Comunicati.net - Comunicati pubblicati - "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Comunicati.net - Comunicati pubblicati - "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Sun, 09 Aug 2020 22:52:43 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://zend.comunicati.net/utenti/7444/1 Concerto per organo di Paul Kenyon: le musiche di Ercole Pasquini, organista di San Pietro, a S. Barbara dei Librari Fri, 16 May 2014 15:18:45 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/318427.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/318427.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Roma. Domenica 18 maggio alle ore 17 al tradizionale appuntamento con i concerti per organo presso la caratteristica Chiesa di S. Barbara dei Librari, organizzati dall’Istituto dell’Organo Storico Italiano diretto dal M° Armando Carideo in collaborazione con l’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei” di Orte, si aggiunge la presentazione della nuova edizione critica redatta dal famoso organista inglese Paul Kenyon delle opere per tastiera di Ercole Pasquini, organista, clavicembalista e compositore di origine ferrarese, predecessore di Girolamo Frescobaldi come organista di San Pietro.

 

In programma all’Organo di Anonimo costruito tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, tra i più antichi nella capitale, brani di Luzzasco Luzzaschi, Giovanni De Macque, Girolamo Frescobaldi ed Ercole Pasquini, eseguiti dallo stesso Kenyon. Pasquini visse  nella seconda metà del Cinquecento tra Verona, dove divenne organista del “ridotto musicale” di Mario Bevilacqua e della chiesa olivetana di Santa Maria in Organo, Ferrara, dove probabilmente fu organista dell’Accademia della Morte succedendo a Luzzasco Luzzaschi, e Roma. Benché Ercole Pasquini non avesse mai pubblicato opere per tastiera, più di trenta composizioni gli sono state attribuite in vari manoscritti. Le concordanze sono rare, ma per una delle canzoni (S.16/Kn.21) esistono sei  copie, e una settima – ora perduta – era nota. Varie caratteristiche delle fonti portano a ipotizzare che furono realizzate ancora altre copie, oggi perdute, e che le battute conclusive potrebbero essere state riviste dal compositore.

Ancora, il Kenyon si sofferma sull’interesse napoletano per Pasquini – esistono due copie napoletane delle canzoni, nonostante il compositore non sia mai stato a Napoli. La più probabile spiegazione di questo interesse partenopeo per Pasquini è il suo contatto con Gesualdo e altri compositori napoletani negli anni Novanta del Cinquecento, quando Pasquini lavorava a Ferrara.

 

Paul Kenyon è nato in Yorkshire (lnghilterra) nel 1943. Si è laureato in latino e greco all'Università di Oxford. Ha studiato organo sotto la guida di John Webster, Susi Jeans e, grazie a una borsa di studio del governo  italiano, anche con Luigi Ferdinando Tagliavini. È stato organista titolare dell' Oriel College e ha tenuto concerti in quasi tutta Europa. Per la casa discografica Tactus ha inciso, in prima mondiale, l’opera organistica di Costanzo Antegnati e di Adriano Banchieri. Le sue esecuzioni dell’opera di Bach sono state definite «di esemplare chiarezza» (The Gramophone).

 

 

Domenica 18 Maggio 2014, ore 17

Roma, Chiesa di Santa Barbari dei Librari

Ercole Pasquini, organista di S. Pietro

Paul Kenyon, organo

Ingresso libero

 

Programma completo:

 

Ercole Pasquini (ca. 1550 – ca.1610)

- Intonazione del 2° tono 

- Canzona del 12° tono             

- Ricercare del 1° tono                

- Canzona Francese del 4° tono

- Toccata di Durezze e ligature del 12° tono

- Toccata del 4° tono

- Canzona del 12° tono

- Versetto del 1° tono

- Canzona del 1° tono

- Toccata del 7° tono

 

Luzzasco Luzzaschi (1545 - 1607)

- Ricercare del 2° tono         

 

Giovanni De Macque (1548 - 1614)

- Canzona Francese del 12° tono

 

Girolamo Frescobaldi (1583 - 1643)

- Toccata Cromatica per la levatione (Missa Dominicalis)

- Capriccio sopra La Bergamasca

- Ricercare X sopra La Fa sol la Re

 

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 328 2464626
festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

]]>
“Concerto Rinascimentale e Barocco” dell’Ensemble “Ottaviano Alberti” alla Basilica di S. Eustachio Fri, 16 May 2014 15:17:22 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/318424.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/318424.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

 

 

Roma. Sabato 17 maggio alle ore 17 l’Ensemble “Ottaviano Alberti”, diretto da Evangelina Mascardi, si esibirà nella Basilica di S. Eustachio nel “Concerto Rinascimentale e Barocco” con musiche di Georg Philipp Telemann, Claudio Monteverdi, Girolamo Frescobaldi e Giorgio Mainerio. Parteciperanno i soprani Silvia Scozzi e Nadia Pagliara.
L’evento, a ingresso libero, si inserisce nel cartellone della XIII edizione del “Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi”, organizzato dall’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”di Orte.

 

L’Ensemble “Ottaviano Alberti” nasce dal lavoro realizzato negli ultimi otto anni nei Corsi Internazionali di Musica Antica intitolati a Ottaviano Alberti, noto musicista del Cinquecento nato a Orte, eccezionale “basso” della Cappella Sistina e successivamente della Cappella del Duca di Baviera, guidata allora da Orlando di Lasso.

L’Ensemble è composto da musicisti di tutte le età, dai 15 ai 70 anni, che si dedicano alla musica per professione e per amore dell’arte e propone musiche rinascimentali e barocche con oltre trenta artisti che suonano strumenti d’epoca.

 

 “Concerto Rinascimentale e Barocco”

Ensemble Ottaviano Alberti, direttore Evangelina Mascardi

Sabato 17 Maggio 2014, ore 17
Roma, Basilica di Sant’Eustachio
via di S. Eustachio, 19
Ingresso libero

Per informazioni: 333 2214656 incontrimediterranei@cittadiorte.it

 

 

Programma completo:

 

Claudio Monteverdi (1567-1643)

Dall’opera “L’Orfeo“

- Sinfonia

- Ritornello del prologo

- Sinfonia

- Moresca

 

Anonimo del Perù (1631)

- Hanacpachac                       

 

Georg Philipp Telemann (1681-1767)

Dal balletto “Don Quixote”

- The Awaking Don Quixote

- Don Quixote at rest                        

 

Claudio Monteverdi

Dal “Vespro della Beata Vergine”

- Hymnus Ave Maris Stella

 

Anonimo di Napoli (sec. XVII)

- Sinfonia Antica

 

Giorgio Mainerio (1535-1582)

- Schiarazula Marazula

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 328 2464626

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

]]>
“I suoni impalpabili del sogno”: concerto per pianoforte di Brunella De Socio alla Chiesa Evangelica Battista Wed, 14 May 2014 12:54:47 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/318119.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/318119.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

 

Roma. Giovedì 15 maggio alle ore 20 altro raffinato appuntamento nel cartellone dei “Concerti in Chiesa”, la nuova stagione concertistica romana organizzata dal Conservatorio Santa Cecilia, l’Università di Tor Vergata e la Chiesa Evangelica Battista in collaborazione con l’Associazione “Incontri Mediterranei” di Orte.

La Chiesa Evangelica Battista di via del Teatro Valle farà da cornice al concerto per pianoforte “I suoni impalpabili del sogno”, con musiche di Debussy, Mompou e Messiaen eseguite dal M° Brunella De Socio.

In programma l’impressionismo musicale del grande pianista francese Claude Debussy (1862-1918), protagonista di questo concerto con la “Suite bergamasque”, composta a partire dal 1890 e poi riveduta in maniera significativa prima della pubblicazione, nel 1905; dai chiari riferimenti a Verlaine, la Suite è opera importante che oscilla tra neoclassicismo e romanticismo, barocca in alcune sue forme e vicina alle bergamasche di Frescobaldi, ma profondamente intrisa di impressionismo e simbolismo, innovativa nella ricerca dell’esotismo.

