Comunicati.net - Comunicati pubblicati - GIFI Comunicati.net - Comunicati pubblicati - GIFI Mon, 03 Aug 2020 16:25:10 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/5823/1 GIFInforma | Giugno 2014 Mon, 23 Jun 2014 12:14:32 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/322445.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/322445.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

Giugno | 2014

 

ANIE Rinnovabili: un bond per il rilancio del settore


FV e SEU | atti convegno 8 maggio 2014 a Solarexpo

Atti del convegno organizzato da ANIE Gifi l'8 maggio 2014 a Milano nel contesto della manifestazione Solarexpo - The Innovation Cloud 2014. Titolo del convegno: "SEU per gli impianti fotovoltaici: profili contrattuali e casi studio".

Leggi tutto


Chiarimenti sui profili catastali e fiscali degli impianti fotovoltaici

Il 23 aprile 2014, è stata presentata presso la Camera dei Deputati un’interrogazione parlamentare (n. 502689) con la quale sono stati richiesti chiarimenti al Ministro dell’Economia e delle Finanze circa i profili fiscali e catastali degli impianti fotovoltaici delineati dalla circolare dell’Agenzia delle entrate n. 36/E del 19 dicembre 2013.

Leggi tutto


Dossier FV 2014

È oramai giunto alla terza edizione il nostro documento programmatico che quest’anno ha cambiato nome. Le precedenti versioni portavano una numerazione (2.0 e 2.1) che stava ad indicare la fase di passaggio da un mercato incentivato ad un mercato senza incentivi. Oggi il fotovoltaico compete ad armi “quasi” pari con le altre fonti di energia.

Leggi tutto


SPALMA INCENTIVI PROPOSTA INACCETTABILE CHE AFFOSSA L’INDUSTRIA DELLE RINNOVABILI

Il Presidente Cremona: “Ridurre la bolletta si può. Basta agevolazioni ad aziende private senza generare nessun benessere per la collettività. Serve un atto di coraggio da parte del Governo.”

Leggi tutto


Le NEWS da: ANIEnergia

> Accumuli: bene l'interrogazione. Ora l'Autorità pubblichi la delibera


> Fare efficienza energetica | atti del convegno 9 maggio


> Investimenti per le smart grid: previsioni per il mercato globale


 

EVENTI:

ITE Day 2014 | Milano | 24 giugno

I sistemi di accumulo distribuito e la mobilità elettrica | Bard (AO) | 27 giugno

Presentazione dello smart grid report 2014 | Milano | 1 luglio

Energy Management Conference | Milano | 3 luglio

Coiltech 2014 | Pordenone | 24/25 settembre

BeYond 2015 | Milano | 2\3 ottobre

Solar O&M Europe | Milano | 7\8 ottobre

footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
CS | Spalma Incentivi, proposta inaccettabile che affossa l'industria delle rinnovabili Tue, 20 May 2014 14:44:13 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/318764.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/318764.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

ANIE/GIFI: SPALMA INCENTIVI PROPOSTA INACCETTABILE CHE AFFOSSA L’INDUSTRIA DELLE RINNOVABILI

Il Presidente Cremona: “Ridurre la bolletta si può. Basta agevolazioni ad aziende private senza generare nessun benessere per la collettività. Serve un atto di coraggio da parte del Governo.”

Milano, 20 maggio 2014 – “La proposta del Governo per abbassare il costo della bolletta elettrica attraverso lo spalma incentivi rischia di diventare un boomerang per tutto il Sistema Paese – dichiara Emilio Cremona, Presidente ANIE/GIFIallontanando definitivamente quei pochi investitori che ancora hanno la volontà e la lungimiranza di supportare l’industria delle rinnovabili (e non solo) in Italia. Ma qual è il significato di scoraggiare gli investitori quando il PIL nazionale e tutti gli indicatori finanziari continuano a diminuire?

Stando ai dati di fatto lo spalma incentivi sembra essere solo l’ultimo atto di un disegno orchestrato abilmente, atto ad affossare l’industria delle rinnovabili a diversi livelli. In questi ultimi due anni, infatti, il settore delle rinnovabili è stato ripetutamente vessato da numerosi provvedimenti penalizzanti, quali: raddoppio dell'IMU, applicazione degli oneri di sbilanciamento, applicazione di una tassa ad hoc per pagare i costi del GSE, Robin-Hood Tax del 10% addizionale su IRES, dimezzamento dei prezzi del ritiro dedicato, circolare dell'Agenzie delle Entrate che impone l'ammortamento in 25 anni invece che in 9, tassazione speciale del 25% per le imprese agricole che producono fotovoltaico, obbligo di ri-accatastamento e variazione della rendita per le famiglie che costruiscono un impianto fotovoltaico sul loro tetto, oltre alle ripetute frasi contro il sistema rinnovabili a prescindere.

È assurdo che provvedimenti di questa portata siano resi pubblici senza un confronto diretto e chiaro con tutte le parti interessate - continua Cremona - come chiesi anche a settembre dell’anno scorso all’allora Ministro Zanonato. Per ridurre il costo delle bollette elettriche è necessario spingere verso la riduzione progressiva dell'impiego dei combustibili fossili, favorendo l'autodeterminazione e l'autosufficienza energetica dei territori con anche le rinnovabili e l'efficienza energetica. Spalmare gli incentivi è possibile, ma allora adottiamo la soluzione dell’emissione di bond da parte del GSE, mantenendo il debito all’interno del sistema, senza farlo ricadere sui cittadini e le PMI, creando così delle certezze e non continui ripensamenti”.

