove funzionalità! Crea subito Gratis la tua nuova Casella di Posta Katamail]]>
Incontro STUDIO 2A+P/A: Roma, 18 dic. 09 Tue, 08 Dec 2009 14:28:37 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/100702.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/100702.html maria rita intrieri maria rita intrieri
2A+P/A è uno studio di architettura con base a Roma. È stato fond ato da Gianfranco Bombaci e Matteo Costanzo, dopo dieci anni di esperienza iniziati nel 1998. Lo studio si occupa di architettura, urbanistica, e paes aggio, sviluppando progetti per edifici pubblici, abitazioni e spazi urbani . Svolge attività di ricerca attraverso mostre e pubblicazioni. I due partner hanno partecipato a concorsi di progettazione internazionali, ricev endo premi e menzioni, e a diverse conferenze e workshop. I loro testi e pr ogetti sono stati pubblicati in libri e riviste internazionali. Alcuni prog etti, come gli orti urbani di Corviale, la rotonda stradale di Torino, il g iardino di Calaf in Spagna e il giardino temporaneo per l'ultima Notte Bian ca di Roma, hanno dato un risalto internazionale al loro lavoro che li ha p ortati ad essere invitati al XXIII Congresso Mondiale UIA a Torino, al Fest arch Festival Internazionale di Architettura a Cagliari, e all'11a Biennale di Architettura di Venezia, Out There: Architecture Beyond Building.


Per maggiori info:
arch. Maria Rita Intrieri
e-mail: mri@katamail.com
cell.: 3334889177




Nuova grafica e nuove funzionalità! Crea subito Gratis la tua nuova Casella di Posta Katamail]]>
Convegno LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO, Roma 24-26 sett. 09 Sat, 05 Sep 2009 13:49:45 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/87474.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/87474.html maria rita intrieri maria rita intrieri

IL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL’ARCHITETTURA

RESTAURO E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

 

annuncia il

 

Convegno

 

LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO

 

dal 24 al 26 Settembre 2009

Aula Magna Facoltà di Architettura “Valle Giulia”- Università Sapienza

Via Antonio Gramsci 53, Roma

 

– COMUNICATO STAMPA –

Dal 24 al 26 Settembre p.v. presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura “Valle Giulia”-Università Sapienza di Roma si svolgerà il convegno LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO. Sull’opera di Luigi Moretti (1907-1973) sono stati, negli ultimi decenni e anche recentemente, pubblicati numerosi saggi critici, studi monografici e articoli su riviste specializzate, segno della convergente attenzione da parte di storici e studiosi italiani e stranieri. Alcuni edifici da lui costruiti a Roma e all’Estero – in particolare la Casa delle Armi al Foro Italico, la Palazzina “Girasole” a Viale Bruno Buozzi a Roma, il complesso del Watergate a Washington – sono ormai considerati capolavori dell’architettura del Novecento. Recenti studi, proposti anche da dottorandi di varie Università italiane, ne hanno indagato l’opera teorica e urbanistica. L’Archivio Centrale dello Stato di Roma sta completando una catalogazione dei documenti donati dallo Studio Moretti, sul quale si è concentrato il lavoro di molti storici.

Malgrado, però, il generalizzato riconoscimento sulla qualità dell’architettura di Luigi Moretti, non è stata ancora fatta una valutazione convincente e circostanziata sul ruolo complessivo da lui  svolto nell’architettura italiana e internazionale, anche in rapporto alle diverse condizioni storiche, politiche e culturali in cui l’architetto romano ha operato prima e dopo il secondo conflitto mondiale.

Sembra ormai maturo il momento per affrontare il problema Moretti da questo punto di vista, e si ritiene che un convegno che ponga al centro del dibattito proprio questa questione, possa essere quanto mai utile per giungere ad una prima valutazione sintetica dell’opera completa di questo architetto, apportando anche una correzione alle impostazioni storiografiche che fin qui la hanno trascurata o trattata in modo parziale, relegandola a marginale seppur qualificato commento di un contesto generale trainato da altre valenze.

La personalità di Luigi Moretti sarà perciò indagata in tutte le sue sfaccettature, dal periodo formativo nella scuola romana alla sua maturità.

Il convegno sarà articolato in tre giornate a cui interverranno i principali studiosi italiani e stranieri dell’opera morettiana.

 


Oggetto                                            Convegno

LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO

 

Organizzazione                            Dipartimento di Storia dell’Architettura

                                                Restauro e Conservazione dei beni architettonici (DSARC)

                                                Università Sapienza di Roma

 

Con la collaborazione di                -Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni” e “Valle Giulia”, Università Sapienza di Roma

                                                -Ordine degli Architetti di Roma e Provincia

 

Con il patrocinio di                      -Archivio Centrale di Stato

-Regione Lazio

-Comuni di Roma, Milano, Sperlonga, Fiuggi, Santa Marinella

                                                -American Academy in Rome

 

Luogo                                       Aula Magna Facoltà di Architettura “Valle Giulia”

                                                Via Antonio Gramsci, 53

                                                Roma

                       

Mezzi pubblici                            metro A: fermata Flaminio

Bus e tram: 926, 3, 19

 

Orari                                       giovedì e venerdì 9.30-19.30; sabato 9.30-13.00

ingresso libero

 

Durata                                     dal 24 al 26 Settembre 2009

 

Programma                              giovedì 24 settembre

Ore 9.30-13.00

Luigi Moretti nella cultura architettonica italiana e internazionale

(intervengono: Corrado Bozzoni, Lucio Valerio Barbera, Benedetto Todaro, Aldo Ricci, Amedeo Schiattarella, Paolo Portoghesi, Alessandra Muntoni, Luciana Finelli, Carlo Severati, Sandro Benedetti, Claudia Conforti, Marzia Marandola, Tommaso Magnifico)

                                                Ore 15.30-19.30

                                                Il linguaggio di Moretti e la ricerca figurativa

(intervengono: Marcello Fagiolo, Luisa Montevecchi, Daniela Fonti, Giorgio Ciucci, Stefano Catucci, Carmen Guerrero, Maria Rita Intrieri, Roberto Dulio, Giovanni Duranti, Marco Rinaldi, Stefania Tuzi, Daniela Salvi, Eleonora Carrano, Salvatore La Cavera, Valentina Ricciuti)

                                    venerdì 25 settembre

ore 9.30-13.00

Luigi Moretti nel Primo Novecento

(intervengono: Giorgio Muratore, Renato Nicolini, Antonella Greco, Roberta Lucente, Marco Giunta, Alessandra Nizzi, Antonino Gurgone, Anna Giannetti, Luca Creti, Sabrina Di Girolamo, Piero Spagnesi)

                                                Ore 15.30-19.30

                                                Luigi Moretti nel Secondo Novecento

(intervengono: Francesco Paolo Fiore, Gianfranco Spagnesi, Aldo Castellano, Federico Bucci, Maria Vittoria Capitanucci, Vincenzo Fontana, Salvatore Santuccio, Annalisa Viati, Pietro Samperi, Gemma Belli, Patrizia Montuori, Giorgio Zacutti, Giancarlo Palmerio, Simona Salvo, Tancredi Carunchio, Alessandra Cerroti)

                                                sabato 26 settembre

                                    ore 9.30

Presentazione del libro LUIGI MORETTI di Cecilia Rostagni, Electa 2008  (intervengono: Franco Purini, Marco Mulazzani e Paolo Fancelli)

Ore 15.30

Visita guidata ad alcune opere romane di Moretti

 

Informazioni                           Maria Rita Intrieri (segreteria convegno)

cell.: 3334889177

e-mail: mri@katamail.com

]]>
Convegno LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO, Roma 24-26 Sett. 09 Sat, 05 Sep 2009 13:47:28 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/varie/87473.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/varie/87473.html maria rita intrieri maria rita intrieri

IL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL’ARCHITETTURA

RESTAURO E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

 

annuncia il

 

Convegno

 

LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO

 

dal 24 al 26 Settembre 2009

Aula Magna Facoltà di Architettura “Valle Giulia”- Università Sapienza

Via Antonio Gramsci 53, Roma

 

– COMUNICATO STAMPA –

Dal 24 al 26 Settembre p.v. presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura “Valle Giulia”-Università Sapienza di Roma si svolgerà il convegno LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO. Sull’opera di Luigi Moretti (1907-1973) sono stati, negli ultimi decenni e anche recentemente, pubblicati numerosi saggi critici, studi monografici e articoli su riviste specializzate, segno della convergente attenzione da parte di storici e studiosi italiani e stranieri. Alcuni edifici da lui costruiti a Roma e all’Estero – in particolare la Casa delle Armi al Foro Italico, la Palazzina “Girasole” a Viale Bruno Buozzi a Roma, il complesso del Watergate a Washington – sono ormai considerati capolavori dell’architettura del Novecento. Recenti studi, proposti anche da dottorandi di varie Università italiane, ne hanno indagato l’opera teorica e urbanistica. L’Archivio Centrale dello Stato di Roma sta completando una catalogazione dei documenti donati dallo Studio Moretti, sul quale si è concentrato il lavoro di molti storici.

Malgrado, però, il generalizzato riconoscimento sulla qualità dell’architettura di Luigi Moretti, non è stata ancora fatta una valutazione convincente e circostanziata sul ruolo complessivo da lui  svolto nell’architettura italiana e internazionale, anche in rapporto alle diverse condizioni storiche, politiche e culturali in cui l’architetto romano ha operato prima e dopo il secondo conflitto mondiale.

Sembra ormai maturo il momento per affrontare il problema Moretti da questo punto di vista, e si ritiene che un convegno che ponga al centro del dibattito proprio questa questione, possa essere quanto mai utile per giungere ad una prima valutazione sintetica dell’opera completa di questo architetto, apportando anche una correzione alle impostazioni storiografiche che fin qui la hanno trascurata o trattata in modo parziale, relegandola a marginale seppur qualificato commento di un contesto generale trainato da altre valenze.