A seguire “Charmes” di Federico Mompou, per alcuni l’unico erede di Debussy, pianista e compositore schivo, poco amante delle esibizioni dal vivo, in grado di catturare l’attenzione di alcuni grandissimi, come Arthur Rubinstein e Arturo Benedetti Michelangeli. Spagnolo di Barcellona, Mompou, vissuto tra il 1893 e il 1987, è stato un grande cultore della musica novecentesca, in particolare di Satie, Debussy e Ravel. I sei pezzi in programma, “Charmes”, sono brevi componimenti ideati nei primi anni Venti, molto vicini ai testi poetici di Paul Valéry, secondo lo stesso Mompou “una forma primitiva di incantesimo”, nella quale egli cerca di distruggere ogni idea di composizione.

I “Preludes” di Olivier Messiaen concludono “I suoni impalpabili del sogno”: composti sul finire degli anni Venti, questi otto pezzi mostrano già l'uso dei “modi a trasposizione limitata”, che diverranno uno dei tratti di riconoscimento di Messiaen, insieme ai ritmi palindromi, che l'autore chiamava “ritmi non retrogradabili”. Il musicista avignonese, organista e compositore, vissuto tra il 1908 e il 1992, si è molto interessato ai ritmi della musica indiana e dell’antica Grecia, che gli hanno permesso di realizzare una musica sinestetica, dallo stile eclettico e sempre più curioso, grazie all’utilizzo di strumenti particolari quali il gamelan e le onde Martenot.

 

Giovedì 15 maggio, ore 20
Roma, Chiesa Evangelica Battista
via del Teatro Valle, 27
“I suoni impalpabili del sogno”
Musiche di Debussy, Mompou, Messiaen eseguite dalla pianista Brunella De Socio

Biglietti: intero 12 euro, ridotto 9 euro, speciale studenti 5 euro.
Per informazioni: 347 3207707 - 339 7819869.

 

Brunella De Socio si è diplomata con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale al Conservatorio  “A. Casella” dell’Aquila con Lethea Cifarelli, allieva di Edwin Fischer, ed ha continuato, in seguito, a frequentare i suoi corsi annuali di perfezionamento.Ha studiato nei corsi di perfezionamento di Gyorgy Sandor, Fausto di Cesare, Charles Rosen e Fausto Zadra. Ha seguito i corsi biennali di Analisi Schenkeriana tenuti da  Egidio Pozzi. Si è diplomata in Clavicembalo al Conservatorio “S.Cecilia” di Roma. Laureata in Lettere  “cum laude” all’Università  di Salerno, è particolarmente interessata alla musica del ’900 poco eseguita, della quale offre una personale lettura che nasce da un attento esame della partitura e del momento storico/musicale. Ha iniziato, giovanissima, l’attività concertistica soprattutto solistica, suonando sia in Italia, per molte importanti associazioni musicali, sia all’estero: negli U.S.A.(California), in Canada (Toronto e Montreal)  e in Argentina (Buenos Aires, Mendoza e St.Raphael). È membro di giuria in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Ha suonato in prima esecuzione assoluta ed inciso musiche del compositore Enrico Marocchini. Ha registrato per Rai 3 e per Radio Vaticana. Dal 1985 è docente di Pianoforte Principale nei Conservatori Statali di Musica. Attualmente è titolare di cattedra presso il Conservatorio “L.Perosi” di Campobasso.

 

 

 

 

Incontri Mediterranei - Ufficio Stampa 
Valentina Petrucci
0761 402893 - 328 2464626
festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

]]>
Al via a Proceno il Convivio in Musica 2014 con Romano Pucci e l’Ensemble Classica Wed, 30 Apr 2014 00:15:05 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/316714.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/316714.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Proceno (VT). Si apre domenica 4 maggio la decima edizione del festival culturale “Convivio in Musica”, organizzato dall’Associazione Storico Artistico Culturale “Ingegnere Carlo Cecchini”.
Un raffinato appuntamento da non perdere la “Mattinata Musicale di Primavera”, che vedrà esibirsi alle ore 11.30  nella duecentesca Chiesa di San Martino l’Ensemble Classica con Romano Pucci, già primo flauto del Teatro alla Scala di Milano, Fabio Spruzzola alla chitarra classica e Ivano Brambilla al clarinetto e mandolino.
Al concerto seguirà un momento conviviale, sempre allietato dalle note dell’Ensemble Trio, nei locali del parco ai piedi del Castello, antica fortezza ubicata tra le terre del Papa e quelle del Granduca, dove verranno serviti piatti tipici di questa terra di confine accompagnati da una degustazione di vini che ne esalteranno i profumi.

L’evento è inserito nell’ambito della mostra “Dagli Aldobrandeschi gli Sforza Cesarini, storia del territorio amiatino e dei suoi confini”, realizzata dall’ADSI, Associazione Dimore Storiche Italiane, nel Museo Civico di Acquapendente dal 3 al 18 maggio, con al centro del programma la “Collezione di ritratti degli Sforza di Santa Fiora” curata da Carla Benocci.

Il costo dell’evento al Castello di Proceno, comprensivo di ricevimento a buffet con degustazione vini e concerto, è di 40 euro a persona.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 335373394 castello.proceno@orvienet.it www.castellodiproceno.it

 

 

Il Convivio in Musica 2014 è organizzato dall’Associazione “Ingegnere Carlo Cecchini” con il contributo di Tuscia Welcome e la collaborazione di Regione Lazio, Amici della Via Francigena, Provincia di Viterbo, Riserva Naturale Monte Rufeno, ADSI, Touring Club Italiano, Incontri Mediterranei.

]]>
Concerto per violino e pianoforte: “L’evoluzione della forma sonata: da Beethoven a Brahms” Tue, 18 Mar 2014 15:41:14 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/312447.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/312447.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

 

 

Roma. Concerto classico presso la Chiesa Evangelica Battista in via del Teatro Valle, il quinto appuntamento in calendario di “Concerti in Chiesa”, la nuova stagione concertistica organizzata dall’Associazione “Incontri Mediterranei” in collaborazione con il Conservatorio Santa Cecilia, l’Università di Tor Vergata e la Chiesa Evangelica Battista di via del Teatro Valle, e curata dai Maestri Riccardo Fassi, Alessandra Torchiani, Brunella De Socio e dalla professoressa Laura Colombati.

 

“L’evoluzione della forma sonata: da Beethoven a Brahms” il titolo del concerto che si terrà giovedì 20 marzo alle ore 20 in via del Teatro Valle, 27.

Protagonisti di questa serata dedicata a tre grandi del Romanticismo, Beethoven, Schubert e Brahms, il violino di Luigi De Filippi e il pianoforte di Alessandra Torchiani.

 

Biglietti:

Intero 12 euro

Ridotto 9 euro

Speciale studenti 5 euro

Per informazioni: 347 3207707 - 339 7819869

 

Giovedì 20 marzo, ore 20
Roma, Chiesa Evangelica Battista,
via del Teatro Valle, 27
“L’evoluzione della forma sonata: da Beethoven a Brahms”
Musiche di Beethoven, Schubert e Brahms eseguite da Luigi De Filippi e Alessandra Torchiani.