Con tutti i denari pubblici investiti dai cittadini per le rinnovabili elettriche, e sul fotovoltaico in particolare, la cosa più insensata da fare è non sostenere oggi la crescita di questi comparti, per far sì che gli oneri di sistema siano effettivamente stati un investimento – conclude Cremona. - Fare accordi con il Canada per acquistare lo shale gas o pensare addirittura di autorizzare le trivellazioni nel nostro territorio sono segnali di dubbia trasparenza. Abbiamo bisogno di una strategia energetica trasversale e continua, che non sia annullata e rivista ad ogni legislatura a seconda dell’idea dell’ultimo arrivato: l’energia è bene primario per tutti. Con gli incentivi abbiamo deciso di puntare sulle rinnovabili: sole, vento, acqua e biomasse, geotermia, recupero da rifiuti, tutti di origine autoctona, sono allora la strada da seguire per rendere il Paese energeticamente indipendente. Un’industria competitiva è un’industria che guarda all’innovazione tecnologica e all’efficienza energetica”. Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
GIFInforma | Mag 2014 | Efficienza Energetica, Spalma Incentivi FER e Solarexpo Mon, 05 May 2014 14:04:33 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/317128.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/317128.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

Maggio | 2014


I nostri appuntamenti @ Solarexpo - The Innovation Cloud 2014

Come tutti gli anni, la manifestazione Solarexpo - The Innovation Cloud, prevede un ricco ed interessante programma convegnistico.

Leggi tutto

Spalma incentivi | posizione congiunta ANIE Gifi e assoRinnovabili

ANIE Gifi e assoRinnovabili hanno inviato al Ministro Federica Guidi la posizione congiunta sulla disciplina della rimodulazione degli incentivi per impianti a fonti rinnovabili, il cosiddetto "Spalma Incentivi".

Leggi tutto

RAEE e pannelli fotovoltaici

Decreto di recepimento nazionale Direttiva 2012/19/UE – RAEE Pannelli Fotovoltaici

Leggi tutto


RAEE e inverter

Applicabilità della Direttiva 2012/19/UE – RAEE - agli Inverter Fotovoltaici

Leggi tutto

Le NEWS da: ANIEnergia

> Efficienza energetica nell'industria: risparmi fino a 135 TWh annui


> Rifasamento dei carichi elettrici in presenza di impianti FV


> L'impatto sulla rete dei veicoli elettrici


> Smart Grid: componenti elettromeccanici


> Smart Grid: protezioni e sensori innovativi


EVENTI:

Solarexpo - The Innovation Cloud | 7/9 maggio

SEU per impianti FV: profili contrattuali e casi di studio | 8 maggio

Fare efficienza energetica nell'industria: motori elettrici e rifasamento dei carichi | 9 maggio

Finanza e assicurazioni per le rinnovabili | 14 maggio

Forum ABI Green Economy | 4 giugno

 

footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
GIFInforma | Apr 2014 | FV, SEU e SdA Wed, 09 Apr 2014 11:02:07 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/314858.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/314858.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

Aprile | 2014


Provvedimenti legislativi inerenti il fotovoltaico

Il nuovo anno è iniziato all’insegna di numerose novità legislative e normative per il settore energetico. Alcuni di questi provvedimenti hanno un impatto diretto anche sul fotovoltaico. Vediamo quali sono nel dettaglio. Leggi tutto


Aree Critiche ai sensi del TICA

Enel distribuzione ha aggiornato sul proprio sito web le informazioni sulla criticità delle reti e ha comunicato l’attivazione di una nuova open season nelle aree critiche, dal 1° marzo 2014 al 31 maggio 2014. Leggi tutto


Attuazione della deliberazione AEEG n. 47/2013/R/EFR

Il GSE ha pubblicato la “Procedura applicativa della deliberazione AEEG n. 47/2013/R/EFR per la quantificazione del fattore percentuale convenzionale correlato ai consumi dei servizi ausiliari, alle perdite di trasformazione e alle perdite di linea fino al punto di connessione” in attuazione della deliberazione AEEG n. 47/2013/R/EFR. Leggi tutto


Atti convegno Napoli 27 marzo 2014

Atti del convegno organizzato da ANIE Gifi il 27 marzo 2014 a Napoli nel contesto della manifestazione EnergyMed 2014. Titolo del convegno: "Continuare ad investire nel fotovoltaico: opportunità per industria e consumatori". Leggi tutto


Le NEWS da: ANIEnergia

> SEU: speciale di Qualenergia in collaborazione con ANIE Energia


> 2015: anno del rilancio per il settore elettrico


> Mobilità elettrica: le prospettive per città meno inquinate


> FV + accumulo: benefici in ambito residenziale


> Le tecnologie innovative per le smart grid


> Sistemi di accumulo: i prossimi passi


EVENTI:

3° Smart Grid International Forum | 14 aprile Roma

Solarexpo - The Innovation Cloud | 7/9 maggio 2014

 

footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
cs | ANIE Energia: 2015 anno del rilancio per il settore elettrico Mon, 10 Mar 2014 09:47:46 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/311695.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/311695.html GIFI GIFI comunicato stampa

ANIE Energia: 2015 anno del rilancio per il settore elettrico

Un’indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica. Previsti incrementi di fatturato fino al 20%.

Il 2015 sarà l’anno del rilancio del settore elettrico, con i sistemi di accumulo a fare da traino. ANIE Energia prevede infatti per il prossimo anno incrementi di fatturato interno fino al 20% rispetto al 2013, dopo un 2014 ancora a due marce: una prima metà faticosa e una seconda metà nella quale si intravedono segnali di ripresa.

