Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Circusfans Italia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Circusfans Italia Mon, 17 Jun 2019 12:51:16 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/5793/1 17/04. ANCHE IN ITALIA LA PRIMA GIORNATA MONDIALE DEL CIRCO Thu, 08 Apr 2010 13:37:58 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/108145.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/108145.html Circusfans Italia Circusfans Italia

17 APRILE: UNA GIORNATA DI SENSIBILIZZAZIONE SUL CIRCO

 

ANCHE IN ITALIA LA PRIMA GIORNATA MONDIALE DEL CIRCO

 

UNA MATTINA A PORTE APERTE PER FAR VISITARE GRATUITAMENTE AL PUBBLICO GLI ANIMALI DELLO ZOO

 

Oltre 40 circhi in tutta Italia aderiscono all’evento mondiale promosso dalla Principessa Stephanie

 

La Federazione Mondiale del Circo, presieduta dalla Principessa Stephanie di Monaco, già presidente del Festival del Circo di Montecarlo, ha indetto per il 17 aprile 2010 la prima Giornata Mondiale del Circo. Un evento promozionale a favore della cultura del circo che da quest’anno si celebrerà in tutto il globo.

 

I numeri con animali sono da sempre una parte importante della tradizione circense, e rimangono un simbolo del circo per molte persone – afferma la Principessa Stephanie -  Pur essendo consapevole dei problemi che riguardano gli animali nel circo, nella mia esperienza personale ho conosciuto addestratori di animali che dedicano tutte le loro energie all’alta qualità nel trattamento degli animali e alla costruzione di rapporti durevoli con i loro compagni animali. Se vi sono casi in cui ciò non avviene, credo, come mio padre prima di me, che il modo migliore per garantire la salute e il benessere degli animali da circo sia la regolamentazione da parte del governo e una rigida applicazione delle norme”.

 

In omaggio a queste parole e alla tradizione che vuole ben saldo nell’immaginario collettivo di tutti gli italiani il circo con i suoi animali, l’Associazione Circusfans Italia ha proposto a tutti i circhi italiani di aprire per una mattinata le proprie porte agli spettatori e di dar loro modo di visitare gratuitamente i loro zoo itineranti e le scuderie che ospitano cavalli, elefanti, grandi felini e animali esotici in generale. Sarà un modo per assistere anche agli allenamenti degli artisti per una mattinata e tornare bambini. Il circo che i grandi registi, da Fellini a Cecil B. De Mille (autore del kolossal americano “Il Più Grande Spettacolo del Mondo”), da Chaplin a Wim Wenders hanno proposto nei loro film nasconde un fascino meraviglioso gelosamente custodito dai protagonisti di questo mondo senza età, inafferrabile e misterioso che ha ammaliato generazioni di artisti e milioni di spettatori.

 

L’Associazione Circusfans Italia (www.circusfans.net), con il patrocinio dell’ Ufficio Pastorale Nazionale per i Fieranti e Circensi della Fondazione Migrantes (Conferenza Episcopale Italiana) promuove dunque una giornata per riscoprire il circo e andare oltre ai gravi pregiudizi inerenti la presenza degli animali nel circo. Gli spettatori avranno modo di rendersi conto di persona le reali condizioni di detenzione degli animali ed il rapporto che in questo mondo lunare e poetico unisce uomini e animali.

 

“Il Circo sta attraversando una fase critica che lo vede bersagliato dal fronte animalista e trascurato dalle istituzioni – afferma Dario Duranti, presidente dell’Associazione Circusfans ItaliaTroppo spesso i comuni compiono degli illeciti, disapplicando la legge nazionale del 1968 che riconoscendo la funzione sociale del circo equestre (quindi con animali) impone ad ogni città di dotarsi di almeno un’area da destinare ai circhi equestri. In tanti, troppi comuni questo diritto viene negato ai circhi – prosegue Duranti – applicando regolamenti comunali ispirati da principi contrari alla legge nazionale e come tali illegali, come dimostrato dai numerosi ricordi al TAR regolarmente vinti dai circhi. E’ venuto il momento di reagire.  Il 17 aprile i circhi italiani apriranno le loro porte al pubblico e dimostreranno di non avere nulla da nascondere. Il pubblico ama ancora il circo, anche se la campagna di ostilità verso questo mondo ne offusca sovente l’immagine. E’ necessario riconquistare le istituzioni e sgombrare il campo da pregiudizi”.