 

 

 

Programma
L. Van Beethoven, Sonata op.12 n.1
F. Schubert, Sonatina  op.137 n.2 D 385
J. Brahms, Sonata op.78

 

 

Luigi De Filippi ha studiato violino, pianoforte e composizione a Roma, dedicandosi dapprima al jazz e alla musica contemporanea. Ha successivamente collaborato con varie orchestre in qualità di 1° violino di spalla: Teatro dell’Opera di Roma, Teatro “La Fenice” di Venezia, London Mozart Players di Londra, Orchestra delle Fiandre di Anversa. A Londra ha iniziato la sua attività di direttore con i London Mozart Players, e si è esibito come solista e direttore in numerose sale tra le più importanti d’Europa, quali la Queen Elizabeth Hall, la Royal Festival Hall e il Barbican Centre di Londra, il Concertgebouw di Amsterdam, il Palau de la Musica di Barcellona, il Festival Vaanta Baroque in Finlandia, ed ha partecipato come solista al Festival di Auckland (Nuova Zelanda) nel 2007. Ha diretto l’opera di Antonio Salieri “Prima la musica, poi le parole” alla Minoritenkirche di Vienna, la chiesa dove Salieri compose ed eseguì tutti i suoi pezzi sacri. Ha al suo attivo numerose incisioni e trasmissioni televisive e radiofoniche.

 

Alessandra Torchiani ha studiato presso il Conservatorio di Santa Cecilia con Franco Medori, si è laureata in Dams e Musica da camera. Classificatasi nei primi posti in numerosi concorsi, ha registrato per la RAI musiche, per pianoforte solo, di autori contemporanei quali G. Turchi, S. Cafaro, G. Chiti e inciso per la EDI-PAN e Radio Vaticana. Ha tenuto concerti sia come solista, che in formazioni cameristiche, sia in vari Paesi esteri che in Italia per  importanti Istituzioni musicaliHa in programma  per la “Radio Vaticana” l’esecuzione dell’opera integrale per pianoforte di Claude Debussy al quale ha dedicato tra il 2011 e il 2012 “Omaggio a C. Debussy, a 150 anni dalla nascita”, incentrato sull’esecuzione di numerosi brani musicali per tutti gli organici e per orchestra da parte di giovani musicisti.

 

 

 

Incontri Mediterranei - Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
0761 402893 - 328 2464626
festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

]]>
Requiem di Mozart per il Giappone dal Vaticano Fri, 07 Mar 2014 00:02:34 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/311108.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/311108.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Martedì 11 marzo lo straordinario concerto presso la Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura in suffragio delle vittime dello tsunami e dei terremoti in Giappone e in Italia. Ore 20, ingresso libero.

Roma. Martedì 11 marzo, in occasione del terzo anniversario del devastante terremoto che colpì il Giappone Orientale, torna il Requiem di Mozart per il Giappone dal Vaticano, che lo scorso anno ha emozionato un pubblico di più di duemila persone nella maestosa Basilica di San Paolo fuori le Mura.

 

Patrocinato dall’Ambasciata del Giappone presso la Santa Sede, il Requiem è un intenso momento artistico che vuole rendere omaggio alle vittime dello tsunami e dei terremoti in Giappone e in Italia, in un dialogo interreligioso sublimato dalla leggiadra potenza della musica.

 

Ad eseguire il Requiem K 626 sarà ancora una volta l’Orchestra Sinfonica Gioacchino Rossini di Pesaro, diretta dal M° Daniele Agiman, con il Coro San Carlo di Pesaro e i solisti Masahiro Shimba, tenore, Airi Nakano, soprano, Evghenia Dundekova, mezzo soprano, Massimiliano Damato, basso.

La serata vedrà la partecipazione straordinaria di Romano Pucci, già primo flauto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, e Satoko Suzuki, primo violoncello dell’Orchestra Imperiale.

 

Si esibirà inoltre la giovane violinista Saori Takahashi, una studentessa proveniente dalle zone colpite dallo tsunami.

 

Il concerto si terrà martedì 11 marzo 2014 alle ore 20 presso la Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura. Ingresso libero.

 

L’evento è organizzato dal Comitato Esecutivo Giapponese, Presidente Tesuo Otani, Vice Presidente Tamamatsu Kuwata e Nippon Genki Project Masaharu Moriya in collaborazione con Foundation of Global Life Learning Center, Digital Records, Edizioni Musicali Wicky (Milano), Incontri Mediterranei, Dogs Inc, Emmenta Create Co. Japan.

 

 

 

 

 

 

 

Incontri Mediterranei - Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
0761 402893 - 328 2464626
festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

]]>
Requiem di Mozart per il Giappone dal Vaticano Tue, 05 Mar 2013 22:00:53 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/268495.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/268495.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale

Lunedì 11 marzo il grandioso concerto presso la Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura in suffragio delle vittime dello tsunami e dei terremoti in Giappone e in Italia. Ore 21, ingresso libero. 

Roma. Lunedì 11 marzo alle ore 21 la splendida Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura, patrimonio dell’umanità dell’Unesco, farà da cornice ad un evento di particolare prestigio e straordinarietà, Requiem di Mozart per il Giappone dal Vaticano – patrocinato dall’Ambasciata del Giappone presso la Santa Sede, dall’Ambasciata Cubana in Giappone e dall’Istituto di Cultura Italiano a Tokyo, Tenshoji Shoukaku Sakai – dedicato alle vittime dello tsunami e dei terremoti in Giappone e nel nostro Paese.

Il Requiem K. 626 verrà eseguito dall’Orchestra Sinfonica Gioacchino Rossini di Pesaro diretta dal M° Daniele Agiman, con il Coro San Carlo di Pesaro, il Coro degli studenti giapponesi provenienti dalle zone colpite dallo tsunami, i cantanti solisti Risa Kitano, soprano, Sara Orlacchio, alto, Masahiro Shimba, tenore e Dong Il Park, bassoOspite d’onore il M° Romano Pucci, già primo flauto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano.

A fine serata, il tenore Masahiro Shimba si esibirà nella prima mondiale di  “Elegia” per Tenore e Orchestra, scritta dal M° Nunzio Ortolano, compositore eclettico e di grande sensibilità.

II brano, commissionato dalle Edizioni Musicali Wicky per commemorare le vittime del terremoto e dello tsunami che nel 2011 hanno devastato il Giappone, è caratterizzato da due momenti musicali che suscitano, anche grazie al testo, sentimenti ed emozioni differenti.
La prima parte è una lode ai doni del Signore. Il testo pone l'attenzione dell'ascoltatore sulla terra, luogo meraviglioso, e sull'uomo, che ringrazia di abitare il giardino più bello, consapevole di esserne fruitore e custode.La musica accompagna questa parte riflessiva con una melodia modale, un canto gregoriano che conferisce alla composizione un carattere fortemente sacrale e spirituale. La seconda parte di “Elegia” è un elogio alla vita, all'amore, ai colori, alle stagioni, alla fratellanza dei popoli e all'umanità intera. Nella speranza che vivano sulla terra in pace e serenità. La melodia, supportata da un poderoso contrappunto orchestrale, si apre in tono maggiore, assumendo i connotati di un inno vero e proprio.

 

Un concerto che si eleva in preghiera in un dialogo interreligioso, un momento di estrema delicatezza e rispetto nella maestosità e imponenza della seconda, per grandezza, delle quattro basiliche patriarcali di Roma.

L’evento, a ingresso libero, è organizzato dal Comitato Esecutivo giapponese, Presidente Tesuo Otani, Vice Presidente Masato Oka e Nippon Genki Project Masaharu Moriya Sponsorizzato da JSB Co., Ltd, in collaborazione con Edizioni Musicali Wicky (Milano), Incontri Mediterranei, Digital Records, Emmenta Create Co., japan /Dogs inc. (Design).