La personalità di Luigi Moretti sarà perciò indagata in tutte le sue sfaccettature, dal periodo formativo nella scuola romana alla sua maturità.

Il convegno sarà articolato in tre giornate a cui interverranno i principali studiosi italiani e stranieri dell’opera morettiana.

 


Oggetto                                            Convegno

LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO

 

Organizzazione                            Dipartimento di Storia dell’Architettura

                                                Restauro e Conservazione dei beni architettonici (DSARC)

                                                Università Sapienza di Roma

 

Con la collaborazione di                -Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni” e “Valle Giulia”, Università Sapienza di Roma

                                                -Ordine degli Architetti di Roma e Provincia

 

Con il patrocinio di                      -Archivio Centrale di Stato

-Regione Lazio

-Comuni di Roma, Milano, Sperlonga, Fiuggi, Santa Marinella

                                                -American Academy in Rome

 

Luogo                                       Aula Magna Facoltà di Architettura “Valle Giulia”

                                                Via Antonio Gramsci, 53

                                                Roma

                       

Mezzi pubblici                            metro A: fermata Flaminio

Bus e tram: 926, 3, 19

 

Orari                                       giovedì e venerdì 9.30-19.30; sabato 9.30-13.00

ingresso libero

 

Durata                                     dal 24 al 26 Settembre 2009

 

Programma                              giovedì 24 settembre

Ore 9.30-13.00

Luigi Moretti nella cultura architettonica italiana e internazionale

(intervengono: Corrado Bozzoni, Lucio Valerio Barbera, Benedetto Todaro, Aldo Ricci, Amedeo Schiattarella, Paolo Portoghesi, Alessandra Muntoni, Luciana Finelli, Carlo Severati, Sandro Benedetti, Claudia Conforti, Marzia Marandola, Tommaso Magnifico)

                                                Ore 15.30-19.30

                                                Il linguaggio di Moretti e la ricerca figurativa

(intervengono: Marcello Fagiolo, Luisa Montevecchi, Daniela Fonti, Giorgio Ciucci, Stefano Catucci, Carmen Guerrero, Maria Rita Intrieri, Roberto Dulio, Giovanni Duranti, Marco Rinaldi, Stefania Tuzi, Daniela Salvi, Eleonora Carrano, Salvatore La Cavera, Valentina Ricciuti)

                                    venerdì 25 settembre

ore 9.30-13.00

Luigi Moretti nel Primo Novecento

(intervengono: Giorgio Muratore, Renato Nicolini, Antonella Greco, Roberta Lucente, Marco Giunta, Alessandra Nizzi, Antonino Gurgone, Anna Giannetti, Luca Creti, Sabrina Di Girolamo, Piero Spagnesi)

                                                Ore 15.30-19.30

                                                Luigi Moretti nel Secondo Novecento

(intervengono: Francesco Paolo Fiore, Gianfranco Spagnesi, Aldo Castellano, Federico Bucci, Maria Vittoria Capitanucci, Vincenzo Fontana, Salvatore Santuccio, Annalisa Viati, Pietro Samperi, Gemma Belli, Patrizia Montuori, Giorgio Zacutti, Giancarlo Palmerio, Simona Salvo, Tancredi Carunchio, Alessandra Cerroti)

                                                sabato 26 settembre

                                    ore 9.30

Presentazione del libro LUIGI MORETTI di Cecilia Rostagni, Electa 2008  (intervengono: Franco Purini, Marco Mulazzani e Paolo Fancelli)

Ore 15.30

Visita guidata ad alcune opere romane di Moretti

 

Informazioni                           Maria Rita Intrieri (segreteria convegno)

cell.: 3334889177

e-mail: mri@katamail.com

 

]]>
Convegno LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO Sat, 05 Sep 2009 13:44:35 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/varie/87472.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/varie/87472.html maria rita intrieri maria rita intrieri IL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL’ARCHITETTURA
RESTAURO E CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI
SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
 
annuncia il
 
Convegno
 
LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO
 
dal 24 al 26 Settembre 2009
Aula Magna Facoltà di Architettura “Valle Giulia”- Università Sapienza
Via Antonio Gramsci 53, Roma
 
– COMUNICATO STAMPA –
Dal 24 al 26 Settembre p.v.presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura “Valle Giulia”-Università Sapienza di Roma si svolgerà il convegno LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO. Sull’opera di Luigi Moretti (1907-1973) sono stati, negli ultimi decenni e anche recentemente, pubblicati numerosi saggi critici, studi monografici e articoli su riviste specializzate, segno della convergente attenzione da parte di storici e studiosi italiani e stranieri. Alcuni edifici da lui costruiti a Roma e all’Estero – in particolare la Casa delle Armi al Foro Italico, la Palazzina “Girasole” a Viale Bruno Buozzi a Roma, il complesso del Watergate a Washington – sono ormai considerati capolavori dell’architettura del Novecento. Recenti studi, proposti anche da dottorandi di varie Università italiane, ne hanno indagato l’opera teorica e urbanistica. L’Archivio Centrale dello Stato di Roma sta completando una catalogazione dei documenti donati dallo Studio Moretti, sul quale si è concentrato il lavoro di molti storici.
Malgrado, però, il generalizzato riconoscimento sulla qualità dell’architettura di Luigi Moretti, non è stata ancora fatta una valutazione convincente e circostanziata sul ruolo complessivo da lui svolto nell’architettura italiana e internazionale, anche in rapporto alle diverse condizioni storiche, politiche e culturali in cui l’architetto romano ha operato prima e dopo il secondo conflitto mondiale.
Sembra ormai maturo il momento per affrontare il problema Moretti da questo punto di vista, e si ritiene che un convegno che ponga al centro del dibattito proprio questa questione, possa essere quanto mai utile per giungere ad una prima valutazione sintetica dell’opera completa di questo architetto, apportando anche una correzione alle impostazioni storiografiche che fin qui la hanno trascurata o trattata in modo parziale, relegandola a marginale seppur qualificato commento di un contesto generale trainato da altre valenze.
La personalità di Luigi Moretti sarà perciò indagata in tutte le sue sfaccettature, dal periodo formativo nella scuola romana alla sua maturità.
Il convegno sarà articolato in tre giornate a cui interverranno i principali studiosi italiani e stranieri dell’opera morettiana.
 

Oggetto                                           
Convegno
LUIGI MORETTI ARCHITETTO DEL NOVECENTO
 
Organizzazione                           
Dipartimento di Storia dell’Architettura
Restauro e Conservazione dei beni architettonici (DSARC)
Università Sapienza di Roma
 
Con la collaborazione di               
-Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni” e “Valle Giulia”, Università Sapienza di Roma
-Ordine degli Architetti di Roma e Provincia
 
Con il patrocinio di                     
-Archivio Centrale di Stato
-Regione Lazio
-Comuni di Roma, Milano, Sperlonga, Fiuggi, Santa Marinella
-American Academy in Rome
 
Luogo                                      
Aula Magna Facoltà di Architettura “Valle Giulia”
Via Antonio Gramsci, 53
Roma
                       
Mezzi pubblici                           
metro A: fermata Flaminio
Bus e tram: 926, 3, 19
 
Orari                                      
giovedì e venerdì 9.30-19.30; sabato 9.30-13.00
ingresso libero
 
Durata                                    
dal 24 al 26 Settembre 2009
 
Programma                             
giovedì 24 settembre
Ore 9.30-13.00
Luigi Moretti nella cultura architettonica italiana e internazionale
(intervengono: Corrado Bozzoni, Lucio Valerio Barbera, Benedetto Todaro, Aldo Ricci, Amedeo Schiattarella, Paolo Portoghesi, Alessandra Muntoni, Luciana Finelli, Carlo Severati, Sandro Benedetti, Claudia Conforti, Marzia Marandola, Tommaso Magnifico)
Ore 15.30-19.30
Il linguaggio di Moretti e la ricerca figurativa
(intervengono: Marcello Fagiolo, Luisa Montevecchi, Daniela Fonti, Giorgio Ciucci, Stefano Catucci, Carmen Guerrero, Maria Rita Intrieri, Roberto Dulio, Giovanni Duranti, Marco Rinaldi, Stefania Tuzi, Daniela Salvi, Eleonora Carrano, Salvatore La Cavera, Valentina Ricciuti)
venerdì 25 settembre
ore 9.30-13.00
Luigi Moretti nel Primo Novecento
(intervengono: Giorgio Muratore, Renato Nicolini, Antonella Greco, Roberta Lucente, Marco Giunta, Alessandra Nizzi, Antonino Gurgone, Anna Giannetti, Luca Creti, Sabrina Di Girolamo, Piero Spagnesi)
Ore 15.30-19.30
Luigi Moretti nel Secondo Novecento
(intervengono: Francesco Paolo Fiore, Gianfranco Spagnesi, Aldo Castellano, Federico Bucci, Maria Vittoria Capitanucci, Vincenzo Fontana, Salvatore Santuccio, Annalisa Viati, Pietro Samperi, Gemma Belli, Patrizia Montuori, Giorgio Zacutti, Giancarlo Palmerio, Simona Salvo, Tancredi Carunchio, Alessandra Cerroti)
sabato 26 settembre
ore 9.30
Presentazione del libro LUIGI MORETTI di Cecilia Rostagni, Electa 2008 (intervengono: Franco Purini, Marco Mulazzani e Paolo Fancelli)
Ore 15.30
Visita guidata ad alcune opere romane di Moretti
 
Informazioni                          
Maria Rita Intrieri (segreteria convegno)
cell.: 3334889177
]]>
2 Febbraio p.v. mostra-convegno ORIZZONTI. AUTISMO, ARTE ed ETICA, Ciampino (Roma) Sun, 20 Jan 2008 17:10:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/50352.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/50352.html maria rita intrieri maria rita intrieri presenta la
mostra convegno

