Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Sun, 20 Sep 2020 07:07:14 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/2688/1 "Back from the future" - BRESCIA Thu, 02 Feb 2012 18:15:14 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/199505.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/199505.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

"Back from the Future"

Da Sabato 18 Febbraio 2012 a Martedi 20 Marzo 2012
(clicca sui nomi degli artisti per vedere le opere)
Spazio Aref, P.zza della Loggia 11/f, Brescia

La Galleria Eleonora D’ Andrea Contemporanea è lieta di presentare presso lo Spazio Aref di P.zza della Loggia a Brescia, la mostra “Back from the future”, dal giorno 18 Febbraio 2012  al giorno 20 Marzo 2012. L’ esposizione sarà visibie nei giorni di Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica dalle ore 16:30 alle ore 19:30 e gli altri giorni solo su appuntamento.


“Back to the future” è un progetto espositivo pensato per presentare alcuni degli artisti in permanenza della Galleria Eleonora D’ Andrea Contemporanea, attiva a Prato e a Milano e che da diversi anni si occupa con successo di scouting e della promozione di personalità emergenti, nel ricettivo panorama bresciano. 

Il fil-rouge che lega questo progetto parte da una riflessione sull’ arte contemporanea italiana e sul rapporto che essa ha con il passato: fonte di ispirazione o barriera da abbattere? Noi abbiamo provato a rispondere analizzando il lavoro di cinque artisti presenti alla Biennale di Venezia che si è appena conclusa. Le risposte sono molteplici, i risultati diversissimi, ma ciò che appare evidente è che ognuno di loro ha fatto sua una piccola parte di storia dell’arte e da quel punto ha iniziato a costruire la propria. Caterina Sbrana, atrista trentenne, trova l’ inizio del suo percorso nelle antiche tecniche medievali di produzione dei pigmenti e le riutilizza mantenendo la loro organicità per riprodurre soggetti ispirati all’ arte inglese del periodo preraffaellita. Domenico Grenci, anche lui trentenne di origine calabrese, ma che oggi vive e lavora a Bologna, ha unito l’ utilizzo di un materiale poco consueto come il bitume alla sensualità dei ritratti anni ’20. Volti di donne dagli sguardi ora malinconici, ora enigmatici, sicuramente inquieti, vengono così abbozzati con il carboncino e colmati nell’ anima da abbondanti macchie bituminose. La giovanissima coppia di fotografi veneziani Affiliati Tania Brassesco e Lazlo Passi Norberto, si immerge nelle ambientazioni decadenti dei quadri di Klimt, Russinol e Previati, riproducendo a 360° le atmosfere che pervadono le opere di questi grandi artisti, fermandole però con uno scatto fotografico. L’ artista pratese Fabio Inverni stupisce con la sua innaturale capacità figurativa che recupera l’ arte del naturalismo, per rappresentare oggetti del quotidiano, spesso affiancati a fogli di carta su cui compaiono disegni stilizzati, dai colori vivaci, come se fossero di mano di un bambino. Nelle sculture di Rudy Pulcinelli, artista di fama internazionale, è evidente come il passato giochi un ruolo fondamentale: le sue opere infatti, si presentano come reperti archeologici grazie all’ utilizzo di materiali extra artistici come acciaio corten e pietra leccese. La denuncia di un mondo dove è ancora difficile poter comunicare agevolmente a causa della mancanza di un alfabeto comune, viene esaltata dalle fitte reti di lettere in acciaio arrugginito che si stagliano sulle opere di questo artista pratese.

La conoscenza della storia dell'arte è quindi di fondamentale importanza nel percorso formativo dell'artista contemporaneo, al fine di analizzare e metabolizzare ciò che, creato nel passato, divene parte integrante del processo creativo e la base dalla quale partire per costruire il futuro. 

Lisa Bonetti Spalenza.




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
I Miei Respiri-personale di B. Gallori /26 Novembre 2011 Wed, 23 Nov 2011 11:04:13 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/189086.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/189086.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

I MIEI RESPIRI  / personale di BEATRICE GALLORI

 

Da sabato 26 Novembre 2011 a  Domenica 15 Gennaio 2012

 

Inaugurazione:  Sabato 26 Novembre 2011  dalle ore 17,30

 

Luogo: Eleonora D’Andrea Contemporanea

Via Gioberti, 14 (zona La Pietà) 59100 Prato

Tel. +00390574574670  cell. +0039345.2816111

 

 

Il giorno Sabato 26 Novembre 2011 alle ore 17.30 nella sua sede pratese, la Galleria Eleonora D’Andrea Contemporanea è lieta di presentare per la prima volta la mostra personale di Beatrice Gallori “I miei respiri”.

 

La mostra, che sarà attiva fino al 15 Gennaio 2012, è stata pensata per offrire una prima panoramica sull’evoluzione artistica di questo giovane talento da poco affacciatosi al mondo dell’arte. La personalità vulcanica di Beatrice l’ha portata in pochi anni a sperimentare i più diversi elementi e tecniche espressive fino a farle trovare il primo punto d’approdo del suo percorso nelle ceramiche. Un rapporto quasi sofferto con i materiali portano la Gallori a definire le opere i suoi “respiri” , come se l’artista si trovasse in continua lotta con il tempo e con la materia, che lei tenta di bloccare nell’attimo prima che questa sprigioni la sua incommensurabile forza. Di questo sforzo fisico e psicologico per fermare e piegare alla sua volontà l’energia, rimane un respiro in ogni singola opera come a testimonianza del faticoso e coinvolgente processo creativo.

Colate in ceramica sature di colore puro che invadono lo spazio dello spettatore con la loro irriverenza, tele entro le quali scorrono flussi inarrestabili come lava che tenta di spaccare la crosta terrestre per fuoriuscire e presentarsi al mondo in tutta la sua maestosità, il tutto permeato da una patina brillante che isola questo scorrere e lo trasporta fuori dalla realtà.

Il colore e la plastica si pongono al centro della ricerca dell’artista, la quale sceglie di utilizzare tinte accese, vivide ed energiche come il rosso, il blu e l’oro oppure non colori bianco e nero su forme morbide e sinuose che si spandono fluide nello spazio.

 

Reduce dall’esperienza di ArtVerona, dove il pubblico l’ha accolta molto positivamente e dall’evento ”Incontro con l’Artista” nell’ambito del progetto “Artisti a km 0” in collaborazione con Aparte presso il Museo Pecci di Prato, Beatrice Gallori presenta oggi circa 20 opere tra tele, ceramiche e installazioni che invaderanno tutto lo spazio della Galleria coinvolgendo totalmente il pubblico in un’esperienza che si spinge oltre il semplice fattore visivo.

 




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
Beatrice Gallori "I miei respiri" Tue, 22 Nov 2011 23:45:48 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/189019.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/189019.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Da sabato 26 Novembre 2011 a  Domenica 15 Gennaio 2012

 

Inaugurazione:  Sabato 26 Novembre 2011  dalle ore 17,30

 

Luogo : Eleonora D’Andrea Contemporanea

Via Gioberti, 14 (zona La Pietà) 59100 Prato

Tel.  +00390574574670  cell. +0039340.8596967

 

 

Il giorno Sabato 26 Novembre 2011 alle ore 17.30 nella sua sede pratese, la Galleria Eleonora D’Andrea Contemporanea è lieta di presentare per la prima volta la mostra personale di Beatrice Gallori “I miei respiri”.

 

La mostra, che sarà attiva fino al 15 Gennaio 2012, è stata pensata per offrire una prima panoramica sull’evoluzione artistica di questo giovane talento da poco affacciatosi al mondo dell’arte. La personalità vulcanica di Beatrice l’ha portata in pochi anni a sperimentare i più diversi elementi e tecniche espressive fino a farle trovare il primo punto d’approdo del suo percorso nelle ceramiche. Un rapporto quasi sofferto con i materiali portano la Gallori a definire le opere i suoi “respiri” , come se l’artista si trovasse in continua lotta con il tempo e con la materia, che lei tenta di bloccare nell’attimo prima che questa sprigioni la sua incommensurabile forza. Di questo sforzo fisico e psicologico per fermare e piegare alla sua volontà l’energia, rimane un respiro in ogni singola opera come a testimonianza del faticoso e coinvolgente processo creativo.

Colate in ceramica sature di colore puro che invadono lo spazio dello spettatore con la loro irriverenza, tele entro le quali scorrono flussi inarrestabili come lava che tenta di spaccare la crosta terrestre per fuoriuscire e presentarsi al mondo in tutta la sua maestosità, il tutto permeato da una patina brillante che isola questo scorrere e lo trasporta fuori dalla realtà.

Il colore e la plastica si pongono al centro della ricerca dell’artista, la quale sceglie di utilizzare tinte accese, vivide ed energiche come il rosso, il blu e l’oro oppure non colori bianco e nero su forme morbide e sinuose che si spandono fluide nello spazio.

 

Reduce dall’esperienza di ArtVerona, dove il pubblico l’ha accolta molto positivamente e dall’evento ”Incontro con l’Artista” nell’ambito del progetto “Artisti a km 0” in collaborazione con Aparte presso il Museo Pecci di Prato Beatrice Gallori presenta oggi circa 20 opere tra tele, ceramiche e installazioni che invaderanno tutto lo spazio della Galleria coinvolgendo totalmente il pubblico in un’esperienza che si spinge oltre il semplice fattore visivo.