 

--  Incontri Mediterranei - Ufficio Stampa Valentina Petrucci 0761 402893 - 328 2464626 festivalorgano@email.it www.cittadiorte.it
]]>
Mark Nightingale, Fabio Morgera e Michela Lombardi al Festival del Jazz di Valmontone Thu, 02 Aug 2012 22:32:37 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/236775.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/236775.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Venerdì 3 agosto il Festival del Jazz di Valmontone “Jazz a Palazzo” propone un doppio appuntamento: alle 21,30 il raffinatissimo musicista Mark Nightingale, trombonista londinese spesso a fianco di Sting e Kenny Wheeler, suonerà insieme al Max Bone Vibes Quartet di Andrea Biondi per un progetto inedito commissionato appositamente per il Festival.

 

Alle 22,30 Michela Lombardi e il suo @larm Quartet in “Madonna Mia!”, divertente quanto intrigante lavoro di interpretazione in chiave jazz delle più celebri canzoni di Madonna.
Ospite della serata il
trombettista italo-americano Fabio Morgera, nominato per un Grammy Award nel 2006.

 

 

VENERDI’ 3 agosto DOPPIO APPUNTAMENTO


ore 21,30 Mark NIGHTINGALE & Max Bone Vibes Quartet
ore 22,30 Michela LOMBARDI @larm Quartet feat. Fabio MORGERA
“Madonna Mia!” le canzoni di Madonna in jazz

 

 

Il Festival è organizzato da Riccardo Fassi, direttore artistico, in collaborazione con Art Up Art e Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

 

 

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 328 2464626

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

]]>
Torna il Festival del Jazz di Valmontone “Jazz a Palazzo” 27 luglio-4 agosto 2012 Fri, 27 Jul 2012 09:40:45 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/235699.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/235699.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Quarta edizione del Festival del Jazz di Valmontone “Jazz a Palazzo”: sotto la direzione artistica di Riccardo Fassida venerdì 27 luglio due weekend con 5 appuntamenti a partire dalle 21,30 nella splendida cornice di Palazzo Doria Pamphilj.

 

 

PROGRAMMA in breve

 

VENERDI’ 27 LUGLIO ORE 21,30
Rosario GIULIANI meets Riccardo Fassi POCKET ORCHESTRA
“Sitting in a song”

 

SABATO 28 luglio ore 21,30
Gary THOMAS & F.A.F. TRIO

 

VENERDI’ 3 agosto DOPPIO APPUNTAMENTO
ore 21,30 Mark NIGHTINGALE & Max Bone Vibes Quartet
ore 22,30 Michela LOMBARDI @larm Quartet feat. Fabio MORGERA
“Madonna Mia!” le canzoni di Madonna in jazz

 

SABATO 4 agosto ore 21,30
Fabio MORGERA Organo Trio feat. Francesco BEARZATTI

 

 

Valmontone (RM). L’edizione 2012  di “Jazz a Palazzo” si propone di consolidare e sviluppare l’importanza di una manifestazione che già negli anni precedenti si è inserita a pieno titolo nella rosa delle più importanti a livello nazionale ed internazionale, sia per la presenza di artisti di livello assoluto, come Tom Malone, Kenny Werner, Dave Binney, Antonello Salis, Franco D’Andrea, Roberto Gatto, Ari Honig, Maurizio Gianmarco, Daniele Di Bonaventura, che per i progetti sempre più originali e di grande spessore artistico.

 

Si inaugura venerdì 27 luglio con un concerto della Pocket Orchestra: il sestetto, il cui sassofono è affidato al celebre Rosario Giuliani, eseguirà un programma di musiche originali composte da Riccardo Fassi, recentemente pubblicate nel cd “Sitting in a song” (2012 Alice Records).

Nel sestetto: Riccardo Fassi al piano e tastiere, Claudio Corvini alla tromba, Massimo Pirone al trombone, Torquato Sdrucia al sax baritono, Steve Cantarano al contrabbasso e John Arnold alla batteria.

 

Sabato 28 luglio una rara occasione per vedere dal vivo il grande sassofonista americano Gary Thomas, ospite internazionale di notevole spessore, che vanta collaborazioni con Miles Davis, Pat Metheny, Jack De Johnnette, John Mc Laughlin, Herbie Hancock, Wayne Shorter, Steve Coleman, Dave Holland e tanti grandi del jazz.

Thomas si esibirà in quartetto con John Arnold alla batteria, Riccardo Fassi al piano e Luca Fattorini al basso.

 

Doppio appuntamento per venerdì 3 agosto: alle 21,30 suonerà il trombonista londinese Mark Nightingale, musicista raffinatissimo spesso a fianco di Sting e Kenny Wheeler, insieme al Max Bone Vibes Quartet per un progetto inedito commissionato per il Festival del Jazz di Valmontone.

 

Alle 22.30 sarà la volta di Michela Lombardi con il suo @larm Quartet in “Madonna Mia!”, divertente quanto intrigante lavoro di interpretazione in chiave jazz delle canzoni più celebri della pop star Madonna. Ospite della serata, il trombettista italo americano Fabio Morgera.

 

Sabato 4 agosto, a conclusione del Festival, il concerto di Fabio Morgera Organ Quartet, con ospite speciale il sassofonista Francesco Bearzatti, vincitore del Top JAZZ 2011.
Sonorità jazz, funk e organ groove per un finale pirotecnico di grande intensità e coinvolgimento.

 

Anche quest’anno le proposte musicali si rivolgono sia alla produzione di musica originale italiana sia alle nuove tendenze del jazz europeo ed americano. Lo scopo primario è favorire l’incontro tra artisti di varie aree e tendenze per la creazione di nuovi progetti musicali: non soltanto jazz nell’alveo della tradizione ma anche jazz elettrico contaminato con il rock, il jazz mediterraneo e connesso alla musica popolare.

Un programma che vede Valmontone come centro di produzione culturale e crocevia d’incontro tra artisti internazionali.
Tutti i concerti, a ingresso gratuito, si svolgeranno alle ore 21,30 nella splendida piazza antistante il prestigioso Palazzo Doria Pamphilj di Valmontone.

 

 

Il Festival è organizzato da Riccardo Fassi, direttore artistico, in collaborazione con Art Up Art e Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

 

 

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 328 2464626

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

]]>
“Incontri Gentili” ospita il Globe Duo Oliva-Savarese Wed, 25 Jul 2012 16:27:33 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/235361.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/235361.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Viterbo. Mercoledì 25 luglio 2012 alle ore 21 concerto del Globe Duo presso il Cortile di Palazzo Gentili in via Saffi, 49 nell’ambito della rassegna “Incontri Gentili”, a cura dell’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

Nell’ambito del programma proposto si spazia da composizioni appositamente dedicate al Globe Duo, a pregiate rielaborazioni di celebri pagine musicali classiche, musiche da film e composizioni della più alta tradizione sudamericana.

 

Il Globe Duo nasce dalla comune idea del flautista Andrea Oliva e della chitarrista Costanza Savarese, solisti di singolare levatura, di costituire un Duo in grado di indagare un repertorio tanto eterogeneo quanto raramente eseguito da analoghe formazioni cameristiche.

 

Dotato di una visione decisamente innovativa del repertorio per flauto e chitarra e dell’approccio strumentale ad esso, il Duo comunica la sua grande passione per la Musica nella ricerca incessante di nuovi colori, idee ed emozioni da estrinsecare in alcuni dei maggiori capolavori della letteratura musicale di ogni tempo.

 

Musicisti di eccellente capacità tecnica e musicalità, spaziano da composizioni appositamente dedicate al duo a pregiate rielaborazioni di celebri pagine musicali classiche e moderne, musiche da film e composizioni della più alta tradizione sud americana - tra cui il tango e la musica brasiliana - riuscendo, grazie alla estrema duttilità e padronanza dello strumento, a rispondere alle svariate richieste dell’odierno mercato musicale.

 

Questa formazione li porta a condividere esperienze e concerti in tutta Italia e all’estero per Teatri, Festival ed Associazioni concertistiche.