ORIZZONTI
Autismo, arte ed etica
2 Febbraio 2008
Sala Convegni - Municipio di Ciampino
Via del Lavoro, 59 - Ciampino (Roma)

- COMUNICATO STAMPA -
Sabato 2 Febbraio p.v. dalle ore 9.00 alle 13.00 avrà luogo presso la Sala Conferenze del Municipio di Ciampino, la mostra convegno Orizzonti. Un’occasione questa per sensibilizzare l’opinione pubblica non solo all’autismo - sindrome di cui è affetto l’autore delle opere in mostra, Simone Ruta - ma più in generale all’handicap, e - allargando ancora di più gli “ORIZZONTI” - alla diversità che pure per altri versi sembra ormai essere una condizione imprescindibile della contemporaneità: diversità culturali, etniche, sociali, religiose sono all’ordine del giorno. Ognuna di queste desta diffidenza, emarginazione, pregiudizio nell’ “altro”, figuriamoci quando la diversità è dettata da uno stato patologico. Eppure qualcuno ha scritto che “Il prezzo della normalità, dell’essere una persona normale, è il non essere un genio. La persona normale sa instaurare delle relazioni con gli altri, ama stare tra la gente e non è molto creativa. […] Il prezzo del genio è una carenza nelle rela!
zioni sociali”. Ad affermarlo è stato Temple Grandon, autistico “eccellente”, citato da Michael Fitzgerald nel suo memorabile libro Autismo e creatività (2004). Quello che contraddistingue la nostra epoca, e cioè la comunicazione, è assente o “difettosa” - almeno nella sua forma canonica ovvero quella verbale e corporea - nei malati di autismo i quali però sorprendentemente - anche se non in tutti i casi -
riescono a sviluppare capacità espressive alternative al confine tra l’arte e la scienza. Sempre Fitzgerald ci informa di illustri autistici del passato: il filosofo Ludwig Wittgenstein, lo scrittore Lewis Carrol, Donna Williams scrittrice ed artista eclettica e poi di alcune diagnosi postume nei confronti nientemeno che di Michelangelo, Andy Warhol, il matematico britannico Richard Borcherds, vincitore nel 1998 della medaglia Field, considerata il Nobel della matematica e perfino Bill Gates che sembra sia in possesso di alcune caratteristiche comparabili a quelle degli autistici. Ma quello che più preme sottolineare è il patrimonio umano che tali soggetti sono in grado di sviluppare ed offrire agli altri. Film celebri come Rain man - ispirato alla vita di Kim Peek, in grado di risolvere operazioni matematiche complesse in pochi secondi - o ancor più Forrest Gump ci hanno mostrato come l’handicap spesso vada oltre, per farsi strumento di trasformazione umana e sociale. Il Fo!
rrest di Zemeckis riesce ad operare un mutamento in chi lo vuole guardare e in chi lo vuole ascoltare.
Riuniti intorno a un tavolo allora vedremo esponenti di istituzioni pubbliche a vario titolo - politici, insegnanti, psicologi, medici - coinvolti nell’intento comune di cercare di individuare e segnalare strategie di sostegno e collaborazione affinché questa condizione di disabilità si tramuti in una nuova opportunità per tutti.
Le opere in mostra sono state realizzate con la supervisione dell’insegnante di sostegno Maria Giuliano, che illustrerà durante il convegno le modalità di esecuzione dei lavori selezionati, oggetto, tra l’altro, di un catalogo che nell’occasione sarà distribuito gratuitamente alla stampa e a tutti i visitatori interessati. La pubblicazione si avvale dei contributi critici di Maria Giuliano, Carlo Magnelli Silvestre, Alessandro D’Ercole e Maria Teresa Sarno.



Oggetto
mostra e convegno

Titolo
Orizzonti. Autismo, arte ed etica

Autore opere in mostra
Simone Ruta


Relatori del convegno
Alessandro D’Ercole (direttore artistico dell’associazione culturale Massenzio Arte); Lucia Zeppetella e Fortunata Folino (psicologhe de Il Filo dalla Torre); Andrea Antonelli (ideatore ed allenatore del Progetto Basket); Maria Giuliano (insegnante e assistente nel lavoro realizzato da Simone Ruta); Giuseppe Fedele (presidente di Etica e Autismo, associazione di famiglie con soggetti autistici); Nicola Pintus (ideatore e presidente del Progetto Filippide); Sandro Stramaccioni (dirigente scolastico dell’I.T.C.G. “Michele Amari” di Ciampino)

e inoltre i rappresentanti di alcune Istituzioni di riferimento: Enzo Foschi (Regione Lazio); Tiziana Biolghini (Provincia di Roma); Adriano Palozzi (Sindaco di Marino); Mauro Testa (Assessore alla Cultura, Sport, Pubblica Istruzione, Politiche Giovanili e Multiculturalità del Comune di Ciampino); Claudio D’Anna (Direttore Sanitario Rm H distretto H3)


Organizzazione a cura di
Associazione Culturale Massenzio Arte
www.massenzioarte.it
e-mail: massenzioarte@yahoo.it, f.ruta2@libero.it
tel.: 3202654506-3289232342

Luogo
Sala Convegni Comune di Ciampino
Via del Lavoro, 59
Ciampino (Roma)

Mezzi pubblici
-treni partenza Roma Termini destinazione
Albano, Frascati, Velletri, Frosinone, Cassino, Napoli
(fermata intermedia: Ciampino): la sede del convegno si trova a 100 m dalla stazione ferroviaria
oppure
-autobus linea Cotral da fermata Anagnina della Metro A con destinazione diretta

Data
2 Febbraio 2008, ore 9.00-13.00

Catalogo
disponibile in sede

Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com

________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
Annunciati i Vincitori dell'XI Premio Internazionale Massenzio Arte Fri, 23 Nov 2007 23:20:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/47745.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/47745.html maria rita intrieri maria rita intrieri annuncia

I VINCITORI
della XI Edizione
Premio Internazionale Massenzio Arte

Luca GIANNINI-Giovanni LIBERATORE-Mariarosaria STIGLIANO

in mostra sino al 30 Novembre 2007
ISA-Istituto Superiore Antincendi
via del Commercio, 13 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -
Si è conclusa l’ultima fase dei lavori dell’edizione in corso del Premio Massenzio Arte: la giuria, composta da Guido Strazza, Ennio Calabria, Maurizio Chelucci, Massimo Locci, Gianluca Murasecchi, Alessandro D’Ercole, Arianna Mercanti, Maria Teresa Sarno, Carlo Magnelli e Florindo Ruta, ha decretato i tre vincitori fra i venti selezionati in mostra sino al prossimo 30 Novembre. Si tratta di Luca Giannini, Giovanni Liberatore e Mariarosaria Stigliano.

Luca Giannini nasce a Bologna nel 1972. Dopo essersi laureato in ingegneria ambientale ed essersi occupato di ecologia, intraprende un percorso di ricerca personale della propria identità, volto al recupero della propria componente istintiva e comunicativa naturale. Trasferitosi a Roma nel 2001, si forma artisticamente presso la libera Accademia RUFA, dove frequenta il corso di pittura del maestro Tullio de Franco ed il corso di tecniche dell’incisione di Maria Pina Bentivenga. Dal 2004 al 2005 risiede nella Sicilia orientale, avvicinandosi agli artisti del gruppo di Scicli ed approfondendo il valore della luce e della materia. Affascinato dal dialogo tra materia e simbolo, studia le opere di Burri, Fontana, Manzoni, Kounellis, e, più recenti, di Kiefer, Sarnari, Pignatelli, Velasco e della nuova Scuola Romana, tra cui Pizzi Cannella, Nunzio e Ceccobelli. Impronta il proprio percorso umano ed artistico sul recupero del valore segnico della realtà e sulla ricerca dell’equilib!
rio, focalizzandosi sul rapporto tra uomo ed ambiente, tra corporeità e spiritualità, tra terreno e celeste. Ha preso parte a premi nazionali ed esposizioni collettive in spazi pubblici e privati. Le sue opere sono presenti in collezioni private a Roma, Milano e Bologna. Vive ed opera a Roma.
Giovanni Liberatore nasce a Roma nel 1969, dove vive e lavora. Si dedica alla ricerca artistica usando la tecnica fotografica dal 2004, grazie anche all'incontro con il fotografo Luis Boccuti. La sua ricerca si concentra sulle seguenti tematiche: l’evocatività pittorica e poetica delle immagini; l’ambiguità antropomorfa; l'estetica della material. Recentemente ha affiancato alla produzione fotografica la produzione pittorica (olio e pastello) e l’attività calligrafica (cinese e araba).
Mariarosaria Stigliano è nata a Taranto nel 1973. Ha conseguito il Diploma di Pittura e ha approfondito la ricerca tecnica sulla stampa xilografica. Ha vinto diversi premi tra cui quello del Concorso Nazionale di Arti Figurative “Segni di Pace” e il “Premio San Matteo” organizzato dal Ministero delle Finanze. Intensa l’attività espositiva tra cui vanno ricordate le partecipazioni alla “Primaverile d’Arte Romana Argam”. Vive e lavora a Roma.