Lisa Bonetti

]]>
Museo Pecci / Beatrice Gallori Tue, 15 Nov 2011 10:03:16 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/187699.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/187699.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea


Al preludio di una personale presso la galleria di Prato, il Museo Pecci presenta l'Artista Beatrice Gallori nell'ambito del progetto 
"ARTISTI A KM 0"  <...clicca qui per saperne di più.>                                                                    








BEATRICE GALLORI - I MIEI RESPIRI 




Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci - Auditorium
INCONTRO CON L'ARTISTA
Viale della Repubblica 277, 59100 Prato
ore 21 - Giovedì 17 Novembre 2011 

Ingresso Gratuito





Eleonora D'Andrea Contemporanea
PERSONALE
Via Vincenzo Gioberti, 14 -  59100 Prato
ore 17,30 - Sabato 26 Novembre 2011
dal 26 Novembre 2011 al 15 Gennaio 2012

Ingresso Gratuito 





Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
ARTVERONA 2011 / INVITO Mon, 03 Oct 2011 15:55:18 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/181472.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/181472.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea


SAREMO PRESENTI DAL 6 AL 10 OTTOBRE
PADIGLIONE 7 STAND N 11
WWW.ARTVERONA.IT

se non hai ricevuto l'invito i giorni di fiera puoi
contattarci o inviare un sms al 3452816111

 oppure invia una mail a
info@elexpo.it  
lascia il tuo numero di cellulare segnala quante persone 
e il giorno di arrivo
lasceremo l'invito per te all'ingresso

oppure

CLICCA e SCARICA L'ACCREDITO ON LINE
per ottenere una riduzione di
5,00 € ed il catalogo in omaggio



 L'OPERA FINALISTA 
AL CONCORSO CIACCIO BROKER  

 
Esposte le opere di Beatrice Gallori, Raffaello Gori, Domenico Grenci, Fabio Inverni, Fernanda Morganti, Bruno Pedrosa ed in personale le nuove creazioni di Rudy Pulcinelli.

















Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
ARTVERONA 2011 Mon, 12 Sep 2011 09:42:15 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/178345.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/178345.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

 ARTVERONA 2011

VUOI RICEVERE IL BIGLIETTO D'INGRESSO ALLA FIERA
PER TE ED I TUOI AMICI??
 Iscriviti alla Newsletter


L'invito è valido per una persona
ARTVERONA 2011
Da Giovedi 6 Ottobre 2011 a Lunedi 10 Ottobre 2011
ARTVERONA 2011

Fedele alla sua missione di fiera più rappresentativa delle gallerie italiane di qualità, ArtVerona11 si muove tra continuità ed evoluzione 

Un pensiero fortemente positivo anima questa nuova edizione di ArtVerona che, svolgendosi per prima tra le maggiori fiere, apre di fatto la stagione del mercato dell’arte moderna e contemporanea.

Accreditata come uno dei principali appuntamenti italiani per il mercato, ArtVerona si conferma al tempo stesso manifestazione espositiva ed evento culturale.

Rinnova i premi Aletti e il concorso Icona, le sezioni PhotoArtVerona e VideoArtVerona, ed’Est con l’accurata indagine sull’arte della vicina Europa orientale.  
Sulla scia del successo ottenuto, conferma le iniziative più recenti quali I Numeri primi, all’interno del format pluriennale On Stage, e Independents2; la prima tesa a promuovere la ricerca nel sistema dell’arte contemporanea, la seconda ideata per ospitare, in un contesto inusuale come la fiera, associazioni, fondazioni, collettivi e spazi no profit.  
Propone nuovi appuntamenti legati al teatro e alla musica contemporanei e attraverso tre suggestive installazioni, all’interno della sezione 045 Open Space, stimola il dialogo tra arte contemporanea e luoghi antichi della città.

Si riconferma infine l’estensione online della fiera, attraverso startingcollection.com ed artfaironline.it.






Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
Linguaggi mercoledi 15 giugno 2011 MILANO Tue, 14 Jun 2011 02:50:24 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/166462.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/166462.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

&



Sono lieti di invitarLa all'evento 

LINGUAGGI

in Via Luigi Settembrini 26 - 20124 Milano - primo piano
dalle ore 18.00 alle ore 22.00


 




Da sempre il linguaggio è l'elemento cardine sul quale si basa la comunicazione tra individui, necessario per trasmettere informazioni, emozioni, stati d'animo, sentimenti, idee. Diversi linguaggi, diversi modi di comunicare, ma tutti esprimono il loro essere attraverso i simboli ed è proprio la poliedricità delle tecniche espressive il tema della collettiva proposta oggi dalla Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea, alla quale prenderanno parte tutti i suoi artisti in permanenza. Rudy Pulcinelli, di ritorno dalla Thailandia, dove ha creato un'installazione site-spcific presso l'Art Gallery of Silpakorn University, grazie all'incontro con la cultura Thai ha aggiunto un nuovo alfabeto al suo linguaggio espressivo. Caterina Sbrana e Domenico Grenci, porteranno le loro opere la cui essenza si unisce dell'utilizzo di elementi naturali e nella delicatezza delle loro figure e la cui mostra bipersonale si è appena chiusa nella sede pratese della Galleria. Bruno Pedrosa, personalità eclettica in partenza per un tour nel quale porterà le sue opere fuori dall'Italia. Omar Galliani, artista di rilevanza internazionale e dalle singolari capacità tecniche figurative, dopo aver partecipato alla mostra "Diario Cinese" all'Istituto Italiano di Cultura di Pechino, proporrà il suo linguaggio che evoca la delicatezza dei maestri fiorentini del ‘500 italiano. Beatrice Gallori che si affaccia al panorama artistico milanese per la prima volta con le sue ceramiche straripanti di energia; Enzo Guaricci con l'ironia dei suoi oggetti pietrificati; Gaetano Fracassio, artista poliedrico che si serve delle più svariate tecniche espressive; Nicoletta Bagatti con la sua analisi, attraverso la studio del corpo, delle origini dell' essenza umana; Fernanda Morganti la quale rielabora su tavola lo studio della terza dimenzione; Raffaello Gori e Mimmo Iacopino prossimi alla mostra "Nuove Dimensioni" presso la Galleria di Prato, Fabio Inverni</! a> e Gio vanni Sesia con il loro linguaggio iperrealista.

Un allestimento di circa 17 opere, per fare luce sulle ultime e più innovative modalità di espressione e per sottolineare l'unicità di questi linguaggi, grazie alle quali, queste personalità, oggi spiccano nel panorama artistico contemporaneo. A questo riguardo si aggiunge anche la volontà della Galleria di congratularsi con quelli di loro che sono stati selezionati per la 54° Biennale di Venezia: Enzo Guaricci, Caterina Sbrana, Domenico Grenci e Giovanni Sesia.

Lisa Bonetti



On 15th of June 2011 at 6:00 p.m. Eleonora D'Andrea Contemporanea is glad to present the exhibition "LINGUAGGI" at the Gallery in Via Luigi Settembrini 26 - Milan.Always the language is the hinge element on which is based the communication between individuals, it is necessary for exchanging information, emotions, moods, feelings and ideas. Different languages, different ways to communicate, but they all express their being through the symbols and the versatility of the expressive techniques is the theme of the Collective Exhibition proposed today by Eleonora D'Andrea Contemporary Gallery, with the participation of all its artists.

Rudy Pulcinelli, back from Thailand, where he created an installation site-specific at the Art Gallery of the Silpakorn University, has added a new alphabet to his expressive language thanks to a meeting with the Thai culture. Caterina Sbrana and Domenico Grenci , will show their works, the essence of which combines the use of natural elements and the delicacy of their figures, the exhibition of these two Artists has just closed at the Gallery in Prato. Bruno Pedrosa, eclectic personality, is leaving for a tour which will bring his works outside Italy. Omar Galliani, a very important International Artist with unique figurative technical capabilities, after participating in the exhibition "Diario Cinese" at the Italian Cultural Institute of Beijing, will present his language that evokes the delicacy of the Florentine masters of the Italian '500. Beatrice Gallori, for the first time on the art scene in Milan, will show her works in ceramic overflowing with energy; Enzo Guaricci with the irony of his petrified objects, Gaetano Fracasso, multifaceted Artist who uses a variety of expressive techniques, Nicoletta Bagatti with her analysis of the origins of the human essence, through the study of the body, Fernanda Morganti who elaborates on the board the study of the third dimension, Raffaello Gori and Mimmo Iacopino now at the exhibition "Nuove Dimensioni" at the Gallery in Prato, Fabio Inverni and Giovanni Sesia with their hyper-realistic language.

An exhibition of about 17 works, to shed light on the latest and most innovative ways of expression and to emphasize the uniqueness of these languages, thanks to which, these personalities, now stand in the contemporary art scene. Then ther's also the will of the Gallery to congratulate those who have been selected for the 54th Biennale in Venice: Enzo Guaricci, Caterina Sbrana, Domenico Grenci and Giovanni Sesia.

                                                                                                                                                                     ! ;                                                                                      Lisa Bonetti




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
9 GIUGNO/ENZO GUARICCI - 54 BIENNALE DI VENEZIA Thu, 09 Jun 2011 14:11:44 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/165931.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/165931.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

 Quest'anno il direttore artistico della Biennale di Venezia, in onore del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, 
estende l'esposizione di questa manifestazione a tutto il territorio nazionale con un padiglione per ogni regione.
Gli artisti che parteciperanno a queste esposizioni dovranno essere nativi della regione dove espongono
e saranno selezionati dai vari curatori.

Enzo Guaricci parteciperà alla 54° Biennale di Venezia - Padiglione Puglia -

A tale proposito vi invitiamo a brindare insieme a noi 
 
Giovedi 9 Giugno 2011
dalle ore 18.00 alle ore 21.00

presso la nostra galleria di Milano, in Via Luigi Settembrini 26, al primo piano

In occasione del finissage della mostra ORA ERA personale di Guaricci

polvere di marmo e resina
polvere di marmo e resinaPolvere di marmo e resinapolvere di marmo e resinapolvere di marmo e resina




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
ENZO GUARICCI - 54 BIENNALE DI VENEZIA Thu, 09 Jun 2011 12:42:26 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/165930.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/165930.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

 Quest'anno il direttore artistico della Biennale di Venezia, in onore del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, 
estende l'esposizione di questa manifestazione a tutto il territorio nazionale con un padiglione per ogni regione.
Gli artisti che parteciperanno a queste esposizioni dovranno essere nativi della regione dove espongono
e saranno selezionati dai vari curatori.