Questi i risultati dell’indagine svolta da ANIE Energia per il biennio 2014-2015 su un campione rappresentativo di imprese del settore, con la quale vengono analizzati gli andamenti e le prospettive del mercato italiano di sistemi di accumulo (stazionari e automotive), inverter fotovoltaici (connessi alla rete e integrati con sistemi di accumulo) e colonnine di ricarica.

“Negli ultimi anni il settore dell’energia è stato caratterizzato da un importante percorso di trasformazione tecnologica che ha portato alla messa a punto e all’ingresso nel mercato di soluzioni innovative, più efficienti e sostenibili – afferma Matteo Marini, Presidente di ANIE EnergiaIn altri termini, l’innovazione tecnologica ha aperto nuove frontiere del mercato, rendendo possibili applicazioni e impieghi inediti fino a pochi anni prima. E’ questo, ad esempio, il caso della mobilità elettrica che sta modificando il paesaggio urbano o dei sistemi di accumulo che offrono un contributo importante all’efficientamento dei flussi energetici nella rete, nell’ottica di implementazione delle smart grid. In questi ambiti le imprese italiane rappresentate da ANIE sono già da tempo espressione di un’offerta ad alto contenuto innovativo e tecnologico.”

La difficile congiuntura nel mercato nazionale - conclude Matteo Marini - rischia tuttavia di minare questo importante patrimonio tecnologico e industriale, riflettendosi negativamente sulla sostenibilità e sulla sopravvivenza stessa delle imprese. La crisi e la conseguente debolezza della domanda interna stanno avendo ripercussioni rilevanti anche sulle imprese di eccellenza tecnologica del Made in Italy attive nei settori più innovativi e avanzati.”

In allegato tutti i dettagli dell'indagine

]]>
cs | LA POTENZIALITÀ DEI “SEU” PER IL MERC ATO FOTOVOLTAICO ITALIANO Tue, 04 Mar 2014 10:20:50 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/310872.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/310872.html GIFI GIFI Comunicato congiunto Anie-Gifi / Solarexpo-The Innovation Cloud

LA POTENZIALITÀ DEI “SEU” PER IL MERCATO FOTOVOLTAICO ITALIANO

Con i SEU - Sistemi Efficienti di Utenza si apre una nuova stagione per il fotovoltaico italiano. Un modello di business che permette di vendere l'energia producendola direttamente sull’edificio del cliente, garantendogli un risparmio in bolletta. Un'opportunità per il settore nel mercato post-incentivi rivolto al terziario e alla piccola industria, che richiede però un nuovo approccio al cliente.

“Anie-Gifi: un importante tassello verso le smart grid”

Milano, 4 marzo 2014 – Prosegue in Italia lo sviluppo di una nuova stagione di mercato per il fotovoltaico post-incentivi. Con la pubblicazione della delibera dell’Autorità per l’Energia – molto attesa da parte degli operatori e che ha chiarito alcuni punti critici fondamentali, cui seguiranno entro fine marzo le regole operative da parte del GSE - diventa praticabile una nuova strada per fare solare senza incentivi: quella di vendere l'energia producendola direttamente sul tetto del cliente, grazie ai Sistemi Efficienti di Utenza, o SEU.

Si tratta di sistemi alimentati da impianti a rinnovabili o da cogenerazione ad alto rendimento, con potenza fino a 20 MWe, gestiti da un solo produttore, che può essere anche diverso dal cliente finale, realizzati all’interno di un’area di proprietà o nella piena disponibilità del cliente stesso.

Configurazioni che danno un vantaggio economico perché, essendo l'energia prodotta e consumata all'interno del SEU esente dagli oneri della rete di trasmissione-distribuzione e dagli oneri generali di sistema, consentono al cliente di garantirsi elettricità a tariffe inferiori rispetto a quella prelevata dalla rete pubblica e al produttore di venderla a un prezzo superiore a quello del mercato elettrico. Si rende così possibile, in un’ampia varietà di situazioni, fare fotovoltaico non incentivato, ossia in grid parity.

Lo scorso 24 febbraio a Milano ANIE-GIFI, Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane, ha organizzato sul tema un seminario di studio sul quadro regolatorio, gli aspetti tecnici e quelli legali-fiscali dei “Sistemi Semplici di Produzione e Consumo”, fra i quali primi per importanza i SEU.

“L’applicazione dei SEU rappresenta una grande opportunità che permetterà a molte aziende di pagare meno l'energia elettrica, rendendole più competitive. Autoconsumo e generazione distribuita potranno trovare finalmente il loro dovuto sviluppo a beneficio del sistema elettrico, abilitando allo stesso tempo l’ammodernamento della rete”, ha detto Emilio Cremona, presidente di ANIE-GIFI.

“Il fotovoltaico in autoconsumo e questi nuovi modelli di business hanno un notevole potenziale, specie in un mercato con buona irradiazione solare e alti costi dell'elettricità, come quello italiano”, spiega Luca Zingale, direttore scientifico di SOLAREXPO - THE INNOVATION CLOUD, da 15 anni l'evento fieristico di riferimento per il fotovoltaico e le altre tecnologie dell'energia intelligente.

I clienti ideali? Quelli con un profilo temporale di consumo che coincida il più possibile con la produzione dell'impianto fotovoltaico, come ad esempio centri commerciali e supermercati, che consumano molta elettricità nel corso delle ore diurne. Ma anche molte aziende industriali non necessariamente “energivore” secondo la definizione classica, ma per le quali l’energia elettrica è una voce importante dei costi di produzione, e quindi della loro competitività complessiva.