Quest’anno la giuria ha deciso inoltre di conferire un premio speciale alla carriera a Lydia Predominato, artista nota da tempo ed originale esponente della cosiddetta fiber art.
Predominato ha iniziato la sua attività espositiva in Italia ed all'estero nel 1976. Dal 1982 insegna Tecniche del tessuto presso l'Accademia d'Alta Moda Koefia di Roma. Dal 1983 è titolare della Cattedra di tessitura presso la Scuola delle Arti Ornamentali del Comune di Roma e collabora con il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma come esperta del tessuto dal 1987. È membro del Consiglio Scientifico dell'Associazione Arti Tessili di Udine e fa parte dell'European Textile Network. Esordisce nella fiber art nel 1976 nella Biennale di Gubbio curata da Enrico Crispolti. Ha partecipato alle maggiori manifestazioni nazionali e internazionali quali Biennale di Losanna, Triennale Internazionale di Kyoto, Triennale Internazionale di Lodz, Simposio Internazionale di Graz, Triennale di Strasburgo, Biennale di Szombathely, Miniartextil di Como Biennale di Chieri, Offloom a Roma di cui è stata anche curatrice artistica, ecc. La fiber art (mal tradotta in italiano con arte tessi!
le) rappresenta un campo relativamente nuovo dell'espressione artistica. Nata negli anni Cinquanta a seguito dell'espressionismo americano, si afferma dapprima negli USA, poi in Giappone e quindi in Europa. Essa fa riferimento alla fibra e alla tecnica dell'intreccio eseguito con i materiali più disparati e in tutte le sue accezioni per arrivare infine all'espressione libera da qualsiasi collegamento al far
e tessile tradizionale.



Oggetto
mostra arte contemporanea


Autori
Cristina Cerminara (tecnica mista), Stefano Cioffi (tecnica mista), Alberto Di Cesare (fotografia), Walter Festuccia (acrilico su carta), Cristiano Gabrielli (tecnica mista), Luca Giannini (tecnica mista su juta), Heide Khatschaturian (tecnica mista), Nicola Kiwitt (tecnica mista), Giovanni Liberatore (fotografia), Cornelia Marin (acrilico su tela), Adamo Modesto (tecnica mista), Francesca Mollicone (pittura), Akira Okamoto (scultura), Patrizia Pecorella (pittura), Monica Pennazzi (tecnica mista su legno e juta), Lydia Predominato (video), Marcia Ribeiro (pittura su carta), Iun Yug Seo (installazione), Mariarosaria Stigliano (grafite su carta), Emily Verla Bovino (tecnica mista)


Organizzazione a cura di
Associazione Culturale Massenzio Arte
www.massenzioarte.it
e-mail: massenzioarte@yahoo.it, f.ruta2@libero.it
tel.: 3394998840-3289232342


Luogo
ISA-Istituto Superiore Antincendi
via del Commercio 13
Roma


Mezzi pubblici
metro B: fermata Piramide +
bus 23 o 271 o 769 (su via Ostiense)


Orari
tutti i giorni (no festivi), 17.00-20.00
ingresso libero


Durata
sino al 30 Novembre 2007



Catalogo
disponibile in sede


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com



________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
XI ed. PREMIO MASSENZIO ARTE: 15-30 Novembre, Roma Thu, 08 Nov 2007 22:49:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/46780.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/46780.html maria rita intrieri maria rita intrieri presenta la mostra degli artisti selezionati per la

XI EDIZIONE
PREMIO INTERNAZIONALE MASSENZIO ARTE

dal 15 al 30 Novembre 2007
ISA-Istituto Superiore Antincendi
via del Commercio, 13 - Roma


- COMUNICATO STAMPA -

Giovedì 15 Novembre p.v. alle ore 17.00 verrà inaugurata presso la sede dell’ISA-Istituto Superiore Antincendi a Roma, la mostra dei finalisti della XI edizione del Premio Internazionale Massenzio Arte. Venti sono gli autori prescelti dalla giuria che nel corso della durata dell’evento lavorerà ad un’ulteriore selezione che decreterà i tre vincitori del Premio. Gli autori concorrenti si esprimono nei linguaggi più vari della contemporaneità: dalla fotografia al video, dalla tecnica mista all’installazione.
Il Premio Massenzio Arte anima ormai da undici anni l’autunno culturale romano proponendo un panorama artistico di ampio respiro sia per la varietà delle proposte, che per la provenienza internazionale dei partecipanti. Il Premio è promosso dall’omonima Associazione Culturale al cui nome sono legate da tempo molte manifestazioni capitoline di arte varia. Scopo principale di questo premio è quello di offrire visibilità a chiunque sia impegnato nella ricerca artistica, segnalandolo all’attenzione degli operatori del settore ed offrendo adeguati spazi espositivi e risonanza di critica e di pubblico a livello nazionale ed internazionale. La partecipazione, regolata da un bando a cadenza annuale, può avvenire con opere di pittura, scultura, grafica, fotografia, installazioni, murales, video, web arte, etc., senza alcun limite di età o cittadinanza. La prima fase dei lavori dell’edizione in corso si è conclusa lo scorso Giugno e ha visto impegnati in veste di giurati nomi importan!
ti del mondo dell’arte come Guido Strazza, Ennio Calabria, Massimo Locci, Gianluca Murasecchi, Alessandro D’Ercole, Arianna Mercanti, Maria Teresa Sarno, Carlo Magnelli e Florindo Ruta. L‘edizione di quest’anno vede inoltre coinvolti a livello organizzativo l’Ufficio Politiche Culturali dell’XI Municipio di Roma e l’azienda Fiammeri Carta. La sede espositiva è stata invece cortesemente messa a disposizione
dall’Istituto Superiore dei Vigili del Fuoco, proprietario del pregevole complesso riportato a nuova vita da una sapiente ristrutturazione, nell’area Ostiense ed esempio tra i più significativi della città di architettura industriale di inizio Novecento.
Le opere dei venti artisti selezionati sono raccolte in un catalogo che verrà diffuso in gallerie e a persone o enti che operano nel settore; in occasione della mostra sarà distribuito gratuitamente alla stampa e a tutti i visitatori interessati.


Oggetto
mostra arte contemporanea


Autori
Cristina Cerminara (tecnica mista), Stefano Cioffi (tecnica mista), Alberto Di Cesare (fotografia), Walter Festuccia (acrilico su carta), Cristiano Gabrielli (tecnica mista), Luca Giannini (tecnica mista su juta), Heide Khatschaturian (tecnica mista), Nicola Kiwitt (tecnica mista), Giovanni Liberatore (fotografia), Cornelia Marin (acrilico su tela), Adamo Modesto (tecnica mista), Francesca Mollicone (pittura), Akira Okamoto (scultura), Patrizia Pecorella (pittura), Monica Pennazzi (tecnica mista su legno e juta), Lydia Predominato (video), Marcia Ribeiro (pittura su carta), Iun Yug Seo (installazione), Maria Rosaria Stigliano (grafite su carta), Emily Veria Bovino (tecnica mista)


Organizzazione a cura di
Associazione Culturale Massenzio Arte
www.massenzioarte.it
e-mail: massenzioarte@yahoo.it, f.ruta2@libero.it
tel.: 3394998840-3289232342


Luogo
ISA-Istituto Superiore Antincendi
via del Commercio 13
Roma


Mezzi pubblici
metro B: fermata Piramide +
bus 23 o 271 o 769 (su via Ostiense)


Orari
tutti i giorni (no festivi), 17.00-20.00
ingresso libero


Durata
dal 15 al 30 Novembre 2007


Inaugurazione
giovedì 15 Novembre, ore 17.00


Catalogo
disponibile in sede


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com



________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
comunicato mostra XI PREMIO MASSENZIO ARTE Thu, 08 Nov 2007 17:48:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/46769.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/46769.html maria rita intrieri maria rita intrieri
La mostra è promossa dall'Associazione culturale "Massenzio Arte".


Per ulteriori informazioni e/o immagini:

Ufficio Stampa Interno1, Roma
e-mail: mri@katamail.com
tel. 3334889177

________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
Bellucci, Locchi e Melani: mostra al Mitreo, Roma 17-31 Marzo 07 Sun, 04 Mar 2007 19:30:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/35666.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/35666.html maria rita intrieri maria rita intrieri presenta
presenta la mostra dei vincitori
IX edizione
Premio Massenzio Arte

GIANLUIGI BELLUCCI
ROBERTO LOCCHI
MONICA MELANI
dal 17 al 31 Marzo 2007
Galleria Il Mitreo
via Marino Mazzacurati 61/63 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -
Sabato 17 Marzo p.v. alle ore 18.00 verrà inaugurata presso Il Mitreo-Arte Contemporanea a Roma la mostra dei vincitori della IX edizione del premio Massenzio Arte ovvero Gianluigi Bellucci, Roberto Locchi e Monica Melani. Tre giovani artisti con alle spalle già un nutrito passato espositivo. Ciò che sembra accomunare i percorsi creativi di questi autori è - pur nella modernità del segno e della composizione - la volontà di coniugare tecniche “antiche” - come l’incisione, la puntasecca, l’acquerello, l’acquaforte o sue varianti come l’acquantinta - ed espressività contemporanea tracciando tre linee di ricerca ben distinte e centrate su altrettanti concetti base, vere e proprie parole d’ordine per comprendere la produzione di questi autori: astrazione - Bellucci -, metamorfosi - Locchi - e il ruolo attivo, dinamico che il colore-luce - Melani - ricopre nel “processo di sublimazione della materia, veicolo dello Spirito e del Suo Manifestarsi.” (cfr. M. Melani, Tecniche e Stili!
in www.monicamelani.org) Se nel solco formativo della Melani è rintracciabile l’eco degli “insegnamenti”/stimoli goethiani e poi ancor più steineriani, in quello di Bellucci e Locchi è evidente la duplice radice espressionista, astratta per il primo e “deformemente” figurativa per il secondo. Così ne ha scritto il critico Livio Garbuglia in occasione della premiazione:

Gianluigi Bellucci è protagonista della ricerca instancabile di nuove immagini che rompe attraverso il recupero di riferimenti sensibili e di livelli di memoria il carattere univoco e radicale dell'astrazione astratto-dinastica. […] La presenza-immagine diviene occasione di una messa a fuoco tecnica che è anche investimento interpretativo, lettura e traduzione del mondo nella meravigliata simulazione del linguaggio. […]

L'artista [Roberto Locchi, n.d.r.] punta su un mutamento interno alla immagine, che si traduce in metamorfici trapassi di segni e significati. […] Siamo, come si vede, in presenza di un'arte comunque di impegno, alimentata dal disagio dell'uomo posto di fronte ad una disumanizzazione sempre più irreparabile. […]

Monica Melani è per il tempo odierno, per tutti noi, per la nostra coscienza, un inciampo, un labirinto dove è facile smarrirsi. La sua opera è al contempo testimonianza spirituale, e segno della vertigine raggiunta dalla coscienza dell'uomo contemporaneo. […]

La scelta della Massenzio Arte di un luogo espositivo come quello del Mitreo-Arte Contemporanea, nelle vicinanze dell’amato/odiato complesso residenziale del Corviale, simbolo di un’utopia “urbachitettonica” fallita, segnala ancora una volta la volontà già denunciata con le precedenti operazioni di Massenzio Studi 1 e 2 ovvero quella di portare l’arte fuori dai circuiti consueti, dove poterne recuperare il ruolo fortemente sociale che più di ogni altro è alimento vivo dell’arte stessa.