Enzo Guaricci parteciperà alla 54° Biennale di Venezia - Padiglione Puglia -

A tale proposito vi invitiamo a brindare insieme a noi 
 
Mercoledì 9 Giugno 2011
dalle ore 18.00 alle ore 21.00

presso la nostra galleria di Milano, in Via Luigi Settembrini 26, al primo piano

In occasione del finissage della mostra ORA ERA personale di Guaricci

polvere di marmo e resina
polvere di marmo e resinaPolvere di marmo e resinapolvere di marmo e resinapolvere di marmo e resina




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
"Un sacco" di news... Thu, 19 May 2011 14:32:35 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/162410.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/162410.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

Credendo di farVi cosa gradita siamo ad informarvi sull'attività della nostra Galleria e dei nostri artisti.

Cordialmente
Eleonora D'Andrea



Polvere di marmo e resina

ENZO GUARICCI
 

Siamo lieti di informarvi che L'artista Enzo Guaricci è stato invitato ha partecipare alla
54° Biennale di Venezia, approfondiremo questa notizia nel corso del finissage di "Ora Era", 
mostra personale di Guaricci allestita presso la nostra Galleria di Milano, Giovedi 9 Giugno 2011 dalle ore 18.00. Vi aspettiamo!

Per chi non potesse essere con noi quel giorno può cliccare sul link 
OPERE .


(Installazione Piazza Affari - Milano / Monete della Repubblica all'Italiana)










Installazione BANGKOKRUDY PULCINELLI

Rientra dall'incredibile esperienza in Thailandia Rudy Pulcinelli.
Questo viaggio oltre a permettergli una installazione Museale, (vedi foto a sx), lo ha stimolato a tal punto da creare nuovi sviluppi al proprio linguaggio artistico... (clicca QUI per leggere tutto l'articolo)



(Installazione site specific BANGKOK -THAILANDIA ART GALLERY OF SILPAKORN UNIVERSITY, BANGKOK, TAILANDIA)


















Fango su telaESSENCE

si è conclusa a Prato la mostra di Caterina Sbrana e Domenico Grenci.
On line le foto dell'evento e delle opere ancora disponibili. clicca qui

Caterina Sbrana e Domenico Grenci sono ufficialmente invitati alla 54° Biennale di Venezia mentre


(OFELIA - Fango su tela)


















Uno, Nessuno, CentromilaNUOVE DIMENSIONI

INAGURAZIONE SABATO 28 MAGGIO 2011 ORE 17.30

 

La Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea di Via Gioberti 14 a Prato è lieta di presentare la mostra bipersonale "Nuove dimensioni" di Raffaello Gori e Mimmo Iacopino dal 28 Maggio al 10 Luglio 2011

Parola d'ordine di quest' esposizione è: sperimentazione. La continua e quasi ossessiva ricerca di mezzi espressivi innovativi, avvicina il lavoro di queste due personalità artistiche, che, in momenti e località italiane differenti, hanno condotto uno studio sui materiali extrartistici e sul loro utilizzo nell'arte sperimentale.

Carta velina, polistirolo e stoffe come il raso o il velluto, vengono decontestualizzate e reinserite nelle opere come parti strutturali, in alcuni casi addirittura divenendone i soggetti, elevandosi non solo ad opera d'arte ma anche a firma identificativa del loro creatore..... (leggi tutto il comunicato stampa)



(Uno, Nessuno, Centomila - Mimmo Iacopino)









Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
NUOVE DIMENSIONI - GORI & IACOPINO - 28 MAGGIO PRATO Tue, 17 May 2011 18:49:54 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/162110.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/162110.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

E' lieta di invitarLa all'inaugurazione della mostra




NUOVE DIMENSIONI

RAF FAEL LO G
ORI
&
MIM MO I ACOP
INO

INAUGURAZIONE
SABATO 28 MAGGIO 

dalle ore  17.30 fino alle ore 21.00

PRATO - Via Gioberti, 14 - 59100 Prato



 

La Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea di Via Gioberti 14 a Prato è lieta di presentare la mostra bipersonale "Nuove dimensioni" di Raffaello Gori e Mimmo Iacopino dal 28 Maggio al 10 Luglio 2011

Parola d'ordine di quest' esposizione è: sperimentazione. La continua e quasi ossessiva ricerca di mezzi espressivi innovativi, avvicina il lavoro di queste due personalità artistiche, che, in momenti e località italiane differenti, hanno condotto uno studio sui materiali extrartistici e sul loro utilizzo nell'arte sperimentale.

Carta velina, polistirolo e stoffe come il raso o il velluto, vengono decontestualizzate e reinserite nelle opere come parti strutturali, in alcuni casi addirittura divenendone i soggetti, elevandosi non solo ad opera d'arte ma anche a firma identificativa del loro creatore.

Raffaello Gori, pioniere dell'astrattismo italiano degli anni ‘70, oggi presenta gli esiti più recenti della sua indagine sperimentale in costante evoluzione.

Impalpabilità e dissolvenze cromatiche caratterizzano i suoi lavori attraverso l'uso, del tutto nuovo e inconsueto, all'epoca come oggi, della carta velina, del polistirolo, delle plastiche trasparenti, del polietilene e del colore. Verso la fine degli anni ‘70, la ricerca dell'assoluto, nelle cromie e nella forma, lo "costringe" a ripartire dalle origini; la sua indole pragmatica lo porta ad un'indagine che va oltre la figurazione,  arrivando così a quella che di fatto è la base della pittura: la tela grezza. Lo stravolgimento e l'innovazione arrivano con il capovolgimento del supporto, che assume così una nuova identità, nel retro del quale, Gori, applica colore ed inusuali materie, per poi chiudere la struttura con carta velina o con materiale tensionato, aprendo così le opere verso una nuova dimensione. Ciò che ne scaturisce è un sorprendente gioco emozionale di trasparenze e sovrapposizioni del tutto unico e rivoluzionario per quegli anni.

Raffaello Gori trasforma le tele in "scatole" che conquistano la terza dimensione grazie alla luce, la quale, riflettendosi sulle superfici, mette in evidenza il lavoro dell'artista su più livelli, accendendo il riverbero e la forza cromatica ed espressiva di queste opere. La tensione verso una forma assoluta si esplica in un lirismo cromatico molto suggestivo, che si fa forza della leggerezza e della trasparenza dei materiali.

La ricerca di Mimmo Iacopino invece, parte dalla sua originaria professione di fotografo di still life che lo avvicina al mondo dell'arte, grazie allo studio del colore, della luce e della composizione.

Dopo un primo periodo pittorico, improntato all'astrattismo, Iacopino passa alla sperimentazione e nel 2000 elabora "Metro" l'opera che diventrà il tratto distintivo di quest'artista.

Un rapporto estremamente fisico con i materiali, che scaturisce dalla necessità di Iacopino di "farli suoi" tagliandoli, intrecciandoli e plasmandoli. Diversi sono i supporti utilizzati, che vengono prelevati dal quotidiano e ricontestualizzati con ironia nelle opere: metri da sarto, strisce di velluto e raso, fili di rame e carta fotografica stampata. Anche in questo caso le suggestioni sono date dalla luce che, riflettendosi su queste griglie estremamente geometiche, da' vita a riflessi sempre nuovi, variando continuamente la profondità e l'intensità cromatica delle opere.

Un gioco di luci e materiali, che rende perfettamente l'idea di arte ironica e spensierata che sta alla baste della produzione di Mimmo Iacopino, artista attualmente riconosciuto a livello internazionale, grazie alle numerose esposizione nelle Gallerie italiane ed estere più rinomate.  (Lisa Bonetti)






Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
Invito - Ora Era /Enzo Guaricci / Milano 20 Aprile 2011 Fri, 15 Apr 2011 18:00:44 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/158200.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/158200.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

 

 

ORA ERA

ENZO GUARICCI

Inaugurazione
alla presenza dell'Artista
 a cura di Linda Giusti
Catalogo in Galleria

MERCOLEDI 20 APRILE 2011
dalle ore 17.30 alle ore 21.00
MILANO
VIA SETTEMBRINI, 26 - PRIMO PIANO


potrai vedere e prenotare le opere in
anteprima da martedi 19 aprile 2011 cliccando QUI





POLVERE DI MARMO E RESINA


Ammazzare il tempo - Polvere di Marmo e resina 2011


La Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea di Via Settembrini 26 a Milano presenta da Mercoledì 20 Aprile 2011 la personale di Enzo Guaricci "Ora Era".

 

L'Artista propone una collezione complessa nella quale le opere non possono essere slegate dalla sottile ironia dei titoli che si fondono in un tutt'uno con le creazioni. Guaricci gioca con le parole come gioca con la polvere di marmo miscelata alle resine per modellare oggetti del quotidiano, trasportati in una dimensione "altra" per suggerire una differente angolazione da cui osservare soggetti a noi noti. Stravaolge significati, ne crea di nuovi, associazioni mentali al limite della casualità accostano soggetti e simboli culturali, apparentemente incongruenti, per sconvolgere il pensiero comune e spiazzare gli occhi del pubblico.

 

La sua grande abilità nel plasmare la materia arriva a sconfiggere e a trasformare le leggi della fisica, riuscendo a rendere incredibilmente leggero anche un materiale che solitamente viene accostato all'idea del peso. La pietra diventa duttile nelle sue mani, prende vita in oggetti delicati, incredibilmente leggeri, oppure si concretizza in soggetti pesanti, non solo in senso fisico, ma anche e soprattutto in una dimensione ideale.

 

Guaricci pietrifica l'attimo nel tempo, rendendolo eterno, trasportando il presente nel passato in un gioco temporale ed emozionale senza fine. La velata ironia che accompagna titoli e opere alleggerisce il peso del marmo rendendo immediato il messaggio dell'Artista.

 

Un atteggiamento critico, quello di Enzo Guaricci, che si serve dell'intelletto e della pietra per portare fuori dal tempo i suoi soggetti, restituendo loro l'identità persa nei luoghi comuni e nella fugacità degli sguardi odierni. Opere che non trovano pieno compimento nella semplice, seppur eccellente, abilità scultorea dell'Artista, ma raggiungono il loro vero fine con ciò che di personale il pubblico concede loro per completarle.