Con i SEU, in effetti, non si tratta solo di installare un impianto, ma di realizzare un intervento su misura per il cliente, studiandone i consumi e abbinando il fotovoltaico ad altre soluzioni che ottimizzino il profilo in rapporto alla produzione del solare. E' qui che entra in gioco il rapporto tra il solare e le altre tecnologie energy smart.

Sempre di più l'impianto FV dovrà essere concepito all'interno di un intervento organico sui consumi di un utente – sia esso residenziale, terziario o industriale - che coinvolga anche altre soluzioni: dalle pompe di calore per la climatizzazione, all’illuminazione efficiente, ai sistemi di building automation, fino alla ricarica per veicoli elettrici, il tutto supportato da sistemi di accumulo dell’elettricità autoprodotta. Tecnologie che sono il cuore della nostra esposizione che si terrà a maggio”, ha spiegato Luca Zingale. “Questo nuovo modo di fare fotovoltaico realizza appieno il concetto di ‘Innovation Cloud’, la ‘nuvola’ della generazione distribuita e delle applicazioni energetiche innovative tra loro integrate, ha concluso il direttore scientifico di SOLAREXPO - THE INNOVATION CLOUD.

Su questi nuovi modelli di business molte aziende del fotovoltaico possono basare la loro ‘ripartenza’ dopo la chiusura della stagione del conto energia. A patto però di sapersi adattare al cambiamento: fare solare vorrà dire sempre meno vendere un prodotto e sempre di più fornire un servizio: al centro ci dovrà essere il cliente con i suoi consumi, da analizzare e rimodellare in maniera intelligente. Servono quindi aggiornamento continuo sulle novità e capacità di integrare competenze professionali diverse. Di queste sfide per la filiera industriale e professionale italiana del solare si parlerà dal 7 al 9 maggio a Milano, a partire dall’evento di apertura di SOLAREXPO 2014, “Il fotovoltaico in Italia alla sfida del mercato”, che vedrà la presenza anche di ANIE-GIFI, e poi in una serie di eventi tecnici e di formazione professionale nell’arco dei tre giorni di manifestazione.

]]>
CS :: ENNESIMO E INGIUSTIFICATO ATTACCO RETROATTIVO ALLE RINNOVABILI Thu, 30 Jan 2014 14:28:38 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/307267.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/307267.html GIFI GIFI Comunicato stampa

ENNESIMO E INGIUSTIFICATO ATTACCO RETROATTIVO ALLE RINNOVABILI

Da voci di corridoio sarebbe in corso di presentazione un emendamento di fonte governativa al DL 145 “Destinazione Italia”, che ridurrebbe da 200 kW a 20 kW il limite per usufruire dello scambio sul posto.

assoRinnovabili, il Coordinamento FREE, GIFI e IFI manifestano tutta la loro indignazione nei confronti di tale ipotesi che, insieme alle altre norme già contenute nel DL (leggasi abolizione dei prezzi minimi garantiti e spalmatura “ricattatoria” degli incentivi) rappresenterebbe l’ennesimo colpo basso alle rinnovabili.

Nascondendosi dietro il paravento di una riduzione delle bollette elettriche, che avrebbe un’incidenza del tutto trascurabile, si va ad impattare enormemente su quasi 50.000 piccoli impianti gestiti prevalentemente da quelle piccole e medie imprese che compongono l’ossatura manifatturiera portante del nostro Paese e che dallo scambio sul posto avevano trovato una modalità di riduzione dei costi energetici, peraltro i più elevati nel contesto nazionale.

Le associazioni chiedono ai parlamentari di respingere questo emendamento ingiustificato sotto tutti i punti di vista.

Per informazioni

Federico Brucciani | comunicazione@gifi-fv.it | 3457433568

]]>
GIFInforma | Gen 2014 | il FV come opportunità Wed, 29 Jan 2014 13:15:38 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/307111.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/307111.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

Gennaio | 2014


Lettera aperta a Zanonato

#greenisgreat

CONTINUARE AD INVESTIRE NEL FOTOVOLTAICO NON COME COSTO MA COME OPPORTUNITÀ | icon Scarica la lettera integrale

Leggi tutto


Invex 2014 | nostri relatori aprono le 4 sessioni

ANIE Energia e GIFI sono i partner scientifici della quarta edizione di Invex, che si terrà a Milano il prossimo 19 febbraio presso l'hotel Michelangelo.

Leggi tutto


FV: persi 8.000 posti di lavoro e -50% del fatturato

ANIE/GIFI:  necessario un sistema di finanziamento agevolato per il settore

Leggi tutto



Pubblicate varianti CEI 0-16 e CEI 0-21

Sul sito del CEI sono state pubblicate le nuove varianti alle Norme CEI 0-16 e CEI 0-21.

Leggi tutto

Accatastamento impianti FV | novità dalle Entrate

La Circolare 36/E dell’Agenzia delle Entrate pubblicata lo scorso 19 dicembre 2013, con la quale si afferma che gli impianti fv devono essere qualificati sulla base della loro rilevanza catastale.

Leggi tutto

FV e scambio sul posto: restituzione degli oneri

Aggiornamento del limite massimo di restituzione oneri di sistema per impianti FER che accedono allo scambio sul posto

Leggi tutto

DOCUMENTI IN EVIDENZA: 10 mld € per lo sviluppo delle smart grid

EVENTI: Invex 2014 | 19/02/14 Milano

     

    footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
    FV: lettera aperta delle associazioni a Zanonato Tue, 28 Jan 2014 11:02:11 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/306926.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/306926.html GIFI GIFI Egr. Pubblica ,

    allego la Lettera Aperta a Zanonato che GIFI, IFI e assoRinnovabili hanno pubblicato oggi su La Repubblica.