 

Il 17 aprile sarà la prima occasione in cui il circo italiano si mobiliterà per perorare la propria causa e riconquistare la stima delle istituzioni e dei media.

 

 

Sul sito

www.circusfans.net

l’elenco di tutti i circhi italiani aderenti alla Giornata Mondiale del Circo

e la località in cui si troveranno il 17 aprile.

 

http://www.circusfans.net/giornatamondialedelcirco.html



Sto utilizzando la versione gratuita di SPAMfighter!
12994 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Ottimizzate il vostro PC lento. Scansione gratuita!]]>
5/10. UN GRANDE EVENTO FESTEGGIA I 130 ANNI DEL CIRCO TOGNI (Milano / Palasharp) Tue, 29 Sep 2009 13:14:12 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/91234.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/91234.html Circusfans Italia Circusfans Italia 5 ottobre 2009 dalle 20.30 in poi al Palasharp di Milano per Festeggiare la secolare storia del Circo Togni

 

UN GRANDE EVENTO FESTEGGIA I 130 ANNI

DELLA FAMIGLIA TOGNI

 

Il Palasharp di Milano sarà teatro di un evento unico e irripetibile

 

(Circusfans) In occasione del 50°anniversario della morte di Ercole Togni  le famiglie Togni e Casartelli si ritrovano a Milano, presso il Palasharp, a celebrare la propria storia nel corso di un evento unico e irripetibile fatto di spettacoli, musica, storia e divertimento.

 

Personaggi del mondo dello spettacolo che hanno calcato la scena del PalaSharp, politici e istituzioni, ospiti internazionali del panorama circense, invitati d'eccezione verranno sedotti da un'atmosfera magica e suggestiva.

Il pubblico potrà effettuare un “viaggio” suggestivo in grado di attraversare la storia italiana e quella di una vera e propria dinastia: coloro che parteciperanno alla serata verranno accolti da insolite “maschere” e seguiranno un vero e proprio percorso guidato tra carovane antiche e costumi di scena: fotografie, modellini e reperti storici daranno vita ad un’esposizione sulla grande dinastia circense curata da Antonio Giarola

 

Riflettori puntati dunque su un'arte che nasce come passione, come credo e come dovere verso una famiglia che ha fatto parlare di sé in diversi paesi e in diversi contesti. Il cognome Togni è da sempre sinonimo di Circo e la famiglia Togni-Casartelli è quella che ha vinto più premi al Festival Internazionale del Circo di Monte Carlo.

 

A seguire un eccezionale galà studiato appositamente per l’evento che vedrà l'esibizione di tanti protagonisti della dinastia Togni-Casartelli: da Flavio Togni a Holer Togni dagli Steven Brothers, ai fratelli Davio, Corrado e Livio Togni a Wioris De Rocchi ai fratelli Casartelli. Lo spettacolo sarà curato da Alessandro Serena con la direzione tecnica di Tommy Cardarelli.

 

I Togni, inoltre, si racconteranno grazie al video-documentario inedito firmato da Luca Verdone (il noto regista romano fratello dell'attore Carlo e figlio del compianto Mario, uno dei padri della storiografia circense) e ad una pubblicazione curata da Raffaele De Ritis. La serata si concluderà con musica dal vivo.

 

Dunque una serata speciale, un evento fortemente voluto da Divier Togni (figlio di Wioris Togni e Liliana Casartelli), protagonista da anni dello show business, ideatore e gestore delle note strutture storiche come il PalaSharp di Milano, VaillantPalace di Genova e PalaTorino di Torino e promoter italiano di importanti produzioni live internazionali come i recenti successi firmati Feld Entertainment, Walt Disney e Holiday on Ice.

 

Tutti coloro che fossero interessati a partecipare alla serata potranno contattare il centralino del Pala Sharp di Milano al seguente numero di telefono 02 33400551 o scrivere ai seguenti indirizzi: v.capraro@palasharp.it,  s.casano@palasharp.it
evento.palasharp@gmail.com

 

(D.D. per Circusfans Italia; www.circusfans.net )



Sto utilizzando la versione gratuita di SPAMfighter!
Siamo una comunità di 6 milioni di utenti che combattono lo spam.
8289 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
La versione Professionale non ha questo messaggio.]]>
L'ITALIA TRIONFA AL XXXIII FESTIVAL DEL CIRCO DI MONTECARLO Mon, 19 Jan 2009 23:20:20 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/71435.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/71435.html Circusfans Italia Circusfans Italia

La Principessa Stephanie ha annunciato il palmarés del XXIII Festival

 

L’ITALIA TRIONFA AL FESTIVAL DEL CIRCO DI MONTECARLO


Errani e Giona. Due famiglie italiane di ammaestratori di animali ricevono l’Oscar mondiale del circo

Nel corso del galà della presse la Principessa Stephanie ha annunciato il palmarés della XXXIII edizione del Festival Internazionale del Circo di Monte Carlo che si chiuderà martedì 20 gennaio con la serata di premiazione.