Nato e cresciuto ad Acquaviva delle Fonti (BA), luogo dove tutt'ora vive e lavora, Enzo Guaricci si è formato presso le Accademie di Belle Arti di Firenze e Roma, dove partecipa attivamente al gruppo della Nuova Figurazione Romana. Gli anni Settanta consacrano importanti traguardi come la partecipazione alla Quadriennale di Roma e la Biennale di Saragoza; l'allestimento di Personali alla Modern Art Gallery di Chicago e a Francoforte "Nuova Figurazione Romana" presso la Galleria Forum.

 

 

L’UNESCO, negli stessi anni, per commemorare le vittime del terremoto in Sicilia gli commissiona un monumento nella città di Gibellina. Negli anni Ottanta si apre all’architettura, al design e al teatro realizzando scenografie per il Teatro Petruzzelli di Bari.

Abbandonato definitivamente l’insegnamento, negli anni Novanta, Guaricci si dedica interamente alla scultura dando origine al progetto che oggi ci propone.

La sua fama fin dall’inizio lo porta fuori dall’Italia con esposizioni personali in città come Ginevra nel 1996 con “Nomade des tempa”all’istituto Varady; Los Angeles con “Yong e Guaricci” alla Galleria C.S. Fine Art la Crescenta.

Nel 1998 “Abitare il Sogno” al Museo del Territorio di Alberobello (Ba).

Nel 1999 al Museo Civico di Praia a Mare (Cs)  con “come eravamo domani”.

Nel 2003 “Caro amico ti scrivo” a Bari al Museo Nuova Era.

Nel 2004 a Bologna “Come eravamo domani” alla Galleria Paolo Nanni a cura di D. Del Moro; a Bondeno (Fe) “Come eravamo domani” alla Rocca Stellata a cura di D. Del Moro.

Nel 2005 a Genova “Arte Genova 2005” “Omaggio all' artista” a cura di Giorgio Segato.

Nel 2007 a Asti “Il peso della cultura” presso la Galleria Eidos a cura di Raffaella Caruso.

Nel 2008 a Prato “CitAzioni” alla Galleria Eleonora D'Andrea a cura di Linda Giusti; ad Asti “Piazza Affari” presso la Cassa di Risparmio di Asti a cura di R. Caruso e a Finalmarina (Sv) “Fortezza Castelfranco: La leggerezza dell'essere” a cura di M. Valente.

nel 2009 a Livorno “Sconcertazione” alla Galleria Giraldi a cura di Fabrizio Giraldi e a Praga “Segni del Novecento” all’Istituto Italiano di Cultura.

Nel 2010 a Conversano (Ba) “La pensée du dehors” presso la Galleria Entropie a cura di Roberto  Lacarbonara.

 

Le esposizioni collettive si susseguono: nel 1995 a Torino “Artissima’95” alla Galleria Rino Costa; a Ortona (Ch) “Gelo e Disgelo” a palazzo Farnese e a Bari “La Luna, la Croce, la Stella” alla Galleria Zelig.

Nel 1996 a Ginevra (CH) “Collettiva” alla Galleria Fallet; a Bologna “Arte fiera” alla Galleria Rino Costa; a Torino “Artissima ‘96” alla Galleria Rino Costa; a Marsiglia (F) “Marseille Art Shop ‘97” alla Galleria Le Cargo e a Praia a mare (Cs) “Cartoline d’artista” alla casa delle Culture, Museo Civico.

Nel 1997 a Torre San Patrizio (AP) “Osservatorio Tre” alla terza Biennale d’Arte; a Marsigli (F) “Marseille Art Shop ‘97” alla Galleria Le cargo e a Cosenza “Aria, Fuoco, Terra, Acqua” alla Casa delle Culture Museo Civico Praia a mare.

Nel 1998 a Bologna “Arte fiera ‘98” alla Galleria Rino Costa e a Milano “Chiodo Fisso” al Milan Art Center.

Nel 1999 a Bari “Reliquiario” al Museo Nuova Era, a Bologna “Arte fiera” Galleria il traghetto Venezia; a Jesi (An) “2000, Tra memoria e presentimenti” al Palazzo Esposizioni; a Barletta (Ba) “In Otto” a Castello Svevo; a Saragoza (E) “Espacio Libertad) a Feria de Muestra; in Russia a Novosibirsk “Caos italiano” alla Novosibirsk Pioture Gallery; a Bari “La chiave del Duemila” al Museo Nuova Era; a Roma “Tra memoria e presentimento” al Chiostro della basilica di San Clemente e a Ostuni (Ba) “Pop Art e dintorni” al Palazzo della Corte.

Nel 2000 a Senago (Mi) “E Domani” a Villa Borromeo e a Milano “ MiArt” Galleria Milan Art Center.

Nel 2001 a Caerano San Marco (Tv) “Innaturalmente” alla Fondazione Villa Benci; a Marbella (E) “Espacio Libertad” Mac21 al Palacio y Congressos e a baghdad (Iraq) “III International Festival of Plastic Art” al Museo Saddam.

Nel 2002 ad Adria (Ba) “Dalla pianta al banchetto” a Castel del Monte; a Olevano Romano (Roma) al Museo Aperto all’Aperto; a Copertino (Le) “Dalla pianta al banchetto” al Castello di Copertino e ad Acri (Cs) “Il naso e la bugia” alla Fondazione Padula.

Nel 2003 a Castel d’Arquato (Pc) “Isole Frattali” all’Antico Palazzo della Pretura; a Bari “Vergine d’Oliva” alla Pinacoteca Provinciale; a Santa Maria di Leuca (Le) “Aquisizioni” al Museo Vito Mele; ad Alberobello (Ba) “Documenta” al Museo del Territorio e a Bologna “Il giardino degli inganni” ai Giardini del Barracano.

Nel 2004  Bologna “Arte fiera” alla Galleria Paolo Nanni; in Corea a Seul “1001 Reasons to love the heart” al Seul Art Center; a Londra “Mail Art allo Specchio” London Art Biennal 2004 e a Pavullo (Mo) “Dinamiche del Volto” alle Gallerie Civiche del Palazzo Ducale.

Nel 2005 a Madrid (E) “L’inferno di Dante” all’Istituto Italiano di Cultura; a Cstellarquato (Pc) “Chakra” all’Antico Palazzo della Pretura; a Utrecht (NL) “Art for Nature” presso 2000 Fondation; al Castello di San Pietro in Cerro (Pc) “Acquisizione” al MIM Museo in Motion; a Venezia “13x17 progetto per Padiglione Italia” a Chiesetta San Gallo; ad Ankara (TR) “I Biennale Internazionale d’Arte di Grameen” al Museo di Pittura e Scultura di Stato e a Monzon Huesca (E) “Libero” al Recinto Ferial de Monzon.

Nel 2006 a Putignano (Ba) “ Giardino d’inverno” alla Galleria Kunst Halle; a Prato “Salutarvi così” presso Eleonora D’Andrea Contemporanea; a Bietto “Il Corpo e la Santità” al Museo della Devozione e del Lavoro e a Giovinazzo “Sea life” presso Ex Vedetta della Mrina.

Nel 2007 a Milano “MiArt” presso la Galleria Eidos di Asti; a Asti “Insostenibili leggerezze” alla Galleria Eidos; a Saragoza (E) “Porelarte 2” a Feria de Saragoza; a Verona “Art Verona” alla Galleria Eidos; a Vlenza Po “Serie: Artisti e Galleristi” alla Galleria Rino Costa e a Padova “Arte Padova: Premio all’artista” alla Galleria Eidos.

Nel 2008 a Bergamo “Bergamo Arte Fiera” alla Galleria Eidos di Asti; a Bergamo “Bergamo Arte Fiera” presso la Galleria Eleonora D’Andrea di Prato e a Bologna “Arte Fiera” alla Galleria Rino Costa. 

Nel 2009 a Bergamo “Bergamo Arte Fiera: Spazio dedicato all'artista Enzo Guaricci” alla Galleria Eidos di Asti; a Milano “Miart” alla Galleria  Eidos di Asti; a Mirano (Ve) “Il suono dell'anima” a PaRDe, Laboratorio di Ricerca d'Arte Contemporanea; a Tagliolo (Al) “Tavolo in bandito” al Museo Ergomiroglio e a Verona “ArtVerona e Abitare il Tempo” alla Galleria Eidos.

Nel 2010 a Bergamo “Arte Bergamo” presso la Galleria Eidos di Asti; a Milano “MiArt” alla Galleria Eidos di Asti e a Maccagno “Acquisizioni 2010” al Museo Maccagno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
ORA ERA - Personale di Enzo Guaricci Thu, 14 Apr 2011 10:50:49 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/157949.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/157949.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Inaugurazione
alla presenza dell'Artista

MERCOLEDI 20 APRILE 2011
dalle ore 17.30 alle ore 21.00
MILANO
VIA SETTEMBRINI, 26 - PRIMO PIANO

POLVERE DI MARMO E RESINA



Ammazzare il tempo - Polvere di Marmo e resina 2011

 



La Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea di Via Settembrini 26 a Milano presenta da Mercoledì 20 Aprile 2011 la personale di Enzo Guaricci "Ora Era".

 

L'Artista propone una collezione complessa nella quale le opere non possono essere slegate dalla sottile ironia dei titoli che si fondono in un tutt'uno con le creazioni. Guaricci gioca con le parole come gioca con la polvere di marmo miscelata alle resine per modellare oggetti del quotidiano, trasportati in una dimensione "altra" per suggerire una differente angolazione da cui osservare soggetti a noi noti. Stravaolge significati, ne crea di nuovi, associazioni mentali al limite della casualità accostano soggetti e simboli culturali, apparentemente incongruenti, per sconvolgere il pensiero comune e spiazzare gli occhi del pubblico.