Oggetto
mostra arte contemporanea



Autori
Gianluigi Bellucci
Roberto Locchi
Monica Melani


Organizzazione a cura di
Associazione Culturale Massenzio Arte
www.massenzioarte.it
e-mail: massenzioarte@yahoo.it, f.ruta2@libero.it


Luogo
Il Mitreo-Arte Contemporanea
via Marino Mazzacurati 61/63 - Roma
tel.: 3939593773
www.mitreoiside.com
e-mail: info@mitreoiside.com


Mezzi pubblici
metro A: fermata Cornelia +
bus: 889 fermata Poggio Verde/Quadrelli

(per dettagli e percorsi:
www.mitreoiside.com/raggiungerci.html)


Orari
tutti i giorni (no festivi), 18.00-20.00
ingresso libero


Durata
dal 17 al 31 Marzo 2007


Inaugurazione
sabato 17 Marzo, ore 18.00


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com



________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
L'ARTE NEL RECUPERO: 9-15 Marzo a Roma Fri, 23 Feb 2007 16:20:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/35343.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/35343.html maria rita intrieri maria rita intrieri L’ARTE NEL RECUPERO
dal 9 al 15 Marzo 2007
Massenzio Studi 2, via Antonio Cotogni 16
(1a traversa a dx di via di Valleranello) - Roma

- COMUNICATO STAMPA -

Venerdì 9 Marzo p.v. alle ore 18.00 verrà inaugurata presso il complesso Massenzio Studi 2 a Roma la mostra collettiva L’Arte nel Recupero che vedrà protagonisti alcuni tra i più affermati artisti del panorama contemporaneo. Lorenzo Alessandri (pittura), Francesca Cataldi (installazione), Alessandro D’Ercole (scultura), Roberto Dionisio (pittura), Paolo Figura (scultura), Salvatore Guzzo (installazione), Monica Melani (installazione), Paolo Monaldi (mosaico), Alessandra Pedonesi (fotografia), Maria Felice Petyx (ceramica), Stefania Ramacci (pittura), Maurizio Tiberti (installazione), Valter Vari (installazione) e Alison Victoria (fotografia) occuperanno gli spazi dei dieci loft realizzati all’interno di un vecchio laboratorio di lavorazione del ferro a carattere semi-industriale lungo la via Pontina. Il progetto di recupero del sito - che offre un motivo in più per visitare l’esposizione - è stato curato dagli architetti Pierluigi Cianchetti e Jesus Parra e voluto da Alessan!
dro D’Ercole che già nel 2002 ha realizzato un’operazione analoga - Massenzio Studi 1 - in via Affogalasino 30, sempre a Roma. Lì come qui sono stati realizzati alcuni studi d’artista - recuperando ancora un’architettura industriale in disuso - che secondo la volontà dei promotori vanno a fare sistema con l’intento di innescare un processo di diffusione dell’arte per poli propulsivi che diventino occasione
di conoscenza, divulgazione per i giovani e punto di riferimento sul territorio per manifestazioni culturali. La novità rispetto ad iniziative simili del passato - si pensi agli studi di Villa Strohl-Fern piuttosto che all’aggregazione spontanea di via Margutta - sta nell’intenzione di proporre Massenzio Studi non solo come luogo di lavoro per quanti già hanno allestito il proprio studio all’interno del complesso ma come punto di riferimento per quanti vogliano conoscere e incontrare l’arte, opportunità di esposizioni, dibattiti, formazione. Un vero e proprio forum, insomma, una rete dell’arte non virtuale, ma molto reale. A sottolineare questa vocazione che Massenzio Studi si prefigge, l’inaugurazione oltre a vedere la partecipazione di quanti - personalità di riferimento e semplici cittadini - sono accomunati dalla cultura artistica, offrirà una prima occasione di dibattito intorno al tema Le forme del ferro durante il quale saranno affrontate - da studiosi, tecnici e arti!
sti - le problematiche legate all’impiego di questo materiale che oltre ad essere il primo responsabile della nascita di questo luogo è anche il leit motiv di tutta la mostra essendosi ogni artista partecipante misurato con la fatica di plasmare questo metallo, rigorosamente recuperato, per essere convertito in opera d’arte.
L’iniziativa Massenzio Studi 1 e 2 e la mostra in oggetto sono promosse dall’Associazione Massenzio Arte, fondata nel 1995 da Maria Teresa Sarno, Florindo Ruta, Carlo Magnelli e Alessandro D’Ercole, e ormai nota da anni quale promotrice di nuovi talenti nonché fondatrice del premio internazionale omonimo per l’arte contemporanea.



Oggetto
mostra arte contemporanea


Titolo
Arte nel Recupero


Autori
Lorenzo Alessandri (pittura), Francesca Cataldi (installazione), Alessandro D’Ercole (scultura), Roberto Dionisio (pittura), Paolo Figura (scultura), Salvatore Guzzo (installazione), Monica Melani (installazione), Paolo Monaldi (mosaico), Alessandra Pedonesi (fotografia), Maria Felice Petyx (ceramica), Stefania Ramacci (pittura), Maurizio Tiberti (installazione), Valter Vari (installazione), Alison Victoria (fotografia)


Organizzazione a cura di
Massenzio Arte 2005 s.r.l.


Luogo
Massenzio Studi 2
via Antonio Cotogni 16 (1a traversa a destra di via di Valleranello), Roma
www.massenzioarte.it
e-mail: massenzioarte@yahoo.it, f.ruta2@libero.it


Mezzi pubblici
metro B: fermata Eur-Fermi +
bus: 706 fermata Resistenza/Eroi di Roma


Orari
tutti i giorni (no festivi), 16.00-20.00
ingresso libero


Durata
dal 9 al 15 Marzo 2007


Inaugurazione
venerdì 9 Marzo, ore 18.00


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com



________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
Deceduto il fotografo romano Alfredo Libero FERRETTI Thu, 04 Jan 2007 18:20:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/33520.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/33520.html maria rita intrieri maria rita intrieri Una vita per la Fotografia

Roma, 1919-2007



- COMUNICATO STAMPA -


Oggi 4 Gennaio 2007 nelle prime ore del mattino è venuto a mancare il fotografo romano Alfredo Libero Ferretti, uno dei più significativi esponenti del panorama artistico italiano dell’ultimo dopoguerra.
Ferretti era nato a Roma nel 1919. Negli anni Trenta aveva svolto le sue iniziali esperienze da fotografo presso lo studio Luxardo. Dopo un primo periodo in cui si era dedicato alla fotografia di moda e poi più in generale a quella documentaria - a questo proposito va ricordata la sua attività di ritrattista dei principali artisti romani degli anni Cinquanta e di intellettuali attivi nella capitale in quello stesso periodo -, la sua ricerca si era concentrata sulla fotografia creativa. Le bromografie e le fotobromografie rimangono le sue produzioni più originali: rappresentazioni stratigrafiche delle esperienze visive e delle elaborazioni intellettuali e spesso ironiche dell’autore, sedimentatesi nel tempo. Tutte denunciano un forte legame con Roma le cui icone archeologiche e architettoniche ritrovano nelle opere di Ferretti un nuovo senso e una nuova estetica. Accanto all’attività artistica Ferretti si è sempre dedicato anche a quella didattica prima negli Istituti d’Arte !
e poi nelle Accademie di Belle Arti di L’Aquila e di Roma.
Hanno scritto di lui - tra gli altri - Enrico Crispolti, Giorgio di Genova, Guido Montana, Murilo Mendes, Lorenza Trucchi, Luciano Marziano e Federica di Castro.
Domani, 5 Gennaio 2007 alle ore 10.00 presso la Cappella Funeraria dell’Ospedale S. Giovanni Addolorata di Roma, verrà dato l’ultimo saluto alla salma.