    A disposizione

    Federico Brucciani

    ]]>
    cs | FV: persi 8.000 posti di lavoro e -50% del fatturato Fri, 13 Dec 2013 10:21:21 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/303300.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/303300.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

    Comunicato stampa

    FOTOVOLTAICO: PERSI 8.000 POSTI DI LAVORO E – 50% DEL FATTURATO

    ANIE/GIFI: necessario un sistema di finanziamento agevolato per il settore

    Milano 12 dicembre 2013 – Nell’incontro con il Consorzio delle Banche Popolari italiane ANIE/GIFI ha presentato i risultati di un’indagine condotta fra le aziende associate da cui si evince un’allarmante perdita del 50% dei posti di lavoro e quasi del 50% del fatturato delle aziende nel 2013 rispetto al 2011.

    L’indagine ha inoltre evidenziato come nei primi nove mesi del 2013 nell’industria fotovoltaica italiana le ore medie di ricorso alla Cig è più che raddoppiato rispetto al 2012, portando a quasi 4.000 il numero di dipendenti in cassa integrazione nel 2013.

    “La sopravvivenza del settore è a rischio – dichiara Emilio Cremona, Presidente di ANIE/GIFI, la voce fotovoltaica di Confindustria. Sono oltre 8 mila i lavoratori del fotovoltaico che dal 2011  hanno perso il lavoro. La visione negativa che è stata proposta negli ultimi mesi dai vari stakeholders, aziendali e istituzionali, non rende assolutamente merito ad un settore che ha investito fortemente in ricerca e sviluppo consentendo la riduzione di quasi  l’80% dei costi della tecnologia per gli utenti finali.”

    La riduzione delle commesse per le aziende, degli investimenti da parte degli utenti finali e l’aumento della cassa integrazione sono un danno notevole anche per le casse dello Stato e di conseguenza per tutto il Sistema Paese. A fronte di investimenti per oltre 40 miliardi di € tra il 2010 e il 2012, le imposte generate hanno superato i 6 miliardi di €. A questo va aggiunto un ulteriore onere di quasi 45 milioni di € nel 2013 per sostenere la cassa integrazione.

    “Duole constatare che – continua Cremona – in Italia, dove il rilancio dell’economia dovrebbe essere al primo punto dell’agenda politica, non ci sia ancora un progetto industriale che valorizzi il miglior investimento del Sistema Paese fatto negli ultimi anni: quello in energie rinnovabili. Progetto che dovrebbe nascere da una seria concertazione fra le varie parti: industria, Governo e sindacati. Il settore del fotovoltaico non ha bisogno di ulteriori incentivi ma di un sistema di detrazioni fiscali esteso alle aziende che favorisca l’autoproduzione di energia da fonte rinnovabile e permetta la diffusione dei sistemi di accumulo e delle tecnologie per le smart grid. In questo modo l’incremento della generazione distribuita avvenuta grazie agli incentivi potrebbe essere valorizzata in modo da ridurre la bolletta elettrica delle PMI.”

    “Durante l’incontro con il mondo bancario – conclude Cremona – abbiamo evidenziato che con l’istituzione di un sistema di finanziamento agevolato, anche abbinato allo smaltimento dell’amianto, il ritorno economico di un investimento nel fotovoltaico sarebbe sicuramente vantaggioso e si eviterebbero oneri passivi per la comunità”.


    Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
    se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
    cs // CAPACITY PAYMENT PER LE FOSSIL 130.000 POSTI A RISCHIO NEL SETTORE DELLE RINNOVABILI Tue, 26 Nov 2013 15:17:10 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/301245.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/301245.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header
    Comunicato Stampa

     

    CAPACITY PAYMENT PER LE FOSSILI: 130.000 POSTI A RISCHIO NEL SETTORE DELLE RINNOVABILI

     

    AssoRinnovabili, Gifi e Ifi hanno accolto con grande preoccupazione l'emendamento approvato ieri in Commissione Bilancio al Senato sul tema del capacity payment agli impianti termoelettrici.

     

    Riteniamo che addebitare questo costo in modo, di fatto retroattivo, agli impianti rinnovabili creerebbe un danno molto rilevante a chi ha legittimamente investito negli ultimi anni e un grave vulnus alla credibilità del nostro paese presso la comunità degli investitori nazionali e internazionali.

     

    In questo modosi giungerebbe ad un esito paradossale per cui le fonti rinnovabili andrebbero a finanziare in senso regressivo l’energia da fonti fossili.

     

    Inoltre, si andrebbe a colpire un settore tecnologico d’avanguardia quale quello delle  sui quali il nostro paese potrebbe assumere un chiaro vantaggio competitivo e una funzione di leadership a livello mondiale.

     

    Chiediamo con forza che, con il maxiemendamento che il Governo si appresta a varare, tale disposizione venga eliminata e si dia finalmente spazio a misure a favore dello sviluppo delle rinnovabili e della generazione distribuita, settore che già oggi occupa oltre 130.000 addetti.

     

     

    Milano, 26 novembre 2013 Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
    se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
    GIFInforma | Nov 2013 | Associazione unica FER Wed, 13 Nov 2013 10:27:27 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/299671.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/299671.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

    Novembre | 2013


    GIFI, assoRinnovabili e IFI insieme per rafforzare la voce delle rinnovabili

    Lunedì 4 novembre, a Milano, ANIE/GIFI, assoRinnovabili e IFI hanno firmato un protocollo d’intesa con lo scopo di iniziare un percorso comune verso la creazione di un’Associazione unica che, con oltre 700 imprese, sarebbe il maggiore rappresentante di un settore che occupa già oggi 130.000 addetti.