 

La sua grande abilità nel plasmare la materia arriva a sconfiggere e a trasformare le leggi della fisica, riuscendo a rendere incredibilmente leggero anche un materiale che solitamente viene accostato all'idea del peso. La pietra diventa duttile nelle sue mani, prende vita in oggetti delicati, incredibilmente leggeri, oppure si concretizza in soggetti pesanti, non solo in senso fisico, ma anche e soprattutto in una dimensione ideale.

 

Guaricci pietrifica l'attimo nel tempo, rendendolo eterno, trasportando il presente nel passato in un gioco temporale ed emozionale senza fine. La velata ironia che accompagna titoli e opere alleggerisce il peso del marmo rendendo immediato il messaggio dell'Artista.

 

Un atteggiamento critico, quello di Enzo Guaricci, che si serve dell'intelletto e della pietra per portare fuori dal tempo i suoi soggetti, restituendo loro l'identità persa nei luoghi comuni e nella fugacità degli sguardi odierni. Opere che non trovano pieno compimento nella semplice, seppur eccellente, abilità scultorea dell'Artista, ma raggiungono il loro vero fine con ciò che di personale il pubblico concede loro per completarle.



 

Nato e cresciuto ad Acquaviva delle Fonti (BA), luogo dove tutt'ora vive e lavora, Enzo Guaricci si è formato presso le Accademie di Belle Arti di Firenze e Roma, dove partecipa attivamente al gruppo della Nuova Figurazione Romana. Gli anni Settanta consacrano importanti traguardi come la partecipazione alla Quadriennale di Roma e la Biennale di Saragoza; l'allestimento di Personali alla Modern Art Gallery di Chicago e a Francoforte "Nuova Figurazione Romana" presso la Galleria Forum.

L'UNESCO, negli stessi anni, per commemorare le vittime del terremoto in Sicilia gli commissiona un monumento nella città di Gibellina. Negli anni Ottanta si apre all'architettura, al design e al teatro realizzando scenografie per il Teatro Petruzzelli di Bari.

Abbandonato definitivamente l'insegnamento, negli anni Novanta, Guaricci si dedica interamente alla scultura dando origine al progetto che oggi ci propone.


Sotto alcune fra le più importanti esposizioni:
 

1995 a Torino "Artissima'95" alla Galleria Rino Costa; a Ortona (Ch) "Gelo e Disgelo" a palazzo Farnese e a Bari "La Luna, la Croce, la Stella" alla Galleria Zelig

Nel 1996 a Ginevra (CH) "Collettiva" alla Galleria Fallet; a Bologna "Arte fiera" alla Galleria Rino Costa; a Torino "Artissima ‘96" alla Galleria Rino Costa; a Marsiglia (F) "Marseille Art Shop ‘97" alla Galleria Le Cargo e a Praia a mare (Cs) "Cartoline d'artista" alla casa delle Culture, Museo Civico, Ginevra (CH) con "Nomade des tempa"all'istituto Varady; Los Angeles con "Yong e Guaricci" alla Galleria C.S. Fine Art la Crescenta.

Nel 1997 a Torre San Patrizio (AP) "Osservatorio Tre" alla terza Biennale d'Arte; a Marsigli (F) "Marseille Art Shop ‘97" alla Galleria Le cargo e a Cosenza "Aria, Fuoco, Terra, Acqua" alla Casa delle Culture Museo Civico Praia a mare.

Nel 1998 a Bologna "Arte fiera ‘98" alla Galleria Rino Costa e a Milano "Chiodo Fisso" al Milan Art Center, ad "Abitare il Sogno" al Museo del Territorio di Alberobello (Ba);

Nel 1999 a Bari "Reliquiario" al Museo Nuova Era, a Bologna "Arte fiera" Galleria il traghetto Venezia; a Jesi (An) "2000, Tra memoria e presentimenti" al Palazzo Esposizioni; a Barletta (Ba) "In Otto" a Castello Svevo; a Saragoza (E) "Espacio Libertad) a Feria de Muestra; in Russia a Novosibirsk "Caos italiano" alla Novosibirsk Pioture Gallery; a Bari "La chiave del Duemila" al Museo Nuova Era; a Roma "Tra memoria e presentimento" al Chiostro della basilica di San Clemente e a Ostuni (Ba) "Pop Art e dintorni" al Palazzo della Corte, al Museo Civico di Praia a Mare (Cs)  con "Come eravamo domani".

Nel 2000 a Senago (Mi) "E Domani" a Villa Borromeo e a Milano " MiArt" Galleria Milan Art Center.

Nel 2001 a Caerano San Marco (Tv) "Innaturalmente" alla Fondazione Villa Benci; a Marbella (E) "Espacio Libertad" Mac21 al Palacio y Congressos e a baghdad (Iraq) "III International Festival of Plastic Art" al Museo Saddam.

Nel 2002 ad Adria (Ba) "Dalla pianta al banchetto" a Castel del Monte; a Olevano Romano (Roma) al Museo Aperto all'Aperto; a Copertino (Le) "Dalla pianta al banchetto" al Castello di Copertino e ad Acri (Cs) "Il naso e la bugia" alla Fondazione Padula.

Nel 2003 a Castel d'Arquato (Pc) "Isole Frattali" all'Antico Palazzo della Pretura; a Bari "Vergine d'Oliva" alla Pinacoteca Provinciale; a Santa Maria di Leuca (Le) "Aquisizioni" al Museo Vito Mele; ad Alberobello (Ba) "Documenta" al Museo del Territorio e a Bologna "Il giardino degli inganni" ai Giardini del Barracano, a Bari al Museo Nuova Era "Caro amico ti scrivo";

Nel 2004  Bologna "Arte fiera" alla Galleria Paolo Nanni; in Corea a Seul "1001 Reasons to love the heart" al Seul Art Center; a Londra "Mail Art allo Specchio" London Art Biennal 2004 e a Pavullo (Mo) "Dinamiche del Volto" alle Gallerie Civiche del Palazzo Ducale, a Bologna "Come eravamo domani" alla Galleria Paolo Nanni a cura di D. Del Moro; a Bondeno (Fe) "Come eravamo domani" alla Rocca Stellata a cura di D. Del Moro

Nel 2005 a Madrid (E) "L'inferno di Dante" all'Istituto Italiano di Cultura; a Castell'Arquato (Pc) "Chakra" all'Antico Palazzo della Pretura; a Utrecht (NL) "Art for Nature" presso 2000 Fondation; al Castello di San Pietro in Cerro (Pc) "Acquisizione" al MIM Museo in Motion; a Venezia "13x17 progetto per Padiglione Italia" a Chiesetta San Gallo; ad Ankara (TR) "I Biennale Internazionale d'Arte di Grameen" al Museo di Pittura e Scultura di Stato e a Monzon Huesca (E) "Libero" al Recinto Ferial de Monzon, a Genova "Arte Genova 2005" "Omaggio all' artista" a cura di Giorgio Segato.

Nel 2006 a Putignano (Ba) " Giardino d'inverno" alla Galleria Kunst Halle; a Prato "Salutarvi così" presso Eleonora D'Andrea Contemporanea; a Bietto "Il Corpo e la Santità" al Museo della Devozione e del Lavoro e a Giovinazzo "Sea life" presso Ex Vedetta della Mrina.

Nel 2007 a Milano "MiArt" presso la Galleria Eidos di Asti; a Asti "Insostenibili leggerezze" alla Galleria Eidos; a Saragozza (E) "Porelarte 2" a Feria de Saragozza; a Verona "Art Verona" alla Galleria Eidos; a Valenza Po "Serie: Artisti e Galleristi" alla Galleria Rino Costa e a Padova "Arte Padova: Premio all'artista" alla Galleria Eidos ad Asti "Il peso della cultura" a cura di Raffaella Caruso alla Galleria Eidos.

Nel 2008 a Bergamo "Bergamo Arte Fiera" alla Galleria Eidos di Asti; a Bergamo "Bergamo Arte Fiera" presso la Galleria Eleonora D'Andrea di Prato e a Bologna "Arte Fiera" alla Galleria Rino Costa, a Prato "CitAzioni" alla Galleria Eleonora D'Andrea a cura di Linda Giusti; ad Asti "Piazza Affari" presso la Cassa di Risparmio di Asti a cura di R. Caruso e a Finalmarina (Sv) "Fortezza Castelfranco: La leggerezza dell'essere" a cura di M. Valente.

Nel 2009 a Bergamo "Bergamo Arte Fiera: Spazio dedicato all'artista Enzo Guaricci" alla Galleria Eidos di Asti; a Milano "Miart" alla Galleria  Eidos di Asti; a Mirano (Ve) "Il suono dell'anima" a PaRDe, Laboratorio di Ricerca d'Arte Contemporanea; a Tagliolo (Al) "Tavolo in bandito" al Museo Ergomiroglio e a Verona "ArtVerona e Abitare il Tempo" alla Galleria Eidos, a Livorno "Sconcertazione" alla Galleria Giraldi a cura di Fabrizio Giraldi e a Praga "Segni del Novecento" all'Istituto Italiano di Cultura.

Nel 2010 a Bergamo "Arte Bergamo" presso la Galleria Eidos di Asti; a Milano "MiArt" alla Galleria Eidos di Asti e a Maccagno "Acquisizioni 2010" al Museo Maccagno, a Conversano (Ba) "La pensée du dehors" presso la Galleria Entropie a cura di Roberto  Lacarbonara.

]]>
Essence - Invito Prato Sabato 12 Marzo 2011 Mon, 07 Mar 2011 11:18:36 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/152694.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/152694.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea


Con la presente siamo lieti di poterLa invitare all'inaugurazione della mostra

   ESSENCE

Caterina Sbrana & Domenico Grenci

Dal 12 Marzo al 1 Maggio 2011

Via Gioberti 14 - PRATO

INAUGURAZIONE
SABATO 12  MARZO 2011
DALLE ORE 17.30 ALLE 21.00

 





La Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea è lieta di presentare, dal 12 marzo al 1° Maggio 2011, presso la sua sede di Prato in via Vincenzo Gioberti 14, la mostra Essence dei giovani artisti Caterina Sbrana e Domenico Grenci.