Oggetto
onoranze funebri artista Alfredo Libero Ferretti


Luogo
Cappella Funeraria dell’Ospedale S. Giovanni Addolorata
Amba Aradam 9
00184 Roma
Tel. 0677053444


Giorno e Orario
Venerdì 5 Gennaio 2007, ore 10.00


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com






________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
FRANCO BONETTI in mostra a ROMA: dal 6 Aprile all'ACS e dal 7 Aprile alla Galleria Faleria Thu, 30 Mar 2006 02:19:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/22234.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/22234.html maria rita intrieri maria rita intrieri
FRANCO BONETTI

Dialoghi
dal 6 Aprile al 5 Maggio 2006
Archivio Centrale dello Stato (ACS), Piazzale degli
Archivi 27 - Roma
e
dal 7 Aprile al 5 Maggio 2006
Galleria Faleria, via Faleria 49 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -
A distanza di poco più di un anno il pittore Franco
Bonetti torna a Roma con un doppio appuntamento: un
unico tema per due mostre contemporanee.
Giovedì 6 Aprile p.v. alle 18.00 verrà inaugurata
l’esposizione presso l’Archivio Centrale dello Stato e
venerdì 7 Aprile alle 17.30 quella alla Galleria Faleria.
Artista ‘sinestetico’, spesso Bonetti ha realizzato opere
e cicli pittorici ispirati alla letteratura, alla musica, alla
danza, ma questa volta l’autore mette in mostra se
stesso, i suoi ideali, i suoi pensieri, le sue riflessioni,
insomma quei “dialoghi” intimi consumati giorno per
giorno tra sé e sé alla volta di trovare quel senso delle
cose che non sempre è facile ravvisare tra le assurdità
della guerra e delle miserie umane che giorno per
giorno convivono contradditoriamente con la facciata
più ‘patinata’ della nostra esistenza intrisa di
individualismo, indifferenza, superficialità. “Dialoghi”
allora che vogliono oltrepassare il limite privato e
confinato della tela e dell’artefice per scatenare altri
dialoghi, altre riflessioni, ma soprattutto azioni come lo
stesso Bonetti spiega nell’apertura del catalogo che
accompagna le due mostre:

“Il dialogo, alla fin fine, non è più quello fatto di
emozioni e parole, ormai fagocitate e riproposte
svuotate del loro originario significato, bensì di opere,
fatti, azioni. Ma, e questa è la mia speranza ed il mio
auspicio, che siano opere, fatti, azioni non solo
commerciali di “roba” senz’anima, bensì anche sociali,
culturali, artistici. La fede senza le opere è vana si
potrebbe dire, chiosando San Paolo. Ed è a partire da
ciò che con la mia opera pittorica visibile e concreta ho
voluto rinnovare la dimensione del dialogo, il suo
recupero, la sua rivalutazione. Ho cercato di far
“rinascere” il Dialogo, morto e travolto dal “Diluvio”,
come una Fenice dalle sue ceneri (“In sogno”). Anche
se quelle di oggi mi paiono, più che ceneri, macerie
(“Improbabile volo”)” (tratto dal catalogo delle mostre).

Lo stile è quello collaudato di sempre “uno stile
superbo ed impeccabile [che] si unisce [ad] un
eccezionale senso del colore evocato nelle tonalità più
diffuse e profonde, solcate da suggestivi giochi di luce”
come scrive Salvatore Italia in catalogo.
Questo, disponibile in entrambe le sedi espositive ed
edito da SKIRA, oltre ai contributi dello stesso autore e
del capo dipartimento del Ministero per i Beni e le
Attività Culturali, si avvale della presentazione di
Amnon Barzel che si aggiunge così alla lunga lista di
critici che nel corso degli anni hanno commentato
l’opera di questo artista.


Oggetto
mostra arte contemporanea


Autore
Franco Bonetti


Luoghi, collegamenti, orari
Archivio Centrale dello Stato (ACS)
p.le degli Archivi 27, Roma
Tel.: 0654548568
metro B: fermata Eur-Fermi
bus: 714, 671, 791, 763
ingresso libero
dal lun. al ven., 10.00-13.00

Galleria Faleria
via Faleria 49, Roma
Tel.: 0670450821
www.galleriafaleria.it
e-mail: galleriafaleria@inwind.it
metro A: fermata S. Giovanni
bus: 360, 87, 81
ingresso libero
dal merc. al sab. (no festivi), 16.30-20.00


Durata
dal 6 Aprile al 5 Maggio 2006


Inaugurazioni
giovedì 6 Aprile, ore 18.00 presso l’ACS
venerdì 7 Aprile, ore 17.30 presso la Galleria Faleria


Catalogo
disponibile in ACS e in galleria


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com








________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
FRANCO BONETTI in mostra a ROMA: dal 6 Aprile all'ACS e dal 7 Aprile alla Galleria Faleria Thu, 30 Mar 2006 02:19:03 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/22235.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/22235.html maria rita intrieri maria rita intrieri
FRANCO BONETTI

Dialoghi
dal 6 Aprile al 5 Maggio 2006
Archivio Centrale dello Stato (ACS), Piazzale degli
Archivi 27 - Roma
e
dal 7 Aprile al 5 Maggio 2006
Galleria Faleria, via Faleria 49 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -
A distanza di poco più di un anno il pittore Franco
Bonetti torna a Roma con un doppio appuntamento: un
unico tema per due mostre contemporanee.
Giovedì 6 Aprile p.v. alle 18.00 verrà inaugurata
l’esposizione presso l’Archivio Centrale dello Stato e
venerdì 7 Aprile alle 17.30 quella alla Galleria Faleria.
Artista ‘sinestetico’, spesso Bonetti ha realizzato opere
e cicli pittorici ispirati alla letteratura, alla musica, alla
danza, ma questa volta l’autore mette in mostra se
stesso, i suoi ideali, i suoi pensieri, le sue riflessioni,
insomma quei “dialoghi” intimi consumati giorno per
giorno tra sé e sé alla volta di trovare quel senso delle
cose che non sempre è facile ravvisare tra le assurdità
della guerra e delle miserie umane che giorno per
giorno convivono contradditoriamente con la facciata
più ‘patinata’ della nostra esistenza intrisa di
individualismo, indifferenza, superficialità. “Dialoghi”
allora che vogliono oltrepassare il limite privato e
confinato della tela e dell’artefice per scatenare altri
dialoghi, altre riflessioni, ma soprattutto azioni come lo
stesso Bonetti spiega nell’apertura del catalogo che
accompagna le due mostre:

“Il dialogo, alla fin fine, non è più quello fatto di
emozioni e parole, ormai fagocitate e riproposte
svuotate del loro originario significato, bensì di opere,
fatti, azioni. Ma, e questa è la mia speranza ed il mio
auspicio, che siano opere, fatti, azioni non solo
commerciali di “roba” senz’anima, bensì anche sociali,
culturali, artistici. La fede senza le opere è vana si
potrebbe dire, chiosando San Paolo. Ed è a partire da
ciò che con la mia opera pittorica visibile e concreta ho
voluto rinnovare la dimensione del dialogo, il suo
recupero, la sua rivalutazione. Ho cercato di far
“rinascere” il Dialogo, morto e travolto dal “Diluvio”,
come una Fenice dalle sue ceneri (“In sogno”). Anche
se quelle di oggi mi paiono, più che ceneri, macerie
(“Improbabile volo”)” (tratto dal catalogo delle mostre).

Lo stile è quello collaudato di sempre “uno stile
superbo ed impeccabile [che] si unisce [ad] un
eccezionale senso del colore evocato nelle tonalità più
diffuse e profonde, solcate da suggestivi giochi di luce”
come scrive Salvatore Italia in catalogo.
Questo, disponibile in entrambe le sedi espositive ed
edito da SKIRA, oltre ai contributi dello stesso autore e
del capo dipartimento del Ministero per i Beni e le
Attività Culturali, si avvale della presentazione di
Amnon Barzel che si aggiunge così alla lunga lista di
critici che nel corso degli anni hanno commentato
l’opera di questo artista.


Oggetto
mostra arte contemporanea


Autore
Franco Bonetti


Luoghi, collegamenti, orari
Archivio Centrale dello Stato (ACS)
p.le degli Archivi 27, Roma
Tel.: 0654548568
metro B: fermata Eur-Fermi
bus: 714, 671, 791, 763
ingresso libero
dal lun. al ven., 10.00-13.00

Galleria Faleria
via Faleria 49, Roma
Tel.: 0670450821
www.galleriafaleria.it
e-mail: galleriafaleria@inwind.it
metro A: fermata S. Giovanni
bus: 360, 87, 81
ingresso libero
dal merc. al sab. (no festivi), 16.30-20.00


Durata
dal 6 Aprile al 5 Maggio 2006


Inaugurazioni
giovedì 6 Aprile, ore 18.00 presso l’ACS
venerdì 7 Aprile, ore 17.30 presso la Galleria Faleria


Catalogo
disponibile in ACS e in galleria


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com








________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
6 e 7 Aprile 06 inaug. mostre FRANCO BONETTI presso ACS e Galleria Faleria a ROMA Tue, 28 Mar 2006 17:40:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/22151.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/22151.html maria rita intrieri maria rita intrieri
FRANCO BONETTI

Dialoghi
dal 6 Aprile al 5 Maggio 2006
Archivio Centrale dello Stato (ACS), Piazzale degli
Archivi 27 - Roma
e
dal 7 Aprile al 5 Maggio 2006
Galleria Faleria, via Faleria 49 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -
A distanza di poco più di un anno il pittore Franco
Bonetti torna a Roma con un doppio appuntamento: un
unico tema per due mostre contemporanee.
Giovedì 6 Aprile p.v. alle 18.00 verrà inaugurata
l’esposizione presso l’Archivio Centrale dello Stato e
venerdì 7 Aprile alle 17.30 quella alla Galleria Faleria.
Artista ‘sinestetico’, spesso Bonetti ha realizzato opere
e cicli pittorici ispirati alla letteratura, alla musica, alla
danza, ma questa volta l’autore mette in mostra se
stesso, i suoi ideali, i suoi pensieri, le sue riflessioni,
insomma quei “dialoghi” intimi consumati giorno per
giorno tra sé e sé alla volta di trovare quel senso delle
cose che non sempre è facile ravvisare tra le assurdità
della guerra e delle miserie umane che giorno per
giorno convivono contradditoriamente con la facciata
più ‘patinata’ della nostra esistenza intrisa di
individualismo, indifferenza, superficialità. “Dialoghi”
allora che vogliono oltrepassare il limite privato e
confinato della tela e dell’artefice per scatenare altri
dialoghi, altre riflessioni, ma soprattutto azioni come lo
stesso Bonetti spiega nell’apertura del catalogo che
accompagna le due mostre:

“Il dialogo, alla fin fine, non è più quello fatto di
emozioni e parole, ormai fagocitate e riproposte
svuotate del loro originario significato, bensì di opere,
fatti, azioni. Ma, e questa è la mia speranza ed il mio
auspicio, che siano opere, fatti, azioni non solo
commerciali di “roba” senz’anima, bensì anche sociali,
culturali, artistici. La fede senza le opere è vana si
potrebbe dire, chiosando San Paolo. Ed è a partire da
ciò che con la mia opera pittorica visibile e concreta ho
voluto rinnovare la dimensione del dialogo, il suo
recupero, la sua rivalutazione. Ho cercato di far
“rinascere” il Dialogo, morto e travolto dal “Diluvio”,
come una Fenice dalle sue ceneri (“In sogno”). Anche
se quelle di oggi mi paiono, più che ceneri, macerie
(“Improbabile volo”)” (tratto dal catalogo delle mostre).