    Leggi tutto

    Con lo storage cambia il modello di sviluppo

    Intervista a Nicola Cosciani, presidente Gruppo Sistemi di Accumulo di Anie Energia a cura di Emanuele Martinelli (Energia Media)

    Leggi tutto

    Italia Rinnovabile: scendiamo in piazza perchè........

    Storie di cittadini, aziende ed enti locali che hanno scelto le fonti rinnovabili, la mobilità nuova, l'agricoltura di qualità e libera da ogm, città vivibili, cultura e innovazione

    Leggi tutto


    DOCUMENTI IN EVIDENZA:

    icon Sistemi di accumulo dell'energia elettrica in ambito residenziale

    EVENTI:

    - ProEnergy+ 2013 | 21-23/11/13 Bari
    - Invex 2014 | 19/02/14 Milano

       

      footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
      CS | ANIE/GIFI, ASSORINNOVABILI E IFI INSIEME PER RAFFORZARE LA VOCE DELLE RINNOVABILI Fri, 08 Nov 2013 14:31:43 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/299187.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/299187.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

      Lunedì 4 novembre, a Milano, ANIE/GIFI, assoRinnovabili e IFI hanno firmato un protocollo d’intesa con lo scopo di iniziare un percorso comune verso la creazione di un’Associazione unica che, con oltre 700 imprese, sarebbe il maggiore rappresentante di un settore che occupa già oggi 130.000 addetti.

      “Ci siamo trovati concordi – dichiarano i presidenti Emilio Cremona (ANIE/GIFI), Agostino Re Rebaudengo (assoRinnovabili) e Alessandro Cremonesi (IFI) – nel ritenere che l’ulteriore sviluppo della filiera rinnovabili, intesa come il settore dei produttori di energia rinnovabile, dei produttori di impianti e dei fornitori di componenti e servizi, passi anche per un’aggregazione della rappresentanza. Con un’unica voce, il settore rafforzerà le sue posizioni in tutte le sedi istituzionali e su tutti i temi rilevanti, a partire dai provvedimenti legislativi in atto, sul quale presenteremo subito proposte congiunte per lo sviluppo e l’occupazione nel nostro Paese”.

      “Alle aziende operanti nel settore delle rinnovabili - ribadiscono i Presidenti - dobbiamo il rispetto per quanto fatto nel recente passato e quanto sarà possibile fare nel prossimo futuro in termini occupazionali e in termini di ricerca e sviluppo in Italia. Non vogliamo che si ripetano errori senza una analisi vera e concreta delle opportunità per l’industria, il mercato e per l’economia del sistema paese”.

      Massima apertura, infine, all’adesione di altri soggetti al progetto.

      Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
      se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
      GIFInforma | Ottobre 2013 Mon, 21 Oct 2013 21:37:18 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/297062.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/297062.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

      Ottobre | 2013


      Prorogata detrazione per il FV

      Nell’ultima bozza di “Legge di stabilità” approvata, è prorogata al 31 Dicembre 2014 la detrazione IRPEF del 50% per la realizzazione di impianti FV. Dal 1 Gennaio 2015 fino al 31 Dicembre 2015, la detrazione IRPEF passerà al 40%.


      FV: inclusione immediata nel Sistema RAEE

      La nuova Direttiva RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) pubblicata il 24 Luglio 2012, deve essere recepita in Italia entro il prossimo 14 febbraio 2014.

      Leggi tutto


      FV: in arrivo modifiche alle norme doganali UE

      La Commissione Europea ha avviato un progetto di regolamento per la modifica dell’allegato 11 del Reg. CE n. 2454/1993 riguardo alle celle ed ai pannelli fotovoltaici in silicio cristallino.

      Leggi tutto


      I lastrici solari non pagano l'IMU

      Il 22 Luglio 2013 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato la risoluzione  n. 8/DF del 22 luglio 2013 in merito all’esenzione dell’applicazione IMU.

      Leggi tutto

      Sistemi di Accumulo: urge una rapida definizione del quadro normativo e regolatorio

      La nota del GSE è un evidente segnale che c’è un forte interesse da parte degli operatori di mercato ad installare i sistemi di accumulo

      Leggi tutto


      Sistemi di Accumulo in ambito residenziale

      Sul sito di ANIE Energia è stata pubblicata la versione integrale dello studio commissionato a BiP e denominato Residential Energy Storage Systems.

      Leggi tutto

      Gli incentivi sono impegni presi che non possono essere negoziati

      Cremona (Presidente GIFI): ”Necessario un chiarimento puntuale sul percorso tecnico-finanziario che si intende intraprendere”

      Leggi tutto

      No alla procedura semplificata per impianti FV frazionati

      La realizzazione di opere dedicate alla produzione di energia elettrica alimentate da fonti rinnovabili necessita dell’autorizzazione paesaggistica e se un grande impianto viene frazionato in più parti non si può ricorrere alla procedura semplificata. Sono le conclusioni cui è giunta la Corte di Cassazione con la sentenza 26636/2013.

      Fonte :: EdilPortale.Com


      ANIE/GIFI favorevole a una rapida soluzione sui dazi

      Una procedura anti-dumping impatta fortemente sulle aziende del fotovoltaico. L’ipotesi di retroattività dei dazi sui moduli fotovoltaici ha già portato al fallimento di molte aziende nella supply chain del settore.