Entrambi si muovono allontanandosi dalla pittura convenzionale e propongono nuovi strumenti con i quali affrontare le realtà che raffigurano.


Caterina Sbrana si serve di elementi naturali come il fango, il succo d'erba, i pistilli di papavero e la cenere che, raccolti e trattati dalla stessa, occorrono per eseguire il proprio lavoro, improntato principalmente sullo studio di vegetali e sulla figura letteraria di Ofelia.


Domenico Grenci adopera invece il bitume che, da materiale grezzo, si eleva a tutti gli effetti a medium artistico. Nascono quindi i mezzi busti e le giovani donne che da una parte vengono raffigurate in stile fiammingo, per costumi e pose, mentre dall'altra ed in opposizione nascono le modelle pubblicitarie nostre contemporanee che, seppur elaborate dall'artista, di originale mantengono solo il supporto sulle quali sono generate e la posizione fotografica.

Fin dal XIX secolo, il bitume è il principale oggetto di creazione; all'epoca per creare i primi scatti fotografici, i dagherrotipi, ed ora nelle opere di Grenci. Possiamo oggi quindi sorridere ripensando all'affermazione del pittore DELAROCHE (1797-1856) che disse "è nata la fotografia, da oggi la pittura è morta", poiché esempio più concreto e visibile del loro legame oggi non ne abbiamo.


I due artisti, seppur giovani, hanno già esposto in numerose mostre e compaiono in collezioni prestigiose pubbliche e private, come ad esempio quella dell'azienda mondiale Tetrapack. Hanno inoltre vinto diversi premi italiani ed esteri e partecipato a workshop di lavoro.


Caterina Sbrana nasce a Pisa nel 1977 e, dopo aver conseguito la maturità classica, consegue a Perugia il diploma di addetto al restauro di dipinti presso l'Istituto Europeo delle Arti Operative. Si iscrive poi all'Accademia di Belle Arti di Carrara, al corso di pittura del professor Omar Galliani, con il quale compie le prime esperienze espositive. Nel 2003 presenta la tesi "Cerchi nell'acqua, divagazioni su Ofelia", ricerca sugli archetipi che attraversano il corpo femminile. Le sue opere possono essere viste nell'evento OPEN STUDIOS 2 creato da La Strozzina Centro Culturale di Palazzo Strozzi a Firenze


Domenico Grenci
nasce a Ardore (RC) nel 1981, si diploma al Liceo Classico di Locri e successivamente consegue la laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna. Dopo due anni come tutor all'Accademia di Belle Arti, decide di dedicarsi pienamente alla Pittura lasciando il lavoro universitario. Attualmente vive e lavora a Bologna. Le sue opere sono in esposizione personale con la mostra Animee presso la nostra Galleria di Milano, in Via Settembrini, 26.




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Passa parola
Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
ANIMAE ...Uno sguardo dentro - Personale di Domenico Grenci Thu, 13 Jan 2011 14:45:10 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/145852.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/145852.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Eleonora D'Andrea Contemporanea
      

DOMENICO GRENCI






ANIMAE
... Uno sguardo dentro

Inaugurazione alla presenza dell'Artista
VERNISSAGE

MERCOLEDI 26 GENNAIO 2011 ORE 18.30
E
SABATO 12 FEBBRAIO 2011 ORE 15.30 - 18.30

INGRESSO LIBERO


Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea
Via Settembrini, 26 - 20124 Milano primo piano
Telefono: + 39 0574 574670 Cell. +39 3452816111
  
Orari: Martedì, Mercoledì, Giovedì ore 16.30 - 20.00
Lunedì, Venerdì, Sabato e Domenica su appuntamento


CATALOGO IN GALLERIA




La Galleria Eleonora D'Andrea presenta dal 26 gennaio al 27 marzo 2011 presso la sua sede di Milano in via Settembrini 26, (al primo piano), il giovane artista Domenico Grenci.

Nato ad Ardore (RC) nel 1981, si è diplomato al Liceo Classico di Locri e ha successivamente conseguito la laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna. Dopo due anni come tutor all'Accademia di Belle Arti, ha deciso dedicarsi pienamente alla Pittura lasciando il lavoro universitario. Attualmente vive e lavora a Bologna.

Durante la sua carriera ha partecipato attivamente a workshop e ha conseguito importanti premi italiani ed esteri. Ricordiamo il Premio Morandi per l'incisione (2005), il Premio S.A.M.P. (2006) con acquisizione dell'opera da parte della Fondazione CARISBO, il Premio Celeste (2007) il primo premio del Goldener Kentaur a Monaco di Baviera (2007); il primo premio al Maggio Fiorito a Cento di Ferrara (2008) e il Premio delle Arti di Catania.

Le sue opere sono presenti in molte collezioni importanti, quale la collezione della già citata Fondazione CARISBO e dell'azienda mondiale Tetrapack, che dal 2008 espone le sue opere nella hall della sua sede modenese.

La mostra qui presentata si inserisce perfettamente in un percorso di ricerca artistica che lega artista e gallerista da quattro anni e che vede il suo culmine nelle esposizioni presentate nel 2010 - 2011: nella primavera passata nella galleria di Prato, attualmente a Milano e nella prossima primavera presso la Rocca di Bazzano (BO).

Artista emergente di indiscutibile sensibilità, Domenico Grenci si muove su una base figurativa e se ne stacca in maniera innovativa, utilizzando medium della modernità per indagare la psicologia celata dietro i volti raffigurati.

Attraverso l'uso del bitume steso a pennellate, l'artista crea zone di umidità che ne espandono il colore, creando delle immagini vaghe cariche di forza e immediatezza espressiva. Con un linearismo accurato, propone armonie perfette ed equilibri bilanciati, ricercando una bellezza vista come esperienza intima e estetica. Eppure queste donne, dall'immagine sbavata, non sono rassicuranti, ma sono fragili e irrequiete, vittime dei canoni mediatici di bellezza femminili della nostra epoca e della mercificazione del loro stesso corpo.

Il colore ottenuto è costituito dalle varie tonalità del seppia, colore che ci ricorda le vecchie stampe fotografiche. E di istantanee sembra trattarsi: come l'antica leggenda degli indiani d'America sosteneva che la fotografia rubasse loro l'anima, così queste immagini sembrano essere lo scatto rubato a una persona che, abbandonando tutte le difese, si mostra per quello che è, in tutta la sua nudità. L'immagine dipinta smette di essere una mera raffigurazione del reale più superficiale, ma ci spinge di fronte a una natura traballante, a un'inquietudine che lascia trasparire sofferenza e turbamenti dell'anima, che rompe la nostra quotidianità spingendoci ad abbandonare la maschera per approcciarci all'immagine con la maggiore sincerità.



]]>
ANIMAE ... Uno sguardo dentro / personale di Domenco Grenci Wed, 12 Jan 2011 20:09:22 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/146992.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/146992.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

      

DOMENICO GRENCI






ANIMAE
... Uno sguardo dentro

Inaugurazione alla presenza dell'Artista
VERNISSAGE

MERCOLEDI 26 GENNAIO 2011 ORE 18.30
E
SABATO 12 FEBBRAIO 2011 ORE 15.30 - 18.30

INGRESSO LIBERO


Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea
Via Settembrini, 26 - 20124 Milano primo piano
Telefono: + 39 0574 574670 Cell. +39 3452816111
  
Orari: Martedì, Mercoledì, Giovedì ore 16.30 - 20.00
Lunedì, Venerdì, Sabato e Domenica su appuntamento


CATALOGO IN GALLERIA




La Galleria Eleonora D'Andrea presenta dal 26 gennaio al 27 marzo 2011 presso la sua sede di Milano in via Settembrini 26, (al primo piano), il giovane artista Domenico Grenci.

Nato ad Ardore (RC) nel 1981, si è diplomato al Liceo Classico di Locri e ha successivamente conseguito la laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna. Dopo due anni come tutor all'Accademia di Belle Arti, ha deciso dedicarsi pienamente alla Pittura lasciando il lavoro universitario. Attualmente vive e lavora a Bologna.

Durante la sua carriera ha partecipato attivamente a workshop e ha conseguito importanti premi italiani ed esteri. Ricordiamo il Premio Morandi per l'incisione (2005), il Premio S.A.M.P. (2006) con acquisizione dell'opera da parte della Fondazione CARISBO, il Premio Celeste (2007) il primo premio del Goldener Kentaur a Monaco di Baviera (2007); il primo premio al Maggio Fiorito a Cento di Ferrara (2008) e il Premio delle Arti di Catania.

Le sue opere sono presenti in molte collezioni importanti, quale la collezione della già citata Fondazione CARISBO e dell'azienda mondiale Tetrapack, che dal 2008 espone le sue opere nella hall della sua sede modenese.

La mostra qui presentata si inserisce perfettamente in un percorso di ricerca artistica che lega artista e gallerista da quattro anni e che vede il suo culmine nelle esposizioni presentate nel 2010 - 2011: nella primavera passata nella galleria di Prato, attualmente a Milano e nella prossima primavera presso la Rocca di Bazzano (BO).

Artista emergente di indiscutibile sensibilità, Domenico Grenci si muove su una base figurativa e se ne stacca in maniera innovativa, utilizzando medium della modernità per indagare la psicologia celata dietro i volti raffigurati.

Attraverso l'uso del bitume steso a pennellate, l'artista crea zone di umidità che ne espandono il colore, creando delle immagini vaghe cariche di forza e immediatezza espressiva. Con un linearismo accurato, propone armonie perfette ed equilibri bilanciati, ricercando una bellezza vista come esperienza intima e estetica. Eppure queste donne, dall'immagine sbavata, non sono rassicuranti, ma sono fragili e irrequiete, vittime dei canoni mediatici di bellezza femminili della nostra epoca e della mercificazione del loro stesso corpo.