 

“Andrea Oliva è uno dei migliori flautisti della sua generazione, una stella brillante nel mondo del flauto”: cosí Sir James Galway definisce Andrea Oliva, Primo flauto solista dell’Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, ruolo che ricopre dal 2003.

 

Nato a Modena nel 1977 si diploma col massimo dei voti in soli 5 anni all'Istituto Musicale "Vecchi-Tonelli" di Modena sotto la guida di G. Betti, perfezionandosi poi con C. Montafia, J. C Gérard e J. Galway ed iniziando subito una brillante carriera.

 

Già membro effettivo dell'Orchestra Giovanile Gustav Mahler, dopo aver frequentato l’Accademia Herbert von Karajan, è stato invitato, a soli 23 anni, come Primo flauto dai Berliner Philharmoniker sotto la direzione di prestigiose bacchette quali C. Abbado, L. Maazel, V. Gerghiev, S. Oramo, M. Jansons e B. Haitink.

 

Dal 2001 al 2003 è stato primo flauto dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma ed attualmente collabora, nello stesso ruolo, con numerose orchestre quali la Scala di Milano, Bayerische Rundfunk , Orchestra da Camera di Monaco, Bamberg Symphoniker, ORT di Firenze, Mahler Chamber Orchestra.

 

Collabora regolarmente con eminenti artisti quali, A. Lonquich, E. Pace, N. Carusi, A. Hewitt, E. Segre e J. Galway. E’ membro del Nuovo Quintetto Italiano e del Kaleido Ensemble con i quali si è esibito in America, Europa e Asia.

 

Apprezzato docente, tiene i corsi di alto perfezionamento all'Accademia S.Cecilia, il biennio per prassi esecutiva orchestrale a Modena e masterclasses in tutto il mondo.

 

Ha inciso per la "ARTS" il duetto di Beethoven con Michele Marasco, per "Falaut edition" Sonate per flauto e pianoforte per "Chant de Linos" le sonate di Händel. Nel 2012 debutterà come solista alla Wigmore Hall di Londra.

 

 

“Perizia tecnica, continua ricerca estetica, musicalità convincente e duttilità nell’affrontare un repertorio che spazia dalla musica antica alle più moderne espressioni del ‘900 sono le qualità che caratterizzano questa giovane e brava concertista. Dotata di inventiva ed originalità, considero Costanza Savarese un elemento di spicco nel panorama delle nuove generazioni italiane.” - (Bruno Battisti D’Amario)

 

“La giovanissima chitarrista Costanza Savarese dimostra straordinarie doti artistiche, attentissima cura ai particolari e notevolissimo talento esecutivo.” - (Nazzareno Carusi)

 

“Costanza ha sempre dimostrato interesse e dedizione nell’approfondire la sua padronanza delle tecniche strumentali proprie della musica contemporanea, sviluppando uno standard qualitativo in evoluzione esponenziale.” - (Fabio Nieder)

 

“Ho avuto modo di apprezzare in questa interprete la perizia esecutiva, la cura del suono e la precisa volontà di cercare un fraseggio musicale il più possibile consono allo stile dell’epoca e derivante dalla sua conoscenza della prassi esecutiva storica.” - (Massimo Lonardi)

 

Costanza Savarese, nata nel 1985 a Roma, si diploma giovanissima, ed in soli 6 anni, presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia sotto la guida del Maestro Battisti D’Amario con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Seguita dai Maestri Frédéric Zigante e Pierlugi Corona, si specializza presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste con il massimo dei voti e la lode in “Discipline musicali ad indirizzo interpretativo-concertistico”.

 

Si perfeziona in Italia e all’estero con: David Russell,Michael Lewin (Royal Academy of Music di Londra), Marcella Crudeli, Massimo Lonardi, Nazzareno Carusi ed il Trio di Parma.

 

Ha studiato composizone con eminenti personalità come Fabio Nieder e Salvatore Sciarrino.

 

Vincitrice di premi ed importanti borse di studio al merito, svolge già da anni attività concertistica, come solista ed in varie formazioni cameristiche, in luoghi e rassegne di notevole rilievo culturale ed in diretta radiotelevisiva RAI.

 

Tiene corsi di Alto Perfezionamento presso l’Accademia “Città della Musica e del Teatro” (che annovera nel corpo docente, artisti del calibro di R. Prosseda, Paolo Fresu, E. Arciuli, F. Lattanzi, A. Delle Vigne ed altri) e presso il “Lemmensinstituut-Academy of Music, Ballet and Drama” di Bruxelles.

 

Ha inciso per Wide Classique il cd “Un Intreccio di Tempo e Spazio” presentato presso il Teatro Dal Verme di Milano dalla SIMC Società Italiana Musica Contemporanea con eccellente riscontro di critica. E’ di prossima pubblicazione un cd in duo con il flautista Andrea Oliva.

 

È dedicataria di composizioni originali per chitarra solista ed orchestra o archi, scritte da compositori di chiara fama quali Vito Palumbo, Bruno Battisti D’Amario, Alessandro Annunziata e contestualmente edite dal gruppo RAI-TRADE.

Collabora stabilmente con alcune Prime Parti Soliste dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dell’Orchestra del Teatro La Scala nell’ambito di prestigiosi progetti di musica da camera.

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 328 2464626

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it
]]>
"IL SEICENTO ITALIANO": CONCERTO D'ORGANO DEL M° ARMANDO CARIDEO A S. BARBARA DEI LIBRARI Sat, 18 Feb 2012 11:09:01 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/203100.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/203100.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale

“IL SEICENTO ITALIANO”: CONCERTO D’ORGANO DEL M° ARMANDO CARIDEO
A S. BARBARA DEI LIBRARI

 

 

Roma. Tradizionale appuntamento mensile nella Chiesa di S. Barbara dei Librari, nei pressi di Campo de’ Fiori, con i concerti tenuti dal M° Armando Carideo, musicologo e organologo, presidente dell’Istituto dell’Organo Storico Italiano e docente di Storia degli Strumenti Musicali all’Università di Roma “Tor Vergata”.

 

Domenica 19 febbraio 2012, alle ore 17, musiche di De Macque, Trabaci, Frescobaldi, Pasquini, Roberday per il concerto “Il Seicento Italiano”, con Armando Carideo all’organo. Ingresso libero.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei” e il “Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi”.

 

 

Domenica 19 febbraio 2012

ore 17,00

Chiesa di S. Barbara dei Librari

Largo dei Librari

Roma

 

Musiche di De Macque, Trabaci, Frescobaldi, Pasquini, Roberday

Armando Carideo, organo


ingresso libero

 

 

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

]]>
INCONTRI MUSICALI 2011 - ORTE, 3-4 DICEMBRE Sat, 03 Dec 2011 21:13:48 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/190817.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/190817.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale INCONTRI MUSICALI 2011 - ORTE, 3-4 DICEMBRE

 

 

Gli “Incontri Musicali”, rivolti a tutti gli strumentisti e cantanti che desiderano arricchire la propria formazione interpretativa, sono corsi brevi e intensivi basati sulla pratica e prevedono anche lezioni per l’educazione dell’orecchio e per l'improvvisazione ritmica. Vi possono partecipare tutti i musicisti in possesso di strumenti classici o antichi.