      Leggi tutto

      DOCUMENTI IN EVIDENZA:

      icon Sistemi di accumulo dell'energia elettrica in ambito residenziale

      EVENTI:

      - Smart Grid e Normativa Tecnica | 30/10/13 Milano
      - 1° Giornata Nazionale dell'Efficienza Energetica in Ambito Industriale | 07/11/13 Rimini
      - Stati Generale della Green Economy 2013 | 06-07/11/2013 Rimini
      - KeyEnergy 2013 | 06-09/11/13 Rimini
      - ProEnergy+ 2013 | 21-23/11/13 Bari
      - Invex 2014 | 19/02/14 Milano

         

        footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
        CS | GIFI su riordino incentivi FER Fri, 30 Aug 2013 13:58:39 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/290870.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/290870.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

        Nota stampa ANIE/GIFI su riordino incentivi FER

        Gli incentivi sono impegni presi che non possono essere negoziati

        Cremona (Presidente GIFI): ”Necessario un chiarimento puntuale sul percorso tecnico-finanziario che si intende intraprendere”

        Milano, 30 agosto 2013 – La notizia dell’imminente riordino degli incentivi alle FER annunicato ieri dal Ministro Zanonato è stata accolta con sgomento da ANIE/GIFI.

        “Centinaia di migliaia di impianti fotovoltaici – dichiara Emilio Cremona, Presidente ANIE/GIFI – sono stati costruiti in Italia a fronte di un impegno dello Stato, ovvero il Conto Energia, e di un business plan calibrati su 20 anni. Gli errori fatti nella strutturazione del debito non sono da attribuire ai cittadini e alle imprese ma alla legislazione che non ha saputo gestire adeguatamente la distribuzione degli incentivi”

        “Ogni intervento mirato ad una gestione ottimizzata del debito – continua Cremona – deve essere strutturato in modo da tutelare, e non affossare, i cittadini, le imprese e la filiera industriale generata dal fotovoltaico, circa 100mila occupati finora rimasti attivi, allo scopo di non danneggiare la credibilità del Sistema Paese per gli investimenti in tecnologie per le fonti rinnovabili”.

        Dalle notizie circolate dagli organi di stampa si apprende di uno scenario in cui gli incentivi saranno spalmati in 30 anni invece dei 20 già stabiliti per legge.

        “Sarebbe molto grave un simile intervento – asserisce Cremona – Gli incentivi sono impegni presi che non possono essere negoziati. Piuttosto, sarebbe opportuno che il Ministro Zanonato illustrasse il percorso tecnico-finanziario che si intende intraprendere per una riorganizzazione ottimale del debito, tranquillizzando tutto il Sistema”

        “Sono convinto che – conclude Cremona – un’apertura del Ministro a intavolare una discussione sul riordino degli incentivi a tutte le fonte rinnovabili, nessuna esclusa, e della bolletta elettrica che grava sui cittadini e sul tessuto industriale, troverebbe favorevoli tutte le associazioni di settore, ANIE/GIFI in primis. Il messaggio è che l’Italia deve poter fare quello che altri paesi hanno già sperimentato con successo e non percorrere strade che alimentino solo sfiducia negli investimenti, ulteriore disoccupazione e diminuzione di credibilità”

        ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

        GIFI raggruppa 165 aziende che operano nell’intera filiera industriale del fotovoltaico italiano: produzione, distribuzione, vendita, integrazione, progettazione e installazione di sistemi e componenti fotovoltaici. Le aziende associate rappresentano oltre il 50% del mercato nazionale. Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
        se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
        Commento ANIE GIFI su dazi pannelli fotovoltaici Thu, 01 Aug 2013 14:08:02 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/288965.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/288965.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

        ANIE/GIFI favorevole a una rapida soluzione sui dazi

        Una procedura anti-dumping impatta fortemente sulle aziende del fotovoltaico. L’ipotesi di retroattività dei dazi sui moduli fotovoltaici ha già portato al fallimento di molte aziende nella supply chain del settore.

        Milano, 1 agosto 2013 – Il settore fotovoltaico italiano nella sua breve storia, ha sperimentato più volte quanto possano essere penalizzanti i cambi normativi repentini e non pianificati. ANIE/GIFI lo ha rilevato con i vari conti energia che hanno causato violenti deprezzamenti dei magazzini, impossibilità di pianificare investimenti anche a medio termine, scadenze impossibili per consegne o ultimazioni lavori e relative penali. Questi “stop and go” sono insostenibili ed estremamente rischiosi per qualsiasi azienda.

        Una procedura anti-dumping causa dinamiche molto impattanti. Lo scenario di retroattività dei dazi sui moduli fotovoltaici che si ipotizzava a marzo 2013 ha rappresentato un rischio molto grande. Questo ha congelato ed in molti casi portato al fallimento le attività di moltissime aziende nella supply chain del fotovoltaico, oggetti di tali forniture (distributori, EPC, installatori etc..).

        ANIE/GIFI auspica per il fotovoltaico e per le altre rinnovabili un percorso saggio e virtuoso che conduca alla grid parity in maniera sostenibile. Si augura, inoltre, che sia la disputa sulle importazioni di polisilicio che quelle sui moduli e vetro vengano risolte con accordi amichevoli nell’interesse non solo del settore fotovoltaico ma anche di altri comparti industriali. Infatti, le diverse indagini antidumping avviate in Cina, quale quella sul silicio e sul vino, sono state una reazione alla disputa sui moduli fotovoltaici. Pertanto la soluzione negoziale a quest’ultima dovrebbe rappresentare una buona premessa per risolvere le altre questioni.

        Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
        se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
        GIFInforma | Luglio 2013 - FV e Sistemi di Accumulo Mon, 01 Jul 2013 20:01:37 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/285861.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/285861.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente la newslletter, clicca qui intestazione GIFInforma

        Luglio | 2013


        Convegno

        Fotovoltaico e Sistemi di accumulo: sfide e opportunità del mercato oltre il Conto Energia

        organizzato da ANIE/GIFI e Università della Calabria
        Cosenza 11 luglio 2013, ore 9:00

        Programma e registrazione


        EMILIO CREMONA È IL NUOVO PRESIDENTE DEL GIFI

        Cremona:“Il fotovoltaico piace agli italiani, produce benefici ma l’industria è in crisi. Sono necessarie azioni urgenti per sostenere e dare valore alla filiera nazionale”

        Leggi tutto

        GIFI: nominati i Vice Presidenti ed i responsabili delle Commissioni

        Durante la prima riunione del nuovo Direttivo definiti gli incarichi istituzionali e le azioni prioritarie a supporto del settore

        Leggi tutto

        Misure a sostegno del settore delle rinnovabili: occorre far presto

        Il grido d’allarme di GIFI. Natalizia: “Necessaria una regia politica e un confronto costruttivo tra le parti”

        Leggi tutto

        DOCUMENTI IN EVIDENZA:

        - icon Position Paper FV 2.1
        - icon Position Paper "Inverter e Sistemi di Accumulo"

        EVENTI:

        - Energy Management Conference 03/07/2013 Milano
        - Green City Energy 04-05/07/2013 Pisa
        - Smart Energy Expo 09-11/10/2013 Verona
        - KeyEnergy 06-09/11/2013 Rimini

           

          footer gifinforma Se non vuoi più ricevere la newsletter, clicca qui ]]>
          Programma convegno | Fotovoltaico e Sistemi di Accumulo | 11/07/2013 Mon, 01 Jul 2013 13:39:16 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/285798.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/285798.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

          Convegno

          Fotovoltaico e Sistemi di Accumulo: sfide e opportunità del mercato oltre il Conto Energia

          ORGANIZZATO DA | ANIE/GIFI e Università della Calabria

          PATROCINIO | Confindustria Cosenza e Ordine Ingegneri Cosenza

          DOVE | Aula Magna Università della Calabria a Rende (Cosenza)

          QUANDO | 11 Luglio 2013 ore 9:00

          Partecipazione GRATUITA

          << VISUALIZZA il PROGRAMMA e REGISTRATI >>

          (NB: la registrazione dà diritto anche a ricevere via email gli atti del convegno)


          NL_footer
          se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
          CS | GIF nominati i Vice Presidenti ed i responsabili delle Commissioni Tue, 18 Jun 2013 15:08:48 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/284345.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/284345.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

          Comunicato stampa

          GIFI: nominati i Vice Presidenti ed i responsabili delle Commissioni

          Durante la prima riunione del nuovo Direttivo definiti gli incarichi istituzionali e le azioni prioritarie a supporto del settore

          Milano 18 giugno 2013 – Si è tenuta la scorsa settimana a Milano la prima riunione del nuovo consiglio direttivo di ANIE/GIFI. Incontro che ha portato all’elezione di Averaldo Farri e Valerio Natalizia quali Vice-Presidenti e alla nomina dei responsabili delle Commissioni. La “Commissione tecnica” sarà presieduta da Vincenzo Quintani e Raffaele Salutari mentre la “Commissione comunicazione e marketing” sarà presieduta da Alberto Pinori e Giuseppe Sofia.

          “La prima riunione operativa – dichiara Emilio Cremona, Presidente ANIE/GIFI – si è tenuta ad una settimana dalle elezioni ed è servita per definire le azioni prioritarie da intraprendere a supporto dell’industria fotovoltaica italiana. La necessità è quella di iniziare a lavorare in maniera dinamica per far fronte alle sfide che il settore deve affrontare nelle prossime settimane in vista della fine degli incentivi in Conto Energia.”

          Il Consiglio Direttivo ANIE/GIFI ha definito le proposte che saranno portate all’attenzione degli attori istituzionali:

          • estensione dei certificati bianchi oltre i 20 kWp;
          • detrazione IRPEF 50% per le persone fisiche fino al 31 dicembre 2014
          • estensione della detrazione del 50% alle persone giuridiche abbinato ad un incentivo alla rimozione dell'eternit;
          • definizione e approvazione dei SEU e dei RIU;
          • semplificazione burocratica e facilitazione per accesso al credito.

          “Il nostro obiettivo primario – conclude Cremona - è quello di far approvare in tempi brevi una serie di misure urgenti che permettano alle aziende di poter continuare ad operare con serenità nel breve termine ed allo stesso tempo iniziare a delineare una serie di provvedimenti che possano garantire nel medio termine una stabilità normativa e quindi pianificare investimenti importanti nella filiera.”

          Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
          se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>
          OnLine la cartella STAMPA delle Elezioni ANIE/GIFI 2013 Mon, 10 Jun 2013 11:51:08 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/283079.html http://zend.comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/283079.html GIFI GIFI se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca qui NL_header

          ELEZIONI ANIE/GIFI 2013

          La cartella stampa e tutta la documentazione relativa all'assemblea elettiva del 06 giugno 2013 è online nella home page del sito web del GIFI

          www.gifi-fv.it


          Info: Federico Brucciani | 345 74 33 568 | comunicazione@gifi-fv.it | linkedingifi @ slideshare NL_footer
          se vuoi essere cancellato dalle nostre liste, clicca qui ]]>