Il colore ottenuto è costituito dalle varie tonalità del seppia, colore che ci ricorda le vecchie stampe fotografiche. E di istantanee sembra trattarsi: come l'antica leggenda degli indiani d'America sosteneva che la fotografia rubasse loro l'anima, così queste immagini sembrano essere lo scatto rubato a una persona che, abbandonando tutte le difese, si mostra per quello che è, in tutta la sua nudità. L'immagine dipinta smette di essere una mera raffigurazione del reale più superficiale, ma ci spinge di fronte a una natura traballante, a un'inquietudine che lascia trasparire sofferenza e turbamenti dell'anima, che rompe la nostra quotidianità spingendoci ad abbandonare la maschera per approcciarci all'immagine con la maggiore sincerità.



 
                                                                                                                                             

CLICCA QUI PER LEGGERE L BIOGRAFIA

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TESTO CRITICO




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Passa parola
Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
Omar Galliani / Nel Volto del Disegno / INVITO PRATO 20 Novembre Tue, 16 Nov 2010 23:03:24 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/140487.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/140487.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

NEL VOLTO DEL DISEGNO
Omar Galliani, Eleonora D'Andrea ed i curatori saranno lieti di averLa in Galleria il giorno dell'inaugurazione.

 

INVITO

NEL VOLTO DEL DISEGNO

Omar Galliani

Dal 20 Novembre 2010  al 23 Gennaio 2011


OMAR GALLIANI

Personale di Omar Galliani  

A cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei

  

Eleonora D'Andrea Contemporanea

Via Vincenzo Gioberti, 14  59100 Prato Telefono: + 39 0574 574670

Orari  di apertura

Lunedì,Venerdì e Sabato 16.30 - 20.00

Martedì, Mercoledì, Giovedì, Domenica su appuntamento

Cell. +39 3452816111

Brochure in mostra con testo dei curatori.

Ingresso Gratuito


Inaugurazione alla presenza dell'Artista

SABATO 20 Novembre 2010

Ore 18.00 - 22.00

19.30 intervento dei critici


La galleria Eleonora D'Andrea Arte Contemporanea (che ha sede a Prato e a Milano) prosegue la sua nuova stagione espositiva con una prestigiosa mostra personale di Omar Galliani nella sede di Prato.

Il progetto, a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei, studiato appositamente per gli spazi della galleria dai curatori assieme all'autore ed in concertazione con la gallerista, s'incentra sul  "Volto" visto sia come concetto che come parte del corpo e intende mostrare le diverse peculiarità dei nuovi lavori dell'artista.

Non una semplice mostra personale dunque, ma una dichiarazione d'intenti che ha un valore aggiunto rispetto alle precedenti esposizioni e mostra una valenza duplice : l'attenzione allo sguardo e la natura del mezzo-strumento (la tavola di legno di pioppo) che viene evidenziata in modo peculiare. Il Volto rappresentato diviene così veicolo per evidenziare un disegno disossato e scarnificato, maggiormente tangibile e tattile rispetto al passato, che segna la stretta compenetrazione tra soggetto e supporto.

La presentazione del progetto espositivo si terrà giovedì 11 novembre alle ore 18.30 nella sede milanese della galleria in un incontro-intervista moderato dai due curatori all'interno della rassegna "Riscontri generazionali".


CARTELLA STAMPA COMPLETA :

Clicca qui per leggere e scaricare la biografia

Clicca qui per scaricare il comunicato in pdf

Clicca qui per scaricare il testo critico in pdf




Ufficio stampa ED Contemporanea

Fabio Giannarini   Cell. 3473779641

NEL VOLTO DEL DISEGNO



Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Passa parola
Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
CODICI/ Rudy Pulcinelli / MILANO Mon, 15 Nov 2010 23:49:20 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/140315.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/140315.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

Invito e comunicato Stampa
 

CODICI

Rudy Pulcinelli
(clicca sul nome per vedere l'artista)



Dal 24 Novembre 2010 al 19 Gennaio 2011



Personale di Rudy Pulcinelli

  

Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea

Via Settembrini, 26 - 20124 Milano - Telefono: + 39 0574 574670


Orari
:

Martedì, Mercoledì, Giovedì, 16.30 - 20.00

Lunedì, Venerdi, Sabato e Domenica su appuntamento

Cell. +39 3452816111


Brochure in Galleria


Ingresso Gratuito



Inaugurazione
alla presenza dell'Artista

GIOVEDI 24 NOVEMBRE 2010

Ore 17.30 - 22.00


Ritorna a Milano a distanza di un anno l'artista Rudy Pulcinelli (classe 1970), con una personale alla Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea che lo presenta nelle sue forme espressive artistiche più conosciute: da pittura e scultura, fino agli ultimi lavori installatori creati con materiali di recupero come le "camera d'aria".

Pulcinelli già lo avevamo visto lo scorso anno al centro dell'attenzione con la sua Monumentale (S)confinare, esposta in Corso Vittorio Emanuele a Milano e acquistata successivamente dalla Fundacion Pablo Atchugarry - Museo di Arte Contemporanea in Uruguay.

Anni decisivi, questi, per l'Artista, che sempre più si avvicina ad una storicità della sua opera, contestualmente alla sua divulgazione! sia dentro che fuori dalle frontiere europee, che già lo avevano accolto negli anni passati, quando ancora potevamo definirlo Artista emergente.

Rudy Pulcinelli, che della sua Arte ne ha fatto messaggio culturale (vedi gli agglomerati di lettere contenenti i 7 alfabeti vigenti nel linguaggio mondiale miranti ad auspicare l'interazione pacifica fra i popoli) e messaggio storico (con l'affidamento all'uso della simbologia del nostro contemporaneo la possibilità di raccontare negli anni che verranno la nostra civiltà odierna), non si può certo dire un Artista dedito a raccogliere consensi d'insieme, ma più orientato verso quel pubblico, attratto dal mondo dell'Arte, che riesce a percepire maggiormente i messaggi subliminali impliciti nelle opere rispetto a coloro che rimangono ammaliati unicamente dalla bellezza estetica delle opere stess! e.

< ... Trovare una linea d'intesa con un artista non è semplice, il pensiero espositivo e creativo di un Gallerista è chiaramente differente da quello di un Artista; difficilmente, a esposizione installata, entrambi i personaggi si possono dire completamente soddisfatti dell'interpretazione del proprio pensiero: esiste quasi sempre un "si ma...". La mente elastica e produttiva di Rudy ha trovato un sodalizio perfetto all'interno dei miei progetti, delle mie pazzie, a volte oserei dire follie. Le sue opere producono in me sempre nuovi stimoli che portano inevitabilmente alla genesi di ambiziosi progetti. Siamo un bella squadra. Ogni tanto inciampiamo, ognuno nelle proprie convinzioni, ma lo stimolo artistico rimette sempre tutto a posto ..>

dice Eleonora D'Andrea la Gallerista che ne ha sempre curato il percorso artistico.

Forse è per questo che lo stesso Maurizio Vanni, direttore del Lucca Center of Contemporary Art, ha affidato a lui uno dei progetti site-specific "bisogni d'artista" installati in modo permanente all'interno del Museo Lu.C.C.A. e ancora più recentemente la Fiera ARTVERONA ha delegato a lui l'incarico di creare una scultura monumentale da collocare all'ingresso dei propri padiglioni espositivi.

La ricerca creativa di Rudy Pulcinelli si muove inizialmente secondo un linguaggio figurativo, espresso attraverso la grafica, dove il bianco è elemento costitutivo al pari del nero, non solo è luce, è spazio, e la minuziosità del segno tende ad una fedeltà visiva quasi fotografica.

Successivamente, il suo interesse si sposta nell'analisi materica associata alla volontà di sintesi che lo porta verso l'informale e l'astrazione.

Dopo le prime esperienze, in Pulcinelli nasce il bisogno di concettualizzare il proprio lavoro; il suo stile diventa quindi un impronta inconfondibile. Segni, immagini e stereotipi del contemporaneo, elaborati alla propria maniera, vengono inseriti nelle opere, trasformando in "reperto" ciò che ancora non è processo archeologico e che lo diventerà solo in futuro.

Sono testimonianze, le sue, di questa nostra epoca, create a volte per urlare un messaggio, a volte per lasciare un impronta del nostro passaggio su questo pianeta.

La sua capacità di amalgamare materiali e forme non si ferma solo alla sperimentazione pittorica ma sfocia in altre forme espressive e utilizza nuovi materiali di supporto: nascono così le sculture in cemento, pietra leccese, pietra di Vicenza e acciaio cor-ten.

Sulla via di un'astrazione fortemente evocativa, inclinata ad accogliere contaminazioni di altri linguaggi, Pulcinelli compone tracce di esistenza che conservano coscienza emotiva della realtà fisica e temporale destinandone i testi a futura memoria.

Allo stesso tempo esplora ulteriori tecniche espressive: l'uso della vetroresina, con la quale realizza figure tridimensionali che poi rielabora pittoricamente, dando vita al ciclo delle "muse"; la ceramica, anch'essa rivisitata attraverso la sua singolare cifra stilistica.
L'uso di tecniche diverse non scosta di un millimetro la linearità delle opere, che mantengono una rigorosità di stile ma soprattutto quella vocazione ad esaltare il reperto, manipolandone i contorni e consegnandolo come elemento base della sua creazione, piena di stimoli artistici e d'invenzioni.

Anche queste ultime scelte espressive ottengono riconoscimenti di pubblico e di critica tanto che, nel 2000, la città di Firenze gli conferisce il "Fiorino d'Oro" del Premio Firenze, nella sezione scultura.

Nel 2004 viene invitato, con altri artisti contemporanei toscani, dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Pontedera in collaborazione con Matithyàh Servizi per la Cultura e l'Arte, a partecipare ad un progetto! per curare un laboratorio di educazione all'immagine da svolgere nelle scuole elementari e medie del comprensorio cittadino. Pulcinelli gestirà, all'interno di questo progetto, due laboratori di Pittura ed uno di Scultura.