Si riconferma anche quest’anno la grande tradizione circense italiana che si portata a casa un Clown d’Argento e un Clown di Bronzo, rispettivamente secondo e terzo premio nel più importante Festival del Circo del Mondo, un riconoscimento pari all’Oscar per il mondo del cinema.

Ad aggiudicarsi questi importanti riconoscimenti i fratelli Giona e la famiglia di Elvis Errani. I primi hanno proposto una suggestiva performance equestre (curata dal regista veronese Antonio Giarola) in totale libertà, senza l’ausilio del classico frustino o dei finimenti: in pista sette magnifici cavalli bianchi di varie razze guidati dalle mani nude di Alex Giona. Una coreografia delicata e di grande impatto visiva, già laureata nel Galà d’Oro di Fiercavalli e al Festival del Circo di Latina.

La famiglia Errani (già vincitrice di un indimenticabile Clown d’Oro a Monte Carlo grazie al numero di giochi icariani dei fratelli Maicol e Guido Errani) ha invece proposto quest’anno un gruppo di elefanti indiani presentati dal giovane addestratore Elvis che ha instaurato con i suoi compagni di lavoro e un tale rapporto di fiducia da potersi permettere di allontanarsi dalla pista e impartire i comandi ai pachidermi col solo uso della voce.

“Due esempi di ammaestramento in dolcezza ispirato da una profonda cultura e competenza in materia di etologia e addestramento degli animali – ci tiene a precisare Dario Duranti, presidente dell’Associazione Circusfans Italia - Ancora una volta gli artisti circensi italiani ottengono in Europa il meritato plauso e il dovuto riconoscimento grazie alla qualità del loro lavoro. Non per niente il nostro Paese è tra quelli che ha conquistato nel Principato il maggior numero di statuette”.

Al primo gradino del podio monegasco le imbattibili trapeziste coreane, che hanno rinnovato la magia del loro quadruplo salto mortale, e la nuova tradizione del circo ucraino affidata al duo Flight of Passion che hanno proposto una emozionante performance aerea.

Martedì 20 gennaio saranno consegnati i premi al termine del grande spettacolo finale, alla presenza della Famiglia Reale di Monaco.

Per maggiori informazioni sul Festival di Monte Carlo e sul palmares: www.circusfans.net . Sul sito sono disponibili anche le foto degli spettacoli e il palmarés completo.


(D.D. per Circusfans Italia; www.circusfans.net)

]]>
E' morto Cesare Togni, patriarca del Circo Italiano Wed, 01 Oct 2008 19:56:21 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/63726.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/63726.html Circusfans Italia Circusfans Italia E' MORTO CESARE TOGNI, PATRIARCA DEL CIRCO ITALIANO

Il Circo Italiano perde una figura leggendaria che ha portato la cultra del circo italiano nel mondo. A 83 anni si spegne uno dei più grandi direttori di circo d'Italia.

01/10/2008 - Si è spento questa mattina all’età di 83 anni Cesare Togni. Un nome importante della Storia del Circo Italiano. Il 30 ottobre avrebbe compiuto 84 anni. Senza dubbio uno dei più anziani e carismatici direttori di circo d’Italia.

Nato a Montebelluna, (TV) il 30/10/1924, in una carovana del Circo dei Fratelli Togni, dall’unione di Ugo Togni e Anna De Bianchi, fin da bambino iniziò ad esibirsi in pista diventando un buon acrobata e cavallerizzo. Da giovane trovò la sua specialità, rivelandosi un ottimo trapezista riuscendo a compiere la tripla piroetta, una novità in quegli anni. Negli anni Cinquanta prende le redini del circo paterno che da Circo Nazionale Togni diventò il Circo Cesare e Oscar Togni. Nel 1956 fonda l’imponente Circo Massimo con tre piste e un immenso ippodromo. Fino alla definitiva denominazione di Circo Cesare Togni.

Da vero condottiero, Cesare Togni portò il proprio circo in Norvegia, Spagna, Portogallo, Francia ed attraversando anche l’Oceano per esibirsi con i propri numeri di famiglia negli Stati Uniti.