 

3-4 DICEMBRE 2011

Musica da camera nel Rinascimento e nel Barocco

LAURA PONTECORVO, flauto traversiere

Lezioni di musica d'insieme

 

 

Tutti gli incontri avranno luogo ad Orte presso la sede dell'Associazione “Incontri Mediterranei”, Palazzo Archi, via Principe Umberto, 16.
Per info: 0761 402893 – 333 2214656 – www.cittadiorte.it

]]>
CONCERTO D’ORGANO: GEORG BÖHM A 350 ANNI DALLA NASCITA Sat, 19 Nov 2011 20:25:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/188521.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/188521.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale CONCERTO D’ORGANO: GEORG BÖHM A 350 ANNI DALLA NASCITA

 

 

Roma. Il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi presenta “Georg Böhm (1661-1733) a 350 anni dalla nascita”, concerto d’organo eseguito dal M° Armando Carideo in occasione del trecentocinquantenario della nascita del compositore e organista tedesco che tanta influenza ebbe sul giovane J.S. Bach.
L’evento avrà luogo domenica 20 novembre, alle ore 17, presso la Chiesa di S. Barbara dei Librari,  a due passi da Campo de’ Fiori.
Il concerto, a ingresso libero, è organizzato dall’Istituto dell’Organo Storico Italiano in collaborazione con l’Associazione “Incontri Mediterranei” all’interno della decima edizione del Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi.

 

 

Domenica 20 Novembre, ore 17.00

Roma, Chiesa di S. Barbara dei Librari

“Georg Böhm (1661-1733) a 350 anni dalla nascita”

Armando Carideo, organo

 

 

Le manifestazioni sono realizzate con il contributo e il patrocinio delle seguenti istituzioni:

Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Fondazione Carivit, Fondazione Carit, Archivio di Stato di Viterbo, Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi della Tuscia, Istituto dell'Organo Storico Italiano, Confesercenti, Assoturismo, Camera di Commercio di Viterbo, Tuscia Viterbese.

 

Il programma completo del Festival è consultabile al link:
http://www.cittadiorte.it/FESTIVALORGANO/festival_decimaed/programma_pag.htm

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

]]>
CONCERTO DI S. CECILIA PER I 150 ANNI DELL’UNITÀ D’ITALIA Fri, 18 Nov 2011 10:17:00 +0100 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/188351.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/188351.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

CONCERTO DI S. CECILIA PER I 150 ANNI DELL’UNITÀ D’ITALIA

 

Orte (VT).  Quest’anno il tradizionale concerto dedicato a Santa Cecilia, patrona della musica e dei musicisti, si veste del tricolore per i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
Sabato 19 novembre alle ore 18.30 presso il Teatro Alberini, la Banda Musicale “Città di Orte”, diretta dal M° Armando Fiabane, eseguirà musiche di Olivieri, Rossini, Verdi, Novaro per la celebrazione del centocinquantenario dell’Unità del nostro Paese.
L’evento è inserito nella decima edizione del “Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi”, organizzato dall’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

 

Sabato 19 Novembre, ore 18.30

Orte, Teatro Alberini

Concerto di S. Cecilia – “Per i 150 anni dell’Unità d’Italia”

- Banda Musicale Città di Orte, direttore Armando Fiabane

 

 

Programma completo:

 

Alessio Olivieri (1830-1867)

- “Inno di Garibaldi”

Gioacchino Rossini (1792-1868)

- “Dal tuo stellato soglio” (dal “Mosè”)

Giuseppe Verdi (1813-1901)

- “O Signore dal tetto natìo” (da “I Lombardi alla 1ª Crociata”)

Tradizionale – arrangiamento di Fulvio Creux (1956)

- “Canti del Risorgimento”

Tradizionale – arrangiamento di Fulvio Creux

- “Addio mia bella addio”

Giuseppe Verdi

- “Preludio” (da “Ernani”)

Giuseppe Verdi

- “Marcia e Coro” (da “Ernani”)

Giuseppe Verdi

- “Va’ pensiero” (da “Nabucco”)

Tradizionale – arrangiamento di Fulvio Creux

- “Echi di trincea”

Tradizionale – arrangiamento di Fulvio Creux

- “Fremiti d’indipendenza”

Michele Novaro (1818-1885)

- “Inno di Mameli”

 

 

Le manifestazioni sono realizzate con il contributo e il patrocinio delle seguenti istituzioni:

Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Fondazione Carivit, Fondazione Carit, Archivio di Stato di Viterbo, Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi della Tuscia, Istituto dell'Organo Storico Italiano, Confesercenti, Assoturismo, Camera di Commercio di Viterbo, Tuscia Viterbese.

 

Il programma completo del Festival è consultabile al link:
http://www.cittadiorte.it/FESTIVALORGANO/festival_decimaed/programma_pag.htm

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

 

 

 

]]>
ALTRERISONANZE ALL’ORATORIO DEL CARAVITA IN ONORE DI MAHLER - 22 OTTOBRE Fri, 21 Oct 2011 11:30:16 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/184170.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/184170.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale COMUNICATO STAMPA

 

ALTRERISONANZE ALL’ORATORIO DEL CARAVITA IN ONORE DI MAHLER

Roma. In occasione del centenario della morte del compositore austriaco Gustav Mahler (1860-1911), l’ensemble “altreRisonanze” con il soprano Angela Bucci intendono riproporre una rara versione cameristica di uno dei capolavori del musicista, la “Quarta Sinfonia”, qui nel superbo e raffinato arrangiamento del 1921 ad opera di Erwin Stein. Affidata ad un ensemble di dodici musicisti, questa trascrizione mantiene fede alla leggerezza e alla trasparenza originaria per una sinfonia che lo stesso Mahler considerava un omaggio al fresco spirito mozartiano.

 

Il concerto “La vita celestiale” si terrà sabato 22 ottobre alle ore 20 presso l’Oratorio del Caravita, in via del Caravita, 7.


L’evento è inserito nel Festival Internazionale “altreRisonanze – dall’antico al moderno”, organizzato dall’Accademia di Romania in collaborazione con l’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

 

Sabato 22 Ottobre, ore 20

Roma, Oratorio del Caravita

Via del Caravita, 7

“La vita celestiale”: la “Quarta Sinfonia” di Mahler nell’arrangiamento di Erwin Stein.

(centenario della morte del compositore austriaco Gustav Mahler)

 

- Angela Bucci, soprano

- Ensemble “altreRisonanze”: Mauro Lopes Ferreira e David Simonacci, violini; Alessandro Santucci, viola; Luca Peverini, violoncello; Igor Barbaro, contrabbasso; Pierluigi Tabachin, ottavino e flauto; Stefania Mercuri, oboe e corno inglese; Pietro Cingolani, clarinetto e clarinetto basso; Elisabetta Di Filippo e Andrea Bonioli, percussioni; Alvaro Lopes Ferreira, pianoforte; Cipriana Smarandescu, armonium; Andrea Riderelli, direttore

 

Programma:

Gustav Mahler (1860-1911)

“Sinfonia IV in Sol Maggiore per 12 strumenti e soprano” (arr. Erwin Stein)

(1. Bedächtig. Nicht eilen - 2. In gemächlicher Bewegung. Ohne Hast - 3. Ruhevoll - 4. Sehr behaglich)

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

]]>
19 OTTOBRE: ALL'ACCADEMIA DI ROMANIA DALLA SPAGNA AL SUDAMERICA Mon, 17 Oct 2011 16:21:49 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/183406.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/183406.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

DALLA SPAGNA AL SUDAMERICA: CONCERTO PER ARPA GESUITA
E CHITARRA BAROCCA ALL’ACCADEMIA DI ROMANIA

Roma. Il Festival Internazionale  “altreRisonanze – dall’antico al moderno”, organizzato dall’Accademia di Romania in collaborazione con l’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”, offre agli amanti della musica classica il concerto “Spania, Mexic, Paraguay, Chile: Un solo cammino”, con danze e improvvisazioni dalla Spagna al Sudamerica.
Tra jácaras spagnole, suite, motivi popolari indios e zarambeques, Lincoln Almada all’arpa gesuita e Evangelina Mascardi alla chitarra barocca ci condurranno in un viaggio alla riscoperta del Sudamerica musicale del ’700, in particolare della regione Guaranì e del Messico del
cosiddetto “Codice Saldìvar” con i suoi fandanghi, tarantelle, romanesche, follie.