Il direttore, del Museo Paolo VI Arte Moderna e Contemporanea di Brescia, Fausto Moreschi, si interessa al lavoro di Pulcinelli, tanto da inserire le sue opere nella collezione permanente.
Nel 2008 riceve l'invito ad esporre al Museo Stauròs d'Arte Sacra Contemporanea di Teramo in occasione della XIII Biennale di Arte Sacra Contemporanea.

Nel 2009, invitato da Maurizio Vanni, direttore del Lucca Center of Contemporary Art, realizza un'istallazione permanente per il progetto "Bisogni d'artista" all'interno del Museo. Nello stesso anno viene acquistata una scultura monumentale dalla Fundacion Pablo Atchugarry, Museo di Arte Contemporanea, in Uruguay.

Nel 2010, invitato al Premio Nazionale di Pittura Ciuffenna, gli viene assegnato il premio "Proposta Originale" che lo porterà ad esporre al Museo Venturino Venturi.

Le sue opere figurano in importanti collezioni pubbliche e private, italiane ed estere.




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Passa parola
Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>
CODICI-Personale Rudy Pulcinelli Mon, 15 Nov 2010 14:11:54 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/140231.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/140231.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Eleonora D'Andrea Contemporanea
 

CODICI

 

Rudy Pulcinelli

 

Dal 24 Novembre 2010 al 19 Gennaio 2011

 

 

 


Personale di Rudy Pulcinelli
 

  

Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea

Via Settembrini, 26 - 20124 Milano - Telefono: + 39 0574 574670

 


Orari
:

Martedì, Mercoledì, Giovedì, 16.30 - 20.00

Lunedì, Venerdi, Sabato e Domenica su appuntamento

Cell. +39 3452816111

 


Brochure in Galleria

 


Ingresso Gratuito

 

 

 



Inaugurazione
alla presenza dell'Artista

 

GIOVEDI 24 NOVEMBRE 2010

 

Ore 17.30 - 22.00

 

 


Ritorna a Milano a distanza di un anno l'artista Rudy Pulcinelli (classe 1970), con una personale alla Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea che lo presenta nelle sue forme espressive artistiche più conosciute: da pittura e scultura, fino agli ultimi lavori installatori creati con materiali di recupero come le "camera d'aria".

Pulcinelli già lo avevamo visto lo scorso anno al centro dell'attenzione con la sua Monumentale (S)confinare, esposta in Corso Vittorio Emanuele a Milano e acquistata successivamente dalla Fundacion Pablo Atchugarry - Museo di Arte Contemporanea in Uruguay.

Anni decisivi, questi, per l'Artista, che sempre più si avvicina ad una storicità della sua opera, contestualmente alla sua divulgazione sia dentro che fuori dalle frontiere europee, che già lo avevano accolto negli anni passati, quando ancora potevamo definirlo Artista emergente.

Rudy Pulcinelli, che della sua Arte ne ha fatto messaggio culturale (vedi gli agglomerati di lettere contenenti i 7 alfabeti vigenti nel linguaggio mondiale miranti ad auspicare l'interazione pacifica fra i popoli) e messaggio storico (con l'affidamento all'uso della simbologia del nostro contemporaneo la possibilità di raccontare negli anni che verranno la nostra civiltà odierna), non si può certo dire un Artista dedito a raccogliere consensi d'insieme, ma più orientato verso quel pubblico, attratto dal mondo dell'Arte, che riesce a percepire maggiormente i messaggi subliminali impliciti nelle opere rispetto a coloro che rimangono ammaliati unicamente dalla bellezza estetica delle opere stesse.

 

 

< ... Trovare una linea d'intesa con un artista non è semplice, il pensiero espositivo e creativo di un Gallerista è chiaramente differente da quello di un Artista; difficilmente, a esposizione installata, entrambi i personaggi si possono dire completamente soddisfatti dell'interpretazione del proprio pensiero: esiste quasi sempre un "si ma...". La mente elastica e produttiva di Rudy ha trovato un sodalizio perfetto all'interno dei miei progetti, delle mie pazzie, a volte oserei dire follie. Le sue opere producono in me sempre nuovi stimoli che portano inevitabilmente alla genesi di ambiziosi progetti. Siamo un bella squadra. Ogni tanto inciampiamo, ognuno nelle proprie convinzioni, ma lo stimolo artistico rimette sempre tutto a posto ..>

 

dice Eleonora D'Andrea la Gallerista che ne ha sempre curato il percorso artistico.

 

Forse è per questo che lo stesso Maurizio Vanni, direttore del Lucca Center of Contemporary Art, ha affidato a lui uno dei progetti site-specific "bisogni d'artista" installati in modo permanente all'interno del Museo Lu.C.C.A. e ancora più recentemente la Fiera ARTVERONA ha delegato a lui l'incarico di creare una scultura monumentale da collocare all'ingresso dei propri padiglioni espositivi.

 

La ricerca creativa di Rudy Pulcinelli si muove inizialmente secondo un linguaggio figurativo, espresso attraverso la grafica, dove il bianco è elemento costitutivo al pari del nero, non solo è luce, è spazio, e la minuziosità del segno tende ad una fedeltà visiva quasi fotografica.

Successivamente, il suo interesse si sposta nell'analisi materica associata alla volontà di sintesi che lo porta verso l'informale e l'astrazione.

Dopo le prime esperienze, in Pulcinelli nasce il bisogno di concettualizzare il proprio lavoro; il suo stile diventa quindi un impronta inconfondibile. Segni, immagini e stereotipi del contemporaneo, elaborati alla propria maniera, vengono inseriti nelle opere, trasformando in "reperto" ciò che ancora non è processo archeologico e che lo diventerà solo in futuro.

Sono testimonianze, le sue, di questa nostra epoca, create a volte per urlare un messaggio, a volte per lasciare un impronta del nostro passaggio su questo pianeta.

La sua capacità di amalgamare materiali e forme non si ferma solo alla sperimentazione pittorica ma sfocia in altre forme espressive e utilizza nuovi materiali di supporto: nascono così le sculture in cemento, pietra leccese, pietra di Vicenza e acciaio cor-ten.

Sulla via di un'astrazione fortemente evocativa, inclinata ad accogliere contaminazioni di altri linguaggi, Pulcinelli compone tracce di esistenza che conservano coscienza emotiva della realtà fisica e temporale destinandone i testi a futura memoria.

Allo stesso tempo esplora ulteriori tecniche espressive: l'uso della vetroresina, con la quale realizza figure tridimensionali che poi rielabora pittoricamente, dando vita al ciclo delle "muse"; la ceramica, anch'essa rivisitata attraverso la sua singolare cifra stilistica.
L'uso di tecniche diverse non scosta di un millimetro la linearità delle opere, che mantengono una rigorosità di stile ma soprattutto quella vocazione ad esaltare il reperto, manipolandone i contorni e consegnandolo come elemento base della sua creazione, piena di stimoli artistici e d'invenzioni.

Anche queste ultime scelte espressive ottengono riconoscimenti di pubblico e di critica tanto che, nel 2000, la città di Firenze gli conferisce il "Fiorino d'Oro" del Premio Firenze, nella sezione scultura.

Nel 2004 viene invitato, con altri artisti contemporanei toscani, dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Pontedera in collaborazione con Matithyàh Servizi per la Cultura e l'Arte, a partecipare ad un progetto per curare un laboratorio di educazione all'immagine da svolgere nelle scuole elementari e medie del comprensorio cittadino. Pulcinelli gestirà, all'interno di questo progetto, due laboratori di Pittura ed uno di Scultura.

Il direttore, del Museo Paolo VI Arte Moderna e Contemporanea di Brescia, Fausto Moreschi, si interessa al lavoro di Pulcinelli, tanto da inserire le sue opere nella collezione permanente.
Nel 2008 riceve l'invito ad esporre al Museo Stauròs d'Arte Sacra Contemporanea di Teramo in occasione della XIII Biennale di Arte Sacra Contemporanea.

Nel 2009, invitato da Maurizio Vanni, direttore del Lucca Center of Contemporary Art, realizza un'istallazione permanente per il progetto "Bisogni d'artista" all'interno del Museo. Nello stesso anno viene acquistata una scultura monumentale dalla Fundacion Pablo Atchugarry, Museo di Arte Contemporanea, in Uruguay.

Nel 2010, invitato al Premio Nazionale di Pittura Ciuffenna, gli viene assegnato il premio "Proposta Originale" che lo porterà ad esporre al Museo Venturino Venturi.

Le sue opere figurano in importanti collezioni pubbliche e private, italiane ed estere.

 




Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it ]]>
Omar Galliani/Intervista in diretta/Milano 11 novembre Thu, 28 Oct 2010 16:14:57 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/138153.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/138153.html Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Galleria Eleonora D'Andrea Contemporanea Se non riesci a visualizzare questo messaggio clicca qui
Eleonora D'Andrea Contemporanea

Omar Galliani
DUE APPUNTAMENTI NEL MESE DI NOVEMBRE 2010 - CLICCA SULLA DATA PER MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Con la presente abbiamo il piacere d'invitarLa ai due incontri con il 
Maestro Omar Galliani



11 NOVEMBRE 2010 MILANO
 

RASSEGNA RISCONTRI GENERAZIONALI 

Incontro - Intervista con il Maestro OMAR GALLIANI 

L'intervento del pubblico sarà
Moderato da Francesca Baboni  e  Stefano Taddei 

                                              R.S.V.P.




20  NOVEMBRE 2010 PRATO 

NEL VOLTO DEL DISEGNO - Omar Galliani

a cura di
Francesca Baboni e Stefano Taddei


CARTELLA STAMPA COMPLETA :

Clicca qui per leggere e scaricare la biografia

Clicca qui per scaricare il comunicato in pdf

Clicca qui per scaricare il testo





Via Vincenzo Gioberti, 14 - 59100 Prato PO / Via Settembrini, 26 - 20124 Milano
Cod. Fisc. DNDLNR80B60G999C P.IVA 01870840970
Tel.- fax. 0574-574670 cell. 345-2816111

www.elexpo.it




Passa parola
Modifica la modalità di ricezione della nostra newsletter
Visualizza il messaggio in formato PDF
Antherica - web solutions

]]>