Nel 1983 Cesare Togni è il primo direttore a mettere “il circo in scatola” ossia utilizzare i container per il trasporto del proprio circo che viaggia così su rotaia invece che su strada: un circo a tre piste che nel corso degli anni ha ospitato alcuni tra i più celebri artisti italiani e stranieri di tutti i tempi: dai trapezisti Tony Steel al grande Enzo Cardona, dagli eccezionali clown e cavallerizzi Caroli alla famiglia Larible. E proprio al Circo Cesare Togni il giovane clown David Larible compie i suoi primi passi prima di diventare la star italiana che ha conquistato il mondo.

La famiglia di Cesare Togni da oltre 10 anni costituisce l’ossatura degli spettacoli del Circo Americano con i suoi numeri di cavalli ed elefanti ed ha affrontato importanti scritture al circo stabile di Budapest, in Norvegia, in Francia, Portogallo, Svezia, Grecia, Malta.

Con la scomparsa di Cesare Togni il circo italiano perde un grande uomo, di grande spessore umano ed artistico. Ma la sua eredità è nelle mani di figli, nipoti e pronipoti che con tenacia e passione continuano a portare alto il nome di Cesare Togni.

(D.D. per Circusfans Italia; www.circusfans.net)



La mia Cartella di Posta in Arrivo è protetta con SPAMfighter
3639 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Scarica gratuitamente SPAMfighter!]]>
E' morto Cesare Togni, patriarca del Circo Italiano Wed, 01 Oct 2008 13:10:47 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/63677.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/63677.html Circusfans Italia Circusfans Italia

E' MORTO CESARE TOGNI, PATRIARCA DEL CIRCO ITALIANO

Il Circo Italiano perde una figura leggendaria che ha portato la cultra del circo italiano nel mondo. A 83 anni si spegne uno dei più grandi direttori di circo d'Italia.

01/10/2008 - Si è spento questa mattina all’età di 83 anni Cesare Togni. Un nome importante della Storia del Circo Italiano. Il 30 ottobre avrebbe compiuto 84 anni. Senza dubbio uno dei più anziani e carismatici direttori di circo d’Italia.

Nato a Montebelluna, (TV) il 30/10/1924, in una carovana del Circo dei Fratelli Togni, dall’unione di Ugo Togni e Anna De Bianchi, fin da bambino iniziò ad esibirsi in pista diventando un buon acrobata e cavallerizzo. Da giovane trovò la sua specialità, rivelandosi un ottimo trapezista riuscendo a compiere la tripla piroetta, una novità in quegli anni. Negli anni Cinquanta prende le redini del circo paterno che da Circo Nazionale Togni diventò il Circo Cesare e Oscar Togni. Nel 1956 fonda l’imponente Circo Massimo con tre piste e un immenso ippodromo. Fino alla definitiva denominazione di Circo Cesare Togni.

Da vero condottiero, Cesare Togni portò il proprio circo in Norvegia, Spagna, Portogallo, Francia ed attraversando anche l’Oceano per esibirsi con i propri numeri di famiglia negli Stati Uniti.

Nel 1983 Cesare Togni è il primo direttore a mettere “il circo in scatola” ossia utilizzare i container per il trasporto del proprio circo che viaggia così su rotaia invece che su strada: un circo a tre piste che nel corso degli anni ha ospitato alcuni tra i più celebri artisti italiani e stranieri di tutti i tempi: dai trapezisti Tony Steel al grande Enzo Cardona, dagli eccezionali clown e cavallerizzi Caroli alla famiglia Larible. E proprio al Circo Cesare Togni il giovane clown David Larible compie i suoi primi passi prima di diventare la star italiana che ha conquistato il mondo.

La famiglia di Cesare Togni da oltre 10 anni costituisce l’ossatura degli spettacoli del Circo Americano con i suoi numeri di cavalli ed elefanti ed ha affrontato importanti scritture al circo stabile di Budapest, in Norvegia, in Francia, Portogallo, Svezia, Grecia, Malta.

Con la scomparsa di Cesare Togni il circo italiano perde un grande uomo, di grande spessore umano ed artistico. Ma la sua eredità è nelle mani di figli, nipoti e pronipoti che con tenacia e passione continuano a portare alto il nome di Cesare Togni.

(D.D. per Circusfans Italia; www.circusfans.net)



La mia Cartella di Posta in Arrivo è protetta con SPAMfighter
3633 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Scarica gratuitamente SPAMfighter!]]>