 

L’evento, a ingresso gratuito, si terrà mercoledì 19 ottobre alle ore 20 presso la Sala Concerti dell’Accademia di Romania – Valle Giulia, Piazza José de San Martin, 1.

 

 

 

Mercoledì 19 Ottobre, ore 20

Roma, Accademia di Romania (Sala Concerti)

Valle Giulia, Piazza José de San Martin, 1

“Spania, Mexic, Paraguay, Chile: Un solo cammino”

Danze e improvvisazioni dalla Spagna al Sudamerica

- Lincoln Almada, arpa gesuita

- Evangelina Mascardi, chitarra barocca

 

 

Programma completo:

 

“Codex Saldivar” (Mexico ca. 1700)

- Grabe, Allegro, Pasepied Viejo, Menuet, Fandango, Marionas, Marizapalos, Canario, Jacaras, Zarambeques

Tradizionale del Venezuela

- “Alma Llanera”, “Valsecito para Elena”, “Diablo Suelto”

Tradizionale del Paraguay

- “Isla Sacà”, “Carreta Ivy”, “Pajaro Campana”

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

]]>
ROMA, 16 OTTOBRE: CONCERTO D'ORGANO A S.BARBARA DEI LIBRARI CON ARMANDO CARIDEO Sat, 15 Oct 2011 14:08:44 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/183232.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/183232.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale COMUNICATO STAMPA

 

IL FESTIVAL DI ORGANO E STRUMENTI ANTICHI FA TAPPA A ROMA

 

Roma. Il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi tocca Roma e offre agli amanti della musica classica il concerto “Viaggio tra le forme musicali per tastiera del Seicento”, uno degli ultimi appuntamenti di questa riuscita decima edizione organizzata da “Incontri Mediterranei.”

Domenica 16 ottobre 2011 alle ore 17, nella splendida Chiesa di S. Barbara dei Librari, a due passi da Campo de’ Fiori, brani di Luca Marenzio, Giovanni De Macque, Giovanni Maria Trabaci, Girolamo Frescobaldi, François Roberday e Bernardo Pasquini eseguiti all’organo dal M° Armando Carideo, musicologo e organologo.


 

Domenica 16 Ottobre, ore 17

Roma, Chiesa di S. Barbara dei Librari

“Viaggio tra le forme musicali per tastiera del Seicento”

- Armando Carideo, organo

 

 

Programma completo:

 

Luca Marenzio (1553-1599)

- Madrigale Terzo del Libro Primo dei Madrigali a quattro voci (Intavolatura d’organo tedesca di Torino, Foà IV)

 

Giovanni De Macque (ca. 1550-1614)

- Ricercare del Nono Tono (I Libro)

 

Giovanni Maria Trabaci (1575-1647)

- Canzona Franzesa Settima Cromatica (I Libro, 1603)

 

Girolamo Frescobaldi (1583-1643)

da “Il Primo Libro di Capricci, Canzon francese e recercari…” (1626)

- Capriccio I sopra ut, re, mi, fa, sol, la

- Recercar Decimo sopra La, Fa, Sol, La, Re

- Canzon Prima

 

François Roberday (1624-1680)

- Fugue 3.me

- Caprice sur le mesme sujet

 

Bernardo Pasquini (1637-1710)

(dal ms. autografo SBPK L. 215)

- Alemanda [per lo] Scozzese (p. 302)

- Tastata per lo Scozzese (p. 262)

 

Le manifestazioni sono realizzate con il contributo e il patrocinio delle seguenti istituzioni:

Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Fondazione Carivit, Fondazione Carit, Archivio di Stato di Viterbo, Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi della Tuscia, Istituto dell'Organo Storico Italiano, Confesercenti, Assoturismo, Camera di Commercio di Viterbo, Tuscia Viterbese.

 

Il programma completo del Festival è consultabile al link:
http://www.cittadiorte.it/FESTIVALORGANO/festival_decimaed/programma_pag.htm

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

 

 

]]>
"altreRisonanze – dall’antico al moderno" festival internazionale - Roma 14-23 ottobre 2011 Wed, 12 Oct 2011 14:46:42 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/182815.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/182815.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

altreRisonanze dall’antico al moderno

festival internazionale

 

 

L'Accademia di Romania in Roma ospita, dal 14 al 23 ottobre 2011, il Festival Internazionale “altreRisonanze – dall’antico al moderno”, un importante evento di respiro internazionale organizzato dall’Accademia di Romania in collaborazione con l’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

Viaggio nella tradizione musicale di diverse culture del mondo, il Festival si snoda lungo un percorso che, dall'antichissima eredità musicale, passa attraverso il Rinascimento, il Barocco e il Classicismo fino a cavallo dei secoli XIX e XX, per giungere infine ai giorni nostri –spaziando dalle culture di riferimento in Europa (Italia, Francia, Germania, Austria e Spagna), oltrepassando l'Oceano e approdando poi in Sud America. Questo lungo sentiero vivrà grazie al contributo di artisti di grande valore provenienti dalla Romania, dall'Italia e da altri Paesi che rappresenteranno la propria cultura in questo caleidoscopio sonoro.
Un momento particolare è riservato alla musica rumena, cui vengono dedicati una conferenza e il concerto di chiusura del Festival, entrambi aventi come ospiti musicisti d'élite provenienti dalla Romania.
Un altro momento estremamente importante all’interno del Festival, sarà la presentazione di una rarissima versione della IV Sinfonia di Gustav Mahler arrangiata per ensemble da camera (12 strumentisti e soprano) da Erwin Stein nel 1921. Questa raffinata orchestrazione, che rende merito alla trasparenza musicale del compositore austriaco, di cui ricorrono
quest'anno i 100 anni dalla scomparsa, verrà eseguita in una tra le più belle sale da concerto a Roma, l'Oratorio del Caravita.

Il Festival si avvale, oltre che della collaborazione di “Incontri Mediterranei” – associazione attiva da tempo nell’ambito della musica antica – anche del contributo,  per quel che riguarda la musica moderna, di musicisti appartenenti alla Radio Diffusione Rumena.
Come suggello della qualità e della riuscita di questo evento ci sono i programmi già, di fatto, inclusi e acclamati dal pubblico e dalla stampa nel quadro di importanti Festival come “Cantiere Internazionale d’Arte” – Montepulciano, “Festival Roma Barocca” – Roma, “Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi” – Orte, “Ostia Classic” – Ostia, “L’Ascolto in Concerto” – Roma.

 

PARTECIPANTI

 

Angela Bucci, soprano

Mauro Lopes Ferriera, violino

Evangelina Mascardi, chitarra barocca

Lincoln Almada, arpa gesuita e percussioni

Cipriana Smarandescu, clavicembalo

ensemble altreRisonanze

Andrea Riderelli, direttore

ensemble Konick

Laura Smarandescu, pianoforte

Ioan Dobrinescu, compositore

 

Venerdì 14 ottobre, ore 20.00

Roma, Accademia di Romania (Biblioteca)

Valle Giulia, Piazza José de San Martin, 1

Francia – Italia: La Paix du Parnasse

(la réunion des Goûts François et Italiens doit faire la perfection de la Musique)

- Cipriana Smarandescu, clavicembalo

 

 

Sabato 15 Ottobre, ore 20.00

Roma, Accademia di Romania (Sala Concerti)

Valle Giulia, Piazza José de San Martin, 1

Germania – Austria: dal Barocco al Galante

(sonate per violino e clavicembalo obbligato)

- Mauro Lopes Ferreira, violino

- Cipriana Smarandescu, clavicembalo

 

 

Domenica 16 Ottobre, ore 18.00

  

Roma, Accademia di Romania (Sala Concerti)