Lo stile è quello collaudato di sempre “uno stile
superbo ed impeccabile [che] si unisce [ad] un
eccezionale senso del colore evocato nelle tonalità più
diffuse e profonde, solcate da suggestivi giochi di luce”
come scrive Salvatore Italia in catalogo.
Questo, disponibile in entrambe le sedi espositive ed
edito da SKIRA, oltre ai contributi dello stesso autore e
del capo dipartimento del Ministero per i Beni e le
Attività Culturali, si avvale della presentazione di
Amnon Barzel che si aggiunge così alla lunga lista di
critici che nel corso degli anni hanno commentato
l’opera di questo artista.


Oggetto
mostra arte contemporanea


Autore
Franco Bonetti


Luoghi, collegamenti, orari Archivio Centrale dello
Stato (ACS)
p.le degli Archivi 27, Roma
Tel.: 0654548568
metro B: fermata Eur-Fermi
bus: 714, 671, 791, 763
ingresso libero
dal lun. al ven., 10.00-13.00

Galleria Faleria
via Faleria 49, Roma
Tel.: 0670450821
www.galleriafaleria.it
e-mail: galleriafaleria@inwind.it
metro A: fermata S. Giovanni
bus: 360, 87, 81
ingresso libero
dal merc. al sab. (no festivi), 16.30-20.00


Durata
dal 6 Aprile al 5 Maggio 2006


Inaugurazioni
giovedì 6 Aprile, ore 18.00 presso l’ACS
venerdì 7 Aprile, ore 17.30 presso la Galleria Faleria


Catalogo
disponibile in ACS e in galleria


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com








________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
8 marzo mostra FOTOESORDIO alla GNAM Thu, 02 Mar 2006 04:39:44 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/20819.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/20819.html maria rita intrieri maria rita intrieri INTERFACCE
Rassegna sui linguaggi della comunicazione mediata

presenta
Fotoesordio
(1a sezione)
vetrina internazionale di giovani fotografi

dall’ 8 al 26 Marzo 2006
Galleria Nazionale d’Arte Moderna (GNAM)
viale delle Belle Arti 131, Roma


- COMUNICATO STAMPA -

Mercoledì 8 Marzo p.v. alle ore 18.00 sarà la volta di un nuovo appuntamento della V edizione di Interfacce, manifestazione interdisciplinare dedicata ai linguaggi della contemporaneità a base tecnologica e all’ICT (Information&Communication Technology) promossa e organizzata dall’Università di Roma “Tor Vergata”. Nella fattispecie verrà inaugurato Fotoesordio, una delle cinque vetrine di Interfacce, dedicata al linguaggio fotografico. Quest’anno la giuria - composta da Carlo Giovannella, Angela Rorro, Simona Sansonetti, Franco Soda, Francesca Vannucchi e Stefano Varano - ha selezionato 18 giovani autori under 35 alcuni dei quali provenienti dai corsi di fotografia delle migliori scuole italiane e straniere e Accademie di Belle Arti. Tra costoro, 8 saranno protagonisti di questa prima sezione della mostra e si chiamano: Kristaps Epners, Erica Fava, Olivier Fermariello, Andrea Giorgi, Francesca Messina, Mauro Rescigno, Andrea Santoni e Lorenzo Vitturi.

L’accesso alla selezione, che ha lo scopo di promuovere la creatività giovanile, è stato regolato da un concorso il cui bando è scaduto lo scorso Ottobre. Seguirà a breve una seconda sezione della mostra - a cui parteciperanno i restanti 10 autori selezionati dal medesimo concorso - di cui sarà data informazione alla stampa a tempo debito.

Quest’anno la Galleria nazionale di arte moderna ospiterà il primo appuntamento di Fotoesordio confermando ancora una volta il proprio sostegno, come già avvenuto in passato, a questa particolare vetrina.
Fotoesordio ha lo scopo di offrire una prima occasione di visibilità a quei giovani che hanno eletto il linguaggio fotografico a proprio mezzo espressivo e per questo tutti i lavori presenti in mostra verranno raccolti in un catalogo a colori in cui saranno presenti i contributi critici dei curatori.
Per ulteriori informazioni sull’intera manifestazione consultare il sito http://interfacce.mifav.uniroma2.it
È possibile scaricare immagini delle opere esposte, utili per la stampa, al seguente indirizzo: http://www.chirale.net/fotoesordio05/fotoesordio05.zip





Oggetto
mostra di fotografia


Organizzazione
- MIFAV- Università di Roma “Tor Vergata” e MIFAV-SI
- Comune di Roma, Ufficio politiche giovanili
- Unione degli Industriali di Roma, Gruppo Giovani Imprenditori

con la collaborazione di:
- Conservatorio S. Cecilia di Roma
- DARC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
- IN/ARCH
- ISIM Lab

con il sostegno di:
- MidiWare-Steinberg
- Proxima

e con la media-partnership di:
- «Campus», «Drome magazine», «Next-Exit», «Pagine Monaci», «Romac'è», «University.it»


Titolo
FOTOESORDIO
V edizione di INTERFACCE
rassegna sui linguaggi della comunicazione mediata


Inaugurazione
8 Marzo 2006, ore 18.00


Luogo, orari, mezzi pubblici
Galleria Nazionale d’Arte Moderna
Viale delle Belle Arti 131, Roma

apertura: tutti i giorni escluso lunedì, dalle 8.30 alle 19.00
ingresso libero

metro A: fermata Flaminio
tram: 19; 30
bus: 926


Per maggiori informazioni

M. Rita Intrieri (Mifav-Università Tor Vergata, Roma)
tel.: 3334889177
e-mail: m.intrieri@mifav.uniroma2.it



________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



]]>
8 Marzo mostra Fotoesordio alla GNAM Sun, 26 Feb 2006 05:10:20 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/20621.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/20621.html maria rita intrieri maria rita intrieri INTERFACCE
Rassegna sui linguaggi della comunicazione mediata

presenta
FOTOESORDIO
(1a sezione)
vetrina internazionale di giovani fotografi

dall’ 8 al 26 Marzo 2006
Galleria Nazionale d’Arte Moderna (GNAM)
viale delle Belle Arti 131, Roma


- COMUNICATO STAMPA -

Mercoledì 8 Marzo p.v. alle ore 18.00 sarà la volta di un nuovo appuntamento della V edizione di Interfacce, manifestazione interdisciplinare dedicata ai linguaggi della contemporaneità a base tecnologica e all’ICT (Information&Communication Technology) promossa e organizzata dall’Università di Roma “Tor Vergata”. Nella fattispecie verrà inaugurato Fotoesordio, una delle cinque vetrine di Interfacce, dedicata al linguaggio fotografico. Quest’anno la giuria - composta da Carlo Giovannella, Angela Rorro, Simona Sansonetti, Franco Soda, Francesca Vannucchi e Stefano Varano - ha selezionato per questa prima sezione della mostra 19 giovani autori provenienti dai corsi di fotografia delle migliori scuole italiane e straniere e Accademie di Belle Arti e da artisti under 35. I neo-artisti selezionati sono: Davide Cardea, Sarawot Chutiwongpeti, Sandro Di Camillo, Diego Dutto, Kristaps Epners, Erica Fava, Oliviero Fermariello, Giovanni Luca Franz, Andra Giorgi, Marcella Giulia Lorenzi!
, Francesca Messina, Matteo Minafra, Luciana Passaro, Ivan Piano, Mauro Rescigno, Andrea Santoni, Simone Sbarbati, Baiba Tetere e Lorenzo Vitturi.

L’accesso alla selezione, che ha lo scopo di promuovere la creatività giovanile, è stato regolato da un concorso il cui bando è scaduto lo scorso Ottobre. Seguirà a breve una seconda sezione della mostra - a cui parteciperà un’altra rosa di autori selezionati dal medesimo concorso - di cui sarà data informazione alla stampa a tempo debito.