Valle Giulia, Piazza José de San Martin, 1

Italia: Begl’occhi, bel seno

(madrigali amorosi ed erotici del ’600 italiano)

- Angela Bucci, soprano

- Cipriana Smarandescu, clavicembalo

 

 

Mercoledì 19 Ottobre, ore 20.00

Roma, Accademia di Romania (Sala Concerti)

Valle Giulia, Piazza José de San Martin, 1

Spania, Mexic, Paraguay, Chile: Un solo cammino

(danze e improvvisazioni dalla Spagna al Sudamerica)

- Lincoln Almada, arpa gesuita
- Evangelina Mascardi, chitarra barocca

 

 

Sabato 22 Ottobre, ore 20.00

Roma, Oratorio del Caravita

Via del Caravita, 7

La vita celestiale

(centenario dalla morte del compositore austriaco Gustav Mahler)

- Angela Bucci, soprano

- Ensemble altreRisonanze: Mauro Lopes Ferreira e David Simonacci, violini; Alessandro Santucci, viola; Luca Peverini, violoncello; Igor Barbaro, contrabbasso; Pierluigi Tabachin, ottavino e flauto; Stefania Mercuri, oboe e corno inglese; Pietro Cingolani, clarinetto e clarinetto basso; Elisabetta Di Filippo e Andrea Bonioli, percussioni; Alvaro Lopes Ferreira, pianoforte; Cipriana Smarandescu, armonium; Andrea Riderelli, direttore

 

 

 

Domenica 23 Ottobre, ore 18.00

Accademia di Romania – Sala Conferenze

Romania: File din hronicul muzicii romanesti

- Laura Smarandescu, pianoforte

- Ensemble di clarinetti Konick: Mihai Dina, Andrei-Cristian Theodoru, Vasile Mocioc, Cristian-Eugeniu Petrisor

Conferenza di Ioan Dobrinescu (compositore, musicologo, redattore Radio Romania)

 

 

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

 

 

]]>
IL M° ANGELO BRUZZESE IN CONCERTO A CIVITAVECCHIA CON "MUSICA DIPINTA" Fri, 30 Sep 2011 00:39:10 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/181115.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/181115.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale COMUNICATO STAMPA

 

IL M° ANGELO BRUZZESE IN CONCERTO A CIVITAVECCHIA
CON “MUSICA DIPINTA”
Un viaggio ricco di esperienze sensoriali in un dialogo continuo tra arte e musica

 

Civitavecchia (RM). “Concerto per S. Francesco: Musica Dipinta” è il titolo del concerto per organo che il M° Angelo Bruzzese terrà domenica 2 ottobre alle ore 18,30 presso la Chiesa dell’Immacolata Concezione.
Dalle “Vetrate di Chiesa” di Ottorino Respighi ai “Quadri di un’esposizione” di Mussorgsky, un viaggio ricco di esperienze sensoriali in un continuo gioco di rimandi tra vista e udito, arte e musica, nel dialogo sempre aperto tra sacro e profano.
Il concerto è uno degli appuntamenti culturali del “Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi – X Edizione”, organizzato dall’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

 

Domenica 2 Ottobre, ore 18.30 
Civitavecchia, Chiesa dell’Immacolata Concezione

“Concerto per S. Francesco: Musica Dipinta”
- Angelo Bruzzese, organo

 

 

Il programma completo:

Ottorino Respighi (1879-1936)

Vetrate di Chiesa – Quattro impressioni (trascrizione per organo di A. Bruzzese)

- La fuga in Egitto

- San Michele Arcangelo

- Mattutino di S. Chiara

- San Gregorio Magno

 

Modest Petrovic Mussorgsky (1839-1881)

Quadri di una esposizione (trascrizione per organo di A. Bruzzese)

- Promenade

- Gnomus

- Promenade

- Il vecchio castello

- Promenade

- Tuileries

- Bydlo

- Promenade

- Balletto dei pulcini nei gusci

- Samuel Goldenberg e Shmuÿle

- Promenade

- Limoges – il mercato

- Cathacumbae

- Cum mortis in lingua mortua

- Baba-Yaga

- La grande porta di Kiev

 

Le manifestazioni sono realizzate con il contributo ed il patrocinio delle seguenti istituzioni:

Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Fondazione Carivit, Fondazione Carit, Archivio di Stato di Viterbo, Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi della Tuscia, Istituto dell'Organo Storico Italiano, Confesercenti, Assoturismo, Camera di Commercio di Viterbo, Tuscia Viterbese.

 

Il programma completo del Festival è consultabile al link:
http://www.cittadiorte.it/FESTIVALORGANO/festival_decimaed/programma_pag.htm

 

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

]]>
ORTE – AL VIA LE LEZIONI PRESSO LA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE Wed, 28 Sep 2011 23:24:44 +0200 http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/180928.html http://zend.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/180928.html "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale  

ORTE – AL VIA LE LEZIONI PRESSO LA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE

 

Orte (VT). Sabato I ottobre riprenderanno le lezioni presso la Scuola di Musica Comunale, sotto la  Direzione Artistica di Armando Fiabane e Massimiliano Carlaccini.
Per l’anno 2011-2012 sono attivati, per la sezione classica, i corsi di pianoforte, organo,violino, chitarra, flauto, flauto dolce, oboe, clarinetto, fagotto, corno, tromba, trombone, canto; per la moderna, pianoforte, chitarra elettrica, contrabbasso, basso elettrico, batteria, percussioni, sax, tromba, trombone, fisarmonica.
In particolare, si segnalano i laboratori di musica antica, musica classica, musica moderna e big band; i corsi di propedeutica musicale per bambini fino a sei anni e quelli di teoria e solfeggio.
Il calendario dei corsi terminerà il 31 maggio 2012.

Per informazioni e iscrizioni:
Segreteria della Scuola di Musica Comunale (orario di apertura: 15-19)
Palazzo Archi – via Principe Umberto, 16
01028 Orte (VT)
Telefax 0761 402893
scuoladimusica@cittadiorte.it

 

 

 

L’idea di costituire in Orte una Scuola di Musica Comunale nasce negli anni Novanta su sollecitazione di alcuni amministratori locali e di alcuni responsabili di associazioni culturali: un progetto ambizioso che avrebbe unificato le due scuole di musica allora attive, quella della Banda e quella curata dall’Associazione Culturale “Giulio Roscio”.

Se pensiamo che le nomine del Presidente e del Direttore Artistico sono le stesse per la Banda Musicale e per la Scuola, si può capire che per anni Banda e Scuola hanno costituito un unico corpo che, in quanto tale, ha espresso un’attività culturale nel territorio di grande valore e qualità. Basti pensare che questo unico corpo si è addossato l’impegno del restauro dell’organo storico della Cattedrale di Orte; ha partecipato al Festival Barocco di Viterbo; ha riportato alla luce con uno storico concerto la tradizione musicale della Cappella della Cattedrale di Orte; è stata invitata dalla Fondazione Valentino Bucchi a presentare i risultati del restauro dell’organo storico nell’ambito di un seminario sugli antichi organi del Lazio; ha organizzato la presentazione di tre libri tra cui l’ultima pubblicazione di Don Delfo Gioacchini “Monsignor Tenderini”; ha valorizzato nuove esperienze musicali attraverso la creazione di nuove formule compositive e il tutto è servito ad ampliare il panorama musicale locale, dandogli uno spessore che prima non esisteva; ha organizzato inoltre una quantità di concerti strumentali e vocali che sarebbe qui lungo enumerare.

La Scuola e la Banda hanno stimolato un innegabile processo culturale i cui frutti non sono ancora tutti percepibili, ma non si può disconoscere che esse abbiano avuto un ruolo di promozione fino ad oggi sconosciuto.

 

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 339 1803561

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 




]]>