Quest’anno, ospite di questo primo appuntamento di Fotoesordio sarà la prestigiosa sede della Galleria Nazionale di Arte Moderna che conferma ancora una volta il proprio sostegno, come già avvenuto in passato, a questa particolare vetrina.
Fotoesordio ha lo scopo di offrire una prima occasione di visibilità a quei giovani che hanno eletto il linguaggio fotografico a proprio mezzo espressivo e per questo tutti i lavori presenti in mostra verranno raccolti in un catalogo a colori in cui saranno presenti i contributi critici dei curatori e un testo introduttivo della Sovrintendente della Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Maria Vittoria Marini Clarelli.
Per ulteriori informazioni sull’intera manifestazione consultare il sito http://interfacce.mifav.uniroma2.it
È possibile scaricare immagini delle opere esposte, utili per la stampa, al seguente indirizzo: http://www.chirale.net/fotoesordio05/fotoesordio05.zip






Oggetto
mostra di fotografia


Organizzazione
- MIFAV- Università di Roma “Tor Vergata” e MIFAV-SI
- Comune di Roma, Ufficio politiche giovanili
- Unione degli Industriali di Roma, Gruppo Giovani Imprenditori

con la collaborazione di:
- Conservatorio S. Cecilia di Roma
- DARC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
- IN/ARCH
- ISIM Lab

con il sostegno di:
- MidiWare-Steinberg
- Proxima

e con la media-partnership di:
- «Campus», «Drome magazine», «Next-Exit», «Pagine Monaci», «Romac'è», «University.it»


Titolo
FOTOESORDIO
V edizione di INTERFACCE
rassegna sui linguaggi della comunicazione mediata


Inaugurazione
8 Marzo 2006, ore 18.00


Luogo, orari, mezzi pubblici
Galleria Nazionale d’Arte Moderna
Viale delle Belle Arti 131, Roma

apertura: tutti i giorni escluso lunedì, dalle 8.30 alle 19.00
ingresso libero

metro A: fermata Flaminio
tram: 19; 30
bus: 926


Per maggiori informazioni
M. Rita Intrieri (Mifav-Università Tor Vergata, Roma)
tel.: 3334889177
e-mail: m.intrieri@mifav.uniroma2.it



________________________________________________________________________
Offro&Cerco: CASA, LAVORO, VACANZE, ELETTRONICA, INCONTRI. Tutti gli
annunci sono online su Kataweb all'indirizzo http://www.offroecerco.it



]]>
25 Febbraio p.v. inaug. mostra di GOFFREDO GODI - Galleria Faleria, Roma Sat, 11 Feb 2006 16:53:40 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/20062.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/20062.html maria rita intrieri maria rita intrieri
GOFFREDO GODI

dal 25 Febbraio al 18 Marzo 2006
Galleria Faleria, via Faleria 49 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -

Sabato 25 Febbraio p.v. alle 17.30 presso la Galleria
Faleria di Roma verrà inaugurata la mostra del pittore
contemporaneo Goffredo Godi.

Nato nel 1920 a Omignano, vicino Salerno, Godi ha
vissuto i suoi primi cinquant’anni in terra vesuviana
dedicandosi alla pittura e all’insegnamento nei licei
artistici. Trasferitosi negli anni Settanta a Roma ha
continuato la propria attività pittorica e didattica e
tuttora si dedica alacremente alla sua arte come
dimostrano alcune delle opere presenti in questa
mostra - complessivamente una trentina - che fanno
parte della sua ultimissima produzione: una serie di
tele ispirate ai giardini del Quirinale. La formazione di
questo pittore è costellata da incontri con personaggi
chiave dell’arte italiana anteguerra ad iniziare da Luigi
Crisconio che Godi ancora ragazzino rincorreva lungo
il porto di Napoli per guardarlo impastare i colori,
modulare le pennellate e riporre infine tutto in una
cassetta che fu per lungo tempo nei sogni del giovane
tanto che appena gli fu possibile la fece duplicare da
un falegname per iniziare anch’egli il suo lungo
percorso artistico. Altro incontro fortunato fu quello in
Accademia di Belle Arti, sempre a Napoli, con il suo
maestro prediletto Emilio Notte, futurista di prima
generazione che ebbe così tanta influenza sul giovane
allievo. E poi Armando De Stefano, Garzia Fioresi,
Ennio Morlotti, Eduardo Palumbo e l’elenco potrebbe
continuare.

Nonostante Godi, in più fasi, abbia sperimentato
diverse figurazioni - da quelle del secondo futurismo
all’astrattismo - la sua poetica rimane maggiormente
legata alle rappresentazioni naturalistiche realizzate en
plein air e fortemente filtrate dal proprio stato d’animo.
Se da un lato il suo operare ha caratteristiche “antiche”
e immutevoli, i suoi paesaggi, invece, risultano più che
mai attuali e metamorfici. Più di un critico - uno per tutti
Gino Agnese - ha accostato, per i temi e la tavolozza
ricca di terre, l’opera di Godi a quella di Morandi
considerando l’autore partenopeo una sorta di
“risposta mediterranea” al paesaggista padano; ma ciò
che nel maestro bolognese si traduce in atmosfere
metafisiche e lontane, in Godi diventa vibrazione,
sensazione. “Metodico e appassionato” l’ha definito la
critica Laura Turco Liveri, condensando in questi due
aggettivi apparentemente contradditori l’essenza di
questo instancabile pittore.

Molti sono - oltre quelli già citati - i critici illustri che
hanno sino ad oggi recensito l’opera di Godi: da Carlo
Barbieri a Remo Brindisi, da Lorenzo Canova a Franco
Simongini, solo per limitarci ad alcuni.

La mostra in oggetto sarà accompagnata dalla
pubblicazione di un catalogo disponibile presso la
galleria.



Oggetto
mostra arte contemporanea


Autore
Goffredo Godi


Luogo
Galleria Faleria
via Faleria 49, Roma
Tel.: 0670450821
www.galleriafaleria.it
e-mail: galleriafaleria@inwind.it


Durata
dal 25 Febbraio al 18 Marzo 2006


Mezzi pubblici
metro A: fermata S. Giovanni
bus: 360, 87, 81


Inaugurazione
sabato 25 Febbraio, ore 17.30


Orari
mercoledì, giovedì, venerdì e sabato (esclusi festivi)
dalle 16.30 alle 20.00


Catalogo
disponibile in galleria


Ufficio Stampa
US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com








________________________________________________________________________
Offro&Cerco: CASA, LAVORO, VACANZE, ELETTRONICA, INCONTRI. Tutti gli
annunci sono online su Kataweb all'indirizzo http://www.offroecerco.it



]]>
14 gennaio inaug. mostra FABRIZIO CLERICI, Galleria Faleria - Roma Sat, 07 Jan 2006 17:07:32 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/18782.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/18782.html maria rita intrieri maria rita intrieri
FABRIZIO CLERICI

Omaggio a Fabrizio Clerici
dal 14 Gennaio al 18 Febbraio 2006
Galleria Faleria, via Faleria 49 - Roma

- COMUNICATO STAMPA -

Sabato 14 gennaio p.v. alle 17.30 presso la Galleria
Faleria di Roma verrà inaugurata la mostra dell’artista
contemporaneo Fabrizio Clerici (1913-1993). Sarà
un’ulteriore occasione - dopo le importanti
retrospettive del 1990 alla Galleria Nazionale d’Arte
Moderna, del 1994 all’Accademia Nazionale di S. Luca
e di un anno fa al Vittoriano, per rimanere al solo
ambito italiano - per apprezzare la creatività poliedrica
di questo autore che con la sua variegata opera ha
dato un significativo contributo al panorama italiano
artistico dell’ultimo dopoguerra. Difficile definire Clerici:
architetto, pittore, scultore, incisore, scenografo, sono
solo alcune delle accezioni che gli appartengono. La
sua poetica affonda le radici nel surrealismo e nella
ricerca metafisica, tanto da essere considerato
all’unanimità come uno dei maggiori esponenti italiani
di queste correnti. Temi ricorrenti delle sue opere sono
il mito, la trasfigurazione, il sogno, il viaggio, il magico e
leit motiv di ogni sua rappresentazione è l’architettura -
suo ambito ‘naturale’ visto che Clerici ‘nasce’ prima di
tutto come architetto - che fa da sfondo alle sue visioni
ora oniriche, ora utopiche.

Nato nel 1913 a Milano, Clerici ha compiuto i suoi studi
a Roma dove si è laureato presso la Scuola Superiore
di Architettura (1937). Il suo interesse però subisce
quasi subito una virata decisiva verso la pittura. È a
Roma che conosce e diventa amico di Alberto Savinio,
mentre più tardi conoscerà a Milano il fratello De
Chirico e il dadaista Tristan Tzara. Leonor Fini fa parte
della sua intima cerchia di amicizie così come tanti
professionisti del teatro e del cinema di quegli anni -
Cinquanta e seguenti - con i quali ha spesso
occasione di collaborare in veste di scenografo, è il
caso di Giorgio Strehler, Federico Fellini, Luchino
Visconti o Luigi Squarzina, solo per citarne alcuni.

La serie di mostre in Italia e all’estero dedicate a
questo autore è ormai lunghissima come lunga è la
lista di critici illustri che hanno recensito la sua opera:
da Federico Zeri a Giulio Carlo Argan, da Carmine
Siniscalco a Claudio Strinati, a Maria Teresa Benedetti,
Vincenzo Consolo, per rimanere nel panorama italiano.

La mostra in oggetto presenterà circa cinquanta opere
tra oli, acquarelli e opere grafiche e sarà
accompagnata dalla pubblicazione di una sintetica
brochure disponibile presso la galleria.



Oggetto
mostra arte contemporanea


Autore
Fabrizio Clerici


Titolo
Omaggio a Fabrizio Clerici


Luogo
Galleria Faleria
via Faleria 49, Roma
Tel.: 0670450821
www.galleriafaleria.it
e-mail: galleriafaleria@inwind.it


Durata
dal 14 Gennaio al 18 Febbraio 2006


Mezzi pubblici
metro A: fermata S. Giovanni
bus: 360, 87, 81


Inaugurazione
sabato 14 Gennaio, ore 17.30


Orari
mercoledì, giovedì, venerdì e sabato (esclusi festivi)
dalle 16.30 alle 20.00


Ufficio Stampa US-Interno 1, Roma
Tel.: 3334889177
e-mail: mri@katamail.com








________________________________________________________________________
Offro&Cerco: CASA, LAVORO, VACANZE, ELETTRONICA, INCONTRI. Tutti gli
annunci sono online su Kataweb all'indirizzo http://www.offroecerco.it



]]>